Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com - Uno stile senza tempo - Juventus forum

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi. La registrazione è assolutamente gratuita e vi consente di:
  • Aprire nuove discussioni e rispondere alle discussioni degli altri utenti
  • Partecipare ai nostri concorsi a premi, come il Fantacalcio che ogni anno mette in palio la maglia da gara ufficiale della Juventus e tanti altri premi e altri concorsi come Caccia al goal e Pronostici con altri premi in palio.
  • Visualizzare le sezioni video riservate ai soli iscritti, piene di filmati storici e recenti sulla nostra Juventus

 Foto

Stopper esplodere

Iscritto dal 12 Jan 2011
Non connesso Ultima visita 29 Mar 2016 13:20
***--

Discussioni che ho iniziato

Da Roma a Barcellona, passando per Berlino

09 December 2015 - 15:13

Ciao a tutti amici bianconeri, oggi voglio condividere con voi la mia bellissima esperienza juventina vissuta pochi giorni fa.
Vivo a sud di Roma e tifo juve praticamente da sempre.
Qualche tempo fa ho prenotato un viaggio a Barcellona con due amici, con partenza lo scorso giovedì 3 dicembre.
Dopo un mercoledì sera passato insieme, facendo l'ultimo breifing pre vacanza,potete immaginare l'euforia di partire
il giorno dopo che inizia a farsi sentire.....
Insomma giovedì si va a lavoro, normalmente, come tutti i giorni, già stanchi dalla sera prima , andata un pò troppo per le lunghe.
Finalmente arriva il momento.
Giovedì nel tardo pomeriggio il mio amico mi passa a prendere, e in auto, tra uno sbadiglio e l'altro, ci rechiamo presso l'aeroporto di Fiumicino.
Il volo parte alle 20.45, ma la moglie del mio amico, che parte e va a trovare i suoi per qualche giorno, ha il volo che l'attende circa un'oretta prima del nostro.
Quindi per prendercela con calma, alle 18 siamo già in aereoporto.
Nel tragitto avevo chiuso gli occhi per un pò, così appena arrivato al T1, con gli occhi ancora socchiusi scendo dal veicolo e prendo il trolley.
Alzo la testa e vedo sagome di gente in divisa che sgomberano l'area proprio di fronte a me, alzo gli occhi e vedo un pulmann nero con delle scritte,
ma non riesco a decifrare, sono ancora imbrattato dal pisolino rubato in auto.
Mi avvicino verso l'entrata, inizio a focalizzare una bandiera tricolore su quel bus. Inizio a mettere a fuoco.Ora si vede anche uno scudetto, è bianconero.
Non capisco, è giovedì e sono le 18.Inizia ad ossigenarsi la mente..... :d
Siiiiiiiiii, è proprio lui!!!
Quel pullman con scritto JUVENTUS giganteggia davanti la porta d'uscita delle partenze. Cavolo!Come ho fatto a non pensarci?
Solo poche ore prima ero in ufficio a leggere la conferenza pre partita Lazio-Juventus. Sono qui.Dove sono? Qui ci sono io e c'è anche la juve!
Iniziano le palpitazioni, prendo il telefono e mi tuffo davanti la porta d'entrata del pullman ........ma è vuoto.
Gente sorpresa intorno a me, ha più o meno la mia stessa reazione.Proviamo a chiedere qualche info in giro ma ancora non si sa nulla.
Chi dice che arrivano, chi dice che vanno. Ok, google, voli in arrivo da torino.Perfetto.Ci siamo, alle 18 c'è un diretto da Caselle.
Non vi dico neanche cosa ho combinato, da 34enne mi sono ritrovato nei panni del bimbominkia in due nanosecondi.
Ho abbandonato il trolley ed il cappotto, pedinando la zona interna dell'aeroporto, per più di un'ora....ho atteso con le mani sudate e con il cuore a mille,
fino alle 19 abbondanti.Avevo perso le speranze e mi era tornato l'abbiocco.....
Verso le 19 e 20 circa esce dalla zona blindata un tizio in giacca e cravatta, ha lo stemma della juve ma non so chi sia.
Di nuovo il cuore a mille, stavolta ci siamo.Preparo lo smartphone con l'accuratezza di un cecchino che aspetta la preda,
ci siamo. Vedo la sagoma di Acciuga....mi sta sulle palle ma in quel momento è riuscito ad emozionarmi anche lui!
Talmente tanto che al suo passaggio praticamente di fianco a me , resto per un momento imbambolato e non riesco a fare nulla.
Finalmente arrivano......di corsa si dirigono verso il bus. Dopo acciuga mi "sveglio" :d, passa Marotta ma guarda altrove .ghgh
allora becco Paratici che si concede per una foto :)
E così via sono talmente dislocati che fermarli tutti è impossibile. Bisogna studiare l'obiettivo.
Così mentre esce il naso di Chiellini, da sotto si intravede Nedved, al quale riesco a rubare una foto, un pò sfocata perchè
potrete immaginare la ressa tra tifosi e guardie che allontanano le persone. Non posso non bloccare un simpaticissimo e disponibile Bonucci,
e subito dopo di lui il gigante, il capitano, Gigione Buffon, un gigante buono che si mette a disposizione quasi divertito e come a volerci dare importanza e farci vivere quel momento di gloria...
Escono in fretta, Alex Sandro è un pò spaesato, Morata un pò cupo, Cuadrado sorride come un bambino in festa. Zaza ride a qualche nostra battuta, sembra abbia
più lo spirito da tifoso che da calciatore, si butta in mezzo alle foto divertito. Marchisio passa frettoloso, sembra quasi infastidito tant'è che stavo per bloccarlo ,
ma quando ho visto l'atteggiamento ho preferito fare un passo indietro.
Passano velocemente gli altri ma nella confusione riesco a vedere ancora Sturaro con la coda dell'occhio e pochi altri.
Palpitazioni che non vi dico, ma sanissima gioia , che unita a quella di partire in vacanza fa di me in quel momento il "bambino" più felice del mondo!
Salgo in aereo e mi rendo conto che dentro si parla di Juve :d
Si fa a gara a bordo, a chi è riuscito ad ottenere foto e autografi.
Atterrato a Barcellona, non posso mancare alla visita di rito del camp nou.
Chi c'è stato capirà di quale posto fantastico sto parlando.
La cosa bellissima, o magra consolazione, è che nel tunnel che accompagna i visitatori dall'entrata fino all'interno del museo,
si trovano poster giganti dei calciatori attuali del Barca......e udite udite....tra colori blaugrana spicca una sagoma in maglia bianconera
che stacca di testa in contrasto con Piquè.
23, Arturo Vidal. Mi veniva da piangere.....(pensavo di trovarci Er Pupone, o qualche fenomeno delle zone milanesi .ghgh) invece per dirla alla piccinini,
proprio llllluiiiiiiiiiiii!!!! Arturo mio, che coccolone entrare in quel museo.Quella partita di Berlino ancora la devo digerire.
Inutile dirvi la reazione avuta davanti al triplete di luis Enrique. A pochi cm da quella coppa che doveva essere nostra :(
Un podio in vetrina con la coppa dalle grandi orecchie ben esposta, e lì di fianco uno schermo Lcd con la sintesi della finale ripetuta a raffica.
Infiniti replay, infiniti secondi di amarezza e un magone sempre più grande.
Ero in bambola lì davanti , e non facevo altro che pensare a quei 15 minuti splendidi giocati dopo il pareggio, pensando che i protagonisti
di quella disfatta li avevo incontrati la sera prima.
Dopo quei minuti interminabili ho preso il mio telefono, ho fotografato la coppa e sono andato via,con ancora in testa
le voci del telecronista catalano che urlava di gioia campioni d'europa :(

Quaella foto la terrò,la metterò nello stesso album di quei campioni che , il giorno prima, ho potuto abbracciare dal vivo in quel di Fiumicino.
Non so perchè, ma quella coppa io, l'ho sentita anche un pò mia.

Finoallafine.

Mi scuso se mi sono dilungato, ma volevo trasmettervi ogni emozione.Spero di aver fatto cosa gradita.

A voi :)