Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Chemical Brother

Calciopoli, clamoroso: la Corte Europea dei diritti dell'uomo accoglie il ricorso di Giraudo

Recommended Posts

57 minuti fa, Amici Luccicanti ha scritto:

I Prescritti inizino a chiacchierare nervosamente....INFAMI..e sanno di esserlo

I prescritti sminuiscono tutto e sognano perché credono di aver risolto i loro problemi comprando Correa e rinnovando Lautaro. Ma non hanno capito che a giugno, con Oaktree, sono destinati a fare la fine dello Swonsea. 

Già quest'anno credevano fossero tutte scemenze... Ma il bello (per noi) verrà a giugno, e non credo che avranno molto tempo per pensare a calciopoli e Giraudo. 

 

E comunque, dovrebbe essere esaminato dalla Corte Europea anche l’art. 280/2003, che parla delle giurisdizioni dello Stato italiano, che non hanno potere sulle decisioni dei tribunali sportivi. La CEDU invece stabilisce che il cittadino debba sempre poter ricorrere ad un giudice che abbia potere di “piena giurisdizione". 

Anche questo è fondamentale, se pensiamo a quante volte il GA è il GO si siano dichiarati incompetenti sui ricorsi della Juventus. 

  • Mi Piace 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

L'accoglimento del ricorso di Giraudo, in attesa di sapere se verrà accolto quello di Moggi, il quale a suo tempo avrebbe anch'esso inoltrato ricorso è dal 2006 la prima opportunità che il tutto venga discusso al di fuori dei nostri confini, senza, almeno si spera, nessun tipo di condizionamento e soprattutto con la speranza che questa volta non si decida di non decidere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Felice Cavallotto ha scritto:
  • La Corte non agisce come un giudice di appello che controlla le decisioni dei tribunali nazionali: essa non può dunque annullare o modificare tali decisioni.

Nel marzo del 2020 ricorso alla CEDU da parte di Giraudo.

 

 

Giraudo rimette in discussione Calciopoli e fa ricorso.

 

L'Italia, secondo gli avvocati del manager, ha violato l'art. 6 della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo. La difesa ebbe soltanto 7 giorni a disposizione per un fascicolo di oltre 7.000 pagine.

TORINO - Antonio Giraudo - sospeso a vita a seguito di 'Calciopoli' - ha presentato ricorso alla CEDU (Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali), chiamata a risolvere questioni giuridiche che riguardano l'essenza dello Stato di diritto: l'Italia ha violato l'art. 6 della Convenzione (che garantisce l'accesso a un tribunale precostituito per legge e il diritto ad un giusto processo) per aver consentito alle federazioni sportive la creazione di giurisdizioni disciplinari non "precostituite per legge", che hanno lasciato al ricorrente e ai suoi avvocati soltanto 7 giorni per predisporre le difese, lasso di tempo insufficiente anche solo per la semplice lettura di un fascicolo di oltre 7000 pagine. E ancora, per aver sottoposto queste giurisdizioni disciplinari alla stessa autorità - il presidente della FIGC - alla quale era sottoposta la procura, ossia l'organo che ha istruito e sostenuto l'accusa.

 

Le possibili violazioni

La CEDU dovrà anche decidere se la "durata ragionevole" sia stata violata, tenuto conto che i procedimenti innanzi alle autorità giudiziarie dello Stato italiano sono durati più di 13 anni, e stabilire se la legge n. 280/2003 costituisca una violazione dell'art. 6 della Convenzione. Questa legge prevede che le giurisdizioni dello Stato non abbiano il potere di annullare le decisioni delle giurisdizioni disciplinari sportive, laddove la giurisprudenza della CEDU stabilisce che il cittadino debba sempre poter ricorrere ad un giudice che abbia potere di "piena giurisdizione". Il dottor Giraudo è rappresentato dagli avvocati Jean-Louis Dupont e Amedeo Rosboch.

Tuttosport 23.03.2020 

 

 

 

“Il ricorso di Giraudo può ribaltare Calciopoli”

L’avvocato Rosboch: "Quel processo violò i diritti degli imputati. Decida la Corte Europea dei diritti dell’uomo”.

 

TORINO - Se il ricorso di Antonio Giraudo dovesse essere accolto dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, una poderosa spallata si abbatterebbe su Calciopoli così come la conosciamo. Ovvero quella ingarbugliata matassa di processi e sentenze che hanno, seppure in modo controverso, condannato la Juventus e la sua dirigenza di allora, ai cui vertici c’erano Giraudo e Luciano Moggi. Tutto andrebbe rivisto perché il ricorso punta al processo sportivo, da cui iniziò tutto.

Quel processo, sostiene Giraudo che viene difeso dagli avvocati Jean Louis Dupont (sì, quello della legge Bosman) e dal torinese Amedeo Rosboch, venne celebrato troppo in fretta, senza il dovuto diritto alla difesa, in un iter che ha visto accusa e organi giudicanti nominati dalla stessa Figc, tutto in violazione dell’articolo 6 della Convenzione che riguarda il giusto processo. Nella frettolosa estate di Calciopoli, la cosiddetta giustizia sportiva diede «solamente 7 giorni per predisporre le difese, lasso di tempo insufficiente anche solo per la semplice lettura di un fascicolo di oltre 7.000 pagine». E, più in generale, il ricorso fa riferimento al fatto che a una federazione sportiva sia stata permessa «la creazione di giurisdizioni disciplinari non precostituite per legge» e che c’era una stortura giuridica derivante dal fatto che sia l’accusa (il procuratore federale Palazzi) che le varie commissioni giudicanti dipendevano entrambe dall’organo esecutivo della federazione. Non solo, anche la durata del processo presso la giustizia ordinaria (13 anni) viene messa sotto accusa davanti alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo dal ricorso di Giraudo.

E, infine, nel mirino c’è un aspetto della legge 280 del 2003 che dà piena autonomia alle giurisdizioni disciplinari sportive, ma anche in quella autonomia debbono essere rispettati i diritti fondamentali che sono immanenti anche agli ordinamenti autonomi come quello sportivo e quindi non possono essere violati in nome dell’autonomia o della specificità. Quindi anche nelle giurisdizioni disciplinari sportive deve valere il principio del giusto processo.

Tuttosport  28.03.2020 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 9/9/2021 Alle 23:54, Montero non fa prigionieri ha scritto:

Finisce che Giraudo rientra nel mondo del calcio e se lo prende l'Inter..ghgh

Io credo non sia il suo obiettivo, che in realtà è solo quello di riabilitarsi, peccato non ci sia anche Moggi 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Rik Moore ha scritto:

Io credo non sia il suo obiettivo, che in realtà è solo quello di riabilitarsi, peccato non ci sia anche Moggi 

 

ricorso presentato anche da moggi. però non si hanno notizie al riguardo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 10/9/2021 Alle 07:47, juventudes ha scritto:

Gli hanno distrutto una carriera e manco lo aiutano in casa Juventus.

E' in ottimi rapporti con Andrea Agnelli, che lo ha definito un secondo padre per lui..

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

La pagina di Calciopoli rappresenta una delle massime vergogne dell'amministrazione della giustizia in Italia..

Non è la sola purtroppo..

Ma certi magistrati messi lì per diritto divino meriterebbero la condanna  a vita ai lavori forzati...

Gli farei spalare * fino alla fine dei loro giorni..

La vera casta degli intoccabili sono loro...

L'amministrazione della giustizia in questo paese è vergognosa...

 

  • Mi Piace 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, Mr. Bluff ha scritto:

E' in ottimi rapporti con Andrea Agnelli, che lo ha definito un secondo padre per lui..

Questo non lo sapevo, allora chiedo venia! 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nulla di clamoroso nella decisione del CEDU, le violazioni delle ingiustizie italiche sono state fin troppo evidenti. Di clamoroso c'è il fatto che i media nostrani non ne parlino, il sentimento popolare ancora vige ma attendo sulla riva del fiume.

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 minuti fa, vilos ha scritto:

Nulla di clamoroso nella decisione del CEDU, le violazioni delle ingiustizie italiche sono state fin troppo evidenti. Di clamoroso c'è il fatto che i media nostrani non ne parlino, il sentimento popolare ancora vige ma attendo sulla riva del fiume.

molti credo abbiano dovuto far ricorso ai sali.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 9/9/2021 Alle 23:45, jimmyw ha scritto:

Speriam solo non ci mettano altri 15 anni a decidere

se per ristabilire la verità e riavere anche solo uno dei 2 campionati, se non etrambi, sottratti ci vogliono altri 15 anni non è un problema. Che la corte in questione e giraudo vadano fino in alla fine!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 10/9/2021 Alle 00:15, caricato a panettoni ha scritto:

Sono passati 15 anni e ancora mi devono spiegare, prove alla mano, quale partita i dirigenti della Juventus abbiano truccato o tentato di truccare. 

 

L’unica intercettazione che somigliava molto ad un tentativo di truccare una partita era quella tra Facchetti e Pairetto ( quella del “4-4-4” ) .

Con il fatto che la corte abbia accolto Giraudo è sicuramente un fatto MOLTO importante poichè ribalterà Farsopoli e ci sono chance di riavere i due scudetti VINTI SUL CAMPO. La Juventus è sempre stata innocente , inter ha commesso reati e le prove ci SONO ma io, anzi in molti, siamo sicuri che l'Inda e qualche altra squadra abbia commesso MOLTI PIU' REATI (e con un nuovo processo son certo che verranno a galla altre cose!) e Farsopoli fu creata anche per NASCONDERE I REATI CHE HANNO COMMESSO INDA E NON SOLO!

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, lauberna ha scritto:

se per ristabilire la verità e riavere anche solo uno dei 2 campionati, se non etrambi, sottratti ci vogliono altri 15 anni non è un problema. Che la corte in questione e giraudo vadano fino in alla fine!

Giraudo ha 75 anni, Moggi 80 e passa.... lunga vita a loro... ma la "melina" a botte di dichiarazioni di incompetenza fatta in questi anni chiediti che fine aveva...

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, aiace ha scritto:

E questa la cosa divertente ... intanto gli toccherà riassegnare gli scudetti ingiustamente revocati e poi cominceranno a pregare Agnelli di ritirare i ricorsi. 

Ci sono troppe cose che non sappiamo ragazzi 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, straPavel ha scritto:

Ci sono troppe cose che non sappiamo ragazzi 

O che sappiamo, specie su come è stata condotta dalla “giustizia sportiva” italiana la vicenda. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Mr. Bluff ha scritto:

E' in ottimi rapporti con Andrea Agnelli, che lo ha definito un secondo padre per lui..

Il Sig.Dott. Girando non ha bisogno di nessun aiuto, amicizie si

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, jimmyw ha scritto:

Giraudo ha 75 anni, Moggi 80 e passa.... lunga vita a loro... ma la "melina" a botte di dichiarazioni di incompetenza fatta in questi anni chiediti che fine aveva...

sono daccordo con te. ma noi oltre ai due citati personaggi interessa la juve e la sua storia infangata dalla farsa. morti Giraudo e moggi la juve resta sempre è la sua storia va messa a posto. anche se questo vuol dire altri anni. magari i nostri posteri lo vedranno ma l'importante è fare giustizia x la nostra juve

  • Mi Piace 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Finora nella stragrande maggioranza dei casi i tribunali  dichiaravano di non essere competenti a giudicare questo caso. Non entravano nel merito perchè avrebbero dovuto dire che eravamo stati condannati senza prove.In una democrazia e nell'anno 2000 quel processo è stato una vergogna.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 10/9/2021 Alle 23:17, Steu ha scritto:

Non attribuisco alcuna autorità a questi 4 pagliacci che hanno fatto indagini, stabilito pene e creato nuove classifiche. Che si resetti tutto e si torni ai risultati sportivi conseguiti sul campo. Se qualcuno sbaglia che sia giudicato per le sue responsabilità personali.

Hai ragione, inda radiata

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.