Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Search the Community

Showing results for tags 'juventus'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Sport
    • Juventus forum
    • Calciomercato Juventus & Angolo del Guru
    • Biglietti Juventus, Allianz Stadium e J-Museum
    • Scommesse sportive
    • Calciopoli & questione ultrà
    • Ju-Vision
    • Ju&Me
    • Video Juventus, PuntoJ: la zona erogena del tifoso juventino
    • Altri Sport
    • Archivio discussioni Vecchiasignora.com
  • Divertimento
    • Fantacalcio 2019-2020
    • Il diario bianconero
    • Off topic
    • Mercatino & Collezionismo
  • Supporto
    • Assistenza tecnica
    • Cestino

Calendars

  • VS Community
  • Partite Juventus
  • Il romanzo bianconero

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Twitter


Facebook


MSN


Yahoo


Skype


Sito web


Provenienza


Interessi

Found 250 results

  1. Il vice-capitano della Juventus 2019/2020 è Bonucci. L'anno scorso, lo sappiamo, la scelta era ben diversa (il vice-capitano era Dybala). Quando ad Allegri fu chiesto come mai in assenza di Chiellini, la fascia fosse andata a Dybala, Mandzukic, Khedira, ma non a Bonucci, lui rispose così: «Bonucci ha fatto come i cavalli alle siepi, ha saltato la siepe un anno – in riferimento all’anno trascorso al Milan – . L’altra volta la fascia gliel’ho data e quindi oggi ho ristabilito le gerarchie.». Secondo voi, con Chiellini ai box, chi meriterebbe di indossare la fascia da capitano? Io penso che per le doti calcistiche e umane, l'atteggiamento, il comportamento, l'attaccamento dimostrati, la fascia meriti di indossarla Dybala. Sono curioso di sapere la vostra.
  2. Juventus (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, Rugani, Danilo; Bentancur, Pjanic, Rabiot; Bernardeschi, Higuain, Cristiano Ronaldo.
  3. Juventus (4-3-3): Buffon; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Danilo; Bentancur, Pjanic, Rabiot; Bernardeschi, Dybala, Cristiano Ronaldo
  4. Juventus (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Danilo; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi, Dybala, Cristiano Ronaldo.
  5. Juventus (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Matuidi; Bentancur, Pjanic, Rabiot; Bernardeschi, Dybala, Cristiano Ronaldo.
  6. Juventus (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, De Sciglio; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Dybala, Cristiano Ronaldo.
  7. Centrocampo 14-15: Vidal, Pirlo, Pogba, Marchisio, Pereyra, Sturaro Centrocampo 15-16: Khedira, Marchisio, Pogba, Pereyra, Sturaro, Lemina, Hernanes Centrocampo 16-17: Khedira, Marchisio, Pjanic, Sturaro, Lemina, Rincon Centrocampo 17-18: Khedira, Marchisio, Pjanic, Matuidi, Sturaro, Bentancur Centrocampo 18-19: Khedira, Pjanic, Matuidi, Bentancur, Emre Can Centrocampo 19-20: Khedira, Pjanic, Matuidi, Bentancur, Ramsey, Rabiot
  8. Juventus (4-3-3): Buffon; Danilo, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Dybala, Cristiano Ronaldo
  9. Juventus (4-3-3): Buffon; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Dybala, Cristiano Ronaldo.
  10. Secondo il quotidiano tedesco ad agosto si completeranno gli ottavi e poi le otto squadre rimaste in corsa si giocheranno il trofeo in Portogallo in una inedita Final Eight La Champions 2019-20 si assegnerà a Lisbona. Sarebbe questa, secondo la "Bild", la scelta fatta dalla Uefa e che sarà ufficializzata in occasione dell'Esecutivo del 17 giugno. La capitale portoghese, secondo il quotidiano tedesco, avrebbe battuto la concorrenza di Francoforte e Mosca, le altre due candidate a sostituire Istanbul: la città turca era la sede designata ma davanti alla riluttanza degli organizzatori a ospitare una finale a porte chiuse, a Nyon hanno dovuto cercare un'alternativa. E la scelta sarebbe alla fine ricaduta su Lisbona, dove la Champions si dovrebbe decidere con un'inedita Final Eight. La formula Il progetto della Uefa, infatti, è quello di ripartire ad agosto completando i quattro ottavi ancora in sospeso (da giocare i ritorni di Barcellona-Napoli, Manchester City-Real Madrid, Bayern-Chelsea e Juve-Lione) e poi concentrare le otto squadre rimanenti nella stessa città facendo disputare quarti, semifinali e finale in gara unica. Scartata l'ipotesi Mosca a causa dell'elevato numero di casi di coronavirus in Russia, la Uefa avrebbe scelto Lisbona per svariati motivi: la presenza in città di più stadi (Estadio Da Luz, José Alvalade); il fatto che in Champions non ci sono in corsa squadre portoghesi e dunque tutte le contendenti giocherebbero in campo neutro; la situazione sotto controllo a livello di pandemia; e una fiscalità più favorevole rispetto a quella tedesca. Francoforte, però, non molla e potrebbe farsi avanti per ospitare la fase finale di Europa League. Fonte: Bild e La Repubblica
  11. Importante novità sul mercato della Juventus, riportata da La Stampa. Il giornale torinese spiega che dopo aver strappato Dejan Kulusevski all'Inter, i bianconeri sono pronti a bissare con Marash Kumbulla. Il 2000 albanese dell'Hellas Verona sarebbe a un passo dal vestire il bianconero salvo clamorosi colpi di scena. Non solo: La Stampa spiega che ha già trovato un accordo quinquennale, affare da 32 milioni di euro nel quale possono essere inseriti alcuni giovani per abbassare il prezzo. Tuttomercatoweb Nonostante voci di un accordo, la Juventus resta defilata per Kumbulla, che aveva trattato soprattutto a gennaio. L'Inter è sempre in pole. Marash Kumbulla continua ad essere un forte obiettivo dell'Inter. Nonostante alcune voci che vorrebbero la Juventus sulle sue tracce, quello della Vecchia Signora è più un osservare la situazione, mentre in pole restano i nerazzurri. Le due squadre comunque non mancano certo occasioni per duellare sul calciomercato, visto che anche la situazione relativa a Sandro Tonali è infuocata, con l'Inter che recentemente ha incassato il gradimento del centrocampista. Le due squadre si sono sfidate anche a gennaio per Kulusevski ma, mentre per lo svedese l'ha spuntata la Juventus, al momento per il 20enne centrale scaligero c'è ancora in pole l'Inter. La società di Zhang sta trattando le cifre dell'acquisto con il Verona, mentre per l'accordo con il ragazzo classe 2000 non dovrebbero esserci problemi. La Juve, dal canto suo, ha provato a effettuare una manovra di disturbo nelle ultime ore: non trovando la giusta strada da percorrere né in termini di contropartite tecniché né in tema esborso monetario. Goal Secondo Sky Sport, nel corso della prossima settimana ci sarà un nuovo incontro tra la Juventus e il Verona per parlare di Kumbulla. Il club gialloblù vorrebbe sapere quali sono le reali intenzioni di Paratici per il difensore classe 2000. Il Verona aspetta di capire se la Juventus farà un nuovo rilancio per Kumbulla oppure no. Al momento, l'Inter sembra essere in vantaggio per il difensore visto che è pronta a fare un'offerta cash e ad inserire anche qualche contropartita tecnica. Inoltre, i nerazzurri sarebbe disposti a lasciare Kumbulla ancora un anno a Verona. Il club gialloblù per privarsi del suo gioiellino vorrebbe circa 28 milioni. Tuttojuve
  12. In questo periodo se lo stanno domandando in tanti: dal prossimo 30 giugno, scadenza naturale di tutti i contratti della SerieA, dove giocherà Dejan Kulusevski? Ancora col Parma, dov’è finito in prestito via Atalanta, o alla Juventus, proprietaria esclusiva del cartellino del giocatore a partire proprio da quella data? Noi de IlBiancoNero,lo abbiamo chiesto pure ai nostri utenti attraverso un sondaggio, che ha dato questi risultati: oltre il 60% lo vorrebbe subito in bianconero, il restante 40% gli lascerebbe finire la stagione al Parma.Quel Parma che, a gennaio scorso, si rifiutò di privarsi del giocatore (specifichiamo: non di sua proprietà) e ancora oggi vorrebbe trattenerlo fino al termine della stagione. Perché, è il ragionamento fatto dal DS dei ducali Daniele Faggiano, “è vero che il giocatore ce lo abbiamo in prestito, ma se non è finito il campionato deve continuare a rimanere un giocatore del Parma”. In base a quale norma?La normativa FIFA stabilisce, in linea generale, che i contratti decorrono dalla data di tesseramento fino alla fine della stagione. Essendo stata quella in corso prolungata al 20 agosto, il Parma ritiene quindi di potersi tenere Kulusevski fino a quella data. Recentemente però, causa emergenza Covid e conseguente stravolgimento dei calendari, la FIFA si è limitata a proporre alle singole federazioni una proroga delle scadenze contrattuali fino al nuovo termine della stagione.La FIGC, col presidente Gravina, aveva annunciato una delibera in tal senso, ma ad oggi non ce n’è traccia. Anche avesse tracciato delle linee guida, non avrebbe potuto entrare a gamba tesa in una trattativa privata tra le parti, in questo caso Atalanta, Parma e Juventus. La prima ha ceduto a titolo definitivo il cartellino del calciatore alla Juve, avendolo dato poi in prestito al Parma quest’ultimo ritiene di potersi trattenere Kulusevski fino al 20 agosto. Per poterlo fare dovrebbe trovare però un accordo con la Juve, e non dare tutto per scontato come pensa Faggiano. Lui che, a gennaio, bloccò il passaggio dello svedese in bianconero facendo valere i propri diritti sul prestito. Che scadrà il prossimo 30 giugno. Se Paratici decidesse di prendersi il giocatore, non esisterebbe nessun cavillo della normativa FIFA al quale appellarsi. Perché la Federazione Internazionale si è limitata a “proporre” una proroga ai singoli contratti, non l’ha imposta. Non può farlo lei e nemmeno la FIGC. Restano quindi da capire le intenzioni della Juventus: vorrà fare un piacere al Parma, per una pura questione di gentleman agreement, oppure se ne fregherà delle buone maniere e si comporterà come fece Faggiano lo scorso gennaio, facendo valere il proprio diritto di proprietà? Anche solo per scongiurare al giocatore possibili infortuni, e non ritrovarsi magari a settembre con un nuovo acquisto già fermo ai box. Vero che la Juve non potrebbe comunque utilizzare Kulusevski fino all’inizio della prossima stagione, però non ne metterebbe a repentaglio la salute fisica. Tra’altro, il 30 giugno scadono in automatico pure le assicurazioni stipulate dai singoli calciatori con le agenzie, e il calciatore dovrebbe rinegoziarla. Per carità, lo svevo-macedone potrebbe pure rinnovarla pur di continuare a giocare, ma è una decisione che non potrà prendere da solo ma insieme al nuovo proprietario del suo cartellino. E non col Parma, che non lo è nemmeno mai stato. Personalmente, io sto col 60% degli utenti de IlBiancoNero. Perché rischiare? E soprattutto, perché fare un piacere a Faggiano che si è guardato bene dal farne alla Juve lo scorso gennaio? Da noi in Piemonte (e non solo qui, mi pare) si dice “chi la fa, l’aspetti” ilbianconero.com
  13. L’ex centrocampista della Juve e campione del mondo con l’Italia nel 2006: “Scambio Pjanic-Arthur? Ci guadagnano tutti. I 5 cambi aiutano il gioco, non le big. Questo scudetto varrà come gli altri” Mauro Camoranesi riparte in anticipo e sabato sarà già in campo alla guida del Tabor Sezana, campionato sloveno: «Abbiamo subito l’Olimpia Lubiana, la capolista. Ricominciare - racconta l’ex juventino campione del mondo con l’Italia nel 2006 - è stato difficile sotto tutti i punti di vista, ma vogliamo portare a termine la missione salvezza. Quando sono arrivato a gennaio eravamo penultimi, ora siamo a metà, però la classifica è cortissima». E’ più complicato riattivare il fisico o la mente dei giocatori?«L’aspetto più difficile è quello mentale, soprattutto quando in squadra hai diversi giocatori a scadenza di contratto. Alcune situazioni le abbiamo risolte, mentre alcuni ragazzi finiranno questa stagione a scadenza, sapendo perfettamente che il prossimo campionato lo giocheranno altrove. Questo è un problema che riguarderà un po’ tutti i campionati e molti calciatori: noi allenatori, con l’aiuto dei dirigenti, dovremo essere bravi a far trovare a ognuno di questi ragazzi il giusto equilibrio emozionale per chiudere al top le ultime partite di questa annata. Un finale così è una novità e dovremo adeguarci tenendo concentrati i giocatori a scadenza sul campo e non sul mercato». La Juventus non ha calciatori in odore di svincolo, però ne ha alcuni (Pjanic su tutti) al centro di un maxi-affare con il Barcellona. Pensa che inciderà questa trattativa sul rush finale?«Nel caso di Pjanic, no. Parliamo di un giocatore esperto, super professionale e molto importante per la Juventus. Visto tutto quello che potrebbe vincere in questo finale, non credo penserà ad altro». Fonte: Tuttosport
  14. Nel corso di una diretta social dai toni decisamente gioviali ed allegri con il pilota della Ferrari Charles Leclerc, Douglas Costa, ala classe 1990 della Juventus, svela un piccolo "rimprovero" che Sarri fa ai suoi giocatori durante le partite: "Sarri ce lo dice sempre: raga, non pressate a c...o di cane"!! Queste le parole, tra le risate per l'espressione colorita, del brasiliano della Juve. Tuttojuve
  15. Esattamente 24 anni fa, la Juventus vinse la Champions League, ai calci di rigori, contro l'Ajax di Van Gaal.
  16. L’ex attaccante brasiliano si proclama il migliore: “Cristiano è solo forza. Leo? Per essere alla mia altezza deve vincere un Mondiale” Ha vinto il Mondiale del 2002 in Corea giocando quattro partite (due delle quali da titolare) e condividendo lo spogliatoio con fuoriclasse come Ronaldo, Rivaldo, Ronaldinho e Roberto Carlos. L’ex attaccante brasiliano Edilson torna in scena e lo fa senza peli sulla lingua, dichiarandosi il migliore: “Cristiano Ronaldo? È solo forza, tira continuamente da tutte le posizioni - ha detto a Infobae -. Sono più forte di lui”. Non finisce mica qui. Presi di mira anche Messi e Neymar: “Leo per essere alla mia altezza deve vincere un Mondiale”. Stesso discorso per l’attaccante del Psg: “Quando ero al massimo della forma ero meglio di lui. Ho parecchia personalità”. Fonte: Tuttosport
  17. TORINO - Douglas Costa ha voglia di Juve e di tornare in campo. L'attaccante bianconero, ancora in quarantena dopo essere rientrato in Italia dal Brasile giovedì, ha pubblicato sul proprio profilo Instagram un video con le sue migliori azioni di gioco e commentando: "Non vedo l'ora di tornare in campo". Nostalgia del pallone, dunque, per l'ex Bayern Monaco che, appena due giorni fa, aveva già lanciato i primi segnali, pubblicando sullo stesso social la foto dell'esultanza dopo il gol decisivo nella trasferta di Champions League di novembre contro la Lokomotiv Mosca accompagnata dalla didascalia: "Mi mancano questi momenti" Douglas Costa, tre mesi per decidere il suo futuro Intanto i prossimi mesi saranno decisivi per il suo futuro in bianconero. Il tecnico Sarri vorrebbe tenerlo e non ha mai nascosto il suo apprezzamento ma, complici anche i tanti infortuni (ha saltato ben 17 partite per problemi fisici), potrebbe finire sul mercato. Il brasiliano piace al Psg, ma anche a Manchester City e Manchester United e potrebbe essere uno dei nomi caldi per la prossima finestra di trasferimenti. Fonte: Tuttosport Il futuro di Douglas Costa alla Juventus continua ad essere incerto: l'ala brasiliana classe 1990 piace moltissimo a Sarri, ma la dirigenza bianconera sarebbe propensa a cedere il giocatore per via dei troppi infortuni patiti fin qui: come riporta "La Gazzetta dello Sport", non mancherebbero i club interessati a Douglas Costa, con Manchester City e Manchester United pronti a fare un'offerta alla Juventus. Fonte: Tuttojuve
  18. giacheto99

    Scudetto a tavolino: sì o no?

    In questi giorni se ne é parlati molto... Premetto che la situazione sembra permettere il proseguo e la conclusione del campionato di Serie A, anche se con modalità differenti. Aggiungo che all'inizio mi sembrava assurdo che non ci sia una regola per queste situazioni. Domanda secca: se lo assegnassero senza giocare altre partite lo accettereste? Da un lato credo che il campionato 2019/2020 sia stato giocato fino a quando era possibile, e la Juve ha dimostrato di essere la più forte (almeno nei risultati). Inoltre abbiamo dimostrato di saper reggere anche quando ci hanno messo pressione (scontro diretto con l'Inter a porte chiuse). Da un'altra prospettiva qualcuno potrebbe affermare che in una situazione d'emergenza come quella che stiamo vivendo sia giusto, nel rispetto di chi ha sofferto, non assegnare il titolo. Provocazione finale: i giornali parlano di nobiltà, di stile Juve, ma se in testa ci fosse l'Inter se ne parlerebbe così? Ovviamente tutta Italia aspetta il momento in cui questa serie di vittorie bianconere finisce, ma allora non si parla più in generale e si entra nella situazione attuale. A voi...
  19. Juventus (4-3-3): Szczesny; Danilo, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Dybala, Cristiano Ronaldo
  20. Juventus (4-3-3): Szczesny; Danilo, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Rabiot; Cuadrado, Dybala, Cristiano Ronaldo
  21. Juventus (4-3-3): Szczesny; Danilo, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Ramsey, Bentancur, Rabiot, Bernardeschi, Dybala, Cristiano Ronaldo
  22. JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; Danilo, Rugani, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Rabiot; Ramsey; Higuain, Dybala
  23. Juventus (4-3-1-2): Buffon; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Ramsey; Dybala, Cristiano Ronaldo
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.