Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

phoenix

La moviola dei quotidiani: da punire il fallo di mano di Cuadrado. Prima del pareggio, Higuain va a calciare su Palomino che ritrae la gamba: per Rocchi è un normale contrasto

Recommended Posts

22 minuti fa, colpodimano ha scritto:

Ma infatti il fallo di mano di cuadrado semplicemente non esiste. Se poi il calcio è diventato un altro sport, allora va bene.

Sì ma i tifosotti ignorantelli che gridano al fallo in qualsiasi caso stanno facendo breccia nelle teste degli sportivi influenti, a forza di starnazzare come galline.

Gli arbitri alla fine sono anch'essi degli sportivi.

E la cosa che mi fa più specie è vedere calpestati i concetti di involontarietà e intenzionalità da chi li doveva difendere in prima persona, cioè gli sportivi.

Nessuno meglio di uno sportivo, che pratica lo sport, sa bene che significano questi concetti fino in fondo. Calpestarli così con un colpo di penna e un regolamento significa mortificare gli sforzi fisici e la pratica nel migliorarsi con l'esercizio. Non si accettano i limiti umani, non si accetta che i giocatori hanno due braccia, non si accetta che non si possono smontare a piacimento ed infine non si accettano le leggi della fisica, punendo il giocatore stesso per non averle sapute superare all'occorrenza, come se fosse dio e lo potesse fare.

Questa è pazzia. Assecondare gli ignoranti della poltrona è pazzia.

Io questo non lo accetto.

Eppure lo hanno fatto, questi vergognosi.

Questo si chiama tradimento verso la professione stessa.
Mancanza di rispetto per sé stessi e il proprio corpo.

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, gide76 ha scritto:

è sicuramente soggettivo, io citavo marelli ed è la prima cosa che ha scritto

"gli episodi offrono enormi margini di interpretazione"

 

il problema è che da fuori (e forse anche da dentro), il regolamento è sempre troppo complesso

bastava mettere che se c'era un tocco del pallone da parte di un giocatore dell'altra squadra, cambiava immediatamente il possesso, ed ecco che ci sarebbero zero discussioni x tutti i casi di questo tipo

ma invece vai di "controllo", che vuol dire tutto e niente e ognuno dice la sua

 

così come il fallo di mano, se tenti di calciare la palla e ti finisce sul braccio, c'è un regolamento

se invece fai solo opposizione, e c'è carambola corpo-braccio, ce n'è un altro

se nn c'è nessuna deviazione un altro ancora

e nn essendoci mai nessuno che faccia realmente chiarezza, ognuno di noi si fa il suo regolamento

Appunto, dunque che senso ha sostenere il punto di vista di Varriale e Marelli, visto sono due noti personaggi in totale malafede nei nostri confronti? Rigirano le regole a loro piacimento per cavalcare l’onda delle polemiche redditizie sulla “Giuve che rubba sempre”. xxx

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ieri Rocchi ha preso delle decisioni alquanto discutibili che ci hanno avvantaggiato. Non capisco quale sia il problema ad ammetterlo, ma soprattutto non capisco perché dovete accusare di malafede chi non la pensa come voi.

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
29 minuti fa, ALAY ha scritto:

Ci rinuncio io che facciamo prima

Quelli della dea la palla la contendono facendo dei contrasti

Ascolta Allora Marelli che te devo di

scusa ma devo ascoltare la gazza, il corriere, varriale, zazzaroni, pistocchi, qsvs, tuttojuve, mediaset,...

tutta gente palesemente di parte?!

tu chi ascolti?

nn ascolti nessuno xchè sei perfettamente a conoscenza del regolamento o delle specifiche del prottocollo che stanno a pagina 21?

io ammetto di assere ignorante e leggo con piacere uno cerca di fare una disamina dettagliata ed equilibrata

poi può essere presuntuoso, essere un episodio soggettivo, o posso vederla diversamente, ma le sue spiegazioni le leggo sempre attentamente

dai giornalai rosikoni nn ho mai letto un'analisi così dettagliata

poi alcune cose è normale nn condividerle, ci mancherebbe, moltissimi episodi restano soggettivi

ma tutta la vita lui piuttosto che la gentaglia che c'è in giro o farmi da solo il regolamento

 

 

 

Quoto

 

Atalanta – Juventus 1-3, arbitro Rocchi

Gli episodi sono quattro ma alcuni offrono enormi margini di interpretazione.
Una partita, in sintesi, che ha offerto tutto ciò che un arbitro non vorrebbe mai dover valutare.
Tralascio le proteste senza senso di Dybala dopo 27 minuti che ha evitato l’espulsione per pochissimo e grazie all’intervento dei suoi compagni. Nonostante ciò, rimane il dubbio che, se Rocchi lo avesse osservato e non ignorato, forse non avrebbe sorvolato sulle assurde rimostranze dell’attaccante della Juventus.

Al settimo minuto Higuain viene lanciato in profondità ma non riesce a colpire il pallone, anticipato nettamente dal portiere dell’Atalanta Gollini:

Fallo-Higuain-su-Gollini-settimo-minuto-

Rocchi fischia immediatamente ed ammonisce Higuain per fallo imprudente:

Fallo-Higuain-su-Gollini-settimo-minuto- Fallo-Higuain-su-Gollini-settimo-minuto-

La decisione è corretta.
Higuain si “salva” dal cartellino rosso e dall’intervento del VAR per due motivi:
– il ginocchio destro è piegato al momento del contatto, eliminando l’estrema pericolosità del gesto che sarebbe stata rilevata in caso di ginocchio teso;
– non affonda il colpo ma, una volta toccato coi tacchetti il portiere dell’Atalanta, alza il piede evitando un contatto di entità maggiore.
Il fatto che il cartellino rosso non sia in discussione per i motivi sopra esposti, non esime da una considerazione sul gesto: un calciatore, chiunque esso sia, non può pensare di protestare dopo un fallo di questo genere.
Si abbia perlomeno la buona idea di scusarsi con l’avversario senza assurde rimostranze nei confronti del direttore di gara.

Al 15esimo minuto Rocchi fischia un calcio di rigore a favore dell’Atalanta per un tocco di mano di Khedira su tentativo di cross di Gomez:

Fallo-di-mano-Khedira-su-cross-Gomez-15e

Interessante evidenziare un particolare che molti hanno notato in diretta: Rocchi, nell’immediatezza, ha mostrato con ampi gesti di non aver valutato nulla di irregolare per poi cambiare idea nel giro di un paio di secondi.
Per quale motivo questo cambio repentino di idea?
Andiamo per esclusione.
Il VAR non può essere intervenuto per un motivo semplicissimo: in due secondi (dal tocco di braccio al fischio di Rocchi) non ha avuto nemmeno il tempo di accorgersi del possibile fallo, figuriamoci di rivederlo.
Il primo assistente è lontanissimo e si trova qualche metro oltre la linea di Gomez e Khedira: difficile che possa aver avuto la certezza di un tocco di mano, soprattutto perché impegnato a valutare la posizione degli attaccanti sul possibile cross al centro.
Il quarto ufficiale è escluso, impossibile che possa aver notato qualcosa che non ha visto Rocchi e con una prospettiva simile.
Rimane il secondo assistente che, forse “scarico” da responsabilità immediate, potrebbe aver notato il braccio molto largo di Khedira.
Sensazione che pare confermata anche da Fontani di Sky
Sinceramente non so chi possa aver aiutato Rocchi in presa diretta: ad un certo punto si vede l’arbitro rivolgere un segno di assenso al primo assistente ma non sono così sicuro che possa essere stato lui a correggerlo, perché in quella situazione un assistente deve essere concentrato solo ed esclusivamente sul fuorigioco.
Passando all’episodio in sé, il calcio di rigore è indiscutibile:

Fallo-di-mano-Khedira-su-cross-Gomez-15e Fallo-di-mano-Khedira-su-cross-Gomez-15e

La prima immagine è quella più importante.
Due elementi da evidenziare:
1 – non si tratta di una giocata (che presuppone controllo del corpo, distanza superiore ad almeno 4/5 metri, tentativo di allontanare il pallone o di controllarlo);
2 – il braccio, al momento del contatto tra pallone e piede, è già larghissimo, in posizione assolutamente innaturale.
In particolare teniamo presente, anche per le prossime occasioni, un concetto fondamentale (dettato più dall’esperienza che dal regolamento): su un pallone calciato da un metro scarso come in questo caso non si può mai parlare di giocata ma sempre e solo di deviazione. Solo in caso di giocata il tocco di mano di Khedira avrebbe potuto avere qualche elemento di giustificazione. Giocata che, in questo caso, non ha alcun fondamento.
Giusto non ammonire: come ormai sapete su un cross al centro dell’area non sono previste sanzioni disciplinari, dato che non si può sapere (tranne rare eccezioni) a chi potrà arrivare il pallone.
Aggiungo un’immagine dato che lo state facendo notare in molti:

battuta-rigore-300x185.jpg

Al momento della battuta in area non c’erano solo calciatori della Juventus ma, nella parte alta, anche quattro giocatori dell’Atalanta.

Al minuto 76 il primo episodio sul quale ci saranno parecchie discussioni.
Sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto in velocità, il pallone giunge a Freuler che tenta un cross al centro deviato da Emre Can:

Emre-Can-su-Freuler-76esimo-300x167.jpg Emre-Can-su-Freuler-76esimo-2-300x184.jp

Rocchi lascia proseguire e, non appena il pallone esce dal terreno di gioco, viene richiamato da Aureliano che lo invita prima a non riprendere il gioco e poi alla “on field review” per valutare il contatto di Emre Can, una volta accertatosi che il centrocampista della Juventus si trovava in area di rigore.
L’arbitro si porta verso il monitor, guarda le immagini per pochissimi secondi e decide di non assegnare il calcio di rigore.
A mio parere questa è una decisione errata.
Non mi è piaciuto un particolare, cioè il fatto che Rocchi, come nel suo stile, sia rimasto davanti al monitor per pochissimo tempo, decidendo nel giro di qualche secondo.
E’ un atteggiamento che generalmente mi piace: denota sicurezza, capacità di interpretazione senza troppi voli interpretativi.
Va bene in generale ma non in casi come questo: si tratta di episodio molto complesso, sul quale la differenza è data dai particolari.
Questa fattispecie va approfondita partendo da due frame successivi:

Emre-Can-su-Freuler-76esimo-3-300x227.jp Emre-Can-su-Freuler-76esimo-4-300x228.jp

Fate una specie di esperimento: aprite le due immagini in due schede differenti e poi cambiare scheda velocemente.
In questo modo potrete giudicare personalmente il movimento del braccio di Emre Can.
Tralasciamo un eventuale contatto del piede col pallone: esattamente come nel caso precedente, è escluso che si tratti di una giocata o di un tentativo di giocata (Emre Can salta semplicemente per opporsi al pallone). Se un tocco c’è stato è comunque una deviazione, ininfluente ai fini della valutazione della punibilità.
Come potrete aver notato, il braccio di Emre Can si sposta verso l’alto, accentuando l’impressione di muoversi verso il pallone.
Non ha alcuna importanza il volume corporeo o la protezione del volto, quel che deve essere valutato è il movimento del braccio.
Se avete guardato velocemente le due immagini in due schede differenti, avrete notato che il braccio sinistro si muove verso l’alto e verso il pallone.
A mio parere il calcio di rigore andava assegnato.

All’81esimo minuto la Juventus passa in vantaggio con Higuain su cross al centro di Cuadrado che ad inizio azione è protagonista di un episodio molto controverso.
Chiarisco subito un punto, cioè che il tocco di mano di Cuadrado andava punito perché è quantomeno innaturale la posizione del braccio. Anche se, rivedendo le immagini, la sensazione è che Cuadrado cerchi volontariamente il pallone con la mano.
La questione più importante diventa dunque la seguente: il VAR doveva e poteva intervenire?
La risposta è che avrebbe dovuto intervenire nel caso in cui ciò fosse stato possibile perché il tocco di mano è senz’altro punibile ma c’è un enorme punto interrogativo sulla questione APP (Attacking Possession Phase).
Partiamo dall’inizio, sottolineando un primo concetto fondamentale: la distanza dalla porta non ha alcuna importanza.
Rocchi e Doveri (quarto ufficiale) non hanno visto nulla:

Fallo-di-mano-Cuadrado-81esimo-300x166.j

L’arbitro, come vediamo, aveva sulla sua linea di visione non uno ma due calciatori che gli oscuravano completamente il contatto.
Doveri, a sua volta, non può aver visto niente: dalla sua prospettiva, infatti, era coperto non solo dal calciatore dell’Atalanta più vicino (Castagne, di spalle) ma anche dal busto di Cuadrado stesso che ha colpito il pallone con la mano destra, quella opposta alla linea visiva del quarto ufficiale.
Stessa condizione valutativa per il primo assistente (peraltro ancor più lontano rispetto al quarto ufficiale), fuori discussione un possibile intervento del secondo assistente.
Sul tocco di mano abbiamo già detto, è certamente punibile:

Fallo-di-mano-Cuadrado-81esimo-2-300x188

La rete di Higuain nasce da una APP unica oppure c’è stato un avvenimento intermedio che possa essere considerato come cambio di possesso, così come specificamente indicato dal protocollo (pagina 21)?

Protocollo-300x129.jpg

Se ci fermassimo al fallo di Cuadrado, potremmo pensare che sicuramente l’azione inizia da questo momento e che, pertanto, ricadremmo nella fattispecie di pallone conquistato in seguito ad una irregolarità.
C’è, però, un episodio successivo che mette in dubbio tutta la questione:

Pasalic-300x165.jpg

Il pallone schizza verso Pasalic e Bonucci.
Pasalic colpisce il pallone che viene deviato da Bonucci verso un compagno di squadra che inizia l’azione che poi porterà alla segnatura. Nel corso dell’azione c’è anche un contrasto a centrocampo con un giocatore dell’Atalanta che devia il pallone ma senza interrompere l’APP offensiva.
L’episodio ruota tutto attorno a questo momento: quella di Pasalic può essere considerata un’azione effettuata col possesso del pallone o meno?
Leggendo il protocollo, i dubbi rimangono tantissimi.
In particolare il protocollo ci informa che NON può essere considerato come chiaro guadagno di possesso il caso in cui il pallone non venga controllato o non raggiunga un compagno di squadra.
Ebbene, in questa circostanza il pallone colpito da Pasalic in open play (cioè senza effettivo controllo di una squadra) non raggiunge alcun compagno di squadra e tantomeno viene controllato, motivo per cui sono più orientato ad una APP unica iniziata con l’infrazione di Cuadrado.
Tutto questa ricostruzione per arrivare al dunque: trattandosi di unica APP (perlomeno secondo il mio parere), il VAR avrebbe potuto richiamare l’arbitro alla “on field review” per annullare la rete, assegnando un calcio di punizione diretto all’Atalanta.

Questione disciplinare.
Cuadrado era già ammonito ma non avrebbe dovuto essere nuovamente sanzionato.
Questa convinzione nasce da una sorta di leggenda metropolitana generata dalla erronea informazione secondo cui un fallo di mano volontario dovrebbe sempre essere punito col cartellino giallo.
Non è vero.
Il fallo di mano deve essere punito con un cartellino solo ed esclusivamente nel caso di SPA (azione potenzialmente pericolosa, giallo) o di DOGSO (chiara occasione da rete, rosso).
In questo caso non è presente alcuna delle due ipotesi: posizione molto defilata (addirittura sulla linea laterale ed a 35 metri dalla porta della Juventus), difesa schierata.
Rocchi, se fosse stato chiamato alla “on field review” per valutare il tocco di Cuadrado, avrebbe dovuto solo assegnare un calcio di punizione diretto all’Atalanta.

 

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, iggy pop ha scritto:

Ieri Rocchi ha preso delle decisioni alquanto discutibili che ci hanno avvantaggiato. Non capisco quale sia il problema ad ammetterlo, ma soprattutto non capisco perché dovete accusare di malafede chi non la pensa come voi.

Perché io ho sempre problemi ad ammettere falsità come quella che hai detto. 
Rocchi ha dato un rigore generoso all'Atalanta, non ha ammonito un giocatore che ha fatto lo stesso fallo del nostro ammonito, non ha dato un rosso ad un giocatore che è entrato dritto su un ginocchio di uno nostro. Questo non lo dici? Questo non lo dice nessuno? 
Per me nel complesso Rocchi ha arbitrato bene una partita molto difficile, di certo è stato il miglior arbitraggio visto a Bergamo negli ultimi anni dopo certi scempi che si sono visti negli anni scorsi. No perché forse vi siete scordati che l'Atalanta segnò da una punizione inesistente (eh ma il VAR non poteva intervenire lì... e tutti muti!) che non ci fu dato un rigore al 90' con Higuain completamente travolto non da uno ma da due atalantini, che il primo 2-2 fu per un gol irregolare (se non sbaglio proprio toccata col braccio) di Freuler. E posso anche continuare. 

Avete spaccato i cosiddetti ad andare solo dietro ai media

  • Mi Piace 5

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, iggy pop ha scritto:

Ieri Rocchi ha preso delle decisioni alquanto discutibili che ci hanno avvantaggiato. Non capisco quale sia il problema ad ammetterlo, ma soprattutto non capisco perché dovete accusare di malafede chi non la pensa come voi.

Sì ma non sei bravo a spiegarla bene.

Quella di Cuadrado ci ha avvantaggiato una *!

Il pallone è ritornato nei piedi dei calciatori dell'Atalanta. Bel vantaggio! sefz

Il punto è che siccome poi nel recupero del pallone abbiamo costruito l'azione del gol, fai tutto sto casino, altrimenti non te ne fregherebbe nulla.

 

Comunque... non cambia niente. La cosa più importante tanto è un'altra, e diventerà più grave col passare del tempo.

Già siamo a buon punto. .ghgh

 

Risposta concisa e filosofica: Il regolamento non rispetta l'atleta e il suo corpo, io non posso rispettarlo.

 

Altra risposta leggermente più articolata e più tecnica.

Il fallo dovrebbe essere un gesto evitabile, per definizione.

Domanda: "Come fa Cuadrado ad evitare di toccare quel pallone?"

Non ho avuto risposte e mai ne avrò.

 

Libero di avere la tua opinione, ma io non posso minimamente rispettarla.

Tutto prenderà una brutta piega, proprio per il nuovo e ottuso regolamento.

Si prospettano altre belle riunioni di vergogna e fango nei confronti dell'AIA.

Bene!

Share this post


Link to post
Share on other sites

qui marelli in toro juve

mentre tutti ci davano dei ladri, lui scriveva che era giusto nn dare rigore sul fallo di mano di de ligt e svela che a lecce eravamo stati danneggiati

xxx

 

nn sarà che dice la sua, condivisibile o meno, ma almeno in maniera dettagliata e precisa, da persona abbastanza aggiornata econ contati nel mondo arbitrale

uno nn deve essere d'accordo, ma almeno può farsi una sua idea il + veritiera possibile

 

Quoto


 

 

Torino – Juventus 0-1, arbitro Doveri

Eccellente prestazione di Doveri e probabilmente basta questa affermazione per comprendere quale sia la mia posizione sull’episodio centrale della partita.
Come al solito ho letto di tutto sulla serata di Doveri ma ormai è quasi un’abitudine: leggendo le reazioni sui social non ricordo una direzione tra le 102 fino ad oggi in campionato che sia stata definita positiva da tutti.

Una premessa è doverosa.
Nei giorni scorsi si è tenuto uno dei tanti raduni a Coverciano e, come sempre, sono stati analizzati gli episodi delle gare disputate nelle settimane precedenti.
In merito a quanto accaduto in Lecce-Juventus, con particolare riferimento al calcio di rigore assegnato per tocco di braccio di De Ligt, è stato affrontato ed è stato comunicato che la decisione è ritenuta sbagliata.
Tesi che avevo espresso in sede di approfondimento il giorno dopo:

Lecce-Juventus-300x122.jpg

L’implicita conferma di quanto affermato la possiamo facilmente desumere dalle designazioni: Valeri non è sceso in campo mercoledì e non scenderà in campo nemmeno in questa undicesima giornata.

Premessa doverosa per affrontare l’episodio centrale della serata.
Prima dei brevi flash su un paio di decisioni assunte nel corso della gara.

Al minuto 63 Izzo crolla a terra dopo un contatto con Ronaldo nell’area di porta:

Sceneggiata-Izzo-63esimo-2-300x198.jpg Sceneggiata-Izzo-63esimo-300x194.jpg

Il “colpo” inflitto da Ronaldo è tutto in quel braccio appoggiato allo sterno di Izzo.
Gesto antipatico? Sì, gesto che non può essere sottaciuto perché da un personaggio come Ronaldo ci si aspetta massima correttezza sempre, in ogni occasione, soprattutto perché è atleta seguito da milioni di giovani. Allo stesso tempo è inqualificabile la sceneggiata di Izzo, calciatore di ottimo livello e giocatore della nazionale. Per un contattino del genere non si può rimanere due minuti in terra lamentando un colpo inesistente. Ovviamente il VAR non ci ha pensato nemmeno di intervenire perché non c’è praticamente nulla se non un gesto da evitare.

Al minuto 84 scontro aereo tra De Ligt e Zaza. Doveri interrompe giustamente il gioco ed assegna un calcio di punizione alla Juventus:

Zaza-De-Ligt-84esimo-300x170.jpg Zaza-De-Ligt-84esimo-2-300x196.jpg

Decisione tecnica corretta ma manca un cartellino giallo a Zaza per imprudenza: braccio altissimo e gomitata sul volto di De Ligt.
Non c’è cattiveria ma l’imprudenza è evidente.

Torniamo all’11esimo minuto.
Su una rimessa laterale effettuata da Rincon, a centro area De Ligt tocca il pallone con il braccio destro:

Rimessa-laterale-Rincon-spizza-Belotti-t Rimessa-laterale-Rincon-spizza-Belotti-t

Primo elemento da tener presente: il braccio destro di De Ligt è in posizione completamente differente da quello sinistro. Se De Ligt avesse intercettato il pallone col braccio sinistro, non ci sarebbe stato alcun dubbio sulla punibilità.
Prima del contatto col braccio destro, il pallone è stato deviato due metri davanti da Belotti di testa:

Rimessa-laterale-Rincon-spizza-Belotti-t Rimessa-laterale-Rincon-spizza-Belotti-t

Braccio aderente al corpo e che non si muove verso il pallone. Al limite si scorge un movimento di De Ligt per portare il braccio ulteriormente vicino al corpo, non certo una volontà di intercettare il pallone.
La deviazione del pallone da parte di Belotti rende l’episodio non uguale ma con molti punti in comune con quello di Lecce: in quel caso fu Lucioni a deviare il pallone con la coscia a due metri dal difensore.
In questo caso come a Lecce, il tocco di braccio non è punibile. Legittimo che il VAR Maresca si sia preso il tempo ritenuto necessario per visionare tutte le inquadrature possibili.
Sulla base di quanto visto ed ascoltato a Coverciano, infine, è corretta la scelta di non intervenire e di confermare la decisione di Doveri.
Il VAR doveva perlomeno farlo rivedere a Doveri?
Nemmeno.
Non è un chiaro ed evidente errore. Anzi, secondo quanto sancito dall’analisi tecnica di Coverciano, non c’è nulla di punibile e, pertanto, una review sarebbe stata sbagliata concettualmente. Ed anche su questo punto non posso che essere d’accordo.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate, ma tutta quella filippica postata poco sopra sarebbe la serena disamina obiettiva del famoso ex arbitro Marelli?

Quello che da due anni a questa parte non ha mai, e dico mai, dato ragione per una sola volta a un arbitro che ha preso una decisione a nostro favore? 😂😂😂

Non ho mai letto un simile ammasso di interpretazioni faziose. Addirittura scrive che Dybala meritava il rosso per proteste e neppure cita Freuler che entra con il piede a paletta sul ginocchio di Higuain😅😅😅

E ci sarebbe pure qualcuno che lo cita come esempio di imparzialità?:risata3:

  • Mi Piace 1
  • Triste 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

e anche Cesari è convinto che Cuadrado abbia volontariamente toccato il pallone col braccio. sefz

Un altro esperto della scienza motoria del corpo.

Cesari avrebbe scivolato col braccio destro dietro la schiena, di sicuro. :uhmm:

E pensare che basterebbe guardare meglio, giacché il braccio di Juan è già in quella posizione ancora prima di andare giù, perché si sta preparando a scivolare, e a casa mia il braccio è assolutamente congruo per  fare quel tipo di movimento, perché deve tenere l'equilibrio e bilanciare il corpo.

Ma che ne sanno? Che glielo spieghiamo a fare? @@

Facciamo un sondaggio e vediamo come si scivola.

Che ridicoli.

Cuadrado tocca così bene il pallone che da l'impressione di prenderlo, bloccarlo e portarselo via a casa, se vedete bene.

Lo tocca reiteratamente, ma vi sembra credibile che un calciatore se deve fare il furbo la fa così plateale?

Ma quanto bisogna essere perspicace a capire che quel pallone è finito nel posto sbagliato al momento sbagliato?

Che intelligenza ci vuole?

Quale QI?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi adesso Marelli sarebbe super partes perché ci ha dato ragione in occasione del derby?

Mi sembra chiaro che ogni tanto provi a darsi una ripulita per poter meglio recitare la parte del giudice obiettivo, altrimenti diventa poco credibile. Comunque, la sua disamina sulla partita di ieri trovo sia un’accozzaglia di mistificazioni mascherate da pseudo competenza. Chi ci casca è un pollo

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me alcuni di voi si stanno incavolando per niente. Trovo sbagliato accusare chi la pensa in modo diverso perché dato che ci tirano sempre melma addosso, noi dobbiamo ridurci come loro. Invece dobbiamo essere superiori a loro, questo non scordatelo mai.
Il primo rigore ci stava. Purtroppo per colpa di questo assurdo regolamento nuovo.
Il secondo poteva anche starci, e sono sicuro che tutti, quando Rocchi è andato a rivederlo, hanno temuto. Io sono certo che non sia intenzionale l'intervento di Emre, che la tocca pure di piede, ma il gomito è in posizione al limite. E rimarco quanto faccia schifo appunto il regolamento. Il fallo di mano dovrebbe essere punito solo se chiaramente volontario, in questo modo stanno rendendo il tutto ridicolo.
Riguardo l'intervento di Cuadrado, ero fallo per l'Atalanta. Senza dubbio. Detto questo, per me non andava annullato, perché da quel momento l'azione è fatta di diverse situazioni, e il gol arriva molto dopo. Annullare un gol simile, vorrebbe dire la morte del gioco, perché allora se una squadra subisce un gol 1 minuto dopo un calcio d'angolo invertito, dovrebbe protestare. Non possono decidere loro quale errore pesa e quale no. Ha detto bene qualcuno quando ha scritto:"Ma se dopo il tocco di mano di Cuadrado, Bonucci la passava indietro malamente e si faceva autogol, dovevano annullarlo e fischiare il fallo per l'Atalanta?". A voi la risposta.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sul rigore per l'Atalanta Rocchi ha prima detto di continuare e poi, dopo un paio di secondi al massimo, ha fischiato il rigore. Come mai? Era indeciso? Allora come mai non è andato al Var a chiarirsi le idee? Questo nessuno lo rimarca.

Share this post


Link to post
Share on other sites

"E’ consentito in barriera oppure su un tiro scagliato da breve distanza. Questo era un cross: se un difendente professionista ha paura di un pallone con debole velocità in faccia, forse ha sbagliato mestiere."

Ma marelli chi si crede di essere per sparare sentenze così su calciatori? 
Altre volte dice "episodi completamente differenti", poi dice "se in inter - juve è rigore su bentancur, allora è rigore anche su lukaku" e "se in juve - genoa è rigore su ronaldo, allora è rigore anche cuadrado che si appoggia sul genoano"...

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 ore fa, Wembley ha scritto:

ma poi non penso fosse da sanzionare con un calcio di punizione, il tocco di mano secondo me è involontario, dato che Cudrado cade nel contrasto con il Papu e un altro, era due di sicuro, la palla se la ritrova sotto la mano.

Esatto.

L'universo mondo megagalattico dice che è fallo di mano di Juan, ma:

- Juan tocca il pallone con la mano involontariamente;

- prima che finisca sulla mano, c'è invece il tocco col piede di Juan;

- Cuadrado cadendo appoggia le mani a terra per proteggere il corpo dalla caduta.

 

Tutto questo mi sembra sia in linea per dire che non sia fallo di mano, come da regolamento:

 

Il fallo di mano
È un’infrazione se un calciatore: 
• tocca intenzionalmente il pallone con la mano o il braccio, compreso se muove la 
mano o il braccio verso il pallone 
• ottiene il possesso / controllo del pallone dopo che questo ha toccato le sue mani 
/ braccia e poi: 
- segna nella porta avversaria 
- crea un’opportunità di segnare una rete 
• segna nella porta avversaria direttamente con le mani / braccia, anche se 
accidentalmente, compreso il portiere 
È di solito un’infrazione se un calciatore: 
• tocca il pallone con le mani / braccia quando: 
- queste sono posizionate in modo innaturale aumentando lo spazio occupato 
dal corpo 
- queste sono al di sopra dell’altezza delle sue spalle (a meno che il calciatore 
non giochi intenzionalmente il pallone che poi tocca le mani / braccia) 
Le suddette infrazioni si concretizzano anche se il pallone tocca le mani / braccia 
del calciatore provenendo direttamente dalla testa o dal corpo (compresi i piedi) di 
un altro calciatore che è vicino. 
Ad eccezione delle suddette infrazioni, di solito non è un’infrazione se il pallone 
tocca le mani / braccia del calciatore: 
- se proviene direttamente dalla testa o dal corpo (compresi i piedi) del calciatore 
stesso 

- se proviene direttamente dalla testa o dal corpo (compresi i piedi) di un altro 
calciatore che è vicino 
- se mani / braccia sono vicine al corpo e non si trovano in posizione innaturale 
tale da aumentare lo spazio occupato dal corpo 
- quando un calciatore cade a terra e mani / braccia sono tra corpo e terreno per 
sostenere il corpo, ma non estese lateralmente o verticalmente lontane dal corpo

 

 

 

Mi sembra sia evidente che l'intento di Juan sia di colpire il pallone col piede e lo colpisce ed è  assolutamente naturale che appoggi le mani a terra per proteggere la caduta.

 

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, RyomaNagare78 ha scritto:

Secondo me alcuni di voi si stanno incavolando per niente. Trovo sbagliato accusare chi la pensa in modo diverso perché dato che ci tirano sempre melma addosso, noi dobbiamo ridurci come loro. Invece dobbiamo essere superiori a loro, questo non scordatelo mai.
Il primo rigore ci stava. Purtroppo per colpa di questo assurdo regolamento nuovo.
Il secondo poteva anche starci, e sono sicuro che tutti, quando Rocchi è andato a rivederlo, hanno temuto. Io sono certo che non sia intenzionale l'intervento di Emre, che la tocca pure di piede, ma il gomito è in posizione al limite. E rimarco quanto faccia schifo appunto il regolamento. Il fallo di mano dovrebbe essere punito solo se chiaramente volontario, in questo modo stanno rendendo il tutto ridicolo.
Riguardo l'intervento di Cuadrado, ero fallo per l'Atalanta. Senza dubbio. Detto questo, per me non andava annullato, perché da quel momento l'azione è fatta di diverse situazioni, e il gol arriva molto dopo. Annullare un gol simile, vorrebbe dire la morte del gioco, perché allora se una squadra subisce un gol 1 minuto dopo un calcio d'angolo invertito, dovrebbe protestare. Non possono decidere loro quale errore pesa e quale no. Ha detto bene qualcuno quando ha scritto:"Ma se dopo il tocco di mano di Cuadrado, Bonucci la passava indietro malamente e si faceva autogol, dovevano annullarlo e fischiare il fallo per l'Atalanta?". A voi la risposta.

Era fallo senza dubbio per lo schifo di regolamento, ma la giustizia ha vinto lo stesso, poiché quello non è mai fallo di mano volontario.

Khedira per il tipo di movimento che ha effettuato può certamente tenere quel braccio più composto di come lo aveva e quindi lì non c'è nulla da obiettare, non puoi andartene in giro per il campo con le braccia distese senza alcun valido motivo. E' premura dei giocatori non farlo.

Juan sta per effettuare una scivolata, il discorso cambia di molto. Il braccio destro è giusto e congruo ed è nella posizione dove deve essere... non poteva tenerlo né dietro la schiena né in un'altra angolazione se l'intenzione è di andare giù.

Non assecondo certamente il regolamento per tagliare le braccia a Cuadrado. Il regolamento è stato preso in giro dalle circostanze come è giusto, perché è errato.

Emre aveva il gomito a protezione del viso, non vedo nemmeno qui posizione innaturale del braccio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, Alieno Bianconero ha scritto:

Era fallo senza dubbio per lo schifo di regolamento, ma la giustizia ha vinto lo stesso, poiché quello non è mai fallo di mano volontario.

Khedira per il tipo di movimento che ha effettuato può certamente tenere quel braccio più composto di come lo aveva e quindi lì non c'è nulla da obiettare, non puoi andartene in giro per il campo con le braccia distese senza alcun valido motivo. E' premura dei giocatori non farlo.

Juan sta per effettuare una scivolata, il discorso cambia di molto. Il braccio destro è giusto e congruo ed è nella posizione dove deve essere... non poteva tenerlo né dietro la schiena né in un'altra angolazione se l'intenzione è di andare giù.

Non assecondo certamente il regolamento per tagliare le braccia a Cuadrado. Il regolamento è stato preso in giro dalle circostanze come è giusto, perché è errato.

Emre aveva il gomito a protezione del viso, non vedo nemmeno qui posizione innaturale del braccio.

Ma anche senza quel regolamento. Il tocco è troppo evidente, questi falli di mano li concedevano anche prima. Tieni presente che ci sono pure due giocatori dell'Atalanta vicino che potevano appropriarsi della palla senza quel tocco ulteriore. L'intervento di Juan è sicuramente di piede e forse il tocco seguente è involontario, ma quel "forse" non basta. Ma detto questo, non è un errore grave. Non lo ha visto e basta, si va avanti. Come non lo è un qualsiasi fallo fischiato in modo errato in una azione non pericolosa. Il peso è "0". Dopo quel tocco succedono troppe cose, e a quel punto è brava la Juve e meno brava l'Atalanta. E' una polemica proprio stupida, che fanno solo perché ci siamo di mezzo noi. E io godo sefz 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 25/11/2019 Alle 00:00, gide76 ha scritto:

 

 

Il 25/11/2019 Alle 00:13, barone ha scritto:

 

Piano ragazzi, piano. 

Non scivolate in terminologie prossime all'offesa per un'idea differente, si può discutere senza per questo dover essere dei lobotomizzati. 

In merito agli episodi, poi, Casarin ha appena detto che Rocchi ha fatto bene a non dare il rigore di Emre Can (e ci mancherebbe) e che non si poteva tornare indietro sul mani di Cuadrado (peraltro involontario per chi ha gli occhi per vedere che tocca prima il pallone col piede). 

Quindi, come vedete, accapigliarsi su questi episodi, che nel complesso sono stati valutati perlopiù correttamente, serve a poco.

 

In Verona-Fiorentina Di Carmine nei primi minuti ha dato una gomitata da rosso a Pezzella, che è dovuto uscire. Di Carmine non è stato espulso. Di Carmine ha segnato il gol partita. 

È interessato a qualcuno? No. 

Immaginate se al posto del Verona ci fosse stata la Juve... altro che il mani di Cuadrado! ;)

 

  • Mi Piace 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
51 minuti fa, RyomaNagare78 ha scritto:

Ma anche senza quel regolamento. Il tocco è troppo evidente, questi falli di mano li concedevano anche prima. Tieni presente che ci sono pure due giocatori dell'Atalanta vicino che potevano appropriarsi della palla senza quel tocco ulteriore. L'intervento di Juan è sicuramente di piede e forse il tocco seguente è involontario, ma quel "forse" non basta. Ma detto questo, non è un errore grave. Non lo ha visto e basta, si va avanti. Come non lo è un qualsiasi fallo fischiato in modo errato in una azione non pericolosa. Il peso è "0". Dopo quel tocco succedono troppe cose, e a quel punto è brava la Juve e meno brava l'Atalanta. E' una polemica proprio stupida, che fanno solo perché ci siamo di mezzo noi. E io godo sefz 

Evidente o no, non mi pare una giustificazione consona se non si esamina bene la dinamica.

Alla fine quello che conta di più è se il gesto abbia danneggiato o meno l'avversario.

Questo sarebbe già più una giustificazione plausibile.

I giocatori della dea hanno iniziato a protestare una volta che hanno riperso palla dopo il rimpallo, giacché quel tocco li aveva persino favoriti. Altrimenti si presentavano in porta nostra.

Tutto pretestuoso.

In ogni caso c'è una dinamica da esaminare e sentenziare un fallo volontario senza dare delucidazioni su come avrebbe potuto evitarlo è molto facile.

Un po' come ha fatto stasera Cesari. sefz

Cuadrado quel pallone per non toccarlo, non doveva scivolare. Ma se si deve preoccupare di queste cose, allora non si scivola più.

Bisogna accettare l'involontarietà ed essere più maturi in questi casi; più ragionevoli e lucidi per capire le circostanze.

Questo ha toccato la palla quando era sdraiato, non l'ha né smanacciata né allontanata via... anzi fermandola lì si è procurato un danno e un guaio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, juventinovero89 ha scritto:

È palesemente tentato omicidio... Quando mai s'è visto un giocatore tentare di colpire la palla con il piede... Palomino stoico a resistere nonostante il non contatto...

Per dirla alla loro maniera, fallo di Higuain su palomino e rete irregolare, però il difensore evita il contatto .sisi

 

E' un pò come Bonucci in posizione di fuorigioco con tre avversri dietro...però era sulla linea della palla.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Er Ciopolpa ha scritto:

Marelli ha detto anche che un difendente che si oppone a un cross alzando il braccio a protezione della faccia è un cacasotto che dovrebbe cambiare mestiere (riferendosi a can)

Questa è roba da tso, anche perché un corpo umano per vincere la forza di gravità deve darsi una spinta e nel moto le braccia sono fondamentali... Mai visto qualcuno saltare riuscendo a tenere le braccia perpendicolari al corpo... E nello specifico can riesce ad alzare la gamba praticamente ad altezza spalla proprio perché accompagna il salto con la rotazione del busto... Quindi emre non aveva il braccio li perché "aveva paura" ma per aiutarsi a saltare ( tendendolo comunque raccolto perché non si può aumentare il volume del corpo).

Poi se vogliamo trasformare il calcio in calcio balilla punirei qualsiasi gesto atletico... Non si salta non si scivola e non si corre @@

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, Mai Gloria ad Appian ha scritto:

Ricostruzione di un ex arbitro...immagino che lui le regole le sappia...o almeno si spera

 

E il parere di due arbitri in attività ( quindi a differenza di Marelli, obbligati a conoscere il regolamento attuale e che partecipano alle riunioni Aia) conta di più o di meno di quello di un ex arbitro? sefz

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Abejita ha scritto:

Ma cosa può dire??? La sciocchezza che sia tutta un'azione può venire in mente solo a Marelli ed i suoi accoliti quindi il regolamento è chiaro: Rocchi non ha visto, il VAR non poteva più intervenire. Il gol non scaturisce da quell'errore perché è tutta un'azione a se stante. Fine della discussione. 
Solo qui dentro si può dar credito a certi ciarlatani e continuare a parlarne

Incredible. Dovrebbero essere solo schifati in un forum bianconero.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.