Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Sergione

Utenti
  • Content count

    191
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Sergione last won the day on August 6 2012

Sergione had the most liked content!

Community Reputation

513 Eccellente

2 Followers

About Sergione

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo

Recent Profile Visitors

5,728 profile views
  1. Sergio Ramos potrebbe essere a sorpresa uno dei grandissimi protagonisti della prossima sessione estiva di calciomercato e il suo futuro potrebbe essere addirittura in Italia e più precisamente alla Juventus. Secondo quanto riportato da AS, il difensore non starebbe vivendo un momento propriamente felice al Real Madrid e per questo motivo starebbe seriamente prendendo in considerazione l’ipotesi di cambiare squadra. Alla base del suo malcontento non ci sono ragioni economiche o relative al suo contratto (quello che lo lega ai Blancos scadrà nel 2021 e gli garantisce 12,5 milioni di euro netti a stagione), ma esclusivamente personali. I rapporti con Florentino Perez si sono incrinati lo scorso 5 marzo dopo la sconfitta patita in Champions League contro l’Ajax, quando il giocatore si sarebbe sentito maltrattato dal presidente delle merengues. Sulle tracce del capitano del Real ci sarebbero il Manchester United (che era parso vicino al giocatore già nel 2015), il Liverpool (che punta a costituire una coppia centrale da sogno che lo vedrebbe al fianco di Van Dijk), società cinesi e soprattutto la Juventus. Il club bianconero sarebbe quello più pronto a tentare l’accelerata decisiva e a mettere sul piatto offerte importanti per il giocatore. A spingere la Juventus e Andrea Agnelli sarebbe Cristiano Ronaldo che avrebbe chiesto un sforzo al fine di arrivare ad un campionissimo con il quale ha giocato e vinto moltissimo (quattro Champions League tra le altre cose) ai tempi del Real. Sergio Ramos, al momento si sta godendo una breve vacanza prima dei prossimi impegni con la Nazionale spagnola. Ovviamente un suo eventuale trasferimento alla Juventus rappresenterebbe uno dei colpi più clamorosi degli ultimi anni. Goal.com
  2. Un flirt lungo un anno. E che al momento rappresenta un rammarico. Il Borussia Dortmund vuole Mario Mandzukic, scrive questa mattina la Bild, il quotidiano tedesco più letto. Lo ha trattato già un anno fa, ma alla fine non se ne è fatto nulla. I gialloneri, che nel 2017-18 avevano disputato una stagione altamente deludente, erano convinti che la personalità del croato avrebbe aiutato tutta la squadra a riscattarsi. Effettivamente il Dortmund quest’anno si è rilanciato e ha sfiorato il titolo in Bundesliga (ha chiuso a -2 dal Bayern), ma nei momenti caldi della stagione ha palesato una carenza di carattere. Forse è mancato Mandzukic. Ci fosse stato lui, forse, ora il Borussia sarebbe campione di Germania. LA SITUAZIONE Il Dortmund quest’anno ha incantato per gioco e filosofia, ma spesso è imploso. Contro l’Hoffenheim ha buttato due punti facendosi rimontare dal 3-0 al 3-3 nei 15 minuti finali. Simile la rimonta subita (da 2-0 a 2-2) contro il Werder Brema alla terzultima di campionato, significativa la sconfitta (dopo esser andati in vantaggio) contro lo Schalke in piena crisi alla quartultima. Sabato scorso, a Bundesliga conclusa, Reus ha evidenziato proprio nella mancanza di esperienza la pecca della squadra: “A volte siamo stati un po’ ingenui, ci è mancata cattiveria, ci è mancata consapevolezza”. Discorso simile fatto da Hitzfeld alla Gazzetta: “Si sono resi conto tardi che potevano vincere. Se ne dovevano convincere prima”. Insomma, al Dortmund la cattiveria agonistica di uno alla Mandzukic avrebbe fatto comodo. GdS Il consulente del club e opinionista televisivo ha parlato a 'Eurosport' delle voci che vedevano il croato come un possibile cavallo di ritorno in Bundesliga, dove ha passato 4 anni tra Wolfsburg e Bayern Monaco. Già nella scorsa estate l'attaccante della Juventus, fresco di rinnovo fino al 2021, era stato accostato al Dortmund. Sammer però ha chiarito che non c'è mai stato nulla. "Non c'è niente in questa storia. Mandzukic è stato una chiacchiera mal interpretata già lo scorso anno, è una storia senza fine. Come ho già detto, è Michael Zorc (ds del Borussia, ndr) che si occupa dei trasferimenti". Sammer ha inoltre ironizzato affermando di aver proposto al club anche Ronaldo, Messi e Lewandowski. La 'Bild' aveva affermato che Mandzukic sarebbe stato proposto dall'ex Pallone d'Oro alla dirigenza, che avrebbe preso in considerazione l'idea. In questa campagna estiva il Borussia ha già piazzato i colpi Schulz, Brandt e Thorgan Hazard. Per ora, per il croato, sembra quindi non esserci spazio. Goal.com
  3. Il quotidiano spagnolo racconta di una brusca frenata tra catalani ed Ajax per il difensore: colpa di Mino Raiola, che starebbe giocando al rialzo sull'ingaggio e sulla commissione a proprio favore BARCELLONA (Spagna) - La Juventus torna prepotentemente in corsa per Matthijs de Ligt, col Barcellona che sembra via via defilarsi sempre più nella corsa al forte centrale olandese. Inizia a circolare un certo pessimismo sui giornali catalani, Sport su tutti, in merito al possibile arrivo del 19enne capitano dell'Ajax. Ad aprile le parti erano giunte a un accordo di massima, a cifre simili a quelle dell'operazione De Jong. Ma l'incredibile stagione dei Lancieri ha spinto De Ligt e il suo agente Mino Raiola ad aumentare le pretese economiche, anche perché le altre big interessate - Manchester United in primis, che avrebbe messo sul piatto 14 milioni all'anno, ma anche la Juventus che non intende mollare la presa - sono disposte a offrire ingaggi superiori a quello garantito dal Barcellona. Che però non intende rivedere la sua proposta iniziale e spera ancora di convincere il giocatore sul piano tecnico: uno stile di gioco simile a quello olandese, la presenza di Messi e dell'amico De Jong i punti di forza dell'offerta blaugrana. Tuttosport
  4. Il club bianconero si era riservato un diritto di acquisto sul difensore neroverde al suo arrivo in Italia. L'intenzione è quella di esercitarlo. Una stagione da protagonista, vissuta fra Turchia e Italia. Merih Demiral, arrivato al Sassuolo lo scorso gennaio, si è rivelato fondamentale per la difesa di De Zerbi, che non ci ha praticamente mai rinunciato (13 da titolare su 15). Un rendimento che ha spiegato l'investimento di 7 milioni fatto dal club neroverde per il centrale turco classe 1998. Il tutto in sinergia con la Juventus che, a suo tempo, si è riservata l'opzione di acquisto a giugno per circa 15 milioni, ovvero il doppio. Bene, i bianconeri hanno deciso di compiere il passo e di acquistare il giocatore, esercitando dunque questa possibilità. Restano da definire alcune cose ma si sta andando avanti in questa direzione. Ecco così spiegati anche gli icontri di un paio di giorni fa fra Paratici e l' agente Franck Trimboli della Base Soccer in quel di palazzo Parigi. Di Marzio
  5. Il Ct francese, che sta preparando le sfide contro Bolivia, Turchia e Andorra, si è tirato fuori dalla corsa per la panchina dei bianconeri "Il mio futuro è con la Nazionale francese". Con queste semplici parole Didier Deschamps ha voluto fare chiarezza sul proprio futuro. C'era anche il suo nome, infatti, fra i possibili eredi di Allegri sulla panchina della Juventus, ma il Ct francese non sembra intenzionato a lasciare la guida dei transalpini. Che ha portato sul tetto del mondo in occasione dell'ultimo Mondiale in Russia e che vorrà provare a vincere anche l'Europeo 2020. Deschamps, che ha giocato a Torino dal 1994 al 1999 e che ha allenato la Juventus nell'anno della Serie B, ha parlato chiaro dunque in conferenza stampa. La federazione francese lo ha scelto nel 2012 e oggi, sette anni dopo, è ancora al suo posto. I Blues nel frattempo giocheranno tre partite: la prima a Nantes contro la Bolivia, poi le due gare di qualificazioni a prossimo Europeo con Turchia e Andorra. GDM
  6. E' stato Allegri la causa dell'addio di Benatia alla Juventus: "Mi ha detto che potevo rinnovare e che contava su di me, ma non ho giocato più". Mehdi Benatia ha lasciato la Juventus a gennaio per trasferisi in Qatar, all'Al-Duhail. Una scelta dettata dalla rottura definitiva con Allegri, il quale non avrebbe mantenuto le promesse. Lo stesso Allegri aveva anticipato in conferenza stampa qualche tempo fa dei problemi di Benatia, confermati anche dal difensore marocchino in un'intervista a 'Yahoo Sport'. "Quando ho saputo del ritorno di Bonucci sono subito andato a parlare con Allegri, che mi disse di non preoccuparmi perché io e Chiellini eravamo titolari e Bonucci doveva riprendersi il suo posto. Ma poi non ho più giocato e l'ho presa molto male. Sono andato a parlare con la società e le ho comunicato che non volevo più giocare con questo allenatore". Così Benatia ha deciso di cambiare totalmente vita, lasciando il calcio europeo per trasferirsi in Qatar. "I miei compagni hanno provato a farmi cambiare idea, ma avevo deciso di non rinnovare anche se nelle settimane precedenti avevo iniziato a cercare casa a Torino perché pensavo di chiudere la mia carriera alla Juventus. Quindi ho deciso di andare via dall'Europa per provare una nuova esperienza con la mia famiglia". Anche l'addio alla Roma è stato piuttosto inaspettato, dopo appena una stagione passata in giallorosso. "Il mio desiderio non era quello di andarmene, perché a Roma mi trovavo benissimo. Mi piaceva l'ambiente e il calore della piazza. E' stato davvero bello giocare per la Roma, sarei rimasto a lungo ma poi le cose si sono complicate". Goal.com
  7. È Fernando Felicevich l'uomo misterioso che beve un caffé in compagnia di Fabio Paratici in una foto che circola da qualche giorno sui social. Uno scatto rubato a Milano, come spesso accade, d'altronde il mercato è sempre aperto, lo è più che mai per la Juve che ha concluso la stagione con più di un mese d'anticipo. Appuntamento, questo, voluto dall'agente cileno che anche alla Juve ha voluto proporre uno dei suoi assistiti di maggior prestigio. Non Arturo Vidal, quella storia sembra ormai fare parte del passato e difficilmente potrà prevedere nuovi capitoli anche se il caso Bonucci insegna come la parola “mai” non esista nel vocabolario del mercato juventino. Piuttosto, Felicevich, ha voluto sondare il terreno a proposito di Alexis Sanchez. LA RISPOSTA – Un profilo seguito, anzi corteggiato a lungo in passato dalla Juve. E che ora sta bussando a mezza Europa, nel tentativo di cambiare maglia dati più i bassi che gli alti vissuti da quando ha scelto il Manchester United. Il suo entourage ne sta parlando da tempo, ad esempio, anche con l'Inter. Ma se una volta Sanchez era anche considerato una priorità per la Juve, ora non è più così. Il cileno può interessare, infatti, solo nel caso in cui si rivelasse un'autentica opportunità di mercato, solo alle condizioni della Juve. E i costi di questa operazione per ora non rientrano nei piani bianconeri: pesantissimo l'ingaggio di Sanchez, da circa 13 milioni netti a stagione. Ma se l'attaccante pur di tornare in Italia sarebbe anche disposto a cedere su questo aspetto, c'è anche un Manchester United che al momento non è disposto a fare sconti né ad aprire ad un prestito senza obbligo di riscatto, dovendo rientrare dell'investimento da 35 milioni di euro di gennaio 2018. Non è una missione facile quella di Felicevich, ma ci sta provando. E bussa a tutti: prima all'Inter, poi alla Juve. calciomercato.com
  8. Nella la voto io, allora
  9. TORINO - Super Juve Mercato: a prezzi non esattamente di saldo, ma di sicuro le occasioni non mancano e c’è di che far funzionare la fantasia anche a suon di permute. Primizie in quantità e import- export in stile senza frontiere, alla faccia pure della Brexit. Con corsie preferenziali e dirette sull’asse Torino-Manchester, innanzitutto. Il club bianconero è decisamente al centro del mercato per ciò che concerne la prossima sessione dei trasferimenti e lo è sia dal punto di vista delle possibili entrate, sia da quello delle eventuali uscite. In un classico giochino da vasi comunicanti che sta alla base delle dinamiche juventine ormai da anni: questione di fair play finanziario da rispettare e di equilibri di spogliatoio da non scombussolare. In questo senso diventa oggetto di riflessioni anche l’opportunità di provare a perfezionare uno scambio che avrebbe del clamoroso, oltre che del paradossa le. Uno scambio che coinvolgerebbe due amici, oltre che due campioni: Paul Pogba e Paulo Dybala. Juve, la lista di Paratici: ecco tutte le possibilità di acquisto degli obiettivi bianconeri Jérôme Boateng, difensore del Bayern Monaco, 30 anni. Valutazione: 12 milioni Possibilità di vedere il giocatore in bianconero l'anno prossimo: 40% Matthijs de Ligt, difensore dell'Ajax, 19 anni. Valutazione: 70 milioni Possibilità di vedere il giocatore in bianconero l'anno prossimo: 50% Stefan Savic, difensore dell'Atletico Madrid, 28 anni. Valutazione: 40 milioni Possibilità di vedere il giocatore in bianconero l'anno prossimo: 40% Marcelo, difensore del Real Madrid, 30 anni. Valutazione: 50 milioni Possibilità di vedere il giocatore in bianconero l'anno prossimo: 40% Raphaël Varane, difensore del Real Madrid, 26 anni. Valutazione: 90 milioni Possibilità di vedere il giocatore in bianconero l'anno prossimo: 30% Paul Pogba, centrocampista del Manchester United, 26 anni. Valutazione: 150 milioni Possibilità di vedere il giocatore in bianconero l'anno prossimo: 50% Tanguy Ndombele, centrocampista del Lione, 22 anni. Valutazione: 70 milioni Possibilità di vedere il giocatore in bianconero l'anno prossimo: 50% Adrien Rabiot, centrocampista del Psg, 24 anni. Svincolato Possibilità di vedere il giocatore in bianconero l'anno prossimo: 60% Nicolò Zaniolo, centrocampista della Roma, 19 anni. Valutazione: 50 milioni Possibilità di vedere il giocatore in bianconero l'anno prossimo: 50% Federico Chiesa, attaccante della Fiorentina, 21 anni. Valutazione: 70 milioni Possibilità di vedere il giocatore in bianconero l'anno prossimo: 50% Mauro Icardi, attaccante dell'Inter, 26 anni. Valutazione: 100 milioni Possibilità di vedere il giocatore in bianconero l'anno prossimo: 30% James Rodriguez, attaccante del Bayern Monaco, 27 anni. Valutazione: 50 milioni Possibilità di vedere il giocatore in bianconero l'anno prossimo: 40% Joao Felix, attaccante del Benfica, 19 anni. Valutazione: 100 milioni Possibilità di vedere il giocatore in bianconero l'anno prossimo: 40% Mohamed Salah, attaccante del Liverpool, 26 anni. Valutazione: 180 milioni Possibilità di vedere il giocatore in bianconero l'anno prossimo: 10% Da Cancelo a Douglas Costa, ecco i giocatori che possono partire: Paulo Dybala, attaccante argentino, 26 anni. Valutazione: 100 milioni Possibilità di vederlo in bianconero l'anno prossimo: 50% Alex Sandro, esterno brasiliano, 28 anni. Valutazione: 60 milioni Possibilità di vederlo in bianconero l'anno prossimo: 50% Joao Cancelo, esterno portoghese, 24 anni. Valutazione: 60 milioni Possibilità di vederlo in bianconero l'anno prossimo: 60% Juan Cuadrado, esterno colombiano, 30 anni. Valutazione: 30 milioni Possibilità di vederlo in bianconero l'anno prossimo: 40% Sami Khedira, centrocampista tedesco, 32 anni. Valutazione: 20 milioni Possibilità di vederlo in bianconero l'anno prossimo: 40% Miralem Pjanic, centrocampista bosniaco, 29 anni. Valutazione: 90 milioni Possibilità di vederlo in bianconero l'anno prossimo: 50% Douglas Costa, esterno brasiliano, 28 anni. Valutazione: 50 milioni Possibilità di vederlo in bianconero l'anno prossimo: 30% Gonzalo Higuain, attaccante argentino, 31 anni. Valutazione: 45 milioni Possibilità di vederlo in bianconero l'anno prossimo: 10% Tuttosport
  10. Per il quotidiano francese è caccia al capitano del Lione: il presidente Aulas vorrebbe venderlo in estate per evitare di perderlo a parametro zero nel 2020 PARIGI (Francia) - Il clamoroso trasferimento al Liverpool saltato in extremis fa ancora rumore. Oggi Nabil Fekir è ancora giocatore e capitano del Lione: «Sono cose che succedono, ho metabolizzato la delusione» aveva detto a proposito dell’episodio nel corso di un’intervista al Daily Mirror. Nelle ultime ore sono però arrivate delle novità dalla Francia: il trequartista, secondo ‘L’Equipe’, non è scomparso dai radar della dirigenza dei Reds. E c’è di più perché a farsi avanti adesso è anche la Juventus. Il campione del mondo ha un contratto in scadenza nel 2020 e il presidente Aulas cercherà con ogni probabilità di monetizzare quest’estate per non rischiare di perderlo a parametro zero. La volontà del club bianconero, che ha già preso Ramsey dall’Arsenal, è quella di ottenere uno sconto rispetto ai 70 milioni chiesti dal Lione nella scorsa estate. Tuttosport
  11. Il Real Madrid è pronto a lanciare la sfida alla Juventus per il cartellino di Jadon Sancho, esterno d'attacco classe 2000 del Borussia Dortmund e della nazionale inglese: stando ad indiscrezioni provenienti dalla Germania, e riportate dalla "Bild", le "Merengues" potrebbero presto passare in vantaggio sulla concorrenza per il giocatore, vero e proprio pupillo di Zidane, valutato dai gialloneri non meno di 80 milioni di euro. TuttoJuve
  12. Il numero 30 bianconero ha raccontato, ai microfoni di Sky, le emozioni della sua seconda annata con la Juve, terminata con un altro #W8NDERFUL Scudetto: «Per me è stato incredibile vincere il campionato la seconda volta con la Juve. – commenta Bentancur - Penso che ripetersi con questo club sia un obiettivo per qualsiasi giocatore del mondo. Sto vivendo questo Scudetto con tantissima allegria, e con la stessa felicità di quello dell’anno scorso, anche perché l’ottavo di fila è un traguardo eccezionale». Che l’apporto di Bentancur in questa stagione sia stato importantissimo lo dicono anche solo le presenze, 38 fino ad ora, di cui 29 in campionato: «E’ stato un secondo anno importante per me, in cui mi ho imparato a giocare tante partite ad alto livello». «Ora – aggiunge l’uruguayo - affronteremo le ultime gare con lo stesso spirito di sempre. Abbiamo vinto lo Scudetto ma adesso vogliamo dimostrare a tutti ancora una volta perché ce lo meritiamo. In più sono partite che personalmente mi serviranno alla preparazione della Copa America». Si partirà con il botto, perchè la prossima sfida è il Derby d’Italia con con l’Inter, in programma sabato sera: «Sarà una bellissima partita a San Siro e faremo di tutto per portare a casa i tre punti. Sarà una Juve super aggressiva, che farà tanta pressione e cercherà di tenere il possesso». Juventus.com Rodrigo Bentancur ha parlato ai microfoni di Francesco Cosatti di Sky Sport. Ecco un'anteprima delle sue parole: "Mi sono confrontato con Allegri sul mio rendimento, non ero abituato a giocare così tanto in campionato e Champions e soprattutto a fare tante partite ravvicinate. Con che spirito affrontare le prossime partite? Vogliamo far vedere perché abbiamo vinto lo scudetto e perché siamo già campioni d'Italia. Ho un contratto fino al 2023 con la Juve, ma se mi offrissero il rinnovo sarei felicissimo per qui sto davvero bene" Tuttojuve Ecco la Champions League, la grande nota dolente della stagione bianconera. L'eliminazione subita per mano dell'Ajax nei quarti di finale non è infatti ancora stata digerita, con Bentancur che ha però voluto lanciare subito la sfida per la prossima stagione: "Per noi è stato un brutto colpo e una delusione, ma non dobbiamo dimenticarci che abbiamo vinto ancora una volta lo scudetto. Forse questo era ancor più complicato visto che in campionato si gioca ogni settimana, mentre in Europa ci sono meno partite. La cosa positiva è che ogni anno giochiamo la Champions League e quindi potremo rifarci. Siamo già concentrati sulla prossima stagione perché vogliamo riportare questa coppa in Italia". Goal.com
  13. Superfluo ma sempre bello scrivere legato alla Juve : Cr7
  14. Ancora sette partite prima della rivoluzione di fine stagione. Il Real Madrid per la prima volta dopo diversi anni è fuori da tutto: eliminato in Champions, lontanissimo dalla vetta della Liga, fuori anche dalla Coppa del Re. Così Zinedine Zidane utilizzerà questi ultimi due mesi di campionato per fare il punto della situazione prima del 'repulisti'. "Ci saranno diversi cambiamenti ma non cambieremo tutto", dice il tecnico francese in conferenza alla vigilia del match contro il Leganes, anche se l'attenzione dei media è tutta rivolta al Real che verrà. "Qui ci sono molti giocatori con cui fare cassa perché sono tutti buoni calciatori. Il problema è che Cristiano (Ronaldo, ndr) non può essere sostituito. Non c'è più, possiamo portare qui giocatori, ma chi verrà non farà quello che ha fatto Cristiano. Quest'anno non vinceremo nulla ma cercheremo di fare bene per finire il meglio possibile la stagione, magari davanti all'Atlético. Quello è l'obiettivo". ANSA
  15. E' Samuel Umtiti il nuovo obiettivo per la difesa. Il difensore francese, colpa dei tanti infortuni occorsi in stagione, ha di fatto perso il posto a vantaggio di Clement Lenglet, ormai partner fisso di Piqué nel cuore della retroguardia catalana. Ecco perché il ragazzo, a fine stagione, potrebbe lasciare il Barcellona, soprattutto se dovesse sbarcare in blaugrana Matthijs De Ligt. A quel punto il club lo lascerebbe andare, con la Juve in pole ed in vantaggio su PSG e Manchester United. Tuttojuve
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.