Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Deborah J

GdS: "Dragusin e i 2000. La giovane Signora vede il campo e muove il mercato. Paratici aspetta l'opportunità per rinforzare la squadra e risponde alla crisi investendo sul futuro"

Recommended Posts

Paratici aspetta l’opportunità..., di fare fuori anche Fagioli, fino a ieri indicato come miglior prodotto attuale delle giovanili..., inserendolo in questa mitica “operazione Scamacca”, neppure trattassimo Messi o Neymar...

A questo punto faremo tutto ciò che Carnevali del Sassuolo vorrà, cercando ovviamente anche di risarcire adeguatamente Il Genoa che perde il giocatore, seppur in prestito...

Penso che nella sede di ogni squadra piccola-media andrebbe collocato un busto, “ad imperitura memoria “,  del nostro DS come benefattore...

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, Al Galoppo ha scritto:

Che Dragusin sul mercato valga più di Rugani, qual'è la fonte?

 

Concordo che un giocatore sano valga più di uno rotto ma Frabotta lo abbiamo visto giocare, perlomeno io.

Con De Sciglio non centra nulla, non scherziamo. Si che abbiamo risparmiato economicamente. Ma siamo anche peggiorati perchè schieriamo un giocatore di Lega Pro.

 

Frabotta questo è: un profilo di Lega Pro.

 

 

 

Il rendimento di Rugani non è stato quello di Pisacane, tantomeno quello di De Sciglio è stato quello di Frabotta.

E' qui che c'è molta confusione.

Dragusin è un giovane in rampa di lancio e lo vuole il Lipsia. Rugani quest’anno ha solo una presenza in Francia e manco la madre lo rivorrebbe a casa.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, The Tasmanian Devil ha scritto:

Non sono certo la normalità, ma lo sono per le squadre top (a parte che l’Ajax è stato pieno di 20enni e giovanissimi che erano pronti a giocare titolari nei top club di tutta Europa, basti pensare all’ajax di metà degli anni 90).

 

Cerco di spiegarmi meglio: se tu giochi a 20/22 anni in serie C, perché di questo stiamo parlando, nel 99% dei casi non sei così forte per giocare da protagonista in un top club.

Tutto qui.

 

Perchè a parte rari casi di gente esplosa tardi (Toni per esempio) a quell’età sei già un calciatore/atleta fatto e finito.

Questo non vuol dire che non puoi/devi migliorare e acquisire esperienza (basti pensare, altro esempio, a quanto è migliorato un Tassotti) e altre abilità ma quelli forti per davvero li vedi già a 20/22 anni ed infatti giocano titolari nelle grandi squadre e nelle grandi competizioni, mica in serie C...

 

Poi ci sarà sempre il Vardy di turno o chi a 22 anni era titolare in un Genoa e poi fa un’ottima carriera in un big ma appunto ci arrivi già a giocare ad alti livelli.

Un altro esempio che mi viene in mente è Cristiano Doni.

 

Però, quasi sempre, si rimane nella provincia.

 

Cioè nei top club arrivano davvero giocatori (con ruoli perlomeno importanti, chiaro non valga l'esempio dei Pinsoglio o di un rincalzo) che hanno fatto una carriera da provinciali e poi di colpo diventano top player?

 

E' una narrativa figlia di un approccio molto cheap. Quello che dici è sacrosanto: a 20-22 anni tu sei già un calciatore, certo puoi migliorare ma non puoi "cambiare".

Se a 22 anni la tua dimensione è la Lega Pro, non diventerà mai la Juventus.

 

Al lordo ovviamente di casi eccezionali. E che rimangono comunque quasi sempre ancorati a carriere in provincia (mi viene in mente anche Di Natale).

1 minuto fa, Machiavelli ha scritto:

Dragusin è un giovane in rampa di lancio e lo vuole il Lipsia. Rugani quest’anno ha solo una presenza in Francia e manco la madre lo rivorrebbe a casa.

si ma fonte sulla valutazione di mercato?

 

Rugani ha una sola presenza perchè poi si è infortunato, comunque...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Si va bene. Dalot del Milan in testa alla classifica ridicolizzato da Frabotta che profilo è? Sentiamo
Frabotta per qualche motivo è preso di mira in maniera esagerata. Poi si rimpiange Luca Pellegrini che fa fatica a giocare a Cagliari o al Genoa..

Inviato dal mio Redmi Note 8 Pro utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma il continuare a guardare in casa altrui per rendere meno problematica la nostra situazione ci aiuta? Oggi tutti perculano il Milan per l'acquisto di Mandzukic, ma intanto da oggi se Ibra si infortuna loro hanno un giocatore che riempie l'area di rigore. Non invidio questo acquisto, invidio il fatto che loro avevano lo stesso nostro problema ma hanno provato a risolverlo. Se il povero Frabotta deve giocare sino ad oggi circa 630 minuti, c'è un problema o lo ritenete normale ciò?

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Al Galoppo ha scritto:

Un altro esempio che mi viene in mente è Cristiano Doni.

 

Però, quasi sempre, si rimane nella provincia.

 

Cioè nei top club arrivano davvero giocatori (con ruoli perlomeno importanti, chiaro non valga l'esempio dei Pinsoglio o di un rincalzo) che hanno fatto una carriera da provinciali e poi di colpo diventano top player?

 

E' una narrativa figlia di un approccio molto cheap. Quello che dici è sacrosanto: a 20-22 anni tu sei già un calciatore, certo puoi migliorare ma non puoi "cambiare".

Se a 22 anni la tua dimensione è la Lega Pro, non diventerà mai la Juventus.

 

Al lordo ovviamente di casi eccezionali. E che rimangono comunque quasi sempre ancorati a carriere in provincia (mi viene in mente anche Di Natale).

si ma fonte sulla valutazione di mercato?

 

Rugani ha una sola presenza perchè poi si è infortunato, comunque...

Perché su Barzagli e Bonucci non rispondi?

Dove stavano a 20 anni?

E Di Livio che a 23 anni stava inc1 e a 26 in b col Padova?

E Grosso? 
E Materazzi in c1 col carpi?

Te ne posso dire altri 3000.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' la strategia giusta.

 

Dragusin è già pronto, come Rovella e Traore. E parliamo di un 2002. Fagioli è un talento puro.

 

Avanti così.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Al Galoppo ha scritto:

Su Rovella hai parlato di impatto sportivo quando si tratta di un giocatore che rimarrà in prestito al Genoa da accordi per 6 mesi + opzione anche per l'anno prossimo. Del tutto similmente a tanti altri profili passati da Torino solo per le visite mediche come gli Orsolini, i Mandragora, Favilli, Romero, Pellegrini, Caldara...

Quindi la palla di vetro la stai usando tu, per ora e per almeno un bel po' Rovella di impatto sportivo non ne avrà ma rientra nel novero di operazioni economiche futuribile, delle quali quante poi sono diventate profili da Juventus?

 

Guarda chi gioca nella Juventus e quanti sono arrivati da giovani con operazioni simili:

Tek, Buffon, De Ligt, Danilo, Sandro, Cuadrado, Arthur, McKennie, Rabiot, Ramsey, Ronaldo, Dybala, Bernardeschi, Kulu, Chiesa, Morata.

 

Gli unici profili arrivati giovani e con un investimento mite sono stati Chiellini 15 anni fa e Bentancur 4 anni fa.

 

Poi ci sono Bonucci e Demiral, una via di mezzo (arrivati non ancora affermati ma a fronte di investimenti comunque rilevanti).

Strategia completamente sbagliata che ci ha portato, ogni anno, a riempirci di cariatidi a fine carriera giunte a Torino per maturare la pensione guadagnando uno sproposito. Strategia che, fortunatamente, con Paratici e Pirlo, sta cambiando.

 

E' un problema culturale. Se il Lipsia prende Dragusin (2002) lo fa giocare (unico modo per far crescere un calciatore). Senza discutere. Così vale per gli altri giovani. In Italia, da questo punto di vista, siamo drammaticamente indietro. E i risultati in Europa si vedono.

 

Da noi avrebbe fatto fatica anche Haaland. Kean, al Psg, ha praticamente tolto il posto a Icardi. Da noi, Camavinga e Gravenberch giocherebbero in primavera. E Pogba, all'epoca, fu un miracolato. Perché si era già deciso di prestarlo all'Atalanta.

 

Se vogliamo crescere sul serio, dobbiamo cambiare completamente atteggiamento. E pare lo stiamo facendo. 

 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, ZizouZidane ha scritto:

Kean, al Psg, ha praticamente tolto il posto a Icardi

Mi piacerebbe riaverlo con noi.

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, italiauno61 ha scritto:

Mi piacerebbe riaverlo con noi.

La cessione più sbagliata degli ultimi dieci anni insieme a quella di Coman.

 

Noi non siamo un paese per giovani, altroché.

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Va bene investire per il futuro, sperando che non siano solo plusvalenze, ma forse servirebbe qualche giocatore in prima squadra uum

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Antojuve66 ha scritto:

Col Sassuolo il discorso dovrebbe essere più ampio ed includere, oltre a Scamacca, soprattutto Locatelli e Traorè.

Dragusin è da tenere: se ci ha messo gli occhi su il Lipsia è garanzia che è forte.

In Wesley non intravedo nulla di che visto ch tatticamente è più che acerbo ma i calciatori maturano e le qualità fisiche ce le ha.

Anche se non fa parte più dei millenials, poi, terrei presente Mandragora che comunque è già in mano nostra.

Insomma la morale è che dobbiamo tornare a controllare i migliori giovani in Italia e ancor meglio se italiani.

Con Rovella lo abbiamo fatto. Spero che qualcosa si faccia anche per Melegoni che mi è piaciuto molto.

 

Mandragora dopo le dichiarazioni del suo agente che ha detto che nel suo cuore c'è il Napoli, lo manderei volentieri a stendere

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Machiavelli ha scritto:

Bonucci a 22 anni era al Pisa in serie B.

Barzagli era in C1 all’ascoli.

Tanto per fare due esempi a memoria.

La b non è la lega pro.. C'è un abisso tra le due categorie.. Bonucci poi era dell'inter e aveva già qualche presenza in serie a.. Diciamo che non ci azzecca come esempio.. Sarebbe come dire che Marchisio a x anni era all'empoli.. Peccato che fosse in prestito dalla Juve.. Barzagli sinceramente non ricordo.. Sicuramente è stato una eccezione 

Edit: Barzagli a 22 anni ha esordito in serie a col Chievo, dopo che a 20 aveva alcune partite in serie b .. Quindi nuovamente esempio che non c'entra nulla 

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Società non ha pazienza con i giovani.

Fanno la Juve23 con giovani e poi vogliono acquistare i giovani delle altre che sparano super prezzi e noi che facciamo per abbassare il prezzo? Gli diamo i nostri migliori  😵   

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, saxon ha scritto:

La b non è la lega pro.. C'è un abisso tra le due categorie.. Bonucci poi era dell'inter e aveva già qualche presenza in serie a.. Diciamo che non ci azzecca come esempio.. Sarebbe come dire che Marchisio a x anni era all'empoli.. Peccato che fosse in prestito dalla Juve.. Barzagli sinceramente non ricordo.. Sicuramente è stato una eccezione 

Edit: Barzagli a 22 anni ha esordito in serie a col Chievo, dopo che a 20 aveva alcune partite in serie b .. Quindi nuovamente esempio che non c'entra nulla 

Barzagli è 81 quindi all’età di dragusin era in c.

Bonucci era dell’Inter come dragusin è della Juve, stessa cosa.

 

A 18/19/20 anni è normale che un calciatore non sia in massima serie.

3898EDE3-FB26-40E9-8D80-15877C88622F.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Antojuve66 ha scritto:

Col Sassuolo il discorso dovrebbe essere più ampio ed includere, oltre a Scamacca, soprattutto Locatelli e Traorè.

Dragusin è da tenere: se ci ha messo gli occhi su il Lipsia è garanzia che è forte.

In Wesley non intravedo nulla di che visto ch tatticamente è più che acerbo ma i calciatori maturano e le qualità fisiche ce le ha.

Anche se non fa parte più dei millenials, poi, terrei presente Mandragora che comunque è già in mano nostra.

Insomma la morale è che dobbiamo tornare a controllare i migliori giovani in Italia e ancor meglio se italiani.

Con Rovella lo abbiamo fatto. Spero che qualcosa si faccia anche per Melegoni che mi è piaciuto molto.

 

Se non mi sbaglio traorè lo abbiamo preso in sinergia con il sassuolo dall'empoli

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Machiavelli ha scritto:

Io penso l'opposto.

I giovani sono un investimento che in un modo o nell'altro rende sempre sia che si tratti di completare la rosa sia che siano plusvalenze.

Se vedi il bilancio della Juve ti rendi conto di quanto ne abbiamo beneficiato enormemente in termini economici.

Bravissimo, investire sui giovani rende sempre perché o diventa un giocatore in pianta stabile per la prima squadra o fai plusvalenza. L’importante è non esagerare e ricordarsi anche di prendere giocatori di esperienza, avendo il mix giusto. Forse quest’anno abbiamo alcuni ricambi troppo inesperti (Dragusin, frabotta, kulusevski), ma abbiamo ancora la possibilità di recuperare. Importantissimo vincere domani.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, NaneVecchina ha scritto:

Paratici aspetta l’opportunità..., di fare fuori anche Fagioli, fino a ieri indicato come miglior prodotto attuale delle giovanili..., inserendolo in questa mitica “operazione Scamacca”, neppure trattassimo Messi o Neymar...

A questo punto faremo tutto ciò che Carnevali del Sassuolo vorrà, cercando ovviamente anche di risarcire adeguatamente Il Genoa che perde il giocatore, seppur in prestito...

Penso che nella sede di ogni squadra piccola-media andrebbe collocato un busto, “ad imperitura memoria “,  del nostro DS come benefattore...

Col Genoa obiettivamente mi sembra ci sia poco da recriminare, mi sembrano quelli che con noi ci hanno marciato meno... 🤔

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, ZizouZidane ha scritto:

Strategia completamente sbagliata che ci ha portato, ogni anno, a riempirci di cariatidi a fine giunte a Torino per maturare la pensione guadagnando uno sproposito. Strategia che, fortunatamente, con Paratici e Pirlo, sta cambiando.

 

E' un problema culturale. Se il Lipsia prende Dragusin (2002) lo fa giocare (unico modo per far crescere un calciatore). Senza discutere. Così vale per gli altri giovani. In Italia, da questo punto di vista, siamo drammaticamente indietro. E i risultati in Europa si vedono.

 

Da noi avrebbe fatto fatica anche Haaland. Kean, al Psg, ha praticamente tolto il posto a Icardi. Da noi, Camavinga e Gravenberch giocherebbero in primavera. E Pogba, all'epoca, fu un miracolato. Perché si era già deciso di prestarlo all'Atalanta.

 

Se vogliamo crescere sul serio, dobbiamo cambiare completamente atteggiamento. E pare lo stiamo facendo. 

 

 

La strategia è vincente e ci ha portato il ciclo più vincente di sempre in Italia.

 

Concordo che i giocatori per farli crescere devi farli giocare, per questo la Juventus non può essere l'ambiente per i giovani. Dove devi vincere, non puoi far giocare i giovani. Non siamo, per fortuna, il Lipsia. Così come non siamo il Rennes o l'Ajax.

Pogba non fu un miracolato ma, similmente - e neanche allo stesso livello - a De Ligt era un fenomeno e i fenomeni a 20 anni giocano, anche nella Juventus. Se li trovi li prendi e li fai giocare, quelli che presti o ci fai le plusvalenze non sono fenomeni.

 

PS - Kean, che a calcio ci saprebbe anche giocare, stava cominciando a giocare anche con noi, Allegri nel girone di ritorno lo metteva 2 anni fa, poi è stato allontanato per più di un motivo, primo tra tutti l'approccio non professionale al lavoro e il discorso-rinnovo. Il suo avvicendare Icardi ha quasi un che di simbolico ma la Juventus non dovrebbe mai essere l'ambiente di certi personaggi.

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Machiavelli ha scritto:

Perché su Barzagli e Bonucci non rispondi?

Dove stavano a 20 anni?

E Di Livio che a 23 anni stava inc1 e a 26 in b col Padova?

E Grosso? 
E Materazzi in c1 col carpi?

Te ne posso dire altri 3000.

 

3000 magari no ma altri esempi (anche più calzanti cmq) te li potrei fare.

Certo prenderei profili che abbiano avuto una carriera un po' superiore a quella di gregari, comunque si, hai ragione, le eccezioni nel calcio esistono. E' statistica.

Perchè parli di eccezioni, vero?

 

Ho scritto la rosa della Juventus poco su. A parte 2-3 nomi arrivati giovani a cifre low, il resto è una squadra costruita su giocatori già affermati.

 

Il motivo è semplice: è la Juventus.

 

Puntare sui giovani è l'obbiettivo dell'Udinese.

 

I colori sono simili, ma non bisogna fare confusione...

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.