Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Samoa

La disastrosa situazione del Milan

Recommended Posts

8 minuti fa, lopallot ha scritto:

analisi di calcio e finanza che spiega bene in. che situazione siano messi...i ricavi anche quest'anno resteranno di molto sotto i 300 milioni e le perdite alla fine saranno forse di altri 100 milioni da ripianare da parte della società . bisogna vedere che accordo hanno per partire nei costi del triennio per l'inclusione nelle coppe. non credo abbiano un lasciapassare di tre anni per smiliardare... se devono stare sempre nel giochino dei 30 milioni di negativo in 3 anni ciao...tornano in Europa fra 10 anni...

Diciamo che la UEFA sono anni che sta rimandando le cose. I bonus, per loro, dovrebbero ampiamente essere finiti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, CHICCO68 ha scritto:

giocatore da udinese non certo da milan

Di quale Milan? Nel Milan attuale de Ceglie farebbe il titolare. Questa squadra è in disarmo da anni ormai,le glorie passate sono sempre più ingiallite e non servono a nulla, se non ha prendere in giro i tifosi. Il Milan è tornato ad essere quello pre Berlusconi,una società fallita che si specchiava nelle glorie passate. Purtroppo per loro manca completamente una dirigenza competente,una strategia da cui ripartire...i soldi non sono tutto ed infatti ne hanno spesi pure tanti. Società come Sassuolo, Atalanta...ma lo stesso Ajax non hanno speso miliardi ma sono esempi di gestione a cui fare riferimento. Il Milan è solamente un leviatano alla deriva con una dirigenza di incompetenti buoni solo a buttare soldi. Non è fallita solo perché era il balocco di Silvio, oppure perché semplicemente era troppo grande per fallire...o meglio il botto sarebbe stato enorme visti i debiti,ma non è detto che vada avanti ancora.

  • Mi Piace 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, GALIA ha scritto:

intanto sul mundo deportivo parlano di guardiola al milan :rofl:

alternativa shevshenko .ghgh.ghgh.ghgh

Guardiola? Nel senso che si tratta della “garitta “ dove il piantone fa la guardia?

  • Mi Piace 2
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, GALIA ha scritto:

intanto sul mundo deportivo parlano di guardiola al milan :rofl:

alternativa shevshenko .ghgh.ghgh.ghgh

credo che guardiola sia stato scartato per prendere pioli

  • Haha 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, lopallot ha scritto:

analisi di calcio e finanza che spiega bene in. che situazione siano messi...i ricavi anche quest'anno resteranno di molto sotto i 300 milioni e le perdite alla fine saranno forse di altri 100 milioni da ripianare da parte della società . bisogna vedere che accordo hanno per partire nei costi del triennio per l'inclusione nelle coppe. non credo abbiano un lasciapassare di tre anni per smiliardare... se devono stare sempre nel giochino dei 30 milioni di negativo in 3 anni ciao...tornano in Europa fra 10 anni...

nulla di ancora definito al momento..almeno ufficialmente...fin quando il milan con una qualificazione ad una competizione europea raggiunta non richiederá come prassi la licenza uefa non ci son neanche i presupposti per mettere nero su bianco un provvedimento "standard" .. multa+limitazioni rosa+piano di rientro in tot anni...probabilmente si tratterá come sempre di un percorso di rientro triennale per arrivare al pareggio...(non ai 30 milioni nel triennale, ma al pareggio nell´ultimo esercizio "monitorato"..altrimenti davvero non avrebbe senso il settlement agreement)... é un percorso fattibile in 3 anni.. giá quest´anno (bilancio 19-20) il taglio di costi..chiamiamolo "naturale" ovvero derivante semplicemente da costi risparmiati rispetto allo scorso anno dovuti a prestiti non rinnovati e giocatori andati in scadenza di contratto non sará di poco conto... prendi solo le operazioni fatte con higuain e bakayoko (prestiti) .. l´impatto su questo bilancio 18-19 chiuso con un rosso profondo é stato di poco piú di 30 milioni complessivi fra spesa per il prestito e ingaggio lordo...a questi van aggiunti i costi di quei giocatori che o perché andati a scadenza (montolivo,bertolacci,abate,zapata,mauri) o perché ceduti (cutrone) o perché svincolati con buonuscita (strinic) han avuto un costo nel bilancio 19 ma non lo avranno in quello 2020 .. anche in questo caso oltre 30 milioni di costi in meno...di contro i giocatori arrivati quest´estate (nuovi costi) han costi nettamente inferiori a quelli a cui il milan era abituato in questi anni ... quindi un percorso virtuoso di taglio costi é stato giá intrapreso quest´anno (proprio in ottica settlement agreement)..una mano la dará semplicemente..il tempo..ovvero giá la naturale scadenza dei contratti aiuterá... cominceranno a scadere contratti di giocatori con impatto economico rilevante che anche sul piano tecnico posson essere considerati sacrificabili...nel 2020 scadono bglia e bonaventura (17,5 mil di costi complessivi)... nel 2021 andran a scadenza reina,musacchio,rodriguez,borini,haillovic .. altri 30 milioni in meno a partire dai 2020-21.. poi c´é la situazione relativa a quei giocatori che andranno vicini alla scadenza e su cui magari si potrá fare (se li reputeranno utili alla causa) un rinnovo con cui a fronte anche di un ritocco in alto dell´ingaggio il costo complessivo dovrebbe diminuire in quanto la quota residua del "cartellino" venendo spostata la scadenza nel tempo avrebbe come conseguenza un maggior calo del costo d´ammortamento...giocatori come kessie,calanoghlu..forse anche conti e caldara...i cui ammortamenti al momento pesano per circa 23 milioni...un rinnovo di contratto farebbe drasticamente diminuire questa cifra complessiva...e considerato che non é verosimile che questi giocatori possan avere offerte economiche da altre squadre superiori a quanto giá oggi prendono di stipendio dal milan..pensare possano chiedere un consistente aumento d´ingaggio non é verosimile..in fin dei conti giá dovrebbero essere perfino soddisfatti di riottenere (in sede di eventuale trattativa per rinnovo) la stessa cifra percepita ora...

Poi ci sono le altre situazioni..quelle di giocatori che alla bisogna posson essere "usati" per plusvalenza...e nel corso del triennio dare quei ricavi extra utili per raggiungere il risultato d´esercizio necessario...in primis ovviamente donnarumma e suso....cessioni che oltre ad una plusvalenza consistente dato che in bilancio han un valore esiguo...comporterebbero un´ulteriore importante taglio di costi visto gli stipendi...

quindi alla fine i margini per rimettersi in carreggiata e sopportare un settlment agreement ce li hanno...certo sarebbe anche importante per loro (ed é questo il motivo per cui comunque negli ultimi anni han cercato..non risucendoci..di rinforzare tecnicamente la squadra) pescare il jolly qualificazione champions... al momento é l´unica opzione percorribile per un impennata rapida dei ricavi...alla fine fra premi uefa..market pool..ranking storico..incassi da botteghino..bonus di sponsor..anche il solo partecipare facendo il girone senza qualificarsi per gli ottavi varrá almeno 50 milioni di ricavi extra...ovvero circa 1/4 di quanto sono attualmente i ricavi di gestione...

se riescono a pescare questo jolly finiscono col rimettersi abbastanza in carreggiata...tutto sommato il milan é un club che nonostante tutto ha ancora un valore commerciale rilevante... come giá scrivevo in passato..insieme a noi e inter é l´unico club che supera i 200 milioni di ricavi al netto dei ricavi uefa... squadre come roma e napoli che in questi ultimi anni han superato quota 200..lo han fatto solo e quando han beneficiato dei ricavi champions...mai quando han fatto ad esempio l´europa league...questo vuol dire che tutto sommato quando il milan riuscirá a tornare in champions avrá ottime chance di poter stabilizzare una situazione migliore..in quanto potrá sfruttare un vantaggio consistente in termine di ricavi nei confronti di quelle squadre che potrebbero mettere in pericolo ogni anno quel tipo di risultato sportivo (primi 4 posti e qualificazione champions successiva)

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Antonio79 ha scritto:

Diciamo che la UEFA sono anni che sta rimandando le cose. I bonus, per loro, dovrebbero ampiamente essere finiti.

anche questa..ho notato...é una percezione comune a molti...che in parte (mi si perdoni) non capisco proprio

"l´uefa sta rimandando..l´uefa sta tergiversando..l´uefa non punisce il milan"

...il milan é stato escluso dalle coppe europee per la stagione in corso (!) .. ora capisco che la cosa puó passare piú inosservata perché alla fine han "perso" un anno in e.l.
pero' di fatto il milan é la prima squadra italiana che non partecipa ad una coppa europea in quanto esclusa per violazione delle norme fpf... 

Forse peró in alcuni casi quando si intende questo..si intende un rimandare il processo di riequilibrio dei conti...ovvero quel settlement agreement fatto in passato da roma e inter...ma qui´ bisogna tener conto che non é l´uefa che rimanda...é il milan che finora ha sfruttato tutto ció che le norme permettevano per rimandare il momento...arrivando anche al punto di accettare e concordare un esclusione di 1 anno dalle coppe..il tutto probabilmente finalizzato all´idea di fare una squadra che potesse qualificarsi per la champions..arrivare quindi a prendere un botto di ricavi in piú .. e in quella situazione a quel punto avere meno problemi di costi da tagliare per raggiungere l´obiettivo di pareggio di bilancio in tot anni...tanto per fare un esempio pratico...quando l´anno scorso c´é stata l´operazione higuain credo che in molti abbian valutato come "pittoresca" (eufemismo) la scelta di spendere qualcosa come 18 milioni per il prestito annuale di un giocatore...oltretutto giocatore con contratto anche di un certo peso...apparentemente la cosa non ha molto senso...tant´é che (immagino) molti avran pensato..."e vabbé ci sará il diritto di riscatto..ma che non lo riscattano ? che senso avrebbe dopo aver speso 18 mil per un prestito annuale non spenderne 36 per averlo definitivamente?" .. ragionamento che ci sta a grandi linee..ma non tiene conto che posson esserci scelte che pur non apparendo oculate in realtá han le loro giuste motivazioni..il milan (probabilmente, questa é una mia tesi con tutti i limiti conseguenti) avrá pensato..ok..tanto..il rosso nel bilancio 18-19 lo facciamo comunque...con l´esclusione dalle coppe di quest´anno di settlement agreement con l´uefa se ne parla dall´anno prossimo...prendiamoci questo giocatore per un anno..sopportandone il costo enorme per 1 anno..facciamo in modo di non essere obbligati a dover sopportare lo stesso costo (l´ammortamento in caso di riscatto sarebbe stato costo uguale a quello del prestito) per gli anni futuri...speriamo ci dia una mano per la qualificazione champions...poi fra 1 anno i suoi costi tornano di competenza di altri (noi juve obv) e noi magari avremo quei 50 milioni di ricavi in piú che ci servono come il pane...

Concludendo insomma...a mio avviso rileggendo e rivalutando la situazione si riesce a trovare quel filo logico che ad un´analisi forse superficiale sfugge...e volendo ricostruire anche il percorso della querelle uefa-milan:

l´uefa ha prima deferito il milan, violazione del break even triennale e in piú per il c.d. "going concern" .. continuitá aziendale (erano i tempi di li..con le azioni del club in pegno ad eliott..e la tesi era che questo non desse garanzie nel senso della continuitá aziendale

in sede di giudizio la camera giudicante uefa ha sanzionato con l´esclusione per 1 anno dalle coppe europee (giugno 2018) questo sia per il going concern che per il break even.. fosse stato solo il break even ci sarebbe stato come in tanti casi passati solo multa+limitazione rosa+seetlment agreement imposto

il milan ha (come suo diritto) fatto ricorso al tas... la linea difensiva (se non erro) si basava sul fatto che per quanto riguarda il going concern il successivo passaggio di proprietá dal cinese ad eliott di fatto aveva eliminato qualsiasi dubbio riguardo la continuitá aziendale..il tas ha accolto questa tesi e rimandato la questione all´uefa per l´irrograzione di una nuova sanzione..commisurata alla sola violazione del break even

l`uefa ha quindi stabilito come richiesto dal tas (dicembre 2018) la nuova sanzione...multa, limitazione della rosa per le coppe europee, e settlement agreement con obbligo di pareggio di bilancio nel 2020-21...il milan ? ovviamente ha fatto ricorso al tas anche stavolta

successivamente (e siamo nell´aprile 2019) é arrivato il deferimento (che é un rinvio a giudizio) sempre per il break even..stavolta per il triennio 2015-18, in questo caso non si é arrivati a giudizio semplicemente perché alla fine...il ricorso al tas sulla sanzione del dicembre 2018 ha generato la sanzione e la situazione attuale... in questo caso l´arbitrato (accordo fra le parti, il tas é un tribunale arbitrale e in prima battuta "lavora" per far accordare le parti) é andato a buon fine...e il milan ha accettato (chiaramente molto comodo quando si tratta di e.l.) la sanzione di esclusione dalle coppe per un anno...in cambio ha ottenuto la (anche naturale a quel punto) conseguenza di chiudere temporaneamente la partita con l´uefa...e posticipare nel tempo gli effetti dell´inevitabile settlement agreement ottenendo peraltro un anno in piú di periodo di monitoraggio  "quando sará"...in pratica ha guadagnato tempo...tempo che ha cercato di usare per provare nel 2018-19 a pescare il famoso jolly "qualificazione champions"..facendo appunto quelle scelte come i prestiti di bakayoko e higuain a costi elevati (ma comunque con la possibilitá di tagliarli nell´immediato futuro non riscattando i giocatori) e visto che la cosa non stava andando cercando di metterci un ulteriore pezza a gennaio con paquetá e pjatek... questi presi si a titolo definitivo quindi con l´idea di doverne sopportare costi anche in esercizi futuri..ma quantomeno con stipendi che peseranno di meno rispetto a quanto sarebbe stato con bakayoko e higuain (gli stipendi dei 2 in questione..sommati..son inferiori all´importo dello stipendio del solo bakayoko)

Quindi in finale...la domanda é..ma l´uefa per non dar questa percezione di "aver voluto rimandare le cose" .. cosa avrebbe dovuto fare ? bruciare la sede del tas ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, blackwhiteduke ha scritto:

se come scrivevo ieri (era ieri ? lol) calciomercato.com avanzava l´ipotesi di un rosso appesantito dalla scelta di anticipare costi futuri... da calcio e finanza arriva un´altra interpretazione... suffragata in misura maggiore da voci specifiche di bilancio... buona lettura

 

Perché il Milan ha perso 146 milioni nel 2019, facendo registrare il peggior rosso della propria storia?

Secondo alcune letture circolate sul web e sulla stampa, la ragione di questa perdita record andrebbe ricercata in una presunta pulizia di bilancio, decisa dagli amministratori del club per spesare già nell’esercizio 2018-2019 possibili costi futuri e alleggerire così i bilanci delle prossime stagioni, anche in vista di un nuovo confronto con la Uefa sul fair play finanziario.

Ad una lettura attenta del bilancio consolidato del gruppo Milan e del bilancio individuale della capogruppo AC Milan SpA, tuttavia, questa radicale opera di pulizia dei conti non sembrerebbe esserci stata e le ragioni dietro alla perdita record da 146 milioni di euro sarebbero da imputarsi ad altri fattori come la flessione dei ricavi e l’aumento significativo del costo del personale.

Questo non significa che, ad oggi, la dirigenza del Milan sia disinteressata ad intraprendere un percorso virtuoso sia in termini di crescita dei ricavi sia in termini di contenimento dei costi.

 

In termini di riduzione dei costi futuri, ad esempio, qualche segnale lo si può intravedere già nel bilancio 2019, dal quale emergono accantonamenti a fondo rischi per circa 7 milioni (comunque inferiori ai 18 milioni nel 2017-2018), oltre che una riduzione importante degli oneri finanziari, scesi da 22,3 milioni a circa 11 milioni, grazie all’impegno di Elliott nel sostenere finanziariamente il club.

Dal bilancio 2019 emerge però, con la forza dei numeri, che nell’estate del 2018, quando Elliiott rilevò il Milan da Yonghong Li, la nuova dirigenza rossonera aveva una strategia diametralmente opposta a quella attuale.

La decisione di affidare la direzione tecnica del club a Leonardo, mettendo a disposizione dell’attuale dirigente del PSG un budget importante sia nella sessione estiva sia in quella invernale del mercato, così come l’iniziale volontà di opporsi alle sanzioni Uefa sul fair play finanziario, sono state di fatto “rinnegate” dodici mesi dopo.

Basti pensare alla decisione di accordarsi con la Uefa, accettando l’esclusione di un anno dalle competizione europee, e alle operazioni condotte nell’ultima sessione di mercato, che hanno portato in rossonero giocatori giovani, più economici e,  nella visione della dirigenza, con un maggiore valore di rivendita futura.

Una svolta coincisa con il maggior peso sulla strategia del club progressivamente assunto dall’amministratore delegato Ivan Gazidis, insediatosi ufficialmente nel dicembre 2018, e con il successivo addio di Leonardo.

Il bilancio del Milan al 30 giugno 2019, sebbene approvato dal cda pochi giorni fa, è dunque già una fotografia sbiadita (o parzialmente sbiadita) e che, almeno sul fronte dei costi, descrive gli effetti economici di un disegno sportivo (e dunque anche economico) che è stato totalmente ribaltato.

Se infatti i ricavi caratteristici, anche per la stagione 2019-2020, continueranno a rimanere stagnanti attorno ai 200 milioni di euro, con ogni probabilità nel bilancio al 30 giugno 2020 si vedranno i primi effetti della riduzione del costo della rosa seguita all’ultimo mercato.

Perché il Milan ha perso 146 milioni – L’analisi dei numeri

Guardando il conto economico del Milan dell’esercizio 2018-2019 a confronto con il conto economico dell’esercizio 2017-2018 emerge in modo chiaro che l’aumento della perdita consolidata netta del gruppo AC Milan, passata 126 milioni di euro a 146 milioni di euro, è dovuta essenzialmente a questi fattori:

  • Minori ricavi per 14,6 milioni;

Perché il Milan ha perso 146 milioni - i ricavi

  • Maggiori costi (prima della gestione finanziaria) per circa 18,9 milioni di euro, parzialmente compensati da minori oneri finanziari;

Perché il Milan ha perso 146 milioni - i costi

  • Minori oneri finanziari, per circa 11,2 milioni (grazie al rimborso anticipato dei bond).

Perché il Milan ha perso 146 milioni - la perdita record

Perché il Milan ha perso 146 milioni – Il costo della rosa

Se la flessione dei ricavi può essere in gran parte spiegata con il minore appeal commerciale del Milan rispetto al passato anche alla luce di risultati sportivi non all’altezza del suo blasone, oltre che ad un minor contributo delle plusvalenze da cessione di calciatori rispetto all’esercizio 2017-2018, l’aumento dei costi va in gran parte ascritto alla significativa crescita del costo della rosa seguito dovuto alla campagna trasferimenti dell’estate 2018 e del gennaio 2019.

Nel 2018-2019 il costo del personale tesserato, anche a seguito dell’arrivo di giocatori dall’ingaggio pesante come Higuain o Bakayoko, dal rinnovo con adeguamento di calciatori già in rosa, come Romagnoli, e dalla permanenza in rosa di giocatori in esubero ma con stipendi importanti, come Montolivo e Bertolacci, è aumentato di 33,89 milioni rispetto al 2017-2018.

costo-personale-tesserato-2019-milan.png

Più nel dettaglio, considerando anche gli ammortamenti relativi ai diritti alle prestazioni sportive dei calciatori e al costo dei giocatori arrivati in prestito, il costo della rosa del Milan sotto le gestione Leonardo è stato di 236,5 milioni, in aumento del 20% rispetto alla stagione di Fassone e Mirabelli.

Perché il Milan ha perso 146 milioni - il costo della rosa

L’incidenza sui ricavi, compresi quelli derivanti del player trading (plusvalenze, ricavi da prestiti, ecc.) è stata del 98% a fronte del 77% dell’anno precedente. Non solo, il costo della rosa 2018-2019 è stato addirittura superiore ai ricavi al netto dei proventi della gestione calciatori, pari a 215,52 milioni di euro.

Perché il Milan ha perso 146 milioni – Conclusioni

Dall’analisi dei numeri emerge con chiarezza che le ragioni dietro il rosso di bilancio record del Milan nella stagione 2018-2019 non sono da attribuirsi a una presunta “pulizia di bilancio” quanto agli effetti incrociati di una campagna acquisti dispendiosa sotto il profilo economico e di un flessione dei ricavi.

Molto probabilmente se gli investimenti fatti da Leonardo nell’estate 2018, a partire dall’ingaggio di Higuain, ma senza dimenticare gli investimenti su Paquetà e Piatek, avessero portato il Milan a qualificarsi alla Champions League 2019-2020, un risultato di bilancio così negativo avrebbe potuto sancire l’avvio di un ciclo virtuoso alimentato dai ricavi legati alla principale competizione europea.

Il condizionale è d’obbligo considerando che il club avrebbe dovuto alzare il livello dello scontro con la Uefa davanti al TAS.

E ci voleva tutto questo sproloquio per capirlo? hanno speso l'impossibile!!!

 

  • Triste 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 hours ago, aiace said:

Ha 4 figli vedi te.

Maneggia non lo sapevo, adesso che non si occupa più dei meravigliosi a molto tempo.l :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 19/10/2019 Alle 14:04, blackwhiteduke ha scritto:

nulla di ancora definito al momento..almeno ufficialmente...fin quando il milan con una qualificazione ad una competizione europea raggiunta non richiederá come prassi la licenza uefa non ci son neanche i presupposti per mettere nero su bianco un provvedimento "standard" .. multa+limitazioni rosa+piano di rientro in tot anni...probabilmente si tratterá come sempre di un percorso di rientro triennale per arrivare al pareggio...(non ai 30 milioni nel triennale, ma al pareggio nell´ultimo esercizio "monitorato"..altrimenti davvero non avrebbe senso il settlement agreement)... é un percorso fattibile in 3 anni.. giá quest´anno (bilancio 19-20) il taglio di costi..chiamiamolo "naturale" ovvero derivante semplicemente da costi risparmiati rispetto allo scorso anno dovuti a prestiti non rinnovati e giocatori andati in scadenza di contratto non sará di poco conto... prendi solo le operazioni fatte con higuain e bakayoko (prestiti) .. l´impatto su questo bilancio 18-19 chiuso con un rosso profondo é stato di poco piú di 30 milioni complessivi fra spesa per il prestito e ingaggio lordo...a questi van aggiunti i costi di quei giocatori che o perché andati a scadenza (montolivo,bertolacci,abate,zapata,mauri) o perché ceduti (cutrone) o perché svincolati con buonuscita (strinic) han avuto un costo nel bilancio 19 ma non lo avranno in quello 2020 .. anche in questo caso oltre 30 milioni di costi in meno...di contro i giocatori arrivati quest´estate (nuovi costi) han costi nettamente inferiori a quelli a cui il milan era abituato in questi anni ... quindi un percorso virtuoso di taglio costi é stato giá intrapreso quest´anno (proprio in ottica settlement agreement)..una mano la dará semplicemente..il tempo..ovvero giá la naturale scadenza dei contratti aiuterá... cominceranno a scadere contratti di giocatori con impatto economico rilevante che anche sul piano tecnico posson essere considerati sacrificabili...nel 2020 scadono bglia e bonaventura (17,5 mil di costi complessivi)... nel 2021 andran a scadenza reina,musacchio,rodriguez,borini,haillovic .. altri 30 milioni in meno a partire dai 2020-21.. poi c´é la situazione relativa a quei giocatori che andranno vicini alla scadenza e su cui magari si potrá fare (se li reputeranno utili alla causa) un rinnovo con cui a fronte anche di un ritocco in alto dell´ingaggio il costo complessivo dovrebbe diminuire in quanto la quota residua del "cartellino" venendo spostata la scadenza nel tempo avrebbe come conseguenza un maggior calo del costo d´ammortamento...giocatori come kessie,calanoghlu..forse anche conti e caldara...i cui ammortamenti al momento pesano per circa 23 milioni...un rinnovo di contratto farebbe drasticamente diminuire questa cifra complessiva...e considerato che non é verosimile che questi giocatori possan avere offerte economiche da altre squadre superiori a quanto giá oggi prendono di stipendio dal milan..pensare possano chiedere un consistente aumento d´ingaggio non é verosimile..in fin dei conti giá dovrebbero essere perfino soddisfatti di riottenere (in sede di eventuale trattativa per rinnovo) la stessa cifra percepita ora...

Poi ci sono le altre situazioni..quelle di giocatori che alla bisogna posson essere "usati" per plusvalenza...e nel corso del triennio dare quei ricavi extra utili per raggiungere il risultato d´esercizio necessario...in primis ovviamente donnarumma e suso....cessioni che oltre ad una plusvalenza consistente dato che in bilancio han un valore esiguo...comporterebbero un´ulteriore importante taglio di costi visto gli stipendi...

quindi alla fine i margini per rimettersi in carreggiata e sopportare un settlment agreement ce li hanno...certo sarebbe anche importante per loro (ed é questo il motivo per cui comunque negli ultimi anni han cercato..non risucendoci..di rinforzare tecnicamente la squadra) pescare il jolly qualificazione champions... al momento é l´unica opzione percorribile per un impennata rapida dei ricavi...alla fine fra premi uefa..market pool..ranking storico..incassi da botteghino..bonus di sponsor..anche il solo partecipare facendo il girone senza qualificarsi per gli ottavi varrá almeno 50 milioni di ricavi extra...ovvero circa 1/4 di quanto sono attualmente i ricavi di gestione...

se riescono a pescare questo jolly finiscono col rimettersi abbastanza in carreggiata...tutto sommato il milan é un club che nonostante tutto ha ancora un valore commerciale rilevante... come giá scrivevo in passato..insieme a noi e inter é l´unico club che supera i 200 milioni di ricavi al netto dei ricavi uefa... squadre come roma e napoli che in questi ultimi anni han superato quota 200..lo han fatto solo e quando han beneficiato dei ricavi champions...mai quando han fatto ad esempio l´europa league...questo vuol dire che tutto sommato quando il milan riuscirá a tornare in champions avrá ottime chance di poter stabilizzare una situazione migliore..in quanto potrá sfruttare un vantaggio consistente in termine di ricavi nei confronti di quelle squadre che potrebbero mettere in pericolo ogni anno quel tipo di risultato sportivo (primi 4 posti e qualificazione champions successiva)

Economicamente infatti non avrà problemi, specie con l'abbassamento drastico del monte ingaggi.

 

La conseguenza però è rinunciare PER SEMPRE allo scudetto(e quasi sempre alla Champions, per cui il jolly non lo.pescherai mai con queste rose imbarazzanti).

 

Rimarrà nell'anonimato. Come fu spesso, tranne un ciclo relativamente breve e quello del berlusca.

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, Pavel Christ Superstar ha scritto:

Economicamente infatti non avrà problemi, specie con l'abbassamento drastico del monte ingaggi.

 

La conseguenza però è rinunciare PER SEMPRE allo scudetto(e quasi sempre alla Champions, per cui il jolly non lo.pescherai mai con queste rose imbarazzanti).

 

Rimarrà nell'anonimato. Come fu spesso, tranne un ciclo relativamente breve e quello del berlusca.

lol ma come per sempre e quasi sempre alla champions ? :d

 

e che c´hanno una sorta di fattura ? 

certo con queste rose nell´immediato rischiano di non andare lontano...ma stiam parlando del milan..potenzialmente il secondo club italiano dal punto di vista commerciale..degli introiti... voglio dire..é riuscita la roma con 4 tifosi, con un giro d´affari imbarazzante, e con un brand praticamente sconosciuto all´estero .. a fare dopo anni disastrosi .. l´ultimo con ranieri,quello di enrique e quello del boscemo...un ciclo di qualche anno in cui si é qualificata praticamente sempre per la champions arrivando seconda... é riuscito il napoli ad arrivare..con un giro d´affari ridicolo...a fare un ciclo di campionati con qualificazioni champions... non lo puo´ fare il milan ? certo ci vorrá un po´ di tempo..prima toccherá rimediare ai danni economici fatti di recente...ma tieni presente che é pur sempre un club che anni fa aveva ricavi in misura simile alla nostra...in tempi recenti no...ma in tempi recenti aveva comunque ricavi maggiori dell´inter (prima delle iniezioni cinesi e delle loro qualificazioni champions)...ha stabilmente 210-220 mil di ricavi senza fare la champions...cosa che i principali competitor come roma napoli lazio atalanta si sognano ... alla fine basterá superare questo momento..fare scelte oculate..trovare una nuova proprietá (una volta risanati i conti sará piú semplice)..mettere giu´ un progetto credibile per uno stadio di proprietá..e torneranno come potenzalitá economiche grossomodo al livello attuale dell´inter...poi certo per vincere lo scudetto toccherá che trovano noi in un annata particolare (ormai il nostro livello nella competizione interna é simile a quello di bayern in germania e psg in francia) .. ma quando dovesse capitare potranno giocarselo... 

Il punto é che il ciclo del berlusca ha comunque posto le basi per evitare il rischio di tornare nell´anonimato..in un certo senso cosi´ come noi in decenni passati a forza di vincere campionati..ci siam creati quello zoccolo duro importante di seguito che oggi commercialmente é importante...loro han avuto un buon riscontro in questo senso durante quel periodo d´oro...non ci fosse stato il berlusca davvero sarebbero rimasti sempre nell´anonimato..e oggi sarebbero paragonabili...il loro brand..le loro potenzialitá commerciali..a realtá come roma e napoli...

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, blackwhiteduke ha scritto:

lol ma come per sempre e quasi sempre alla champions ? :d

 

e che c´hanno una sorta di fattura ? 

certo con queste rose nell´immediato rischiano di non andare lontano...ma stiam parlando del milan..potenzialmente il secondo club italiano dal punto di vista commerciale..degli introiti... voglio dire..é riuscita la roma con 4 tifosi, con un giro d´affari imbarazzante, e con un brand praticamente sconosciuto all´estero .. a fare dopo anni disastrosi .. l´ultimo con ranieri,quello di enrique e quello del boscemo...un ciclo di qualche anno in cui si é qualificata praticamente sempre per la champions arrivando seconda... é riuscito il napoli ad arrivare..con un giro d´affari ridicolo...a fare un ciclo di campionati con qualificazioni champions... non lo puo´ fare il milan ? certo ci vorrá un po´ di tempo..prima toccherá rimediare ai danni economici fatti di recente...ma tieni presente che é pur sempre un club che anni fa aveva ricavi in misura simile alla nostra...in tempi recenti no...ma in tempi recenti aveva comunque ricavi maggiori dell´inter (prima delle iniezioni cinesi e delle loro qualificazioni champions)...ha stabilmente 210-220 mil di ricavi senza fare la champions...cosa che i principali competitor come roma napoli lazio atalanta si sognano ... alla fine basterá superare questo momento..fare scelte oculate..trovare una nuova proprietá (una volta risanati i conti sará piú semplice)..mettere giu´ un progetto credibile per uno stadio di proprietá..e torneranno come potenzalitá economiche grossomodo al livello attuale dell´inter...poi certo per vincere lo scudetto toccherá che trovano noi in un annata particolare (ormai il nostro livello nella competizione interna é simile a quello di bayern in germania e psg in francia) .. ma quando dovesse capitare potranno giocarselo... 

Il punto é che il ciclo del berlusca ha comunque posto le basi per evitare il rischio di tornare nell´anonimato..in un certo senso cosi´ come noi in decenni passati a forza di vincere campionati..ci siam creati quello zoccolo duro importante di seguito che oggi commercialmente é importante...loro han avuto un buon riscontro in questo senso durante quel periodo d´oro...non ci fosse stato il berlusca davvero sarebbero rimasti sempre nell´anonimato..e oggi sarebbero paragonabili...il loro brand..le loro potenzialitá commerciali..a realtá come roma e napoli...

Sì ma Berlusconi ha costruito a suon di denaro sonante, per cui i figli hanno sempre 'odiato' questo lato 'sciocco' del padre.

 

Ora la situazione è di un loop dal quale difficilmente potranno uscire.

 

L'Inter ha terminato il suo periodo più nero, la Juve difficilmente potrà scendere dalle 4, il Napoli è una solida realtà oramai, anche a libello internazionale. Il Milan deve sperare tutte le altre falliscano.

 

Lo trovo poco probabile. Almeno in tempi brevi.

 

Questo comporterà le conseguenze che abbiamo già visto.

 

E il loop continuerà, senza vie di uscita diverse da una farsopoli.

 

Perché per non fallire dovranno alleggerire il bilancio, per alleggerire il bilancio dovranno giocare con kessie e Calabria, giocando con kessie e Calabria non raggiungi la Champions. .. Etc

 

 

.l'ultimo all in l'hanno fatto l'anno scorso, e gli è costato carissimo.

 

Non dico falliranno economicamente.

 

Falliranno sportivamente.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Pavel Christ Superstar ha scritto:

Sì ma Berlusconi ha costruito a suon di denaro sonante, per cui i figli hanno sempre 'odiato' questo lato 'sciocco' del padre.

 

Ora la situazione è di un loop dal quale difficilmente potranno uscire.

 

L'Inter ha terminato il suo periodo più nero, la Juve difficilmente potrà scendere dalle 4, il Napoli è una solida realtà oramai, anche a libello internazionale. Il Milan deve sperare tutte le altre falliscano.

 

Lo trovo poco probabile. Almeno in tempi brevi.

 

Questo comporterà le conseguenze che abbiamo già visto.

 

E il loop continuerà, senza vie di uscita diverse da una farsopoli.

 

Perché per non fallire dovranno alleggerire il bilancio, per alleggerire il bilancio dovranno giocare con kessie e Calabria, giocando con kessie e Calabria non raggiungi la Champions. .. Etc

 

 

.l'ultimo all in l'hanno fatto l'anno scorso, e gli è costato carissimo.

 

Non dico falliranno economicamente.

 

Falliranno sportivamente.

il loop c´é .. questo si... e il fatto che non si possa al momento sopperire alle scelte sbagliate fatte in passato..perché oggi non é piú neanche possibile una situazione come quella del patron alla berlusca che ci mette mano a suon di denaro contante...visto che bene o male bisogna contare su "mezzi propri"..su autofinanziamento..e sui ricavi propri.. viste le esigenze che richiedono le normative uefa... la situazione al momento é quella che é .. con una rosa insufficente e che costa un botto .. comunque nel giro di 2-3 anni giá riuscendo a liberarsi dei cadaveri attuali che pesano un botto potran tornare almeno a provare a spendere quel che é il loro budget..che al netto dei ricavi champions é superiore alla loro concorrenza attuale...cercando di farlo in maniera migliore..insomma un milan che nel giro di 2-3 anni con un ricambio del materiale che possa migliorare la qualitá della squadra puó tornare stabilmente fra le prime quattro...

ora...l´inter in questo momento ha consolidato una sua buona posizione..sfruttando le potenzialitá che il suo brand offre... giá il napoli é in una situazione border line...solida realtá ? si ma limitata... tieni presente...fatturato netto negli ultimi anni del napoli (165, 125, 143, 201, 182) il milan bene o male senza fare mai la champions negli ultimi anni ha superato quota 200 sempre... il punto é che il napoli é stato gestito molto meglio...sia nelle spese che nella scelta dei giocatori... ma che il milan non possa competere economicamente con il napoli proprio no...la possibilitá di "spendere di piú" gia ce l´ha ora... ma comunque sia..mettiamo anche il napoli fra quelle (per me al momento) difficilmente raggiungibili... poi ? perché queste son 3..in champions ci van in 4... atalanta roma e lazio competitor del milan ? ma per quanto tempo ? ... l´atalanta é un (magnifico) fenomeno calcistico.. ma quanto puó durare nel tempo ? ... la lazio é una solida realtá economica.. nel senso che ha i conti in equilibrio.. spende bene o male quanto ricava e non si trova costretta a fare sacrifici ai fini di bilancio...ma é pur sempre una piccola realtá.. 100 milioni di ricavi di gestione annui circa...si puó sempre riuscire a fare le nozze coi fichi secchi ? ... la roma ? una situazione simile al milan..costi enormi rispetto ai ricavi..magari puo´ sembrare meno problematica la situazione perché poi uno legge "bilancio 2019 24 milioni di perdita" e pensa..ah ma il milan ne ha fatti 130... si ma il milan senza ricavi champions..e con pochi spicci da plusvalenza..la roma ha limitato il rosso 2019 a 24 milioni facendo qualcosa come 132 milioni di ricavi da player trading (plusvalenze).. quest´anno che non fanno la champions ma l´europa league e i ricavi scenderanno da 230 a ben sotto 200 ?...giá nell´anticipazione della relazione annuale si parla di "emissione bond per 275 milioni" e aumento di capitale per 150..probabilmente faran un giochetto contabile col bond (come fece l´inter con thoir anni fa) per iscrivere a bilancio un provento finanziario straordinario...e coprire in parte con quello una perdita monstre che necessiterá di ulteriore svariate decine di milioni di plusvalenze... insomma... non é che la prospettiva dei competitor del milan sia cosi´ brillante.. al milan basta solo rimettersi in carreggiata tagliando in questi 2-3 anni i costi che deve tagliare...e fare il minimo sindacale (in termini di scelte di giocatori) per avere subito competitivitá certa almeno per il quarto se non il terzo posto in campionato...(vedendo juve e inter irraggiungibili e napoli in parte idem)..una volta fatto questo percorso..aggiungendo ai ricavi fisiologici..quelli di coppa..con relativo a quel punto aumento del valore dei ricavi commerciali che cresceranno...il milan potrá essere molto vicino all´ínter come ricavi... 

Proprio dopo aver letto il tuo post..per curiositá (certo per quel che vale eh) mi son andato a vedere i follower sui social del milan confrontandoli con quelli dell´inter..beh c´e´ una netta differenza in favore del milan... e la cosa non é che stupisce eh.. si tratta pur sempre di una squadre che negli ultimi 30 anni ha vinto 5 champions... una base di seguito/interesse/simpatizzanti su cui "lavorare" ce l´hanno... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono in una situazione tragica si! non solo economica....

cioè se non battono nemmeno il Lecce giocando cosi.....davvero sono inguaiati proprio. Ed ancora quel Scaroni si permette di far l'arrogante davanti ai microfoni a farsi grande contro di noi sefz

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Faranno la fine del Milan di Farina,chi ha vissuto gli 80 sa di cosa parlo e stavolta non ci sarà un Berlusconi a salvarli.

Sono destinati a diventare stabilmente una squadra che al massimo potrà ambire ad entrare in Europa League, sinceramente godo ma proprio tanto dato che li schifo quasi come i prescritti

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, blackwhiteduke ha scritto:

il loop c´é .. questo si... e il fatto che non si possa al momento sopperire alle scelte sbagliate fatte in passato..perché oggi non é piú neanche possibile una situazione come quella del patron alla berlusca che ci mette mano a suon di denaro contante...visto che bene o male bisogna contare su "mezzi propri"..su autofinanziamento..e sui ricavi propri.. viste le esigenze che richiedono le normative uefa... la situazione al momento é quella che é .. con una rosa insufficente e che costa un botto .. comunque nel giro di 2-3 anni giá riuscendo a liberarsi dei cadaveri attuali che pesano un botto potran tornare almeno a provare a spendere quel che é il loro budget..che al netto dei ricavi champions é superiore alla loro concorrenza attuale...cercando di farlo in maniera migliore..insomma un milan che nel giro di 2-3 anni con un ricambio del materiale che possa migliorare la qualitá della squadra puó tornare stabilmente fra le prime quattro...

ora...l´inter in questo momento ha consolidato una sua buona posizione..sfruttando le potenzialitá che il suo brand offre... giá il napoli é in una situazione border line...solida realtá ? si ma limitata... tieni presente...fatturato netto negli ultimi anni del napoli (165, 125, 143, 201, 182) il milan bene o male senza fare mai la champions negli ultimi anni ha superato quota 200 sempre... il punto é che il napoli é stato gestito molto meglio...sia nelle spese che nella scelta dei giocatori... ma che il milan non possa competere economicamente con il napoli proprio no...la possibilitá di "spendere di piú" gia ce l´ha ora... ma comunque sia..mettiamo anche il napoli fra quelle (per me al momento) difficilmente raggiungibili... poi ? perché queste son 3..in champions ci van in 4... atalanta roma e lazio competitor del milan ? ma per quanto tempo ? ... l´atalanta é un (magnifico) fenomeno calcistico.. ma quanto puó durare nel tempo ? ... la lazio é una solida realtá economica.. nel senso che ha i conti in equilibrio.. spende bene o male quanto ricava e non si trova costretta a fare sacrifici ai fini di bilancio...ma é pur sempre una piccola realtá.. 100 milioni di ricavi di gestione annui circa...si puó sempre riuscire a fare le nozze coi fichi secchi ? ... la roma ? una situazione simile al milan..costi enormi rispetto ai ricavi..magari puo´ sembrare meno problematica la situazione perché poi uno legge "bilancio 2019 24 milioni di perdita" e pensa..ah ma il milan ne ha fatti 130... si ma il milan senza ricavi champions..e con pochi spicci da plusvalenza..la roma ha limitato il rosso 2019 a 24 milioni facendo qualcosa come 132 milioni di ricavi da player trading (plusvalenze).. quest´anno che non fanno la champions ma l´europa league e i ricavi scenderanno da 230 a ben sotto 200 ?...giá nell´anticipazione della relazione annuale si parla di "emissione bond per 275 milioni" e aumento di capitale per 150..probabilmente faran un giochetto contabile col bond (come fece l´inter con thoir anni fa) per iscrivere a bilancio un provento finanziario straordinario...e coprire in parte con quello una perdita monstre che necessiterá di ulteriore svariate decine di milioni di plusvalenze... insomma... non é che la prospettiva dei competitor del milan sia cosi´ brillante.. al milan basta solo rimettersi in carreggiata tagliando in questi 2-3 anni i costi che deve tagliare...e fare il minimo sindacale (in termini di scelte di giocatori) per avere subito competitivitá certa almeno per il quarto se non il terzo posto in campionato...(vedendo juve e inter irraggiungibili e napoli in parte idem)..una volta fatto questo percorso..aggiungendo ai ricavi fisiologici..quelli di coppa..con relativo a quel punto aumento del valore dei ricavi commerciali che cresceranno...il milan potrá essere molto vicino all´ínter come ricavi... 

Proprio dopo aver letto il tuo post..per curiositá (certo per quel che vale eh) mi son andato a vedere i follower sui social del milan confrontandoli con quelli dell´inter..beh c´e´ una netta differenza in favore del milan... e la cosa non é che stupisce eh.. si tratta pur sempre di una squadre che negli ultimi 30 anni ha vinto 5 champions... una base di seguito/interesse/simpatizzanti su cui "lavorare" ce l´hanno... 

Senza dubbio i ricavi di default del milan non si negano, tuttavia si sottostima quella che sarà l'evoluzione delle avversarie, che non staranno a guardare il Milan rinascere dal nulla.

 

Dunque il mio è un auspicio. È possibilissimo il Milan non veda la Champions per altri 5/6 anni, che aggiungendosi ai precedenti..

 

Insomma, credo che la storia del Milan fantasmagorico, con Berlusconi sia finita.

 

Anche dopo farsopoli si è trascinata 'di rendita'. Dunque non è gestita bene dal 2006. Ha vinto qualcosa grazie a campioni comprati precedentemente, terminati loro, è, letteralmente, terminato il Milan(e tolta la champions del 2007, neppure c'è molto).

 

Come detto da Laudrup, saranno una squadra da Europa league.

 

Non vedo come potrebbe cambiare, se non in luuuunghi tempi (per sempre era una iperbole). Non so, 15/20anni senza scudetti o coppe campioni?

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Pogba88 ha scritto:

sono in una situazione tragica si! non solo economica....

cioè se non battono nemmeno il Lecce giocando cosi.....davvero sono inguaiati proprio. Ed ancora quel Scaroni si permette di far l'arrogante davanti ai microfoni a farsi grande contro di noi sefz

 

Mi ricorda un episodio di una tribuna politica (premetto che non non sto parlando però di politica) in cui Cossutta (un esponente dell'allora partito di rifondazione comunista) interista urlava a Berlusconi: Lei la grande inter se la sogna di notte!!!

E Berlusconi tutto sorridente che gli rispondeva: Ma veramente io in questi anni col Milan ho vinto molto di piu'.

Ecco ora i milanisti sono diventati i nuovi interisti che vivono solo di sbiaditi ricordi.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, Pavel Christ Superstar ha scritto:

Sì ma Berlusconi ha costruito a suon di denaro sonante, per cui i figli hanno sempre 'odiato' questo lato 'sciocco' del padre.

 

Ora la situazione è di un loop dal quale difficilmente potranno uscire.

 

L'Inter ha terminato il suo periodo più nero, la Juve difficilmente potrà scendere dalle 4, il Napoli è una solida realtà oramai, anche a libello internazionale. Il Milan deve sperare tutte le altre falliscano.

 

Lo trovo poco probabile. Almeno in tempi brevi.

 

Questo comporterà le conseguenze che abbiamo già visto.

 

E il loop continuerà, senza vie di uscita diverse da una farsopoli.

 

Perché per non fallire dovranno alleggerire il bilancio, per alleggerire il bilancio dovranno giocare con kessie e Calabria, giocando con kessie e Calabria non raggiungi la Champions. .. Etc

 

 

.l'ultimo all in l'hanno fatto l'anno scorso, e gli è costato carissimo.

 

Non dico falliranno economicamente.

 

Falliranno sportivamente.

Secondo me dovranno vendere anche Kessie. uum 

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Pavel Christ Superstar ha scritto:

Insomma, credo che la storia del Milan fantasmagorico, con Berlusconi sia finita.

su questo son molto d´accordo

 

 

7 ore fa, Pavel Christ Superstar ha scritto:

È possibilissimo il Milan non veda la Champions per altri 5/6 anni, che aggiungendosi ai precedenti..

tutto é possibile, ma l´anno scorso pur con una squadra costruita male ci son andati vicini, quest´anno ci andranno lontani..ma solo perché l´atalanta (oltre il noto terzetto ovviamente) non é raggiungibile

 

 

7 ore fa, Pavel Christ Superstar ha scritto:

Come detto da Laudrup, saranno una squadra da Europa league.

"destinati a diventare stabilmente una squadra che al massimo potrà ambire ad entrare in Europa League"

e invece quali saranno le squadre che oltre a noi e inter stabilmente andranno in luogo del milan a giocarsi stabilmente la champions qualificandosi ogni anno ? roma lazio e napoli ?  


 

 

8 ore fa, Pavel Christ Superstar ha scritto:

l'evoluzione delle avversarie, che non staranno a guardare il Milan rinascere dal nulla.

é ovvio che non staranno a guardare il milan rinascere dal nulla...ma ci sono le basi per una crescita importante nel giro di pochi anni ? Cosa ti fa pensare che possano esserci ? su quali settori possono avere un forte incremento degli introiti queste squadre ? 



 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, blackwhiteduke ha scritto:

tutto é possibile, ma l´anno scorso pur con una squadra costruita male ci son andati vicini, quest´anno ci andranno lontani..ma solo perché l´atalanta (oltre il noto terzetto ovviamente) non é raggiungibile

L'Atalanta quest'anno incasserà i soldi della CL e l'anno prossimo probabilmente pure. Inoltre la partecipazione alla CL rivaluterà i cartellini dei giocatori, e l'Atalanta i soldi che incassa non li butta nel GabiNetto. Potranno sicuramente potenziare notevolmente la rosa. La vedo dura per il Milan recuperare, senza soldi, sotto minaccia FFP, con gli sponsor in fuga e una dirigenza che i giocatori li sceglie facendo estrarre  a caso delle palline coi loro nomi  da un bambino con gli occhi bendati. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, _ForzaJuve_ ha scritto:

L'Atalanta quest'anno incasserà i soldi della CL e l'anno prossimo probabilmente pure. Inoltre la partecipazione alla CL rivaluterà i cartellini dei giocatori, e l'Atalanta i soldi che incassa non li butta nel GabiNetto. Potranno sicuramente potenziare notevolmente la rosa. La vedo dura per il Milan recuperare, senza soldi, sotto minaccia FFP, con gli sponsor in fuga e una dirigenza che i giocatori li sceglie facendo estrarre  a caso delle palline coi loro nomi  da un bambino con gli occhi bendati. 

si ma l´atalanta non é destinata a durare negli anni a questi livelli..non ha una base di ricavi (stadio+commerciale+diritti tv nazionale) ampia e con potenzialitá di crescita importanti tali da permettere un progetto economico a lunga scadenza...per i prossimi 2-3 anni il discorso che fai ci sta...andando oltre i 2-3 anni ? 

cioé voi vedete fra 5-10 anni una situazione consolidata in cui l´atalanta é stabilmente davanti al milan e riesce piú spesso a raggiungere la qualificazione champions mentre il milan a fatica arriva solo in europa league ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 18/10/2019 Alle 12:07, actarus ha scritto:

io l'ho visto prendere palla, portarla e segnare. lo ha fatto dell'Atalanta e lo ha fatto anche nel Milan 

Anche ieri sera imbarazzante...krunic è meglio...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.