Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Sign in to follow this  
bobminator

Wrestling WWE, AEW, NJPW, ROH e altre federazioni indipendenti

Recommended Posts

Sting ha l’ok dei medici per tornare a lottare

 

Il presidente e CEO di AEW Tony Khan ha confermato che Sting è stato recentemente completamente autorizzato dai medici per tornare a lottare. Khan ha parlato con Mike Johnson di PWInsider questa settimana e gli è stato chiesto della preoccupazione per Sting dopo aver preso la powerbomb da Brian Cage nell’episodio di AEW Dynamite della scorsa settimana. C’era molta preoccupazione per la salute di Sting, poiché come sappiamo era stato costretto a ritirarsi dalla WWE dopo aver subito un infortunio al collo a WWE Night of Champions 2015 nel match con Seth Rollins. Quello che sembrava a tutti, Sting compreso, un infortunio capace di chiudere la carriera, a distanza di anni sembra ormai superato: Khan ha confermato che Sting è stato completamente autorizzato dal punto di vista medico a lottare. Ha aggiunto che The Icon che si è allenato con il campione TNT Darby Allin. Khan ha anche detto che The Stinger, che compirà 62 anni il mese prossimo, ha usato la powerbomb durante l’allenamento con i suoi sparring partner per prepararsi al suo prossimo incontro, che segnerà il suo ritorno. Khan ha rivelato di essere stato lui a chiedere a Sting di prendersi la powerbomb.“A quel punto, dopo averla subita in allenamento, è arrivato il momento per poterlo fare anche davanti al pubblico. Era dunque completamente autorizzato a prendere quel colpo, e lui stesso voleva uscire in scena e fare quello che ha fatto. Sting sarà a Dynamite domani [stasera] alla ricerca di una rivincita e tutte le scommesse sono ora aperte. Sting è autorizzato a lottare e vuole lottare. E’ così che voleva concludere la sua carriera di wrestling: andando e venendo sul ring in AEW per effettuare sempre dei grandi incontri.“Il match di ritorno di Sting si svolgerà al pay-per-view AEW Revolution il 7 marzo, dove lui e Allin affrontano Cage e Ricky Starks in uno Street Fight .Ecco il commento di Tony khan al riguardo: “Si sta preparando per questo e mi aspetto che Sting farà una grande prestazione il 7 marzo“, ha continuato Khan. “Ha aspettative molto alte per questo match e per il suo ritorno, e ne ho anche io. Ho pensato che Brian abbia fatto un ottimo lavoro con la powerbomb e sicuramente ha fatto parlare la gente del match in modo molto positivo“.“Bene, questa era l’idea, stiamo cercando di fare in modo che la gente ne parli. la cosa più importante è che lui stia bene, e sia rientrato senza problemi nel backstage. Non era un momento facile, ci è voluto molto da lui, ma ne è uscito tutto intero ed è quello che voleva. “

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ufficiale Big Show firma per la AEW

 

Fulmine a ciel sereno in casa WWE, abbandona la compagnia uno dei nomi più celebri e amati, quello di Paul Wight, meglio noto al pubblico come Big Show. Il gigante della WWE era stato messo quest’oggi fuori dalla pagina del roster attivo dal sito ufficiale ed a poche ore di distanza è arrivata la spiegazione di questo provvedimento. Big Show non si è ritirato: semplicemente passa alla concorrenza, firmando un contratto pluriennale con la AEW.A dare notizia della storica firma è stata la stessa All Elite Wrestling sul suo sito ufficiale, in cui spiega come Wight sarà al talvolo di commento di AEW Dark: Elevation, il nuovo fprmat YouTube che andrà in onda tutti i lunedì. Big Show non sarà solo il telecronista dello show ma, come si rende noto nel comunicato, sarà anche un wrestler attivo della AEW. Una notizia che ha lasciato tutti di stucco, considerando da quanti anni il gigante di Aiken era affiliato con la WWE. Il wrestler era sotto contratto con la WWE dal 1999, quando lasciò la WCW per accasarsi alla corte di Vince McMahon.Paul Wight ha commentato il suo approdo in AEW dicendo: “E’ stato molto bello vedere quello che la AEW ha costruito in soli due anni – ha spiegato l’ex WWE – AEW Dark è una piattaforma incredibile per affinare le proprie abilità per un wrestler emergente ma mi piace molto che anche i talenti affermati possano costruire le proprie abilità e mettersi in mostra. Senza esagerare penso che l’AEW sia senza confini”. In carriera Big Show diventando per ben sette volte campione del mondo. Wight è anche l’unico uomo della storia ad aver vinto i massimi titoli di WWE, ECW e WCW.l presidente della AEW Tony Khan ha aggiunto: “Paul è uno dei più noti, riconoscibili ed impressionanti atleti del mondo. E’ voluto venire in AEW perchè pensa che sia la migliore promotion del mondo e noi crediamo che abbia molto da offrirci, sia sul ring come wrestler che fuori come commentatore, presentatore ed ambasciatore della AEW”.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La NJPW vuole unificare definitivamente il titolo Incontentinentale con il titolo mondiale

Per me è una pessima idea

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Marty Scurll non è più nei piani della NJPW

 

Malgrado abbia preso parte agli ultimi tapings di Strong, la NJPW non ha più intenzione di far apparire Marty Scurll nel suo show settimanale. Ci si aspetta inoltre che non sia nemmeno nei piani futuri della compagnia giapponese. La notizia è stata anticipata via Twitter da Super J-Cast e successivamente confermata anche da Dave Meltzer. Sebbene non vi siano certezze in merito, è probabile che la decisione della New Japan Pro Wrestling sia stata presa dopo le molte critiche ricevute online una volta emersa la notizia della partecipazione di Scurll alle registrazioni di Strong. L’ex wrestler della ROH fu uno dei wrestler coinvolti la scorsa estate nel movimento #SpeakingOut, venendo accusato di tentato stupro da una ragazza che, ai tempi dell’episodio, avvenuto nel Regno Unito, aveva sedici anni. Scurll si difese rilasciando un comunicato, nel quale affermò che l’incontro fu sia consensuale che legale data l’età del consenso in UK.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che poracciata il post match di Omega vs Moxley

Delle minicicciole e delle stelle filanti

 

 

  • Triste 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Andrade ha chiesto il rilascio .uff

 

Secondo un report esclusivo del sito Wrestling Inc., questo lunedì Andrade avrebbe richiesto il rilascio dalla WWE. Il messicano non appare a Raw da ottobre e nella giornata di oggi ha tolto i riferimenti alla WWE dai suoi profili social. Il giornalista Sean Ross Sapp ha confermato la notizia data dal sito, affermando che una fonte vicina al roster di Raw sostiene la veridicità del rumor. Non è noto al momento quale sia stata la risposta della compagnia, che attualmente continua ad elencare Andrade come superstar di Raw. Andrade ha conquistato il titolo NXT e quello degli Stati Uniti, ma dopo l’abbandono del roster giallo-nero ha faticato ad imporsi come una star di primo piano. Questo nonostante molti addetti ai lavori, già dai tempi di NXT, lo avessero indicato come un nome sul quale puntare. La stessa WWE sembrava intenzionata a pushare l’ex CMLL, attualmente coinvolto in una relazione con la collega Charlotte Flair, ma come visto le cose sono andate diversamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ulteriori voci di una commozione cerebrale per Asuka

 

Asuka ha saltato nuovamente l’edizione di Raw di questa settimana, allungando a due settimane il suo periodo di assenza. Come sappiamo, l’attuale campionessa di Raw ha preso un duro calcio in faccia a Shayna Baszler in Raw, che le ha causato come prima conseguenze la rottura di un dente. Tuttavia le voci ormai sembrano convergere verso problemi ben più seri del suddetto dente.Per la seconda settimana di fila, infatti, sono emerse voci circa possibili ulteriori conseguenze per lei. Si parla nuovamente di una Asuka alle prese con una commozione cerebrale. Un problema che, ribadiamo ulteriormente, sarebbe perfettamente compatibile, purtroppo, con il colpo da lei ricevuto. Secondo la Wrestling Observer Newsletter, Asuka è fuori combattimento proprio per una commozione cerebrale. Potrebbe star bene la prossima settimana, ma con questo tipo di problemi è davvero difficile riuscire ad avere una stima precisa.Non si può escludere a priori uno stop che possa essere più lungo. Ringside news ha ipotizzato addirittura dei possibili rischi per la sua presenza a Wrestlemania. Manca poco meno di un mese allo show, un tempo chiaramente più o meno lungo a seconda della tipologia di infortunio subito, dunque al momento, non avendo informazioni di dettaglio più precise, queste indiscrezioni possono essere prese solo come delle ipotesi. Per Asuka, al momento, è previsto un match per il suo titolo di Raw contro Charlotte Flair.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eric Bischoff nella Hall of Fame 2021 della WWE

 

La WWE ha annunciato che l’ex Presidente della WCW e performer della WWE Eric Bischoff farà parte della classe della WWE Hall of Fame del 2021. Bischoff è stato informato dell’onore durante un’apparizione in WWE After the Bell con il commentatore di SmackDown Corey Graves. Easy E è il secondo membro della classe del 2021 ad essere rivelato finora, unendosi all’ex campionessa WWE femminile Molly Holly. Bischoff, Holly e il resto della classe del 2021, così come la classe del 2020, saranno ufficialmente presentati il 6 aprile, quando la cerimonia della WWE Hall of Fame sarà trasmessa su Peacock (e sul WWE Network qui in Italia). Il 65enne Bischoff è meglio conosciuto per il suo periodo in WCW, quando è stato presidente della compagnia e personaggio sullo schermo. È passato alla WCW nel 1991 dopo aver prestato servizio come annunciatore con la AWA, e inizialmente ha avuto lo stesso ruolo nella WCW. Bischoff è diventato produttore esecutivo nel 1993, ed è stato poi promosso a vicepresidente senior nel 1994. È stato la forza trainante dietro la WCW che ha ingaggiato ex star della WWE come Randy “Macho Man” Savage e Hulk Hogan. E’ inoltre anche una delle menti dietro la creazione di Monday Nitro, che ha debuttato nel 1995 e si è confrontato con WWE Raw per tanti anni. La WCW di allora è stata l’unica federazione capace di battere la WWE, addirittura per 83 settimane consecutive il lunedì sera. Una guerra fatta anche di tanti colpi bassi. Tra quelli più famosi compiuti o pensati dallo stesso Bischoff, il clamoroso debutto di Madusa Miceli; l’atleta debuttò in diretta tv gettando in un cestino la cintura femminile WWE. Ancora, lo stesso Bischoff approfittò del fatto di essere in diretta mentre Raw era registrato, comunicando tutti i risultati in anteprima dello show rivale; la scelta si rivelò un boomerang, poichè molti telespettatori cambiarono canale per vedere la vittoria del titolo WWE da parte di Mick Foley. “Easy E” ha avuto un ruolo nella creazione del New World Order, inizialmente composto da Hogan, Scott Hall e Kevin Nash, e alla fine si unì lui stesso al gruppo. Solo l’esplosione di Steve Austin e della Attitude Era consentirà alla WWE di rimontare lo svantaggio nel 1998/99, sorpassare nuovamente la WCW e riprendersi il ruolo di leader nel settore. Nel 2001, una WCW ormai in crisi fu acquistata proprio dalla WWE. Questo portò a uno dei momenti più scioccanti nella storia del wrestling, quando Bischoff fece il suo debutto in WWE nel 2002 e abbracciò Vince McMahon, che era proprio la persona che aveva tentato di fare fuori in precedenza. Bischoff sparì come personaggio televisivo dopo qualche anno; on screen ha interpretato prevalentemente il ruolo di GM di Raw, proprio lo show contro il quale ha combattuto per anni. Più recentemente, Eric Bischoff ha ricoperto , seppur per un breve periodo, il ruolo di responsabile creativo di Smackdown, ruolo che tuttavia gli fu tolto dopo poco tempo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rhea Ripley lotterà a Raw

 

Lunedì assisteremo finalmente al primo match di Rhea Ripley come membro ufficiale del roster di Raw. La WWE ha annunciato che l’australiana sarà impegnata sul ring ma non ha specificato chi sarà la sua avversaria. The Nightmare è l’unica wrestler ad aver conquistato il titolo femminile sia ad NXT UK che ad NXT, e durante la Royal Rumble è stata l’ultima ad essere eliminata dalla vincitrice Bianca Belair. Nelle ultime settimane Rhea è stata protagonista di alcuni video che ne anticipavano l’arrivo nello show rosso. Per Rhea non si tratta però del debutto assoluto a Raw: il suo primo match nel Lunedì sera è avvenuto il 10 Febbraio 2020, uno squash ai danni di Sarah Logan nel bel mezzo del feud contro Charlotte Flair, che portò le due a scontrarsi a WrestleMania 36. Rhea ha anche lottato a SmackDown nel Novembre del 2019 nelle settimane che precedevano Survivor Series.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Andrade è stato licenziato

 

Con uno scarno comunicato rilasciato sul proprio sito internet e tramite i propri profili social, la WWE ha comunicato che Andrade è stato licenziato. Nel comunicato non si legge nulla di più di quello che c’è scritto nel post, ovvero la classica frase di rito con cui la compagnia annuncia il rilascio e augura il meglio per il futuro al lottatore. Una comunicazione così secca non è una novità per la WWE, che riserva sempre questa modalità quando la separazione delle strade non è delle più pacifiche. Anche la tempistica dimostra la volontà di “celare” vagamente la comunicazione, dal momento che il licenziamento è stato annunciato poco dopo il termine di Fastlane e sui social della WWE la notizia è stata presto oscurata dal post-show. Come risaputo, la partenza di Andrade non arriva a sorpresa dal momento che nelle ultime settimane si erano fatte insistenti le notizie che lo volevano scontento. Le voci che parlavano di una sua richiesta di rilascio, inizialmente respinta dalla WWE, erano state confermate dal wrestler stesso sui social. Adesso che Andrade è stato licenziato dovrà probabilmente osservare i 90 giorni della clausola che gli impediscono di apparire in altre federazioni; tuttavia sarà interessante vedere dove un lottatore del suo calibro troverà spazio, non solo in USA ma anche in Messico e Giappone dove ha già lottato in passato.Che Andrade non fosse contento del proprio utilizzo era risaputo da tempo e la situazione si era aggravata dopo la pausa di circa un mese che aveva richiesto lo scorso autunno, per curare un lieve infortunio. Non draftato né a Raw, né a SmackDown, il messicano non era però più apparso in tv da allora, nonostante sia stato riportato che in diverse occasione fosse presente agli show (Raw). Il fidanzato di Charlotte era considerato da molti ormai “infelice” e nelle ultime settimane ha deciso di rendere pubblica e chiara la sua scontentezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se volete vedere un bel match Shingo Takagi vs Will Ospreay fa al caso vostro

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Charlotte Flair positiva al Covid-19

 

La “svolta” dietro alla misteriosa assenza di Charlotte Flair è arrivata, grazie alla diretta interessata. Nella giornata di ieri si erano diffuse notizie più o meno esaustive circa la sua situazione. Siamo andati da un sostanziale vuoto di informazioni certe indicato da Dave Meltzer ad una serie di voci decisamente estreme, legate anche al recente licenziamento del compagno Andrade. Poche ore fa, tuttavia, Charlotte ha motivato la sua assenza in queste ultime settimane. E la ragione, purtroppo, è legata al Covid-19. Charlotte Flair ha dunque annunciato su twitter la sua positività al Covid. La notizia, come abbiamo visto a Raw, ha anche portato a delle modifiche alla card di Wrestlemania. Come mai, pur mancando ancora qualche settimana all’evento, la WWE ha deciso di modificare la card dell’evento, a questo punto escludendo al momento la stessa Charlotte? Ricordiamo che, in occasione del match tra Drew McIntyre e Goldberg di qualche mese fa, la WWE preferì rischiare e confermare la sfida nonostante la positività dello stesso McIntyre a poche settimane dal match. Il tutto continuando a promuovere il match anche tramite dei promo che Drew ha registrato da casa sua, nel corso della sua inevitabile quarantena. In questo caso, invece, la Federazione ha optato per la scelta diametralmente opposta. A questo punto, dunque, o le condizioni di Charlotte non sono praticamente asintomatiche come quelle dell’ex Campione WWE, e sarebbe ovviamente purtroppo lo scenario peggiore, oppure dietro questa decisione non ci sarebbe solo questo problema, bensì anche altre situazioni, e qui ovviamente si torna alla ridda di voci che si sono diffuse in questi giorni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.