Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

albin

Aspetto tecnico o mentale?

Recommended Posts

2 ore fa, Juventus969798<3 ha scritto:

Allora spiegami come mai anche Sarri e Pirlo hanno avuto le stesse difficoltà?? Pirlo ok è un esordiente, ma anche Sarri è un incompetente?? Il problema è lo scarso livello della squadra, che oltre ad essere scarsa è stata pure costruita senza criterio e senza un preciso progetto tecnico. L'allenatore non può farci niente se si ritrova un centrocampo da serie c e una rosa senza ne capo ne coda. La tattica sopperisce alla tecnica xxx? Le squadre che vincono campionati, coppe europee, mondiali hanno top player o comunque giocatori affidabili in tutti i ruoli. Che colpa ha Allegri se il portiere ha fatto 3 papere in 3 partite, non abbiamo terzini da non so quanti anni, non abbiamo centrocampisti, non abbiamo un centravanti da 25 goal e abbiamo una dirigenza completamente allo sbando? Trovami una squadra veramente scarsa che grazie alla tattica ha vinto qualcosa dai.. aspetto.. 

xxx gli errori progettuali e di scelte sono molteplici e passano da rose costruite male, assortite male, esoneri sbagliati (Sarri), contratti sbagliati a giocatori in età avanzata, rinnovi sbagliati e giocatori non funzionali alla ricerca di un determinato tipo di calcio.
Sarri ha vinto uno scudetto con quel mezzo campionato falsato dal covid e ha avuto difficoltà con una rosa con calciatori a fine carriera e con pancia piena. La società gli ha lasciato a disposizione 1 anno  soltanto e zero mercato.
Pirlo era un esordiente alla sua prima esperienza. Un esordiente, senza gavetta dove non ha dimostrato nulla non può essere la persona con la quale cominciare un progetto con un club come la Juventus. Non hai garanzie di riuscita, non sai su cosa giudicarlo.

Non ho mai detto che questa rosa con la tattica riuscirebbe a vincere lo scudetto o la Champions ma sicuramente un 4 posto potrebbe tranquillamente raggiungerlo. Lo scempio visto alla catenaccio e poi vediamo, con la rosa attuale, ti fa arrivare 10 invece che 4. 
Ho visto squadre modeste overperformare grazie ad Allenatori che ne costruivano meccanismi, schemi, posizioni, principi di gioco ben definiti. Atalanta, ad esempio. Italia di quest'estate, ad esempio. Juventus del primo anno di Conte, ad esempio.
Non sono squadre composte da giocatori mediocri, ma sicuramente imparagonabili a Francia o Inter e Juve degli anni scorsi.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
41 minuti fa, giampy_style ha scritto:

Questa è roba che Allegri ripete come motto puntualmente ad ogni sconfitta o pareggio che abbiamo subito in passato. Praticamente, come usa fare solitamente, sminuisce il suo mestiere e -a detta sua - lo riduce ad un semplice " devono passarsi il pallone bene e con precisione ". Classiche frasi tipo " ci è mancato l'ultimo passaggio". Ma come se lo spiega che in fase di possesso e di non possesso i giocatori non sanno a chi passarla? Non si vedono movimenti senza palla? Zero triangolazioni? Zero inserimenti? Zero verticalizzazioni? Zero pressing coordinato di squadra e non individuale (inutile)? Questa è roba TATTICA e non TECNICA e se LA TECNICA è SCARSA allora LA TATTICA VIENE IN AIUTO E SOPPERISCE ALLA TECNICA. Di esempi di quello che dico il calcio ne è pieno nella storia, non ultimo il nostro Europeo che sulla carta doveva vincerlo la Francia.

Il problema è che lo zoccolo duro che ti permetteva 3 anni fa di vincere lo scudetto è finito, i giocatori son andati in pensione, la rosa è stata smantellata ed ora devi ripartire da zero con giovani che hanno inevitabilmente bisogno di un'identità di gioco ben definita. A questi non puoi lasciare la stessa libertà che lasceresti ad un CR7 che sai che prima o poi con una fiammata ti risolverà la partita. Son finiti i bei tempi di quando Max campava di rendita con la rosa 100 volte superiore a chi arrivava secondo dietro di noi  in campionato. Ho paura che non ne sarà capace perché non è il tipo di Allenatore per un compito del genere.

Max in carriera è stato bravo e fortunato. Fortunato perché si è trovato con il milan di Ibra e Thiago Silva a vincere senza rivali e perché si è trovato in una Juventus, troppo superiore e che - causa aumento fatturato - riusciva ad investire verso campioni anno dopo anno aumentando un divario tecnico individuale impareggiabile per chi era secondo. 
Bravo perché comunque il suo ce lo metteva, riusciva ad avere giuste intuizioni nella lettura delle partite e dei suoi momenti attraverso accorgimenti tattici e cambi. 
Ma è finita la luna di miele, quei giocatori ai quali bastavano 3 minuti per risolvertela non esistono più 

come non quotarti.

 

Allegri parla di "tecnica" ogni 3x2, è un po' un disco rotto e certe volte mi viene il dubbio che pure lui non creda a quello che dice.

 

I problemi di sta Juve sono tanti e tali che non si risolvono semplicemente nella testa o nella qualità di certi giocatori.

 

E' evidente e palese che manca un progetto dirigenziale, si naviga a vista anno dopo anno da almeno 4 anni...la guida tecnica è cambiata 4 volte, adesso è ritornato Allegri con tutti i limiti che ha evidenziato l'amico qui sopra... questo si è tradotto in non avere una mentalità e una logica di squadra ben precisa visti i cambi alla guida tecnica.

 

Per quanto riguarda la squadra è un mix di grandi campioni ma che hanno dato il meglio, alcuni evidentemente appagati, altri giovani ancora inadatti a prendersi la squadra sulle spalle...i risultati deludenti stanno facendo il resto nell'abbassare l'autostima del gruppo. 

 

Per tornare competitivi ai massimi livelli (soprattutto in Europa) operazioni di "trucco" sulla facciata vecchia non servono...occorrono uomini nuovi (secondo me allenatore compreso)  investimenti sul mercato di rilievo (o quantomeno intelligenti e oculati) e bisogna capire chi ancora tra i calciatori ha da dare alla Juve e chi invece è giusto ci saluti.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Juventus969798<3 ha scritto:

Allora spiegami come mai anche Sarri e Pirlo hanno avuto le stesse difficoltà?? Pirlo ok è un esordiente, ma anche Sarri è un incompetente?? Il problema è lo scarso livello della squadra, che oltre ad essere scarsa è stata pure costruita senza criterio e senza un preciso progetto tecnico. L'allenatore non può farci niente se si ritrova un centrocampo da serie c e una rosa senza ne capo ne coda. La tattica sopperisce alla tecnica xxx? Le squadre che vincono campionati, coppe europee, mondiali hanno top player o comunque giocatori affidabili in tutti i ruoli. Che colpa ha Allegri se il portiere ha fatto 3 papere in 3 partite, non abbiamo terzini da non so quanti anni, non abbiamo centrocampisti, non abbiamo un centravanti da 25 goal e abbiamo una dirigenza completamente allo sbando? Trovami una squadra veramente scarsa che grazie alla tattica ha vinto qualcosa dai.. aspetto.. 

perché qualcosa sarà successo all’interno dello spogliatoio 

Share this post


Link to post
Share on other sites
48 minuti fa, giampy_style ha scritto:

Questa è roba che Allegri ripete come motto puntualmente ad ogni sconfitta o pareggio che abbiamo subito in passato. Praticamente, come usa fare solitamente, sminuisce il suo mestiere e -a detta sua - lo riduce ad un semplice " devono passarsi il pallone bene e con precisione ". Classiche frasi tipo " ci è mancato l'ultimo passaggio". Ma come se lo spiega che in fase di possesso e di non possesso i giocatori non sanno a chi passarla? Non si vedono movimenti senza palla? Zero triangolazioni? Zero inserimenti? Zero verticalizzazioni? Zero pressing coordinato di squadra e non individuale (inutile)? Questa è roba TATTICA e non TECNICA e se LA TECNICA è SCARSA allora LA TATTICA VIENE IN AIUTO E SOPPERISCE ALLA TECNICA. Di esempi di quello che dico il calcio ne è pieno nella storia, non ultimo il nostro Europeo che sulla carta doveva vincerlo la Francia.

Il problema è che lo zoccolo duro che ti permetteva 3 anni fa di vincere lo scudetto è finito, i giocatori son andati in pensione, la rosa è stata smantellata ed ora devi ripartire da zero con giovani che hanno inevitabilmente bisogno di un'identità di gioco ben definita. A questi non puoi lasciare la stessa libertà che lasceresti ad un CR7 che sai che prima o poi con una fiammata ti risolverà la partita. Son finiti i bei tempi di quando Max campava di rendita con la rosa 100 volte superiore a chi arrivava secondo dietro di noi  in campionato. Ho paura che non ne sarà capace perché non è il tipo di Allenatore per un compito del genere.

Max in carriera è stato bravo e fortunato. Fortunato perché si è trovato con il milan di Ibra e Thiago Silva a vincere senza rivali e perché si è trovato in una Juventus, troppo superiore e che - causa aumento fatturato - riusciva ad investire verso campioni anno dopo anno aumentando un divario tecnico individuale impareggiabile per chi era secondo. 
Bravo perché comunque il suo ce lo metteva, riusciva ad avere giuste intuizioni nella lettura delle partite e dei suoi momenti attraverso accorgimenti tattici e cambi. 
Ma è finita la luna di miele, quei giocatori ai quali bastavano 3 minuti per risolvertela non esistono più 

Ho finito i like. La penso esattamente come te. E ti dico che basterebbe decidere di giocare un pò più propositivi e non di mandare in campo la squadra col mantra "stiamo compatti dietro la linea del pallone". Ma ho perso le speranze. Questo qui ha visto la chiamata dopo Sarri/Pirlo come la sua rivincita personale e non si metterà mai in discussione. Colpa di Agnelli che si è fatto prendere dalla nostalgia dell'amicone dei tempi andati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
58 minuti fa, giampy_style ha scritto:

Questa è roba che Allegri ripete come motto puntualmente ad ogni sconfitta o pareggio che abbiamo subito in passato. Praticamente, come usa fare solitamente, sminuisce il suo mestiere e -a detta sua - lo riduce ad un semplice " devono passarsi il pallone bene e con precisione ". Classiche frasi tipo " ci è mancato l'ultimo passaggio". Ma come se lo spiega che in fase di possesso e di non possesso i giocatori non sanno a chi passarla? Non si vedono movimenti senza palla? Zero triangolazioni? Zero inserimenti? Zero verticalizzazioni? Zero pressing coordinato di squadra e non individuale (inutile)? Questa è roba TATTICA e non TECNICA e se LA TECNICA è SCARSA allora LA TATTICA VIENE IN AIUTO E SOPPERISCE ALLA TECNICA. Di esempi di quello che dico il calcio ne è pieno nella storia, non ultimo il nostro Europeo che sulla carta doveva vincerlo la Francia.

Il problema è che lo zoccolo duro che ti permetteva 3 anni fa di vincere lo scudetto è finito, i giocatori son andati in pensione, la rosa è stata smantellata ed ora devi ripartire da zero con giovani che hanno inevitabilmente bisogno di un'identità di gioco ben definita. A questi non puoi lasciare la stessa libertà che lasceresti ad un CR7 che sai che prima o poi con una fiammata ti risolverà la partita. Son finiti i bei tempi di quando Max campava di rendita con la rosa 100 volte superiore a chi arrivava secondo dietro di noi  in campionato. Ho paura che non ne sarà capace perché non è il tipo di Allenatore per un compito del genere.

Max in carriera è stato bravo e fortunato. Fortunato perché si è trovato con il milan di Ibra e Thiago Silva a vincere senza rivali e perché si è trovato in una Juventus, troppo superiore e che - causa aumento fatturato - riusciva ad investire verso campioni anno dopo anno aumentando un divario tecnico individuale impareggiabile per chi era secondo. 
Bravo perché comunque il suo ce lo metteva, riusciva ad avere giuste intuizioni nella lettura delle partite e dei suoi momenti attraverso accorgimenti tattici e cambi. 
Ma è finita la luna di miele, quei giocatori ai quali bastavano 3 minuti per risolvertela non esistono più 

ma per favore.. prova a ricordare le partite del Cagliari di Allegri... PRIMA di Silva e Ibra. 

Tu  non sai di che parli.

IL MATERIALE È QUELLO CHE È.

Quando eravamo competitivi su tre fronti (cioè avevamo giocatori forti in perenne precario equilibrio fisico e la rosa più vecchia della CL) il segreto era riuscire a far giocare ai migliori più minuti possibili. E Allegri faceva quello. 

 

Adesso abbiamo gente che non sa cosa fare in campo. FORSE è davvero gente che renderebbe a mille solo sotto un allenatore che gli dice... vai fino qua, poi di la, poi di qua...  passala, tira, dribla, girati avanza, rincula, respira, sbatti le palpebre...  (ESEMPIO CONCRETO: BENTANCUR con Sarri)

E allora penso che Allegri dovrà piano piano entrare in "modalitá Cagliari" visto che la Juventus A) è  in media da retrocessione B) ha una rosa da lato destro

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Juventus969798<3 ha scritto:

Allora spiegami come mai anche Sarri e Pirlo hanno avuto le stesse difficoltà?? Pirlo ok è un esordiente, ma anche Sarri è un incompetente?? Il problema è lo scarso livello della squadra, che oltre ad essere scarsa è stata pure costruita senza criterio e senza un preciso progetto tecnico. L'allenatore non può farci niente se si ritrova un centrocampo da serie c e una rosa senza ne capo ne coda. La tattica sopperisce alla tecnica xxx? Le squadre che vincono campionati, coppe europee, mondiali hanno top player o comunque giocatori affidabili in tutti i ruoli. Che colpa ha Allegri se il portiere ha fatto 3 papere in 3 partite, non abbiamo terzini da non so quanti anni, non abbiamo centrocampisti, non abbiamo un centravanti da 25 goal e abbiamo una dirigenza completamente allo sbando? Trovami una squadra veramente scarsa che grazie alla tattica ha vinto qualcosa dai.. aspetto.. 

Sarri non ha fatto per niente male, basta co questa mistificazione. La squadra si afflosciò nell'ultima parte dopo aver praticamente vinto lo scudo e poi è successo qualcosa a livello di rapporti. Ma con Sarri abbiamo demolito 2 volte l'Inter di conte e abbiamo sempre avuto un'identità di gioco anche se imperfetta. 

Allegri ha la colpa di essere uno speculatore, il vate dell'anticalcio. Questa squadra non è scarsa come dici e dovrebbe aver avuto 7 punti non 1. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

e' tutta una questione mentale. i giocatori,singolarmente, sono forti(lo dicono le nazionali).il problema è che non riusciamo a metterli assieme. il milan, per esempio, non è più forte di noi.ma è messo bene in campo.stesso modulo da 2 anni. stessa spina dorsale (kjaer-kessie-ibra). noi continuiamo a cambiare,uomini e moduli. e per questo allegri col suo feticismo per gli esperimenti, è il peggio possibile. per quanto lo odi,l'unico che potrebbe ridare forma a questa massa è COnte.l'unico che darebbe agli avversari la paura di affrontarci. di sapere che se gli va benissimo,non bene, pareggiano. allegri è un gestore, da sempre. non sa costruire

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, IoBiancoNero ha scritto:

ma per favore.. prova a ricordare le partite del Cagliari di Allegri... PRIMA di Silva e Ibra. 

Tu  non sai di che parli.

IL MATERIALE È QUELLO CHE È.

Quando eravamo competitivi su tre fronti (cioè avevamo giocatori forti in perenne precario equilibrio fisico e la rosa più vecchia della CL) il segreto era riuscire a far giocare ai migliori più minuti possibili. E Allegri faceva quello. 

 

Adesso abbiamo gente che non sa cosa fare in campo. FORSE è davvero gente che renderebbe a mille solo sotto un allenatore che gli dice... vai fino qua, poi di la, poi di qua...  passala, tira, dribla, girati avanza, rincula, respira, sbatti le palpebre...  (ESEMPIO CONCRETO: BENTANCUR con Sarri)

E allora penso che Allegri dovrà piano piano entrare in "modalitá Cagliari" visto che la Juventus A) è  in media da retrocessione B) ha una rosa da lato destro

mi spieghi una cosa...ammesso che la tua valutazione sia giusta (e per me non lo è) perché a inizio anno Allegri e dirigenza hanno parlato di rosa competitiva e di obiettivo scudetto?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, PensieroUnico ha scritto:

Allegri parla di "tecnica" ogni 3x2, è un po' un disco rotto e certe volte mi viene il dubbio che pure lui non creda a quello che dice.

Quante volte nel calcio abbiamo visto giocatori mediocri diventare buoni od ottimi in contesti di gioco dove ogni  elemento sapeva cosa fare? Qui non si parla di avere una rosa di campioni come anni fa. La situazione economico finanziaria è quella che è, son finiti i tempi di 100 mln a Cristiano Ronaldo, il covid e quest'investimento ci ha tagliato le gambe. Almeno iniziamo a costruire qualcosa, un identità con i giovani che abbiamo, con calma, ridimensioniamo gli obiettivi perchè oggettivamente non puoi competere per lo scudetto, ma diamoci obiettivi concreti, fattibili, sul valore attuale della rosa. Magari riesci a panchinare Morata attraverso Kean, gli fai fare 17 gol e l'anno prossimo con qualche altro giovane con potenziale a centrocampo renderà ancor di più. Io non credo che Kaio Jorge, Kean, Kulu, Arthur, Mckennie, Pellegrini, Ihattaren, Dragusin, Fagioli etc, facciano così schifo. Sono giovani, oggi ti faranno una partita di *, domani una fenomenale. Hanno bisogno di certezze, di un identità, di un gioco solido dove poter affidarsi, posizioni certe. I giovani della juve hanno potenziale, non fanno schifo. Facciamoli crescere, creiamoci la nostra Masia con l'U23, una filosofia che non sia di un calcio degli anni 60. Un Pogba si inserì in una rosa fenomenale, collaudata, non in queste incertezze.  Un bel gioco fatto di movimenti senza palla con i giovani puoi farlo, hanno più disponibilità di corsa, vogliono meno la palla sui piedi, ti ascoltano di più per affermarsi. Magari non vincerai lo scudetto quest'anno, non lo vincerai il prossimo, ma prima o poi questi saranno maturi per ricominciare un ciclo vincente. Mi pare che le intenzioni societarie siano queste, ma che le applichino sul serio e non si facciano trasportare dall'emotività dei risultati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando perdi a Torino contro l'Empoli che poi perde contro il Venezia neopromosso... Vuol dire che è un problema mentale, o davvero qualcuno pensa che siamo più scarsi del Venezia?

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, IoBiancoNero ha scritto:

ma per favore.. prova a ricordare le partite del Cagliari di Allegri... PRIMA di Silva e Ibra. 

Tu  non sai di che parli.

IL MATERIALE È QUELLO CHE È.

Quando eravamo competitivi su tre fronti (cioè avevamo giocatori forti in perenne precario equilibrio fisico e la rosa più vecchia della CL) il segreto era riuscire a far giocare ai migliori più minuti possibili. E Allegri faceva quello. 

 

Adesso abbiamo gente che non sa cosa fare in campo. FORSE è davvero gente che renderebbe a mille solo sotto un allenatore che gli dice... vai fino qua, poi di la, poi di qua...  passala, tira, dribla, girati avanza, rincula, respira, sbatti le palpebre...  (ESEMPIO CONCRETO: BENTANCUR con Sarri)

E allora penso che Allegri dovrà piano piano entrare in "modalitá Cagliari" visto che la Juventus A) è  in media da retrocessione B) ha una rosa da lato destro

Perdonami abbiamo forse qualche problema con la comprensione del testo perché stiamo dicendo la stessa cosa.
Il materiale è quello che è oggi. Domani potrà essere migliore perchè parliamo di gente che ha 20 anni e non 30. I ragazzi hanno potenziale e personalmente vedo che ne hanno. Oggi sembrano mediocri perchè è 1000 volte più difficile affermarsi e rendere bene in una squadra senza spina dorsale che esordire in una squadra composta da campioni che ti fanno esaltare e coprire gli errori di gioventù che puoi commettere.
Quando eravamo competitivi su tre fronti la squadra andava quasi col pilota automatico e con fiammate di singoli fuoriclasse che con una punizione, un azione personale o in duetto te la risolvevano. Poche erano le azioni frutto di un gioco corale e che fosse effettivo di "squadra".
 

 

14 minuti fa, IoBiancoNero ha scritto:

Adesso abbiamo gente che non sa cosa fare in campo. FORSE è davvero gente che renderebbe a mille solo sotto un allenatore che gli dice... vai fino qua, poi di la, poi di qua...  passala, tira, dribla, girati avanza, rincula, respira, sbatti le palpebre...  (ESEMPIO CONCRETO: BENTANCUR con Sarri)

Ecco, quello che dico io. Allegri secondo te è allenatore del genere? IMHO, no. Col Cagliari lo faceva? Bene, che torni l'Allegri di Cagliari e non quello che doveva gestire Khedira, Matuidi, Pogba, Vidal, Pirlo, Marchisio e la BBC.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, giampy_style ha scritto:

Quante volte nel calcio abbiamo visto giocatori mediocri diventare buoni od ottimi in contesti di gioco dove ogni  elemento sapeva cosa fare? Qui non si parla di avere una rosa di campioni come anni fa. La situazione economico finanziaria è quella che è, son finiti i tempi di 100 mln a Cristiano Ronaldo, il covid e quest'investimento ci ha tagliato le gambe. Almeno iniziamo a costruire qualcosa, un identità con i giovani che abbiamo, con calma, ridimensioniamo gli obiettivi perchè oggettivamente non puoi competere per lo scudetto, ma diamoci obiettivi concreti, fattibili, sul valore attuale della rosa. Magari riesci a panchinare Morata attraverso Kean, gli fai fare 17 gol e l'anno prossimo con qualche altro giovane con potenziale a centrocampo renderà ancor di più. Io non credo che Kaio Jorge, Kean, Kulu, Arthur, Mckennie, Pellegrini, Ihattaren, Dragusin, Fagioli etc, facciano così schifo. Sono giovani, oggi ti faranno una partita di *, domani una fenomenale. Hanno bisogno di certezze, di un identità, di un gioco solido dove poter affidarsi, posizioni certe. I giovani della juve hanno potenziale, non fanno schifo. Facciamoli crescere, creiamoci la nostra Masia con l'U23, una filosofia che non sia di un calcio degli anni 60. Un Pogba si inserì in una rosa fenomenale, collaudata, non in queste incertezze.  Un bel gioco fatto di movimenti senza palla con i giovani puoi farlo, hanno più disponibilità di corsa, vogliono meno la palla sui piedi, ti ascoltano di più per affermarsi. Magari non vincerai lo scudetto quest'anno, non lo vincerai il prossimo, ma prima o poi questi saranno maturi per ricominciare un ciclo vincente. Mi pare che le intenzioni societarie siano queste, ma che le applichino sul serio e non si facciano trasportare dall'emotività dei risultati.

Bah, io non ne sarei così sicuro delle intenzioni eh.

 

Il problema è che il richiamo di Allegri è stata una restaurazione a tutti gli effetti...si è praticamente cercato di ricreare il gruppo che c'era, con i richiami di Rugani, Kean, De Sciglio...a momenti tornava pure Pjanic....si è data per l'ennesima volta fiducia a fedelissimi del vecchio ciclo ma che sono bolliti (tipo Sandro, impresentabile da due anni e più, come pure Szczesny).

 

Tutto ciò mi porta a dire che non esiste un "progetto giovani" nella Juve, semplicemente la rosa è stata svecchiata per evidenti motivi di bilancio...esiste invece un "progetto Allegri" che si riassume nella figura stessa del tecnico (secondo me palesemente sopravvalutato) e nel contratto faraonico che la società gli ha garantito.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dicono sempre che è un problema di testa perché quello può migliorare, l'aspetto tecnico no. Una squadra che gioca bene tecnicamente si vede, non si butta da sola dentro i palloni. Non crea occasioni solo di rimessa, ma fa il proprio gioco. Per me Allegri sta mettendo tutti dietro la linea della palla per iniziare prima di tutto a non prendere più gol, poi piano piano a farli, ed è ovvio che faccia così, cerca di dare dei punti di riferimento alla squadra e con il materiale che ha fa anche bene, questa è una squadra che ha 2 fonti di gioco, dybala e bonucci. Pochino...

Share this post


Link to post
Share on other sites
53 minuti fa, MicheleRoy ha scritto:

Spesso i nostri giocatori a centrocampo non sanno cosa fare con la palla, sempre a centrocampo senza palla non si muovono, non sanno penetrare in area, non forniscono assist, non segnano.

Queste sono lacune tattiche, non tecniche. Le lacune tecniche sono: sbagliare un tiro, sbagliare uno stop, un dribbling, un contrasto, un colpo di testa, una punizione. Quelle son lacune tecniche che sono da curare individualmente col giocatore attraverso i collaboratori tecnici di Allegri quando li vedi fare esercizi di punizioni, tiro o di attacco vs difesa (1vs2).

Le lacune tattiche sono quelle che cura prettamente l'allenatore. Se i nostri non sanno a chi passarla è perché evidentemente non gli viene fornita una linea di passaggio semplice ad un compagno, perchè forse il compagno non si smarca o non lo fa bene con i tempi giusti perché forse non si trovano soluzioni tra le linee. Queste sono tutte cose che un allenatore dovrebbe curare e nelle quali, soprattutto dopo la riconquista del pallone, pecchiamo. Non abbiamo una fase offensiva organizzata da tantissimo tempo. Non vedo una triangolazione, una verticalizzazione, un movimento senza palla a smarcarsi da una vita. Sbagli questo? Perdi il pallone perché sbagli il passaggio perché sei pressato, non vedi linee di passaggio semplici perché si è statici sulle proprie posizioni ad aspettare la palla con passaggi fatti ad 1 km/h, devi puntualmente inventarti giocate complesse  ad alto rischio, fai un possesso sterile fine a sé stesso. Il famoso Tiki Taka era finalizzato sempre a triangolazioni che portassero alla finalizzazione dell'azione con un tiro in porta. Non era "solo" passarsi il pallone a sinistra e a destra a 1 km/h come ci è capitato di fare in passato dove non concludevamo nulla a difesa schierata. Avevamo giocatori inadatti, volevano tutti il pallone sui piedi, avevamo principi di gioco di allegriana memoria. Adesso abbiamo giovani, giovani che potrebbero correre negli spazi se solo gli si dica come farlo, quando farlo e dove farlo. Poi se saranno brocchi o Iniesta e Xavi lo dirà il tempo, ma almeno proviamo a costruire un identità, sviluppiamo il loro eventuale potenziale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

comunque scusate eh, ma se la gente non sa cosa fare in campo, oltre che sono scarsi e senza attributi è anche perché in allenamento si lavora male, a meno che non crediamo che gli allenatori siano dei cyborg che appaiono solo il giorno della partita 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una cosa non esclude l'altra. Anzi sono consequenziali: se sei scarso o inesperto é piú facile che nei momenti bui sbraghi anche a livello mentale e psicologico. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
31 minuti fa, PensieroUnico ha scritto:

mi spieghi una cosa...ammesso che la tua valutazione sia giusta (e per me non lo è) perché a inizio anno Allegri e dirigenza hanno parlato di rosa competitiva e di obiettivo scudetto?

MARKETING.

EDIT

AMMESSO CHE SIANO TUTTI AL 100% e siano tutti concentrati e sul pezzo... possiamo essere competitivi.

Ma deve andare proprio TUTTO bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Juventus di Antonio Conte del 2011-12 avrebbe potuto correre pure 125km complessivi a partita (una cosa sovraumana) e senza Pirlo e Vidal non avrebbe comunque vinto niente.

Sono passati tre anni, non vi entra in testa, adesso la cura di tutti i mali per alcuni è diventata Arthur.

Magari è vero, magari rientra e improvvisamente diventa Xavi 2 e al suo fianco Mckennie diventa Vidal 2. Magari no.

 

1 minuto fa, umbez ha scritto:

Dicono sempre che è un problema di testa perché quello può migliorare, l'aspetto tecnico no. Una squadra che gioca bene tecnicamente si vede, non si butta da sola dentro i palloni. Non crea occasioni solo di rimessa, ma fa il proprio gioco. Per me Allegri sta mettendo tutti dietro la linea della palla per iniziare prima di tutto a non prendere più gol, poi piano piano a farli, ed è ovvio che faccia così, cerca di dare dei punti di riferimento alla squadra e con il materiale che ha fa anche bene, questa è una squadra che ha 2 fonti di gioco, dybala e bonucci. Pochino...

Bingo.

 

Adesso, Manny Calavera ha scritto:

Una cosa non esclude l'altra. Anzi sono consequenziali: se sei scarso o inesperto é piú facile che nei momenti bui sbraghi anche a livello mentale e psicologico. 

 

Idem.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, AlvaritoCR93(Arturo) ha scritto:

comunque scusate eh, ma se la gente non sa cosa fare in campo, oltre che sono scarsi e senza attributi è anche perché in allenamento si lavora male, a meno che non crediamo che gli allenatori siano dei cyborg che appaiono solo il giorno della partita

Bravissimo e questi non sono errori TECNICI ma TATTICI. Indoviniamo: chi cura la parte tattica di una squadra? Claudio Filippi? No. Maurizio Trombetta? No. E chi? Allegri e Landucci.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.