Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

finoallafine1996

La Juventus di Allegri e sindrome di Ivan Lendl fino al 1984

Post in rilievo

1 ora fa, JuvenTao ha scritto:

Questo commento spiega come mai alcuni tifosi juventini non riescano a comprendere i nostri problemi europei 

 

l’utente ha semplicemente centrato il bersaglio con questo topic e la mancanza di mentalità d’attacco va migliorata nella filosofia della Juventus.

 

I gatti dovresti guardarli tu 

non sai qunto hai ragione,ma purtroppo certi utenti sono negazionisti e  non cpiscono che qualche critica fa bene 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, JuvenTao ha scritto:

Balle 

allegri si è impaurito e con barzagli siamo arretrati di brutto

 

 

Ecco, questa è esattamente una balla colossale. 

Anche perché ha cambiato un difensore con un difensore, mica ha tolto un attaccante, semplicemente ha messo centimetri. 

Poi, per carità, lungi da me provare a convincere degli haters : so bene che è impossibile 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, wmontero ha scritto:

Mamma mia
che concentrati di Boiate
Andiamo a Monaco e vinciamo 2 0
A madrid 3 0
E si parla di mancanza di mentalità
Primo ci sono anche gli altri
Secondo ci sono dei limiti insuperabili
Nelle capacità di ognuno
Bayer due cross due gol
Bravura loro ?
Stanchezza nostra?
Ma cosa c'entra la mentalità
MU due punizioni due gol
Pjanic pirlo Dybala ronaldo
Tiratori di primo livello ma non è che ogni punizione sua gol
Mentalità anche questa?
Noi con il Tottenham con i cambi abbiamo cambiato la partita ma nel gioco non nel ....*
Sul tennis non mi esprimo perché al secondo scambio dormo di santa ragione

bisognaritrovaccisi
 

Chiediti allora perché li prendiamo sempre al 90' o poco prima! Li avessimo mai presi all 80 quando hai ancora 10 minuti davanti! Se vai a Monaco e vai sopra 2 a 0 mi aspetto che tieni il vantaggio se sei la miglior difesa del globo terracqueo e se hai mentalità i supplementari non li butti via come abbiamo fatto noi! Contro il Real guarda come ci muoviamo dietro sull azione del rigore, sintomo che mentalmente siamo tutto fuorché inscalfibili come vogliamo fare credere(credi che al 50esimo ci saremmo mossi così?) Quindi è evidente che non siamo in grado di gestire i finali barricandoci e sarebbe meglio giocare normalmente come facciamo durante il match

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo questa mentalità ci penalizza non poco, e non mi riferisco alla partita di mercoledì scorso dove ci sta a 5 dal termine di difendersi, poi se un cog... fa un fallo come quello con il portatore spalle alla porta, beh, l'allenatore, di certo non esente da colpe, nulla può. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho giocato a tennis dal 1980 al 2014, molti anni a livello agonistico; è la passione sportiva della mia vita assieme al calcio, anzi, alla Juventus (a calcio ho giocato fino ai 18 anni, poi ho dovuto scegliere lo sport in cui riuscivo meglio). Ricordo perfettamente il tennis anni ottanta. 

 

Sarò franco: Il paragone mi sembra una evidente forzatura senza molta logica; Lendl era un giocatore dell’est maturato dopo McEnroe perché più dotato fisicamente e meno talentuoso (il talento è innato, la piena maturazione fisica avviene dopo i vent’anni);  è esploso a 23 anni, la cosa più normale del mondo. 

 

Per quanto riguarda la Juventus, la scelta e l’analisi delle partite citate avviene atteaverso una classica operazione di selezione mentale; si scelgono le tessere del puzzle che servono ad avvalorare la propria tesi preconcetta. Ma le tessere sono molte di più e il puzzle molto più conplesso e articolato. 

 

Apprezzo lo sforzo - e l’educazione con cui è stato esposto - ma non condivido praticamente nulla. 

 

In generale (non mi riferisco all’autore del topic) leggo in questo forum una incredibile superficialità nell’emettere giudizi sulla Juve di Allegri, e una ancora più incredibile sottovalutazione del lavoro fatto e dei risultati raggiunti o sfiorati che nulla hanno a che vedere con lo spirito critico. 

 

Prima che qualche minus habens mi dia del fanboy, preciso che ero contrario all’ingaggio di Allegri per il post Conte e che l’ho spesso criticato per le sue scelte; ma non mi va di distorcere la realtà per piegarla alle mie idee preconcette. E, secondo me, la realtà è che con Allegri abbiamo avuto un cambio di mentalità clamoroso a livello internazionale; magari non ancora sufficiente e conpletato, ma clamoroso. E chi non lo scorge per me è palesemente fuori strada.

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, Minor threat ha scritto:

Ma infatti. Oltre al fatto che ci può stare tranquillamente che un ragazzo di 22-23 anni perda in finale contro gente del calibro di Borg o Connors, molto più maturi. 

Che ci perdesse è normalissimo ed era la cosa più giusta, dato che allora aveva qualcosa in meno, così come la stessa Juve negli ultimi anni ha sempre avuto qualcosa in meno di Real, Barca e fino al 2016 pure Bayern... La Juve ha perso però spesso questo genere di partite nei minuti finali, dopo averle anche controllate per larga parte e con l'inerzia a favore e questa è una colpa, così come fu una colpa a mio modo di vedere per il cecoslovacco nel 1983 sciogliere completamente nel quarto set in finale dopo aver perso un terzo set equilibrato! La maturazione è stata soprattutto mentale ed è passata dalla grande ed inaspettata vittoria a Parigi l'anno successivo, ottenuta contro un avversario ancor più forte e proibitivo ( il McEnroe dell' 84 è stato uno dei giocatori più forti mai visti su un campo da tennis, il Connors dell'83 era in leggera fase calante, fu il suo ultimo slam e la penultima finale) di quello contro cui aveva perso 8 mesi prima negli Usa. 

Stessa cosa è avvenuta per Murray; sicuramente inferiore ai 3 mostri davanti, li aveva comunque battuti più volte in finali dei 1000, per poi venire spesso meno negli slam( Nadal battuto 2 volte, sempre perso contro Federer e Djokovic prima dell'arrivo di Lendl); dal 2012 al 2013, si è visto in campo un giocatore diverso, capace di vincere 3 eventi importanti battendo Djokovic o Federer in ognuno di essi ( Olimpiadi,Us e Wimbledon),la stessa semifinale slam contro Roger in Australia nel 2013 vide il difensivo scozzese prendere a pallate per larghi tratti Roger e superarlo per numero di discese a rete ! Nemmeno due settimane dopo Wimbledon Murray si operò alla schiena( problemi evidenti da inizio stagione), quindi almeno in questo caso non ci fu alcuna maturazione fisica, quanto piuttosto un'evoluzione tecnica, tattica e soprattutto mentale.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, Ronnie O'Sullivan ha scritto:

Ho giocato a tennis dal 1980 al 2014, molti anni a livello agonistico; è la passione sportiva della mia vita assieme al calcio, anzi, alla Juventus (a calcio ho giocato fino ai 18 anni, poi ho dovuto scegliere lo sport in cui riuscivo meglio). Ricordo perfettamente il tennis anni ottanta. 

 

Sarò franco: Il paragone mi sembra una evidente forzatura senza molta logica; Lendl era un giocatore dell’est maturato dopo McEnroe perché più dotato fisicamente e meno talentuoso (il talento è innato, la piena maturazione fisica avviene dopo i vent’anni);  è esploso a 23 anni, la cosa più normale del mondo. 

 

Per quanto riguarda la Juventus, la scelta e l’analisi delle partite citate avviene atteaverso una classica operazione di selezione mentale; si scelgono le tessere del puzzle che servono ad avvalorare la propria tesi preconcetta. Ma le tessere sono molte di più e il puzzle molto più conplesso e articolato. 

 

Apprezzo lo sforzo - e l’educazione con cui è stato esposto - ma non condivido praticamente nulla. 

 

In generale (non mi riferisco all’autore del topic) leggo in questo forum una incredibile superficialità nell’emettere giudizi sulla Juve di Allegri, e una ancora più incredibile sottovalutazione del lavoro fatto e dei risultati raggiunti o sfiorati che nulla hanno a che vedere con lo spirito critico. 

 

Prima che qualche minus habens mi dia del fanboy, preciso che ero contrario all’ingaggio di Allegri per il post Conte e che l’ho spesso criticato per le sue scelte; ma non mi va di distorcere la realtà per piegarla alle mie idee preconcette. E, secondo me, la realtà è che con Allegri abbiamo avuto un cambio di mentalità clamoroso a livello internazionale; magari non ancora sufficiente e conpletato, ma clamoroso. E chi non lo scorge per me è palesemente fuori strada.

 

Assolutamente d'accordo con te, io( che sono l'autore del topic) sono un grande estimatore di Max e gli riconosco tantissimi meriti nell'evoluzione mentale della squadra a livello internazionale; si è passati dalle sconfitte contro Galatasaray e pareggi stentati contro il Nordsjelland ad andare a dominare il Dortmund di Klopp e battere i campioni in carica di Ancelotti in nemmeno 9 mesi, con Hernanes in campo per 135 minuti su 180 per poco buttiamo fuori il Bayern di Guardiola, che si poteva permettere di tenere in panca gente come Ribery, mentre la nostra prima riserva era Sturaro.

Dico solo che a questa squadra manca un ultimo step per arrivare a vincere; non per niente nel mio confronto ardito l'ho paragonato a Lendl, uno che già a 23 anni contava qualcosa come 40 titoli vinti in bacheca. E questo step è ancora mentale, perchè diversamente non mi posso spiegare questo atteggiamento remissivo negli ultimi 6 7 minuti di gara ad eliminazione diretta con errori marchiani di concentrazione individuale o  addirittura collettiva o di reparto ( sul rigore contro il Real come ci siamo mossi? E come mai abbiamo sciolto totalmente nei supplementari contro il Bayern quando i favoriti a rigor di logica rimanevamo noi? E come spiegarsi cali di concentrazione importanti in match fondamentali come la partita contro il Napoli lo scorso anno con Koulibaly nemmeno marcato o i due pali concessi alla Roma dopo 80 minuti di dominio proprio nel match prima della sosta?). Qui la squadra deve migliorare e lo si deve riconoscere, non si può fare finta di niente; rientra nella normalità che contro il Cagliari, Frosinone o Sassuolo alla fine giocando bene o male portiamo a casa la vittoria anche sporca, va benissimo l'umiltà che dimostriamo nell'affrontare con il giusto rispetto questi avversari, ma adesso dobbiamo guardare a chi ci è stato davanti in questi anni in Europa e capire dove abbiamo qualcosa in meno! E per me la gestione dei momenti cruciali non è da grande squadra, è ancora troppo emotiva ed insicura e ne paghiamo le conseguenze. Max però a mio modo di vedere dovrebbe evitare di favorire questo comportamento dei ragazzi attraverso scelte remissive e di speculazione ( vedi gli ingressi di Barzagli nei finali) , mirando invece a fargli giocare il finale con serenità e consapevolezza, così come giochiamo il resto della partita contro queste squadre.

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allegri ha il grosso difetto di non spingere le sue squadre a continuare ad insistere nel cercare la via del gol per tutta la partita, nell'arco dei 90 min. entra sempre nell'ottica della "gestione" del risultato e ciò si intuisce chiaramente quando appena la squadra va in vantaggio oppure raggiunge il risultato desiderato molto spesso comincia a rallentare il ritmo con continui retropassaggi.

 

L'esempio più tipico è stato a Madrid dove in quel caso l'obiettivo era di completare la rimonta, appena raggiunto la Juve è sparita dal campio, il Real era completamente nel pallone e si poteva dargli il colpo di grazia con ancora più di mezz'ora da giocare, idem a Monaco

 

In tanti dicono che se avessimo concretizzato di più contro il Manchester sarebbe finita 3/4-0, beh io non sarei cosi convinto, abbiamo continuato a giocare fino all'80ntesimo perchè cercavamo almeno il secondo gol e sul raddoppio temo che ci saremmo fermati molto prima, e anche qui c'è il precedente contro il Tottenham della stagione scorsa, prima mezz'ora spettacolare, 2-0, poi spenta la luce, 2-2

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@finoallafine1996 nella tua analisi per me ci sono delle falle,soprattutto in quanto accomuni singoli episodi non tanto per come si siano verificati ma per il risultato a cui hanno portato.

Ad esempio,metti insieme:

Juve-Man Utd 

Real-Juve

Bayern-Juve

In cui l'unico denominatore comune è l'esito negativo.

Juve-United:partita dominata sotto ogni punto di vista,non vi è stata alcuna scelta di abbassarsi e difendere,la Juve ha provato a segnare per tutta la partita,poi,in seguito all'ingresso di uno dei migliori saltatori del panorama Europeo,si è fatto un cambio per contrastare il suddetto saltatore,pur sempre cambiando un difensore per un difensore,a mio avviso sbagliando,ma non per la volontaria decisione di abbassarsi e difendere,cosa che sarebbe stata tra l'altro assurda contro una squadra come lo United.Speculare vuol dire segnare e rintanarsi,non è ciò che stato fatto.

Real-Juve:a mio avviso qui c'è una bugia nei numeri.Così come all'andata erano bugiardi i numeri del 3-0 per il Real.

Sostanzialmente furono 2 partite giocate bene da entrambe le squadre,un po meglio loro a Torino,un po meglio noi a Madrid,non era giusto il 3-0 a Torino come non lo sarebbe stato a Madrid.Questa sbagliata idealizzazione del match porta a pensare che la Juve la avesse in pugno e potesse chiuderla da un momento all'altro e,probabilmente, un altro gol avremmo anche potuto farlo ma è anche vero che il Real avrebbe potuto anche segnare prima del rigore.

Si potrebbe discutere sul fatto se fosse opportuno effettuare un cambio offensivo per cercare di chiudere piuttosto.

Per quanto mi riguarda,squadra che vince non si cambia per cui,così come penso che contro lo United sia stato sbagliato togliere De Sciglio per Barzagli,penso sarebbe stato sbagliato cambiare a Madrid.

Bayern-Juve:a Monaco,effettivamente,dominammo la gara e il non portarla a casa fu un concorso di colpe,dai giocatori in campo che non riuscirono a triplicare il vantaggio,all'allenatore che sbagliò i cambi,ancora ai giocatori che si fecero beffare uja volta schiacciati.

Il punto cruciale fu l'ingresso di Mandzukic per Morata ma a mio avviso non deve esser visto come un cambio difensivo ma come un,errato,cambio per alzare il nostro baricentro che da qualche minuto aveva iniziato ad abbassarsi.

Probabilmente Allegri puntava a far salire la squadra tramite il croato ma si sbagliò.

I 2 gol subiti poi non furono determinati dalla volontà di abbassarsi e subire ma dall'incapacità di reagire a livello siatecnico ma soprattutto a livello fisico.La squadra era morta,ti ricordo anche che eravamo in emergenza per quella gara ed era palese la difficoltà atletica dei nostri in campo,tanto che al 2-2 non avevo dubbi che ai supplementari ci avrebbero triturati,non ne avevamo più.

3 situazioni molto diverse che non possono essere accomunate se non per il risultato finale.

  • Mi Piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, saxon ha scritto:

Io lendl lo ricordo come giocatore molto emotivo che soffriva enormemente la pressione. Ci furono finali in cui era talmente intimidito da mc enroe o da Connors che venne spazzato via dal campo con dei 3 a zero umilianti.. O anche le finali di Wimbledon . Poi miglioro' ma se vi ricordate era pieno di tic, continuava a tormentarsi le sopracciglia o le corde della racchetta prima di battere.. Segno di un'ansia trattenuta a fatica

Detto questo è un paragone che non mi piace molto perché lendl ha perso più finali di quelle giocate, parecchie in più se contiamo solo quelle contro i giocatori del suo livello

Il suo score è nettamente migliore grazie alle vittorie contro alcuni giocatori inferiori tipo mecir e un altro tizio di cui non ricordo il nome 

Sì, concordo con te, era un giocatore molto emotivo, ma a mio modo di vedere è emotiva anche una squadra che subisce questo genere di rimonte proprio quando la posta in palio sale e si avvicina! E Lendl dal 1984 in poi ha un bilancio positivo nelle finali slam, come dici tu prima ha raccolto anche parziali pesanti dettati più da scoramento che non dalla differenza tecnica ( come posso altrimenti spiegarmi il 60 finale dopo 3 parziali combattutissimi contro Connors nell'83?)!

Piacerebbe pure a me dire che la Juve negli ultimi anni ha dimostrato la ferrea imperturbabilità e solidità di Nadal nei momenti cruciali, ma la realtà è che non è stato così!

Riguardo alla vittorie contro Mecir o Pernfors chi arriva ad una finale slam non è scarso e così come è avvenuto lo scorso anno di buttare quasi all'aria uno scudetto per non avere marcato Koulibaly a 2 minuti dalla fine contro un avversario ben più debole o di essersi tremendamente complicati la qualificazione agli ottavi al primo posto dopo aver dominato la partita 4 giorni fa contro un avversario ben più debole di noi ( stessa cosa avvenne contro il Siviglia 2 anni fa) il Lendl emotivo dei primi anni 80 sarebbe con ogni probabilità stato capace di complicarsi la vita anche contro avversari di livello inferiore al suo, se la posta in palio fosse stata alta.

Occorre a mio parere uno step nella consapevolezza della nostra forza( che non significa la superficialità che ogni tanto mostriamo in campionato, ma solo una maggiore lucidità e serenità nel gestire i finali dei match chiave di una stagione), che ci permetta di non complicarci la vita contro avversari di livello più basso del nostro( Tottenham, Napoli lo scorso anno, ma anche l'Inter o la Roma in alcuni scontri diretti) e di giocarcela senza quella punta di timore riverenziale di troppo contro i grandi rivali europei.

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, finoallafine1996 ha scritto:

Assolutamente d'accordo con te, io( che sono l'autore del topic) sono un grande estimatore di Max e gli riconosco tantissimi meriti nell'evoluzione mentale della squadra a livello internazionale; si è passati dalle sconfitte contro Galatasaray e pareggi stentati contro il Nordsjelland ad andare a dominare il Dortmund di Klopp e battere i campioni in carica di Ancelotti in nemmeno 9 mesi, con Hernanes in campo per 135 minuti su 180 per poco buttiamo fuori il Bayern di Guardiola, che si poteva permettere di tenere in panca gente come Ribery, mentre la nostra prima riserva era Sturaro.

Dico solo che a questa squadra manca un ultimo step per arrivare a vincere; non per niente nel mio confronto ardito l'ho paragonato a Lendl, uno che già a 23 anni contava qualcosa come 40 titoli vinti in bacheca. E questo step è ancora mentale, perchè diversamente non mi posso spiegare questo atteggiamento remissivo negli ultimi 6 7 minuti di gara ad eliminazione diretta con errori marchiani di concentrazione individuale o  addirittura collettiva o di reparto ( sul rigore contro il Real come ci siamo mossi? E come mai abbiamo sciolto totalmente nei supplementari contro il Bayern quando i favoriti a rigor di logica rimanevamo noi? E come spiegarsi cali di concentrazione importanti in match fondamentali come la partita contro il Napoli lo scorso anno con Koulibaly nemmeno marcato o i due pali concessi alla Roma dopo 80 minuti di dominio proprio nel match prima della sosta?). Qui la squadra deve migliorare e lo si deve riconoscere, non si può fare finta di niente; rientra nella normalità che contro il Cagliari, Frosinone o Sassuolo alla fine giocando bene o male portiamo a casa la vittoria anche sporca, va benissimo l'umiltà che dimostriamo nell'affrontare con il giusto rispetto questi avversari, ma adesso dobbiamo guardare a chi ci è stato davanti in questi anni in Europa e capire dove abbiamo qualcosa in meno! E per me la gestione dei momenti cruciali non è da grande squadra, è ancora troppo emotiva ed insicura e ne paghiamo le conseguenze. Max però a mio modo di vedere dovrebbe evitare di favorire questo comportamento dei ragazzi attraverso scelte remissive e di speculazione ( vedi gli ingressi di Barzagli nei finali) , mirando invece a fargli giocare il finale con serenità e consapevolezza, così come giochiamo il resto della partita contro queste squadre.

Premesso che l’ambiente Juve, tutto, compreso noi tifosi, ha un complesso da superare, e fin che non la vinceremo sarà impossibile vivere con serenità (e quindi con lucidità e sicurezza di sè) i momenti topici, come avviene per ogni problema psicologico, io credo che quest’anno - ma aspetto altre verifiche - la squadra stia facendo un ulteriore - forse decisivo - step; le oartite di Valencia e Manchester vanno in questa direzione. 

Nella partira di mercoledì scorso ho visto la squadra attaccare per cercare di chiudere la partita com forse mai le avevo visto fare in CL, eppure le sarebbe bastato il pareggio. Un atteggiamento molto propositivo, e cortoborato a mio parere da un gioco di alto livello e grande qualità. Non abbiamo concretizzato, e ci sta che alla fine subisci il forcing disperato dell’avversario, inferiore ma comunque dotato di elementi che ti possono far male. Non credo che abbiamo deciso di arretrare, è che la partita vive di momenti. 

Che poi Allegri non abbiamo indovinato i cambi è palese, dato che il fallo stupido che ha originato il pareggio è stato commesso da Matuidi e l’altro, inutile, che ha originato il 2-1 l’ha compiuto Barzagli. Ma sono sbagliati col

senno di poi; io li avevo condivisi (Matuidi per Khedira fuori da un mese, Barzagli per un terzino - non per un attaccante - per contrastare la mossa della disperazione del gentiluomo portoghese). 

 

Io sono fiducioso, vedo una grande squadra, determinazione, motivazioni, potenziale ancora inespresso, un tecnico che ha dimostrato di essere all’altezza. Poi, vincere la CL rinane mto difficile per mille motivi che tu ben conosci. 

Vedremo. 

 

PS Bello sapere che altre persone che non conoscevi hanno avuto - hanno - le stesse tue passioni. Anche se io ero tifoso di McEnroe ed io il giorno di quella famosissima finale del Roland Garros (tra l’altro, se non ricordo male, lo stesso del trionfo di Moser su Fignon al Giro) quasi piansi per la delusione. 

 

 Ah, quel giorno, per due set e nezzo, John McEnroe giocò il tennis su terra battuta più bello di tutti i tempi. Un tennis semplicemente  celestiale; a metà del terzo l’incantesimo si ruppe, e oerse 7-5 al qinto. 

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, finoallafine1996 ha scritto:

Chiediti allora perché li prendiamo sempre al 90' o poco prima! Li avessimo mai presi all 80 quando hai ancora 10 minuti davanti! Se vai a Monaco e vai sopra 2 a 0 mi aspetto che tieni il vantaggio se sei la miglior difesa del globo terracqueo e se hai mentalità i supplementari non li butti via come abbiamo fatto noi! Contro il Real guarda come ci muoviamo dietro sull azione del rigore, sintomo che mentalmente siamo tutto fuorché inscalfibili come vogliamo fare credere(credi che al 50esimo ci saremmo mossi così?) Quindi è evidente che non siamo in grado di gestire i finali barricandoci e sarebbe meglio giocare normalmente come facciamo durante il match

Finalmente uno che dice chiaramente che ce la facciamo sotto (o meglio se la fa sotto il nostro grande allenatore) negli ultimi minuti. Abbiamo subito una miriade di rimonte così. Ieri dopo l'Inda anche in Napolesi hanno vinto negli ultimi minuti. Noi invece sempre a subirle le rimonte 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riflessione giusta. Il confronto con il tennis va benissimo perché tu parli, tutto sommato, di psicologia.

Io da settimane sostengo che dobbiamo diventare impavidi, non i furbetti del minutino.

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dieci minuti di applausi e standig ovation!!! È ora di finirla con questo atteggiamento da perdenti, capito mister Allegri? Capito società Juventus? Queste cose non si pagano solo sul campo, le paghi anche come credito a livello mondiale! Se fosse stata una finale di Champions? Non oso nemmeno pensare cosa saremmo diventati agli occhi  del mondo intero!!! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, juveprof58 ha scritto:

Dieci minuti di applausi e standig ovation!!! È ora di finirla con questo atteggiamento da perdenti, capito mister Allegri? Capito società Juventus? Queste cose non si pagano solo sul campo, le paghi anche come credito a livello mondiale! Se fosse stata una finale di Champions? Non oso nemmeno pensare cosa saremmo diventati agli occhi  del mondo intero!!! 

E dire che se sei del '58 di esperienza - anche piu' di me - per "osare" sulle finali di CL ridicole ne hai. Purtroppo..    :sad:

 

il "tragico/ridicolo" l'abbiamo superato da parecchio.

1 minuto fa, undici ha scritto:

Sembra una rubrica di super tennis, mancano Rino Tommasi e Gianni clerici

e Ubaldo Scannagatta  :uhmm:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti



Chiediti allora perché li prendiamo sempre al 90' o poco prima! Li avessimo mai presi all 80 quando hai ancora 10 minuti davanti! Se vai a Monaco e vai sopra 2 a 0 mi aspetto che tieni il vantaggio se sei la miglior difesa del globo terracqueo e se hai mentalità i supplementari non li butti via come abbiamo fatto noi! Contro il Real guarda come ci muoviamo dietro sull azione del rigore, sintomo che mentalmente siamo tutto fuorché inscalfibili come vogliamo fare credere(credi che al 50esimo ci saremmo mossi così?) Quindi è evidente che non siamo in grado di gestire i finali barricandoci e sarebbe meglio giocare normalmente come facciamo durante il match

Chiediti perché non lo facciamo

Tre grandi allenatori nel periodo storico mio hanno sofferto della sindrome di questo tizio che giocava a tennis
Trap lippi allegri
Gli altri non li considero nemneno perché non ci azzeccano un cavolo
Trap Atene Lippi ......scegli tu tra le varie opzioni allegri lo abbiamo sotto gli occhi
Sfortuna ?
Non al 100 % ma al 90 % si altrimenti non si spiega di Matteo e l'inter che ante e postea ritornò nell'anonimato o il milan che con un gol in semifinale elimino' l'inter e vinse la finale
Mentalità europea?
Il fatto è che per vincere alla lotteria prima di tutto bisogna comprare il biglietto poi....sperare
Il.real per la decima ha speso e penato
Poi gli è girata rischiato di non arrivare in finale ed invece vinto coppa
Questo per un discorso generale perché non voglio pensare minimamente che tutto quel romanzo iniziale fosse per criticare allegri Altrimenti.........TSO IMMEDIATO




bisognaritrovaccisi

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, wmontero ha scritto:


 


Chiediti perché non lo facciamo

Tre grandi allenatori nel periodo storico mio hanno sofferto della sindrome di questo tizio che giocava a tennis
Trap lippi allegri
Gli altri non li considero nemneno perché non ci azzeccano un cavolo
Trap Atene Lippi ......scegli tu tra le varie opzioni allegri lo abbiamo sotto gli occhi
Sfortuna ?
Non al 100 % ma al 90 % si altrimenti non si spiega di Matteo e l'inter che ante e postea ritornò nell'anonimato o il milan che con un gol in semifinale elimino' l'inter e vinse la finale
Mentalità europea?
Il fatto è che per vincere alla lotteria prima di tutto bisogna comprare il biglietto poi....sperare
Il.real per la decima ha speso e penato
Poi gli è girata rischiato di non arrivare in finale ed invece vinto coppa
Questo per un discorso generale perché non voglio pensare minimamente che tutto quel romanzo iniziale fosse per criticare allegri Altrimenti.........TSO IMMEDIATO




bisognaritrovaccisi
 

È sempre tutto per criticare Allegri....ci mancava solo la sindrome di Lendl...

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

questa squadra non ha i giocatori per fare un gioco preponderente difensiovo o catenacciaro, questa squadra per vere posseso e dominare il adversario con una tenuta alta ... ma allegri vuole fare un ragazzo alto di 1,95 metri fare il gimnasto ... non e posibile

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Analisi interessante che verte sulla capacità mentale in certi momenti decisivi. Però mentre nel tennis la testa da allenare è una sola,nello sport di squadra sono 24-25...è più complicato. ...però nn la vedo tragica.Abbiamo migliorato sensibilmente quest'anno.Con il Valencia ho visto una Juve determinata e caparbia.Con il Manchester spettacolare ma poco concreta.Quando miglioreremo questo aspetto saremo devastanti.Poi sulle finali. ...prima o poi la ruota girerà. ..la fortuna dobbiamo anche cercarla.Cmq il concetto  la miglior difesa è l'attacco...mi fa sorridere.Devi saper difendere quando è necessario e quando hai la possibilità concretizzare.Molto semplice...a parole.Spero che quando sarà il momento la butteremo dentro..ci sarà la partita con 2 occasioni e faremo 3 gol😆😆

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, juveprof58 ha scritto:

Dieci minuti di applausi e standig ovation!!! È ora di finirla con questo atteggiamento da perdenti, capito mister Allegri? Capito società Juventus? Queste cose non si pagano solo sul campo, le paghi anche come credito a livello mondiale! Se fosse stata una finale di Champions? Non oso nemmeno pensare cosa saremmo diventati agli occhi  del mondo intero!!! 

È lo stesso pensiero che ho avuto io e, purtroppo, ritengo non improbabile che qualcosa di simile possa accadere in partite con esito immediato, cioè eliminazioni o finali.

Si deve lavorare per invertire il mantra "per far venire la tremarella alla Juve digli che è una finale".

Certo che se quando sei in vantaggio ti rintani in difesa, dai un messaggio di inadeguatezza alla squadra.

Allegri è bravo e intelligente ma contro natura, la sua, non può andare.

Abbiamo il migliore organico del mondo, insieme ad altre due/tre squadre, non ricapiterà tanto spesso, fare i pavidi, a parte i rischi, deprime la squadra, toglie autostima.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi Subito

Sei già registrato? Accedi da qui.

Accedi Adesso

×

Informazione Importante

Utilizziamo i cookie per migliorare questo sito web. Puoi regolare le tue impostazioni cookie o proseguire per confermare il tuo consenso.