Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Lau65

Juve, Arthur va di corsa: è lui il rinforzo per il centrocampo

Recommended Posts

58 minuti fa, ZizouZidane ha scritto:

Questo avviene per un fatto molto semplice (che, appunto, chi è mai stato su un campo di calcio, soprattutto se da centrocampista, riconosce immediatamente): il brasiliano offre sempre al compagno un'alternativa di scarico. Quando sei in difficoltà, perché pressato o attaccato, c'è lui pronto a ricevere palla, a eludere gli interventi avversari grazie alla sua tecnica, decisamente superiore alla norma, e a restituirtela pulita in modo che tu possa giocarla con più tranquillità.

Sì, è quella dote che avrebbe dovuto avere (e non ha mai mostrato a Toino) Tiago Mendes "la lavatrice", cioè catalizzare palloni "sporchi", tra i quali si inseriscono gli appoggi di chi sta subendo un pressing piuttosto forsennato e cerca una alternativa di passaggio come chi è in mezzo al deserto cerca l'acqua, e restituirli "puliti", cioè appoggiarli a chi è meno pressato e quindi può permettersi un attimo di ragionare.

Nella fase del proporsi (che è importante, non lo nascondo) qualcosa di buono l'ho già visto: in quella del far ripartire l'azione, invece, ho notato un eccesso di lentezza dovuto, appunto, alla modalità del "lavaggio", ovvero proteggere il pallone col corpo e compiere delle piroette su se stesso. E per una squadra che conta su giocatori adatti alla ripartenza in campo aperto (Chiesa, Kulusevsky, Morata, Dybala) non mi sembra una cosa buona.

 

 

58 minuti fa, ZizouZidane ha scritto:

è perfettamente in grado di lanciare lungo, di verticalizzare e di tirare in porta.

Finora mai visto.

 

 

58 minuti fa, ZizouZidane ha scritto:

Ma sarebbe assurdo giudicare il brasiliano per la stagione scorsa. So che converrai con me.

Già scritto nel precedente post. Come faccio con tutti, dò sempre una seconda chance quando vi sono precise attenuanti, quindi ha diritto ad alcuni mesi in cui, essendo a posto fisicamente, potrà mostrare le sue doti. Non a caso più che di giudizio definitivo ho parlato di semplici impressioni personali. Che restano negative nonostante il tuo rassicurante messaggio. Al brasiliano il compito di dimostrare che erano impressioni inconsistenti, cosa che mi auguro di tutto cuore perché la prima a giovarsene sarebbe la Juve.

Quanto all'adattabilità di Arthur al modo di stare in campo della Juve di Allegri, devo dirti che a mio avviso a Udine abbiamo fatto una partita di possesso per buona parte della gara, mentre con l'Empoli ci siamo fatti irretire nonostante giocassimo in casa contro una formazione inferiore. Vedremo se prevarrà la Juve vista per buona parte a Udine o quella bruttissima e un pò rinunciataria vista con l'Empoli. Tuttavia è un dato di fatto che molti dei nostri giocatori offensivi sono adatti per un gioco di rimessa e con ripartenze veloci, quindi spero si possa trovare una giusta sintesi che consenta a Arthur di trovare l'ambiente ideale per il suo gioco senza per questo perdere le caratteristiche migliori di Morata, Kulu e compagni.

 

  • Mi Piace 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me è forte ed ha un grande potenziale. Deve migliorare nella verticalizzazione, ma con i piedi ci sa fare eccome… di granlunga il miglior centrocampista in rosa con Locatelli

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, zebra67 ha scritto:

Sì, è quella dote che avrebbe dovuto avere Tiago Mendes "la lavatrice", cioè catalizzare palloni "sporchi", tra i quali si inseriscono gli appoggi di chi sta subendo un pressing piuttosto forsennato e cerca una alternativa di passaggio come chi è in mezzo al deserto cerca l'acqua, e restituirli "puliti", cioè appoggiarli a chi è meno pressato e quindi può permettersi un attimo di ragionare.

Nella fase del proporsi (che è importante, non lo nascondo) qualcosa di buono l'ho già visto: in quella del far ripartire l'azione, invece, ho notato un eccesso di lentezza dovuto, appunto, alla modalità del "lavaggio", ovvero proteggere il pallone col corpo e compiere delle piroette su se stesso. E per una squadra che conta su giocatori adatti alla ripartenza in campo aperto (Chiesa, Kulusevsky, Morata, Dybala) non mi sembra una cosa buona.

Infatti, come ho detto, il mio dubbio ha a che vedere con il suo essere funzionale al gioco di Allegri. Arthur è un giocatore di possesso, di fraseggio. 

3 minuti fa, zebra67 ha scritto:

Finora mai visto.

Se, come detto, ti basi solo sulla scorsa stagione, mi sembra piuttosto normale che non lo abbia mai visto.

3 minuti fa, zebra67 ha scritto:

Già scritto nel precedente post. Come faccio con tutti, dò sempre una seconda chance quando vi sono precise attenuanti, quindi ha diritto ad alcuni mesi in cui, essendo a posto fisicamente, potrà mostrare le sue doti. Non a caso più che di giudizio definitivo ho parlato di semplici impressioni personali. Che restano negative nonostante il tuo rassicurante messaggio. Al brasiliano il compito di dimostrare che erano impressioni inconsistenti, cosa che mi auguro di tutto cuore perché la prima a giovarsene sarebbe la Juve.

Staremo a vedere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, ZizouZidane ha scritto:

Cercherò di essere il più sintetico possibile:

 

Arthur ha una dote rarissima, che è propria dei centrocampisti forti, quella di far giocare meglio chi gli è accanto (basta vedere il rendimento di Bentancur quelle poche volte che c'è stata la possibilità di schierarli insieme).

Questo avviene per un fatto molto semplice (che, appunto, chi è mai stato su un campo di calcio, soprattutto se da centrocampista, riconosce immediatamente): il brasiliano offre sempre al compagno un'alternativa di scarico. Quando sei in difficoltà, perché pressato o attaccato, c'è lui pronto a ricevere palla, a eludere gli interventi avversari grazie alla sua tecnica, decisamente superiore alla norma, e a restituirtela pulita in modo che tu possa giocarla con più tranquillità.

Questa caratteristica, in una mediana, è FONDAMENTALE. Soprattutto in una squadra di possesso. Perché ti permette di non perderla mai e di riavviare l'azione ove la precedente fosse stata rintuzzata e bloccata. Quelli che dicono "si, ok, non perde palla ma a che serve?" mi fanno cadere le braccia. Ovviamente non sei tra questi.

Naturalmente, Arthur non è solo questo. Ha grande intelligenza tattica, è ottimo nel fraseggio breve (quello che distingue una squadra che gioca a calcio e che fa possesso da una che getta la sfera in avanti alla cieca, sperando che il pennellone di turno la intercetti), è perfettamente in grado di lanciare lungo, di verticalizzare e di tirare in porta. Ma non sono questi i suoi compiti precipui. E' buono anche nel recupero palla, grazie al baricentro basso che gli facilita i contrasti anche con colleghi fisicamente più prestanti.

Naturalmente, a Torino, abbiamo visto poco di quanto elencato (a parte la prima caratteristica descritta, che può sembrare un dettaglio solo a chi segue superficialmente questo sport o a chi non lo ha mai praticato). Ma sarebbe assurdo giudicare il brasiliano per la stagione scorsa. So che converrai con me. 

 

L'unico dubbio, già espresso da altri, è la sua funzionalità nel gioco di Allegri. Se il tecnico toscano ha intenzione di schierare una squadra che imponga la sua manovra, che pressi alta, che arrivi alla porta avversaria con il fraseggio, Arthur va benissimo. Se, invece, il buon Max intende nel persistere con una linea di gioco bassa, con un'azione attendista che si sviluppi soprattutto di rimessa, lanciando lungo a scavalcare gli avversari, allora Arthur può essere ceduto già a gennaio. Ma anche DeLigt. Ma, per dire, anche Xavi e Iniesta sarebbero stati inadatti.

 

Spero di aver chiarito il concetto.

Concordo con te. Il problema è che la tipologia di giocatore che è Arthur non combacia molto con il calcio italiano (Juventus in primis) e soprattutto con il gioco di Allegri…

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ZizouZidane

 

Un allenatore può anche puntare tutto sul possesso palla (a parole anche Pirlo voleva farlo) ma anche ammesso che quell'allenatore riuscisse a fare il 70% di possesso a partita non solo contro Salernitana ed Empoli, ma anche contro grandi squadre come Bayern o Liverpool o PSG (ah ah ah), resta sempre quel 30% in cui deve difendere e deve difendere bene. Altrimenti non sa allenare.

 

Non esistono "giocatori di possesso" e "giocatori di non possesso", esistono fasi della partita e una grande squadra deve fare bene la fase difensiva e la fase offensiva contemporaneamente se vuole prevalere su un avversario piccolo, medio o forte.

 

Ritengo che chiunque prenda sempre e solo ad esempio il Barcellona di Xavi (Rakitic), Iniesta, Busquets, Messi, Neymar, Suarez, Dani Alves, Mascherano, PIque, Jordi Alba abbia una visione idealizzata di un calcio che non esisterà mai più, né a Barcellona, né altrove. Quel calcio è stata una coincidenza di diversi fattori e di calciatori talmente unici nel loro genere da non consentire in alcun modo di inquadrare quel tipo di calcio in una categoria tattica replicabile altrove. 

Bisogna fare i conti con la realtà un buona volta. Basta barcellonismo...

  • Mi Piace 4
  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, jurgen kohler ha scritto:

Un allenatore può anche puntare tutto sul possesso palla (a parole anche Pirlo voleva farlo) ma anche ammesso che tu riuscissi a fare il 70% di possesso a partita, anche contro grandi squadre come Bayern o Liverpool o PSG (ah ah ah), resta sempre quel 30% in cui ti devi difendere e devi difendere bene.

 

Non esistono giocatori di possesso e giocatori di non possesso, esistono fasi della partita e una grande squadra deve fare bene la fase difensiva e la fase offensiva contemporaneamente se vuole prevalere sull'avversario.

 

Ritengo che chiunque prenda sempre e solo ad esempio il Barcellona di Xavi (Rakitic), Iniesta, Busquets, Messi, Neymar, Suarez, Dani Alves, Mascherano, PIque, Jordi Alba ha una visione idealizzata di un calcio che non esisterà mai più, né a Barcellona, né altrove. Quel calcio è stata una coincidenza di diversi fattori e di calciatori talmente unici nel loro genere da non poter in alcun modo inquadrare quel tipo di calcio in una categoria tattica replicabile altrove. 

Bisogna fare i conti con la realtà un buona volta. Basta barcellonismo...

Concordo, quella situazione (del Barcellona), proprio per l'unicità e il valore di quei giocatori, non è duplicabile.

 

E comunque Arthur non ne è interprete.

Purtroppo per noi.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, jurgen kohler ha scritto:

@ZizouZidane

 

Un allenatore può anche puntare tutto sul possesso palla (a parole anche Pirlo voleva farlo) ma anche ammesso che quell'allenatore riuscisse a fare il 70% di possesso a partita non solo contro Salernitana ed Empoli, ma anche contro grandi squadre come Bayern o Liverpool o PSG (ah ah ah), resta sempre quel 30% in cui deve difendere e deve difendere bene. Altrimenti non sa allenare.

 

Non esistono "giocatori di possesso" e "giocatori di non possesso", esistono fasi della partita e una grande squadra deve fare bene la fase difensiva e la fase offensiva contemporaneamente se vuole prevalere su un avversario piccolo, medio o forte.

 

Ritengo che chiunque prenda sempre e solo ad esempio il Barcellona di Xavi (Rakitic), Iniesta, Busquets, Messi, Neymar, Suarez, Dani Alves, Mascherano, PIque, Jordi Alba abbia una visione idealizzata di un calcio che non esisterà mai più, né a Barcellona, né altrove. Quel calcio è stata una coincidenza di diversi fattori e di calciatori talmente unici nel loro genere da non consentire in alcun modo di inquadrare quel tipo di calcio in una categoria tattica replicabile altrove. 

Bisogna fare i conti con la realtà un buona volta. Basta barcellonismo...

Il barcellonismo c’entra nulla. Ma, come detto prima, sul tema non ci capiamo. 
Va bene così, su.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Dubliner ha scritto:

 Non prende bonus neanche a pagare 😄 

Va beh... l'ho pagato 4 sefz

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 2/9/2021 Alle 13:32, Camaleonte15 ha scritto:

Se sta bene è di gran lunga il nostro miglior centrocampista, il che la dice lunga.

Non scherziamo per favore... Arthur è inferiore a MCKennie e porta le borracce a Locatelli anche con una gamba sola!

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 9/6/2021 at 12:53 PM, Ronchez said:

Secondo me è forte ed ha un grande potenziale. Deve migliorare nella verticalizzazione, ma con i piedi ci sa fare eccome… di granlunga il miglior centrocampista in rosa con Locatelli

Assolutamente. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.