Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

The Italian Giants

[Video] Dani Alves: "La Juve e il calcio italiano devono capire di dover fare un calcio diverso, sono andato via per questo"

Recommended Posts

Il difensore brasiliano Dani Alves ha parlato a Sky Sport a margine del Galà del Calcio dove era presente per ritirare il premio di miglior squadra della passata stagione vinto dalla Juventus: "Mi ha fatto tantissimo piacere ritrovare i miei compagni e ricevere questo premio. Abbiamo fatto un bel anno e tornare qui a ricordarlo è sempre piacevole. Ero andato alla Juve per far capire che il calcio italiano doveva fare ancora meglio, ancora di più, ma non è stato capito il mio voler alzare un pochino il livello. Avrei voluto fare ancora di più, ma ho capito dopo un anno che era meglio andare via perché non mi piaceva come stavano andando le cose. PSG? Sono felice non solo perché gioco con grandi campioni, ma perché io ho sempre cercato una squadra che giocasse. – continua il brasiliano spiegando cosa serve al nostro calcio per migliorare - Spero che la Juve e tutto il calcio italiano possano capire di dover fare un giro di volta e votarsi a un calcio diverso, bisogna rialzare il livello e tornare al passato quando l'Italia era protagonista in Europa. Il Napoli mi piace tantissimo perché difende la parola calcio, gioca un calcio migliore e credo che tutte dovrebbero prendere a esempio questa squadra e il suo gioco per migliorare".

 

TMW

 

 

La tocca piano Dani Alves. Come spesso capita, il giocatore brasiliano ha parlato senza alcun pelo sulla lingua. Ospite al Gran Galà del Calcio, dove è stato premiato, ai microfoni di Sky ha analizzato diversi temi passando dal momento vissuto dal calcio italiano con la mancata qualificazione a Russia 2018: "Mi fa piacere essere qua, con la Juve abbiamo trascorso un bell’anno e incontrarci di nuovo è sempre bello. Avevo già parlato coi miei ex compagni del perché sono andato via: ero andato via dalla Juve perché secondo me il calcio italiano doveva migliorare. Volevo fare ancora di più ma non era facile per me, non ero felice come sono sempre. Ora invece sono felice al PSG perché in tutta la mia vita mi hanno insegnato che nel calcio si deve fare il meglio possibile e lì sono libero di farlo e mi fa felice. Mi aspetto che il calcio italiano in generale cambi però ad esempio anche per quanto accaduto con la nazionale, non è un problema dell’allenatore ma del calcio in generale perché si è abbassato il livello. Dovrebbero prendere tutti esempio… dal Napoli: mi piace tantissimo e questa visione che ha il Napoli è utile per far migliorare il calcio. C’è bisogno di più divertimento come nel calcio moderno".

 

Gianluca Di Marzio

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

prendiamo esempio dal napoli che nella sua storia ha vinto due scudetti e una manciata di coppe italia. è l'esempio corretto da fare.

questi sono tutti cerebrolesi gesucristo mio.

  • Mi Piace 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ora mi aspetto commenti in massa tipo "ha ragione!!!"" anche da chi l'anno scorso lo schifava e gli dava del bollito .ghgh

E' un grande giocatore, è anche simpatico, ma spara min**iate come pochi altri...

  • Mi Piace 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mmmm hai ragione Dani, meglio prendere esempio da chi non ha mai vinto niente.

Parliamo del tuo nuovo stipendio, invece.... Ho l'impressione che la correlazione tra nuovo contratto e felicità sia elevata. Ciao Dani, peggiori ad ogni uscita sempre di più.

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi per migliorare devo prendere esempio da chi ha questo palmares...

 

 

 

 

 

 

 

...non dal Real,ad esempio. uum

Capisco...

 

seguendo l'esempio del real non dovremmo mai schierare 5 difensori.

fatto sta che, certamente, si dovrebbe giocare con atteggiamento diverso rispetto a quello di ora, napoli o real.

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il calcio italiano è mediocre, per quanto adesso sembri in ripresa, in Europa perché mancano i campioni, mica per il gioco. Ed infatti quando il calcio italiano era il top, in Europa prendevano le batoste tutte e si portano 2 3 squadre in semifinale di Champions in ciabatte.

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Parole di un giocatore che ha vinto, rivinto e stravinto tutto.

Alcuni qui dentro dovrebbero riflettere se un campione di tale portata esce con una frase del genere... che peraltro condivido a pieno

  • Mi Piace 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Strano. Di solito i grandi giocatori quando lasciano la Juventus rimpiangono

il gioco offensivo e propositivo di Max - difesa a 5 - Allegri.

Vedi Tevez, Morata e tanti, tanti altri.....

 

  • Mi Piace 7

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dani Alves come calciatore mi ha fatto impazzire dalla gioia non solo per le giocate tecniche ma perché ha messo in difficoltà la filosofia bigotta, tutto quel fanatismo per il sudore, il kuore, i calci e i piedi storti che infestano la nostra mentalità.

 

Lunga vita al calcio e lunga vita a Dani Alves.

  • Mi Piace 11

Share this post


Link to post
Share on other sites

È inutile che molti qui dentro frignano ha detto la verità e prima lo capisce la società meglio è che poi per noi dovrebbe essere semplice migliorare visto che giochiamo peggio del Benevento

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando dice di prendere spunto dal Napoli parla del modo di giocare e basta, non della mentalità, non della piazza, non del palmares... dopotutto viene dal Barcellona di Guardiola

 

Smettiamola una buona volta di difendere la mentalità difensivista che la Juve incarna (soprattutto con Allegri)... lo sa anche Dani Alves che siamo una squadra top, ma giocare nella Juve ultimamente sembra di essere dentro una partita a scacchi vivente

 

Chi apprezza il nostro modo di non-giocare, lo ripeto e lo ripeterò sempre, non capisce una mazza di questo sport. Peraltro sono sempre gli stessi che criticavano l'Atletico di Simeone, la coerenza...

  • Mi Piace 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto bravo con i piedi tanto sconclusionato negli atteggiamenti.

Prendiamo esempio dal Napule?

Ma per favore!

Che stia zitto a godersi lo stipendio e le emozioni del calcio transalpino!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.