Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Vivachile

Abbonamenti Juventus 2019/20 al via il 25/6. Prezzi rinnovi e nuove sottoscrizioni

Recommended Posts

7 ore fa, Moggic ha scritto:

Posto questo articolo visto che si parla comunque di Economia e Soldi

 

Ma veramente ti metti a spammare un articolo di Dagospia?
E, di grazia, dov'è che questo articolo spazzatura parla di abboanmenti?
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 ore fa, JuveMyLove ha scritto:

L’ho scritto. Se ti impegni a leggere, lo capisci.

 

Possono aumentare perché per 4-5000 persone che non rinnovano, trovano 4-5000 occasionali. Diverso é se fossero 32.000 da dover trovare. Comunque é tutto scritto. Commenti utili per favore.

niente, è troppo distante dai tuoi concetti.

Quello che non si sta impegnando sei tu.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 26/6/2019 Alle 23:19, PiazzaSanCarlo ha scritto:

La mia risposta, evidentemente, la conosci. Ora voglio leggere la tua.

Eccomi, non mi sono scordato ma dovevo trovare il giusto tempo per replicare.

 

Quoto

 

Apprezzo la tua spiegazione ma non condivido quasi nulla.
 

Comincerei con l'analisi del bacino d'utenza che proponi.
Innanzitutto vorrei contestare un po' dei numeri su cui basi il tuo ragionamento.

Poi entrare nel merito della questione stadio, prezzi biglietti, rapporto società tifoseria.
La Baviera è una regione che ha una superficie di circa 70k km2.

Vale a dire l'equivalente di Piemonte, Liguria, Lombardia e Veneto.
Proprio come accade per Torino rispetto al territorio menzionato, Monaco si trova in una posizione decentrata rispetto alla sua area di riferimento, nell'estremo sud della Germania a poca distanza dalle zone monuose alpine. Quindi la "scomodità" di raggiungere Monaco per il resto dei bavaresi, non è diversissima da quella di Lombardi, Veneti e Liguri per raggiungere Torino. A livello geografico è un bacino d'utenza paragonabile.

La città di Monaco conta circa 1.6 milioni di abitanti. La sua area metropolitana circa 2,7 milioni di abitanti.
Torino ne fa 900k scarsi e la sua area metropolitana (prima cintura) si attesta su 1,6 milioni di abitanti. Vero, Monaco è più grande, ma non eccessivamente.
Quando dici che Monaco è più grande di Torino e Milano messe insieme dici una cosa errata, dal momento che Milano ha circa 1,4 mln di abitanti, e la sua area metropolitana conta circa 4,5 milioni di persone

1.4 + 900k = 2.3 milioni contro 1.6. 
6.1 milioni contro 2.7 milioni per le aree metropolitane. Più del doppio.

Analizziamo i numeri dei teorici bacini di utenza che ho individuato.
Dici che la Baviera ha 20 milioni di abitanti. Un'altra volta basi i tuoi ragionamenti su numeri errati. La Baviera ne ha 13.
Piemonte (4.3) + Lombardia (10.2) + Liguria (1.5) + Veneto (4.9) ne hanno circa 21 milioni. 
Se anche non considerassimo il Veneto, ci sarebbe comunque nel solo Nord Ovest, un bacino d'utenza potenziale superiore a quello Bavarese.

Il Bayern Monaco è di gran lunga la squadra più vincente e con maggior seguito di Germania. 
Per quanto questi numeri valgano poco, ha un seguito stimato di circa 14 milioni di tifosi tedeschi. 
La nostra tifoseria è stimata in numeri paragonabili, anche se il numero di abitanti della Germania è di 80 milioni, contro i 60 dell'Italia.

Possiamo quindi dire che all'incirca un tedesco su 5 è tifoso del Bayern in Germania. Uno su 4 è tifoso della Juve in Italia. Gli altri si dividono tra tifosi di altre squadre e "non tifosi".
E' vero che il nostro bacino di utenza è presidiato dalle 3 e più tifate squadre italiane, e probabilmente in Baviera la concentrazione di tifosi del Bayern è più marcata. Ma non credo di andare distante dalla realtà se dicessi che anche solo un abitante su 5 (stima prudente) dell'area di riferimento tifi Juventus. 21/5 = 4.2 milioni. 
Facendo lo stesso discorso per la Baviera, considerando una percentuale maggiore della media nazionale, diciamo 1 su 4, otteniamo 13/4= 3.25 milioni.

 

Numeri che non contestualizzi.

 

Piemonte, Lombardia, Liguria e Veneto fanno circa 21 milioni, vero.

MA QUANTE SQUADRE CI SONO in queste regioni? 

Juventus, Torino, Milan, Inter, Genoa, Sampdoria, ecc., ecc. 

Ognuna con il suo bacino importante di tifo.

 

Perchè me la paragoni con la Baviera che ne ha 13 e dove TUTTI tifano il bayer perchè è l'UNICA SQUADRA di quella distesa sconfinata?

 

è corretto secondo te paragonare una zona condivisa da tante squadre di prima fascia, con una zona dove regna la supremazia assoluta di una singola squadra?Perchè parli di 1 abitante su 4, quando gli altri 3 NON HANNO ALCUNA altra scelta da tifare, mentre nella zona italiana da te indicata è PIENA delle squadre più importanti, storiche e vincenti d'Italia?

 

Dai su, è molto forzato questo calcolo.

 

Torno a ripetere che per me non sono realtà paragonabili.

 

Ma dato che sono i numeri a parlare, facciamo questo calcolo. 

Da numeri che trovo online:

Tifosi Juventus Piemonte e Valle d'aosta 35%. A seguire Torino 30%, inter 11, milan 11.

Tifosi Juventus Veneto 28%, a seguire Milan 22, inter 17.

Tifosi Juventus Liguria 20%, prima Genoa con 24% poi Samp con 21%, Milan 11 ed inter 10.

Tifosi Juventus Lombardia 22,5%, prima Inter con 27%, poi Milan 26%.

 

Quindi, tradotto ed AMMESSO CHE OGNI ABITANTE SIA TIFOSO:

Dal Piemonte su 4,3 milioni, hai 1/3 dei tifosi, diciamo 1,5 milioni?

Dal veneto su 5 milioni hai 1,6 milioni.

Dalla Liguria su 1,5 milioni ne hai 0,3 milioni.

Dalla Lombardia su 10,2 milioni ne hai 2,5 milioni potenziali.

 

QUESTI sono i numeri: 1,5+1,6+0,3+2,5= 5,9 milioni.

 

Tra questi 5,9 milioni DOVREBBERO ESSERE TUTTI tifosi. 

Ma comunque il tuo bacino è questo.

Perchè il resto della popolazione tifa Inter, Milan, Genoa, Samp, ecc., ecc.


Questa cosa in Bavaria NON c'è, perchè UNICA SCELTA è il Bayer.

 

Torno a ripetere la domanda: 5,9 milioni è paragonabile a 13?

 

A casa mia è quasi 1/3. 

GUARDA CASO QUASI la differenza che balla tra il nostro stadio ed il loro.

 

Quindi NON puoi fare la stessa offerta.

 

Quoto

Veniamo al punto stadio.
Mi dici che noi facciamo così perchè abbiamo lo stadio troppo piccolo, mentre il Bayern si può permettere di trattare bene i suoi tifosi perchè il loro stadio è più grande.
Ok, anche prendendo per buono il tuo ragionamento, il punto è un altro: perchè a parità di potenziale, e costruiti i nuovi stadi nello stesso periodo storico, loro hanno uno stadio da 75.000 posti e noi da 42.000? 

La risposta è semplice: perchè loro hanno seguito un modello di business diametralmente opposto al nostro.

In molti, tu compreso, dite: "E' ovvio, il Delle Alpi era sempre vuoto, uno stadio più grande non lo riempiremmo".
Quando leggo questa cosa mi viene da sorridere: in primis perchè si sta parlando di aumenti di costo spropositati giustificati da una domanda che supera di gran lunga l'offerta. Non capisco come si può dire che non si sarebbe riempito, quando negli ultimi anni hanno più volte dichiarato che a fronte dein 28.000 disponibili, il club aveva ricevuto richieste per 60/70.000 abbonamenti.
In secondo luogo perchè la realtà è un altra.
Lo stadio Delle Alpi era il peggior stadio possibile: freddo, inadeguato, architettonicamente sbagliato. Infruibile. 
Nonostante ciò fino a fine '90 era uno stadio che si riempiva abbastanza, a volte fino all'esaurito e non solo per le partite di cartello. E' vero, dalla TV sembrava sempre vuoto: certo, sfido chiunque a riempire il primo anello del Delle Alpi, dove semplicemente la partita non si vedeva (sono stato abbonato dai 14 ai 19 in SUD1).
Ad un certo punto da Piazza Crimea hanno cominciato a maltrattare i tifosi: prima aumenti di prezzo insensati; poi la cancellazione delle differenze di prezzo tra anelli (da un anno all'altro c'è chi si è trovato a dover pagare l'abbonamento il 100% in più); poi la "riorganizzazione" dei club, con le assurde imposizioni sui limiti minimi di iscritti o sul pizzo da pagare alla società a fronte di NULLA. 
La vera emorragia di tifosi dallo stadio è cominciata nel 2001 per arrivare al 2004 in un numero di abbonati dimezzato rispetto a 5 anni prima. Non compensata da tifosi "occasionali" che comunque non ritenevano congrui i prezzi che ormai avevano raggiunto i singoli biglietti (nel 2003 Juventus Real Madrid costava già 60€ in curva, l'altra semifinale a Milano aveva prezzi che partivano dai 14€ se non ricordo male). Il tutto accompagnato spesso e volentieri dalle parole al vetriolo di Giraudo, Moggi, Gai etc... nei confronti della tifoseria.
Così siamo arrivati agli anni decisivi, quelli pre-calciopoli. Quelli del Delle Alpi sempre desolatamente vuoto. 

Secondo te erano fattibili delle previsioni sull'effettiva affluenza di pubblico nel nuovo Stadium, basandosi su dati raccolti in quegli anni al Delle Alpi?
No. Infatti in realtà non l'hanno fatto, l'hanno solo raccontato.
Il nostro stadio è stato fatto VOLUTAMENTE molto piccolo. L'idea originale era di investire ancora meno e farlo ancora più piccolo. Giraudo ai tempi ipotizzava uno stadio costruito all'interno dell'involucro del Delle Alpi. Uno stadio da meno di 20.000 posti, quasi tutti premium e con svariate file di Skybox sui 4 lati. Investire il meno possibile e guadagnare il più possibile. I soldi veri poi si sarebbero fatti con sponsor e diritti TV.
Il progetto poi è cambiato (fortunatamente) ma il modello perseguito è rimasto quello ed oggi ne vediamo le conseguenze.

A Monaco la situazione non era diversa: il Bayern giocava in uno stadio che sì era meglio del Delle Alpi, ma neanche troppo. In quegli anni l'Olympiastadion era spesso e volentieri semivuoto. La tifoseria del Bayern dispersa su tutto il territorio nazionale, considerata fredda, viziata e distaccata.
Semplicemente a Monaco hanno creduto che in ogni caso saerebbe stato meglio scommettere su quel bacino d'utenza enorme, costruire uno stadio da quasi 70.000 posti e pensare che sarebbe poi stato compito loro riempirlo. 
Le politiche di prezzo sono state ragionevoli e la domanda è stata subito altissima, proprio come allo Stadium.
Nonostante questo i prezzi non li hanno mai alzati e nel frattempo si sono battuti con altre società per ottenere le "standing areas" nelle curve, aumentando a costo zero le capienze di tutti gli stadi facendo un enorme regalo al proprio pubblico più affezionato.

Perchè? Semplice, perchè i tedeschi non sono pecore come noi. Quando hanno riformato il sistema calcio in Germania,. l'hanno fatto a tutti i livelli, ma senza mai perdere di vista un visione che sta alla base di tutto e che mette sempre e comunque le persone al centro del mondo del calcio. Il "modello tedesco" non è una copia malcagata del modello inglese o americano. Il modello tedesco è stato studiato in Germania sulla base delle esigenze dei tedeschi. Funziona bene perchè se lo sono costruito su misura.
La voce dei tifosi è importante come tutte quelle delle altre componenti del sistema. Succede così che si rispetta l'essenza del calcio, quella che già ho definito come la sua componente universale, popolare e folkloristica. Ma dall'altra parte non si rinuncia ad evolversi ed a crescere. I club cercano di coinvolgere tutti, tutti si sentono parte del club, tutti lasciano volentieri il loro contributo. I fatturati crescono comunque. Se andassi a vedere cosa ruota intorno ad una partita di calcio in Germania, capiresti cosa scrivo.

Mentre il Bayern abbasa i prezzi ed amplia uno stadio già grande cercando soluzioni che accontentino tutti, noi stiamo ancora a ripeterci che "uno stadio da 60.000" sarebbe sempre vuoto. Dimenticandoci che se uno stadio rimane vuoto nonostante un bacino di utenti potenziali così grande, per le logiche commerciali di cui amate parlare, la colpa è di chi non lo sa riempire.

Queste nostre politiche di prezzo sono semplicemente conseguenza di una visione del calcio e del business diametralmente opposta.
Semplicemente la Juve vede noi tifosi come polli da spennare fino all'ultima goccia, senza un minimo di lungimiranza. Non ci hanno mai rispettato, sempre trattati con disprezzo, mai considerati né noi né le nostre esigenze. 
I danni che sta facendo la Juve a sé stessa li vedremo a lungo termine.

A questo punto mi direte che "è giusto che facciano così, la Juve non è una onlus ma una SPA il cui obbiettivo è il profitto".
Ho una visione diversa di ciò che dovrebbe essere un club di calcio e del rispetto che dovrebbe avere chi lo gestisce nei confronti della storia del club stesso e dei tifosi che ne determinano l'esitenza. Però prendo per buona quest'osservazione.

La mia domanda quindi è conseguenza del vostro ragionamento: visto che (come ho già osservato nel mio "papirozzo" precedente) una politica di prezzo dissennata porta un vantaggio di uno o due punti percentuali di fatturato, rispetto ad una politica oculata e rispettosa dei tifosi, vale la pena comportarsi così?

Scusa ma tutta questa parte è conseguenza di ciò che scrivo sopra, quindi NON la condivido in toto.

Loro hanno potuto fare uno stadio più grande per le ragioni su dette.

 

Con questo, attenzione, non voglio dire che la dimensione del nostro stadio sia corretta e che la politica prezzi sia in senso lato corretta.

è corretta economicamente se hai uno stadio da 40.000 posti. 

Per me la Juve avrebbe potuto fare uno stadio da 75.000 posti? Magari no. Ma sono convinto che da 55.000-60.000 posti lo avrebbe potuto fare e trovare una politica mediata tra questa "elitaria" e quella "popolare".

Io non sono un uomo della società, dico semplicemente che sono obbligati a fare certe politiche per via della dimensione che oggi hanno e della domanda che c'è.

Quindi se passano da 100 a 120 euro a biglietto ci sarà ancora domanda. 

Se passano da 120 a 150, ci sarà ancora domanda.

Perchè uno stadio cosi piccolo lo riempi sempre.

 

Non voglio paragonarmi al bayer perchè se loro chiedessero 120 euro da 100 che ne chiedevano, avrebbero settori più vuoti. 

 

Io credo, come ogni cosa, che la verità sia nel mezzo tra il tuo punto di vista ed il mio.

Uno stadio da 55-60000 posti con una politica attenta sia al medio che al grande, sarebbe stata più adatta.

Purtroppo però in quegli anni c'erano manager che vedevano le cose in modo differente.

 

Quoto

A questo punto mi direte che "è giusto che facciano così, la Juve non è una onlus ma una SPA il cui obbiettivo è il profitto".
Ho una visione diversa di ciò che dovrebbe essere un club di calcio e del rispetto che dovrebbe avere chi lo gestisce nei confronti della storia del club stesso e dei tifosi che ne determinano l'esitenza. Però prendo per buona quest'osservazione.

Per favore non usare la terza persona con me, per cose che non dico e che supponi che io dirò :)

La Juve non è una Onlus ma il profitto può passare attraverso diverse modalità di fan engagement. 

Che sia sui social, allo stadio, con la tecnologia, con tutto ciò che vuoi ma è ovvio che le società di calcio vivono con i Fan. Non solo quelli dello stadio magari ma è ovvio che c'è sempre un sottile equilibrio tra un fan da stadio che viene e ti da i soldi e rimane contento ed una mera vacca da mungere, che poi non tornerà mai.

Alla regola di ogni commercio, anche della bottega, è ovvio che un cliente fidelizzato e contento è meglio di uno che spenni una volta ed una tantum.

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 26/6/2019 Alle 23:29, PiazzaSanCarlo ha scritto:

Ma veramente ti metti a spammare un articolo di Dagospia?
E, di grazia, dov'è che questo articolo spazzatura parla di abboanmenti?
 

sto Moggic pare voglia crearsi un personaggio. è quello di Guardiola vero?

Share this post


Link to post
Share on other sites

premesso che la baviera è un bacino decisamente superiore al piemonte.

non conta una mazza.

ho amici tedeschi che mi hanno raccontato che il bayern e la juventus della germania e arrivano da ogni dove.

quindi il bacino di utenza conta ma non è l ago della bilancia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posto questo articolo visto che si parla comunque di Economia e Soldi

Dagospia choc: Elkann frena le ambizioni della Juve e del cugino Agnelli. E Totti...

del 26 giugno 2019 alle 15:00   209 COMMENTA

L'arrivo di Sarri e le trattative per Rabiot e de Ligt non sono l'unico argomento di attualità in casa Juventus, costretta ad affrontare una questione più delicata e dolorosa: i soldi. 500 milioni di euro, a tanto potrebbero arrivare i debiti dei bianconeri secondo quanto riporta Dagospia, soprattutto a causa dell'investimento per Cristiano Ronaldo: per acquistarlo dal Real Madrid è stato necessario un bond da 175 milioni di euro, ora la sua corte di 22 persone al seguito pesa sul bilancio della Vecchia Signora per 30 milioni netti l'anno per altri tre anni. Il portoghese, peraltro, sarebbe stato alla base dell'esonero di Massimiliano Allegri: CR7 e Pavel Nedved avrebbero avuto furiosa lite in hotel dopo l'eliminazione in Champions contro l'Ajax.

  buffon.psg.occhiolino.2018.2019.460x340.jpg&key=7d37da71acd137cf3de0e9d8831684e92b027c3479e514573352d35be07f805e Buffon ha un patto con Agnelli: sì alla Juve e rifiuta il Barça! Ora per de Ligt... AGNELLI PUNTA IL QATAR, MA TOTTI... - Un bagno di sangue economico che, secondo Dagospia, ha convinto John Elkann a prendere una drastica decisione: chiudere i rubinetti, nessuna intenzione di finanziare ulteriormente l'ossessione Champions League del cugino Andrea Agnelli. Per questo il numero uno della Juventus avrebbe tentato di promuovere attraverso l'Eca il progetto Super Champions (vista come un'opportunità per moltiplicare gli introiti), senza dimenticare il piano B: Agnelli infatti avrebbe già avuto un primo abboccamento con gli sceicchi del Qatar, per discutere l'ipotesi di un loro ingresso nel capitale. E qui, si sarebbe messo di mezzo Francesco Totti: l'ex capitano giallorosso si è attivato per sfilare la Roma a James Pallotta e, tramite un intermediario inglese a Londra, l'ha offerta ai qatarioti a fronte della garanzia di un rientro in società. Gli sceicchi, si legge, a Torino preferirebbero la città di Roma, considerata un brand mondiale al pari di Parigi, ma a frenarli la presenza del sindaco Virginia Raggi. La Juve aspetta e prova a tentare il Qatar, ma di mezzo ci sono Totti e la Roma.
Te dopo la vicenda guardiola dovresti prenderti una bella vacanza e tor are a settembre...

Inviato dal mio JSN-L21 utilizzando Tapatalk

  • Confuso 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, teo222 ha scritto:

Te dopo la vicenda guardiola dovresti prenderti una bella vacanza e tor are a settembre...

Inviato dal mio JSN-L21 utilizzando Tapatalk
 

SE avesse un minimo di dignità.

 

SE...

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, teo222 ha scritto:

Te dopo la vicenda guardiola dovresti prenderti una bella vacanza e tor are a settembre...

Inviato dal mio JSN-L21 utilizzando Tapatalk
 

E Te non sei qualificato per dirlo :patpat:

 

  • Confuso 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 28/6/2019 Alle 13:57, JuveMyLove ha scritto:

Eccomi, non mi sono scordato ma dovevo trovare il giusto tempo per replicare.

 

Numeri che non contestualizzi.

 

Piemonte, Lombardia, Liguria e Veneto fanno circa 21 milioni, vero.

MA QUANTE SQUADRE CI SONO in queste regioni? 

Juventus, Torino, Milan, Inter, Genoa, Sampdoria, ecc., ecc. 

Ognuna con il suo bacino importante di tifo.

 

Perchè me la paragoni con la Baviera che ne ha 13 e dove TUTTI tifano il bayer perchè è l'UNICA SQUADRA di quella distesa sconfinata?

 

è corretto secondo te paragonare una zona condivisa da tante squadre di prima fascia, con una zona dove regna la supremazia assoluta di una singola squadra?Perchè parli di 1 abitante su 4, quando gli altri 3 NON HANNO ALCUNA altra scelta da tifare, mentre nella zona italiana da te indicata è PIENA delle squadre più importanti, storiche e vincenti d'Italia?

 

Dai su, è molto forzato questo calcolo.

 

Torno a ripetere che per me non sono realtà paragonabili.

 

Ma dato che sono i numeri a parlare, facciamo questo calcolo. 

Da numeri che trovo online:

Tifosi Juventus Piemonte e Valle d'aosta 35%. A seguire Torino 30%, inter 11, milan 11.

Tifosi Juventus Veneto 28%, a seguire Milan 22, inter 17.

Tifosi Juventus Liguria 20%, prima Genoa con 24% poi Samp con 21%, Milan 11 ed inter 10.

Tifosi Juventus Lombardia 22,5%, prima Inter con 27%, poi Milan 26%.

 

Quindi, tradotto ed AMMESSO CHE OGNI ABITANTE SIA TIFOSO:

Dal Piemonte su 4,3 milioni, hai 1/3 dei tifosi, diciamo 1,5 milioni?

Dal veneto su 5 milioni hai 1,6 milioni.

Dalla Liguria su 1,5 milioni ne hai 0,3 milioni.

Dalla Lombardia su 10,2 milioni ne hai 2,5 milioni potenziali.

 

QUESTI sono i numeri: 1,5+1,6+0,3+2,5= 5,9 milioni.

 

Tra questi 5,9 milioni DOVREBBERO ESSERE TUTTI tifosi. 

Ma comunque il tuo bacino è questo.

Perchè il resto della popolazione tifa Inter, Milan, Genoa, Samp, ecc., ecc.


Questa cosa in Bavaria NON c'è, perchè UNICA SCELTA è il Bayer.

 

Torno a ripetere la domanda: 5,9 milioni è paragonabile a 13?

 

A casa mia è quasi 1/3. 

GUARDA CASO QUASI la differenza che balla tra il nostro stadio ed il loro.

 

Quindi NON puoi fare la stessa offerta.

 

Scusa ma tutta questa parte è conseguenza di ciò che scrivo sopra, quindi NON la condivido in toto.

Loro hanno potuto fare uno stadio più grande per le ragioni su dette.

 

Con questo, attenzione, non voglio dire che la dimensione del nostro stadio sia corretta e che la politica prezzi sia in senso lato corretta.

è corretta economicamente se hai uno stadio da 40.000 posti. 

Per me la Juve avrebbe potuto fare uno stadio da 75.000 posti? Magari no. Ma sono convinto che da 55.000-60.000 posti lo avrebbe potuto fare e trovare una politica mediata tra questa "elitaria" e quella "popolare".

Io non sono un uomo della società, dico semplicemente che sono obbligati a fare certe politiche per via della dimensione che oggi hanno e della domanda che c'è.

Quindi se passano da 100 a 120 euro a biglietto ci sarà ancora domanda. 

Se passano da 120 a 150, ci sarà ancora domanda.

Perchè uno stadio cosi piccolo lo riempi sempre.

 

Non voglio paragonarmi al bayer perchè se loro chiedessero 120 euro da 100 che ne chiedevano, avrebbero settori più vuoti. 

 

Io credo, come ogni cosa, che la verità sia nel mezzo tra il tuo punto di vista ed il mio.

Uno stadio da 55-60000 posti con una politica attenta sia al medio che al grande, sarebbe stata più adatta.

Purtroppo però in quegli anni c'erano manager che vedevano le cose in modo differente.

 

Per favore non usare la terza persona con me, per cose che non dico e che supponi che io dirò :)

La Juve non è una Onlus ma il profitto può passare attraverso diverse modalità di fan engagement. 

Che sia sui social, allo stadio, con la tecnologia, con tutto ciò che vuoi ma è ovvio che le società di calcio vivono con i Fan. Non solo quelli dello stadio magari ma è ovvio che c'è sempre un sottile equilibrio tra un fan da stadio che viene e ti da i soldi e rimane contento ed una mera vacca da mungere, che poi non tornerà mai.

Alla regola di ogni commercio, anche della bottega, è ovvio che un cliente fidelizzato e contento è meglio di uno che spenni una volta ed una tantum.

 

 

 

 

 

Il tuo discorso sul bacino d'utenza ha tante falle quanto il mio.
Anche perchè non esistendo numeri affidabili su cui basare le nostre affermazioni, tutto ciò che ne ricaviamo è poco affidabile.
Avrei altre mille osservazioni da fare, ma penso che il succo del nostro discorso sia ben altro.

Resto dell'idea che, grande o meno grande, il nostro sia un bacino d'utenza sconfinato. Anche perchè nel nostro stadio i tifosi sono sempre arrivati da ogni dove.
Negli ultimi anni ha raggiunto una percentuale sensibile anche il numero di stranieri presenti sugli spalti ogni domenica. E non parlo degli svizzeri o dei francesi che ci sono sempre stati, parlo di gente che arriva da 5 continenti.

La dimensione dello stadio non è figlia di quel bacino di utenza potenziale. 
Se il tuo discorso fosse del tutto veritiero, non si spiegherebbe come nell'arco di 90 km in Germania possano coesistere gli stadi di:

Borussia Dortmund (81.000)
Shalcke 04 (62.000)
Bayer Lebverkusen (30.000)
Moenchengladbach (54.000)
Colonia (46.000)
Dusseldorf (54.000)

Più tanti altri stadi di squadre minori...
E' vero che la "Ruhr" è una regione popolosa, ma non più della Pianura Padana, per intenderci.
Semplicemente le politiche societarie sono diverse e se voui riempire uno stadio fai in modo di riempirlo. Anche uno stadio di 62.000 in una città di 260.000 cristiani.

Quello che continuo a chiedere è un'altra cosa.

Se aumentare di 200€ gli abbonamenti (cifra a caso, corrisponmdente all'incirca all'aumento medio degli ultimi due anni) ti porta un aumento dei ricavi da stadio di circa 5/6 milioni di €uro, ovvero intorno all'1% del nostro fatturato, è davvero FONDAMENTALE inimicarsi la gran parte della tifoseria che ti dovrebbe sostenere tutte le domeniche?
Tu sostieni che "con questo stadio" non è fattibile una politica meno "elitaria". 
E' davvero così? Non esistono altri modi di colmare quell'1% di fatturato senza buttare fuori dallo stadio a calci la base più fedele della tifseria?
Non ti senti preso in giro quando poi ti parlano di stadi per famiglie, di bambini allo stadio etc... Quando l'età media allo stadio è sempre più alta e allo stadio non vedi più un ragazzino perchè tanto mai avrà i soldi per abbonarsi? Quando non esistono, o se esistono sono limitate a pochissimi settori, i biglietti ridotti per minorenni o under 16?
Se il problema è di capienza, perchè non hanno mai neanche provato ad intraprendere un progetto simile a quello tedesco, per creare posti in piedi in curva e relativo aumento di capienza a costo zero?

La differenza è che io ragiono diverso da te. Non è detto che se c'è una domanda alta io debba aumentare il prezzo dei biglietti fino a che sarà possibile. 
C'è modo e modo di fare le cose. Il mio discorso riferito al Bayern verteva proprio su questo punto più che sul bacino d'utenza.
Non è vero che il Bayern può farlo perchè ha lo stadio grande e noi no. Sta tutto nella volontà che sta alla base delle scelte e delle startegie.
Il Bayern semplicemente valorizza quel patrimonio di tifosi eterogeneo per provenienza e per estrazione sociale, cercando di includere tutti e facendo passare un messaggio inclusivo. La differenza tra un modo di fare e l'altro no0n incide così tanto sui riocavi come qui dentro si pensa.

Purtroppo invece noi per questa società non contiamo niente.
Ci trattano come pezze da piedi da sempre, non ci hanno mai rispettato, non hanno mai mancato occasione pere farcelo sapere.
L'unica cosa che si meriterebbero sarebbe che sparissimo tutti perché si rendano conto che un club di calcio, senz ai suoi tifosi non vale NIENTE.
Ma questo vorrebbe dire distruggere la Juventus, quindi non me lo auguro. 

C'è solo una cosa che riesce sa darmi fastidio più di come ci tratta la società: la mandria di sedicenti juventini con la sindrome di Stoccolma che ancora li spalleggia ed incoraggia in queste scelte vomitevoli. Come se loro non fossero parte integrante di quella categoria disprezzata così profondamente da Agnelli e Co.
Almeno in queste cose, come tifosi bianconeri, dovremmo fare fronte comune. Invece c'è solo e sempre astio nei confronti degli abbonati e dei tifosi di Torino e dintorni che si lamentano di questo trattamento.
Fa ridere che poi questa gente qui è la stessa che si offende se a casa loro li chiamano "apolidi", "senza orgoglio" e "tifosi dei soldi e delle vittorie".


Quest'ultima parte di discorso, in ogni caso, non è riferita a te. 
Fondamentalmente condivido in toto gli ultimi paragrafi del tuo post e credo che nonostante tutto non abbiamo idee così lonatne.
 

  • Mi Piace 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ieri ho rinnovato al Museo. Dei due "omaggi" previsti, uno scaldacollo o una "bag" da bambino con scritto Junior Member era rimasta solo la seconda, quindi non ho nemmeno potuto scegliere l'unica cosa che avesse una parvenza di utilità per me. Al rientro in Area 12 l'ho regalata al primo bambino con la maglia della Juve che ho incrociato, chiedendo il permesso a chi lo accompagnava.

Visto che la Juve è tirchia e sanguisuga con i suoi tifosi, noi per criticarla almeno dobbiamo dimostrarci più generosi di lei.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 28/6/2019 Alle 13:57, JuveMyLove ha scritto:

Eccomi, non mi sono scordato ma dovevo trovare il giusto tempo per replicare.

 

Numeri che non contestualizzi.

 

Piemonte, Lombardia, Liguria e Veneto fanno circa 21 milioni, vero.

MA QUANTE SQUADRE CI SONO in queste regioni? 

Juventus, Torino, Milan, Inter, Genoa, Sampdoria, ecc., ecc. 

Ognuna con il suo bacino importante di tifo.

 

Perchè me la paragoni con la Baviera che ne ha 13 e dove TUTTI tifano il bayer perchè è l'UNICA SQUADRA di quella distesa sconfinata?

 

è corretto secondo te paragonare una zona condivisa da tante squadre di prima fascia, con una zona dove regna la supremazia assoluta di una singola squadra?Perchè parli di 1 abitante su 4, quando gli altri 3 NON HANNO ALCUNA altra scelta da tifare, mentre nella zona italiana da te indicata è PIENA delle squadre più importanti, storiche e vincenti d'Italia?

 

Dai su, è molto forzato questo calcolo.

 

Torno a ripetere che per me non sono realtà paragonabili.

 

Ma dato che sono i numeri a parlare, facciamo questo calcolo. 

Da numeri che trovo online:

Tifosi Juventus Piemonte e Valle d'aosta 35%. A seguire Torino 30%, inter 11, milan 11.

Tifosi Juventus Veneto 28%, a seguire Milan 22, inter 17.

Tifosi Juventus Liguria 20%, prima Genoa con 24% poi Samp con 21%, Milan 11 ed inter 10.

Tifosi Juventus Lombardia 22,5%, prima Inter con 27%, poi Milan 26%.

 

Quindi, tradotto ed AMMESSO CHE OGNI ABITANTE SIA TIFOSO:

Dal Piemonte su 4,3 milioni, hai 1/3 dei tifosi, diciamo 1,5 milioni?

Dal veneto su 5 milioni hai 1,6 milioni.

Dalla Liguria su 1,5 milioni ne hai 0,3 milioni.

Dalla Lombardia su 10,2 milioni ne hai 2,5 milioni potenziali.

 

QUESTI sono i numeri: 1,5+1,6+0,3+2,5= 5,9 milioni.

 

Tra questi 5,9 milioni DOVREBBERO ESSERE TUTTI tifosi. 

Ma comunque il tuo bacino è questo.

Perchè il resto della popolazione tifa Inter, Milan, Genoa, Samp, ecc., ecc.


Questa cosa in Bavaria NON c'è, perchè UNICA SCELTA è il Bayer.

 

Torno a ripetere la domanda: 5,9 milioni è paragonabile a 13?

 

A casa mia è quasi 1/3. 

GUARDA CASO QUASI la differenza che balla tra il nostro stadio ed il loro.

 

Quindi NON puoi fare la stessa offerta.

 

Scusa ma tutta questa parte è conseguenza di ciò che scrivo sopra, quindi NON la condivido in toto.

Loro hanno potuto fare uno stadio più grande per le ragioni su dette.

 

Con questo, attenzione, non voglio dire che la dimensione del nostro stadio sia corretta e che la politica prezzi sia in senso lato corretta.

è corretta economicamente se hai uno stadio da 40.000 posti. 

Per me la Juve avrebbe potuto fare uno stadio da 75.000 posti? Magari no. Ma sono convinto che da 55.000-60.000 posti lo avrebbe potuto fare e trovare una politica mediata tra questa "elitaria" e quella "popolare".

Io non sono un uomo della società, dico semplicemente che sono obbligati a fare certe politiche per via della dimensione che oggi hanno e della domanda che c'è.

Quindi se passano da 100 a 120 euro a biglietto ci sarà ancora domanda. 

Se passano da 120 a 150, ci sarà ancora domanda.

Perchè uno stadio cosi piccolo lo riempi sempre.

 

Non voglio paragonarmi al bayer perchè se loro chiedessero 120 euro da 100 che ne chiedevano, avrebbero settori più vuoti. 

 

Io credo, come ogni cosa, che la verità sia nel mezzo tra il tuo punto di vista ed il mio.

Uno stadio da 55-60000 posti con una politica attenta sia al medio che al grande, sarebbe stata più adatta.

Purtroppo però in quegli anni c'erano manager che vedevano le cose in modo differente.

 

Per favore non usare la terza persona con me, per cose che non dico e che supponi che io dirò :)

La Juve non è una Onlus ma il profitto può passare attraverso diverse modalità di fan engagement. 

Che sia sui social, allo stadio, con la tecnologia, con tutto ciò che vuoi ma è ovvio che le società di calcio vivono con i Fan. Non solo quelli dello stadio magari ma è ovvio che c'è sempre un sottile equilibrio tra un fan da stadio che viene e ti da i soldi e rimane contento ed una mera vacca da mungere, che poi non tornerà mai.

Alla regola di ogni commercio, anche della bottega, è ovvio che un cliente fidelizzato e contento è meglio di uno che spenni una volta ed una tantum.

 

 

 

 

 

Fare fare uno stadio da 50.000 in su comportava una spesa di quasi il doppio e la società a quel tempo non poteva sostenere questa spesa. 

Ti ricordo che all’epoca dell’approvazione dello stadio nuovo la Juve aveva 170 milioni di fatturato, 90 milioni di passivo di bilancio, Cobolli Gigli presidente, doppio sponsor sulla maglia (Betclic e Balocco) e via dicendo. Non era sostenibile economicamente una spesa più grossa. 

Ti dirò di più: è stato un miracolo per quella dirigenza approvare la costruzione dello stadio nuovo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, PiazzaSanCarlo ha scritto:

Il tuo discorso sul bacino d'utenza ha tante falle quanto il mio.
Anche perchè non esistendo numeri affidabili su cui basare le nostre affermazioni, tutto ciò che ne ricaviamo è poco affidabile.
Avrei altre mille osservazioni da fare, ma penso che il succo del nostro discorso sia ben altro.

Resto dell'idea che, grande o meno grande, il nostro sia un bacino d'utenza sconfinato. Anche perchè nel nostro stadio i tifosi sono sempre arrivati da ogni dove.
Negli ultimi anni ha raggiunto una percentuale sensibile anche il numero di stranieri presenti sugli spalti ogni domenica. E non parlo degli svizzeri o dei francesi che ci sono sempre stati, parlo di gente che arriva da 5 continenti.

La dimensione dello stadio non è figlia di quel bacino di utenza potenziale. 
Se il tuo discorso fosse del tutto veritiero, non si spiegherebbe come nell'arco di 90 km in Germania possano coesistere gli stadi di:

Borussia Dortmund (81.000)
Shalcke 04 (62.000)
Bayer Lebverkusen (30.000)
Moenchengladbach (54.000)
Colonia (46.000)
Dusseldorf (54.000)

Più tanti altri stadi di squadre minori...
E' vero che la "Ruhr" è una regione popolosa, ma non più della Pianura Padana, per intenderci.
Semplicemente le politiche societarie sono diverse e se voui riempire uno stadio fai in modo di riempirlo. Anche uno stadio di 62.000 in una città di 260.000 cristiani.

Quello che continuo a chiedere è un'altra cosa.

Se aumentare di 200€ gli abbonamenti (cifra a caso, corrisponmdente all'incirca all'aumento medio degli ultimi due anni) ti porta un aumento dei ricavi da stadio di circa 5/6 milioni di €uro, ovvero intorno all'1% del nostro fatturato, è davvero FONDAMENTALE inimicarsi la gran parte della tifoseria che ti dovrebbe sostenere tutte le domeniche?
Tu sostieni che "con questo stadio" non è fattibile una politica meno "elitaria". 
E' davvero così? Non esistono altri modi di colmare quell'1% di fatturato senza buttare fuori dallo stadio a calci la base più fedele della tifseria?
Non ti senti preso in giro quando poi ti parlano di stadi per famiglie, di bambini allo stadio etc... Quando l'età media allo stadio è sempre più alta e allo stadio non vedi più un ragazzino perchè tanto mai avrà i soldi per abbonarsi? Quando non esistono, o se esistono sono limitate a pochissimi settori, i biglietti ridotti per minorenni o under 16?
Se il problema è di capienza, perchè non hanno mai neanche provato ad intraprendere un progetto simile a quello tedesco, per creare posti in piedi in curva e relativo aumento di capienza a costo zero?

La differenza è che io ragiono diverso da te. Non è detto che se c'è una domanda alta io debba aumentare il prezzo dei biglietti fino a che sarà possibile. 
C'è modo e modo di fare le cose. Il mio discorso riferito al Bayern verteva proprio su questo punto più che sul bacino d'utenza.
Non è vero che il Bayern può farlo perchè ha lo stadio grande e noi no. Sta tutto nella volontà che sta alla base delle scelte e delle startegie.
Il Bayern semplicemente valorizza quel patrimonio di tifosi eterogeneo per provenienza e per estrazione sociale, cercando di includere tutti e facendo passare un messaggio inclusivo. La differenza tra un modo di fare e l'altro no0n incide così tanto sui riocavi come qui dentro si pensa.

Purtroppo invece noi per questa società non contiamo niente.
Ci trattano come pezze da piedi da sempre, non ci hanno mai rispettato, non hanno mai mancato occasione pere farcelo sapere.
L'unica cosa che si meriterebbero sarebbe che sparissimo tutti perché si rendano conto che un club di calcio, senz ai suoi tifosi non vale NIENTE.
Ma questo vorrebbe dire distruggere la Juventus, quindi non me lo auguro. 

C'è solo una cosa che riesce sa darmi fastidio più di come ci tratta la società: la mandria di sedicenti juventini con la sindrome di Stoccolma che ancora li spalleggia ed incoraggia in queste scelte vomitevoli. Come se loro non fossero parte integrante di quella categoria disprezzata così profondamente da Agnelli e Co.
Almeno in queste cose, come tifosi bianconeri, dovremmo fare fronte comune. Invece c'è solo e sempre astio nei confronti degli abbonati e dei tifosi di Torino e dintorni che si lamentano di questo trattamento.
Fa ridere che poi questa gente qui è la stessa che si offende se a casa loro li chiamano "apolidi", "senza orgoglio" e "tifosi dei soldi e delle vittorie".


Quest'ultima parte di discorso, in ogni caso, non è riferita a te. 
Fondamentalmente condivido in toto gli ultimi paragrafi del tuo post e credo che nonostante tutto non abbiamo idee così lonatne.
 

I tuoi ragionamenti sono giusti e ben argomentati. Il problema è che tutte queste parole non servono a nulla se non vengono seguite dai fatti. Mi spiego meglio. L’anno scorso la curva non ha mai cantato e sostenuto la squadra (tranne con l’Atletico) per il caro biglietti? Bene. Risultato? Per la prossima stagione abbonamenti aumentati. Quindi il mutismo a cosa è servito? Per protestare esiste solo un modo: lasciare il seggiolino vuoto altrimenti non si ottiene nulla. Se compri il biglietto ma non canti alla società non importa nulla perché i soldi li hanno incassati. 

 

 

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi solo una domandase mi sapete rispondere, io vorrei rinnovare il mio abbonamento ma con il cambio del posto, ho letto che si può fare attraverso il call center solo il 10 Luglio, qualcuno lo ha già fatto gli altri anni? Sapete come funziona? Grazie in anticipo per le risposte

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fare fare uno stadio da 50.000 in su comportava una spesa di quasi il doppio e la società a quel tempo non poteva sostenere questa spesa. 

Ti ricordo che all’epoca dell’approvazione dello stadio nuovo la Juve aveva 170 milioni di fatturato, 90 milioni di passivo di bilancio, Cobolli Gigli presidente, doppio sponsor sulla maglia (Betclic e Balocco) e via dicendo. Non era sostenibile economicamente una spesa più grossa. 

Ti dirò di più: è stato un miracolo per quella dirigenza approvare la costruzione dello stadio nuovo. 

Ma chi l'ha detto che sarebbe costato il doppio? È una affermazione senza senso. Lo stadio è stato finanziato da credito sportivo e naming rights. La valutazione è stata fatta sulla base dei dati storici e con l'idea giusta che sarebbe stato meglio errare per difetto che per eccesso. Probabilmente era meglio farlo da 50000 ma non sarebbero cambiati radicalmente i prezzi rispetto al attuale

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

La cosa peggiore è che no sbronzo non può nemmeno comprarsi una misera acqua da 50cl dal supermercato vicino...

Sigillano il reparto bevande da 4 ore prima 

Giustamente solo acqua marca Juventus da 4 euro a litro .ghgh

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il costo dell abbonamento in curva è alto. Anche se vivessi a Torino non lo farei. Detto questo so anche allo stesso tempo che in vendita libera non troverò mai un biglietto (da due anni almeno). Guardo per TV e amen. E ricordatevi che c'è anche gente che va gratis solo perché sono responsabili acquisti o altro e fornitori cedono biglietti gratis per altri favori. Peccato perché lo stadium è un esperienza che ogni tifoso della Juve dovrebbe provare una volta nella vita. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Doktor Flake ha scritto:

La cosa peggiore è che no sbronzo non può nemmeno comprarsi una misera acqua da 50cl dal supermercato vicino...

Sigillano il reparto bevande da 4 ore prima 

Giustamente solo acqua marca Juventus da 4 euro a litro .ghgh

 

In quel caso 

Auchan o fontanelle di strada Altessano....

 

Dal MC alla posta ce ne saranno 6 o 7 😄

Anzi, per rientrare della spesa abbonamento mi porterei la cesta da 12 /24 bottiglie e si risparmia sull'acqua anche in settimana 😄

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 2/7/2019 Alle 22:04, curvafiladelfia ha scritto:

Io comunque giá dall'anno scorso ho tagliato tutto: birre, panini, maglia, trasferte...contenti loro.

L'anno scorso la maglia l'avevo ancora presa, quest'anno taglierò anche quella (non che sia una grossa perdita per lo schifo che è...).

In ogni caso invito tutti coloro i quali ritengono assurdi e vergognosi i prezzi allo stadium a fare altrettanto lasciando gli stands vuoti.

Quando anche per me i prezzi dell'abbonamento saranno insostenibili, tanti saluti.

15 minuti fa, Valsusa ha scritto:

In quel caso 

Auchan o fontanelle di strada Altessano....

 

Dal MC alla posta ce ne saranno 6 o 7 😄

Anzi, per rientrare della spesa abbonamento mi porterei la cesta da 12 /24 bottiglie e si risparmia sull'acqua anche in settimana 😄

 

Occhio che non ci avvelenino pure quelle .muttley

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, iPaolor ha scritto:

Detto questo so anche allo stesso tempo che in vendita libera non troverò mai un biglietto (da due anni almeno).

Scusa, ma in quali settori e per quali partite? Mi pare strano, perché io ho sempre trovato posto per mio figlio in vendita libera, alla partita della festa, e nel mio stesso settore, visto che sono abbonato...

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Fox Vega ha scritto:

L'anno scorso la maglia l'avevo ancora presa, quest'anno taglierò anche quella (non che sia una grossa perdita per lo schifo che è...).

In ogni caso invito tutti coloro i quali ritengono assurdi e vergognosi i prezzi allo stadium a fare altrettanto lasciando gli stands vuoti.

Quando anche per me i prezzi dell'abbonamento saranno insostenibili, tanti saluti.

Occhio che non ci avvelenino pure quelle .muttley

In quel caso 

Auchan 

Acqua Martina a 0.14 cent che alla cassa automatica diventano 0.10 😄

 

Dopo 15min che la lasci tra le pizze surgelate e Sofficini Findus è ancora più fresca 😄

 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 2/7/2019 Alle 23:24, ematt ha scritto:

I tuoi ragionamenti sono giusti e ben argomentati. Il problema è che tutte queste parole non servono a nulla se non vengono seguite dai fatti. Mi spiego meglio. L’anno scorso la curva non ha mai cantato e sostenuto la squadra (tranne con l’Atletico) per il caro biglietti? Bene. Risultato? Per la prossima stagione abbonamenti aumentati. Quindi il mutismo a cosa è servito? Per protestare esiste solo un modo: lasciare il seggiolino vuoto altrimenti non si ottiene nulla. Se compri il biglietto ma non canti alla società non importa nulla perché i soldi li hanno incassati. 

 

 

infattio io ho fatto così... pago sky e saluti stadio 

 

vadano i milionari , giustamente 

 

ormai si comprano tv da 55 pollici a cifre ragionevoli :)  

 

altro che 1200  più viaggio, per un est 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.