Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Deborah pazza di Higuain9

GdS, Sacchi: "Ho consigliato Dybala a Real e Milan e gli ho chiesto se avrebbe voluto giocare per l’Italia. Il Napoli non ha le risorse della Juve, ma Sarri ha già vinto"

Post in rilievo

1 ora fa, dylan88 ha scritto:

Sacchi è un uomo perennemente in malafede, come quando disse testualmente "I padri fondatori del calcio non hanno mai immaginato di dar vita ad un gioco da sviluppare in termini difensivi. Per chi ama il calcio il gioco non può che essere offensivo».    

Cosa clamorosamente non vera, quando si fonda uno sport ci si limita a dettare i regolamenti, non la strategia di gioco, scopo di partecipare al gioco è vincere e non giocare bene, in tutti gli sport è così, è la strategia che determina la vittoria, e chi ha cervello non pensa solo al proprio gioco ma anche a individuare i difetti altrui, immaginate uno che gioca a poker e si preoccupa di giocare bene con eleganza e non di vincere.

Quindi secondo il vate Sacchi l'Italia di Bearzot non ha vinto il mondiale nell'82 perché non giocava all'attacco ma sfruttava le debolezze avversarie, che idiota , perché gli idioti hanno diritto di parola in Italia proprio non lo capisco.    

Il Milan di Sacchi pensava prima a non prenderle esasperando la “tattica del fuorigioco” e con baresi che ha fischiato più fuorigioco di tutta la classe arbitrale del tempo con quel suo braccio sempre alzato...

facile parlare, ma se vai a vedere difendeva e partiva in contropiede con Donadoni/Colombo a dx ed evani a sx.. certo se poi le chiami  “ripartenze” invece di contropiede...

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
33 minuti fa, andy_gobbo ha scritto:

E basterebbe ricordare il match di Ali con Foreman, che è proprio l'esempio lampante di quello che stai dicendo e di quello che è un modo di vincere, secondo me anche spettacolare. Come la Juve di Monaco contro il Bayern (match finito purtroppo poi male...)

urca hai citato il match del secolo, Ali contro Foreman, rumble in the jungle, mitico

ottimo esempio 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perchè la Gazzetta non spingeva Sacchi a parlare contro l'Inter di Mourinho che non praticava un calcio coraggioso nonostante i giocatori a disposizione? Perchè Sacchi e la Gazzetta non dicono una parola sul gioco orrendo di Spalletti che pure è ancora in corsa per portare l'Inter in champions. Da Sacchi mi aspetto un articolo sulla Gazzetta in cui dichiara che fino a quando l'Inter gioca in questo modo, per il bene del calcio, ci si deve augurare che non finisca nei primi 4 posti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, aiace ha scritto:

Il Milan di Sacchi pensava prima a non prenderle esasperando la “tattica del fuorigioco” e con baresi che ha fischiato più fuorigioco di tutta la classe arbitrale del tempo con quel suo braccio sempre alzato...

facile parlare, ma se vai a vedere difendeva e partiva in contropiede con Donadoni/Colombo a dx ed evani a sx.. certo se poi le chiami  “ripartenze” invece di contropiede...

Ma basta anche andarsi a rivedere l'Italia del 1994, quella era una squadra "offensiva"? Non riuscì a dominare mai, mai, nemmeno con la Norvegia, tutte partite vinte di misura e finale persa ai rigori dopo uno zero a zero senza un tiro in porta. Al confronto l'Italia di Vicini (e dico Vicini) sembrava il Barcellona .ghgh

Perchè non gli fanno qualche domandina? Si ricordano solo che è arrivato in finale e non del gioco

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, aiace ha scritto:

Il Milan di Sacchi pensava prima a non prenderle esasperando la “tattica del fuorigioco” e con baresi che ha fischiato più fuorigioco di tutta la classe arbitrale del tempo con quel suo braccio sempre alzato...

facile parlare, ma se vai a vedere difendeva e partiva in contropiede con Donadoni/Colombo a dx ed evani a sx.. certo se poi le chiami  “ripartenze” invece di contropiede...

Il Milan di Sacchi ha vinto poco con gli acquisti che fece Berlusconi che era lo sceicco del PSG moltiplicato per cento, rapportato alla situazione calcistica di allora. La Serie A era di gran lunga la più ricca, egemone, gli altri campionati erano equirabili alla serie B. Fu capace di perdere con il Marsiglia. La Spagna era un paese ed un campionato povero. Le Inglesi non partecipavano più alle coppe Europee per squalifica. Se la vedeva con il Marsiglia e la Steaua Bucarest.

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Gnn ha scritto:

In Italia mi accontento anch'io, ma in Champions serve molto di più, la mentalità della gestione del golletto non paga mai

Io mi accontento delle vittorie ottenute ovunque le abbiamo ottenute, di lasciare idee ai posteri come dice Arrighe me ne frega zero. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 minuti fa, Manny Calavera ha scritto:

Ma basta anche andarsi a rivedere l'Italia del 1994, quella era una squadra "offensiva"? Non riuscì a dominare mai, mai, nemmeno con la Norvegia, tutte partite vinte di misura e finale persa ai rigori dopo uno zero a zero senza un tiro in porta. Al conrtonto l'Italia di Vicini (e dico Vicini) sembrava il Barcellona .ghgh

Perchè non gli fanno qualche domandina? Si ricordano solo che è arrivato in finale e non del gioco

Prima o poi Max sbotta e lo sputtana in diretta tv .ghgh

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, Darth Tyranus ha scritto:

Io mi accontento delle vittorie ottenute ovunque le abbiamo ottenute, di lasciare idee ai posteri come dice Arrighe me ne frega zero. 

Però tutti vogliamo vincere la Champions no ? e per farlo serve un ulteriore step perchè i giocatori ci sono

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, frankup ha scritto:

Il Milan di Sacchi ha vinto poco con gli acquisti che fece Berlusconi che era lo sceicco del PSG moltiplicato per cento, rapportato alla situazione calcistica di allora. La Serie A era di gran lunga la più ricca, egemone, gli altri campionati erano equirabili alla serie B. Fu capace di perdere con il Marsiglia. La Spagna era un paese ed un campionato povero. Le Inglesi non partecipavano più alle coppe Europee per squalifica. Se la vedeva con il Marsiglia e la Steaua Bucarest.

Esatto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Gnn ha scritto:

Però tutti vogliamo vincere la Champions no ? e per farlo serve un ulteriore step perchè i giocatori ci sono

Tutti volgiamo la Champions, giocatori in primis, ma non è che la Juve debba essere esclusivamente valutata per la Champions.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, frankup ha scritto:

Il Milan di Sacchi ha vinto poco con gli acquisti che fece Berlusconi che era lo sceicco del PSG moltiplicato per cento, rapportato alla situazione calcistica di allora. La Serie A era di gran lunga la più ricca, egemone, gli altri campionati erano equirabili alla serie B. Fu capace di perdere con il Marsiglia. La Spagna era un paese ed un campionato povero. Le Inglesi non partecipavano più alle coppe Europee per squalifica. Se la vedeva con il Marsiglia e la Steaua Bucarest.

Tanto è vero che pure Capello con quel milan qualche anno dopo ci ha vinto una champions (e parliamo di uno che viene considerato un allenatore non da coppe e difensivista). Non è che forse era la squadra ad assere piena di campioni e non l'allenatore a essere il migliore della storia? Ricordo che in quegli anni le italiane nelle coppe facevano terra bruciata o quasi (perfino un Parma, una Lazio vincevano coppe e addirittura squadre come il Vicenza o la Samp ci andavano vicinissime)

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, Darth Tyranus ha scritto:

Tutti volgiamo la Champions, giocatori in primis, ma non è che la Juve debba essere esclusivamente valutata per la Champions.

Oddio purtroppo oggi è così, se vuoi essere una big europea la DEVI vincere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, aiace ha scritto:

Oddio purtroppo oggi è così, se vuoi essere una big europea la DEVI vincere.

Negli ultimi anni solo le (due) spagnole l'hanno vinta, se non siamo big noi non lo sono nemmeno le altre.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Manny Calavera ha scritto:

Tanto è vero che pure Capello con quel milan qualche anno dopo ci ha vinto una champions (e parliamo di uno che viene considerato un allenatore non da coppe e difensivista). Non è che forse era la squadra ad assere piena di campioni e non l'allenatore a essere il migliore della storia? Ricordo che in quegli anni le italiane nelle coppe facevano terra bruciata o quasi (perfino un Parma, una Lazio vincevano coppe e addirittura squadre come il Vicenza o la Samp ci andavano vicinissime)

Tra l'altro Capello vinse la più bella finale del Milan. Il 4-0 contro il Barca di Cruijff.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, ventinove ha scritto:

Ma quale sfortuna. 

La realtà é che eri talmente superiore ai rivali che quelle finali dovevi portarle a casa. 

Le ultime due le hai giocate da inferiore contro le squadre che schierano- probabilmente-  i due più grandi di sempre.

In entrambi i casi decisivi in gara secca.

E la presunta mentalità mancata negli ultimi anni é quella che ha portato la squadra a giocarsi le finali provandoci e facendo gol (2 dei 5 segnati in 9 finali) pur perdendole. 

Preferisco provarci e prendere un'imbarcata piuttosto che fare la solita figura da mutanda imbrattata vista nelle edizioni precedenti. Bruxelles, Roma e Monaco escluse. Anche se a Monaco piu che di braccino o gambetta parlerei di superficialità e presunzione.

Ok. 
La Juve, sovente, in finale era superiore alle avversarie e, per tanti motivi, non ha vinto.

 

Tipo, Juventus - Amburgo del 1983, la madre di tutte le finali, dove la Juve ha schierato un 11 epocale (nome per nome, anche superiore a quello del Milan di Sacchi).

 

Però, per favore, quando parliamo di finali e blasone internazionale, ricordiamoci anche delle 11 finali vinte (più una non disputata, quella tra Juve ed Everton, Supercoppa 1986)

 

Perché, ad esempio, questa finale Intercontinentale (visto che Sacchi cita la bellezza del calcio) è passata alla storia per essere stata <<la finale mondiale di club più bella di sempre>>.

 

Il secondo tempo proiettò quella finale nella leggenda

 

Allora, ricordiamoci anche di queste (ed altre) imprese: non solo delle sconfitte in finale... 

 

I

  • Mi Piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
39 minuti fa, Darth Tyranus ha scritto:

Negli ultimi anni solo le (due) spagnole l'hanno vinta, se non siamo big noi non lo sono nemmeno le altre.

Il Chelsea e persino l'inter .doh l'hanno vinta in questi 10 anni... vedi tu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Darth Tyranus ha scritto:

Chelsea ed Inter sarebbero delle big europee?

La Juve lo è ti chiedo io?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, aiace ha scritto:

La Juve lo è ti chiedo io?

Appartiene al club esclusivo di una decina di società massimo, ben al di sopra di altre centinaia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, bonve ha scritto:

urca hai citato il match del secolo, Ali contro Foreman, rumble in the jungle, mitico

ottimo esempio 

Sai che credevo scherzasse ad appoggiarsi alle corde in quel modo fin dall'inizio, e mi chiedevo: "si sente male ?"  :d

Poi quando il gigantesco Foreman andò giù...  :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

comunque mi sembra che arrigo stia facendo parecchi complimenti a max, specie quando scrive che fa crescere i calciatori. Giustamente, dal suo punto di vista, gli chiede di alzare il livello di spettacolarità delle partite..che è poi quello che chiedono anche molti tifosi. Non mi sembrano considerazioni assurde

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cioè credi che vincendo la CL la smetterebbero? hahahahahahahaha
 
Ps. Finché la chiamerete la Maledetta non arriverà MAI
No probabilmente non smetteranno, pensandoci bene.

Sent from my MotoG3 using Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, frankup ha scritto:

Il Milan di Sacchi ha vinto poco con gli acquisti che fece Berlusconi che era lo sceicco del PSG moltiplicato per cento, rapportato alla situazione calcistica di allora. La Serie A era di gran lunga la più ricca, egemone, gli altri campionati erano equirabili alla serie B. Fu capace di perdere con il Marsiglia. La Spagna era un paese ed un campionato povero. Le Inglesi non partecipavano più alle coppe Europee per squalifica. Se la vedeva con il Marsiglia e la Steaua Bucarest.

la spagna un campionato povero non si può leggere...il real e il barcellona erano squadre fortissime anche all'epoca e piallavano regolarmente tutte le italiane che incontravano nelle coppe. Unica eccezione il milan di sacchi. Per il resto tutte le squadre italiane (juve, napoli, inter, sampdoria ecc) sono state eliminate da real o barcellona 

poi se sacchi ha disputato 3 coppe campioni con il Milan e ne ha vinte due, mi sembra assurdo imputargli di aver vinto poco in Europa

infine lo steaua: a parte che aveva vinto una coppa campioni tre anni prima e ai tempi era una squadra più che buona, il Milan affrontò in finale lo Steaua perché in semifinale aveva distrutto il real

Sacchi può essere criticato per mille motivi, però ai tempi è stato il primo allenatore italiano a cambiare il modo di giocare delle squadre italiane. Che per la prima volta hanno iniziato ad applicare massicciamente tattiche più moderne (tipo fuorigioco e pressing alto) ed andare a giocare in trasferta con una mentalità più propositiva

la Roma di Liedolhm ad es. utilizzava la zona ma non faceva assolutamente pressing alto e in trasferta giocava come tutte le squadre italiane dell'epoca, cioè per non prenderle

In questo Sacchi, per l'Italia, è stato un innovatore

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi Subito

Sei già registrato? Accedi da qui.

Accedi Adesso

×

Informazione Importante

Utilizziamo i cookie per migliorare questo sito web. Puoi regolare le tue impostazioni cookie o proseguire per confermare il tuo consenso.