Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com - Uno stile senza tempo - Juventus forum

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi. La registrazione è assolutamente gratuita e vi consente di:
  • Aprire nuove discussioni e rispondere alle discussioni degli altri utenti
  • Partecipare ai nostri concorsi a premi, come il Fantacalcio che ogni anno mette in palio la maglia da gara ufficiale della Juventus e tanti altri premi e altri concorsi come Caccia al goal e Pronostici con altri premi in palio.
  • Visualizzare le sezioni video riservate ai soli iscritti, piene di filmati storici e recenti sulla nostra Juventus

 Foto

quandovuoi

Iscritto dal 20 May 2013
Non connesso Ultima visita 18 Nov 2017 14:43
*----

Messaggi che ho scritto

Nella discussione: Ripercussioni sulla Juve del fallimento della Nazionale

14 November 2017 - 17:06

Visualizza messaggioGamarra, 14 November 2017 - 15:48, ha scritto:

11 non credo dato che dopo il Mondiale vinto e i quarti in Austria-Svizzera solo qualche visionario poteva immaginare il tracollo. Poi è chiaro il 2010 ha dato un grattacapo e il 2014 ha aperto gli occhi ai più. Forse i discreti Europei nel mezzo hanno illuso o fatto pensare che fosse un momento di passaggio.
Adesso la situazione è acclarata. Che può fare un tifoso se non sperare? Hai altre soluzioni?

Ma che centrano i tifosi? Il problema è che queste parole vengono in primis da chi manovra nelle stanze dei bottoni, figurati se me la sto a prendere con chi ci mette invece la moneta e la bile...

Nella discussione: Ripercussioni sulla Juve del fallimento della Nazionale

14 November 2017 - 15:08

Visualizza messaggioAngel&Devil, 14 November 2017 - 15:04, ha scritto:

In riferimento alla parte finale: ci sono alcune amichevoli importanti già a marzo dove se si vuole, si fa acquisire esperienza a ragazzi giovani facendogli calcare palcoscenici importanti (esempio contro l'argentina di Messi), tra l'altro sono partite che valgono per il ranking FIFA e quindi hanno una valenza relativa ai mondiali o ad europei indirettemante perchè il ranking inficia in parte la fase di qualificazione.
Detto questo, campioni non ce ne sono quindi non è che ci sia molto però bisognerebbe trovare qualcuno che sia in grado di prendere dei giocatori e farli giocare sempre insieme perchè nelle altre nazionali quello che si vede è che bene o male c'è un gruppo compatto, sempre lo stesso che gioca sempre e alla fine si conoscono e si trovano a memoria, viceversa noi facciamo sempre esperimenti. Persino quando avevamo i campioni come Del Piero e Totti si facevano esperimenti facendo giocare gente diversa ogni volta, figurarsi quando non c'è talento. L'Italia non gioca di squadra, è questo il vero problema, si muovono con azioni individuali che accoppiate alla scarsa mancanza tecnica producono questo. C'è stata anche una particolare congiunzione astrale che ci ha sfavorito ma per me è meglio. Se passavano si convincevano che tutto sommato non avevano fatto male, invece è uno scempio guardare come gioca questa nazionale, almeno così chi di dover quantomeno viene messo di fronte al fatto compiuto. Sperò che malago che è più in alto in grado della FIGC in quanto CONI prenda seri provvedimenti con gente nuova a tutti i livelli

Sono 11 anni che leggo e sento queste frasi che iniziano con "spero" e "speriamo" che e finiscono con "provvedimenti" e "gente nuova". 11 anni :| .

Nella discussione: Ripercussioni sulla Juve del fallimento della Nazionale

14 November 2017 - 13:38

Visualizza messaggioO' Rei David, 14 November 2017 - 13:08, ha scritto:

Ti repeto, sono d'accordo con te su tutta la linea. Però se mi leghi tutto questo alle due partite con la Svezia o agli esiti degli ultimi mondiali, sono solo parzialmente d'accordo. Quando le cose andavano meglio (?) passavamo nel girone con Camerun, Perù e Polonia con 3(!) pareggi e non ci qualificavamo quasi mai per gli Europei (pur essendo una formula differente dove passare era più complicato). Mi ricordo ancora che l'Italia post 82 andò fuori con Romania, Cipro, Cecoslovacchia e Svezia e non si qualificò per gli europei, perdendo tantissime partite. Quest'anno ad onor del vero siamo stati sfortunati a beccare la squadra più forte nel girone. Con un altro girone al 99% saremmo passati e non staremmo qui a fare questi discorsi. Che, intendimi bene eh, sono sacrosanti e totalmente condivisibili

Ma figurati, io non metto in dubbio il peso del destino così come non nego che del nostro DNA fa parte inscindibile il fatto di fare occasionalmente figure di mmmmerda colossali. Ma gli esempi che mi riporti pur validi in sè, si inscriverebbero però in un constesto appunto di "occasionalità" nel quale comunque ti riscattavi nel giro massimo di 5-6 anni perchè alla base c'era un sistema funzionante, pur con tutti i suoi limiti del caso: vincevi il mondiale, poi non ti qualificavi agli europi e ti facevi buttare fuori ai mondiali successivi ma magari ti risollevavi nel giro massimo di un quadriennio.
Altrimenti dall'82 al 2006, nonostante le annate 84/86/92, non vincevamo la bellezza di 2 mondiali con finale e semifinale annessa rispettivamente nel '94, persa solo ai rigori e giocata tremendamente al di sotto delle nostre potenzialità , e nel '90, anche lì fuori solo ai rigori, e dove eravamo DI GRAN LUNGA i più forti, non solo i favoriti della stampa, e dove addirittura uno che partiva in partenza dalla panchina e che nemmeno 2 anni prima giocava a messina, ovvero totò, ha fatto 6 gol. Chiedi a un Belotti ora di fare 6 gol a un mondiale... .doh

Qui credo però sia diverso perchè ripeto veniamo da 3 ecatombe consecutive, in un percorso di continua discesa, di cui l'ultima la naturale conseguenza di un lungo periodo di magra, articolato su un pediodo di 11 anni ( a cui ne andranno ovviamente aggiunti altri ) ed in cui la finale del 2012 rappresenta la classica eccezione che, all'inverso del periodo 82/2006, conferma la regola ( puntualmente confermata ripeto dal 4-0 con la Spagna, quindi comunque non cambia granchè ), ed in cui, motivo ancora più eclatante di discontinuità con il trentennio precedente, non è venuta fuori manco l'ombra di un vero fuoriclasse a cui aggrapparsi, ma solo tanti giocatori buoni/decenti, che comunque continuano a non giocare nelle big ma principalmente in provincia, e puntualmente sbattuti fuori, ora riammessi, ora di nuovo fatti fuori dal giro della nazionale sull'onda delle frustazioni/entusiami momentanei: gli unici titolarissimi in squadre prestigiose di club sono donnarumma e bonucci ( che giocano nel milan più disastrato della storia e con leo, 30 anni, già in piena fase calante ), verratti ( lasciamo perdere ), ed insigne ( al napoli però non ha ancora vinto un fico secco a parte gli onori della cronaca giornalistica ) e dove invece i vari de sciglio darmian locatelli bernardeschi el shaarawy gagliardini rugani e romagnoli vari fanno la spola tra la polvere della panchina ed il campo quando si fanno male gli altri. Il tutto mentre Belotti ed Immobile fanno i gradassi solo a casa loro e spariscono in un nulla appena vestono l'azzurro mostrando tutti i loro limiti ( essenzialmente sono due paracarri o poco più a cui o servi il pallone a 2 metri dalla porta o altrimenti è notte fonda ), Berardi appena sente parlare di Inter e Juve se la fa sotto preferendo il calduccio dell'orticello neroverde in piena lotta retrocessione ( .doh ). E la juve? tolti marchisio e chiellini che rappresentano il passato ormai, all'orizzonte ci sono per il momento solo de sciglio e rugani ( enormi punti interrogativi, e che nonostante siano arrivati a 24/25 anni non sono ancora esplosi ) che stentano a farsi strada in maniera definitiva, caldara che è tutto da testare l'anno venuto, e bernardeschi che ha giocato titolare si e no solo un paio di partite con allegri che appena può mette cuadrado, se non addirittura preferendo costa.

Ecco perchè gli esempi che mi fai, giustissimi per carità, sono però poco paragonabili tra loro secondo me, ed ecco perchè a maggior ragione io questa "base" da cui ripartire non la vedo ben messa, almeno nel breve-medio termine. Anche perchè contando che staremo fermi almeno fino alle qualificazioni del 2019 nel frattempo rugani e de sciglio ad esempio avranno già compiuto 25 e 27 anni, mentre insigne ne avrà già 28 :sad: ...

Nella discussione: Ripercussioni sulla Juve del fallimento della Nazionale

14 November 2017 - 12:38

Visualizza messaggioAndrea Crotti, 14 November 2017 - 12:21, ha scritto:

Io godo per i giornalisti della RAI, ieri sera il post partita sembrava trasmesso da una camera ardente anzichè da uno studio televisivo. Quei merdoni pregustavano già la vacanza/puttan tour in Russia pagati coi nostri soldi, e invece si attaccano bellamente al càzzo.Stragodo.

E capirai, prendono barche intere di soldi all'anno dai clubs, figurati se saranno i soldi di un mondiale mancato a impedirgli di andare a donne dell'est se lo vogliono :d

Nella discussione: Ripercussioni sulla Juve del fallimento della Nazionale

14 November 2017 - 12:25

Visualizza messaggioO' Rei David, 14 November 2017 - 12:05, ha scritto:

Sì sì, per non parlare della offesa a Marotta che non ha potuto denunciare Lotito con Tavecchio che non concede l'autorizzazione ad adire alle vie legali. E potremmo stare qui a parlare di questi episodi per ore, dalle banane al calcio femminile e via continuando con ebrei ed omosessuali. Tavecchio è impresentabile, su questo non c'è alcun dubbio. Ma io slegherei un pochino quello che è successo sul campo con la gestione, anche se in teoria vanno di pari passo. Siamo usciti in maniera assurda, pur avendo meritato per la nostra pochezza. Fuori senza subire neanche un tiro in porta, questa è la verità. Poi ci sta tutto e sono d'accordo

D'accordo, però non facciamo sempre il nostro storico e pedissequo errore di ricondurre tutto, e specialmente una catastrofe epocale come questa ( lo dicono le cifre, non io, che sia tale ), a dei singoli episodi o ai 90/180 minuti finali, anche perchè nel mezzo tra il 2006 e oggi ci sono stati solo una finale agli europei persa non certo per gli episodi ( 4-0 abbastanza plateale e senza scusanti ), e 2, BEN DUE eliminazioni mondiali ai gironi consecutive dove in 6 partite ne abbiamo vinta solo 1.

Cerchiamo di ficcarci davvero in testa che certi epiloghi vengono concepiti e poi cresciuti nell'arco di intere generazioni, e non è solo colpa di madre natura che si prende delle pause di riflessione giusto giusto con alcune nazioni. In questo discorso di certo i colpevoli non sono SOLO tavecchio & co. ma anche chi li ha preceduti a partire almeno, secondo me, dai tempi di Matarrese. I problemi partono da molto lontano, a cominciare dalla società che cresce dei drogati di tecnologia, dà spazio a tutti senza fare alcuna minima selezione, e questo è ahimè sacrosanto vangelo ( tanto mamma e papà pagano e guai se il loro imberbe non gioca e non fa strada anche se non sa distinguere un retropassaggio da un filtrante ) avendo tolto il primo mezzo di selezione e di coltivazione della fantasia calcistica, ovvero il calcio di strada, oratorio, amici e rivali di quartiere ( quello sì deve essere aperto a tutti, per carità, ma anche per i motivi che ho appena detto, e soprattutto perchè alla strada/vita di tutti i giorni spetta principalmente il compito di forgiare la personalità del futuro possibile campione ).

Partendo dalla società quindi per arrivare ai mass media che fanno e disfano dei presunti fuoriclasse nel giro di poche testate alimentando un sistema marcio, appunto di "massificazione", fino al midollo, mettendoci nel mezzo l'invasione straniera che ha spiazzato il made in italy solo perchè più conveniente sul piano economico ( la loooooonga, longhissima manus della globalizzazione a tutti i costi ) su cui però poco si poteva fare, il tempo perso nel non riammodernare strutturalmente il calcio ( a cominciare dagli stadi e dai vivai ), calciopoli, il potere crescente dei soldi e dell'immagine e di sciacalli vari ( leggasi procuratori, manager e affini ), ecc....

Io o chi come me fa più o meno questi discorsi delira? può darsi, in fondo chi può "fermare il progresso"...però allora non mi spiego come mai gli unici coglion.i a rimanere indietro e fermi al palo siamo noi, mentre spagna & co. corrono via sempre più spediti uum ....