Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

maspep

Conta di più un allenatore o i calciatori a disposizione?

Recommended Posts

Senza ombra di dubbio i calciatori, la storia di Guardiola col Barcellona insegna.

 

E vi dirò di più: quando poi i calciatori non hanno feeling col tecnico (ogni riferimento a Sarri é puramente casuale) non giocano al 100% e si limitano al compitino. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' una domanda accademica che non puo' avere risposta.

 

Ad avere successo in realtà complesse (nel senso, determinate da tantissimi fattori, tra i quali fattori umani) sono dei team, dei gruppi di professionisti tra i quali l'alchimia e l'unione di intenti, al di là della bravura individuale, dovrebbero essere tali da non riuscire a distinguere dove inizia la testa del presidente e dove finisce il piede del calciatore. In mezzo c'è l'allenatore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un sistema come quello di una squadra di calcio è commesso ed ogni componente è utile affinché l'insieme sua il meglio.

È chiaro che una rosa con qualità elevate, ben assortite e complementari conta più dell'allenatore. E secondo me più si sale di livello e meno conta l'allenatore, nel senso che uno bravo può aggiungere molto di più ad una rosa mediocre che ad una ottima.

Al livello della Juventus un allenatore può incidere diciamo per il 10%, di più solo se è un allenatore che ha costruito nel tempo la squadra è la sua mentalità.

Sembra poco e lo è rispetto a quanto conta la rosa, ma a calcio ogni 10% è fondamentale, ogni 10 %, ma pure meno, fa la differenza in quelle 10-15 partite più tirate tra la sconfitta e la vittoria. Ogni 10% porta quei 30-45 punti in più

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che come tutto, la verità stia nel mezzo. Ottimi giocatori possono prescindere da un buon allenatore per vincere? Io credo proprio di no, abbiamo molteplici esempi di squadre zeppe di ottimi giocatori che non riescono a vincere nessuna competizione e squadre le quali invece, pur prive di nomi altisonanti, ottengono più di quanto si possa pensare.

Innanzitutto bisogna capire che cosa significa "ottenere risultati", e questo per me è soggettivo al club di cui si parla.

In tema odierno, l'Atalanta, a mio modo di vedere, "stravince" ogni confronto, sul piano tecnico, sul piano puramente estetico e sul piano degli stessi risultati. Bisogna considerare la caratura della squadra, sia economica che storica.

Fare valutazioni su allenatori vincenti oggi invece, dopo quello che abbiamo visto al Trofeo Birra Moretti 1 e 2 (ex CL e EL) non mi sembra una valutazione oggettiva da fare. Possiamo dire che Guardiola sia un allenatore eccellente? Certo che sì. Io non ho mai pensato che vincere un campionato sia un giochetto, figuriamoci competizione secche come la CL. Klopp è un ottimo allenatore? Beh direi proprio di sì, il Liverpool gioca un calcio positivo e propositivo, ha vinto una CL ed una Premier (con un certo margine aggiungerei). Senza di lui il Liverpool avrebbe ottenuto gli stessi risultati? Non posso dirlo, ma posso basarmi sui fatti. Credo che dal 2005 fino all'anno scorso abbiano vinto poco o niente, quindi sì Klopp è stato determinante.

E' indubbio che molto spesso si creino vere e proprie chimiche di squadra che portano i giocatori ad esprimersi anche sopra le proprie possibilità... Il Leicester avrebbe vinto senza Ranieri? O l'Italia, avrebbe vinto il mondiale 2006 senza Lippi?

Un buon allenatore non è solo uno psicologo e un ottimo gestore di "risorse umane" (che brutto termine...!), lo è anche, deve esserlo. Ma è anche un grande tattico, perchè riesce a leggere le partite, perchè fa i cambi al momento giusto, perchè capisce che corde toccare per stimolare i giocatori e metterli nei posto a loro più congeniali, perchè un giocatore riconosce l'autorità nel proprio allenatore quando vede che le decisioni da lui prese producono buoni risultati.

 

Un pessimo allenatore fa' danni ovunque, anche con un ottima squadra, su questo non c'è discussione.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me soprattutto a grandi livelli contano di più i goocatori; molto spesso infatti assistiamo a grandi squadre allenate più da allenatori gestori che da allenatori dogmatici

Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

CI VOGLIONO I CAMPIONI... E poi un allenatore capace di motivare e far coesistere insieme tutti questi campioni (ovvero individuare a ciascuno il ruolo e modulo per farli rendere al meglio) e che sappia leggere le partite, ovvero Capire quale campione schierare dall'inizio e chi far entrare a gara in corso... INSEGNARE A GIOCARE A DEI CAMPIONI VUOL DIRE NON AVERE CAMPIONI VERI..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gioca una finale di Champions con Guardiola in panca con:

Higuain bollito 

Costa rotto 

Dybala rotto 

Ramsey bollito 

Khedira rotto 

Matuidi bollito 

De Sciglio rotto 

Chiellini rotto 

Demiral rotto 

De Ligt aggiustato con lo scotch

 

Vediamo che succede

Share this post


Link to post
Share on other sites

in termini percentuali dico allenatore e staff 30% giocatori 70%. Alla fine le giocate le fanno loro, è inutile prenderci in giro, con i giocatori mediocri non si vince nulla

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

45%

dirigenza che deve saper scegliere i giocatori anche in base alle caratteristiche che si vuole esprimere sul campo e col tecnico...con i quali deve fare da ponte paciere e motivatore... tra loro e col tecnico stesso. 

 

45%

giocatori  intesa come qualità generale dei singoli

 

 

10%

allenatore che a quel punto va più o meno  in automatico...in base a quel 90%

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il giusto Mix...ti faccio un esempio, Zidane col Real ha stravinto tutto per più volte, perchè ha dato tranquillità e messo nelle condizioni migliori dei calciatori straordinari. Zidane alla Juve non avrebbe avuto gli stessi risultati. Allegri al Real non avrebbe mai vinto una champions. Perchè avrebbe messo quei campioni a difendere snaturandoli. Cosa che invece alla Juve ha funzionato, in Italia...
Quindi per me ci vuole un giusto mix delle cose

Share this post


Link to post
Share on other sites

Volevo infornarti che che Xavi e iniesta hanno giocato per 15 anni insieme nel Barcellona e in nazionale , hanno vinto solo gli ultimo 5 ...

Poi lo sai che il Bayern il favorito alla vittoria della Champions ha cambiato allenatore ? Come mai ora ne ha fatti 8 al Barca e prima le prendeva dall ultima ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un tale dise una volta "temo di più un esercito di pecore comandate da un leone,che un esercito di leoni comandati da una pecora"!

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

La rosa a disposizione conta un po' di più. L'allenatore bravo è quello che sa adattarsi alla rosa, rendendola una squadra coesa e senza fare danni. Se poi sarà in grado di leggere le partite, allora sarà 50 e 50. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giocatori vincono, allenatore perde. Regola semplice del calcio. 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senza campioni non si vince

Senza le letture/indicazioni di un bravo allenatore non si vince

Senza una societa' solida che compatta il tutto non si vince

Senza arbitri seri e non asserviti scommettitori incalliti e pronti alla prima occasione di far mesi di sacrifici non si vince,

Servono tutte e 4 le componenti

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il brasile del 50 che allenatore aveva? Il Napoli di Maradona che allenatore o società aveva? Chi era l'allenatore di cruijf, platini, Pele, Beckenbauer, Maradona, messi, Ronaldo.... Le società e gli allenatori hanno avuto il merito di averli.... Poi si sono esaltati grazie a loro 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Provo a fare un esempio per assurdo per rispondere alla domanda:

 

11 sedie in campo e Allenatore a bordo campo 

 

11 giocatori in campo e una sedia come allenatore

 

Chi vincerebbe la partita? 

 

Con questo non voglio dire che l'allenatore non conta niente, solo far capire cosa conta di più. 

 

Se alla squadra che va al massimo diamo una percentuale del 100%, l'80% va riempito dai giocatori, il 20% dall'allenatore. 

 

È un mio parere 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ovviamente i giocatori. Vanno loro in campo fino a prova contraria sefz


Il ruolo dell'allenatore è trovargli un posto in campo e gestirli (parliamo sempre di ragazzini viziati, ricchi e belli rincoglioniti). 

Un esempio tipico è il Real Madrid 15/16. Terzo in Liga a gennaio (con Casemiro in tribuna) sotto Benitez, arriva Zizou e con Casemiro perno basso vince Champions ed arriva ad un passo dalla Liga (90 punti contro i 91 del Barça, con un Suarez che vince la scarpa d'oro con 40 reti!!!). 

 

75 giocatori, 25 allenatore. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.