Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

albin

Aspetto tecnico o mentale?

Recommended Posts

2 ore fa, J Solo ha scritto:

Io vorrei solo capire il perchè i nostri appaiono sempre fuori forma da settembre a maggio passando per Natale.

 

Ok, sono scarsi.

Ma possibile che non si riesca a trovare un Cristiano che riesca a farli correre, almeno come l'Empoli?

l'anno scorso correvano 90 minuti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

guardate i lanci di Locatelli, le ali e gli attaccanti aspettavano la palla invece di andargli incontro ed il difensore interveniva senza che nessuno lo contrastasse. E' mentale o tecnico il problema? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, robros ha scritto:

Su questo sono meno d'accordo. Il modulo di gioco potrebbe rimanere simile, 433, anche se ovviamente con protagonisti che hanno diverse caratteristiche. Ovvio non con lo stesso valore, stiamo parlando di ruolo.

 

Qui invece c'è un disorientamento psicologico che dimostra che prima c'erano gli stessi problemi ma i giocatori si erano adagiati a nascondersi dietro Ronaldo, che faceva tutto lui. Trovandosi a dover andare loro in prima linea, diciamo così, e non avendo più la foglia di fico, vanno in confusione. Problema essenzialmente caratteriale, mentale, non tattico.

Ma sai la questione a mio parere, non è tanto il modulo (magari mi sono espresso male io) ma proprio il modo di giocare. Con Ronaldo il gioco è "passa la palla a Ronaldo che prima o poi segna". Senza Ronaldo è proprio un altro gioco dove nessuno può sostituirsi a lui, nel senso che nessuno garantisce la sua media realizzativa. Allora devi creare un modo nuovo di finalizzare dove TUTTI (dal centrocampo in su ) si devono prendere maggiori responsabilità in fase di finalizzazione. In questo dico che il "modulo di gioco" deve cambiare, nel senso che bisogna smettere di considerarsi monoterminale e creare nuovi modi per arrivare in porta. Un modo diverso di presidiare l'area e di arrivare al tiro.   

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, FuoriDalCoro ha scritto:

Onestamente non so quali discorsi possa fare o non fare qualsiasi dirigenza con un calciatore come Ronaldo. Non è un atto di difesa della nostra dirigenza semplicemente una presa d'atto che Ronaldo è un calciatore "differente ". La discussione su Ronaldo potrebbe essere infinita  .   Oggi si tratta di ricostruire. Paradossalmente dico che questo sarebbe stato l'anno giusto per un Sarri alla Juve. Criticai aspramente il suo arrivo non ritenendolo allora la scelta giusta. Che te ne fai di un allenatore ossessionato dal "modulo" quando in squadra hai Ronaldo? Oggi il modulo potrebbe dare maggiori sicurezze ad una squadra impaurita, scopertasi debole individualmente.... Ma questo è un altro discorso. Pur nondimeno Allegri è mister pragmatico che, credo, saprà trovare il bandolo di questa matassa intricata ed amalgamare on un modo nuovo un organico Oggi piuttosto sfilacciato 

quanto è vero quello che dici.

la rabbia è doppia.

e magari ci saremmo tenuti demiral e chiuso con il chiellini da calciatore.

è veramente paradossale la situazione, non ne usciamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dal punto di vista tecnico questa rosa, rispetto alle juve precedenti è sicuramente più scarsa.

 

Ma questa rosa non può essere più scarsa di quelle di Inter, Milan, Napoli, Roma....Empoli e Udinese

 

Per cui il problema è tutto mentale:

- non esiste un leader a cui aggrapparsi

- non esiste cattiveria agonistica

- non esiste voglia di giocare da squadra

- quando le cose cominciano a girar male, nessuno è in grado di ribaltare la situazione e ogni episodio negativo non fa altro che aumentare la negatività in loop continuo

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, stefanobet77 ha scritto:

Dal punto di vista tecnico questa rosa, rispetto alle juve precedenti è sicuramente più scarsa.

 

Ma questa rosa non può essere più scarsa di quelle di Inter, Milan, Napoli, Roma....Empoli e Udinese

 

Per cui il problema è tutto mentale:

- non esiste un leader a cui aggrapparsi

- non esiste cattiveria agonistica

- non esiste voglia di giocare da squadra

- quando le cose cominciano a girar male, nessuno è in grado di ribaltare la situazione e ogni episodio negativo non fa altro che aumentare la negatività in loop continuo

Infatti in questo momento la squadra dà la netta sensazione di essere incapace di reagire alle avversità...contro l'Empoli avevamo 70 minuti di tempo per pareggiarla e ribaltarla, ma non si è vista nessuna cattiveria agonistica...la mia paura per domani sera è proprio questa, di prendere un golletto nei primi 45' e di non riuscire a recuperarla

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema è innanzitutto mentale. La scorsa stagione come l’inizio dell’attuale, è pesantemente condizionata da una serie di errori individuali e imbarazzanti non giustificabili a certi livelli. Non ci sono con la testa e questo è un problema ancora più grande di quello tecnico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche secondo me è puramente tecnico , anche perchè poi li vedi nelle rispettive Nazionali e cambiano atteggiamento .

Bisognerebbe chiedersi il perchè.

Probabilmente ci sono malumori all'interno dello spogliatoio , anche per quello Ronaldo è andato via .

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 ore fa, giampy_style ha scritto:

xxx gli errori progettuali e di scelte sono molteplici e passano da rose costruite male, assortite male, esoneri sbagliati (Sarri), contratti sbagliati a giocatori in età avanzata, rinnovi sbagliati e giocatori non funzionali alla ricerca di un determinato tipo di calcio.
Sarri ha vinto uno scudetto con quel mezzo campionato falsato dal covid e ha avuto difficoltà con una rosa con calciatori a fine carriera e con pancia piena. La società gli ha lasciato a disposizione 1 anno  soltanto e zero mercato.
Pirlo era un esordiente alla sua prima esperienza. Un esordiente, senza gavetta dove non ha dimostrato nulla non può essere la persona con la quale cominciare un progetto con un club come la Juventus. Non hai garanzie di riuscita, non sai su cosa giudicarlo.

Non ho mai detto che questa rosa con la tattica riuscirebbe a vincere lo scudetto o la Champions ma sicuramente un 4 posto potrebbe tranquillamente raggiungerlo. Lo scempio visto alla catenaccio e poi vediamo, con la rosa attuale, ti fa arrivare 10 invece che 4. 
Ho visto squadre modeste overperformare grazie ad Allenatori che ne costruivano meccanismi, schemi, posizioni, principi di gioco ben definiti. Atalanta, ad esempio. Italia di quest'estate, ad esempio. Juventus del primo anno di Conte, ad esempio.
Non sono squadre composte da giocatori mediocri, ma sicuramente imparagonabili a Francia o Inter e Juve degli anni scorsi.

Ecco un altro fan boy del parrucchino. Quello che usciva dalla champions ai gironi col Galatasaray, mentre Allegri l'anno dopo ci portava in finale.. questo non è "overperformare"??? Parli di catenaccio ma col Napoli ci mancavano tutti i migliori e nonostante tutto abbiamo fatto delle ottime ripartenze. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tecnico, il nostro centrocampo fa semplicemente schifo. L'unico modo per. Fare decentemente e diminuire all'osso il numero dei nostri cc. Fare una mediana a 2 con i meno peggio (Locatelli e arthur quando torna) e riempire l'11 di esterni. 

 

De Ligt Bonucci Chiellini 

Cuadrado Arthur Locatelli Sandro

Dybala Morata Chiesa

 

Farli giocare insieme.l con continuità così che trovino automatismi e sperare che non si rompono (cosa impossibile alla Juve) 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sembra come se tutta la squadra pensasse: ok, non ci stiamo capendo nulla ma forse ci pensa Ronaldo. Ora non hanno nemmeno quello spiraglio, e brancolano o pascolano nelle nebbie più fitte. Oddio e ora cosa facciamo? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 12/9/2021 Alle 23:23, giampy_style ha scritto:

Questa è roba che Allegri ripete come motto puntualmente ad ogni sconfitta o pareggio che abbiamo subito in passato. Praticamente, come usa fare solitamente, sminuisce il suo mestiere e -a detta sua - lo riduce ad un semplice " devono passarsi il pallone bene e con precisione ". Classiche frasi tipo " ci è mancato l'ultimo passaggio". Ma come se lo spiega che in fase di possesso e di non possesso i giocatori non sanno a chi passarla? Non si vedono movimenti senza palla? Zero triangolazioni? Zero inserimenti? Zero verticalizzazioni? Zero pressing coordinato di squadra e non individuale (inutile)? Questa è roba TATTICA e non TECNICA e se LA TECNICA è SCARSA allora LA TATTICA VIENE IN AIUTO E SOPPERISCE ALLA TECNICA. Di esempi di quello che dico il calcio ne è pieno nella storia, non ultimo il nostro Europeo che sulla carta doveva vincerlo la Francia.

Il problema è che lo zoccolo duro che ti permetteva 3 anni fa di vincere lo scudetto è finito, i giocatori son andati in pensione, la rosa è stata smantellata ed ora devi ripartire da zero con giovani che hanno inevitabilmente bisogno di un'identità di gioco ben definita. A questi non puoi lasciare la stessa libertà che lasceresti ad un CR7 che sai che prima o poi con una fiammata ti risolverà la partita. Son finiti i bei tempi di quando Max campava di rendita con la rosa 100 volte superiore a chi arrivava secondo dietro di noi  in campionato. Ho paura che non ne sarà capace perché non è il tipo di Allenatore per un compito del genere.

Max in carriera è stato bravo e fortunato. Fortunato perché si è trovato con il milan di Ibra e Thiago Silva a vincere senza rivali e perché si è trovato in una Juventus, troppo superiore e che - causa aumento fatturato - riusciva ad investire verso campioni anno dopo anno aumentando un divario tecnico individuale impareggiabile per chi era secondo. 
Bravo perché comunque il suo ce lo metteva, riusciva ad avere giuste intuizioni nella lettura delle partite e dei suoi momenti attraverso accorgimenti tattici e cambi. 
Ma è finita la luna di miele, quei giocatori ai quali bastavano 3 minuti per risolvertela non esistono più 

Applausi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 12/9/2021 Alle 23:23, giampy_style ha scritto:

Questa è roba che Allegri ripete come motto puntualmente ad ogni sconfitta o pareggio che abbiamo subito in passato. Praticamente, come usa fare solitamente, sminuisce il suo mestiere e -a detta sua - lo riduce ad un semplice " devono passarsi il pallone bene e con precisione ". Classiche frasi tipo " ci è mancato l'ultimo passaggio". Ma come se lo spiega che in fase di possesso e di non possesso i giocatori non sanno a chi passarla? Non si vedono movimenti senza palla? Zero triangolazioni? Zero inserimenti? Zero verticalizzazioni? Zero pressing coordinato di squadra e non individuale (inutile)? Questa è roba TATTICA e non TECNICA e se LA TECNICA è SCARSA allora LA TATTICA VIENE IN AIUTO E SOPPERISCE ALLA TECNICA. Di esempi di quello che dico il calcio ne è pieno nella storia, non ultimo il nostro Europeo che sulla carta doveva vincerlo la Francia.

Il problema è che lo zoccolo duro che ti permetteva 3 anni fa di vincere lo scudetto è finito, i giocatori son andati in pensione, la rosa è stata smantellata ed ora devi ripartire da zero con giovani che hanno inevitabilmente bisogno di un'identità di gioco ben definita. A questi non puoi lasciare la stessa libertà che lasceresti ad un CR7 che sai che prima o poi con una fiammata ti risolverà la partita. Son finiti i bei tempi di quando Max campava di rendita con la rosa 100 volte superiore a chi arrivava secondo dietro di noi  in campionato. Ho paura che non ne sarà capace perché non è il tipo di Allenatore per un compito del genere.

Max in carriera è stato bravo e fortunato. Fortunato perché si è trovato con il milan di Ibra e Thiago Silva a vincere senza rivali e perché si è trovato in una Juventus, troppo superiore e che - causa aumento fatturato - riusciva ad investire verso campioni anno dopo anno aumentando un divario tecnico individuale impareggiabile per chi era secondo. 
Bravo perché comunque il suo ce lo metteva, riusciva ad avere giuste intuizioni nella lettura delle partite e dei suoi momenti attraverso accorgimenti tattici e cambi. 
Ma è finita la luna di miele, quei giocatori ai quali bastavano 3 minuti per risolvertela non esistono più 

Ma piantala di dire caxxate ... ALLEGRI è il Miglior allenatore ITALIANO come esperienza e risultati , ha fatto BENISSIMO DA CAGLIARI ALLA JUVE ,e ha dimostratodi essere un genio portando un Milan scandaloso al 4 posto .... poi se non ti piace è un altro discorso , ma dobbiamo finirla di riempire le pagine di caxxate per screditare gente che sulla carta ha dimostrato il suo valore .... siete il male non solo della juve ma del calcio ....

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, massy586 ha scritto:

Ma piantala di dire caxxate ... ALLEGRI è il Miglior allenatore ITALIANO come esperienza e risultati , ha fatto BENISSIMO DA CAGLIARI ALLA JUVE ,e ha dimostratodi essere un genio portando un Milan scandaloso al 4 posto .... poi se non ti piace è un altro discorso , ma dobbiamo finirla di riempire le pagine di caxxate per screditare gente che sulla carta ha dimostrato il suo valore .... siete il male non solo della juve ma del calcio ....

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 12/9/2021 Alle 23:23, giampy_style ha scritto:

Max in carriera è stato bravo e fortunato. Fortunato perché si è trovato con il milan di Ibra e Thiago Silva a vincere senza rivali e perché si è trovato in una Juventus, troppo superiore e che - causa aumento fatturato - riusciva ad investire verso campioni anno dopo anno aumentando un divario tecnico individuale impareggiabile per chi era secondo. 
Bravo perché comunque il suo ce lo metteva, riusciva ad avere giuste intuizioni nella lettura delle partite e dei suoi momenti attraverso accorgimenti tattici e cambi. 

Concordo al 100%. Ha allenato (o forse meglio dire gestito) le squadre più forti del torneo ma ha anche avuto spessissimo intuizioni geniali nei cambi in corsa e nella gestione  dei momenti della partita, per questi 2 aspetti probabilmente è uno dei migliori allenatori in circolazione.

Adesso invece dovrà ricostruire quasi da zero dando anche una chiara impostazione di gioco (credo che l'ultima volta che abbia allenato nel vero senso della parola fosse a Cagliari, e quel Cagliari giocava bene).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tecnico ragazzi, tecnico

Ronaldo ha in parte mascherato (per la verità solo per 2 anni) il fatto che abbiamo: un cc scarso, ma parecchio scarso (rabiot, mckennye, bentancur, ramsey, bernardeschi sono scarsi per la juve, poco da fare), e degli esterni bassi scarsi (tolto cuadrado gli altri... Sandro involuto, De sciglio inevolvibile). L'attacco, senza cr7 è: Dybala+la speranza (a volte si chiama Morata, a volte si chiama Kean), a volte nemmeno c'è Dybala, quindi rimane la speranza+la speranza.

Gli unici top che abbiamo sono Chiesa (da collocare però in un contesto, al momento oscuro), De Ligt, Bonucci (checché ne dicano i molti), Dybala e - forse - Locatelli.

Al 14.9.2021 questa è la realtà, poi vediamo che ci dirà la stagione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rogne tecniche ce ne sono, ma ho sempre pensato che il problema fosse soprattutto mentale.

È emblematico che il giocatore più in difficoltà sia proprio il portiere. Okay, magari saranno pure demeriti specificamente del polacco, ma i portieri raramente subiscono involuzioni del genere, visto che è un ruolo che non risente molto di flessioni a livello fisico.

Secondo me tutti i giocatori, come il polacco, hanno la mente ingombra e commettono errori di distrazione evidenti. Ovviamente per il portiere diventano più evidenti e sanguinosi, ma non penso sia l'unico ad apparire svagato.

 

Ho come l'impressione che la pressione di rappresentare un club dove senti il peso di dover vincere sia troppo forte per molti degli elementi che abbiamo in rosa. Abbiamo una squadra che, secondo me, potrebbe fare molto bene se portasse un'altra maglia, ma nel momento in cui gli dici "voi siete la Juventus" inizia a dominare la paura di non essere all'altezza.

 

L'imprevisto, l'episodio, ci atterriscono completamente, non lo sappiamo gestire. Perchè se tu sei, che so, la Sampdoria, e l'Empoli ti segna, te sai che, comunque, non avendo ambizioni particolari, partite ne perderai e non c'è da disperarsi, se non vinci questa vinci la prossima, pazienza, a 40 punti ci arriviamo: questo ti permette di continuare a fare la tua partita, con le dovute alterazioni tattiche derivate dallo svantaggio, ma senza drammi.

Se invece sei la Juve e ti segna l'Empoli, la prospettiva di perdere con l'Empoli risulta così spaventosa che si trasforma in panico e frenesia, che ti impediscono di continuare a giocare con un minimo di ordine e raziocinio, e aprono la porta agli errori individuali, che ci stanno ulteriormente affossando. Quando poi ti incanali in un filotto di risultati negativi, la pressione sale ulteriormente. Le nostre spalle non sono larghe abbastanza per tutto questo.

 

Dovremmo fare un passo indietro. Tutto nasce dalla presunzione di essere una grande squadra "di default" solo perché siamo la Juventus. Eh, no, quello status bisogna guadagnarselo. Non crediamo di "dover vincere" con l'Empoli. Non c'è nulla di garantito, nessun risultato preventivabile in questo momento. Bisogna ripartire con il caro vecchio, ahimè molto contiano spirito da provinciale, che qua a molti non piace, ma è l'unico modo per tornare grandi, come già successo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

IProblema mentale sicuramente, ma è quello che allegri saprà sbloccare e magari una vittoria aiuterà.. però  a questo si associa qualche mancanza tecnica dj base in squadra  e in certi momenti e in certi uomini che appunto senza una condizione mentale ottima appare ancora più marcata, ma in tutti i casi la squadra deve crescere avendo le potenzialità per farlo e forse è quella con la possibilità di crescita maggiore... se fai delle buone prestazioni in parte delle partite come  con napoli o milan vuol dire che la squadra ce l'ha nelle corde,   serve solo che ci sia continuità,determinazine e sacrifico ma allegri alla farà uscire quell'aspetto tecnico, tattico e mentale che farà crescere la juve di condizione e risultati...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 14/9/2021 Alle 17:13, Forever-a-loan ha scritto:

Rogne tecniche ce ne sono, ma ho sempre pensato che il problema fosse soprattutto mentale.

È emblematico che il giocatore più in difficoltà sia proprio il portiere. Okay, magari saranno pure demeriti specificamente del polacco, ma i portieri raramente subiscono involuzioni del genere, visto che è un ruolo che non risente molto di flessioni a livello fisico.

Secondo me tutti i giocatori, come il polacco, hanno la mente ingombra e commettono errori di distrazione evidenti. Ovviamente per il portiere diventano più evidenti e sanguinosi, ma non penso sia l'unico ad apparire svagato.

 

Ho come l'impressione che la pressione di rappresentare un club dove senti il peso di dover vincere sia troppo forte per molti degli elementi che abbiamo in rosa. Abbiamo una squadra che, secondo me, potrebbe fare molto bene se portasse un'altra maglia, ma nel momento in cui gli dici "voi siete la Juventus" inizia a dominare la paura di non essere all'altezza.

 

L'imprevisto, l'episodio, ci atterriscono completamente, non lo sappiamo gestire. Perchè se tu sei, che so, la Sampdoria, e l'Empoli ti segna, te sai che, comunque, non avendo ambizioni particolari, partite ne perderai e non c'è da disperarsi, se non vinci questa vinci la prossima, pazienza, a 40 punti ci arriviamo: questo ti permette di continuare a fare la tua partita, con le dovute alterazioni tattiche derivate dallo svantaggio, ma senza drammi.

Se invece sei la Juve e ti segna l'Empoli, la prospettiva di perdere con l'Empoli risulta così spaventosa che si trasforma in panico e frenesia, che ti impediscono di continuare a giocare con un minimo di ordine e raziocinio, e aprono la porta agli errori individuali, che ci stanno ulteriormente affossando. Quando poi ti incanali in un filotto di risultati negativi, la pressione sale ulteriormente. Le nostre spalle non sono larghe abbastanza per tutto questo.

 

Dovremmo fare un passo indietro. Tutto nasce dalla presunzione di essere una grande squadra "di default" solo perché siamo la Juventus. Eh, no, quello status bisogna guadagnarselo. Non crediamo di "dover vincere" con l'Empoli. Non c'è nulla di garantito, nessun risultato preventivabile in questo momento. Bisogna ripartire con il caro vecchio, ahimè molto contiano spirito da provinciale, che qua a molti non piace, ma è l'unico modo per tornare grandi, come già successo.

Concordo in buona parte e aggiungo che forse sono proprio i motivi da te esposti ad aver convinto Ronaldo ad andarsene.

E' passato da club dove le pressioni erano ugualmente fortissime ma i compagni erano in grado di sopportarle e avevano anche una cifra tecnica superiore a quella dei bianconeri, a una Juve che è preda dell'ansia da prestazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'aspetto mentale segue quello tecnico, non solo dei giocatori ma della squadra nel suo complesso (quindi ordine tattico e quant'altro).

 

Di questa rosa conto:

 

6 da sbolognare per manifesta incapacità.

 

5 "" perché a fine corsa.

 

3 presi per errore di programmazione (senza contare i già detti), 4 volendo.

 

Se ne salvano: 8. E assieme a questi 8 manca una squadra.

 

In questa situazione, la questione mentale viene fuori come i funghi.

 

Naturalmente è soggettivo, ma è già una risposta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.