Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Deborah J

GdS: "Tanta qualità mai espressa. Ultima chance Bernardeschi: ora o mai più. Il club ha smesso di crederci e vorrebbe cederlo. Lui vuole restare"

Recommended Posts

Facile dire "cedere".... Chi se lo prende? A questo punto preferirei darlo via simbolicamente a 1 euro a giugno che trascinarlo fino alla scadenza a giugno 2022.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Detesto essere cattivo, soprattutto con una persona in difficoltà. 
Però questo soggetto se lo merita, si meriterebbe veramente un paio di sberle. 
Non era un fenomeno nemmeno a Firenze, ma, come giustamente ha sottolineato qualcuno, 

aveva i mezzi fisici e tecnici per diventare un crack. 
Sicuro non aveva la testa, e su questo veramente non riesco a spiegarmi come è possibile 

che in società abbiano puntato su di lui. Forse pensavano di cambiarlo? 
Uno che a 22 anni è tutto tatuato, non perché di origini umili, ma perchè vanitoso, 

uno che gira con la gonna e la borsetta femminile, chissà che * in testa doveva avere. 
Possibile che alla Juve quando puntano sui giovani non guardano queste cose? 

Un altro come lui è Rabiot, uno che in testa c'ha la segatura.
Bernardeschi è un cretino. Ma con la C maiuscola. 
Potrebbe essere fortissimo, se lo volesse, ma non lo vuole, perché è un ragazzo che non ha fame, 

che non si è mai dovuto sudare niente, che non ha mai dovuto lottare nella vita. 
Aveva dei buoni mezzi tecnici, e forse, nella mediocrità dei settori giovanili, si è convinto di essere un fenomeno. 
Ma ora sta venendo la sua vera natura. Quel fenomeno, è un fenomeno parastatale. Da baraccone. 
Se io fossi l'allenatore della Juve il campo non glielo farei mai vedere. Lo sbatterei in tribuna fino a quando , e se, da 

segni di miglioramento. Lo tratterei come un cane. Lo farei soffrire, perché è questo ciò di cui il ragazzo ha bisogno. 
Ha scritto una cosa geniale uno degli utenti intervenuti prima di me, sarebbe perfetto per interpretare il ruolo di calciatore in un film, 

come attore, ma perché calciatore vero non è. 
Lontano da Torino, al più presto. 
In un ambiente mediocre, dove tornerebbe a sentirsi il migliore, potrebbe anche fare qualche giocata da fenomeno vero, come a Firenze. 

  • Confuso 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
27 minutes ago, Papisso said:

Detesto essere cattivo, soprattutto con una persona in difficoltà. 
Però questo soggetto se lo merita, si meriterebbe veramente un paio di sberle. 
Non era un fenomeno nemmeno a Firenze, ma, come giustamente ha sottolineato qualcuno, 

aveva i mezzi fisici e tecnici per diventare un crack. 
Sicuro non aveva la testa, e su questo veramente non riesco a spiegarmi come è possibile 

che in società abbiano puntato su di lui. Forse pensavano di cambiarlo? 
Uno che a 22 anni è tutto tatuato, non perché di origini umili, ma perchè vanitoso, 

uno che gira con la gonna e la borsetta femminile, chissà che * in testa doveva avere. 
Possibile che alla Juve quando puntano sui giovani non guardano queste cose? 

Un altro come lui è Rabiot, uno che in testa c'ha la segatura.
Bernardeschi è un cretino. Ma con la C maiuscola. 
Potrebbe essere fortissimo, se lo volesse, ma non lo vuole, perché è un ragazzo che non ha fame, 

che non si è mai dovuto sudare niente, che non ha mai dovuto lottare nella vita. 
Aveva dei buoni mezzi tecnici, e forse, nella mediocrità dei settori giovanili, si è convinto di essere un fenomeno. 
Ma ora sta venendo la sua vera natura. Quel fenomeno, è un fenomeno parastatale. Da baraccone. 
Se io fossi l'allenatore della Juve il campo non glielo farei mai vedere. Lo sbatterei in tribuna fino a quando , e se, da 

segni di miglioramento. Lo tratterei come un cane. Lo farei soffrire, perché è questo ciò di cui il ragazzo ha bisogno. 
Ha scritto una cosa geniale uno degli utenti intervenuti prima di me, sarebbe perfetto per interpretare il ruolo di calciatore in un film, 

come attore, ma perché calciatore vero non è. 
Lontano da Torino, al più presto. 
In un ambiente mediocre, dove tornerebbe a sentirsi il migliore, potrebbe anche fare qualche giocata da fenomeno vero, come a Firenze. 

No amico, cosi e' esagerato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sono per niente fan del calciatore, indifendibile per il momento sportivo che sta attraversando, e penso che su questo siamo tutti d’accordo,  ma alcuni interventi in questo thread sono raccapriccianti. Una apoteosi di cattiveria, bigottismo e luoghi comuni. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, pielle ha scritto:

Qui e' in discussione anche la qualità. 

Perché per giocare in serie a senza nemmeno provare ad usare il piede debole devi essere Maradona o Messi, altrimenti sei una pippa.

Poi purtroppo sbaglia anche tutte le decisioni. Possiamo dire che ha fatto 1 anno buono con p Sousa e poi e' finito.

Potrebbe fare qualche buona partita in una squadra di seconda terza fascia.

Il punto è questo: limiti tecnici evidenti per giocare ad alti livelli. Altro che testa...

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, gucci_mane_1017 ha scritto:

Non sono per niente fan del calciatore, indifendibile per il momento sportivo che sta attraversando, e penso che su questo siamo tutti d’accordo,  ma alcuni interventi in questo thread sono raccapriccianti. Una apoteosi di cattiveria, bigottismo e luoghi comuni. 

Infatti basterebbe dire che non è adatto a giocare nella juve e chiuderla li

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prima stagione buona, prestazioni in crescendo fino all'infortunio col Toro. Seconda stagione nella media con il picco della gara contro l'Atletico. Poteva stare nella rosa della Juve. Ultime due stagioni decisamente non all'altezza. Purtroppo non è abbastanza umile da capire che deve ripartire dal basso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fino a quando non rientra Sandro va usato come esterno nel 352 dove deve fare tutta la fascia, crossare, andare sul fondo e passarla a un compagno per il tiro. Oggi bisognava partire con Ronaldo e Morata e Bernardeschi e Cuadrado sulle fasce. Nella Juve attuale deve dare quantità e non cercare il gol.

Edited by gufo bianconero

Share this post


Link to post
Share on other sites
45 minuti fa, Papisso ha scritto:

Detesto essere cattivo, soprattutto con una persona in difficoltà. 
Però questo soggetto se lo merita, si meriterebbe veramente un paio di sberle. 
Non era un fenomeno nemmeno a Firenze, ma, come giustamente ha sottolineato qualcuno, 

aveva i mezzi fisici e tecnici per diventare un crack. 
Sicuro non aveva la testa, e su questo veramente non riesco a spiegarmi come è possibile 

che in società abbiano puntato su di lui. Forse pensavano di cambiarlo? 
Uno che a 22 anni è tutto tatuato, non perché di origini umili, ma perchè vanitoso, 

uno che gira con la gonna e la borsetta femminile, chissà che * in testa doveva avere. 
Possibile che alla Juve quando puntano sui giovani non guardano queste cose? 

Un altro come lui è Rabiot, uno che in testa c'ha la segatura.
Bernardeschi è un cretino. Ma con la C maiuscola. 
Potrebbe essere fortissimo, se lo volesse, ma non lo vuole, perché è un ragazzo che non ha fame, 

che non si è mai dovuto sudare niente, che non ha mai dovuto lottare nella vita. 
Aveva dei buoni mezzi tecnici, e forse, nella mediocrità dei settori giovanili, si è convinto di essere un fenomeno. 
Ma ora sta venendo la sua vera natura. Quel fenomeno, è un fenomeno parastatale. Da baraccone. 
Se io fossi l'allenatore della Juve il campo non glielo farei mai vedere. Lo sbatterei in tribuna fino a quando , e se, da 

segni di miglioramento. Lo tratterei come un cane. Lo farei soffrire, perché è questo ciò di cui il ragazzo ha bisogno. 
Ha scritto una cosa geniale uno degli utenti intervenuti prima di me, sarebbe perfetto per interpretare il ruolo di calciatore in un film, 

come attore, ma perché calciatore vero non è. 
Lontano da Torino, al più presto. 
In un ambiente mediocre, dove tornerebbe a sentirsi il migliore, potrebbe anche fare qualche giocata da fenomeno vero, come a Firenze. 

Fortuna che detesti essere cattivo... è una reazione eccessiva la tua..

 

Comunque si critica una persona perché "non ha testa", "non ha carattere".. accusandola di sprecare il proprio talento.. 

 

può darsi semplicemente che "la mancanza di testa o carattere" siano un limite, non necessariamente una colpa..  un limite su cui lavorare ma non necessariamente sinonimo di menefreghismo ... è un po' come chi non sa stoppare o calciare in porta..

 

Ovviamente non so se è questo il caso..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chissà cosa passerà nella testa di un tifoso dell'atletico ogni volta che gli capita di vedere una partita della Juve con Bernardeschi in campo .ghgh

 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Papisso ha scritto:

Detesto essere cattivo, soprattutto con una persona in difficoltà. 
Però questo soggetto se lo merita, si meriterebbe veramente un paio di sberle. 
Non era un fenomeno nemmeno a Firenze, ma, come giustamente ha sottolineato qualcuno, 

aveva i mezzi fisici e tecnici per diventare un crack. 
Sicuro non aveva la testa, e su questo veramente non riesco a spiegarmi come è possibile 

che in società abbiano puntato su di lui. Forse pensavano di cambiarlo? 
Uno che a 22 anni è tutto tatuato, non perché di origini umili, ma perchè vanitoso, 

uno che gira con la gonna e la borsetta femminile, chissà che * in testa doveva avere. 
Possibile che alla Juve quando puntano sui giovani non guardano queste cose? 

Un altro come lui è Rabiot, uno che in testa c'ha la segatura.
Bernardeschi è un cretino. Ma con la C maiuscola. 
Potrebbe essere fortissimo, se lo volesse, ma non lo vuole, perché è un ragazzo che non ha fame, 

che non si è mai dovuto sudare niente, che non ha mai dovuto lottare nella vita. 
Aveva dei buoni mezzi tecnici, e forse, nella mediocrità dei settori giovanili, si è convinto di essere un fenomeno. 
Ma ora sta venendo la sua vera natura. Quel fenomeno, è un fenomeno parastatale. Da baraccone. 
Se io fossi l'allenatore della Juve il campo non glielo farei mai vedere. Lo sbatterei in tribuna fino a quando , e se, da 

segni di miglioramento. Lo tratterei come un cane. Lo farei soffrire, perché è questo ciò di cui il ragazzo ha bisogno. 
Ha scritto una cosa geniale uno degli utenti intervenuti prima di me, sarebbe perfetto per interpretare il ruolo di calciatore in un film, 

come attore, ma perché calciatore vero non è. 
Lontano da Torino, al più presto. 
In un ambiente mediocre, dove tornerebbe a sentirsi il migliore, potrebbe anche fare qualche giocata da fenomeno vero, come a Firenze. 

 

Guarda che oggi certi cani son trattati meglio di come si trattano certi uomini 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Papisso ha scritto:

Detesto essere cattivo, soprattutto con una persona in difficoltà. 
Però questo soggetto se lo merita, si meriterebbe veramente un paio di sberle. 
Non era un fenomeno nemmeno a Firenze, ma, come giustamente ha sottolineato qualcuno, 

aveva i mezzi fisici e tecnici per diventare un crack. 
Sicuro non aveva la testa, e su questo veramente non riesco a spiegarmi come è possibile 

che in società abbiano puntato su di lui. Forse pensavano di cambiarlo? 
Uno che a 22 anni è tutto tatuato, non perché di origini umili, ma perchè vanitoso, 

uno che gira con la gonna e la borsetta femminile, chissà che * in testa doveva avere. 
Possibile che alla Juve quando puntano sui giovani non guardano queste cose? 

Un altro come lui è Rabiot, uno che in testa c'ha la segatura.
Bernardeschi è un cretino. Ma con la C maiuscola. 
Potrebbe essere fortissimo, se lo volesse, ma non lo vuole, perché è un ragazzo che non ha fame, 

che non si è mai dovuto sudare niente, che non ha mai dovuto lottare nella vita. 
Aveva dei buoni mezzi tecnici, e forse, nella mediocrità dei settori giovanili, si è convinto di essere un fenomeno. 
Ma ora sta venendo la sua vera natura. Quel fenomeno, è un fenomeno parastatale. Da baraccone. 
Se io fossi l'allenatore della Juve il campo non glielo farei mai vedere. Lo sbatterei in tribuna fino a quando , e se, da 

segni di miglioramento. Lo tratterei come un cane. Lo farei soffrire, perché è questo ciò di cui il ragazzo ha bisogno. 
Ha scritto una cosa geniale uno degli utenti intervenuti prima di me, sarebbe perfetto per interpretare il ruolo di calciatore in un film, 

come attore, ma perché calciatore vero non è. 
Lontano da Torino, al più presto. 
In un ambiente mediocre, dove tornerebbe a sentirsi il migliore, potrebbe anche fare qualche giocata da fenomeno vero, come a Firenze. 

😂😂 pensa se essere cattivo ti piacesse

 

Detto ciò, per me hai pure ragione. Ma mi limiterei a stabilire che NON sembra essere una cima ecco, indipendentemente dalle scelte personali che fa.

Non che sia facile emergere in una squadra top, probabilmente la cosa più semplice da dire è che allo stato attuale si trova in una dimensione più grossa di lui.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nonostante tutto gioca spesso,la fiducia di cui gode questo ragazzo è incredibile. Forse proprio per questo non migliora mai,non matura. Il prestito in una realtà di bassa classifica a contatto con gente che lotta per la pagnotta forse gli darebbe la sveglia. Detto ciò è da sbolognare al più presto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Flop 3 acquisti gestione Marotta/Paratici. Va detto che all' epoca lo avrei preso a tutti i costi, cosi come avrei fatto per Chiesa e farei per Castrovilli.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

È una riserva nulla più...peccato che èstato pagato come un top e prende uno stipendio pesante questo è il vero problema

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Papisso ha scritto:

Detesto essere cattivo, soprattutto con una persona in difficoltà. 
Però questo soggetto se lo merita, si meriterebbe veramente un paio di sberle. 
Non era un fenomeno nemmeno a Firenze, ma, come giustamente ha sottolineato qualcuno, 

aveva i mezzi fisici e tecnici per diventare un crack. 
Sicuro non aveva la testa, e su questo veramente non riesco a spiegarmi come è possibile 

che in società abbiano puntato su di lui. Forse pensavano di cambiarlo? 
Uno che a 22 anni è tutto tatuato, non perché di origini umili, ma perchè vanitoso, 

uno che gira con la gonna e la borsetta femminile, chissà che * in testa doveva avere. 
Possibile che alla Juve quando puntano sui giovani non guardano queste cose? 

Un altro come lui è Rabiot, uno che in testa c'ha la segatura.
Bernardeschi è un cretino. Ma con la C maiuscola. 
Potrebbe essere fortissimo, se lo volesse, ma non lo vuole, perché è un ragazzo che non ha fame, 

che non si è mai dovuto sudare niente, che non ha mai dovuto lottare nella vita. 
Aveva dei buoni mezzi tecnici, e forse, nella mediocrità dei settori giovanili, si è convinto di essere un fenomeno. 
Ma ora sta venendo la sua vera natura. Quel fenomeno, è un fenomeno parastatale. Da baraccone. 
Se io fossi l'allenatore della Juve il campo non glielo farei mai vedere. Lo sbatterei in tribuna fino a quando , e se, da 

segni di miglioramento. Lo tratterei come un cane. Lo farei soffrire, perché è questo ciò di cui il ragazzo ha bisogno. 
Ha scritto una cosa geniale uno degli utenti intervenuti prima di me, sarebbe perfetto per interpretare il ruolo di calciatore in un film, 

come attore, ma perché calciatore vero non è. 
Lontano da Torino, al più presto. 
In un ambiente mediocre, dove tornerebbe a sentirsi il migliore, potrebbe anche fare qualche giocata da fenomeno vero, come a Firenze. 

Quello che scrivi è grottesco ma scritto davvero molto bene (non sono ironico). Potresti tranquillamente scrivere romanzi (ribadisco che non sono ironico).

 

Ahimè però, non mi trovo d'accordo, calcare la mano così con un calciatore, che a mio modo di vedere, è una brava persona e ce la mette tutta ma non riesce, è crudele.

Giudicarlo per il suo aspetto ed il suo modo di apparire è altrettanto ingiusto, basterebbe giudicarlo per quello che fa (o non fa) in campo e tanto basterebbe per mandarlo via da noi.

 

Ammetto che a me fa tenerezza, è un buono in un mondo arrivista e crudele.

 

Io spero trovi la sua dimensione anche se credo che da noi ormai si sia giocato tutte le sue chances.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il punto è che cambiare aria farebbe bene in primis a lui...

Ma pare non capire neanche questo...

 

PS. Prima che qualcuno dica "eh chiamalo stupido con quello stipendio chi glielo fa fare di cambiare aria?" dico che la società potrebbe darlo in prestito e contribuire allo stipendio in modo da non fargli diminuire l'entrata. Inoltre se lui volesse andare all'Europeo (ammesso che si giocherà) dovrebbe anche capire che gli serve svoltare...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mai visto nessuno avere cosi tante chanches alla Juve e sprecarle, nemmeno Isla e Amauri... e non ditemi di De Ceglie perche paolino aveva una media molto piu alta di questo caso umano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.