Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

Giovanili Juventus

Coppa Italia Primavera: Torino-Juventus 0-1. Il gol di Muratore ci qualifica in semifinale

Recommended Posts

I bianconeri vincono il derby nei quarti di Coppa Italia, il Torino si inchina di nuovo alla banda di Grosso, dopo la sconfitta subita in campionato. Nervosismo nel finale

 

TORINO-JUVENTUS 0-1

RETE: pt 39' Muratore.

TORINO: Zaccagno 7, Troiani 6.5, Dalmasso 5.5, Fissore 5.5, Procopio 6, Proia 5 (35' st Thiao sv), Graziano 6, Edera 6 (39' st Monni sv), Morra 5, Trani 5.5 (26' st Lescano 5.5), Rosso 7. All. Longo.

JUVENTUS: Volpe 7.5, Roussos 6.5, Varga 6, De Biasi 6, Coccolo 6.5, Macek 6.5, Sakor 6, Muratore 6.5, Clemenza 6 (23' st Kastanos 6), Marzouk 5, Soumah 5.5 (34' st Buenacasa sv). All. Grosso.

NOTE: Zaccagno (T) para un rigore ad Clemenza (J) al 14' st.

La Juventus quando vede il granata si esalta. I ragazzi di Fabio Grosso incrociano il Torino nei quarti di finale di Coppa Italia e, ancora una volta, proprio nel derby sfoderano una delle prestazioni più convincenti della stagione. Una sconfitta pesate per la formazione di Longo, perché quello che contava era il passaggio del turno e l'obiettivo è stato fallito. Tra l'altro, è il terzo anno consecutivo che i bianconeri eliminano il Toro in Coppa Italia. Proprio la tensione e l'importanza dell'incontro ha contribuito a creare scompiglio al fischio finale: la Juve è andata a festeggiare il risultato ottenuto sotto la tribuna, occupata in maggioranza dai tifosi granata, i giocatori granata hanno colto la provocazione e si è assistito a qualche screzio in campo. "Hanno esultato deridendoci, non c'è stata signorilità. Meno male che hanno lo stile Juve..." polemizza Moreno Longo, "Non era una curva ma una tribuna, c'erano anche i genitori dei miei ragazzi" risponde Fabio Grosso. La partita ha visto i padroni di casa (si giocava al Don Mosso di Venaria) creare numerosi occasioni da gol, ma il poco cinismo e un Volpe in stato di grazia hanno blindato la porta. Così, in avvio di partita, il numero uno bianconero dice per due volte di no a Morra, nella prima occasione è un diagonale angolato, la seconda è un conclusione a botta di sicura dopo che Trani aveva rubato palla a Coccolo. La Juventus ha il merito di trovare l'accelerazione vincente sul finire del primo tempo. Al 35', sugli sviluppi di un angolo, Roussos impatta di testa e centra la traversa a Zaccagno battuto. I granata hanno ancora un paio di iniziative interessanti ma sbagliano sistematicamente l'ultimo passaggio. Così si arriva al vantaggio bianconero, angolo di Clemenza, deviazione in mischia di Muratore e palla sul fondo del sacco: 0 a 1. La formazione di Longo prova subito a rialzarsi, Morra colpisce male per due volte il pallone nell'arco della stessa azione, poi, al 45', trova quello che sembra essere il colpo vincente, ma Coccolo riscatta il precedente errore salvando sulla linea. Il secondo tempo si avvia con la splendida combinazione Rosso-Edera: il folletto semina il panico e mete sul secondo palo per il piattone ddi Edera, Volpe, ancora una volta, risponde presente. Al 13', Zaccagno stende Macek in area di rigore originando un penality, Clemenza, dagli undici metri, potrebbe mettere in ghiaccio il risultato ma Zaccagno gli dice no. L'alta tensione è destinata a durare fino alla fine. Entrano Monni e Lescano, e proprio quest'ultimo, al 36', ha una ghiotta occasione per siglare il pareggio ma sbaglia la misura della conclusione. Grosso risponde con l'ingresso di Buenacasa a cui bastano una manciata di minuti per lambire il palo della porta difesa da Zaccagno. La chance più grossa arriva al 40', quando Rosso viene fermato da Coccolo dopo aver saltato il numero uno Volpe. Finisce così, con la Juventus che si aggiudica il secondo derby stagionale e vola in semifinale dove incontrerà la Lazio.

Il goal non nasce su angolo ma su punizione pennellata in area?...le pagelle ingenerose come detto sopra sono tutti più che sufficienti...ingenerose per i due attaccanti Soumah e Mourzook che pur non essendo sttati purtroppo concreti sotto rete forse un po da troppo tempo, hanno comunque lottato come leoni su ogni palla soprattutto nel secondo tempo quando c'è stato da soffrire ed aiutare la squadra, quindi lavoro sporco da premiare per tutti i nostri attaccamti, per questo non d'accordo su quei voti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Hanno esultato deridendoci, non c'è stata signorilità. Meno male che hanno lo stile Juve..." polemizza Moreno Longo,

 

E costui sarebbe l'uomo che ha in mano, in questo momento, le sorti (non solo calcistiche) di una trentina di ragazzini di 17/18 anni?

Un esoftalmico che chiama tifosi 20 cinquantenni avvinazzati che, per un' ora e mezza, hanno insultato non solo la dirigenza (questo passi), ma i ragazzini i campo, coprendoli di sputi alla loro uscita verso gli spogliatoi e minacciandoli?

 

Non è questione di stile, caro ex giocatorino, ma si tratta di "essere un modello" per i ragazzi, per tutti i ragazzi non solo quelli che ti permettono di sopravvivere.

 

Quando si vince (ma per saperlo bisognerebbe essere o essere stati dei vincenti) si esulta.

Quando si perde si abbassa la testa e si tace.

 

Quando si ha la responsabilitá dei ragazzini si evitano le uscite da mercataro.

Sempre.

 

In questo mister Grosso è un signore.

Magari in questo momento, per la non troppa esperienza, può, per sua stessa ammissione, commettere degli errori tecnici e tattici, ma ha ben chiaro il ruolo di educatore dei ragazzi.

E di questo lo ringrazierò sempre.

 

Lo prenda come modello caro mister e cerchi di farne tesoro.

Purtroppo non potrá mai imitarne lo stile.

Signori si nasce.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vista su JTV (bravi per una volta...l'hanno mandata già oggi!) Bella partita, noi più squadra (strano a dirsi viste le assenze) loro hanno sfruttato diverse nostre ingenuità per rendersi epricolosi (specie di Coccolo bravino ma con due/tre errori di inesperienza molto gravi). Eccellente per me Macek e bravissimo anche Sakor, Clemenza bravo peccato il rigore, Muratore (eccellente nel primo tempo un po' calato nel secondo) sembra la fotocopia più lineare e meno fallosa di Vitale ergo un potenziale ottimo giocatore, in ripresa Marzouk (anche se vede ancora poco la porta), deleterio Soumha, sorprendente Varga, E bravo Volpe, peccato per lui avere un titolare davanti come Audero.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma Longo si lamenta o trova scuse ad ogni derby che perde ? E meno male che parliamo di ragazzini ...

 

Mha...poi mi devo leggere che dovrebbe allenare noi...io ammetto di non seguire la primavera del Torino ma ogni volta che ci giochiamo contro fanno pena...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mha...poi mi devo leggere che dovrebbe allenare noi...io ammetto di non seguire la primavera del Torino ma ogni volta che ci giochiamo contro fanno pena...

Perché, tecnicamente, fanno pena. Longo a parte l'uscita di ieri, quando parla mi è sempre sembrato uno a posto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perché, tecnicamente, fanno pena. Longo a parte l'uscita di ieri, quando parla mi è sempre sembrato uno a posto.

 

Per carità non discuto la persona (anche se le parole erano decisamente brutte). Quanto al tecnico, ok tecnicamente faranno pena, però ho sempre visto negli ultimi 2/3 anni una squadra che la metteva sulla grinta e sulle ripartenze, senza vedere chissà che mano del tecnico, malgrado siano quasi tutti italiani e nel settore giovanile da tempo (anche se forse hanno inserito un po' di prestiti quest'anno viste le casse vuote). Considerato che Grosso viene crocefisso per non saper "dare un gioco" o "un'organizzazione difensiva", io nel torino non ho visto nulla di tutto ciò ma una squadra "che ce la mette tutta".

Share this post


Link to post
Share on other sites

... sentiti complimenti ai ragazzi.

Anche a me a leggere la formazione era venuto qualche dubbio sulle possibilità di passare il turno.

Per questa volta non posso fare altro che complimentarmi con Grosso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per carità non discuto la persona (anche se le parole erano decisamente brutte). Quanto al tecnico, ok tecnicamente faranno pena, però ho sempre visto negli ultimi 2/3 anni una squadra che la metteva sulla grinta e sulle ripartenze, senza vedere chissà che mano del tecnico, malgrado siano quasi tutti italiani e nel settore giovanile da tempo (anche se forse hanno inserito un po' di prestiti quest'anno viste le casse vuote). Considerato che Grosso viene crocefisso per non saper "dare un gioco" o "un'organizzazione difensiva", io nel torino non ho visto nulla di tutto ciò ma una squadra "che ce la mette tutta".

 

.allah

Il torino primavera è esattamente quello che intendo quando dico (come ho fatto già un paio di volte) che fare una squadra vincente per le competizioni primavera non mi sembra così difficile, basta puntare su grinta e fisico (vedi utilizzo smodato dei fuoriquota), ma non lo trovo esattamente produttivo: chi sono gli ex primavera granata che giocano ad alto livello? O anche solo medio? Nella loro lista UEFA hanno UN SOLO giocatore che ha fatto le loro giovanili, e gliel'abbiamo dato noi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

longo è 'nammèrda...

quale educatore aizza i propri ragazzi alla rissa? (E poi quei conigli in massa contro uno...hanno aspettato appositamente che se ne isolasse uno per provocare...bravissimo Roussos a non reagire...grande autocontrollo)

e poi, sempre longo, che "giustifica" gli sputi contro Soumah con questa frase: "impara ad esultare a casa tua"...eh? Quindi io segno fuori casa e non posso esultare. Vinco fuoricasa e non posso esultare...ma che ragionamente è? Sarebbe la fine dello sport...mi fanno vomitare!

Share this post


Link to post
Share on other sites

per chi vuol farsi l'idea della gazzarra finale...

...

ma perchè sta gentaglia non va a cercarsi un lavoro invece di passare i pomeriggi ad insultare dei ragazzi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco,ora chi non era presente comprende il perchè del mio precedente post sul mister avversario.

 

Sedotto e abbandonato? :d

Non tu, lui!

 

Se così fosse, si spiegherebbe meglio, e sarebbe anche una gran goduria!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco,ora chi non era presente comprende il perchè del mio precedente post sul mister avversario.

Conoscendo la tua , nonostante la fede calcistica :p , onestà, ti voglio chiedere una cosa che mi sorge spontanea dopo aver visto il video: cosa è successo prima? cioè, i ragazzi hanno rivolto insulti o gesti particolari o sono stati provocatori o esagerati in qualche maniera? Onestamente..

Perchè una reazione così fuori dalle righe mi sembra incredibile che venga fuori dal nulla assoluto..

Se poi mi dici che hanno esultato come Ibra in un famoso inter-lazio di qualche anno fa, bè, allora una provocazione di fondo c'è stata (pur condannando in ogni caso i "tifosi" bovini per quello che hanno fatto, che sia chiaro).. Solo per capire, perchè altrimenti la scena è ancora più desolante..

Dal video non sembra, ma magari è sfuggito qualcosa a qualcuno che inevitabilmente il video non ha preso. Per questo chiedo a te e a chi c'era

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pochi secondi (forse un minuto prima) che finisse la partita c'è stata una punizione per uno scontro fortuito a favore dei vostri cugini ( :)) proprio davanti alla rete dietro alla quale c'erano gli "avvinazzati" che la presidiavano; in questo scontro mi pare Macek (ma era tale la bolgia che non sono certo fosse lui) ha tardato (giustamente) ad alzarsi.Chi non lo avrebbe fatto?

 

Il gruppo, da dietro la rete, ha iniziato ad inveire (come nel video che avete visto); un pochino di parapiglia da parte dei granata per riprendere velocemente il gioco e, ma mi trovavo dall'altra parte della tribuna indi prendetela con le molle, credo che qualcuno dei nostri (Macek, Roussos??) possano avere detto qualche cosa agli alcolisti in risposta agli insulti e minacce ricevute.

 

Partita finita, i ragazzi vanno ad esultare sotto alla parte centrale della tribuna (come fanno sempre quando vincono) e li, dietro alle reti, li attendeva il gruppo di ultrà.

 

Ed è partita la gazzarra che tutti avete avuto modo di vedere.

 

Siete forse più addentro di me nel calcio pertanto sapete benissimo che se per un'ora e mezza ti insultano la mamma, il babbo, la sorella ti minacciano, ti dicono che sei una mer... ecc..., ecc...., puo' capitare che, a gioco finito, qualcuno, a maggior ragione se in quel "merdume" è uscito vincitore, possa avere qualche cosa da dire.

 

Nella mia vita mi è successo 2 volte di trovarmi di fronte ad una situazione surreale in un campo di calcio, seppure per motivazioni diverse: la prima quando ad 8 anni mi sono trovato il 20 maggio 1973 a Verona (quando noi milanisti perdemmo lo scudetto); la seconda a Bruxelles il 29 maggio 1985 quando ho accompagnato un carissimo amico a vedere la finale di Champions che tutti conoscete.

 

Sabato, seppur in circostanze e cause fortunatamente molto diverse, ho rivissuto la stessa sensazione avvalorata ancor piu' quando ho letto le dichiarazioni del loro mister.

 

Non hanno fatto nulla i nostri ragazzi: hanno semplicemente vinto il derby ed eliminato i granata dalla coppa italia.

Ed a qualcuno non è andata giù.

 

;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.