Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

phoenix

Sacchi: "La Juve ha vinto con merito. Il pericolo per Sarri consisteva nei successi ottenuti con metodologie diverse. I bianconeri adesso sono una squadra organica e armoniosa"

Recommended Posts

Quoto

 

TORINO 08/10/2019 - Vince la Juventus, ma l’Inter non ne esce ridimensionata. Incontro bello, non bellissimo, però mai noioso. Entrambe le contendenti si sono affrontate a viso aperto, fiduciose delle proprie idee e del proprio lavoro. L’incontro è arrivato troppo presto, i nerazzurri e i bianconeri non sono ancora al top, ci saranno fra un mese o due. Conte e Sarri sono due bravissimi allenatori e stanno facendo un grande lavoro: entrambi cercano di dare uno stile di gioco che li identifichi, crei orgoglio e senso di appartenenza. Il loro stile Antonio e Maurizio vivono per il calcio, entrambi danno la vita per il proprio lavoro, entrambi aspirano ad avere un team che abbia il dominio del gioco e del campo. Pensano che ci siano più progressi da dominus del gioco e che l’ottimismo avvicini al futuro, il pessimismo al passato. Credono che l’organizzazione del gioco, con la conseguente sinergia, permetta ai singoli di raggiungere livelli che individualmente mai raggiungerebbero. Entrambi aspirano a un collettivo di intelligenza e a una squadra che interiorizzi il tutto, così da avere in campo risposte istantanee e naturali. Negli allenamenti simulano quanto avviene in partita in modo, appunto, da raggiungere l’interiorizzazione. Tuttavia, per raggiungere l’obiettivo necessitano di calciatori prima di tutto ricchi di modestia e di entusiasmo, poi di talento. Un talento che verrà ulteriormente ampliato dalla collaborazione dei compagni e dalla sensibilità degli allenatori nel correggere gli errori commessi. Entrambi si affidano a un sistema didattico globale.

Juve: il gioco La Juventus ha vinto con merito, ma le distanze con i nerazzurri si sono accorciate, sempre che continui questa disponibilità al sacrificio da parte dei giovani interisti. Sarri dispone di uomini più esperti e di una rosa di alto livello: per lui il pericolo consisteva nei successi ottenuti con metodologie diverse e nell’età dei calciatori, in molti casi non più giovani. Questi dubbi si sono dissolti dopo una buona prestazione che questo collettivo ha esibito al Meazza. La fase difensiva è migliorata, grazie al pressing portato con più decisione e migliori tempistiche. La squadra è stata quasi sempre corta e compatta, così ha consumato meno energie e ha giocato con i tempi giusti, frastornando gli avversari con ripartenze e attacchi in profondità.

Juve: i singoli La difesa guidata magistralmente da Bonucci saliva fino a metà campo e i giocatori erano ben posizionati e collegati. I pressing e i raddoppi sono stati di buon livello, come le scalate, tuttavia ci sono ancora margini di miglioramento, specialmente per gli attaccanti. I quattro difensori non erano mai«soli», ma usufruivano sempre della collaborazione dei compagni di reparto, in un movimento coordinato e sinergico. In fase offensiva, Bonucci e Pjanic erano i grandi maestri del gioco - anche se il bosniaco a volte perdeva la giusta posizione - così come i vari Ronaldo, Dybala e poi Higuain erano un’insidia costante. I bianconeri non sono solo carattere e professionalità, ma una squadra organica e armoniosa, in cui tutti collaborano e si muovono in sintonia. I ragazzi di Maurizio hanno vinto e convinto contro un forte, ma un po’ inesperto avversario. Il primo tempo si è concluso con un pareggio giusto, ma nel secondo la maggiore classe ed esperienza hanno fatto la differenza. Inter: il lavoro Gli uomini di Conte, appesantiti dal duro confronto con il Barcellona e dall’infortunio di Sensi, non sono riusciti a fermare il grande rivale. L’Inter ha ampi margini di miglioramento, vista la giovane età di molti, ma non dovranno mai mancare una motivazione straordinaria e la modestia. Antonio dovrà lavorare sulle linee difensive non sempre coordinate e su pressing e raddoppi a tutto campo. I tre centrocampisti a turno dovranno sempre trovare una posizione attiva, per evitare i contropiede avversari. La fase offensiva in questo momento necessita molto delle invenzioni di Sensi e della crescita di Lukaku. La rosa nerazzurra non è competitiva come quella bianconera, ma tutti miglioreranno moltissimo se seguiranno il loro tecnico, che fa dell’ossessione un surplus delle proprie idee e intuizioni. Il calcio italiano ha bisogno di grandi allenatori come Conte e Sarri. Grazie di esistere.

Gazzetta dello Sport

 

 

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che la mano di Sarri in questa Juve sia visibile a tutti. Chi sostiene il contrario è palesemente in malafede.

Ma ciò che stupisce non è tanto che abbia dato a questa Juve un gioco, ma la sua intelligenza nell'entrare nel mondo Juve senza stravolgere troppo.

Oltretutto dati alla mano su 9 partite totali abbiamo fatto 7 vittorie e due pareggi, il che per ora è uno score di tutto rispetto.

  • Mi Piace 12

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bravo maestro ,adesso che ti abbiamo fatto contento con un giuoco armonioso e dominante... vediamo se la smetti di rompere con il DNA operaio della Juventus va ...Con affetto sempre

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma vai con Mazzola a contare i piccioni e ricordati del calcio in deretano che ti diede il Berlu quando volevi farlo scegliere tra te e Van Basten va

  • Mi Piace 1
  • Grazie 1
  • Haha 1
  • Confuso 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Juve: i singoli La difesa guidata magistralmente da Bonucci saliva fino a metà campo e i giocatori erano ben posizionati e collegati. I pressing e i raddoppi sono stati di buon livello, come le scalate, tuttavia ci sono ancora margini di miglioramento, specialmente per gli attaccanti. I quattro difensori non erano mai«soli», ma usufruivano sempre della collaborazione dei compagni di reparto, in un movimento coordinato e sinergico."

 

VANGELO

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ad Allegri staranno fischiando le orecchie in sti giorni 😅

La mano di Sarri è evidente, ma come ha sottolineato nel post partita, deve lavorare su alcuni punti:

1) La linea difensiva: occorreranno mesi per modificare il sistema difensivo

2) Il dominio territoriale per tutto il match: questa juve, per ora, va solo a sprazzi, sebbene stia migliorando ed in fase offensiva abbia già assimilato dei movimenti sconosciuti sino all'anno scorso.

3) La squadra, per ora, si sente più trranquilla se si abbassa in fase difensiva. In alcuni momenti lo fa meno, in altri gli viene automatico. Ci vorrà tempo, ma sarà una svolta fondamentale.

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, Ju Solo ha scritto:

Ma vai con Mazzola a contare i piccioni e ricordati del calcio in deretano che ti diede il Berlu quando volevi farlo scegliere tra te e Van Basten va

Già perché alla fine di tutti questi stupendi discorsi vinci se hai i campioni.Il resto è aria fritta da sempre.Comunque se il buon Arrigo ha voglia di smentirmi puo' sempre riprendersi la panca del Milan e provare ad "interiorizzare" i vari Calabria,Bonaventura,Paqueta e & e poi vediamo cosa porta a casa.

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa storia dell'inda giovane è una cacata pazzesca... anche considerando giovani quelli sotto i 25 (ma davvero uno a 24 anni è "giovane"?), avevano in campo Skriniar, Barella, Sensi e Lautaro. Due di questi sono comunque al limite dei 25. Poi hanno messo Bastoni, ma anche Vecino e Politano. Al momento del nostro secondo gol, loro avevano in campo Bastoni, Skriniar e Barella, noi De Ligt (che è il più giovane di tutti) e Bentancur. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ripete sempre le stesse banalità, con il solito stile di accompagnare ogni concetto con tre aggettivi.

E' francamente insopportabile.

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
36 minutes ago, SoloJuve991 said:

Credo che la mano di Sarri in questa Juve sia visibile a tutti. Chi sostiene il contrario è palesemente in malafede.

Ma ciò che stupisce non è tanto che abbia dato a questa Juve un gioco, ma la sua intelligenza nell'entrare nel mondo Juve senza stravolgere troppo.

Oltretutto dati alla mano su 9 partite totali abbiamo fatto 7 vittorie e due pareggi, il che per ora è uno score di tutto rispetto.

La gente era molto stupita prima, dato che con una rosa che per l'amor di Dio non avrà avuto dentro iniesta, xavi, pirlo, riquelme, ronaldinho, ma tre passaggi di fila avrebbe dovuto saperli fare. Partite contro il frosinone, spal o benevento dove ti chiudi nella tua metà campo, dove lasci il predominio del gioco all'avversario. Finché giochi con i giaccherini, peluso, ogbonna posso capirlo, quando cominci a giocare coi Cristiano Ronaldo, Douglas Costa, Higuain, Emre Can devi per forza proporre un gioco votato all'annientamento avversario. La rosa di quest'anno è quasi la stessa, ma le partite sono completamente diverse. Ora è spesso un piacere guardare una partita della Juve, prima mi si ingrossava il fegato.

  • Mi Piace 12

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ero uno dei più scettici, non per altro ero un illuso del #teampep, devo ammettere invece che la mano di Sarri si vede eccome se si vede. Giocatori perduti che si ritrovano, qualità perdute che riemergono, finalmente un gioco. Hasta la vista Comandante!!

  • Mi Piace 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti il lavoro di Sarri comincia a prendere forma concreta, non è ancora giunto al pieno regime, ma siamo sulla via giusta.

Condivido il concetto di armonia della squadra, ossia della fusione tecnica tattica e mentale. 

  • Triste 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

La strada per vincere in Europa è questa. Ora non bisogna più voltarsi indietro e, se possibile, mantenere questo gioco e questo equilibrio riuscendo ad aggiungere un attaccante in più

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.