Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Deborah J

GdS: "Passano le stagioni ma alla Juve il centrocampo continua a essere il primo della lista nella categoria “problemi da risolvere”. Allegri prova nuove formule..."

Recommended Posts

Allegri lo vede «storto come la torre di Pisa» ma l’imperfezione non lo preoccuperebbe, se stesse su. Altri iniziano a vederci un buco nero che, da quando sono finiti i tempi di Pogba-Pirlo-Marchisio-Vidal e poi di Pjanic-Khedira, inghiotte giocatori, ingaggi milionari, punti e, in fin dei conti, allenatori. Passano le stagioni ma alla Juve il centrocampo continua a essere il primo della lista nella categoria “problemi da risolvere”.  Allegri ha iniziato la stagione con l’esigenza di dare solidità al reparto, varando quindi un centrocampo a quattro in cui solo a destra c’era un’esterno vero (Chiesa o Cuadrado), mentre a sinistra ha agito quasi sempre Rabiot. Al francese si chiedevano inserimenti, ma poteva anche scalare interno trasformando l’assetto in un 4- 3-3. Max lo ha definito «centrocampo storto», con un termine volutamente distante dal lessico di Coverciano ma spiegando: «Dipende dalle caratteristiche dei giocatori, e poi alla Juve siamo sempre stati storti, orfani a sinistra, tranne quando c’era Mandzukic». Quest’anno, però, le cose sono andate peggio: il reparto ha avuto raramente il controllo del pallone e del match e ha faticato tanto a coprire quanto a impostare. I centrocampisti sono quasi sempre stati insufficienti: Locatelli è quello che ha mostrato le cose migliori, ed è diventato presto l’uomo a cui si passa il pallone quando uscire dal pressing diventa complesso. McKennie in questo modulo si deve adattare a un ruolo non propriamente suo (e non ci sta riuscendo); Bentancur che con il primo Allegri era diventato una mezzala convincente sembra involuto e come molti compagni cade in passaggi sbagliati “non forzati”: sono gli errori che Max segna con il circoletto rosso. E poi c’è il problema dei gol: siamo a zero in stagione. Il nuovo tecnico li “pretende” soprattutto dall’americano e da Rabiot che «per le qualità che ha ne dovrebbe fare 10 a campionato». Qui il modello è Khedira: arrivò dal Real Madrid che ne segnava massimo tre per Liga, con Max salì fino a nove. Per ora però i centrocampisti faticano anche a rendersi pericolosi, a inserirsi al tiro.


Ramsey ha giocato meno di 90’ complessivi, fra difficile collocazione tattica e infortuni, Arthur tornerà dopo la sosta e può essere una variante importante, perché ha caratteristiche diverse, seppur tutte da verificare nel calcio di ribaltamenti verticali e veloci di Allegri. Contro la Sampdoria potrebbe vedersi un primo aggiustamento tattico, con l’inserimento di Bernardeschi per Rabiot: turnover per il francese, certo, ma anche un 4-4-2 meno “storto” con due esterni di centrocampo veri. Un passo intermedio verso un possibile punto di arrivo che permetta di sfruttare al meglio tutte le risorse offensive. Col 4-2-3-1 Dybala partirebbe da 10, i vari Cuadrado, Chiesa, Kulusevski e Kean si alternerebbero da esterni offensivi con Morata o lo stesso Moise riferimento davanti. Per reggere l’impatto, però, serve una coppia di centrocampisti affiatata e solida, nonché automatismi di squadra che sono ancora lontani. Per ora conta non farsi risucchiare dal buco nero e costruire fondamenta di reparto solide. Va bene anche se pendono un po’.

 

La Gazzetta dello Sport

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma ora come ora l unica soluzione di livello è valorizzare Bonucci , due mediani e Dybala centrale che giocando in verticale faccia da play offensivo .... poi oltre Locatelli rimane la speranza Arthur ... 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema è sempre lo stesso, a parte la pochezza dei nostri centrocampisti, è anche difficile metterli insieme, perché c’è chi non è in grado di giocare in un centrocampo a 2 e chi invece rende meno nel centrocampo a 3, senza contare che a seconda del modulo utilizzato vengono penalizzati giocatori di altri ruoli. Questo lo aveva già capito Pirlo, e lo conferma anche Allegri provando a mettere il centrocampo storto, così come viene definito nell’articolo. A mio modo di vedere un buon compromesso potrebbe essere proprio il 4231, magari per il mister non è funzionale, o magari ci sta già lavorando, credo che lo scopriremo a breve.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il centrocampo è il nostro più grande problema,  peccato però che non sia l'unico. 

A malincuore negli ultimi 3 anni devo ammettere che ke scelte della società sono diventate i problemi più grossi da risolvere,  per ogni allenatore che è passato. 

Mi sembra di rivedere l'Inter dei tempi buoni ☹️

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente non è il nostro punto forte ma sono tutti titolari delle rispettive nazionali, piuttosto direi che è male assortito.

Poi aspetterei il rientro di Arthur ed il completo inserimento di Locatelli, secondo me potremmo migliorare sensibilmente.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me la soluzione con il rientro di Arthur sarà impostare un 4-2-3-1 con Arthur e Locatelli nel centrocampo a due; in questo modo, almeno nella formazione titolare, faremmo a meno di vedere le mele marce in campo

Share this post


Link to post
Share on other sites

È tutto lì il guaio. Centrocampo di gelatina, difesa sempre minacciata e di conseguenza stressata e propensa all’errore e attacco scarsamente assistito. 
Pur non ritenendo Szczesny un fenomeno, sono convinto che anche lui dia condizionato da questa situazione. 
 

Ma poi, basta guardare indietro nella storia del calcio. Trovatemi una squadra vincente che non avesse una mediana eccellente. Non esiste. 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non troverà equilibri fino a che non farà un vero cc a 3, il rientro di Arthur aiuterà.

Dybala o non Dybala.

Qualsiasi alternativa è migliore dell attuale cc sempre in inferiorità nel mezzo e Rabiot esterno.

  • Confuso 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno, saranno anni che viene detto qui. Tutti i centrocampi delle altre big in Italia son più forti del nostro, se possiamo pensare di competere è solo grazie ai difensori e attaccanti che abbiamo, che tra l'altro chissà cosa sarebbero in grado di fare con un gran centrocampo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'unica strada decente che vedo per questa stagione è un centrocampo a due Locatelli-Arthur, sulla falsariga di Khedira-pjanic, con Chiesa, Dybala e Cuadrado sulla trequarti.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se Allegri riuscisse a far giocare la squadra con un 4-2-3-1 equilibrato avremmo forse trovato la quadratura.

Piazzando soltanto due centrocampisti potremmo scegliere i meno peggio e sfruttare sulle fasce i numerosi esterni che abbiamo in rosa, chiedendo loro il giusto sacrificio sulle fasce. Cuadrado è il profilo ideale, Bernardeschi e Kulusevski  dovrebbero adattarsi a un gioco più difensivo, mentre Chiesa, nonostante le polemiche recenti, si è sempre sacrificato in ripiego, fin dai tempi della Fiorentina, quindi non lo vedo in difficoltà in un ruolo simile. Anche McKennie potrebbe adattarsi come giocatore di fascia. Dybala sarebbe libero di spaziare in attacco dietro il centravanti.

Il vantaggio di quest'assetto sarebbe quello di tenere più spesso in panchina i vari Bentancur, Rabiot e Ramsey, il cui utilizzo rappresenta il vero problema della nostra rosa

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Black&White Legend ha scritto:

Se non si trova una maniera per convincere certi giocatori con contratti ricchi e non in scadenza a cambiare aria c'è poco da fare.

Pochissimo.

Oltrre a non rinnovare a 10 k a gente moscia

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poi vedi il  Napoli che con due noccioline si porta a casa Anguissa che da solo ha devastato la nostra pseudo mediana..trattasi di competenza

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allegri prova nuove formule: a noi servirebbe quella di Panoramix il druido...ghgh

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo ho già scritto più volte: in mezzo al campo siamo carenti di qualità, sono tutti validi gregari (lo sono pure nelle loro rispettive nazionali), cioè gente il cui compito è di fungere da copri spalle a compagni di reparto dotati di classe e personalità, ossia capaci a gestire tatticamente l'intero meccanismo di gioco; forse il solo Locatelli con il tempo e la maturata esperienza potrà aggiungere una parte di quei ingredienti necessari e ora mancanti; il solo Ramsey possiede doti tecniche da uomo guida, ma purtroppo per lui e per noi, pare evidente che la sua carriera ad alto livello sia già finita da un pezzo. I centrocampisti moderni devono garantire un dinamismo costante, ossia sempre compatti nel due fasi (interdizione a difendere e impostazione offensiva), mentre i nostri attuali, evidenziano notevoli carenze, pure tecniche nel farlo, sia a coprire, sia ad attaccare; troppo facilmente lasciamo il gioco in mano agli avversari, ne subiamo le ripartenze e permettiamo spesso di arrivare alla conclusione e troppo spesso commettiamo banali errori di misura nelle fasi offensive, ove sfruttiamo male pure le ripartenze; alla base tutto questo e lo ripeto, sta la carenza qualitativa del centrocampo, chiaramente male assortito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è poco da risolvere, in quel reparto abbiamo solo giocatori scarsi e/o rotti. 

Le uniche soluzioni sono comprare a gennaio un giocatore forte da affiancare a Locatelli o trovare un elisir che renda d'acciaio i muscoli di Ramsey ...

  • Confuso 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.