Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

maspep

Il prossimo step di mister Sarri: non mollare mai

Recommended Posts

56 minuti fa, nicolascage ha scritto:

A me e' piaciuto molto quando abbiamo pressato molto alto nei minuti finali.

Anche a me ma sai il calcio per fortuna non è una scienza esatta e se per caso avessimo preso una ripartenza da scoperti e l'Inter avesse segnato il pari scriveremmo le stesse cose? semplice domanda.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, bergamo83 ha scritto:

Il prossimo step e vedere Matuidi in panca e Rabiot in campo con il 4-3-1-2 , i piedi e i non stop di Matuidi sono un punto debole della Juve , se si vuole un gioco palla bassa e che si sposto per tutto il campo non solo per la parte destra del campo

Matuidi fa tanto movimento però oltre che bravissimo nel pressing .... Si sottovaluta il suo lavoro di equilibratore.

 

 

Bentancur al posto di Sami e Ramsey a suo posto, o in mancanza Costa, dovrebbe essere il miglior assetto per compromesso fra qualità e quantità 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Juve★★★ ha scritto:

Io inizio a credere che sia anche l'ambiente Juve ad esaltare le qualità di tutti i propri tesserati.

Quasi tutti i giocatori che lasciano la Juve vedono calare il livello delle loro prestazioni (ultimi esempi Bonucci, Higuain, Pogba) e quasi tutti gli allenatori crescono e maturano (Conte, Allegri).

Sarri nell'ambiente Napoli era costretto a fare anche il capo popolo e veniva aizzato continuamente dai giornalisti, nell'ambiente Juve invece deve solo pensare al campo.

Credo il punto sia proprio questo. E credo anche sia quello che la società si aspetti dalla presenza di Buffon e Barzagli.

Share this post


Link to post
Share on other sites

speriamo che la nuova preparazione atletica possa ridurre gli infortuni (anche se abbiamo una rosa fragile che viene da tanti anni di preparazioni atletiche Allegri style) e che Sarri impari a gestire meglio la rosa lasciando riposare chi ne ha bisogno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Robby2261 ha scritto:

Anche a me ma sai il calcio per fortuna non è una scienza esatta e se per caso avessimo preso una ripartenza da scoperti e l'Inter avesse segnato il pari scriveremmo le stesse cose? semplice domanda.

Sì, perché quando togli un centrocampista sull1-1 a san Siro e metti la terza punta fai capire che quello che ti interessa è vincere. Quindi sì, io, almeno, avrei goduto anche in caso di pareggio proprio per il cambio di mentalità.

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, bergamo83 ha scritto:

Il prossimo step e vedere Matuidi in panca e Rabiot in campo con il 4-3-1-2 , i piedi e i non stop di Matuidi sono un punto debole della Juve , se si vuole un gioco palla bassa e che si sposto per tutto il campo non solo per la parte destra del campo

Si alla play station, nella realtà del campo di calcio Matuidi non lo toglie mai nessun allenatore, chissà perché?

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Simy ha scritto:

Matuidi fa tanto movimento però oltre che bravissimo nel pressing .... Si sottovaluta il suo lavoro di equilibratore.

 

 

Bentancur al posto di Sami e Ramsey a suo posto, o in mancanza Costa, dovrebbe essere il miglior assetto per compromesso fra qualità e quantità 

Matuidi ha gravi lacune tecniche , è ottimo per il 4-3-3 , nel 4-3-1-2 per me si può fare a meno di lui , perchè il 3/4 ista può arretrare

Adesso, vecchiolupojuventino ha scritto:

Si alla play station, nella realtà del campo di calcio Matuidi non lo toglie mai nessun allenatore, chissà perché?

Matuidi è ottimo , ma ha gravi lacune tecniche , secondo me non è adatto alle idee di gioco che ha Sarri ( gioco fitto di passaggi e palla a terra)

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, Lpiemunteisa ha scritto:

Sì, perché quando togli un centrocampista sull1-1 a san Siro e metti la terza punta fai capire che quello che ti interessa è vincere. Quindi sì, io, almeno, avrei goduto anche in caso di pareggio proprio per il cambio di mentalità.

Io voglio vincere in particolare a San Siro contro l'Inter di Conte, 

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, bergamo83 ha scritto:

Matuidi ha gravi lacune tecniche , è ottimo per il 4-3-3 , nel 4-3-1-2 per me si può fare a meno di lui , perchè il 3/4 ista può arretrare

Matuidi è ottimo , ma ha gravi lacune tecniche , secondo me non è adatto alle idee di gioco che ha Sarri ( gioco fitto di passaggi e palla a terra)

non ha gravi lacune tecniche, nel palleggio se la cava sempre.. se poi lo giudicate per 2 controlli sbagliati dovreste fare la stessa cosa con Ronaldo..

è chiaro che nel portare palla ha dei limiti, basta che giochi con uno o due tocchi ed è sempre preciso.

Non ci vuole uno scienziato per capire che Matuidi per rendimento e workrate è il miglior cc che abbiamo, giocatore immenso che solo Kantè potrebbe sostituire migliorando la squadra.

 

poi se pensate di mettere Rabiot o Bentancur per "palleggiare" meglio succede quello che è successo quando avevamo 3 attaccanti in campo contro l'inter.

 

Anche il Real ha vinto tutto con 2 cc di qualità ed 1 di quantità. E poi se Sarri pensasse questo non lo farebbe giocare lol, non capisco il ragionamento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io penso che domenica sera fossimo a bomba, come livello. Il prossimo step lo devono fare i giocatori: De Ligt deve crescere e altri devono tenere questo stato di forma e convinzione più a lungo dello scorso anno. Faccio un esempio: Bonucci, adesso è scintillante come all'inizio della stagione scorsa (Manchester) ad esempio.O Khedira. Va ricordato che le ultime due stagioni abbiamo visto la migliore Juve all'inizio con più continuità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per usare termini di Dragonball il prossimo passo è l'ultra istinto.

 

Ultra istinto inteso che la squadra deve imparare a muoversi in maniera assolutamente naturale e spontantanea nell'applicazione del gioco di sarri senza perdere tempi di gioco per pensare a come attuarlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sarri nel post partita ha detto che il prossimo step sarà diventare padroni del campo e della partita per tutti i 90 minuti, essere dominanti. 

Penso che sia quello che ci auguriamo tutti, così da cominciare a mazzolare tutti a destra e sinistra a suon di 3-0 almeno. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so se accadrà mai ma io ci spero perché è un'idea che mi frulla in testa da un po': 4312 con Douglas trequarti. Se imparasse a smarcarsi e ricevere palla tra le linee sarebbe devastante visto che il primo ed il secondo li salta sempre. #godopoli .ghgh

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il prossimo step per mister Sarri é quello di velocizzare la manovra come lui stesso ha detto in conferenza. Il resto lo fará la brillantezza e l´integrazione definitiva dei nuovi. Speriamo inoltre che i giocatori a rischio infortunio non abbiano troppe ricadute durante la stagione o se le avranno che non siano di due mesi ogni volta, come accaduto adesso per De Sciglio e quasi per Costa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
25 minuti fa, Robby2261 ha scritto:

Anche a me ma sai il calcio per fortuna non è una scienza esatta e se per caso avessimo preso una ripartenza da scoperti e l'Inter avesse segnato il pari scriveremmo le stesse cose? semplice domanda.

Proprio perché non è una scienza esatta anche chiudendoci abbiamo preso due gol a Monaco e Madrid che hanno vanificato due imprese straordinarie.

 

 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Frank70 ha scritto:

Bernardeschi è forse quello che negli ultimi anni mi ha deluso di più. 

Mannaggia a lui, inizio a perderci le speranze.

Riguardo a Rabiot, son d'accordo. Noto che al momento è molto bistrattato (non so sul forum, ma tra le mie conoscenze reali è più sminuito di un Ranocchia all'inter) ma dal mio punto di vista al momento ha due grandi attenuanti:

1) è fermo da parecchio tempo, quindi ci sta che abbia bisogno di qualche mese in più 

2) è una nuova realtà per lui, quindi non solo fisicamente ha bisogno di tempo, ma deve adattarsi in toto.

 

 

 

Poi oh, sono un caso a parte. Continuerò a dare speranze a Berna, continuerò a darle a Rabiot finché saranno qui, perché sono un romantico del pallone sefz

Rabiot ha solo bisogno di tempo e fiducia. Questo uscirà alla grande. Deve fare solo la prestazione ottima, come capita spesso a molti giocatori e poi si sblocca.

Share this post


Link to post
Share on other sites

a me Rabiot sembra un po pesantuccio forse perche ha una bella stazza

per ora molto difficile che prende il posto a Matuidi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Napoli con qualsiasi allenatore fa giocare sempre gli stessi perchè NON HANNO RISERVE, Sarri forse è quello che ha fatto più turnover, ricordo Mazzarri ogni anno sempre assolutamente con gli stessi 11, che poi come abbiano fatto a non rompersi mai e correre tutto l'anno rimane un mistero. Gli stessi prescritti giocano sempre con gli stessi, al primo infortunio importante crolleranno.

Ora Sarri ha a disposizione 2 squadre, tutti potenzialissimi titolari tranne Rugani e Pinsoglio che sono le uniche 2 vere riserve.

Share this post


Link to post
Share on other sites
40 minuti fa, Yep ha scritto:

non ha gravi lacune tecniche, nel palleggio se la cava sempre.. se poi lo giudicate per 2 controlli sbagliati dovreste fare la stessa cosa con Ronaldo..

 

No scusa, sbagliare un controllo o due può capitare a chiunque ma il tuo paragone non regge; se guardi le partite è evidente la diffrenza di tocco di palla tra i due ma, anche senza scomodare Ronaldo, si vede anche con molti altri compagni di squadra; al momento l'apporto di Matuidi sembra irrinunciabile ma i limiti tecnici si vedono, lui poi sopperisce con altre qualità.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Machiavelli ha scritto:

Altrove Sarri non aveva la rosa che ha adesso.

Era inevitabile non reggere quei ritmi per 50 partite.

Ora mi aspetto maggiore integrazione dei nuovi acquisti altrimenti 7 milioni l'anno che li diamo a fare a Rabiot e a Ramsey?

Ramsey quando ha potuta ha giocato. Rabiot credo proprio non sia un giocatore da Juve. Spero di sbagliarmi. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, maspep ha scritto:

Secondo me, ora, manca un ultimo step: il non accontentarsi ed il non mollare mai.

Negli anni passati più volte, al Napoli e al Chelsea, abbiamo visto fare grandissime partite e poi débâcle clamorose in quelle successive (il caso più eclatante lo scudo perso in albergo).

Anche quest'anno abbiamo rischiato di non vincere contro i napulicchi facendoci rimontare tre reti, o il pareggio di Madrid dopo essere stati in vantaggio 2 a 0.

Ecco, mi aspetto che Sarri riesca a NON far "rilassare" la squadra dopo aver magari dominato una partita, riesca cioè a far mantenere la concentrazione al 110 % a tutti, continuare ad essere "cannibali".

 

diciamo che questo step a cui fai riferimento, in pratica lo colma la società e i tifosi.

 

E' la costante presenza e perseveranza dei nostri dirigenti a fargli capire allenamento dopo allenamento che alla juve non si molla nulla.

Poi aiuta molto anche la parte che fanno i tifosi. Nel senso che da noi non ci si esalta mai e ci si deprime il giusto.

Al Napoli invece gli umori dei tifosi incidevano non poco. Si passava dall'esaltazione alla depressione influenzando indirettamente la squadra.

Oltre ai vari alibi che prontamente gli venivano serviti dal loro presidente e dai loro "giornalisti".

 

per quanto riguarda il pareggio a Madrid o la partita contro il Napoli.

Abbiamo preso gol più per  stanchezza fisica e movimenti da affinare che per mancanza di concentrazione.

 

Del resto come dice Sarri stesso, non ha mai visto tanto impegno negli allenamenti in vita sua. Come se questi giocatori non avessero vinto ancora nulla.

 

Al momento solo una cosa non mi sta piacendo di Sarri. E cioè che entra un pochino troppo dei dettagli tecnico tattici della partita e dei singoli giocatori.

Se da un lato tifosi e giornalisti ne sono contenti.

D'altro, prima o poi,  cadrà in contraddizione facendosi alcuni nemici che non mancheranno di rinfacciargli certe dichiarazioni.

 

Ecco dovrebbe limitare questa sua sincerità...e farsi un pochino più furbo, non entrando  nel dettaglio o spiegando ogni cosa.

Questo per me è l'ulteriore step che deve compiere. Capisco che a lui piace parlare di calcio, ma deve trattenersi.

 

oltre naturalmente a  saper dimostrare di mantenere la stessa lucidità mostrata finora nelle conferenze e nei rapporti coi giocatori

anche nei momenti meno felici, che certamente arriveranno. Vediamo.

 

Ecco se continua su questa strada, e se aggiusta un pochino ancora il tiro sull'abbigliamento, le conferenze e le dita al naso....siamo a cavallo.

 

 

 


 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, bergamo83 ha scritto:

Il prossimo step e vedere Matuidi in panca e Rabiot in campo con il 4-3-1-2 , i piedi e i non stop di Matuidi sono un punto debole della Juve , se si vuole un gioco palla bassa e che si sposto per tutto il campo non solo per la parte destra del campo

Si sono d'accordo ma il lavoro in fase di non possesso di Blaise è mostruoso. il miglioramento sostituendo Matuidi ha un solo nome Kante

8 minuti fa, Gion Gis Kann ha scritto:

 

diciamo che questo step a cui fai riferimento, in pratica lo colma la società e i tifosi.

 

E' la costante presenza e perseveranza dei nostri dirigenti a fargli capire allenamento dopo allenamento che alla juve non si molla nulla.

Poi aiuta molto anche la parte che fanno i tifosi. Nel senso che da noi non ci si esalta mai e ci si deprime il giusto.

Al Napoli invece gli umori dei tifosi incidevano non poco. Si passava dall'esaltazione alla depressione influenzando indirettamente la squadra.

Oltre ai vari alibi che prontamente gli venivano serviti dal loro presidente e dai loro "giornalisti".

 

per quanto riguarda il pareggio a Madrid o la partita contro il Napoli.

Abbiamo preso gol più per  stanchezza fisica e movimenti da affinare che per mancanza di concentrazione.

 

Del resto come dice Sarri stesso, non ha mai visto tanto impegno negli allenamenti in vita sua. Come se questi giocatori non avessero vinto ancora nulla.

 

Al momento solo una cosa non mi sta piacendo di Sarri. E cioè che entra un pochino troppo dei dettagli tecnico tattici della partita e dei singoli giocatori.

Se da un lato tifosi e giornalisti ne sono contenti.

D'altro, prima o poi,  cadrà in contraddizione facendosi alcuni nemici che non mancheranno di rinfacciargli certe dichiarazioni.

 

Ecco dovrebbe limitare questa sua sincerità...e farsi un pochino più furbo, non entrando  nel dettaglio o spiegando ogni cosa.

Questo per me è l'ulteriore step che deve compiere. Capisco che a lui piace parlare di calcio, ma deve trattenersi.

 

oltre naturalmente a  saper dimostrare di mantenere la stessa lucidità mostrata finora nelle conferenze e nei rapporti coi giocatori

anche nei momenti meno felici, che certamente arriveranno. Vediamo.

 

Ecco se continua su questa strada, e se aggiusta un pochino ancora il tiro sull'abbigliamento, le conferenze e le dita al naso....siamo a cavallo.

 

 

 


 

 

 

A me è quello che piace di più...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.