Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Sign in to follow this  
VincentJuventus

Ronaldo, il primo maestro: "Vi svelo due retroscena". Rui Costa: «CR7 è felice alla Juve»

Recommended Posts

Quoto

"Voglio diventare il miglior giocatore del mondo". Lo ripeteva in continuazione un giovane Cristiano Ronaldo, tra un passaggio e l'altro, tra una corsa e l'altra, tra le mura dell'Academia dello Sporting. A raccontarlo è Joao Couto, allenatore di CR7 nell'Under 19 biancoverde (2001-02) e "primo" maestro del fenomeno portoghese, che a Tuttosport spiega: "Che Cristiano ripetesse di voler diventare il miglior giocatore del mondo non è una leggenda, a me l'ha detto tante volte a quei tempi. Io? Sorridevo, ma non gli ho mai riso in faccia perché non avevo mai visto prima - e neppure dopo - un ragazzo così ambizioso e affamato: e io qui ho allenato anche altri nazionali, tipo Quaresma, Nani, Moutinho... Piuttosto dicevo a Cristiano: se vuoi diventare il migliore, devi lavorare molto e seguire le istruzioni dei tuoi allenatori. La verità è che Cristiano, oltre ad avere qualità tecniche e fisiche straordinarie, aveva già di suo la cultura della fatica. Non si accontentava mai, finito l'allenamento trascorreva due ore da solo in palestra. E quasi sempre svolgeva anche un programma personalizzato con l'allenatore della prima squadra. Provava e riprovava i dribbling, i tocchi di palla, i tiri. E poi era competitivo a un livello incredibile". 
 
DA RAGAZZINO - "Si vedeva che era da Pallone d'Oro? Io ero convinto che, con tutto quel talento e quello spirito, sarebbe diventato uno dei migliori. Se adesso è il numero uno - e lo è senza dubbio - è perché ha accompagnato le qualità con una mentalità straordinaria". 
INSEGNAMENTI - "Individualmente aveva poco da imparare, ma l'Accademia dello Sporting lo ha aiutato a migliorare a livello di gioco di squadra, tatticamente e difensivamente". 
RONALDO JUVENTINO - "E' nel club giusto. Lui ha bisogno di una società ambiziosa e competitiva come lui e la Juventus lo è, perché ogni anno lotta per vincere tutto".
OGGI - Nella giornata odierna, Ronaldo, ritroverà una partita ufficiale della Nazionale, dopo 9 mesi di assenza. Il portoghese sarà in campo alle 20.45, nel giorno successivo alla decisione della Uefa, che ha ritenuto il suo gesto non degno di valere una squalifica. 

Fonte: Il Bianconero.com

 

Quoto

Il ds del Benfica, ex numero 10 di Fiorentina e Milan è stato prima uno degli idoli di Cristiano Ronaldo e poi suo compagno di squadra nel Portogallo

INVIATO A LISBONA - Stadio Da Luz, primo piano. L'ufficio di Manuel Rui Costa affaccia sul campo del Benfica. L'ex numero 10 di Fiorentina Milan, che dal 2008 è il ds del club biancorosso, ha 47 anni, ma è ancora asciutto come quando dispensava assist a Batistuta Shevchenko... «Mi tengo in forma con le partite delle leggende, questo weekend sarò protagonista col Milan. Il club rossonero e la Fiorentina sono sempre nel mio cuore». Rui Costa alla domenica potrebbe tranquillamente vedere le partite del Benfica e le magie del gioiellino Felix dalla propria scrivania. «Preferisco gustarmelo dalla tribuna. E in allenamento. E' un 19enne fantastico». In Italia Felix è stato associato alla Juventus e a Cristiano Ronaldo«Qualcuno lo ha definito anche il mio erede. O il nuovo Kaká. La verità è che Felix è solo Felix. Possiede un senso del gioco straordinario e ha una capacità rara: sa indovinare in anticipo quello che accadrà davanti alla porta. E' un numero 10 moderno, una seconda punta con un notevole senso del gol, ha segnato 10 reti in campionato».

 

[...]C'è chi dice che la Juventus e l’Italia debbano ringraziare anche lei e Paulo Sousa per l'affare Cristiano. CR7 ha detto che da piccolo si era appassionato alla serie A grazie voi. «È vero, lui è umile e non dimentica quei tempi. Onestamente, nel momento in cui ha deciso di lasciare il Real, non mi ha stupito la scelta della Juve. Cristiano non ha paura di affrontare nessuna novità. Ha vinto tutto in Inghilterra e Spagna e adesso vuole ripetersi in Italia. E' il migliore al mondo, nelle difficoltà è sempre decisivo. E poi vi sembra uno di 34 anni? I bianconeri in un colpo solo hanno fatto un triplice affare: hanno preso il numero uno del pianeta, un atleta straordinario e con questa operazione hanno rilanciato il club a livello mondiale. Guardate la tripletta all'Atletico. Noi portoghesi siamo di parte, è vero, però prima della partita dicevo con un mio amico: la squadra di Simeone non subisce mai gol, la Juve per passare ha solo una possibilità, che Cristiano azzecchi una serate delle sue. E' successo proprio questo. È stratosferico. E, guardandolo dall'esterno, alla Juve sembra molto felice».

 

FONTE: Tuttosport

Edited by LadyJay
Aggiunto articolo con dichiarazioni Rui Costa

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, Aldo59 ha scritto:

Resta in me il rimpianto di averlo avuto a fine carriera.

Ma ringraziamo iddio!!!!

 

Se Salas avesse accettato il trasferimento sarebbe arrivato giovanissimo e se ne sarebbe andato nel 2006 a seguito della farsa dei prescritti. O peggio lo avrebbero preso i prescritti. Come con Ibra. 

 

Avremmo dovuto svenderlo e di sicuro non ci avrebbe portato tutto l'appeal mediatico che ci ha portato.

  • Mi Piace 13
  • Grazie 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
53 minuti fa, The Advocate ha scritto:

Ma ringraziamo iddio!!!!

 

Se Salas avesse accettato il trasferimento sarebbe arrivato giovanissimo e se ne sarebbe andato nel 2006 a seguito della farsa dei prescritti. O peggio lo avrebbero preso i prescritti. Come con Ibra. 

 

Avremmo dovuto svenderlo e di sicuro non ci avrebbe portato tutto l'appeal mediatico che ci ha portato.

Già...probabilmente sarebbe andato alle m3rd3...e avrebbe forse fatto svoltare l'Inter anche sul fronte merchandising...

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, The Advocate ha scritto:

Ma ringraziamo iddio!!!!

 

Se Salas avesse accettato il trasferimento sarebbe arrivato giovanissimo e se ne sarebbe andato nel 2006 a seguito della farsa dei prescritti. O peggio lo avrebbero preso i prescritti. Come con Ibra. 

 

Avremmo dovuto svenderlo e di sicuro non ci avrebbe portato tutto l'appeal mediatico che ci ha portato.

Quotissimo, le cose vanno bene come sono ora.

 

A questi ragionamenti da "Cosa sarebbe successo se...." tra l'altro non ho mai creduto. Potrebbe essere accaduto tutto o niente. Il percorso che CR7 ha fatto lo ha portato ad essere il migliore del calcio mondiale, come si puó essere sicuri che avrebbe fatto lo stesso percorso se avesse giocato in altre squadre (altamente improbabile ma nella vita non si sa mai)?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è umano...sono serio e non fraintendetemi per quello che sto per scrivere:

 

solo 2 volte ho visto gente, tantissima gente, piangere di gioia e piena di fede negli occhi...

 

Nel 1998 a Vercelli quando ci fu il Papa (Woytila)

Il 12 Marzo scorso nelle tribune dello stadium

 

.sisi

  • Mi Piace 1
  • Haha 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, jbcool ha scritto:

Maledetto Salas...

sarebbe stato ricordato piu' per gli scudetti revocati e la serie b, oltre al fatto che difficilmente avrebbe accettato la serie b, ma anche fosse, nella juve degli innominabili sarebbe scappato a gambe levate dopo poco tempo.. oggi il mondo ricorderebbe del ronaldo juventino come di una brutta parentesi della sua carriera... invece ora è il numero uno e non uno sbarbatello, il numero 1 5 volte pallone d'oro che forse porterà la champions a torino e diventereà un mito... no, salas va ringraziato.. poi credo che i calciatori vengano molto di piu' ricordati nelle ultime squadre dove hanno giocato... vedi pirlo, vedi zidane..

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, AntiJuventinoDiventiPazzo ha scritto:

sarebbe stato ricordato piu' per gli scudetti revocati e la serie b, oltre al fatto che difficilmente avrebbe accettato la serie b, ma anche fosse, nella juve degli innominabili sarebbe scappato a gambe levate dopo poco tempo.. oggi il mondo ricorderebbe del ronaldo juventino come di una brutta parentesi della sua carriera... invece ora è il numero uno e non uno sbarbatello, il numero 1 5 volte pallone d'oro che forse porterà la champions a torino e diventereà un mito... no, salas va ringraziato.. poi credo che i calciatori vengano molto di piu' ricordati nelle ultime squadre dove hanno giocato... vedi pirlo, vedi zidane..

 

Però magari avremmo qualche Champions in più... Comunque non ti preoccupare, me lo godo anche adesso..

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, jbcool ha scritto:

Però magari avremmo qualche Champions in più... Comunque non ti preoccupare, me lo godo anche adesso..

Non ne sarei così sicuro, la svolta nella sua carriera fu il 2006/07, quando lui e Rooney dovettero caricarsi sulle spalle l'attacco dello United, privo di una prima punta di livello mondiale quale Van Nistelrooy. Lì vennero fuori tutte le sue potenzialità e lo United "svoltò".

Da noi c'erano Nedved, Del Piero e Trezeguet che avrebbero ridotto il suo margine d'azione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Aldo59 ha scritto:

Resta in me il rimpianto di averlo avuto a fine carriera.

Resta la fortuna di averlo avuto almeno a fine carriera ( e per adesso che fine carriera!)

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Aldo59 ha scritto:

Resta in me il rimpianto di averlo avuto a fine carriera.

Considerando quello che sarebbe successo dopo, probabilmente avremmo rischiato di perderlo per una delle milanesi rimaste impunite, alla Vieira o Ibrahimovic... quindi alla fin fine quasi meglio che sia venuto da noi adesso sefz 

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito: mai visto un calciatore elevarsi quanto lui per un colpo di testa.  Contro l'Atletico, il primo tempo,  ha fatto un colpo di testa (palla andata abbondantemente fuori) ma si è elevato un metro sopra gli altri che hanno comunque saltato...una cosa aliena, fuori dal mondo. Non è facile andare a colpire la palla a tre metri di altezza dopo uno scatto fulmineo, a volte la genialità è fatta da tanti fattori messi insieme.

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'infermiera che gli ha messo il braccialetto quando è nato non ha ancopra parlato?

 

ha detto di voler diventare il miglior giocatore al mondo, caspita nessun bambino ha mai pensato una roba simile...predestinato

 

chiaro che cr7 non c'entra nulla, ma conme si fa a scrivere robe simili

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quoto

prima della partita dicevo con un mio amico: la squadra di Simeone non subisce mai gol, la Juve per passare ha solo una possibilità, che Cristiano azzecchi una serate delle sue.

La stessa cosa che ho detto a mio figlio che non ci credeva. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un giorno racconterò a mio nipote di aver visto dal vivo. ..

Platini

Maradona 

Baggio 

E cr7

  • Mi Piace 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.