Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

giorgiop

Difesa a zona con le sue applicazioni tattiche oppure marcatura a uomo moderna con il controllo visivo attivo?

Recommended Posts

ROSBIA 15 ORE FA HA SCRITTO

Ti rispondo qui poi vado la',sicuramente ignoro certe cose anche perché non essendo il mio mestiere e non avendo frequentato scuole  sul come diventare  un allenatore o studiato tattica lungi da me' il voler essere al di sopra di tutti,ci mancherebbe.

Il fatto e che ho 53 anni diplomato in conservatorio classico  e studiato armonia jazz con validi insegnanti a livello nazionale nonché a livello di studio suono anche pop e latin-jazz.....questo per dire cosa?

che ho suonato con grandi teorici preparati musicalmente,professorini precisi che leggono anche le * di mosche e sentono se una scorreggia e calante o crescente con quello che stai suonando con una tecnica mostruosa...tutto bello..…

POI....poi però....e qui sta' il bello della musica arriva un Pinco pallino che lavora in officina oppure in ceramica  e che studia per diletto,si mette al piano oppure alla chitarra ,batteria....suona e improvvisa in una maniera  sublime  mentre tutti i tuoi libri frustati durante lo studio si chiedono.…

"ma perché anche se io lo spiego bene il da farsi arriva sempre uno che non mi ha letto e l'ha capito meglio di tutti gli altri che  mi hanno letto....."perché la teoria e la droga degli studiosi con poco talento artistico  la maggior parte delle volte....il talento vero studia il giusto,vive talentuosamente la pratica ,inventa con talento e alla fine supera la fredda teoria, sempre,si chiama fattore umano.…

il talento più e grande più e imprevedibile,come nella musica così e nel calcio per questo non credo  alla teoria  come scienza esatta.…

sono convinto che se spieghi per filo e per segno ad un bravo calciatore o ad un allenatore come fare per evitare errori "evitabili" prima o poi l'avversario ti costringerà all'errore "evitabile" se ha un talento superiore....puoi cercare di limitarlo ma alla fine l'avrà quasi sempre vinta.....siamo umani non macchine infallibili.

 

giorgiop adesso ha risposto

 

Grande rosbia, potevi finire la frase anche così come altri hanno fatto rispondendomi con lo stesso tuo tono ma meno forbito del tuo assai competente nel rapporto che hai voluto evidenziare tra teoria e professori precisi e il talento che è una dote naturale ma pur sempre perfezionabile e meglio implementabile durante il gioco, in questo modo: "......siamo umani non macchine in fallibili o robot"; ciò per dire ma da buon studioso, anche tu sei studioso come me nel calcio, io lo sono a 360 per dire che l'ho imparato, giocato seppur a livello dilettanti, allenato, approfondito molto, e tuttora mi diletto a giocarlo alla mia veneranda età, che anche stavolta di quello che hai scritto conosco tutto e so tutto; prima di andare avanti volevo solo chiosare un particolare importante e significativo già da noi toccato, quello di evidenziare che anche tu come utente qui, al pari degli allenatori diplomati o laureati a Coverciano fino al livello massimo del Corso Master Uefa Pro, dei miei lavori, articoli, del mio libro Dizionario glossario del gioco del calcio, dei miei studi e contributi elaborati in questi ultimi hanno non sai niente, siamo vicini di casa qui a VS ma se non ci fosse stata la casualità del topic su Conte, di me IGNORAVI tutto salvo forse conoscermi marginalmente tanto per dire come vanno le cose talvolta; allora per saperne di più su di me calcisticamente parlando oltre al mio topic che stai per andare a vedere, ti consiglierei per una visione e comprensione completa su di me, di andare a visitare il mio sito www.calcioegoal.it dove oltre al mio CV conoscerai dall'A alla Z chi sono e cosa ho fatto, prodotto; in attesa di leggere le tue impressioni dopo aver visionato il citato topic, vengo a risponderti come faccio sempre quando chi mi risponde lo fa in modo articolato e anche stimolante, arguto sapendo ora meglio chi sei anche tu e come ti approcci al calcio giocato, ciò per dialogare meglio e scorrevolmente, usando la formula del TU-IO e IO-TU, richiamando di volta in volta i vari passaggi del tuo messaggio;

TU

Ti rispondo qui poi vado la',sicuramente ignoro certe cose anche perché non essendo il mio mestiere e non avendo frequentato scuole  sul come diventare  un allenatore o studiato tattica lungi da me' il voler essere al di sopra di tutti,ci mancherebbe.

IO

Bene, guarda che ognuno ne sa di più in quello che ha praticato, studiato ed approfondito, io di calcio ne so più di te ma anche tu fin là ne sai, mentre tu ne sai certamente più di me quanto alla materia a cui ti sei dedicato nella vita per passione, inclinazione o quant’altro che ti ha coinvolto; è normale che sia così, bisogna fare le debite distinzioni e considerazioni ad personam; avrai capito e valutato in modo giusto la mia espressione “cono tutto e so tutto” che non vuole essere certo parvenza di superiorità o supponenza, lo hai fatto intendere, l’ho subito captato, te ne do atto, ma credimi con altri non è stato così, subito a criticare come puoi bene intuire, hai soppesato;

TU

Il fatto e che ho 53 anni diplomato in conservatorio classico  e studiato armonia jazz con validi insegnanti a livello nazionale nonché a livello di studio suono anche pop e latin-jazz.....questo per dire cosa?

IO

Sentiamo e complimenti, io sono fermo al rockandroll come genere di musica leggera che ha accompagnato la mia giovinezza ma anche appassionato della musica e canzoni dei Beatles che per testi e melodie le sento vicine al mio spirito, ma andiamo avanti;

TU

che ho suonato con grandi teorici preparati musicalmente,professorini precisi che leggono anche le * di mosche e sentono se una scorreggia e calante o crescente con quello che stai suonando con una tecnica mostruosa...tutto bello..…

IO

e allora cosa vuoi dire e rimarcare, sentiamo, mi sembra abbastanza normale, ineluttabile la cosa che hai evidenziato;

TU

POI....poi però....e qui sta' il bello della musica arriva un Pinco pallino che lavora in officina oppure in ceramica  e che studia per diletto,si mette al piano oppure alla chitarra ,batteria....suona e improvvisa in una maniera  sublime  mentre tutti i tuoi libri frustati durante lo studio si chiedono.…

IO

A questo punto il riferimento o richiamo al sottoscritto comincia a formalizzarsi, occorre fare attenzione ai distinguo di base tra questo Pinco pallino e come invece sono stato, lo sono io in rapporto al calcio; voglio dire bisogna approfondire un attimino, anzi tanto la differenza tra questo personaggio potenzialmente geniale e me, pur ammettendo che qualche affinità in comune esiste tra noi due e lo spiego meglio di seguito; precisando subito che inventare qualcosa di nuovo nella musica, in questo comparto o materia, non è la stessa cosa paragonandola al calcio giocato, tu converrai bene da addetto ai lavori di così alto livello musicale; voglio dire, dimmi se sbaglio, che uno che non ha le basi dei fondamentali, nella musica può esprimere qualcosa di talentuoso, di sublime per usare il suo stesso aggettivo più pertinente al discorso, ma avere un successo grande, più o meno lungo ma pur sempre effimero, stagionale nel senso di avere durata limitata; mentre tu con libri, studi, lavoro incessante e pratica alle spalle puoi sempre dire la tua, ad alti livello e senza soluzione di continuità in attesa di esplodere, di affermarti alla grande anche con il successo diciamo commerciale;

TU

"ma perché anche se io lo spiego bene il da farsi arriva sempre uno che non mi ha letto e l'ha capito meglio di tutti gli altri che  mi hanno letto....

IO

Questo passaggio non mi riguarda né mi tocca, poiché dopo di me non è venuto finora nessuno sia che mi abbia letto, cosa fatta meno probabile sia anche non avendomi letto, che abbia capito e messo in pratica quanto da me proposto in tema di marcatura a uomo moderna, elastica, con il controllo visivo attivo come di gioco difensivo in area alternativo alla zona e sue rischiose, controproducenti applicazioni tattiche; in termini di peggioramento della classe dei difensori puri o meno, in via di estinzione, come pure di effetto incombente provocato che è quello della nascita e sviluppo a macchia d’olio dei gol evitabili/ssimi, una categoria, tipologia di gol non esistenti prima dell’avvento della zona stessa;

TU

."perché la teoria e la droga degli studiosi con poco talento artistico  la maggior parte delle volte....il talento vero studia il giusto,vive talentuosamente la pratica ,inventa con talento e alla fine supera la fredda teoria, sempre,si chiama fattore umano.…

IO

La mia non è solo teoria, anzi non lo è affatto perché, da ex calciatore ed allenatore, poi raffinatosi con lo studio della materia, quanto ho divulgato e fatto conoscere è partito sempre dall’osservazione, dall’analisi, dal monitoraggio del calcio giocato che ripeto ho sempre seguito, esercitato e praticato da quando avevo 8 anni ad oggi che ne ho 76; io ero un talentuoso nel gioco, un dribblomane e quindi un fantasista, uno con il n. 10 e mancino difficile da fermare se non con le cattive quando la marcatura a uomo allora andava giù di brutto; non solo ma quando da me proposto di nuovo con il controllo visivo attivo l’ho anche sperimentato positivamente quando ho allenato, realizzando in pieno quello che era il mio progetto, pensiero di un calcio giocato che, confermando l’importanza del fattore umano, superasse le pecche, le incongruenze, i dettami e le applicazioni con implicazioni della zona stessa, da me sviscerata dettagliatamente nei pro, pochissimi, e nei contro, tantissimi, primo fra tutti, ripeto, i gol evitabili/ssimi segnati per causa sua; questo è stato il mio percorso non teorico ma partendo da basi concrete, vissute direttamente sul campo, che mi ha portato a rivalutare la marcatura a uomo come da me proposto per annullare la zona, la sua credibilità, affidabilità come sistema di gioco nel calcio giocato;

TU

il talento più e grande più e imprevedibile,come nella musica così e nel calcio per questo non credo  alla teoria  come scienza esatta.…

IO

Non esiste teoria esatta se non comprovata dai fatti, men che meno nel calcio dove le variabili di gioco sono infinite, lo so bene e quindi non è il caso di soffermarsi più di tanto, attenzione però perché il talento è sempre soggettivo personale, alle volte non viene espresso nel suo massimo se non hai il collettivo che ti supporta, ti agevola nell’esprimerlo, non solo ma alle volte lo devi mettere al servizio dei compagni per cui il talento viene distribuito fra tutti con un diverso grado di valenza;

TU

sono convinto che se spieghi per filo e per segno ad un bravo calciatore o ad un allenatore come fare per evitare errori "evitabili" prima o poi l'avversario ti costringerà all'errore "evitabile" se ha un talento superiore....puoi cercare di limitarlo ma alla fine l'avrà quasi sempre vinta.....siamo umani non macchine infallibili.

IO

Questo è un passaggio focale del nostro dialogo che, preciso subito va chiarito bene senza ombra di dubbio, non è da vedere nei termini da te esposti, stai andando fuori pista; devi partire sempre dal tema centrale delle mie discussioni che è quello della contrapposizione tra “zona” e “marcatura a uomo moderna, elastica, con il controllo visivo attivo”; i gol evitabili sono il frutto di errori causali dovuti all’applicazione della zona con i suoi dettami tattici rischiosi e virtuali che in estrema sintesi sostanzialmente vuol dire fermare il diretto avversario non con il contrasto fisico, nell’1vs1, standogli incollato a manifesto nelle corretta presa di posizione; ebbene questo errori non si avrebbero usando i correttivi e gli accorgimenti tecnico tattici che contraddistinguono la citata marcatura a uomo; alcuni di questi gol evitati non giocando a zona, una percentuale minima potrebbe essere segnata lo stesso ma NON NELLO STESSO MODO ma solo di fronte ad avversari di talento, dotati tecnicamente capaci quindi di superarti nel dribbling, nella corsa, nel salto in alto con la testa, nell’anticiparti, MAI nel lasciarti libero di fare il bello e cattivo tempo come accade sempre con la zona liberando o meglio trascurando l’avversario da ogni controllo e tipo di marcatura elastica, tutto ciò è normale se si ha di fronte un avversario di spicco, talentuoso appunto, che però giocando a zona, anche se non di spicco va in gol facilmente lo stesso come andare a nozze in carrozza; certo siamo umani e non robot ma è con la zona in difesa, in area che i giocatori diventano robot, si muovono a comando come in un teatro di belle statuine; non certo con la marcatura a uomo dove ogni avversario è controllato, seguito, monitorato, responsabilizzato al massimo nel rendergli la vita difficile, significa fermarlo, ostacolarlo, non farlo segnare.

Mi scuso per la lunghezza della risposta, Rosbia la prossima volta scrivimi citandomi nel mio topic perché qui possiamo anche disturbare e/o non interessare più di tanto, pur considerando che l’argomento trattato ed affrontato per me merita attenzione anche per le cose, gli aspetti che altri addetti ai lavori non dicono.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

SASSUOLO VS BOLOGNA 3 1

GOL DI CAPUTO, BOGA EVITABILISSIMI

GOL DI ORSOLINI IMPARABILE/INEVITABILE

 

Classificazione con analisi dei gol:

Gol di Caputo evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, supportata ed innovata dal controllo visivo attivo, tutta la difesa schierata rigorosamente a zona con le sue applicazioni tattiche classiche, linea e fuorigioco, a guardare fisso, incantata la palla lasciando libero, trascurato l’attaccante nel ricevere l’assist corto davanti alla porta; per lui completamente solo, libero e trascurato, buttarla dentro senza disturbo fisico a tu per tu con il portiere, con i difensori che assistono impotenti ed sorpresi alla scena del misfatto rimpallandosi la responsabilità dell’attaccante lasciato per i fatti suoi, è come andare a nozze in carrozza, incredibile;

Gol di Boga evitabilissimo, idem come sopra, la zona applicata come sistema di gioco ha colpito ancora e duramente, incredibile;

Gol di Orsolini imparabile/inevitabile, contrasto vincente nella conclusione a rete;

Gol di Caputo evitabilissimo, giocata individuale da manuale, partendo sul filo del fuorigioco alla Inzaghi con la difesa, disposta a zona in linea, avanza a velocità progressiva profonda, slalom e dribbling vincente e conclusione a rete precisa sul secondo palo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

BRESCIA VS TORINO 0 4

GOL DI BELOTTI, BERENGUER IMPARABILI/INEVITABILI

 

Classificazione con analisi dei gol:

Gol di Belotti imparabile/inevitabile, calcio di rigore;

Gol di Belotti imparabile/inevitabile, calcio di rigore;

Gol di Berenguer imparabile/inevitabile, azione offensiva in velocità affrontata dai difensori nell’1vs1 ma con un attaccante rimasto libero al centro che ricevuto il passaggio smarcante, la butta dentro di prima intenzione in maniera imprendibile;

Gol di Berenguer imparabile/inevitabile, azione travolgente dell’attaccate che facendo tutto da solo prima vince un contrasto duro con il difensore, poi s’invola velocissimo seguito da due difensori, verso la porta dove arriva primo a tu per tu con il portiere e, resistendo alla carica da dietro dell’avversario, la butta dentro con un rasoterra imprendibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

INTER VS VERONA H. 2 1

GOL DI VERRE, VICINO, BARELLA IMPARABILI/INEVITABILI

 

Classificazione con analisi dei gol:

Gol di Verre imparabile/inevitabile

Gol di Vicino imparabile/inevitabile, salto di testa più alto del difensore, previa rincorsa o terzo tempo, come nel salto in alto in atletica, nel colpire la palla in rete;

Gol di Barella imparabile/inevitabile, precisione nel tiro dalla distanza giro all’incrocio lontano dei pali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

CAGLIARI VS FIORENTINA 5 2

GOL DI ROG, PISACANE, SIMEONE, VLAHOVIC EVITABILISSIMI

GOL DI PEDRO, NAINGGOLAN, VLAHOVIC IMPARABILI/INEVITABILI

 

Classificazione con analisi dei gol:

Gol di Rog evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, applicando il controllo visivo attivo, in una difesa abituata a giocare, stare in linea e a muoversi a zona tenendo a distanza l’avversario senza stringere preventivamente tempo e spazio per rimanere incollato a manifesto tra lui e la porta; l’attaccante riceve palla verticale al centro oltre la linea in posizione regolare, alle spalle dei difensori, fermi a fare le belle statuine e di prima intenzione la butta dentro a tu per tu con il portiere, per lui segnare è come andare a nozze in carrozza, incredibile;

Gol di Pisacana evitabilissimo, idem come sopra,lasciato completamente solo, indisturbato, senza marcatura a uomo moderna, elastica, con il controllo visivo attivo, dai difensori preoccupati a guardare fisso l’evoluzione della palla proveniente da calcio d’angolo, per intercettarla, mantenendo la linea in funzione del fuorigioco, per l’attaccante indisturbato, aspettare l’arrivo della palla e di testa buttarla dentro sul primo palo senza sentire il soffio sul collo degli avversari, diventa un gioco da ragazzi a flipper, incredibile;

Gol di Simeone evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo, moderna, elastica, con il controllo visivo attivo, lasciato solo, indisturbato , senza la corretta presa di posizione con incollatura tra l’attaccante e la porta, a causa dello schieramento a zona in linea dei difensori attratti ed ipnotizzati dalla palla in arrivo, per lui trascurato, inserirsi e ricevere l’assist laterale al centro con tempo e spazio a sufficienza, buttarla dentro con tocco di tacco interno sotto misura, a tu per tu con il portiere, diventa un gioco da ragazzi, incredibile.

Gol di JPedro imparabile/inevitabile, azione di contropiede da manuale, in velocità progressiva, acquisendo la superiorità numerica, con palla all’attaccante che in scivolata la butta dentro sul primo palo;

Gol di Nainggolan imparabile/inevitabile, precisione nel tiro a rete forte e teso all’incrocio dei pali più vicino, simile a quello di Barella all’Inter solo non a giro;

Gol di Vlahovic super evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, supportata ed innovata dal controllo visivo attivo, con tutta la difesa schierata rigorosamente a zona, in linea con le sue applicazioni tattiche classiche, a guardare fisso, incantata solo la palla lasciando libero, completamente trascurato l’attaccante di muoversi in area, per lui ricevere la palla da cross a rimorchio al centro e buttarla dentro con un diagonale sul secondo palo come se nulla fosse, diventa un gioco da ragazzi, incredibile;

Gol di Vlahovic imparabile/inevitabile, precisione nella conclusione a rete sul secondo palo con effetto a giro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

LIVERPOOL VS MANCHESTER C. 3 1

GOL DI FABINHO IMPARABILE/INEVITABILE

GOL DI SALAH, MANE’, SILVA EVITABILISSIM


Classificazione con analisi dei gol:

Gol di Fabinho imparabile/inevitabile, tiro forte, potente e teso dalla distanza che entra con precisione sul primo palo grazie anche alla complicità del portiere che non si muove per tempo buttandosi in ritardo nella parata;

Gol di Salah evitabilissimo, mancanza di marcatura a uomo, moderna, elastica, con il controllo visivo attivo da parte della difesa, abituata a stare, muoversi, allinearsi a zona, lasciando l’attaccante libero ed indisturbato di colpire di testa a rete, in mezzo a due difensori statici, la palla proveniente da cross al centro, a tu per tu con il portiere come fosse un gioco da ragazzi, incredibile.

Gol di Mane’ evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, applicando il controllo visivo attivo, in una difesa ferma, abituata solo a giocare, a stare e a muoversi a zona tenendo a distanza l’avversario, senza stringere preventivamente tempo e spazio per rimanere incollato a manifesto prendendo posizione tra lui e la porta; l’attaccante riceve palla da cross al centro e di prima intenzione, liberissimo, di testa la butta dentro, senza fastidi, trascurato, esente da contrasto o contatto fisico, è meglio che andare a nozze in carrozza, incredibile;

Gol di Silva evitabilissimo, mancanza di marcatura a uomo, moderna, elastica, con il controllo visivo attivo da parte della difesa, abituata a stare, muoversi, allinearsi a zona, lasciando l’attaccante libero ed indisturbato di concludere a rete, su palla proveniente da cross al centro, per lui senza sentire il fiato sul collo del difensore che peraltro si è girato, voltato, schivato alla palla in arrivo buttarla senza rispettare la regola della posizione frontale attiva sui tiri contro, buttarla dentro diventa un gioco da ragazzi, incredibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

LA NUOVA MENTALITÀ DI PENSIERO DI SARRI E’ TECNICO TATTICA O PIUTTOSTO DI UTILIZZO DEI GIOCATORI A SUA DISPOSIZIONE, TASTO MOLTO DELICATO DA GESTIRE?


 

LA NUOVA MENTALITÀ DI GIOCO CHE SARRI VUOLE APPORTARE, CHE IN TANTI ANCORA SI ASPETTANO, NON E’ CHE SIA ANCHE LASCIARE FUORI RONALDO O MEGLIO SOSTITUIRLO NEL SECONDO TEMPO? TUTTO GIRA ATTORNO A HIGUAIN CHE DA CANNONIERE E’ DIVENTATO ASSISTMAN PER FAR VINCERE LA JUVENTUS DANDO DEI PALLONI AL BACIO A DE LIGT, ADESSO A DYBALA E QUALCHE ALTRO, ESCLUSO RONALDO NON UNO QUALSIASI.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, giorgiop ha scritto:

LA NUOVA MENTALITÀ DI PENSIERO DI SARRI E’ TECNICO TATTICA O PIUTTOSTO DI UTILIZZO DEI GIOCATORI A SUA DISPOSIZIONE, TASTO MOLTO DELICATO DA GESTIRE?


 

LA NUOVA MENTALITÀ DI GIOCO CHE SARRI VUOLE APPORTARE, CHE IN TANTI ANCORA SI ASPETTANO, NON E’ CHE SIA ANCHE LASCIARE FUORI RONALDO O MEGLIO SOSTITUIRLO NEL SECONDO TEMPO? TUTTO GIRA ATTORNO A HIGUAIN CHE DA CANNONIERE E’ DIVENTATO ASSISTMAN PER FAR VINCERE LA JUVENTUS DANDO DEI PALLONI AL BACIO A DE LIGT, ADESSO A DYBALA E QUALCHE ALTRO, ESCLUSO RONALDO NON UNO QUALSIASI.

E poi Ronaldo non viene più tanto servito, cercato come avvenuto nella scorsa stagione dopo il suo arrivo alla Juventus, è colpa di Sarri, della sua impostazione mentale di gioco o meglio di utilizzo dei giocatori; un occhio di riguardo per Ronaldo, anche se non è al meglio, ci vuole magari dicendo ad Higuain che lo deve servire qualche volta nell'ultimo passaggio come fatto con Dybala?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ronaldo al posto di Dybala avrebbe segnato lo stesso?

Meglio che Ronaldo resti sempre in campo se sta bene e può finire la partita anche se il gol per vincere non viene; sostituirlo negli ultimi minuti è un grave torto alla sua fama e classe di calciatore che le parole non riescono ad esprime compiutamente; poi il gol di Dybala poteva benissimo essere segnato parimenti da Ronaldo forse anche con migliore coordinazione nei movimenti e qui nasce il problema, un interrogativo: ovvero sempre che Higuain avesse fatto lo stesso scambio intelligente anche con Ronaldo e non si fosse trattenuta la palla per concludere lui a rete, cosa non del tutto improbabile per motivi che si possono intuire ma difficili da verificare, anche da spiegare salvo altri più informati di queste cose.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L’arrabbiatura di Ronaldo mai avvenuta prima in modo così brusco per due sostituzioni tanto ravvicinate che ne va della sua reputazione, meglio era non farlo giocare o solo nel secondo tempo, è da attribuirsi a Sarri, alla sua mentalità gestionale dei giocatori o anche a questioni di intesa non perfetta con i compagni, in particolare con Higuain.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

LAZIO VS LECCE 4 2

GOL DI CORREA, LAPADULA, LA MANTIA EVITABILISSIMI

GOL DI MILINKOVIC, IMMOBILE, CORREA IMPARABILI/INEVITABILI

 

Classificazione con analisi dei gol:

Gol di Correa evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica innovata dal controllo visivo attivo, lasciato solo in area, senza la corretta presa di posizione con incollatura tra il diretto avversario e la porta, a causa dello schieramento a zona in linea dei difensori attratti ed ipnotizzati dalla palla in arrivo, attesa per l’intercetto; per l’attaccante indisturbato e trascurato, tenuto a distanza, con tempo e spazio sufficienti dal difensore che rimane fermo recitando la parte della bella statuina, lo guarda ma non si muove, ricevere l’appoggio corto laterale per poi concludere subito a rete senza alcuna opposizione fisica avversaria, diventa un gioco da ragazzi, incredibile.

Gol di Lapadula evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, supportata ed innovata dal controllo visivo attivo, tutta la difesa schierata rigorosamente a zona con le sue applicazioni tattiche classiche, linea e fuorigioco, a guardare fisso, incantata la palla lasciando libero, trascurato l’attaccante nel ricevere l’assist spizzato di testa dal compagno; per lui completamente solo, libero e trascurato, buttarla dentro senza disturbo fisico a tu per tu con il portiere, con i difensori che assistono impotente e sorpresi alla scena in atto, è come andare a nozze in carrozza, incredibile;

Gol di Milinkovic imparabile/inevitabile, anticipo sul difensore nell’indirizzare la palla in rete proveniente da cross diagonale al centro;

Gol di Immobile imparabile/inevitabile, calcio di rigore;

Gol di Correa imparabile/inevitabile, passaggio smarcante in sovrapposizione e conclusione a rete sul primo palo imprendibile;

Gol di La Mantia evitabilissimo, mancanza di marcatura a uomo, moderna, elastica, con il controllo visivo attivo da parte della difesa, abituata a stare, muoversi, allinearsi a zona, lasciando l’attaccante libero ed indisturbato di colpire di testa a rete, su palla proveniente da cross al centro, per lui senza sentire il fiato sul collo del difensore buttarla dentro diventa un gioco da ragazzi, incredibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

PARMA ROMA 2 0

GOL DI SPROCATI EVITABILISSIMO

GOL DI CORNELIUS IMPARABILE/INEVITABILE


 

Classificazione con analisi dei gol:

Gol di Sprocati evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, applicando il controllo visivo attivo, per effetto di una difesa abituata a giocare, stare e a muoversi a zona tenendo, in linea, a distanza l'avversario, senza stringere preventivamente tempo e spazio per rimanere incollato a manifesto tra lui e la porta, specialmente in area; per l'attaccante, trascurato , ricevere palla in area a rimorchio e calciarla prontamente in rete diventa un gioco da ragazzi;

Gol di Cornelius imparabile/inevitabile, passaggio smarcante su azione in velocità in contropiede e conclusione a rete sul primo palo imprendibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

JUVENTUS VS MILAN 1 0

GOL DI DYBALA IMPARABILE/INEVITABILE

 

Classificazione con analisi del gol partita:

Gol di Dybala imparabile/inevitabile, scambi di prima con combinazione finale tra Higuain e Dybala che riceve palla, scarta un difensore e conclude a rete in maniera imprendibile.

La difesa della Juventus ha corso grossi rischi, il suo portiere Szczesny ha salvato più volte il risultato con le sue parate sventando la minaccia, il pericolo di subire più di un gol evitabile/ssimo a causa della difesa a zona in area voluta da Sarri; che saprà gestire la rosa dei giocatori a sua disposizione, eccetto Ronaldo, ma non certo è in grado di cambiare sistema di gioco passando alla marcatura a uomo moderna, elastica, rinnovata, innovata ed evoluta dal controllo visivo attiva; continuando a giocare a zona come fatto finora, aumentano le probabilità che la Juventus non vinca il campionato facilmente né tanto meno la Champions League.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Serie A 2019/20 - 12° giornata di campionato del 10.11.2019: classificazione e analisi dei gol in Evitabili (11) ed Imparabili (16)

Premessa

I gol, tutti i vari tipi di gol segnati sui campi di calcio, da un mio studio elaborato, visionando ed analizzando oltre 21.000 gol da me registrati nel corso degli ultimi 20 anni, si classificano in due grandi categorie, EVITABILI ed IMPARABILI/INEVITABILI, ciascuna statisticamente quantificabile nel 50% circa del totale.

I GOL EVITABILI che si possono prevenire, eludere adottando gli opportuni accorgimenti, correttivi tecnico tattici di seguito indicati, sono quelli segnati a causa di errori individuali e di reparto, SEMPRE GLI STESSI, UGUALI, RICORRENTI E RIPETITIVI ANCHE NELLA STESSA PARTITA, derivanti da:

a) libertà di tempo e spazio concessa all’attaccante per effetto della zona applicata con le sue rischiose componenti tattiche ben note, invece di adottare la marcatura a uomo moderna, elastica, previo controllo visivo attivo, suo elemento innovativo usato come chiave di lettura del gioco guardandosi attorno con movimenti laterali del capo per stare nella giusta presa di posizione in entrambi le fasi di gioco tra difensori ed attaccanti;

b) atteggiamento errato del difensore che si gira, si scansa sui tiri diretti contro la propria porta, invece di osservare la regola della posizione frontale attiva che prevede di opporsi fisicamente al tiratore, con la parte anteriore del corpo, cercando di intercettare, di aggredire la palla per non lasciarla sfilare.

I GOL IMPARABILI/INEVITABILI che non hanno il carattere della ripetitività, della frequenza, della continuità ricorrente tipica di quelli evitabili causati e contraddistinti sempre dagli stessi errori tecnico tattici sottostanti come sopra descritti, si riferiscono a quei gol a fronte dei quali il portiere poco o nulla può fare per impedire alla palla di entrare in rete, segnati per altri e diversi errori tecnico tattici commessi o per episodi fortuiti, casuali non dipendenti dalla volontà dei giocatori oppure per le capacità tecnico, tattiche, atletiche, per le doti di talento del singolo giocatore.

I GOL IMPARABILI derivano da: giocate, gesti o scambi da manuale di natura tecnico tattica come, ad esempio, dribbling, combinazione, triangolazione, contrasto, anticipo, appoggio smarcante, tiro di precisione, stacco di testa maggiore, velocità di corsa maggiore, giocata di classe (girata, rovesciata, colpo di tacco o di ginocchio), deviazione, calcio di rigore, calcio di punizione, calcio d’angolo, schema collaudato sui calci piazzati, contropiede;

I GOL INEVITABILI derivano da: situazioni o episodi casuali, contingenti, di fortuna come, ad esempio, rimpallo favorevole, errore o svista della terna arbitrale, autogol, malinteso tra difensori, intervento a vuoto, papera o deviazione involontaria del difensore o del portiere, respinta difettosa del portiere, situazione d’inferiorità numerica, palla vagante o seconde palle, rimessa laterale, barriera posizionata male, opposizione passiva alla palla, condizioni del terreno di gioco, rimbalzo ingannevole della palla, mancanza di fair play, palla intercettata, conclusione da posizione di fuorigioco regolarizzata dal difensore avversario.


 

SASSUOLO VS BOLOGNA 3 1

GOL DI CAPUTO, BOGA EVITABILISSIMI

GOL DI ORSOLINI IMPARABILE/INEVITABILE
 

Classificazione con analisi dei gol:

Gol di Caputo evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, supportata ed innovata dal controllo visivo attivo, tutta la difesa schierata rigorosamente a zona con le sue applicazioni tattiche classiche, linea e fuorigioco, a guardare fisso, incantata la palla lasciando libero, trascurato l’attaccante nel ricevere l’assist corto davanti alla porta; per lui completamente solo, libero e trascurato, buttarla dentro senza disturbo fisico a tu per tu con il portiere, con i difensori che assistono impotenti ed sorpresi alla scena del misfatto rimpallandosi la responsabilità dell’attaccante lasciato per i fatti suoi, è come andare a nozze in carrozza, incredibile;

Gol di Boga evitabilissimo, idem come sopra, la zona applicata come sistema di gioco ha colpito ancora e duramente, incredibile;

Gol di Orsolini imparabile/inevitabile, contrasto vincente nella conclusione a rete;

Gol di Caputo evitabilissimo, giocata individuale da manuale, partendo sul filo del fuorigioco alla Inzaghi con la difesa, disposta a zona in linea, avanza a velocità progressiva profonda, slalom e dribbling vincente e conclusione a rete precisa sul secondo palo.


 

BRESCIA VS TORINO 0 4

GOL DI BELOTTI, BERENGUER IMPARABILI/INEVITABILI
 

Classificazione con analisi dei gol:

Gol di Belotti imparabile/inevitabile, calcio di rigore;

Gol di Belotti imparabile/inevitabile, calcio di rigore;

Gol di Berenguer imparabile/inevitabile, azione offensiva in velocità affrontata dai difensori nell’1vs1 ma con un attaccante rimasto libero al centro che ricevuto il passaggio smarcante, la butta dentro di prima intenzione in maniera imprendibile;

Gol di Berenguer imparabile/inevitabile, azione travolgente dell’attaccate che facendo tutto da solo prima vince un contrasto duro con il difensore, poi s’invola velocissimo seguito da due difensori, verso la porta dove arriva primo a tu per tu con il portiere e, resistendo alla carica da dietro dell’avversario, la butta dentro con un rasoterra imprendibile.


 

INTER VS VERONA H. 2 1

GOL DI VERRE, VICINO, BARELLA IMPARABILI/INEVITABILI
 

Classificazione con analisi dei gol:

Gol di Verre imparabile/inevitabile: calcio di rigore;

Gol di Vicino imparabile/inevitabile, salto di testa più alto del difensore, previa rincorsa o terzo tempo, come nel salto in alto in atletica, nel colpire la palla in rete;

Gol di Barella imparabile/inevitabile, precisione nel tiro dalla distanza giro all’incrocio lontano dei pali.


 

CAGLIARI VS FIORENTINA 5 2

GOL DI ROG, PISACANE, SIMEONE, VLAHOVIC EVITABILISSIMI

GOL DI PEDRO, NAINGGOLAN, VLAHOVIC IMPARABILI/INEVITABILI
 

Classificazione con analisi dei gol:

Gol di Rog evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, applicando il controllo visivo attivo, in una difesa abituata a giocare, stare in linea e a muoversi a zona tenendo a distanza l’avversario senza stringere preventivamente tempo e spazio per rimanere incollato a manifesto tra lui e la porta; l’attaccante riceve palla verticale al centro oltre la linea in posizione regolare, alle spalle dei difensori, fermi a fare le belle statuine e di prima intenzione la butta dentro a tu per tu con il portiere, per lui segnare è come andare a nozze in carrozza, incredibile;

Gol di Pisacana evitabilissimo, idem come sopra,lasciato completamente solo, indisturbato, senza marcatura a uomo moderna, elastica, con il controllo visivo attivo, dai difensori preoccupati a guardare fisso l’evoluzione della palla proveniente da calcio d’angolo, per intercettarla, mantenendo la linea in funzione del fuorigioco, per l’attaccante indisturbato, aspettare l’arrivo della palla e di testa buttarla dentro sul primo palo senza sentire il soffio sul collo degli avversari, diventa un gioco da ragazzi a flipper, incredibile;

Gol di Simeone evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo, moderna, elastica, con il controllo visivo attivo, lasciato solo, indisturbato , senza la corretta presa di posizione con incollatura tra l’attaccante e la porta, a causa dello schieramento a zona in linea dei difensori attratti ed ipnotizzati dalla palla in arrivo, per lui trascurato, inserirsi e ricevere l’assist laterale al centro con tempo e spazio a sufficienza, buttarla dentro con tocco di tacco interno sotto misura, a tu per tu con il portiere, diventa un gioco da ragazzi, incredibile.

Gol di JPedro imparabile/inevitabile, azione di contropiede da manuale, in velocità progressiva, acquisendo la superiorità numerica, con palla all’attaccante che in scivolata la butta dentro sul primo palo;

Gol di Nainggolan imparabile/inevitabile, precisione nel tiro a rete forte e teso all’incrocio dei pali più vicino, simile a quello di Barella all’Inter solo non a giro;

Gol di Vlahovic super evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, supportata ed innovata dal controllo visivo attivo, con tutta la difesa schierata rigorosamente a zona, in linea con le sue applicazioni tattiche classiche, a guardare fisso, incantata solo la palla lasciando libero, completamente trascurato l’attaccante di muoversi in area, per lui ricevere la palla da cross a rimorchio al centro e buttarla dentro con un diagonale sul secondo palo come se nulla fosse, diventa un gioco da ragazzi, incredibile;

Gol di Vlahovic imparabile/inevitabile, precisione nella conclusione a rete sul secondo palo con effetto a giro.


 

LAZIO VS LECCE 4 2

GOL DI CORREA, LAPADULA, LA MANTIA EVITABILISSIMI

GOL DI MILINKOVIC, IMMOBILE, CORREA IMPARABILI/INEVITABILI
 

Classificazione con analisi dei gol:

Gol di Correa evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica innovata dal controllo visivo attivo, lasciato solo in area, senza la corretta presa di posizione con incollatura tra il diretto avversario e la porta, a causa dello schieramento a zona in linea dei difensori attratti ed ipnotizzati dalla palla in arrivo, attesa per l’intercetto; per l’attaccante indisturbato e trascurato, tenuto a distanza, con tempo e spazio sufficienti dal difensore che rimane fermo recitando la parte della bella statuina, lo guarda ma non si muove, ricevere l’appoggio corto laterale per poi concludere subito a rete senza alcuna opposizione fisica avversaria, diventa un gioco da ragazzi, incredibile.

Gol di Lapadula evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, supportata ed innovata dal controllo visivo attivo, tutta la difesa schierata rigorosamente a zona con le sue applicazioni tattiche classiche, linea e fuorigioco, a guardare fisso, incantata la palla lasciando libero, trascurato l’attaccante nel ricevere l’assist spizzato di testa dal compagno; per lui completamente solo, libero e trascurato, buttarla dentro senza disturbo fisico a tu per tu con il portiere, con i difensori che assistono impotente e sorpresi alla scena in atto, è come andare a nozze in carrozza, incredibile;

Gol di Milinkovic imparabile/inevitabile, anticipo sul difensore nell’indirizzare la palla in rete proveniente da cross diagonale al centro;

Gol di Immobile imparabile/inevitabile, calcio di rigore;

Gol di Correa imparabile/inevitabile, passaggio smarcante in sovrapposizione e conclusione a rete sul primo palo imprendibile;

Gol di La Mantia evitabilissimo, mancanza di marcatura a uomo, moderna, elastica, con il controllo visivo attivo da parte della difesa, abituata a stare, muoversi, allinearsi a zona, lasciando l’attaccante libero ed indisturbato di colpire di testa a rete, su palla proveniente da cross al centro, per lui senza sentire il fiato sul collo del difensore buttarla dentro diventa un gioco da ragazzi, incredibile.


 

PARMA ROMA 2 0

GOL DI SPROCATI EVITABILISSIMO

GOL DI CORNELIUS IMPARABILE/INEVITABILE
 

Classificazione con analisi dei gol:

Gol di Sprocati evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, applicando il controllo visivo attivo, per effetto di una difesa abituata a giocare, stare e a muoversi a zona tenendo, in linea, a distanza l'avversario, senza stringere preventivamente tempo e spazio per rimanere incollato a manifesto tra lui e la porta, specialmente in area; per l'attaccante, trascurato , ricevere palla in area a rimorchio e calciarla prontamente in rete diventa un gioco da ragazzi;

Gol di Cornelius imparabile/inevitabile, passaggio smarcante su azione in velocità in contropiede e conclusione a rete sul primo palo imprendibile.


 

JUVENTUS VS MILAN 1 0

GOL DI DYBALA IMPARABILE/INEVITABILE
 

Classificazione con analisi del gol partita:

Gol di Dybala imparabile/inevitabile, scambi di prima con combinazione finale tra Higuain e Dybala che riceve palla, scarta un difensore e conclude a rete in maniera imprendibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ECCO DI SEGUITO UN ALTRO ELENCO DI TERMINI TECNICO, TATTICI, REGOLAMENTARI E DEL GERGO CALCISTICO RICAVATI DAL MIO LIBRO DIZIONARIO GLOSSARIO DEL GIOCO DEL CALCIO; BUONA LETTURA.

 

LETT. R

 

RABONA - Gesto tecnico nel colpire la palla con il piede dopo aver spostato la gamba dietro a quella di appoggio.

RACCATTAPALLE - Ragazzino che, ai bordi del campo, durante la partita, ha il compito di raccogliere la palla uscita, di restituirla con le mani al portiere o al giocatore per la rimessa in gioco.

RADDOPPIO - Segnare il secondo gol.

RADDOPPIO DI MARCATURA - Intervento di due giocatori assieme sul portatore di palla avversario, uno per pressarlo da vicino e l’altro per dargli meno tempo e spazio di gioco.

RADDRIZZARE LA PARTITA - Annullare lo svantaggio, ristabilire le distanze, rimettere in discussione il risultato, riaprire l’incontro.

RADIAZIONE - Cancellazione, estromissione di una società dalla lega di appartenenza oppure di una figura sportiva dal proprio albo professionale.

RADUNO - Incontro dei giocatori, dello staff di una società, che si ritrovano dopo la pausa estiva per la ripresa degli allenamenti oppure luogo di incontro dei convocati per la partita.

RAGGIO D’AZIONE - Baricentro della squadra.

RAGGRUPPAMENTO - Numero di squadre che formano ciascun girone di un torneo, campionato.

RAGION DI SQUADRA - Necessità di coprire un ruolo non abituale, diverso dal proprio per esigenze di formazione, di gioco.

RAPIDITÀ DI GAMBE - Caratteristica del giocatore che, con palla al piede, sa muoversi e dribblare velocemente.

RAPPRESENTATIVA DI SECONDE LINEE - Formazione sperimentale messa in campo a qualificazione raggiunta con l’innesto di elementi nuovi che giocano assieme per la prima volta.

RASCHIARE IL FONDO - Rimanere senza giocatori a disposizione da mettere in campo.

RASOIATA - Tiro arcuato, secco, con palla tenuta bassa.

 

 

LETT. S

 

S.G.S. - Settore Giovanile e Scolastico.

SACRIFICARE - Verbo usato in riferimento ad un giocatore che viene lasciato in panchina più per ragioni tattiche che per questioni di forma.

SACRIFICARSI - Di un giocatore che, oltre a svolgere il proprio ruolo, si assume in tutto o in parte anche quello di un compagno non in palla o espulso.

SAGOMA - Modello artificiale di figura umana utilizzato per le esercitazioni nelle sedute di allenamento specie sui calci da fermo sopra la barriera.

SALIRE - Alzare il baricentro della squadra, portarsi in avanti, andare su.

SALIRE AI PIANI ALTI DELLA CLASSIFICA - Portarsi tra le prime squadre in graduatoria.

SALIRE IN CABINA DI REGIA - Prendere per mano la squadra e organizzare, comandare il gioco.

SALIRE IN CATTEDRA - Mostrare tutto il proprio valore assumendo il comando, le redini, l’iniziativa del gioco, prendere il sopravvento, fare la partita, surclassare l’avversario.

SALIRE SUL BANCO DEGLI IMPUTATI - Andare in panchina, farsi sostituire oppure essere oggetto di critiche a causa delle ultime prestazioni deludenti, non convincenti.

SALOTTO BUONO - Torneo, competizione di rango a livello europeo.

SALTARE - Superare, mangiare l’avversario nel dribbling, colpire di testa in elevazione, non giocare per infortunio o squalifica, rompere gli schemi, urtare i nervi.

SALTARE A DUE PIEDI - Staccare da terra poggiandosi su entrambe le gambe piegate per andare a colpire la palla di testa, spesso a scapito dell’elevazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Giò, hai visto il topic sul tablet in panchina? 

Potrebbe essere un nuovo sbocco per il CVA, se venisse inserito nell'algoritmosefz Magari con anche solo una nota, dopo ogni gol subito in maniera ridicola, che nel report finale della partita dice per esempio "Gol subito dal Napoli per errato intervento di Manolas che ha seguito solo la palla disinteressandosi totalmente di Higuain che ha segnato indisturbato". Io fossi in te gli manderei tutti i tuoi incartamenti, vedi mai che....

P.S. Dico, se gli mandi veramente il tutto, lo accettano, fanno ed usano l'algoritmo, e quindi ti pagano le royalties sul CVA e diventi straricco.....ricordati di mesefz

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Andrea vado a vederlo tale topic dopo questa tua segnalazione ringraziando per esserti ricordato di me e delle mie proposte su come prevenire i gol evitabili/ssimi utilizzando il Controllo Visivo Attivo nella marcatura a uomo moderna, elastica, soprattutto; certamente impostare un algoritmo e quindi inserirlo nei tablet per evidenziare e spiegare la causa tattica che ha generato un determinato gol evitabile/ssimo, in ogni partita, potrebbe essere molto utile per visionare in tempo reale  la condotta e gli errori dei giocatori in campo; ciò consentirebbe di correre rapidamente ai ripari per prendere subito gli opportuno accorgimenti, correttivi tecnico tattici al fine di evitare di subirne altri di simili in futuro; sul PS vedrò quanto prima di seguire il tuo suggerimento non tanto per le royalties, per adesso non pensiamoci, quanto piuttosto per far conoscere a tutti gli allenatori, di qualsiasi livello, quello che da anni porto avanti e propongo dopo un lungo studio comprovato da riscontri oggettivi  come lo sono i gol evitabili/ssimi da me registrati, commentati ed analizzati; per adesso sono contento ed esprimo il mio compiacimento verso coloro che, a vario titolo, mi leggono, hanno capito, recepito, assimilato alla perfezione, com'è nel tuo caso, i temi in questione da me trattati, in particolare modo il concetto di Controllo Visivo Attivo che rappresenta la chiave di lettura del gioco inedita, mai usata finora dai giocatori; staremo a vedere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

APPELLO A GIORGIO CHIELLINI AFFINCHÉ, PER IL SUO TRAMITE, LA JUVENTUS GIOCHI NON PIÙ A ZONA IN DIFESA, IN AREA MA CON MARCATURA A UOMO MODERNA, ELASTICA, RINNOVATA ED INNOVATA DAL CONTROLLO VISIVO ATTIVO; IN ATTESA DEL SUO TANTO SOSPIRATO RITORNO IN CAMPO DOPO L’INFORTUNIO.

 

E’ noto a tutti che da molti anni con articoli pubblicati a Coverciano, saggi, libri, contributi vari, gol registrati, commenti ed analisi tecnico tattiche come risulta anche in questo topic da me aperto dal 2016 ma anche prima, fin dalla mia iscrizione a VS, mi batto contro la zona in difesa, in area per essere causa di tanti mali arrecati al calcio giocato, primi fra tutti i gol evitabili/ssimi e la scomparsa dei difensori puri e non, mentre sono a favore della marcatura a uomo moderna, elastica, aggiornata, rinnovata ed innovata dal controllo visivo attivo; uno degli interpreti principe del sistema di gioco basato sulla marcatura a uomo, tra i pochissimi rimasti in attività ad alti livelli e valore qualitativo, da me sempre sostenuto e preso da esempio per caldeggiare ed auspicare la sostituzione e la fine della zona in difesa, in area, è da sempre Giorgio Chiellini il migliore da noi e tra i primi in Europa sotto questo profilo; anche se è “costretto” a muoversi, a giocare in un contesto di difesa a zona continua, commettendo talvolta qualche errore non ricorrente, per restare in linea con gli automatismi della zona adottata dalla Juventus, Chiellini si lascia spesso andare ad iniziative personali di gioco per seguire la sua indole naturale di marcatore a uomo in grado di fermare qualsiasi avversario, di qualsiasi livello competitivo come ha sempre dimostrato di saper fare alla grande; siccome la zona praticata da Conte, Allegri e dall’attuale allenatore ha creato problemi anche alla Juventus, come a tutte le altre squadre, il primo quello di aver determinato la mancata conquista della coppa dalle larghe orecchie in CL, a causa dei gol evitabili/ssimi subiti, tutto ciò premesso chiederei a Giorgio Chiellini di raccogliere questo mio richiesta, invito di farsi interprete, presso Sarri, dell’esigenza di cambiamento del sistema di gioco in atto prospettandogli l’idea di passare dalla “zona” alla citata “marcatura a uomo moderna” come sopra proposta; a beneficiarne per prima sarà la Juventus stessa con la conquista di altri traguardi prestigiosi quello della CL soprattutto, parimenti anche il calcio giocato in generale che, per come sta andando adesso, con il sistema di gioco “zona” continua a perdere colpi, credibilità secondo me; risponderà Chiellini, vedremo i cambiamenti sopra auspicati? Restiamo in trepida attesa di vedere e di saperne qualcosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

PORTOGALLO VS LITUANIA 6 0

GOL DI RONALDO, PIZZI, PAZIENZA IMPARABILI/INEVITABILI

GOL DI SILVA, RONALDO EVITABILISSIMI

 

Classificazione con analisi dei gol:

Gol di Ronaldo imparabile/inevitabile, calcio di rigore;

Gol di Ronaldo imparabile/inevitabile, passaggio smarcante e precisione nella conclusione a giro dalla distanza indirizzata all’incrocio dei pali lontano;

Gol di Pizzi imparabile/inevitabile, deviazione involontaria difensore dirimpettaio sul tiro in porta dell’attaccante forte e teso che tocca il centro delle traversa ed entra in rete;

Gol di Pazienza imparabile/inevitabile, ribattuta dell’attaccante sulla corta respinta del portiere solo davanti alla porta;

Gol di Silva evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, applicando il controllo visivo attivo, per effetto di una difesa abituata a giocare, stare e a muoversi a zona tenendo, in linea, a distanza l'avversario, senza stringere preventivamente tempo e spazio per rimanere incollato a manifesto tra lui e la porta, specialmente in area; per l'attaccante, trascurato, ricevere palla appoggiata al centro, portarsela avanti e calciarla prontamente a rete diventa un gioco da ragazzi;

Gol di Ronaldo evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, applicando il controllo visivo attivo, per effetto di una difesa abituata a giocare, stare e a muoversi a zona tenendo, in linea, a distanza l'avversario, senza stringere preventivamente tempo e spazio per rimanere incollato a manifesto tra lui e la porta, specialmente in area; per l'attaccante, trascurato, solo e libero ricevere palla all’indietro, a rimorchio, addomesticarla e buttarla in rete diventa un gioco da ragazzi.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ECCO DI SEGUITO UN ALTRO ELENCO DI TERMINI TECNICO, TATTICI, REGOLAMENTARI E DEL GERGO CALCISTICO RICAVATI DAL MIO LIBRO DIZIONARIO GLOSSARIO DEL GIOCO DEL CALCIO; BUONA LETTURA.

 

LETT. T

 

TABELLA ELETTRONICA - Strumento luminoso utilizzato dal quarto uomo nei cambi o per segnalare i minuti di recupero.

TABELLINO - Statistica, serie, striscia, numeri.

TACCHETTI - Elementi di rialzo sotto la suola delle scarpe da calcio, variabili per forma e misura a seconda delle condizioni del terreno di gioco.

TACCO - Modo raffinato, non abituale, di colpire la palla con la parte posteriore della scarpa, efficace per sorprendere, spiazzare l’avversario, il portiere.

TACCUINO DEI CATTIVI - Libretto dove l’arbitro segna il nome dei giocatori ammoniti o espulsi.

TACKLE - Intervento, entrata di fianco per contrastare l’iniziativa di gioco o il possesso di palla dell’avversario.

TACKLE SCIVOLATO - Entrata laterale o da dietro sull’avversario a gambe tese, unite, radenti il terreno di gioco.

TAFFERUGLI - Scontri, parapiglia fra tifosi delle opposte fazioni.

TAGLIARE LA DIFESA - Mettere fuori causa la linea difensiva con un passaggio smarcante in profondità.

TAGLIO - Intervento sulla palla che spezza un passaggio oppure movimento, da laterale al centro, dell’attaccante per ricevere l’assist del compagno.

TALENT SCOUT - Addetto ai lavori, esperto nella ricerca di giovani talenti, incaricato come osservatore dalle società di visionare, vagliare, segnalare giocatori richiesti sul mercato con determinate caratteristiche tecniche, di ruolo.

TALENTO NATURALE - Giocatore che si distingue per le sue grandi qualità, doti tecniche innate.

TALLONARE - Marcare stretto seguendo l’avversario, stargli alle calcagna, soffiargli sul collo.

 

 

LETT. U

 

U.E.F.A. - Unione delle Federazioni di Calcio Europee.

UBRIACANTE - Caratteristica del dribbling che sbilancia, confonde, disorienta l’avversario.

UFFICIALE DI GARA - L’arbitro ed i suoi assistenti o collaboratori.

ULTIMA SPIAGGIA - Partita a rischio d’esonero per l’allenatore oppure decisiva per rimanere in lizza per lo scudetto, per non retrocedere o per non essere eliminati in un torneo.

ULTIMI SPICCIOLI - Minuti finali, partita che volge al termine.

ULTIMO PASSAGGIO - Appoggio terminale, finale, che mette il compagno nelle condizioni di concludere a rete.

ULTRÀ - Gruppo di tifosi che sostengono la propria squadra manifestando in modo chiassoso, colorito, abbandonandosi alle volte ad atti di teppismo.

UMILIARE - Dominare l’avversario sul piano del gioco vincendo con un punteggio sonoro.

UN FULMINE A CIEL SERENO - Improvvisa conclusione con palla in rete, unico spunto di una partita scialba e monotona senza gioco né idee.

UNCINARE - Fermare la palla arpionandola con la punta del piede.

UNDER 18 - Squadra giovanile che partecipa al campionato organizzato dalle società appartenenti alla lega nazionale dilettanti.

UNDER 21 - Nazionale minore o cadetta, formata da giocatori più giovani, con meno esperienza rispetto a quella maggiore.

UNGHIATA - Tiro calciato toccando il pallone con la punta del piede.

UNO CONTRO UNO - Confronto uomo contro uomo nel dribbling con lo scopo di raggiungere la parità o la superiorità numerica; è una delle componenti del calcio spettacolo assieme al movimento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

LUSSEMBURGO VS PORTOGALLO 0 2

GOL DI FERNANDES IMPARABILE/INEVITABILE

GOL DI RONALDO EVITABILISSIMO

 

Classificazione con analisi dei gol:

Gol di Fernandes imparabile/inevitabile, lancio lungo smarcante con l’attaccante che arriva primo sulla palla rispetto al difensore e a tu per tu con il portiere la butta dentro con un diagonale imprendibile;

Gol di Ronaldo evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica con il controllo visivo attivo, per effetto della zona in difesa applicata con i suoi dettami tattici, soprattutto attacco alla palla per l’intercetto, lasciando l’attaccante completamente libero sulla linea di porta; per lui depositarla in rete diventa un gioco da ragazzi, incredibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ITALIA VS ARMENIA 9 1

 

Ma cosa serva, cosa si vuol dimostrare con una goleada del genere contro l’Armenia realizzando tanti gol di cui 1 anche incassato; almeno si fossero posti l’obiettivo di segnare 10 gol senza subirne nessuno, tanti quanti sono le partita vinte di seguito da Mancini in nazionale avrebbe avuto senso, un po, ma così è solo una scorpacciata di gol da primi della classe, mandando a rete tutti gli attaccanti e non; una passeggiata contro una squadra materasso come si diceva tempo addietro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

INCREDIBILE VEDERE L’ARMENIA NETTAMENTE INFERIORE ALL’ITALIA PRATICARE LA ZONA IN DIFESA, IN AREA SUBENDO 9 GOL DI CUI 8 EVITABILISSIMI CAUSATI DA QUESTO SISTEMA DI GIOCO.

 

SICCOME TUTTE LE SQUADRE GIOCANO A ZONA IN DIFESA, IN AREA ANCHE L’ARMENIA, NETTAMENTE INFERIORE ALL’ITALIA, NON E’ DA MENO SUBENDO 8 EVITABILISSIMI CAUSATI TUTTI DA MANCANZA DI MARCATURA A UOMO MODERNA, ELASTICA, RINNOVATA ED INNOVATA DAL CONTROLLO VISIVO ATTIVO, PER EFFETTO DELLA ZONA STESSA E SUE APPLICAZIONI TATTICHE BEN NOTE; ALMENO AVESSE MESSO IN SICUREZZA LA DIFESA RINUNCIANDO A GIOCARE A ZONA PER PASSARE ALLA MARCATURA A UOMO MODERNA, NON AVREBBE FATTO UNA COSI’ BRUTTA FIGURA; BASTA CON LA ZONA, E’ UNO SCANDALO PER IL CALCIO GIOCARE IN QUESTO MODO VIRTUALE, AD ESSERE MAGGIORMENTE PENALIZZATE SONO LE COSIDDETTE SQUADRE E NAZIONALI MINORI, RESE ANCORA PIÙ INFERIORI ADOTTANDO QUESTO SISTEMA DI GIOCO RISCHIOSO, INAFFIDABILE E CONTROPRODUCENTE SEMPLICEMENTE PERCHÉ COSI FAN TUTTI SEGUENDO LA MODA.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.