Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 01/05/2023 in all areas

  1. 114 points
    La nostra protesta ha due obiettivi principali che riguardano tutto il calcio italiano, come evidenziato dall'utente @Joiabi, di cui riporto di seguito le indicazioni e che invito tutti a indicare come conclusione auspicabile del nostro movimento: 1) una revisione profonda della legge Melandri e delle regole per la ripartizione dei diritti TV. La solidarietà non può portare la Juve a finanziare il resto della serie A con 200 milioni all'anno. La solidarietà si fa con la fiscalità generale, togliendo in proporzione ai guadagni, con aliqutoe magari progressive ma ragionevoli. Numeri alla mano, la Juve con più tifosi incassa di diritti TV meno di inter e Milan. Questo è inaccettabile. Se la Juve avesse avuto 200 milioni all'anno di maggiori ricavi a quest'ora poteva comprare Mbappè pagandolo in contanti, altro che plusvalenze. 2) la riforma della giustizia sportiva. E qui, l'intervento del ministro dello sport mi fa ben sperare. Non si possono mettere società che fatturano centinaia di milioni di euro in mano a 4 giudici selezionati chissà come, magari presi direttamente dal CdA dell'inter. La giustizia sportiva dovrebbe poter comminare ammende massime di 100.000 euro e squalifiche per un massimo di 5 giornate. Tutto il resto vada al giudice ordinario. Una radiazione, i punti di penalizzazione, la serie B sono cose troppo importanti per essere decise da quattro amici al bar davanti a un bicchiere di vino (o magari pure una bottiglia). Le aree grigie del processo e le ragioni della protesta I comunicati degli Juventus Official Fan Club in Italia e nel mondo Raccolta articoli sull'iniziativa usciti in Italia e all'estero: Come condurre una protesta pacifica ed efficace Tre principi base: unità (non guardiamo alle ripicchette interne, ma al risultato), pianificazione (non agiamo a caso) e disciplina non violenta. Elenco dieci regole che ritengo perfettamente applicabili alla nostra situazione: Adottare un approccio offensivo: non essere reattivi a ciò che viene detto, ma anticipare le possibili critiche. Evidenziare le incongruenze (intervento in evidenza). Portare alla luce condotte simili di altre società o casi precedenti di assoluzione; Comprendere il fatto che il potere sta nei numeri, se siamo tanti avremo forza per far valere le nostre posizioni. Dobbiamo mediare le asperità e concentrarci su ciò che ci unisce; Sviluppare una strategia di comunicazione organizzata: usiamo gli stessi termini, basiamoci sugli argomenti che ci rendono più forti; Creare la percezione di un movimento di successo: non recedere, non perderci in chiacchiere, sostenere sempre la nostra posizione e l'importanza dei numeri a lungo termine; Investire nella conoscenza dei partecipanti: dobbiamo TUTTI conoscere bene di cosa si è parlato al processo, quali solo le debolezze dell'accusa e quali le violazioni delle procedure. In questo guardate il mio post in evidenza, benché incompleto; Coltivare il supporto esterno: abbiamo la possibilità di far valere le nostre ragioni sia nei confronti dei tifosi delle società coinvolte insieme a noi sia nei confronti del sistema calcio italiano ed europeo, perché questa decisione falserà il campionato e paradossalmente anche le coppe Europee: se noi dovessimo rinunciare al campionato e concentrarci solo sulle coppe, quante possibilità in più avremmo di giocarcela fino alla fine? Indurre sostenitori della farsa a lasciare le proprie posizioni: non molliamo nulla, continuiamo a fare casino e a togliere foraggio al sistema. Più disdiciamo, meno forti saranno le posizioni avverse. Capitalizziamo sui tifosi di altre squadre (e non sono pochissimi) che ritengono il processo discutibile quanto noi; Resistere all'oppressione: non chiniamo la testa di fronte a chi ha la risposta a tutto o a chi sentenzia senza considerare tutte le dimensioni in causa. Abbiamo ragione noi e non ci zittiremo; Utilizzare l'umorismo e la comicità per rafforzare le nostre posizioni, supportiamo chi viene messo alla gogna per essere parte del movimento. In questo modo spingeremo sempre più persone con visibilità a sostenere la protesta. Il nostro obiettivo è il rinnovamento del sistema calcistico italiano e siamo favorevoli a una transizione condivisa a un nuovo modello di calcio, che non passi dal giustizialismo ma dal riconoscimento che se non ci si mette a lavorare tutti insieme, il calcio italiano è destinato al fallimento. Proposta di messaggio da girare a parenti e conoscenti che possono sostenere la protesta: La recente sentenza relativa all’inchiesta plusvalenze ha visto la Juventus come unica società condannata. La spropositata pena inflitta è solo l’ultimo atto di un’indegna persecuzione verso la società più gloriosa d’Italia, un’eccellenza del nostro paese e dell’Europa. Da anni la Juventus e solo la Juventus è costantemente intercettata, attaccata mediaticamente e nelle aule dei tribunali, con una violenza e perseveranza degne di un regime totalitario. La squalifica di Conte per il calcio scommesse, l’inchiesta sull’acciaio scadente dello Stadium, lo “scandalo Suarez”, l’inchiesta sull’ndrangheta nelle curve. Tutti processi iniziati con il mostro bianconero sbattuto in prima pagina e poi finiti con un nulla di fatto o con la Juventus parte lesa tra l’indifferenza generale. Da sempre noi tifosi juventini siamo chiamati “ladri”, “truffatori”, “disonesti” e questa schifosa sentenza é solo l’ultima goccia. Non ci volete? Benissimo. Ma non avrete nemmeno i nostri soldi. Questo non è il 2006. Oggi nelle nostre mani abbiamo un’arma potentissima per difendere i nostri amati colori. Dobbiamo colpire questa gente nell’unica cosa a cui davvero tengono : il portafogli. Caro fratello bianconero che leggi queste righe, ti chiedo di disdire immediatamente l’abbonamento alla paytv. Non acquistare più alcun quotidiano sportivo. Ricordati che quest’anno scadono i diritti televisivi e paytv e la Lega Calcio dovranno sedersi a un tavolo. Quanto possono valere questi diritti se gli Juventini (e siamo tanti) non si faranno più prendere in giro? Condividi immediatamente questo messaggio a tutti i tuoi contatti Juventini. Facciamolo diventare virale. Diffondiamolo ovunque. Basta subire. Ora si risponde. E le partite della Juventus le potrai vedere lo stesso su JuventusTV. Costa solo 20€ l’anno e i soldi vanno ad aiutare direttamente la società. Certo, non avrai la diretta ma una differita di qualche ora. Ma è un sacrificio che possiamo fare per aiutare la nostra cara, Vecchia Signora. Fino alla fine. #disdettaDAZN #disdettaSKY #stopQuotidianiSportivi La protesta sui quotidiani: le ultime pagine del Giornale, Libero e la Verità del 1 febbraio 2023.
  2. 101 points
    Ho appena letto nel live gente piangere per un gol della Juve e augurare (letteralmente) le peggio cose ad Allegri (il tutto in un giorno delicato come questo per la scomparsa di Vialli)... Schifato. 8 di fila, sucate
  3. 77 points
    Un demolitore di risorse. La prima cosa che fa con qualsiasi giocatore che gli danno in mano è arretrarlo e incatenarlo in ruoli più difensivi rispetto alle sue qualità. Ne ha rovinati tanti.
  4. 72 points
    Pensavano fossimo disuniti e disarmati come nel 2006, ma oggi possiamo agire uniti. DisdettaDAZN e DisdettaSKY, demoliamo questo sistema antijuventino
  5. 72 points
    A mente fredda, e senza commenti: Facendo finta di credere ancora al diritto: l’impulso di invocare il ricorso al TAR va incontro a difficoltà tecniche che sarebbe noioso spiegare, ma si possono riassumere così: se non si fa il passaggio CONI al 99,9% l’accesso al TAR andrebbe a vuoto; se si fa il tempo che comunque passerà indebolisce il possibile beneficio principale del ricorso, cioè ottenere la sospensione della penalizzazione a campionato in corso – e senza contare che, dati i limiti del giudizio, perché la decisione del CONI sia “viziata” in modo rilevabile dal TAR dovrebbero scriverla in un modo paragonabile solo a quel “disimpegno” di Alex Sandro in area l’altra sera: poco probabile, visto il curriculum della presidente Sandulli. Dunque cosa dovrebbe fare la Juventus? Qualche dato, con la premessa che non parliamo di sentimenti, di tifo, di quelle menate: solo business. Juventus FC fa parte di Exor. Exor N.V. (già Exor S.p.A.) - leggiamo sulla banale Wikipedia – “è una holding finanziaria olandese controllata dalla famiglia italiana Agnelli. Con una capitalizzazione di quasi 17 miliardi di euro e un Net Asset Value (NAV) intorno ai 27 miliardi di euro, (..) al 2022 risulta il 293º gruppo al mondo per fatturato nella Fortune Global 500 dello stesso anno, e alla 1743ª posizione delle compagnie più influenti al mondo della Forbes Global 2000.”. Exor ha immesso in Juventus FC solo negli ultimi 3 anni 750 milioni di euro; Juventus FC, che secondo l’ultimo rapporto di Deloitte Football Money League è l’11° club europeo per ricavi (primo delle italiane) a sua volta ha immesso 880 milioni di euro nel mercato calcistico italiano degli ultimi 12 anni, circa un quarto del totale. Ecco, che di fronte a questi dati Exor in quanto proprietaria di Juventus FC non abbia mezzi, intenzioni, margini non diciamo – per carità – di “far saltare” nulla, ma di aprire una trattativa politica ed economica, pare difficile da credere. Che un gruppo economico che solo tre anni fa, dalla sera alla mattina, ha riconvertito centinaia di stabilimenti in fabbriche di mascherine chirurgiche e ha subito vinto l’appalto del governo italiano per seppellire delle stesse l’intero paese, conti meno di una pur stimabile impresa di pulizie, il cui titolare riesce nondimeno a ottenere da solo prima una spalmatura a venticinque anni del debito della sua squadra, e oggi una dilazione fiscale per la serie A di 890 milioni di euro, pare difficile da credere. Che Exor in quanto proprietaria di Juventus FC sia felice di buttare soldi, di far saltare (definitivamente? Chi mai vorrà ancora venire a lavorare – allenatore, calciatore, dirigente, alla Juventus?) un’impresa con quei numeri, e dietro alla quale vi sono rilevanti infrastrutture, contratti, mutui, marchi, indotti, posti di lavoro, pare difficile da credere. Si direbbe che non voglia. Che gli piaccia, ogni decina d’anni, assumere questo ruolo rituale di capro espiatorio. Se è così, forse sarebbe meglio smettere, anche se i soldi sono loro. Se così non è, che facciano. Ma non “il ricorso al Collegio”. Che facciano, che trattino, che si accordino, che non si sa. Ma facciano. Lo staff di VecchiaSignora.com
  6. 54 points
    20 marzo 1996. Ritorno dei quarti di finale di Champions, dopo la sconfitta di misura rimediata a Madrid. La Juve si impone 2-0 al Delle Alpi con gol di Alessandro Del Piero su punizione e Michele Padovano e vola in semifinale. Questo è il backstage raccontato da Gianluca Vialli. Se non lo avete visto, vedetelo...
  7. 54 points
  8. 51 points
    Per quanto ancora dovremo essere umiliati da questo comico di quart’ordine? Perchè al peggio instaurato non c’è mai fine e ci si abitua sempre di più alle disfatte con l’aggravante di essere canzonati da un simile seggetto. Ricordo che erano 30 anni che non si subivano 5 gol in campionato, solo che quella volta non contava niente. 5 sconfitte su 6 nel girone di Champions, idem 5 schiaffi dal Benfica e oltretutto blastati dal Maccabi. Non esiste. Questa non è la Juve.
  9. 48 points
    Goal vittoria del Capitano. Ciao Luca, immenso uomo e grande campione!
  10. 47 points
    capitan maxs l'acqua è entrata nella terza classe e sale velocemente perfetto, motori havanti tutta! gradirei una tazza di the in cabina
  11. 47 points
    Una triste notizia, anzi, tristissima notizia, specie per tutti coloro che in, quegli anni, hanno avuto (e così come ancora accade anche per il sottoscritto ) ed hanno a cuore le infinite vicissitudini legate alla nostra amata " Vecchia Signora " : IL CAPITANO BIANCONERO ERNESTO CASTANO, FULGIDO ESEMPIO DI INDEFESSA JUVENTINITA' NON E' PIU' TRA NOI : SI E' TRASFERITO VERSO " LIDI " AL MOMENTO A NOI SCONOSCIUTI .. MA CHE .. NE SON CERTO COSI' COME SONO CERTO DEL QUOTIDIANO SORGERE DEL SOLE, GLI PERMETTERANO DI RIUNIRSI A TUTTI COLORO CHE , COSI' COME AVVENNE PER LUI, HANNO AVUTO A CUORE L' AMATA JUVENTUS ! Con la sua " JUVENTUS F.C. 1897 ", DAL 1958 AL 1970, vinse : - 3 SCUDETTI : 1959/60 - 1960/61- 1966/67 - 3 COPPE ITALIA : 1958/59 - 1959/60 - 1964/65 - 1 COPPA DELLE ALPI : 1963 Con la " NAZIONALE AZZURRA " : CAMPIONATO d'EUROPA 1968 - Sempre e per sempre nei nostri cuori . Condoglianze alla famiglia, Stefano ! P.S. - purtroppo devo assentarmi a causa di impegni pregressi - appena possibile aggiungerò ulteriori informazioni inerenti questo Grande Uomo - Ottimo Calciatore - che, in entrambe le vesti, per amore della Juve, seppe essere " stoico " come pochi altri lo sono stati nella " Gloriosa Storia della Juventus " . P.S. - " 2a puntata " - a Pag. 3 - " 3a puntata " sempre a pag.3 ( elaborata in 3 " tappe " - finita oggi 10/01/2023 alle ore 0,50 - dai e dai, tra un inghippo e l'altro, ce l'ho fatta ! )
  12. 44 points
    Il mio desiderio più grande è veder fallire completamente il calcio italiano in ogni sua forma Tutti i club e la Nazionale. Auguro il peggio a tutti quanti. Voglio la Serie A ridotta come il campionato finlandese. Ora basta, sul serio. Mi auguro che la Juventus non spenda più un solo centesimo sul mercato giocatori in Italia.
  13. 38 points
    Cremonese 0 vittorie 7 pareggi 9 sconfitte 11 gol fatti e 27 subiti e la fa passare come bella vittoria, la Juventus la Cremonese se la deve mangiare e stracciare 4-0, questa deriva provinciale che sta cercando di iniettare nelle menti dei calciatori solo perché lui non sa fare altro che predicare la calma e pensare ai gol subiti è gravemente pericolosa per la stabilità del dna del club c'è chi si è fatto cambiare il dna da Cruijff e chi........
  14. 37 points
    Non ho niente dal 2006, non compro giornali, non lascio un euro che sia uno al sistema calcio italiano da allora. E mi stupisco che non sia lo stesso per tutti gli juventini.
  15. 37 points
    Sarebbe ora. Abbiamo 50 anni di distacco rispetto a chi gioca a calcio. Non ho nulla di personale contro Allegri, ma con ciò che propone non si va da nessuna parte. Dominati da tutti. Zidane secondo me sarebbe un grosso rischio perché ha sempre avuto a disposizione una rosa formata da fuoriclasse ruolo per ruolo. Conte per carità, ti risolleva, ma sappiamo bene che è psicopatico. Detto con affetto eh… Serve in primis uno che capisca di calcio in dirigenza e poi un allenatore che sappia far crescere un gruppo. Proprio come Giuntoli-Spalletti. Il mio sogno rimane sempre l’irraggiungibile Klopp.
  16. 34 points
    Poco da aggiungere, lo capisco. L'acquisto di Ronaldo e la lotta per la superlega non sono state scelte di comodo. Poteva stare tranquillo e vedere il calcio (in primis la serie A) morire lentamente e invece ha cercato di portare la Juve in un'altra dimensione. Non c'è riuscito, ma speriamo nel prossimo futuro possa cambiare qualcosa
  17. 33 points
    Gli altri attaccano a partire dai portieri, lui difende a partire dagli attaccanti. Ha preso una bella piallata, ma di sicuro se indovina ancora 5 o 6 cortomusi tornerà a pavoneggiarsi e avrà il suo seguito di estimatori pronti a gettarsi nel fuoco pur di difenderlo. Io non lo odio assolutamente, ma non mi era mai capitato di non aver più voglia di guardare la Juve. E dirà qualcuno… “e allora non la guardare!” E infatti non la guardo più. Ascolto le radiocronache e soffro abbastanza pure lì.
  18. 33 points
  19. 32 points
  20. 32 points
    Salvati da Chiesa Questa robaccia, non ha futuro Allegri out
  21. 31 points
  22. 31 points
    i fatti, tra cui il comunicato girato a report e poi pubblicato, per ora dimostrano il contrario delle tue teorie basate, ad oggi, sul nulla più totale.
  23. 31 points
    La dimostrazione eclatante, se ancora ce ne fosse stato bisogno, che nel calcio odierno chi si chiude basso può farla franca qualche volta, ma poi arriva chi gioca per davvero e ti distrugge. Giusto così. Sarò impopolare, ma siccome sono uno sportivo, faccio i complimenti a questo Napoli, a chi lo ha allestito e a chi lo guida. Chapeau. Non l’ho scoperto ieri sera. Una squadra che è andata a malmenare l’Ajax ad Amsterdam, come avrebbe potuto non fare altrettanto in casa propria contro chi le ha buscate dal Maccabi Haifa?
  24. 30 points
    La società è assolutamente complice, atteggiamento sempre passivo, hanno francamente rotto le scatole o difendono la Juve e gli juventini o se ne vanno, vendete!!!
  25. 30 points
    Vittoria sofferta ma meritata... del resto #finoallafine
This leaderboard is set to Rome/GMT+01:00
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.