Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Sign in to follow this  
Nate Fisher

Gazzetta: "Boban-Milan: sarà addio, tutto pronto per l'arrivo di Rangnick"

Recommended Posts

Frega poco o nulla dei disastrati rossoneri ma fosse vero mi farebbe piacere la cacciata di Boban.

Classico fesso che fa il santone so-tutto-io in uno studio tv, e calato nella realtà non sa fare una mazza se non disastri.
Come Adani

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Chreezy ha scritto:

Ottimo arriva Ragnar Lotbrook. Mi auguro non prendano pure suo figlio Bjorn la corazza..sisi

L'importante sarebbe se venisse Lagertha 😍

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo prendono per provare a rivincere un derby dopo anni,dopotutto era lui in panchina con i crucchi dello Schalke04 quando batterono la merdeka a San Siro in champions per 5 a 2,sicuro che lo presenteranno così: " Io so come si umilia l'indaaa" .ghgh

Share this post


Link to post
Share on other sites

Boban si confema un gran bel buffone.

Quando stava dietro ad un microfono era sempre pronto a criticare tutti come fossero i primi *. Poi e' andato lui e ha combinato il nulla piu totale.

 

Un buffone che merita di essere allontanato.

 

Per la situazione Milan concordo al 100% con Forzarugani. Devono avere la modestia di ripartire da zero e fare un progetto giovani serio con tanti anni di piccoli passi in avanti.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

una ex leggenda rossonera silurata da un amministratore delegato africo-greco per far posto a un fantomatico allenatore-manager (figura che in Italia non è mai esistita) tedesco, attualmente al vertice del "gruppo" red bull, il cui più grande successo è stata una coppa di germania 10 anni fa con lo schalke

 

scelta dirigenziale a parte, la trovo una mossa "simpatia" verso i tifosi davvero suicida

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rangnick in Germania ha fatto molto bene, cogliendo risultanti importanti. Era soprannominato il "Mago", proprio per la sua bravura.

Chiaro che in Italia il calcio è completamente diverso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi fa piacere per Boban, 

questi riconoscimenti vanno sempre sottolineati, se li merita.. Congratulazioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, Brooklyn NY ha scritto:

Boban si confema un gran bel buffone.

Quando stava dietro ad un microfono era sempre pronto a criticare tutti come fossero i primi *. Poi e' andato lui e ha combinato il nulla piu totale.

 

Un buffone che merita di essere allontanato.

 

Per la situazione Milan concordo al 100% con Forzarugani. Devono avere la modestia di ripartire da zero e fare un progetto giovani serio con tanti anni di piccoli passi in avanti.

Ma che senso ha? Boban é stato messo lì con pochi soldi, ha preso anche decisioni sbagliate (o su cui non ha voluto credere sino in fondo come Giampaolo) ma anche giocatori giovani e validi come Theo, Leao, Bennacer, lo stesso Rebic.

 

E comunque non é sostituendo i dirigenti ogni 8/10 mesi che costruisci qualcosa.

Ora prendono questo tedesco, che alla RB ha lavorato benissimo, ma quanto tempo gli daranno? Sono consapevoli che il Milan é composto per lo più da scappati di casa (presi + che altro dalla gestione Mirabelli/Fassone peraltro)?

La mania del "taglio della testa" (che affanna anche i tifosi juventini eh...) del dirigente che non raggiunge subito i risultati (non parliamo degli allenatori) é delirante. Ma come fai a costruire se dopo neanche 12 mesi ti mandano via?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per il Milan è una fortuna.

 

Potevano ripartire solo azzerando tutto, Rangnick è quello che ha scoperto i vari Werner, Haaland, Fosberg e compagnia. Mettendo un allenatore stile Gasperini possono ripartire alla grande nel giro di un paio d'anni per poi rivendere la società ad un grosso gruppo.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
30 minuti fa, Nate Fisher ha scritto:

Per il Milan è una fortuna.

 

Potevano ripartire solo azzerando tutto, Rangnick è quello che ha scoperto i vari Werner, Haaland, Fosberg e compagnia. Mettendo un allenatore stile Gasperini possono ripartire alla grande nel giro di un paio d'anni per poi rivendere la società ad un grosso gruppo.

Un giovanissimo Haaland durerebbe tre secondi in Italia, a prima partita sbagliata in una squadra come il Milan, che comunque  per i tifosi rimane blasonata, tutti vorrebbero la sua testa 

Share this post


Link to post
Share on other sites
38 minuti fa, Nate Fisher ha scritto:

Per il Milan è una fortuna.

 

Potevano ripartire solo azzerando tutto, Rangnick è quello che ha scoperto i vari Werner, Haaland, Fosberg e compagnia. Mettendo un allenatore stile Gasperini possono ripartire alla grande nel giro di un paio d'anni per poi rivendere la società ad un grosso gruppo.

A dir la verità ci avevano tentato già quest'anno, con diversi giovani , secondo me anche bravi, come Theo, bennacer, Leao, Rebic, più la conferma di Castillejo ed un allenatore particolare come Giampaolo (che a me non piaceva molto ma che meritava un po' di pazienza se ci avevi creduto).

Ma in generale in Italia "ripartire dai giovani" significa che se non vinci o non sei subito competitivo, ti cacciano su pressione dei tifosi (in tutte le squadre...Juve inclusa) ed i giovani sono ritenuti troppo brocchi.

Non esiste la mentalità per programamre, si vive alla giornata, sperando ti vada bene.

Ciò salvo in ambienti come a Bergamo, dove non c'é particolare pressione, o in casi particolari come alla Lazio. Questa viene da diverse stagioni in cui l'obbiettivo principale, qualificazione alla CL, è stato ripetutamente fallito, con giocatori che al primo impatto non sembravano niente di che (Luis Alberto su tutti ma anche Milinkovic; Lucas; Acerbi; Correa; Caicedo). Un po' perché a Lotito spendere non piace (e per vendere pretende cifre folli), un po' perché vivono da sempre all'ombra della Roma che é considerata la romana forte e con + tifosi (e pretese) si sono mantenuti allenatore e rosa e ora raccolgono frutti quasi insperati.

Tornando al Milan, un dirigente dovrebbe fare un discorso SERIO e dire che i prossimi 3 anni serviranno solo a ricostruire la squadra e non si punterà a nessun risultato particolare (evitando proclami di qualificazione in CL).

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, garrison ha scritto:

A dir la verità ci avevano tentato già quest'anno, con diversi giovani , secondo me anche bravi, come Theo, bennacer, Leao, Rebic, più la conferma di Castillejo ed un allenatore particolare come Giampaolo (che a me non piaceva molto ma che meritava un po' di pazienza se ci avevi creduto).

Ma in generale in Italia "ripartire dai giovani" significa che se non vinci o non sei subito competitivo, ti cacciano su pressione dei tifosi (in tutte le squadre...Juve inclusa) ed i giovani sono ritenuti troppo brocchi.

Non esiste la mentalità per programamre, si vive alla giornata, sperando ti vada bene.

Ciò salvo in ambienti come a Bergamo, dove non c'é particolare pressione, o in casi particolari come alla Lazio. Questa viene da diverse stagioni in cui l'obbiettivo principale, qualificazione alla CL, è stato ripetutamente fallito, con giocatori che al primo impatto non sembravano niente di che (Luis Alberto su tutti ma anche Milinkovic; Lucas; Acerbi; Correa; Caicedo). Un po' perché a Lotito spendere non piace (e per vendere pretende cifre folli), un po' perché vivono da sempre all'ombra della Roma che é considerata la romana forte e con + tifosi (e pretese) si sono mantenuti allenatore e rosa e ora raccolgono frutti quasi insperati.

Tornando al Milan, un dirigente dovrebbe fare un discorso SERIO e dire che i prossimi 3 anni serviranno solo a ricostruire la squadra e non si punterà a nessun risultato particolare (evitando proclami di qualificazione in CL).

Ma l'ambiente Milan ormai è abituato al centroclassifica quindi non è che ci sia quale pressione.

 

Basterà già andare in EL per fare meglio e comunque avrebbe il triplo delle disponibilità economiche rispetto alle squadre Red Bull.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Nate Fisher ha scritto:

Ma l'ambiente Milan ormai è abituato al centroclassifica quindi non è che ci sia quale pressione.

 

Basterà già andare in EL per fare meglio e comunque avrebbe il triplo delle disponibilità economiche rispetto alle squadre Red Bull.

E allora perché licenziano Boban e Pioli, con quest'ultimo che un gioco lo ha dato?

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, garrison ha scritto:

E allora perché licenziano Boban e Pioli, con quest'ultimo che un gioco lo ha dato?

Perché Elliott non sta guadagnando abbastanza. O non sta proprio guadagnando.

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 ore fa, Nonseinormale65 ha scritto:

Lo prendono per provare a rivincere un derby dopo anni,dopotutto era lui in panchina con i crucchi dello Schalke04 quando batterono la merdeka a San Siro in champions per 5 a 2,sicuro che lo presenteranno così: " Io so come si umilia l'indaaa" .ghgh

Lo sanno tutti. Basta farla giocare contro la Juve  .juve.intertriste 

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, The_Rock ha scritto:

Chi arriva? Il Ragnarock?

Perfetto per il Crepuscolo degli Dei milanisti... sefz 

Vai con Wagner e la Cavalcata delle Valchirie .ok 

Share this post


Link to post
Share on other sites
44 minuti fa, Roland Deschain ha scritto:

Perché Elliott non sta guadagnando abbastanza. O non sta proprio guadagnando.

E la colpa è di Pioli e Boban o piuttosto di Gazidis? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.