Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 04/09/2020 in all areas

  1. 7 points
    Che casino abbiamo tirato su battendo l’inda... se non fossimo primi in classifica il signor Lotito starebbe sventolando ai quattro venti lo scudetto del coronavirus da un pezzo. Con buona pace di tutti. E invece ci tocca continuare carissimi.
  2. 5 points
    Quindi si giocherebbe ogni 3 gg A distanza di tre mesi dall’ultima partita A porte chiuse Torneo regolarissimo insomma
  3. 4 points
    E quando dovrebbe cominciare questa eventuale "prossima"...a Natale? E i prossimi Europei quando si giocherebbero...a Ferragosto?? E la stagione successiva che porterebbe ai Mondiali? Ma sì...salviamo ricavi da sponsor e diritti tv...sticazzi in fila per sei col resto di due... Ma che glielo regalino pure 'sto scudetto a quer purciaro da du' sordi...tanto lo sappiamo tutti che se la Lazio fosse stata prima in classifica...avrebbe fatto il diavolo a quattro per far sospendere definitivamente la stagione perchè "la salute prima di tutto"...
  4. 3 points
    Ma se lo tenessero questo circense. Non scambierei nessuno dei nostri giocatori per questo attaccabrighe. Neanche De Sciglio P.s ribadisco ciò che ho detto altre volte: questo con Ronaldo in campo non segnerebbe neanche con le mani. Figuriamoci se qualcuno lo servirebbe mentre fa il palo vicino alla porta, visto che non è uno che partecipa alla manovra e, soprattutto, non è uno che i gol se li crea da solo.
  5. 2 points
    Sandro e 20 milioni per Maurito io lo farei. Solo che mi sa che non sono così fessi al Psg. In ogni caso io Pjanic e Sandro non li ritengo incedibili. A patto che ovviamente vengano sostituiti in modo appropriato. Icardi in attacco ci serve e soprattutto dobbiamo liberarci del Pipita, ma anche qui la vedo dura.
  6. 2 points
    Gli unici che vogliono giocare sono quelli che hanno qualcosa da guadagnarci. Anche in un momento del genere ognuno bada al suo orticello. Spero in una maxistangata da parte dei tribunali contro ogni squadra che farà ricorso contro qualsiasi decisione verrà presa.
  7. 2 points
    A questi della pandemia, dei morti, dei tamponi ecc non frega niente, diciamo le cose come stanno. Chi sta in alto vuole aver riconosciuto il diritto di vincere o di giocarsi il titolo, chi sta in basso si fa scudo della tragedia per non giocare. Devono vergognarsi. Tutti.
  8. 2 points
    le prossime due stagioni, ovvero quelle che portano all'anno dei mondiali del 2022, le farei disputare da fine gennaio/febbario a ottobre/novembre, insomma in linea con l'anno solare. O in alternativa, se la prossima stagione si vuole far finire entro metà luglio, europei compresi, si rimodulano per un anno solo i vari tornei, tipo dividere la serie A in 2 gironi e playoff, in modo da ridurre sensibilmente le partite. L'unico "problema" sarebbero le scadenze dei contratti in essere, ma mi pare che si stia lavorando sulle proroghe Se si annullasse questa stagione, la prossima sarebbe a rischio per via dei vari ricorsi... e mica c'è la Juve da sbattere in serie B in 10 giorni con un processo farlocco.
  9. 2 points
    Paolo Montero ha parlato ai microfoni di Sky Sport. Ecco le sue parole riportate da TuttoJuve: Cosa hai provato quando sei arrivato alla Juventus? "Sono arrivato nella squadra che un mese e mezzo prima aveva vinto la Champions e la partita l'avevo vista in Uruguay, visto che avevo terminato il mio contratto con l'Atalanta. Arrivare alla Juve e incontrare quei personaggi li e dormire subito con Ciro Ferrara, allenarsi con Peruzzi e con tutti quei fuoriclasse è stata un'emozione impressionante. Quello che dico sempre è che mi hanno insegnato l'umiltà verso il lavoro e mi hanno insegnato che l'io non esisteva, ma che esisteva solo il noi". È vero che avevi un rapporto speciale con Zidane? E che un giorno lo difendesti da un tifoso che lo spintonò? "Questo è un insegnamento della scuola italiana e sudamericana: lui, Del Piero e Boksic ci risolvevano le partite e io come difensore dovevo difendere i più forti e lo dovevo fare in tutti i sensi. Questo è quello che insegnano in Sudamerica. Zizou, visto il suo livello, è stato uno dei giocatori più semplici e più umili. Alla Juve sono passati giocatori fortissimi, però, lui come uomo era straordinario. Era impossibile non voler bene a Zizou". Siete sempre in contatto? "No adesso è sei mesi che non gli scrivo, non mi piace dargli molto fastidio. Però quando è mancato suo fratello ci siamo sentiti". Qual è il miglior giocatore con cui hai giocato? "Ho avuto la fortuna di vivere la migliore decade del calcio italiano della storia. Zidane, Del Piero, Peruzzi, Ferrara e Deschamps. Se non erano i più forti erano sul podio dei cinque più forti al mondo". Un giudizio su De Ligt? "Per me lui è un fuoriclasse. Per quello che ha dimostrato e per come è migliorato in questo periodo ha tutte le armi per diventare il più forte. Ma non dimentichiamoci di Demiral. Perché a parte l'infortunio è un giocatore giovane e la Juve può avere una coppia di centrali per molti anni". Un aneddoto? "Io ho avuto dei compagni che se perdevamo la partitella non mi salutavano per un mese. Davids era uno che se perdevi due o tre partitelle ed eri in squadra con lui non ti salutava più. Non so cosa darei per tornare in uno spogliatoio come giocatore. Non so cosa darei per tornare indietro, anche solo per un minuto". Quali sono state le emozioni più grandi? "Le emozioni più grandi sono gli scudetti. Per la mia generazione c'è stato il rammarico per le finali di Champions perse, però, le emozioni più grandi sono state gli scudetti. Anche se le emozioni più belle sono state quelle di poter incontrare le persone che ho incontrato. Perché nessuno arriva dove arriva da solo, ma ci vuole sempre l'aiuto di qualcuno". Pensi in futuro di poter allenare la Juve? "Ogni ex giocatore che vuole bene alla sua ex squadra lo sogna. Ma è un sogno molto lontano. C'è una realtà che dice che sono pochi gli ex giocatori che hanno allenato la Juventus, ma è un sogno le notano e piacerebbe a qualsiasi persona sia passata dalla Juventus". Quale delle Champions perse è quella che fa più male? "Per me quelle contro Borussia e Real. Io sono convinto che quella soprattutto con il Real Madrid, perché ho rivisto la partita dopo tanti anni con i miei figli, e penso che abbiamo fatto una gran partita. Però le grandi delusioni sono Borussia e Real". Cosa manca a questa Juve per essere vincente in Europa? Forse mister Lippi vi caricava sempre al massimo, mentre questa Juventus sembra poco motivata... "Ci vuole anche fortuna, perché ci sono state delle squadre che hanno vinto la Champions e che nel momento critico non meritavano, ma poi hanno fatto gol e hanno vinto un quarto di finale o una semifinale. Un esempio: la finale del 2015 contro il Barcellona, la Juve ha dominato per mezz'ora e non ha avuto quel pizzico di fortuna per fare gol. Poi attacca il Barcellona che ti fa un gol, come capitò anche a noi con il Real che ci fece gol su un rimpallo. Io ci credo a quello. A quei livelli non hai bisogno di un allenatore che ti stimoli. Più stimolo di essere in Champions, di vestire la maglia della Juve, di giocare un match guardato il mondo e che giochi le partite che sognavi di giocare da bambino non ce ne sono. Io non penso di aver avuto bisogno di Lippi o di Ancelotti o Capello per giocare queste partite. Queste sono cose personali e individuali. Quel fuoco li non si compra o ce l'hai o non ce l'hai". Parlando di leader, quanto è mancato Chiellini a questa Juve? "Si è sentita tanto la sua mancanza, anche per gli avversari. Perché a volte il rispetto degli avversari è fondamentale, perché sanno che con Chiellini in campo sarà una "guerra" per 90 minuti perché non mollerà fino alla fine. È un colpo psicologico". Se giocassi ancora, come fermeresti Cristiano Ronaldo? "È forte fisicamente, e veloce. Devi avere l'aiuto dei compagni di squadra e devi cercare di rimanere uno contro uno e devi giocare con il fuorigioco. Devi cercare di non farlo girare, perché se si gira non lo puoi fermare". Secondo te Ronaldo toglie la libertà di giocata ad altri giocatori? "Secondo me il problema dipende dalla personalità dei suoi compagni. Perché i più grandi sono anche i più umili. Io avevo in squadra Zidane e Del Piero, campioni veri al livello di Ronaldo. Ma dipende molto dalla personalità degli altri. Per vivere nella sua ombra devi avere l'umiltà. Nel calcio ci sono gli architetti e gli operai. Io ero un operaio e non potevo diventare un architetto. Ronaldo non toglie niente a nessuno sei tu che ti togli". Io non ti ho mai visto giocare, ma mi hanno sempre parlato della tua grinta, che tipo di giocatore eri? "Giovavo al limite e davo il massimo fino all'ultimo minuto. Questa è stata sempre la mia caratteristica. Vengo da un paese piccolo, di soli tre milioni di persone e per lasciarlo ci attacchiamo al calcio e al nostro spirito uruguaiano. Che come dicono tutti nel mondo è la garra charrua". Cos'è per te la garra charrua? "Da quel poco che ho imparato a scuola: i nostri guerrieri indio erano grandi guerrieri. Alle nostre generazioni è rimasto poco perché siamo più italiani e spagnoli, ma ci piace pensare che ci è rimasta la garra charrua. Noi siamo vicini a due potenze come Argentina e Brasile e noi siamo tre milioni e volgiamo vincere contro di loro perciò ci portiamo dietro questo spirito. Abbiamo squadre importanti in Uruguay". Andrea Agnelli ti ha definito come il suo giocatore preferito. Che rapporto hai con l'attuale presidente della Juve e che rapporto avevi con l'avvocato Agnelli? "Con l'Avvocato avevo il rapporto che avevano tutti i giocatori. E magari ti chiamava alle 5 di notte per sapere come stavi. Era un personaggio bellissimo. Le poche volte che ho parlato con lui aveva sempre la battuta pronta. Andrea lo conosco da quando era un bambino perché entrava con il padre nello spogliatoio. Adesso è un po' che non ci sentiamo, perché a me non piace dare fastidio. L'ho visto prima che diventasse presidente della Juventus, siamo andati a cena e lo ricordo sempre con tanto affetto". Visto che sei il suo giocatore preferito, magari può accadere qualcosa... "Non c'è problema. Io gli auguro tutto il bene. E quando siamo andati a cena gli ho detto: "La Juve sarà sempre la Juve quando c'è uno della famiglia come dirigente". E alla fine i fatti mi hanno dato ragione".
  10. 2 points
    trasmissione spettacolare che ho avuto il privilegio di vedere 🤣 son partiti con messi all'inter, può costare sui 100 +- quanto lautaro naturalmente che lautaro guadagni 2 e messi 40, nn faceva parte della discussione come il peso a bilancio di messi (80) contro quello di lautaro (10) o come la voglia matta di messi di andare all'inda a seguire, l'inter è certa di prendere pogba, x gli onesti bastano 60 milioni d'altronde lukaku 75 e 60 pogba nn fa una piega naturalmente dei 15 milioni all'anno di pogba nessuno ne ha parlato poi bella formazione, peccato che eriksen mister 10 milioni all'anno nn ci fosse ma c'erano i pilastri young e moses sulle fasce poi icardi tra juve e milan, ma la juve ha problemi economici, + facile al milan che del resto ha un bilancio di soli -146 milioni e un proprietario ambizioso e legatissimo al club quindi può tranquillamente permetterselo arrivati a noi c'era hakimi, interviene subito un ospite dicendo, all 99% resta al real timo werner, ma c'è forte il liverpool da 6 mesi e tonali, quello FORSE ce lo lasciano prendere tifosotto dell'inter bello contento, va a letto con messi e pogba e la juve in difficoltà economica, forse arriva a tonali dimenticandosi che l'anno scorso hanno speso 150 milioni, ne danno 10 all'allenatore e hanno un bilncio di -50 il tutto x uscire ai gironi di champions ed essere terzi in campionato, dietro pure la lazio, che l'estate scorso si rinforzava col solo lazzari per ben10 milioni praticamente presi x il ku lo 365 giorni all'anno e pure in tempo di pandemia 😅
  11. 2 points
    se solo avessi la bacchetta magica, ti giuro che gli comprerei messi , mbappè, pogba, alison , salah, milinkovic e chi più ne ha più ne metta... anno dopo anno gli farei una squadra imbattibile, una squadra da sogno, talmente forte e leggendaria a livello di nomi, da far sfigurare qualunque altra squadra mai esistita nella storia del calcio! davvero...li farei godere al massimo tutte le estati, mettendoli nelle condizioni di esporsi e scommettere con tutti i loro amici e conoscenti, sulla vittoria certa della merdekana ....talmente forti che scommetterebbero migliaia e migliaia di euro in ogni sala scommesse , ovviamente sulla merdekana vincente in ogni competizione! e poi...e poi...e poi c'è bisogno che vada avanti? si? ok... ...a giugno di ogni anno spenderebbero migliaia di euro in psicanalisi , antidepressivi , ansiolitici, antiacidi per lo stomaco, gastro protettori , pomate per le emorroidi e TANTA, TAAAAANTA INSULINA! dato che diventeranno tutti obesi e malati di diabete per la quantità industriale di dolci che mangeranno per addolcire la loro amara esistenza.. cesserei questo loop infernale solo il giorno in cui li vedessi (i pochi superstiti) ridotti ad essere considerati da tutti come dei poveri panda in via d'estinzione... solo in quel momento mi fermerei e gli concederei di vincere una coppa italia contro una squadra di serie B arrivata miracolosamente in finale, e comunque solo ai rigori! e dopo 120 minuti di battaglia in cui quei poveracci della squadra cadetta, si saranno meritati agli occhi di tutti di vincere la finale per il grande possesso palla, i 10 pali colpiti, e i 4 rigori solari a favore, negatigli in modo VERGOGNOSO ! dopo di che ai rigori i prescrittoni vincerebbero perchè il portiere avversario avrà dei mancamenti e sverrà sulla linea di porta, e stessa sorte per il secondo e terzo portiere! ragione per la quale in porta ci andrà un improbabile terzino , con la sola virtù di essere alto 1.90 , ma che rimarrà impalato fermo immobile a ogni tiro dei prescrittoni.. il giorno dopo questa ''memorabile'' finale, nonostante i titoli tipo : ''il poggibonsi meritava la vittoria, calcio ingiusto e spietato, l'inda vince senza alcun merito la coppa italia stagione 2047/48'' io so che dalle fogne rispunterebbero fuori tutti quei prescrittoni che durante gli ultimi 3 decenni si erano nascosti in attesa di tornare fuori alla prima vittoria.. al che li coltiverei con cura, li farei tornare ad aprire pagine social qua e la, forum e blog vari, canali youtube e simili ecc ecc si insomma, gli darei modo di vincere anche una supercoppa italiana, magari ADDIRITTURA UNO SCUDETTO! così da vederli tornare proprio tutti a ripopolare la loro tribù merdekana e avere ottimi numeri a livello di spettatori da stadio e da tv, così che sky e media vari possano sottoscrivere nuovi contratti milionari e farli sognare in grande, anzi diciamo pure che io, avendo la bacchetta magica, farei in modo di obbligare sky a fare trasmissioni eccezionali su di loro (anche se non credo mi servirebbe la bacchetta magica per costringerli!), così da gasarli sempre di più: '' E' TORNATA LA GRANDE INDA! PARLA IL FIGLIO DI ZANG JUNIOR - ABBIAMO VINTO IL 19ESIMO SCUDETTO, ORA VOGLIAMO LA SECONDA STELLA E LA CHAMPIONS! SIAMO L'INDA !'' insomma, le solite cose che poi si vedono attualmente in tv, niente di nuovo ecco... e fu così che dopo un paio d'anni di pausa, dove gli permisi di vincere 3 trofei nazionali, facendogli tornare un grande voglia di tifo e di sognare , ricominciai la mia opera iniziata nel 2020 e tornai a fare mercati fantascientifici , seguiti poi da sconfitte altrettanto fantascientifiche , per non dire vergognose e leggendarie in negativo!🤣 che altro dire? forse che se la bacchetta magica mi permetterà di essere immortale, proseguirei la mia opera per sempre, facendo arrivare i prescritti a vincere il 23esimo scudetto nel 2147 circa, anno più anno meno, e assicurandomi che la loro specie non si estingua mai, provvedendo con forza e determinazione alla difesa e la salvaguardia del cane prescritto nerasurro...così che possano pagare in eterno per i loro crimini. e se la bacchetta magica non dovesse avere il potere di concedermi la vita eterna, allora farò in modo di clonarmi e insegnare al me stesso nato in laboratorio, chi sono i prescritti merdekani, tutte le loro vergogne e i loro crimini, quanto li odiamo e ciò che dovrà fare per portare avanti la mia eredità! istruendolo attentamente sulla clonazione!!!!!🤣 p.s. ma scusate un attimo eh: serve davvero la bacchetta magica per far si che si avveri tutto questo?!!!?!?!?!? basta lasciare le cose come stanno, la loro storia è una garanzia!
  12. 2 points
  13. 2 points
    Liberarsi di Pjanic sarebbe già di per sè un bel colpo. Tra Pogba e Milinkovic non faccio distinzioni, sarei felice sia se arrivasse uno sia se arrivasse l’altro. Mi dispiace per Costa, ma se ci fosse del vero, inserirlo in una trattativa per arrivare a Gabriel Jesus, me lo fa mettere sull’altare dei sacrificabili vista la propensione all’infortunio. Bernardeschi mi va più che bene cederlo se si riesce a monetizzare: ha fatto troppo poco per meritarsi altre occasioni. Avanti Kulusevski.
  14. 1 point
    L’unità di intenti nel mondo del pallone per dotarsi di anticorpi in grado di reggere l’urto del Coronavirus non è neanche cominciata che già è finita. Il paradosso però è che i “cattivi”, quelli che non iniziano ogni discorso con “la salute prima di tutto”, alla fine potrebbero aver ragione: il sistema calcio nel quale si trovano semi-annegati è talmente malato che potrà stare in piedi solo se ognuno saprà salvare il proprio orticello. Ecco perché l’alleanza trasversale che si va creando, giorno dopo giorno raccoglie sempre qualche consenso in più. Tanto che le società di serie A sono quasi giunte a un accordo sulla ripartenza: 24 maggio la data più ottimistica, 7 giugno la più lontana, quella di mezzo la più probabile: 13 turni, sette settimane, per finire a luglio. Ripresa che la Samp di Ferrero (quintultima) o il Brescia di Cellino (ultimo) vorrebbero «evitare nel rispetto della triste realtà e dei morti», come scrive il club lombardo in una nota. Eppure, dopo il presidente della Lazio, Lotito, chiarissimo fin dai primi giorni di emergenza nella sua posizione di voler tornare a giocare ad ogni costo perché ha fra le mani l’inattesa chance scudetto, in serie B è stato altrettanto limpido Inzaghi, mister del Benevento schiacciasassi cui mancano solo 8 punti per la promozione in A: «Noi siamo pronti a giocare a giugno,luglio e agosto: vogliamo finire, qualsiasi altra decisione penalizzerà qualcuno. Si andrà nei tribunali, qualche società scomparirà, per cui il calcio rischierebbe di perdere 2 anni, non due mesi». L’ultimo a giocare a carte scoperte è un nome pesante, Galliani, quasi a rinsaldare quell’asse con Lotito che ai tempi della serieA spostava equilibri, alleanze, risorse, giochi di potere: «Quando lo stabilirà la commissione medico-scientifica ripartiremo,fra due o tre mesi va bene lo stesso, spero si possa terminare in maniera regolare e ci venga riconosciuto questo vantaggio abissale conquistato sul campo. Si dovesse finire qui? Il congelamento della situazione non si può accettare. Se dovessimo rigiocare in C? Ricorreremo, non si può pensare una cosa simile dopo gli investimenti e i punti fatti. Mi va bene concludere anche tra tre mesi a porte chiuse, sarebbe terribile ma così si consente alle società di non fallire: se invece la stagione dovesse finire così, il calcio salta per aria. Toccherà al Governo decidere», spiega a Radio24, «ma finiamo il campionato o salta tutto. Lo ha capito la Fifa, le altre leghe europee ma non quella italiana. Questo perché le ultime della classifica urlano perché non vogliono scendere in B». Il tutto con una previsione: «Vedo una stagione che si concluderà in autunno senza pubblico, ma comunque con tutti i ricavi da sponsor e diritti tv, ed una prossima senza pubblico, se non tutto l’anno quasi». Libero
  15. 1 point
    La principessa dormiente è stata risvegliata dal bacio del rospo ed anziché in un bosco fatato si è ritrovata in una palude di mèrda. Benvenuta sulla terra Mme Lagarde. Passato bene il viaggio di rientro dall'Iperuranio?
  16. 1 point
  17. 1 point
    Finché la società c’è non dovete temere nulla. Exor è il 24esimo gruppo mondiale per fatturato e giro d’affari, un colosso da 150 miliardi l’anno e 5 miliardi di utili. Una potenza
  18. 1 point
  19. 1 point
  20. 1 point
    Ronaldo andrebbe tenuto innanzitutto per quello che fa sul campo, oltre al fatto che uno così, chissà quando lo rivedremo alla Juve, sia perchè ne nascono raramente, sia perchè poi quando a 16-17 anni si intravede un talento simile, sono le solite squadre a metterci le mani sopra. Dunque magari arrivasse a questi livelli fino a 40 anni! Anche perchè al rinnovo, calerebbero e non di poco, i costi di ammortamento del cartellino e magari uno sconto ce lo farà anche lui.
  21. 1 point
    Sai Polar, stavolta ci avevo quasi creduto e sperato
  22. 1 point
    Belle parole da un'altra Juve che ha avuto meno di quello che, per me, avrebbe meritato. La famiglia Agnelli è un vanto, un lusso, una sicurezza, ma anche un limite secondo me, soprattutto per la coppa. Allegri parlo di DNA, mi sa che tutti i torti non li aveva. Speriamo di svoltare in Europa prima o poi. Meglio prima possibilmente.
  23. 1 point
    Bhé proprio oggi ho letto che é morto un ex mezzofondista recordman italiano, quindi senz'altro una persona iper allenata, ed aveva 50 anni eh. Lo stesso "paziente 1" di Lodi era un maratoneta, dilettante, ma maratoneta e giovane, e su di lui ha avuto conseguenze pesanti per fortuna poi passate. Andiamoci piano con queste affermazioni, non é che ci sia una casistica amplissima anche se é vero che per ora per i calciatori sembra risolversi senza problemi.
  24. 1 point
  25. 1 point
    Freddy Adu, Bojan Krkic, Cuenca i primi che mi vengono in mente...in Italia sicuramente Berardi
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.