Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Deborah J

Il Giornale: "Pirlo viaggia come la Juve di Conte". CorSera: "Pirlo, luna di miele finita, i giocatori sono confusi. Poche indicazioni tattiche, scarsa incisività nei momenti clou"

Recommended Posts

2 minuti fa, Micha3lJuve89 ha scritto:

Si, lui è stato tutt'altro che umile, ma come faceva a dir di no. Quando il suo amico sarà andato in ginocchio a chiedergli di fare l'allenatore della prima squadra. Poi non lo ha aiutato dopo, dandogli un DS all'altezza. Tutto così a caso, tutto così raffazzonato. Bisogna essere chiari; se è una stagione di transizione vera, che lo si dica, e sapremo cosa aspettarci. Dopo 9 anni ci può stare

Con Ronaldo in squadra gia' da tre anni non puoi fare una stagione di transizione. Se lo dicesse qualcuno in societa', sarebbe una presa in giro.

Sono stati frettolosi... Forse Pirlo ha le qualita', o almeno speriamo che le abbia, ma un periodo di apprendistato serve a tutti e lui non lo ha fatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, LaJuveNonMuoreMai ha scritto:

La Juve di Conte non è mai stata a -6 dalla prima e giocava con un furore agonistico e una voglia che quella attuale si sogna.

 

Questi qui hanno voglia di vincere quanto io ho voglia di andare al lavoro il lunedi mattina.

 

Poi possiamo pure fare tutti I discorsi tattici che volete, ma se la voglia non c è le brutte figure continueranno ad arrivarre

C'è confusione tattica e non sapere bene cosa fare, ti toglie convinzione. Si gioca anche con la testa. Questo è ciò che penso. Quando giochi sulle fasce, se da una parte  non hai uno all'altezza e dall'altra il Cuadrado di Benevento, succede che la partita va in salita.

Share this post


Link to post
Share on other sites
56 minuti fa, jurgen kohler ha scritto:

Posso dire che la tesi di Coverciano non ha mai fatto vincere nessun allenatore? Capisco che scaricare un pdf sia facile per tutti ma direi di andare oltre un particolare che è insignificante.

 

Ci sono alcuni elementi a favore di Pirlo che spingono ad avere molta pazienza:

 

1 Non ha potuto fare la preparazione estiva e quindi esperimenti tattici.

 

2 Il calendario delle nazionali ha spesso interrotto un lavoro appena iniziato (a differenza dei suoi competitor come Gattuso, Inzaghi, Conte, Pioli, De Zerbi, Gasperini lui è l’unico allenatore nuovo e quindi ha bisogno di conoscere e farsi conoscere).

 

3 Causa covid ha perso alcuni elementi (anche fondamentali come Ronaldo)

 

4 Ha una squadra con molti giovani da inserire nell’ambiente juventino (non è mai stato facile) e i senatori (che hanno sempre aiutato l’allenatore in questi processo) sono afflitti da acciacchi.

 

Ma anche alcuni punti contro che destano non poche preoccupazioni, al di là della classifica:

 

1 La squadra spesso manca di carattere più che a livello di agonismo e tecnica, e il carattere lo dà l’allenatore.

 

2 Una tendenza all’esperimento a tutti i costi quando sembra il momento meno adatto a fare esperimenti.

 

3 Una propensione al gol di Ronaldo e Morata fenomenale, non riuscire a sfruttare il momento SI dei due bomber porta a chiedersi cosa succederà nel momento in cui la loro vena realizzativa dovesse calare.

 

4 Pirlo è stato un grande centrocampista, tutti ci aspettiamo un grande lavoro sul centrocampo magari con lavori specifici in allenamento. Ci vorrà del tempo ma al momento sembra che alcuni centrocampisti non sappiano che fare del pallone.

 

PS: se qualche giornalista professionista è interessato ai miei post posso fornire il codice IBAN tramite MP. Tutti i diritti sono riservati. 

Concordo su tutto , tranne parzialmente sul punto 3 dei contro , la vena realizzativa di morata calera' sicuramente , lo dice la sua carriera e ora che va per i 29 anni non si trasformerà certo in un cecchino, mentre quella di Ronaldo sono 15 anni che non cala , certo c'è l'età ma lui fino a 41/42 anni segnerà sempre con regolarità visto il suo fisico. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quello che a me lascia basito e mi preoccupa più di tutto è il fatto che non ho mai la sensazione che la squadra prima o poi possa segnare. Che abbia la voglia di spaccare la porta. Quella sensazione che ho avuto contro il Barcellona per esempio, ma a favore del Barcellona 😂

 

È chiaro che sia ancora presto, però mi sembra la stessa situazione dell'anno scorso. Il ciclo è finito per mancanza di motivazione dei giocatori... Per questo, secondo me, sarebbe servito nuovamente un allenatore stile Conte, con tutti i difetti che possa portarsi dietro. Ma già dall'anno scorso... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io rimango allibita... a Benevento due cose ha ripetuto in loop tutta la partita “muovila veloce” quando impostavamo e “Paulooooooooo pressa” quando iniziavano loro l’azione... nient’altro!

Per non parlare dei cambi... dove un centrocampo che già faticava è stato praticamente annientato dall’ingresso di Bentancur e l’uscita di Arthur

Share this post


Link to post
Share on other sites

Paragonare la prima Juve di Conte con questa è abbastanza paradossale e ridicolo

2 rose di livello completamente differente almeno in 2 reparti su 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Juve di Conte era un'altra cosa, non vedo similitudini 

Inoltre non c'entra niente l'impegno infrasettimanale, sono anni che ne abbiamo fortunatamente 

Share this post


Link to post
Share on other sites

La perplessità non è tanto dal punto di vista tattico ma motivazionale. Ma è un problema che si palesa da tre anni, Pirlo non è ancora riuscito a dare una svolta da questo punto di vista (ma la colpa non è solo sua). Bisogna andare a fondo perché e capire se ci sono giocatori che ci frenano, non credo sia una solo questione di mister.

La lacuna è evidente a centrocampo dove Rabiot non mi ha ancora convinto, Arthur bravissimo dal punto di vista tecnico ma non trascinatore. Ramsey sempre rotto, bentancur non fa mai l'ultimo salto, molto discontinuo. Mancano i Gattuso, i Conte.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La prima Juve di Conte aveva una cattiveria agonistica esagerata. I giocatori della Juve attuale sono mosci. Si salvano solo Morata, De Ligt e Ronaldo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Davy Jones ha scritto:

Corretta l'analisi del Corriere della Sera anche se per me la situazione è ben peggiore di quella descritta. Il problema principale è capire quale idea ha in mente Pirlo. E soprattutto, dovrebbe essere in grado di gestire e motivare un gruppo complicato come il nostro. Davvero davvero difficile. 

Per me l'idea di pirlo è chiarissima. Pressing alto a riconquistare palla e rapidità nelle manovre. Pero', Ha diversi problemi di rosa. Non ha terzini da far girare. Non ha una punta centrale. Non ha centrocampisti di livello. Non ha giocatori con le Palle capaci di prendersi la squadra sulle spalle nei momenti di difficoltà. Gli attaccanti fanno una fatica mortale a metterla dentro. Lui è un esordiente che merita tempo. È come un kmprenditore che lascia l'azienda al figlio. Un conto è lasciarla sana con tanti buoni collaboratori. Un conto è dargliela senza nessun collaboratore di livello. Il compito è arduo soprattutto nella prima fase . Per me le responsabilità sono esclusivamente della proprietà.

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
56 minuti fa, Antojuve66 ha scritto:

Più di tutto aveva calciatori affermati ed al top in difesa e in mezzo al campo ... questa Juventus attuale deve crescere e non ha Vidal/Pirlo/Marchisio ... 

Affermati e top di cosa?

Bonucci veniva da una stagione raccapricciante, in cui tutti ne chiedevano la testa.

Barzagli era arrivato per 600mila€ sei mesi prima.

Vidal era uno sconosciuto, Pirlo era stato cacciato a pedate dal Milan, Marchisio segnò più gol in quella stagione che in tutte le stagioni precedenti messe assieme.

Conte fu in grado, nel giro di pochissimo tempo, di dare un' identità alla squadra e di costruire moduli e strategie perfetti per i nostri giocatori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo articolo descrive perfettamente la Juve di oggi:

 

Quoto

Juve: dagli occhi da tigre a sguardi da criceti. Alla ricerca del dna perduto

C'era una volta il dna Juve, quello che ci ha permesso di portare a casa tante vittorie. Magari non era la squadra esteticamente più bella, quella con la rosa migliore, ma con la grinta, la cattiveria, la dedizione e quella voglia di sporcarsi fino e oltre il novantesimo, si sono portati a casa risultati anche insperati. Poi, come già successo una trentina di anni fa, a qualcuno è venuto in mente che tutto questo non era sufficiente, che bisognava fare il "bel giuoco", lo spettacolo. “Se voglio vedere lo spettacolo vado al circo” disse Max Allegri qualche anno fa. Sante parole. Già, perché ciò che accadde con Maifredi, si sta ripetendo oggi.

 

Il passaggio da Allegri a Sarri è stato devastante, non solo in termini di risultati (scudetto vinto sì, ma quasi più per demeriti altrui che per meriti propri, eliminazione in Champions ad opera dell'avversaria più scarsa tra tutte quelle approdate agli ottavi), ma soprattutto in termini di perdita del dna bianconero. Dalla scorsa stagione, questa squadra pare essere intrappolata in schemi e disegni: i giocatori pensano a fare bene il compitino loro assegnato senza andare mai oltre. Gli avversari ormai entrano in campo senza paura, consapevoli del fatto che, in un modo o nell'altro, la possibilità di farci male la possono trovare. Ecco che quindi, anche squadre come Crotone e Benevento (nettamente inferiori), alla fine portano a casa risultati positivi con pieno merito.

 

Sono scomparsi gli occhi della tigre, è sparita la voglia di lottare fino allo spasimo, di buttare il cuore oltre l'ostacolo, di essere pronti alla battaglia e a sporcarsi in qualunque momento. Ecco, tutto ciò è svanito in poco più di un anno. I nostri litigano tra loro sul campo, invece di farsi sentire con gli avversari. Chi ha giocato a calcio sa che ci sono falli (non cattivi) che servono per intimidire, per far capire all'altra formazione che non ce n'è. I nostri invece, prendono ammonizioni per falli stupidi o per proteste sterili ed inutili. Non basta indossare la maglia della Juventus per essere automaticamente più forti: bisogna dimostrarlo sul campo e farlo capire ai contendenti. Tutto questo, ormai dall'anno scorso non succede più. Si cerca solo la giocata, il tocchetto, lo spettacolo. Ormai l'hanno capito tutti: ci lasciano sfogare, per poi infilarci come polli. Oppure sanno che tanto, dopo che ci siamo specchiati in maniera vana e inconcludente, ci sediamo, appagati, perché tanto siamo la Juve e basta la parola per vincere. E no, non funziona così. O almeno non più. Non ci teme più nessuno. Sarebbe ora che qualcuno iniziasse a chiedersi il perché. Sarebbe ora che si pensasse meno alla lavagna, agli schemi, ai fronzoli, ai frizzi e lazzi e si mettessero in campo cuore, determinazione, voglia, sudore, grinta. Vorremmo rivedere in campo più gladiatori e meno fighette o foche da circo. Puoi vincere, puoi perdere, ma devi uscire dal campo con la maglia sporca e madida di sudore.

 

Poi, sarebbe ora che qualcuno iniziasse a porsi qualche domanda e a darsi le risposte (anche se, visto l'andazzo, mi sa che la risposta sia più consona sarebbe la famosa frase di Quelo, ovvero "la risposta è dentro di te, ma è sbagliata"). Se devi giocare con Frabotta (con tutto il rispetto per il ragazzo) titolare, tutto bene? Se devi affrontare una stagione con sole tre punte, tutto bene? Se guardi il settore nevralgico del campo ti metti le mani tra i capelli: tutto bene?

 

Infine, una richiesta a Pirlo: per favore, non ci prenda in giro anche lui. Parlare di mancanza di personalità ci può stare se giochi contro il Real o il Bayern, ma non contro il Benevento o il Crotone. Siamo seri, per favore. E, soprattutto, fuori gli attributi. Grazie.

 

TMW

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, DEDONE ha scritto:

Per me l'idea di pirlo è chiarissima. Pressing alto a riconquistare palla e rapidità nelle manovre. Pero', Ha diversi problemi di rosa. Non ha terzini da far girare. Non ha una punta centrale. Non ha centrocampisti di livello. Non ha giocatori con le Palle capaci di prendersi la squadra sulle spalle nei momenti di difficoltà. Gli attaccanti fanno una fatica mortale a metterla dentro. Lui è un esordiente che merita tempo. È come un kmprenditore che lascia l'azienda al figlio. Un conto è lasciarla sana con tanti buoni collaboratori. Un conto è dargliela senza nessun collaboratore di livello. Il compito è arduo soprattutto nella prima fase . Per me le responsabilità sono esclusivamente della proprietà.

Secondo me la rosa è più che adeguata, poi è chiaro, come ogni rosa è migliorabile, ma è di gran lunga la migliore rosa della serie A. Ad oggi Pirlo, al di là delle idee teoricamente giuste, sul campo ha mostrato pochissimo. Non ha esperienza e si vede: giocatori fuori ruolo, confusione tattica, cambi spesso deleteri e quasi mai determinanti. Non ci siamo. Vogliamo tutti bene ad Andrea, ma bisogna sforzarsi anche di essere obiettivi. Questa squadra sta regredendo e ad oggi non si vede nessuna luce in fondo al tunnel. Vedremo cosa succederà. Entro Natale avremo le idee più chiare

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, LE6END ha scritto:

Questo articolo descrive perfettamente la Juve di oggi:

 

TMW

Ma come?

E adesso che è stato tolto Sarri e rimesso in mano tutto al DNA bianconero, come mai abbiamo 6 punti in meno nonostante una vittoria a tavolino?

 

Quindi la squadra è ancora intrappolata negli schemi di Sarri, nonostante 5/11 della formazione titolare sono nuovi o hanno cambiato posizione?

 

Secondo me Sarri è in mezzo anche alle interferenze russe nella campagna elettorale americana.

 

A TMW, ma vattenaffancù.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, zoff70 ha scritto:

Il fatto che Pirlo continua a ruotare soprattutto i centrocampisti fa capire come lui per primo non ha ancora trovato la quadratura del cerchio .sisi

beh.. anche perché gli attaccanti e i difensori sono contati 

  • Triste 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Abbiamo preso un allenatore che non fa e non ha nulla di quello che dovrebbe bcaratterizzare un allenatore, soprattutto un allenatore di una squadra ricca di calciatori giovani ed inesperti. .doh

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, LE6END ha scritto:

Poi, sarebbe ora che qualcuno iniziasse a porsi qualche domanda e a darsi le risposte (anche se, visto l'andazzo, mi sa che la risposta sia più consona sarebbe la famosa frase di Quelo, ovvero "la risposta è dentro di te, ma è sbagliata"). Se devi giocare con Frabotta (con tutto il rispetto per il ragazzo) titolare, tutto bene? Se devi affrontare una stagione con sole tre punte, tutto bene? Se guardi il settore nevralgico del campo ti metti le mani tra i capelli: tutto bene

Questa parte è vangelo .sisi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pirlo prossimo testimonial danette al posto di Ciro Ferrara..  ma come vuole trovare continuità se cambia e ricambia?  Da cacciare subito..  inutile girarci attorno Agnelli e la sua banda hanno toppato! Pirlo ha il carisma di una Fiat Duna, su dai 

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, LibeLibeccio ha scritto:

Ma come?

E adesso che è stato tolto Sarri e rimesso in mano tutto al DNA bianconero, come mai abbiamo 6 punti in meno nonostante una vittoria a tavolino?

 

Quindi la squadra è ancora intrappolata negli schemi di Sarri, nonostante 5/11 della formazione titolare sono nuovi o hanno cambiato posizione?

 

Secondo me Sarri è in mezzo anche alle interferenze russe nella campagna elettorale americana.

 

A TMW, ma vattenaffancù.

Credo che il DNA bianconero sia riferito alla cattiveria agonistica dei giocatori, non all'allenatore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Innanzitutto dovremmo fare scelte precise, a cominciare dalla fascia di Capitano. Sembra una cavolata, ma non lo è affatto. Voglio bene, anzi lo adoro, Paulino, ma con la fascia al braccio lui non c'entra nulla. Idem Cuadrado, idem Sandro. La fascia va data al più carismatico e trascinante della Squadra, in momenti di cambiamenti, con tanti giovani e un nuovo allenatore, va indicata la via. Per stare in tema di questi giorni, noi ok non siamo il Napoli etc etc, ma va fatta la stessa cosa che fu fatta con Maradona, noi dobbiamo farla con Cristiano. A volte guadare gli altri non è sinonimo di debolezza, ma di onestà intellettuale. Anche gli arbitri farebbero meno i galletti, se invece di venirsi vedere incontro la faccia d'angelo di Dybala, sapessero di doversi confrontare con Ronaldo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

inutile frignare, si poteva prevedere che sarebbe andata così. Ora resta da vedere se è una cosa limitata a pochi mesi o un problema esteso. Nel secondo caso non si vincerà niente dopo nove anni di successi e si dovranno fare le opportune valutazioni. Non si può comunque cambiare allenatore ogni sei mesi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma ragazzi Pirlo lo sappiamo tutti che carattere ha, proprio a livello personale, questo non ha esultato manco alla vittoria del Mondiale, come pensate che possa spronare la squadra dalla panchina ? Addirittura Sabato Inzaghi è entrato più volte nella sua area tecnica, se al posto suo ci fosse stato Gattuso gli avrebbe menato !!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ad oggi siamo in media inglese, ma oggi come oggi con la media inglese fai fatica a entrare in Champions. E in più tre dei 4 pareggi li hai fatti contro squadre da retrocessione, che alla fine è la cosa più grave

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.