Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Sign in to follow this  
Deborah J

CT: "Alvaro cambia la Juve. Morata e Bernardeschi entrano e in un minuto confezionano l’1-0, poi i bianconeri dilagano". Il Giornale: "Morata al primo pallone toccato fa gol"

Recommended Posts

Tossisce a ogni risposta, Alvaro Morata, sulle domande che gli toccano appena è finita, ma sul prato non aveva avuto esitazioni: in gol dopo 60 secondi, da pistolero più veloce del campionato, tra quelli entrati dalla panchina. Con lui, altra Juve, più verticale e non solo solidale: «Morata è un giocatore fondamentale, ci dà profondità», riassume Andrea Pirlo. Del resto, potersi armare con un centravanti di numero (9) e di fatto, fa la sua differenza. Lo spagnolo, ancora non al meglio, la vede così: «Non è una stagione facile — spiega — perché abbiamo giocatori bravi come Paulo (Dybala, ndr) fuori da diverso tempo. Non è facile. Non sono scuse. Ma ci sono ancora possibilità». Avviso ai tifosi: «Chi non ci crede non accenda la tv e non guardi la Juve, perché noi giochiamo per vincere». E se mai non finisse così, amen, bofonchia l’attaccante: «Se non vincessimo, faremo i complimenti a chi vince. Ma prima dovremo morire in campo. E ci dovranno dire che non ci saranno più punti da fare. Lotteremo fino a che ci sono punti in palio». Un po’ come disse l’Antonio Conte juventino al primo assalto allo scudetto, quando pure il Milan di Thiago Silva e Ibra pareva favorito. Per il momento, basta il 3-0 allo Spezia: «È una vittoria che porta fiducia e una bella atmosfera nello spogliatoio». Oltre al sorrisone sulla faccia di Morata: «Mi mancava il gol, e più che altro la forza, perché sono stato male tre settimane. E siamo contati».


Pirlo si tiene prima di tutto il risultato: «Non eravamo brillanti e così abbiamo cercato di gestire la partita, ripartendo nei loro spazi». Aveva avuto guai imprevisti pure ieri sera: «De Ligt non ce l’ha fatta e così abbiamo dovuto mettere centrale Alex Sandro, che ha fatto bene». Stavolta però, gli hanno dato una mano i cambi: «Nella ripresa, con loro, siamo riusciti a dare più freschezza». Quella freschezza che non tutti hanno: «Si è fermato anche De Ligt, che aveva patito una botta sabato — argomenta ancora il tecnico—eMcKennie ha un dolore all’anca, che persiste, e dopo un tempo fa fatica». Con Lazio e Porto all’orizzonte non è il massimo della prospettiva. Sul tema, prima dell’inizio, non aveva cercato scuse Fabio Paratici, capo dell’area tecnica: «Abbiamo una rosa competitiva e giocatori molto bravi, che possono supplire all’assenza di altri, certo è che quando hai fuori 5-6-7 giocatori nello stesso momento, è un peso»

 

Corriere di Torino


Morata non segnava in campionato dal 19 dicembre: da allora, prima di ieri sera, due reti in Coppa Italia e una in Supercoppa, in pieno recupero. In compenso, tanti problemi fisici, il morale ammaccato e Ronaldo tutto solo soletto a reggere il peso dell’attacco bianconero. Recuperato per la panchina in extremis, Pirlo lo ha poi buttato in campo dopo un quarto d’ora della ripresa, quasi per disperazione, in compagnia di Bernardeschi: lo Spezia non mostrava grandi segnali di cedimento e a quel punto servivano munizioni nuove. Risultato: meno di un minuto e i due confezionavano l’azione che avrebbe indirizzato la gara. Cross dell’azzurro, tocco sotto porta dello spagnolo e liguri all’angolo. Di lì a poco sarebbe arrivato anche il gol di Chiesa e, insomma, la Juve faceva quello che doveva arrotondando ancora nel finale con Ronaldo prima che Szczensy parasse un rigore a Galabinov: altro brodino casalingo come quello preso contro il Crotone, aspettando di mostrarsi davvero grande contro le grandi. Sulla carta, al di là delle assenze tra i bianconeri, non avrebbe dovuto esserci partita. Ancora più che a Verona, ovviamente. Tutta lì, la Juve: a sinistra Frabotta (schierato dopo il forfait di De Ligt) non combinava nulla e, anzi, rischiava un rosso diretto su Vignali, mentre la famigerata coppia Bentancur-Rabiot trotterellava amabilmente. Quanto a Ronaldo, saltava fuori quasi dal nulla appena prima di metà gara: il palo però gli diceva di no ed era comunque sua la miglior occasione del primo tempo.  Visto che nulla cambiava nemmeno nei primi minuti della ripresa, Pirlo optava quindi per il doppio cambio già citato: Morata e Bernardeschi per McKennie e Frabotta, Juve subito in vantaggio e tre punti in ghiaccio con un tris. Che sia vera gloria, sarà tutto da vedere. Fin da sabato, quando allo Stadium arriverà la Lazio: fresca per non avere giocato ieri contro il Toro e bisognosa di rilanciarsi nella corsa al quarto posto. Juve avvisata, con quel che ne segue.

 

Il Giornale

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Deborah J ha scritto:

Fabio Paratici, capo dell’area tecnica: «Abbiamo una rosa competitiva e giocatori molto bravi, che possono supplire all’assenza di altri, certo è che quando hai fuori 5-6-7 giocatori nello stesso momento, è un peso»

Bastava una punta di riserva. Perchè avete obbligato Pirlo, che sta facendo errori da esordiente, a fare marcia indietro dopo averlo detto anche lui che ne mancava una.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grande Alvaro, spero sia tornato visto che è l'unico attaccante che abbiamo. 

Benché qualcuno sostenga che la rosa sia completa cosi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pirlo sicuramente ancora ne ha di pane duro da mangiare,certo non è facile mettere in campo un undici visto che ad ogni partita c' qualche defezione ed in più Paratici ha pensato bene di non fare nulla a Gennaio per rendergli le cose meno difficili 😐

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Morata, bontà sua, ha l'effetto a cascata multiplo:

 

1) Profondità per liberare spazi a CR7

2) Occupa bene il centro dell'attacco

3) Permette a Kulu, Chiesa e Berna di poter giocare nel loro ruolo

 

Bastava una cavolo di punta di riserva che permetteva di mantenere questo impianto di gioco.

Poi al centro secondo me è un errore di Pirlo non insistere con Fagioli che permette, sino al rientro di Arthur di avere differenti opzioni

 

1) Miglior palleggio

2) Rotazione Rabiot, Bentancour, McKennie per farli riposare

3) Quelli al p.to 2) che giocano nel proprio ruolo

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Morata è il nostro uomo d'area. Manca lui l'attacco è monco, e pesa come più di qualsiasi altra assenza. Non è un caso che come sia entrato abbia segnato al primo tocco. Sa come muoversi davanti la porta, come tagliare tra i difensori avversari. Speriamo adesso finalmente di averlo in pianta stabile, perché non mi sembra ancora al 100%

Share this post


Link to post
Share on other sites

Morata è fondamentale, non abbiamo in rosa un altro attaccante e lui fa giocare meglio Ronaldo.

Ma lo sapevano anche i sassi, speriamo torni anche in forma al 100%

Share this post


Link to post
Share on other sites
48 minutes ago, Deborah J said:

«Chi non ci crede non accenda la tv e non guardi la Juve, perché noi giochiamo per vincere».

I primi che dovete crederci siete voi in campo..

e per crederci servono rabbia, determinazione, aggressività, voglia di vincere...

Questo ancora non si vede quasi mai..tirate fuori un po' di orgoglio

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, I-Chewbacca-I ha scritto:

Bastava una punta di riserva. Perchè avete obbligato Pirlo, che sta facendo errori da esordiente, a fare marcia indietro dopo averlo detto anche lui che ne mancava una.

Non aver preso una punta di riserva è da solo motivo di licenziamento del DS. 

54 minuti fa, Bomberone1 ha scritto:

I primi che dovete crederci siete voi in campo..

e per crederci servono rabbia, determinazione, aggressività, voglia di vincere...

Questo ancora non si vede quasi mai..tirate fuori un po' di orgoglio

Non serve niente di tutto ciò. 

Serve la qualità. Se sei bravo vinci, se non sei bravo puoi essere incazzato quanto vuoi, ma perdi. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, I-Chewbacca-I ha scritto:

Poi al centro secondo me è un errore di Pirlo non insistere con Fagioli che permette, sino al rientro di Arthur di avere differenti opzioni

Anche perchè in fondo il calendario lo permetteva, con Crotone Verona Spezia si poteva fare, e se andava bene pure con la Lazio aspettando il Porto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La partita di ieri è stata l'ennesima dimostrazione che una punta di ruolo serve sempre. Bastava turarsi il naso e a gennaio prendere una punta di riserva qualunque.

Share this post


Link to post
Share on other sites
NOTIZIE
 
 

Bargiggia sulle mosse di Pirlo: "Basta crederci a certe scelte e non farle per la paura di non vincere"

 
03.03.21 10:00 di Redazione TuttoJuve
Vedi letture
 
 
 
Foto
© foto di Federico De Luca

"Contro CR7, Kulu, Chiesa e Morata tutti insieme con un ispirato Bernardeschi non è poi così semplice. Per nessuno. Basta crederci a certe scelte e non farle per la paura di non vincere...". E' il pensiero espresso dal giornalista Paolo Bargiggia su Twitter. 

Io condivido.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Morata che bullizza tutti gli utenti che lo scorso anno insistevano che non servisse un target-striker, che Ronaldo e' una punta centrale!

Ora persino un cieco vedrebbe la differenza tra una Juve con o senza centravanti riferimento offensivo.

Che e' il motivo per cui andava preso anche Dzeko.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.