Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Blackguard

La gestione del risultato: differenze tra la Juve di Sarri, Allegri e Conte

Recommended Posts

Quella di Conte era la più aggressiva. Quella di Allegri era rigorosamente gestita dal punto di vista tattico. Quella attuale di Sarri, sta provando a diventare una squadra dal gioco moderno e dinamico, ma per altre ragioni, non è ancora riuscita a reperire quei tre-quattro elementi indispensabili per sviluppare quel progetto di gioco pretese dal tecnico; il quale tuttavia ha già attivato una importante innovazione, cioè il baricentro alto rispetto alle passate stagioni, ciò non è stato ancora ben assimilato e il fatto di prendere qualche rete di troppo lo sta a dimostrare, ma la scelta è quella giusta e ci vorrà pazientare sino alla prossima stagione e reperire quegli attori indispensabili alla causa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me piace la mentalità di Sarri. Lui ha detto che preferisce prendere un gol in contropiede piuttosto che arroccato in difesa e secondo me una squadra del nostro livello dovrebbe avere sempre il controllo del gioco, ovvio se la condizione atletica è buona. Una volta Lippi disse che se si doveva perdere preferiva farlo attaccando. Sappiamo cosa ha vinto Lippi da noi. Allegri è un grandissimo tecnico ma viene un po' criticato perché ha questa mentalità da calcio vecchio fatto di difesa e ripartenza. Ma la Juve il gioco deve comandarlo e non lasciarlo agli avversari per scelta, nonostante questo abbia portato grandissimi risultati. La partita contro il Bayern non ce l'ha fatta perdere Evra ma lui togliendo Morata e mettendo Mandzukic. A volte quindi la tattica ha funzionato e a volte no

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quoto

insistono col giropalla davanti all'area di rigore, esponendosi ad errori e incursioni avversarie sugli intercetti, o "regalando" spesso calci piazzati o calci d'angolo in attacco agli avversari.

Questa è una cosa che Sarri non vorrebbe mai vedere, l'attegiamento passivo nell'abbassarsi nel gestire col giro palla lento davanti alla propria area è una roba vecchia non inculcata certo da lui

Sarri vuole il giro palle nella metà campo avversaria durante tutta la partita

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, JuveMyLove ha scritto:

Guarda, a me non interessa nulla di mezzo forum e non ho nulla contro Bonucci :)

Premesso cià, è ovvio che se per 10 anni sei stato abituato a stare basso, compatto e chiuso a riccio, non è facile fare il libero alto...

Al momento è lui al centro della difesa ed è lui che dovrebbe chiamarne l'uscita ed accorciare sul centrocampo. Questo mi sembra palese. Quindi PER ORA non sa gestire la cosa. Non sa fare il Piquet di turno. Imparerà? Paradossalmente vedo più adatto De Ligt a chiamare certi tempi.

 

Mah, per me descrivi cose non veritiere/molto forzate.

La Juve non é mai stata arroccata in difesa in questi anni, anche con Allegri nel 90% dei casi la Juve era chiamata a fare la partita quindi ben difficilmente chiusa, la chiusura "a bunker" l'abbiamo vista solo in pochi casi. E anche con Allegri nella maggior parte delle partite la difesa della Juve stava alta ed era a zona esattamente come ora e Bonucci la guidava senza problemi.

Sarri vuole una difesa ancora più alta, alla Guardiola (che tra l'altro risulterebbe uno dei massimi estimatori di Bonucci...).

Poi il paragone con Piquet non ha molto senso, parliamo di uno dei 2/3 più forti della sua generazione al mondo, dire "non sa fare il Piquet" sarebbe come lamentarsi di Dybala perché "non sa fare il Messi"...e grazie al cavolo...De Ligt allìAjax era comandato da Blind, molto meno talentuoso e più lento ma più esperto. Poi lui nasce in una scuola che fa dell difesa alta un marchio di fabbrica, quindi per forza sarà più abituato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, Gnn ha scritto:

Questa è una cosa che Sarri non vorrebbe mai vedere, l'attegiamento passivo nell'abbassarsi nel gestire col giro palla lento davanti alla propria area è una roba vecchia non inculcata certo da lui

Sarri vuole il giro palle nella metà campo avversaria durante tutta la partita

Esatto, ma ci vuole tempo a cambiare i meccanismi di squadra, eppure qualche nuovo attore più adatto al nuovo tipo di gioco.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Juve di Allegri ha fatto anche vedere un ottimo gioco e dominio del campo , nessuno vuole togliergli i meriti di questi anni , ma era in modo molto evidente condizionata dal risultato , e tutta l'aggressività che si vedeva in fase di parità scompariva per lasciare il campo a un atteggiamento molto rinunciatario e passivo . 

 

Conte non lo scopriamo oggi , si va a 1000 all'ora finchè la squadra regge fisicamente e poi si comincia a subire l'avversario , certo ci ha fatto vedere tanti moduli in passato , ma non è un certo un tattico .

 

Sarri ha un idea di gioco molto precisa , anche talebana se vogliamo , di lui apprezzo il fatto che "provi" a far tenere lo stesso atteggiamento alla squadra in ogni situazione di punteggio e che le partite cerchi di "chiuderle" e non di gestirle , al momento ci sta riuscendo in parte , secondo me perchè non ha gli uomini per applicare questo tipo di gioco , molto banalmente se la squadra sta lunga in campo non può pressare 90 minuti. Albiol e Koulibaly erano con i piedi sulla metà campo. Inutile che dica quale è il problema.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con una difesa De Ligt-Demiral avremmo meno problemi, visto che difendono alti entrambi.

Bonucci non riesce a farsi plasmare da Sarri in questo, difende in un modo non consono alla manovra di tutta la squadra.
Per non parlare di Pjanic, che dopo i primi mesi giocati a testa alta è tornato di nuovo a fare il compitino con passaggi a 2-3 metri, nonostante avrebbe le qualità per verticalizzare. Difatti con Bentancur vertice basso la squadra è più reattiva e meno statica.


Ci sono giocatori che, seppur bravi, cozzano con le esigenze di Sarri ed è difficile cambiare loro mentalità, non essendo neanche giovanissimi.

Anche Cristiano gioverebbe di un gioco più fluido e veloce, con il quale in tre tocchi arrivi in porta, ma questo succede solo quando Dybala si arretra e arriva a fare il lavoro di tutto il centrocampo (in fase offensiva) da solo.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Contro il Parma abbiamo avuto una grande palla gol per andare sul 2 a 0 pochi minuti prima del loro pareggio.

 

Ed una volta andati sul 2 a 1 mi sembra che abbiamo avuto almeno una chiara occasione per andare sul 3 a 1.

 

La gestione difensiva è stata buona e comunque va rimarcato che non abbiamo fatto le barricate ma abbiamo tirato a chiuderla prima, andando vicinissimi al doppio vantaggio sia sull'1 a 0 che sul 2 a 1.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Mark92 said:

raga, la juve scoppia, fine ..... non è che ci voglia un genio per capirlo. Non ha 90' ad alti ritmi nelle corde.

Non ha un centrocampo e non ha una punta (che in quelle condizioni serve eccome).

Il Liverpool stesso, dopo aver rifilato 5 gol alla Roma, non riuscì a reggere 90 minuti e crollò negli ultimi 20-25, con la Roma che segnò 2 gol e sfiorò il terzo.

 

L'ultima mezz'ora è un problema per tutti: i 3 cambi aiutano ma fino a un certo punto, anche perché devi tenerne uno per gli ultimi minuti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non vedo tutta questa differenza.

Forse l'idea di Sarri è quella che scrivi tu, ma non abbiamo un centrocampo che ci permetta di attuarla, per cui finiamo con l' abbassarci comunque.

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, Juventini_Q8 ha scritto:

Devi dare a Sarri il tempo e pochissimi pezzi mancanti nel centrocampo in particolare, i risultati sono comunque a suo favore finora, ma merita l'opportunità con più tempo e (nomi migliori nel centrocampo in particolare) per valutare in modo giusto .

Sono assolutamente d´accordo. Prendendo in esame la partita di domenica, Sarri ha inserito Higuain e non Rugani o Emre Can (vabbé non lo avrebbe mai inserito ma per dire un nome di un centrocampista) prprio per far capire alla squadra di cercare il gol. Purtroppo le cose non sono andare per il verso giusto anche perché Rabiot era molto stanco alla fine e Ramsey é stato anche sostituito.

 

Sarri ha inoltre dovuto affrontare una preparazione estiva molto diversa dal solito, piú in aereo che sul campo e, quando in campo, a temperature elevatissime con percentuali di umiditá ai limiti della sopportabilitá. Inoltre si é trovato subito senza il nostro capitano. Forse si é sottovalutata molto la cosa ma perdere Chiellini e Barzagli, seppur in su con l´etá e sostutuirli con due giovani, seppure arrivati in pompa magna, soprattutto De Ligt, non é facile. I nuovi non sono ancora riusciti a dare un contributo efficace per i motivi che conosciamo, Costa non é mai stato in condizione se non nelle prime due partite. 

 

Dobbiamo dare tempo al tempo fermo restando che il minimo sindacale deve essere lo scudetto.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bisogna stare alti fino alla fine, anche perché si corre meno con la squadra corta 

Una statistica mi piacerebbe avere di quest'anno: i corner contro. Secondo me ne stiamo subendo tantissimi 

E ci esponiamo ad alto rischio,  perché a difendere sui piazzati in area siamo veramente scarsi, pur avendo giocatori alti 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate,ma ricordo male io o col Parma negli ultimi minuti abbiamo avuto tre palle gol con Ronaldo che non siamo riusciti a sfruttare? No perché se la metti la partita finisce. Seppure in debito di ossigeno abbiamo avuto più occasioni noi di fare il terzo che il Parma di mettere il secondo. A Roma uguale se Ronaldo la passa una frazione di secondo prima al Pipita si va sul 3 a 1 e la chiudiamo lì. La mentalità giusta è questa. Con Allegri nei finali si subiva e basta. È vero che sembravamo più solidi,ma che io ricordi non ribaltavamo mai l'azione. 

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Juventus di Sarri: la Juve di quest'anno ha una mentalità che prescinde dal risultato e dalla situazione. Con Sarri si prova sempre ad impostare dalla difesa, anche col risultato di vantaggio in bilico, anche all'avvicinarsi del 90'. I difensori, anche quando pressati dagli avversari alla ricerca disperata del pareggio sul finale, più che cercare il lancio lungo, i contropiedi e una difesa di posizione, insistono col giropalla davanti all'area di rigore, esponendosi ad errori e incursioni avversarie sugli intercetti, o "regalando" spesso calci piazzati o calci d'angolo in attacco agli avversari

 

Questa cosa Sarri nel post partita lo ha fatto capire benissimo che non gli piace,quindi non è questione di allenatore,ma di mentalità plagiata di alcuni giocatori da anni di Allegri e che ancora non sono riusciti a togliersi dal subinconscio!

Share this post


Link to post
Share on other sites
30 minuti fa, RobertoDub ha scritto:

Il Liverpool stesso, dopo aver rifilato 5 gol alla Roma, non riuscì a reggere 90 minuti e crollò negli ultimi 20-25, con la Roma che segnò 2 gol e sfiorò il terzo.

 

L'ultima mezz'ora è un problema per tutti: i 3 cambi aiutano ma fino a un certo punto, anche perché devi tenerne uno per gli ultimi minuti.

a maggior ragione figurarsi noi 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un aspetto che mi ha un po' colpito quest'anno è la poca attenzione e voglia dopo essere passati in vantaggio.

Non entro in merito al modo di giocare ma con Allegri nonostante la noia mortale, nonostante l'1-0 io il risultato avevo l'impressione di portarlo a casa senza particolari patemi, o meglio, dopo il vantaggio non avevo l'impressione di subire il ritorno degli avversari (a parte qualche raro caso) mentre quest'anno mi pare che troppo spesso, nonostante la vittoria finale, siamo andati in vantaggio subendo il pareggio poco dopo. Va bene giocare allo stesso modo anche dopo l'1-0 ma la grinta e l'attenzione non dovrebbero mai mancare. Il fatto che si dia la possibilità di recuperare un gol anche abbastanza velocemente a Bologna, Lecce, Genoa,Sassuolo,Sampdoria, Parma e Lokomotiv penso debba far riflettere un pochettino. Non ho menzionato i recuperi subiti con Napoli, Inter ,Atletico e Lazio per lo spessore dell'avversario.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si gestisce la benzina non il risultato, vedo che ancora in molti non hanno capito che è un problema atletico, di fiato corto. 

 

Se non sei più in grado di pressare non hai molte scelte. O abbassi il baricentro e chiudi gli spazi agli avversari, o gestisci tenendo palla, facendo anche un possesso sterile. Sarri predilige o vorrebbe la seconda opzione, ma avresti bisogno di gente che sa palleggiare. La Juventus in questi anni ha sempre invece avuto una grande solidità e ferocia difensiva. Pregio che sta svanendo. Un Pregio che porta a far bene in Europa, due finali per noi, due finali per il Liverpool di kloop. Anche il real di Zidane abbassava il baricentro dopo il primo pressing e colpiva in contropiede con campioni come Ronaldo. Sto  Falso mito che si vince la champions con il possesso sempre e comunque non so da dove sia saltato fuori. Una totale fesseria.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Soffrire si è sempre sofferto anche con Allegri nelle passate stagioni. 

Ora semplicemente si soffre di più perché si sbaglia notevolmente di più nella nostra metà campo..

Errori che manco in Lega Pro si vedono. 

E questo non è colpa dell'allenatore,qui si devono dare una svegliata i giocatori capendo che mancano 20-30 minuti e le antenne bisogna tenerle ben dritte. 

Se sbagliamo decine di passaggi a 2 metri è forse colpa dell'allenatore?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh...ma ora sarriball...calcio champagne....una finale già persa,ma per colpa d allegri!

1 ora fa, Atride ha scritto:

Juventus di Sarri: la Juve di quest'anno ha una mentalità che prescinde dal risultato e dalla situazione. Con Sarri si prova sempre ad impostare dalla difesa, anche col risultato di vantaggio in bilico, anche all'avvicinarsi del 90'. I difensori, anche quando pressati dagli avversari alla ricerca disperata del pareggio sul finale, più che cercare il lancio lungo, i contropiedi e una difesa di posizione, insistono col giropalla davanti all'area di rigore, esponendosi ad errori e incursioni avversarie sugli intercetti, o "regalando" spesso calci piazzati o calci d'angolo in attacco agli avversari

 

Questa cosa Sarri nel post partita lo ha fatto capire benissimo che non gli piace,quindi non è questione di allenatore,ma di mentalità plagiata di alcuni giocatori da anni di Allegri e che ancora non sono riusciti a togliersi dal subinconscio!

Anche con allegri si partiva da dietro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Atlantic ha scritto:

Io non vedo tutta questa differenza.

Forse l'idea di Sarri è quella che scrivi tu, ma non abbiamo un centrocampo che ci permetta di attuarla, per cui finiamo con l' abbassarci comunque.

Peccato solo che non siamo più abituati a difendere bassi quindi NON possiamo più permetterci di farlo visto che non ci prepariamo per fare questo.

Il problema è che Sarri non comprende che la squadra e in modo particolare il centrocampo non ce la fa più FISICAMENTE a fare pressing e a spingere in avanti quindi si rifugiano tutti dietro tentando di proteggere il risultato.

 

Altra cosa: se magari non subissimo gol da chiunque i risultati non sarebbero tanto in bilico.

Sarri avrebbe strade ben precise da seguire: o trova il modo di fermare tutte queste reti subite (DOPO IL VANTAGGIO APPENA CONQUISTATO), o trova il modo di potenziare la capacità di realizzazione quando la squadra riesce a reggere la manovra offensiva che lui vuole in modo tale da fare minimo 2/3 gol, oppure allenare la squadra ad una gestione NON a ritmo elevato cercando di dosare bene le energie tra primo e secondo tempo ma soprattutto evitando di spingerli al massimo per poi farli scoppiare negli ultimi 20 minuti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'età media della Juventus è 29 anni, e spesse volte in campo ci sta quello più anziano, non quello che abbassa la media. Quindi, prima di puntare il dito contro l'allenatore e chiedersi come mai non reggiamo 90 minuti, forse sarebbe giusto porsi altro tipo di domande.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, JuveMyLove ha scritto:

Guarda, a me non interessa nulla di mezzo forum e non ho nulla contro Bonucci :)

Premesso cià, è ovvio che se per 10 anni sei stato abituato a stare basso, compatto e chiuso a riccio, non è facile fare il libero alto...

Al momento è lui al centro della difesa ed è lui che dovrebbe chiamarne l'uscita ed accorciare sul centrocampo. Questo mi sembra palese. Quindi PER ORA non sa gestire la cosa. Non sa fare il Piquet di turno. Imparerà? Paradossalmente vedo più adatto De Ligt a chiamare certi tempi.

 

Penso che Bonucci sia definibile come "difensore moderno" e abbia abilità tecniche e tattiche e un patrimonio di esperienza tali da imparare prima di ogni altro degli degli insegnamenti ben impartiti. Se Sarri ritenesse che è lui l'anello debole, farebbe delle sedute specifiche e il problema sarebbe risolto.
Non stiamo parlando di "chiamare l'uscita" per mettere in fuorigioco gli attaccanti, ma di un atteggiamento che riguarda l'intera squadra, che deve agire come fosse un elastico. Difesa alta significa che gli attaccanti devono pressare per primi i difensori, che i centrocampisti devono salire e compattarsi in maniera tale che la linea difensiva possa alzarsi compatta. Sono dieci uomini che devono muoversi e occupare le posizioni, non uno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, uampy ha scritto:

L'età media della Juventus è 29 anni, e spesse volte in campo ci sta quello più anziano, non quello che abbassa la media. Quindi, prima chiedersi come mai non reggiamo 90 minuti e prima di puntare il dito contro l'allenatore, forse sarebbe giusto porsi altro tipo di domande.

O forse a porsi delle domande dovrebbe essere chi giustifica sempre un allenatore che si rifiuta di accettare le condizioni e le caratteristiche dei giocatori che ha a disposizione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, ZizouZidane ha scritto:

 

Con Allegri, una volta passati in vantaggio, abbassavano sistematicamente il baricentro, atteggiamento che, in Europa, non paga mai.

Sarà così ma io non ho mai visto la Juve abbassarsi e prendere gol dopo essere passata in vantaggio tante volte come quest'anno. La percentuale di partite rimaste in bilico fino all'ultimo secondo è la più alta degli ultimi 9 anni. Molti dicono che l'anno scorso si addormentavano ma se quest'anno non succede non è certo per il gioco spumeggiante ma perché fino al fischio finale si rischia di prendere gol, e questo a prescindere dall'avversario. Le partite chiuse prima del recupero si contano sulle dita di una mano ed è sempre una sofferenza infinita, pure contro il Parma di turno senza attacco titolare.

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

la mentalita di sarri e idea del calcio e superiore a quella di conte e max

 

naturalmente, e difficile cambiare la testa dei giocatori ma piano piano si vede qualcosa

 

quanto riguarda la difesa, sara dura finche de ligt e demiral sarano tittolari

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.