Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Juve★★★

Quando con il tempo a calare è il rendimento dell'allenatore

Recommended Posts

Siamo tutti abituati a constatare il declino fisico dei calciatori, ma un tema che mi ha sempre incuriosito riguarda il calo di rendimento degli allenatori più quotati.

Visto che in quel ruolo ovviamente il fisico non c'entra, mi stupisce vedere come allenatori un tempo vincenti si trasformino di colpo in perdenti e viceversa.

Una delle rare occasioni è stata Ferguson, che per diversi decenni si è mantenuto sulla cresta dell'onda sapendosi rinnovare nonostante il cambio delle regole e l'evolversi del gioco.

Ci sono molti esempi, però, di allenatori che nel tempo sono calati, che elenco di seguito:

- Wenger, vincente sino agli anni 2004/2005/2006, poi tanti piazzamenti all'Arsenal;

- Ancelotti, vince tre Champions e diversi campionati in tanti paesi diversi, poi l'esonero al Bayern e sinora un anno e mezzo deludente al Napoli;

- Benitez, vincitore di una Champions, di due Liga con il Valencia per poi finire ad allenare il Newcastle in seconda divisione;

- Ranieri, vincitore di una Premier con il Leicester e ora allena la Samp in zona retrocessione;

- Mourinho, plurivincitore prima di alcuni fallimenti nelle ultime esperienze da allenatore.

Nella lista ad esempio non ho messo Allegri, ma nel forum in tanti sostengono che dopo la finale di Cardiff non abbia mantenuto gli alti livelli dei primi tre anni bianconeri.

 

Di contro ci sono allenatori che sbocciano più tardi, un chiaro esempio sono il nostro Sarri (per tantissimi anni impegnato nelle categorie inferiori) e Gasperini (si è guadagnato la prima qualificazione in CL a 60 anni).

Da cosa dipendono questi alti e bassi? E' il calcio che cambia continuamente e richiede ai mister un aggiornamento continuo? Oppure ad incidere è la mancanza di stimoli dopo un certo periodo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me una volta vinto e stravinto tutto calano un po le motivazioni.
Poi va a fortuna, vedi uno come mourinho che per me ha avuto più * che anima.
Altri invece non hanno sfondato per diversi motivi e spesso è il carpe diem che non viene "carpito" e questo vale nel calcio come nella vita in generale

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Vegeta82 ha scritto:

Secondo me una volta vinto e stravinto tutto calano un po le motivazioni.
Poi va a fortuna, vedi uno come mourinho che per me ha avuto più * che anima.
Altri invece non hanno sfondato per diversi motivi e spesso è il carpe diem che non viene "carpito" e questo vale nel calcio come nella vita in generale

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 

sono abbastanza d'accordo con questa disamina.

è un insieme di circostanze, poi bisogna valutare caso per caso.

 

Io non frequento il mondo del calcio in prima persona, ma valuto quello che vedo in altri settori della vita: spesso mi capita di aver a che fare con professionisti affermati che, raggiunta la sicurezza economica e la fama nel settore di competenza,  "mollano" un pochettino o magari lasciano le redini dell'attività ai figli, che possono non essere all'altezza dei genitori.

Poi ovviamente ci sono la fortuna e la sfortuna, ma questo è ovvio

 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il calcio è un mondo sempre in movimento, se non aggiorni le tue idee, non puoi andare avanti....

Questo vale per Mourinho, per Ancelotti e per tutti gli altri.


Diversi sono i casi come quello di Allegri: quest'ultimo ha sempre vinto con noi, anche nel suo anno peggiore, però ovviamente dopo 3 anni belli, ti distruggono un centrocampo intero, le idee iniziano a scarseggiare e il risultato è un peggioramento anche a livello di energie... Stare 5 anni in una stessa squadra è comunque tantissimo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ancelotti con il Napoli l'anno scorso è arrivato secondo

Quest'anno può arrivare agli ottavi di CL

Il livello del Napoli quello è

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Juve★★★ ha scritto:

Da cosa dipendono questi alti e bassi? E' il calcio che cambia continuamente e richiede ai mister un aggiornamento continuo? Oppure ad incidere è la mancanza di stimoli dopo un certo periodo?

Hai dimenticatoil Vate di Fusignano colui che crede di avere inventato il Calcio... 4 anni di Milan per sparire nell'oblio 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sono convinto che l’allenatore conti, al massimo, il 20/30%. L’allenatore deve esser, prima Di tutto, un grande gestore.

Wenger ha smesso di vincere perché la squadra non è mai stata all’altezza delle concorrenti.

Ancelotti ha smesso di vincere per lo stesso motivo, è andato in squadre che non erano così forti per lottare per champions e serie a.

Mourinho uguale, l’ultima squadra forte l’ha avuta al Chelsea. A manchester ha vinto una Europa league con la squadra più forte della competizione.

Per Ranieri il Leicester è stata l’eccezione non la regola.

Benitez ha la sua età e l’unico fallimento è stato a Madrid.

 

Zidane, considerato un fenomeno, non ha fatto così bene (vincerà la champions quest’anno), dopo che gli hanno tolto Ronaldo.

 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ancelotti è quello piu peggiorato di tutti

Dopo la decima ha fallito dappertutto, non per colpa della rosa,

MA RISPETTO ALL'ALENTORE PRECEDENTE, ha fatto peggio, piu o meno con la rosa simile

 

Al Bayern, e sopratutto al Napoli, ove ha fatto peggio di Sarri, e io l'avevo gia detto ben prima,

perchè Ancelotti era in calo e il Napoli ha fatto un downgrade senza accorgersi

In soldoni, l'attuale Ancelotti non avrebbe vinto nulla anche dove ha vinto in passato, non è piu lui o non si è aggiornato

Share this post


Link to post
Share on other sites

È sbagliata proprio l'idea che i tifosi hanno degli allenatori, non sono giocatori di PlayStation. Benitez dopo il Valencia ha vinto anche la Cl con un Lpool così così, non può certo vincere col Newcastle.

Il calcio lo fanno i giocatori, gli allenatori contano un 10/15 per cento.

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dipende da molte cose. 

Mou è superato e non ha saputo stare al passo con i tempi, stessa cosa che sta succedendo a conte.

Ranieri non è mai stato allenatore da vertice, ha avuto un exploit grandioso con una piccola, ma non cambia la sua storia. 

Ancelotti è semplicemente a fine corsa e per svernare ha scelto una piazza che non ha nulla a che fare con il suo modo di allenare, adeguato solo a rose di campioni. 

Insomma ci sono le cose più varie. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono tanti i fattori in campo, come sono tanti gli artefici del successo e dell'insuccesso...

se salah comincia un po a frenare klop si ritrova ad avere dei grattacapo, magari lui non c'entra niente, così come con i prescritti del triplete l'anno prima con mourinho eto faceva il terzino e chivu giocava anche per lucio, appena arrivato benitez, eto disse che non si sarebbe più impegnato dietro e chivu in una partita l'ho visto dire alla panchina prendi provvedimento oppure me ne vado, francamente cosa mai vista, intanto il chiattone (che non era un fesso) ci ha rimesso il posto.

 

anche questo è colpa di un 'allenatore in discesa, credo di no, anche se loro, dopo le conclamate vittorie, ci mettono pure il carico quando cominciano ad inventarsi cose strane tipo l'attaccante terzino e cose simili, che poi sono cose non riescono il piu delle volte.

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

un ruolo importante lo rivestono i soldi.. 

quando ne  incominci ad avere tanti cerchi più di goderti la vita che stare chiuso 10 ore al giorno a studiare avversari e tattiche nuove.  È fisiologico. 

 

poi ci sono i casi Ronaldo e qualche altro. 

ma quelle sono vere ossessioni che trascendono un poco anche nel patologico. 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bel topic con (penso) spiegazione molto semplice: si invecchia, si ha meno voglia, ci si siede sugli allori e si ha "meno fame".

 

Vale in qualunque settore della vita ed il calcio non fa eccezione.

 

Sarri è l'unico 60enne sulla cresta dell'onda perché ha passato decenni di "fame" e solo ora è arrivato al top.

 

Vecchiaia ragazzi miei, vecchiaia.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per e invece è la squadra che dopo un po' non trova più gli stimoli di una volta, Trapattoni, Ferguson sono davvero  unici e che comunque appartengono al passato

Share this post


Link to post
Share on other sites

La mia impressione è che gli allenatori vincono solo se hai i fuoriclasse. 

Per me un allenatore influisce sul 10-15% sul rendimento della squadra. 

Sacchi li aveva nel suo Milan ma ha fallito con l'Italia di grandi campioni. 

Zidane li aveva nel suo Real Madrid stratosferico...adesso, tolto gli Ronaldo, sta inciampando. 

Ancelotti ha navigato in grandi squadre e adesso, che si trova in una modesta squadra, sbanda a destra e a manca. 

Poi c'era quello lì che aveva allenato la Roma facendo un disastro mentre con il Barca di Messi va a vincere la Champions. 

Ecco... Un allenatore ha il suo peso ma non più della squadra in cui allena. 

L'Olanda dei tre olandesi avrebbe vinto un mondiale se solo avesse avuto un allenatore all'altezza in grado di garantirgli quel 10%in più di forza mentale che gli serviva per vincere. 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ancelotti non può fare molto al Napoli, a volte conta molto anche L ambiente.

 

non credo ci sia sempre una sola spiegazione, ci sono molti fattori per esempio qualche allenatore è fortunato a trovare la squadra ideale, i giocatori ideali per il proprio credo calcistico, un presidente intelligente, un mercato ad hoc.. ecc.

 

a me interessano molto i casi Conte e Allegri: 

 

-Conte era partito benissimo alla Juve poi ha fatto una scelta sbagliatissima, andarsene, da un ambiente nel quale poteva esprimersi al massimo ed era amato dai tifosi. Poi diverse circostanze lo hanno portato al declino, sopratutto il suo carattere, che gli impedisce di lavorare serenamente e che ha portato a diversi episodi che segnano una carriera e che spesso portano i top club a non tenere in considerazione un allenatore simile, penso sopratutto a quanto accaduto a Londra.

 

- Allegri per me non ha saputo reggere la pressione dei media anti juventini che non sapendo a cosa attaccarsi hanno incomnciato una campagna sul bel gioco ( per certi versi anche giusta) che, per come è fatto lui, a mio avviso un po' arrogante, lo ha fatto intestardire sulle proprie idee e chiudersi nel proprio orgoglio. Emblematiche certe frasi come quelle sul circo. 

Ci può state anche risentirsi quando la stampa loda allenatori come Sarri che fino ad allora non erano vincenti e criticano continuamente vincenti come lo era lui. Però a mio avviso è stato anche un po' pigro a non riuscire a trovare nuove soluzioni che potessero diversificare e rilanciare la squadra dallo stato di immobilità in cui si trovava. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Sentenza ( il Cattivo) ha scritto:

Ancelotti non può fare molto al Napoli, a volte conta molto anche L ambiente.

 

non credo ci sia sempre una sola spiegazione, ci sono molti fattori per esempio qualche allenatore è fortunato a trovare la squadra ideale, i giocatori ideali per il proprio credo calcistico, un presidente intelligente, un mercato ad hoc.. ecc.

 

a me interessano molto i casi Conte e Allegri: 

 

-Conte era partito benissimo alla Juve poi ha fatto una scelta sbagliatissima, andarsene, da un ambiente nel quale poteva esprimersi al massimo ed era amato dai tifosi. Poi diverse circostanze lo hanno portato al declino, sopratutto il suo carattere, che gli impedisce di lavorare serenamente e che ha portato a diversi episodi che segnano una carriera e che spesso portano i top club a non tenere in considerazione un allenatore simile, penso sopratutto a quanto accaduto a Londra.

 

- Allegri per me non ha saputo reggere la pressione dei media anti juventini che non sapendo a cosa attaccarsi hanno incomnciato una campagna sul bel gioco ( per certi versi anche giusta) che, per come è fatto lui, a mio avviso un po' arrogante, lo ha fatto intestardire sulle proprie idee e chiudersi nel proprio orgoglio. Emblematiche certe frasi come quelle sul circo. 

Ci può state anche risentirsi quando la stampa loda allenatori come Sarri che fino ad allora non erano vincenti e criticano continuamente vincenti come lo era lui. Però a mio avviso è stato anche un po' pigro a non riuscire a trovare nuove soluzioni che potessero diversificare e rilanciare la squadra dallo stato di immobilità in cui si trovava. 

Allegri è ancora giovane e secondo me ripartendo da zero in un nuovo ambiente può dire la sua ad alti livelli 

Con la Juve semplicemente aveva fatto il suo tempo, gioco o non giocò, 5 anni nella stessa squadra nel calcio di oggi sono una vita e le motivazioni vengono meno inevitabilmente 

Conte è un altro caso, non so, mi dà di uno che ha sparato tutte le cartucce subito e ora la sua carriera è in "calo", vedremo cosa saprà dare all'Inter 

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, Doktor Flake ha scritto:

Allegri è ancora giovane e secondo me ripartendo da zero in un nuovo ambiente può dire la sua ad alti livelli 

Con la Juve semplicemente aveva fatto il suo tempo, gioco o non giocò, 5 anni nella stessa squadra nel calcio di oggi sono una vita e le motivazioni vengono meno inevitabilmente 

Conte è un altro caso, non so, mi dà di uno che ha sparato tutte le cartucce subito e ora la sua carriera è in "calo", vedremo cosa saprà dare all'Inter 

Vedremo se saprà dire la sua ad alti livelli ancora. Io ho i miei dubbi, e come ho scritto, non penso fosse questione solo di motivazioni, dai su la frase sul essere bellini dopo Manchester e tutto quello che è successo dopo è la chiara dimostrazione che non voleva osare ma si accontentava di vincere in Italia. 

 

Conte un altro che penso abbia finito la carriera ad alti livelli. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, vecchiolupojuventino ha scritto:

Perché accattano qualsiasi contratto gli viene proposto guardando solo la cifra.

Ancelotti a Napoli o Conte alla prescrittese sono due esempi lampanti.

Guardiola e klopp non hanno avuto cali.

Va beh, ma che dovrebbero fare? Stare a casa per diversi anni? Ritirarsi?

Per un allenatore conta molto trovarsi al posto giusto nel momento giusto. Per uno che si siede su una panchina ce n'è un'altro che si alza.

Ancelotti ha una carriera ventennale, ha girato tutti i top club, è normale a quel punto fare un passo indietro. Per Conte meglio dell'Inter non c'era niente.

Su Guardiola e Klopp non sono d'accordo. Il primo non vince la Champions dal 2011, al Bayern (una top 3 in quegli anni) ha preso schiaffi da Real e Barca, non è un caso se ad un certo punto hanno deciso di cambiare. Ha trasformato il City in una macchina perfetta da campionato, ma in Europa ancora devono superare i quarti. Klopp con il Liverpool ha iniziato a vincere da poco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dovrebbero essere più professionali ed avere la vista più lunga dello sgardo.

Essere al posto giusto al momento giusto non significa andare ad allenare il Napoli, dove sai già in partenza, che o la piazza o quel megalomane del presidente ti faranno fuori, l'altro che si considera il n.1 al mondo, secondo me è il numero uno dei furbi, va solamente dove ci sono macerie per dimostrare che lui è il top.

Mi dispiace che non sei d'accordo su Guardiola e Klopp, sono oggi gli allenatori più pagati e, sia i tifosi che le società che i giocatori sono entusiasti di averli. Vincere la champions è un'ossessione solo ed esclusivamente per i tifosi della Juve.

In Germania Guardiola iniziano a rimpiangerlo... Allegri e Mourinho difficilmente sbaglieranno la scelta del nuovo club, sono fermi, ma aspettano il giusto progetto o pensi veramente che non gli sono già stati sottoposti dei contratti?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.