Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Recommended Posts

Eccola qua, l'ultima volta con due mediani, era la Juventus di Del Neri:

 

Storari

Grygera Bonucci Chiellini DeCeglie

Krasic F.Melo Marchisio Pepe

DelPiero Quagliarella

 

Fece anche un'ottima stagione fino all'infortunio di Quagliarella a inizio gennaio, poi il buio. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, jurgen kohler ha scritto:

Eccola qua, l'ultima volta con due mediani, era la Juventus di Del Neri:

 

Storari

Grygera Bonucci Chiellini DeCeglie

Krasic F.Melo Marchisio Pepe

DelPiero Quagliarella

 

Fece anche un'ottima stagione fino all'infortunio di Quagliarella a inizio gennaio, poi il buio. 

eh.. torniamo all'importanza del centravanti uum

Abbiamo un bel rebus

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, pirlodiointerra10 ha scritto:

Ovvio, semplicemente in fase di possesso era sempre Danilo a fermarsi e Cuadrado a salire, perché l ampiezza veniva sempre data da Chiesa a sinistra e Cuadrado a destra con kulusevsky che tagliava per lasciare spazio al terzino, diciamo che a destra si ha la classica catena da 442 con l esterno che si accentra per lasciar spazio al terzinoentre a sinistra si preferisce lasciare largo l esterno alto anche perché molto più abile nell uno Vs uno e fai fare a tutti quello che sanno fare meglio, Chiesa farlo tagliare e giocare spalle alla porta sarebbe stupido e sprecato, cosa opposta kulusevsky sfruttato in ampiezza.. In pratica kulusevsky fa il nedved con dietro zambrotta

Ottimo paragone Nedved/Kulusevski su fascia opposta .ok

 

Speriamo che riesca ad arrivare agli stessi livelli

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minutes ago, jurgen kohler said:

Eccola qua, l'ultima volta con due mediani, era la Juventus di Del Neri:

 

Storari

Grygera Bonucci Chiellini DeCeglie

Krasic F.Melo Marchisio Pepe

DelPiero Quagliarella

 

Fece anche un'ottima stagione fino all'infortunio di Quagliarella a inizio gennaio, poi il buio. 

Bellamerda

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Dissident ha scritto:

eh.. torniamo all'importanza del centravanti uum

Abbiamo un bel rebus

E anche all'importanza di averne uno in panchina... Fino al 6 gennaio la Juventus di Del Neri aveva 31 punti, quarta in classifica a cinque punti dalla vetta:

 

Milan 36

Lazio e Napoli 33

Juventus 31

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, pirlodiointerra10 ha scritto:

Ovvio, semplicemente in fase di possesso era sempre Danilo a fermarsi e Cuadrado a salire, perché l ampiezza veniva sempre data da Chiesa a sinistra e Cuadrado a destra con kulusevsky che tagliava per lasciare spazio al terzino, diciamo che a destra si ha la classica catena da 442 con l esterno che si accentra per lasciar spazio al terzinoentre a sinistra si preferisce lasciare largo l esterno alto anche perché molto più abile nell uno Vs uno e fai fare a tutti quello che sanno fare meglio, Chiesa farlo tagliare e giocare spalle alla porta sarebbe stupido e sprecato, cosa opposta kulusevsky sfruttato in ampiezza.. In pratica kulusevsky fa il nedved con dietro zambrotta

Si diciamo che a tratti sembrava anche  un 4231 con Ramsey sottopunta. In attacco hanno trovato soluzioni diverse nel corso della partita ma in difesa la linea era chiara 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Don Quixote Doflamingo ha scritto:

Bellamerda

Alla fine è andata così, ma è anche il momento in cui Marotta e Paratici stanno facendo i fenomeni sui tavoli di mercato. Onore al merito.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, jurgen kohler ha scritto:

Ottimo paragone Nedved/Kulusevski su fascia opposta .ok

 

Speriamo che riesca ad arrivare agli stessi livelli

Kulusevsky è la cosa più vicina a Nedved che si sia palesata negli ultimi anni... Se ha quei margini di crescita li nessuno potrà saperlo. Pirlo  da persona intelligente sta trovando la quadra un po alla volta cercando di semplificare ove serva di volta in volta... Cmq penso che l esterno alto  da ampiezza sarà spesso a sinistra quando Cuadrado sarà disponibile o viceversa quando rifiata...

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, baggio18 ha scritto:

ciao schizo , penso che sia tu sia @vespino , abbiate centrato a pieno il discorso.

 

Il calcio è uno sport situazionale, in cui il fattore "improvviso" è più preponderante rispetto ad altri sport più di "controllo", vuoi perché si giocano con parti del corpo più "precise"(esempio le mani, quindi il fattore tecnico è ben più preponderante), vuoi perché si giocano su una estensione di campo diversa (es basket, o futsal) vuoi perché non sono sport di contatto (es. Tutti gli Sport di rimbalzo , come la pallavolo, tennis etc), oppure perché non sono sport a basso punteggio.

 

Semplificando al massimo, nel calcio l'errore tecnico non è detto che si paghi , e che si paghi subito, nella pallavolo, nel tennis ad esempio sì.

 

Tutto questo per dire che , secondo me, nel calcio il fattore che più fa la differenza è la capacità del giocatore di scegliere la soluzione migliore in un contesto sempre differente , con situazioni diverse , e con possibilità sempre diverse. Una situazione non è mai uguale all'altra.

 

Quindi la difficoltà sta non tanto nell esecuzione del gesto tecnico (importante anche quello) ma nel processo cognitivo che viene prima, quindi nella percezione /elaborazione/esecuzione.

Il compito di un mister, secondo me, soprattutto coi ragazzi, non è quello di dare istruzioni predefinite, ma fornire i presupposti al giocatore affinché si possa "muovere" autonomamente e possa prendere in autonomia le decisioni più efficaci. Allenando i processi percettivi ("vedere" il campo, leggere le situazioni) , i processi cognitivi (di elaborazione e di "decisione") e infine il gesto tecnico, che non deve mai essere fine a se stesso, ma sempre collegato alla situazione.

 

 

 

 

 

Faccio un po' di fatica a seguirti, ma la colpa è della mia età.

Noi giocavamo per strada e tutto quello che imparavi veniva dall'esperienza, non c'era nessuno a dirti nulla.

Quando arrivavi agli Allievi, intorno ai 14 anni (prima di quell'età non c'era niente di organizzato), subito ti inserivano nel meccanismo della marcatura a uomo anche a centrocampo che si usava allora: tu prendi l'8, tu il 4 e tu il 10.

Era tutto più artigianale e più semplice, del resto il mondo intero allora era più artigianale e più semplice. Tutto quello che facevi in fase d'attacco era intuizione tua, scelta tua, esecuzione tua. Per strada quelli bravi tenevano la palla tra i piedi più degli altri e ci volevano 2, 3 avversari per togliergliela, la presenza dei compagni era quasi pleonastica, le classifiche di merito erano individuali: Tizio è più bravo di Caio ma meno di Sempronio.

E nell'impatto con la squadra organizzata che veniva dopo ti portavi dietro tutto il bagaglio, solo che ti si chiedeva di giocare anche coi compagni, e quella era la parte più difficile perché nessuno ti spiegava niente, di nuovo dipendeva tutto da te. Pure intuizioni ed esecuzioni individuali.

 

Co' sti discorsi mi fate pesare la mia età.

Scusate l'amarcord.

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Pistro75 ha scritto:

Si diciamo che a tratti sembrava anche  un 4231 con Ramsey sottopunta. In attacco hanno trovato soluzioni diverse nel corso della partita ma in difesa la linea era chiara 

Ma era ovvio leggendo la formazione, tutti nei loro ruoli giocano meglio, hai le scalate preparate nel pressing poi in base ai giocatori ti adatti, col 4231 Dybala è devastante

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 minuti fa, jurgen kohler ha scritto:

Un po' cervellotica come spiegazione. In realtà Danilo è semplicemente un terzino bloccato. Tattica tra l'altro ampiamente spiegata da Allegri in numerose conferenze stampa. La vera novità di Pirlo (e per la Juve) è il centrocampo con due mediani senza play. Non si vedeva da tantissimo tempo (forse Del Neri? correggetemi se sbaglio).

 

 

Anche Khedira Pjanic

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minutes ago, jurgen kohler said:

Eccola qua, l'ultima volta con due mediani, era la Juventus di Del Neri:

 

Storari

Grygera Bonucci Chiellini DeCeglie

Krasic F.Melo Marchisio Pepe

DelPiero Quagliarella

 

Fece anche un'ottima stagione fino all'infortunio di Quagliarella a inizio gennaio, poi il buio. 

Non c'era bisogno di andare così indietro, il centrocampo a due lo abbiamo utilizzato anche nell'anno della finale di Berlino. Ed era la soluzione giusta perché Pjanic non è un play. Sfortunatamente l'abbiamo abbandonata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, jurgen kohler ha scritto:

E anche all'importanza di averne uno in panchina... Fino al 6 gennaio la Juventus di Del Neri aveva 31 punti, quarta in classifica a cinque punti dalla vetta: 

  

Milan 36

Lazio e Napoli 33

Juventus 31

Un'altra punta serviva come il pane... Anche un talento a basso costo.

Kean preso in prestito dal PSG è un'assurdità se pensiamo che poteva tranquillamente venire da noi.

 

Speriamo nella sessione di Gennaio ma non sono fiducioso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ieri si parlava del recupero di Mandragora.

Ha appena postato un video in cui si allena con la palla... secondo voi è normale? Se non ricordo male si è operato a luglio

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minuti fa, maur ha scritto:

Faccio un po' di fatica a seguirti, ma la colpa è della mia età.

Noi giocavamo per strada e tutto quello che imparavi veniva dall'esperienza, non c'era nessuno a dirti nulla.

Quando arrivavi agli Allievi, intorno ai 14 anni (prima di quell'età non c'era niente di organizzato), subito ti inserivano nel meccanismo della marcatura a uomo anche a centrocampo che si usava allora: tu prendi l'8, tu il 4 e tu il 10.

Era tutto più artigianale e più semplice, del resto il mondo intero allora era più artigianale e più semplice. Tutto quello che facevi in fase d'attacco era intuizione tua, scelta tua, esecuzione tua. Per strada quelli bravi tenevano la palla tra i piedi più degli altri e ci volevano 2, 3 avversari per togliergliela, la presenza dei compagni era quasi pleonastica, le classifiche di merito erano individuali: Tizio è più bravo di Caio ma meno di Sempronio.

E nell'impatto con la squadra organizzata che veniva dopo ti portavi dietro tutto il bagaglio, solo che ti si chiedeva di giocare anche coi compagni, e quella era la parte più difficile perché nessuno ti spiegava niente, di nuovo dipendeva tutto da te. Pure intuizioni ed esecuzioni individuali.

 

Co' sti discorsi mi fate pesare la mia età.

Scusate l'amarcord.

Poi è arrivata l'Olanda di Cruijff e tutto è cambiato

Adesso, Lewis. ha scritto:

Ieri si parlava del recupero di Mandragora.

Ha appena postato un video in cui si allena con la palla... secondo voi è normale? Se non ricordo male si è operato a luglio

Il Prof. Mariani è un killer

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, maur ha scritto:

Scusa ma vedo una contraddizione: " mangia l'insalata" per me equivale a "guarda cosa fanno X e Y", si specifica l'oggetto, mentre "mangia sano" e "alza la testa" sono indicazioni generali.

Quale è il metodo che tu definisci corretto?

Provo con un esempio matematico: non devi sottoporre il problema 7+5=X, ma piuttosto 12=...

Nel primo caso gli studenti imparano che 7 e 5 sommati fanno 12 (possono anche finire per memorizzarlo, senza capirlo); nel secondo a ragionare sulla matematica e le proprie Possibilità di muovercisi dentro

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
26 minuti fa, maur ha scritto:

Anche Khedira Pjanic

21 minuti fa, Julian Kaye ha scritto:

Non c'era bisogno di andare così indietro, il centrocampo a due lo abbiamo utilizzato anche nell'anno della finale di Berlino. Ed era la soluzione giusta perché Pjanic non è un play. Sfortunatamente l'abbiamo abbandonata.

Grazie per la precisazione .ok

 

Verissimo, tra l'altro con il cambio di modulo quella Juve ottenne dei risultati clamorosi. Peccato che Mandzukic non amasse quel ruolo da tornante, ruolo in cui in realtà fece benissimo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, pirlodiointerra10 ha scritto:

Kulusevsky è la cosa più vicina a Nedved che si sia palesata negli ultimi anni... Se ha quei margini di crescita li nessuno potrà saperlo. Pirlo  da persona intelligente sta trovando la quadra un po alla volta cercando di semplificare ove serva di volta in volta... Cmq penso che l esterno alto  da ampiezza sarà spesso a sinistra quando Cuadrado sarà disponibile o viceversa quando rifiata...

Sinceramente non li vedo molto simili.

Nedved era piu' dinamico, anche per la struttura fisica, mentre Kulusevski, per me, ha piu' visione di gioco.

In alcune caratteristiche mi ricorda di piu' Chiesa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Leggo di un'offerta di 35 mln di euro del Leicester questa estate per Demiral, rifiutata da Paratici e Pirlo... 

Vorrei vedere bah

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minutes ago, AntonioL said:

Un'altra punta serviva come il pane... Anche un talento a basso costo.

Kean preso in prestito dal PSG è un'assurdità se pensiamo che poteva tranquillamente venire da noi.

 

Speriamo nella sessione di Gennaio ma non sono fiducioso.

Io non vedo questa esigenza impellente, basti pensare che già Dybala ha difficoltà a trovare spazio nonostante manchi Ronaldo.

Anche Kulusevski, Chiesa e Ramsey vanno visti come attaccanti, anche se con caratteristiche diverse.

Inoltre la finestra di gennaio è vicina e lì si potrà valutare, in base a stato di forma, infortuni ecc. se serve una punta di emergenza disposto a giocare briciole di partite.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Pistro75 ha scritto:

Quella di Kiev era una linea a quattro con Cuadrado e Danilo terzini a tutti gli effetti. Ormai vedono tutti cose strane e difese a tre anche quando non ci sono 

A kiev abbiamo fatto spezzoni sia a 4 che a tre in fase di possesso. IN fase di non possesso ci mettevamo a 4 

Share this post


Link to post
Share on other sites
49 minuti fa, maur ha scritto:

Faccio un po' di fatica a seguirti, ma la colpa è della mia età.

Noi giocavamo per strada e tutto quello che imparavi veniva dall'esperienza, non c'era nessuno a dirti nulla.

Quando arrivavi agli Allievi, intorno ai 14 anni (prima di quell'età non c'era niente di organizzato), subito ti inserivano nel meccanismo della marcatura a uomo anche a centrocampo che si usava allora: tu prendi l'8, tu il 4 e tu il 10.

Era tutto più artigianale e più semplice, del resto il mondo intero allora era più artigianale e più semplice. Tutto quello che facevi in fase d'attacco era intuizione tua, scelta tua, esecuzione tua. Per strada quelli bravi tenevano la palla tra i piedi più degli altri e ci volevano 2, 3 avversari per togliergliela, la presenza dei compagni era quasi pleonastica, le classifiche di merito erano individuali: Tizio è più bravo di Caio ma meno di Sempronio.

E nell'impatto con la squadra organizzata che veniva dopo ti portavi dietro tutto il bagaglio, solo che ti si chiedeva di giocare anche coi compagni, e quella era la parte più difficile perché nessuno ti spiegava niente, di nuovo dipendeva tutto da te. Pure intuizioni ed esecuzioni individuali.

 

Co' sti discorsi mi fate pesare la mia età.

Scusate l'amarcord.

secondo me, sei semplicemente sei crescito con il boom della marcatura a uomo , quando le partite venivano impostate sui duelli individuali, anche io all'inizio da ragazzino avevo il mister che giocava così, coi 2 marcatori e il libero dietro, e che diceva che "se ognuno di voi vince il duello personale col suo avversario diretto, vinciamo la partita", questo era il concetto. Che non è nemmeno così sbagliato anzi, non è molto lontano dall'essenza del calcio . Anche se la componente di "squadra" non va sottovalutata.. anche nella marcatura a uomo , o nell estremismo della responsabilizzazione individuale, si dipende dai compagni. 

 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
32 minuti fa, chigen ha scritto:

Leggo di un'offerta di 35 mln di euro del Leicester questa estate per Demiral, rifiutata da Paratici e Pirlo... 

Vorrei vedere bah

Comunque 35 ml per un giocatore infortunato non sono pochi.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
33 minuti fa, Ein ha scritto:

A kiev abbiamo fatto spezzoni sia a 4 che a tre in fase di possesso. IN fase di non possesso ci mettevamo a 4 

Diciamo che tutte le difese a 4 in possesso diventano a 3... c’è chi lo fa tenendo più indietro un terzino (come noi) o chi lo fa abbassando il mediano 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.