Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Mark Caltagirone

Utenti
  • Content count

    265
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

132 Buona

About Mark Caltagirone

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Il pesce puzza dalla testa. È stato prima mandato via e poi ripreso a stipendio addirittura maggiorato dopo anni di disoccupazione da un presidente inadeguato che non ne ha azzeccata mezza da quando si è messo a fare di testa sua facendo danni immani ovunque dal bilancio, al campo ai rapporti istituzionali. Per cui è molto probabile che sia stata una scelta sbagliata. Se dovesse viceversa rivelarsi col tempo la scelta giusta sarà il classico orologio guasto che segna l'ora giusta due volte al giorno. Il puro caso. Ma al di là dei risultati sul campo delle prime tre partite, mi basta sapere chi l'ha scelto per farmi una idea ben precisa.
  2. Perché invece accettare di fare da padrino della figlia di uno dei presidenti di uno dei principali club europei e poi volare su jet privati pagati sempre dello stesso andava bene solo perché il tizio in questione era il "nostro" presidente? Che avremo detto se fosse stato padrino della figlia del presidente chessò del Bayern o volasse regolarmente su jet privati messi a disposizione dal tizio dell'Inter? Non c'era nulla di etico nel rapporto agnelli-ceferin. Solo un enorme conflitto d'interessi. A danno di tutti gli altri club. Solo che avvantaggiava, in teoria, noi e quindi qui passa tutto in cavalleria. Agnelli, da questo punto di vista, non è meglio né di ceferin né dell'emiro del popolo. E con lui, di conseguenza, anche la Juve. Anzi, è stato scorretto due volte, prima nel creare quel rapporto di certo non da galantuomini con ceferin e dopo nel pugnalare lui e l'eca alle spalle con la storia della superlega. Che tra l'altro dire che è stata gestita in maniera dilettantesca vuol dire fargli un complimento. Ma del resto parliamo di uno che mentre Marotta e mazzia costruivano un club in ascesa e con un ciclo di un decennio di vittorie, di sua sponte passava alle cronache per aver tradito il suo miglior amico, nonchè dirigente Juve, distruggendogli famiglia e carriera. Altra cosa passata in cavalleria agli occhi del tifoso medio. Abbiamo come presidente il classico tipo, che se lo conosci, da lui non compreresti mai una macchina usata. Il problema è che alla lunga il prezzo lo pagheremo noi.
  3. È unfit per il ruolo che ricopre. Speriamo che il cugino gli dia il benservito.
  4. lo spero vivamente. così ci liberiamo di un giocatore che in 7 anni di juve ha dimostrato di non valere quelle cifre e che in oltre è un equivoco tattico. liberarsene adesso non rinnovando prima che sia troppo tardi, a quelle cifre di stipendio non se lo prenderà mai nessuno. altro che fare plusvalenza.
  5. dal sole24ore CR7 non s’inginocchia alla Regina (per le tasse) [...] Nei tre anni passati a Torino, vestendo la maglia della Juventus, [...] godeva di un invidiabile regime fiscale: grazie alla Flat Tax del Governo Gentiloni, [...], il campione portoghese ha pagato solo 100mila euro all’anno sui redditi esteri, ossia tutte le sue milionarie sponsorizzazioni. Dal giorno in cui è risalito sul suo jet privato per lasciare Torino e l’Italia, però, ha dovuto rinunciare al privilegio. Fine della pacchia fiscale? Nemmeno per sogno: la pacchia continua. Anzi, nel Regno Unito trova un regime addirittura migliore: per i prossimi 7 anni, zero tasse (nemmeno i 100mila euro) sui redditi stranieri. Il bonus va sotto il nome di «Res non Dom» e CR7 ne aveva già usufruito quando arrivò in UK nel 2003 per la prima volta. Grazie a un cavillo della legge, però, potrà avere il bis. Altro che fuga frettolosa da Torino e dalla Juve: la diabolica pianificazione fiscale fa venire il dubbio che CR7 abbia studiato a lungo il suo addio.
  6. ha il contratto col verona che scade l'anno prossimo
  7. Il toro ha preso praet, bel colpo.
  8. Mark Caltagirone

    Juventus - Empoli 0-1, commenti post partita

    Il pesce puzza sempre dalla testa, se questa stagione servirà per allontanare il signor Andrea Agnelli, allora non sarà una stagione sprecata.
  9. intanto capitan chiellini è l'unico o quasi che non ha ancora postato nulla su instagram a proposito di cr7...
  10. Visto cosa ha combinato mediamente nelle ultime 3 stagioni meriterebbe un rinnovo al ribasso altro che al rialzo. Senza contare la crisi economica del calcio attuale. Scandaloso proporgli 8,5 milioni. Figurarsi prentenderne 10... Anzi, io non lo rinnoverei proprio. Arrivederci e grazie. Giocatore di difficile collocazione tattica, di personalità scadente, fuori dal giro della nazionale da 2 anni, coinvolto come un pischello nello "scandalo" delle cene vietate (alla faccia del futuro capitano e senatore dello spogliatoio). Alla fine è molto di più quanto la Juve ha dato a lui che non viceversa. Da scambiare subito se si riesce o lasciarlo scadere tra qualche mese.
  11. Posso fare l'avvocato del diavolo? Donnarumma va valutato all'estero fuori dalla bambagia milanesca Hakimi non sa difendere Ramos ha 35 anni Bernat una onesta riserva Wijanadun è ultratrentenne e ultimamente era in calo Paredes e Verratti buoni comprimari ma nulla di più, in altri top club probabilmente starebbero in panchina Messi ha 34 anni e va valutato al di fuori della bambagia in cui ha pascolato negli ultimi 20 anni Mbappe è un separato in casa in attesa di volare via tra meno di un anno Il grande Neymar ha la panza, un party boy, è in calo da anni. Il classico brasiliano avviato al disarmo anzitempo L'allenatore ha un CV modesto per gestire una squadra con certe ambizioni e che fa certi investimenti. Un Gigi Simoni argentino
  12. Mark Caltagirone

    Take a knee: l'Italia non si inginocchia

    quella dell'inginocchiarsi è una cosa nata in america per questioni interne al loro paese. giuste o sbagliate che siano è altro discorso ma non è questo il tema. la questione dell'immigrazione, dell'integrazione ecc. in europa, in italia, ha una storia diversa, ha altre dinamiche e per quanto ci siano stati e ci siano, ci saranno degli episodi di razzismo, il sistema paese nel suo insieme si è dimostrato e tutt'ora si dimostra alquanto tollerante ed accogliente. Oserei dire pure fin troppo ma anche questo è un altro tema ancora. per cui, francamente, non vedo di cosa noi come italiani, attraverso i nostri rappresentanti (cioè i giocatori della nazionale), dovremmo chiedere perdono o robe del genere. siamo al delirio. siamo al razzismo al contrario. leggere l'ultimo libro di Pascal Bruckner. qui, in europa, è solo una delle 3-4 forme che vanno per la maggiore ora con cui si presenta il populismo egemonico dei mass media e dei loro grandi inserzionisti. tutti o quasi schierati dalla stessa parte da sempre. inutile dire quale. tra l'altro poi è ridondante visto che l'Uefa ha già una sua campagna, da anni, contro il razzismo. ovvio che poi in un imprenditore di se stesso come Marchisio che oggi di media e di sponsorizzazioni varie ci vive scatti subito l'istinto pavloviano di dare lezioncine di morale non richieste ovviamente compliant con chi gli da, o potrebbe dare, da fatturare.
  13. Che si mettano d'accordo, quando conte non va al tottenham è perché sono costretti a ridimensionare le ambizioni, quando si tratta di interessarsi a giocatori della Juve hanno le casse piene. Il giornalismo italiano. Il nulla.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.