Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Classifica Utenti


Contenuti Popolari

Visualizzazione di contenuti con la più alta reputazione 20/02/2019 in tutte le aree

  1. 8 punti
    Se avessimo uno stadio da 90000 posti si inventerebbero un criterio di ripartizione per importanza delle città, 1° Roma, 2° Milano , 3° Napoli, 4° Firenze, 5° Genova.. Troverebbero un'altra maniera di mettercelo al c.ulo. Sempre più R - I - D- I - C - O - L - I .
  2. 4 punti
    1 scudetto = complimenti/gol di Muntari 2 scudetto = non c'erano avversari 3 scudetto = la Juve dovrebbe fare un campionato a parte 4 scudetto = la Juve ruba 5 scudetto = la Juve ruba e manipola la lega calcio 6 scudetto = la Juve ruba ma meno male che il prossimo anno c'è il VAR 7 scudetto = la Juve manipola il VAR 8 scudetto = JuveOut Il peggioramento è lineare e costante, BISOGNA CONTINUARE COSÌ, DOVETE IMPAZZIRE!!!!!
  3. 3 punti
    Calciomercato.com riporta una curiosa iniziativa lanciata su Facebook da parte di tifosi napoletani che vorrebbero un eclatante segno di protesta anti-juve contro presunti illeciti sportivi da parte della Juventus. Si tratta ovviamente di una notizia di colore e persino buffa, ma ho ritenuto che fosse uno spunto interessante per discutere della questione antijuventinità e mancanza di cultura sportiva fra le tifoserie. Riporto qui di seguito parte dell'articolo, che richiama i toni deliranti delle proteste: in città si discute se disertare in massa in San Paolo il prossimo 3 marzo. “Entra nella storia, 5 continenti, 178 paesi collegati, 1,5 miliardi di spettatori, ma i napoletani dicono no al match, disertano lo stadio. Vuoto! Il San Paolo dice no alla Juve”: questo lo slogan della protesta che sta accrescendo rapidamente i suoi consensi. Quasi certamente, va detto, ci sarà solo qualche vuoto in più del previsto, non sarà un effetto scenico straordinario nella gara contro CR7 & co., storicamente la più sentita della stagione. Ma, quello che appariva come un paradosso, sta prendendo piede come tema di dibattito. Alle spalle di questa iniziativa c'è il gruppo #juveout che per entrare a far parte della propria comunità virtuale pone domande: "Saresti disposto ad invitare in questo gruppo tutti i tuoi amici non juventini? Pensi ci sia un'altra Calciopoli? Come sarebbe un campionato senza la Juve?". Ovvio che l'intento di “Napoli-Juventus vuoto” è un movimento di protesta che nasce, soprattutto dall'arbitraggio di Inter-Juve dello scorso anno e che ritiene ancora non sanata la frattura per quella gara che ha condizionato in modo determinante l'esito della stagione 2017-2018: e diversi sono anche gli articoli che proliferano con titoli come: “I tifosi del Napoli disertano il San Paolo perché la Serie A è truccata” o sotto forma di prime pagine di Gazzetta taroccate ad arte per il proprio scopo. Non c'è solo la Juve nel mirino degli organizzatori della protesta: anche la FIGC e quelli che sono ritenuti gli altri poteri forti vengono visti come obiettivo centrale.
  4. 3 punti
  5. 3 punti
    lo farei pure io, sono a 13 punti, che ci vanno a fare allo stadio?
  6. 2 punti
    Di Massimo Zampini “Che noia ormai la serie A, ma davvero voi vi divertite ancora?” (plurimulticit.) “E non m’annoio, e no che non m’annoio non m’annoio, io no che non m’annoio non m’annoio non m’annoio” (“Tempo”, Jovanotti, 1992) La verità è che, al contrario della vulgata diffusa da chi in questi anni non si sta divertendo particolarmente, nel nostro calcio annoiarsi è praticamente impossibile. Ok, da un po’ di tempo vince sempre la stessa, non posso negarlo. Ma ci annoieremmo se non accadesse mai nulla o se tutti riconoscessero banalmente la forza e i meriti di chi vince per un periodo così lungo. Così sì, che sarebbe noioso. Com’è evidente, nel caso di specie difettano entrambi i requisiti. Del secondo inutile parlare: ora siamo reduci da un 3-0, con la seconda a meno tredici – il tema quindi non è all’ordine del giorno – ma basta un episodio succoso a Bologna o ancor più a Napoli la settimana dopo per scatenare l’inferno e tornare a delegittimare ogni successo. Anzi, perché aspettare domenica o addirittura il weekend successivo? Prima c’è la Champions, basta una bella vittoria dell’Atletico ed ecco la prova provata che in Europa, senza il sistema che vi tutela… E non mollano mai, non imparano mai, anno dopo anno. Impossibile annoiarsi, cercate di capirci. E poi c’è l’altro requisito: se non succedesse mai nulla, se mancassero le sorprese, i colpi di scena, se fosse sempre tutto stantio e prevedibile, probabilmente ci annoieremmo anche noi. Non tanto, ma un po’ forse sì. Il problema è che non ci danno proprio il tempo, anche in settimane apparentemente tranquille e senza partite di rilievo. Prendiamo l’ultima. Noi veniamo da un bel successo a Reggio Emilia e dobbiamo affrontare il Frosinone, senza Champions in mezzo. Ci sarebbero le condizioni perfette per rilassarsi un po’, ma ecco qua la settimana “noiosa”: lunedì, mentre stiamo leggendo l’intervista di Veltroni a Paratici, in cui il buon Fabio spiega che per trovare stimoli anche quest’anno aveva anche pensato di fare casino prendendo Icardi dai fratelli interisti, la Juve annuncia di avere preso a parametro zero Aaron Ramsey, 28 anni, 260 partite in Premier, 43 in Champions League, 58 in nazionale gallese. Se ne parlava da un po’, ma con i big a scadenza di contratto non si sa mai, basta un’offerta più alta al solo giocatore e salta tutto. Si allunga così, in un sereno lunedì sera invernale, la straordinaria lista di parametri zero o elementi del vivaio per il nostro centrocampo di questo ciclo pazzesco: dopo Marchisio, Pirlo, Pogba, Khedira ed Emre Can, arriva Ramsey. Martedì la Juve, a sorpresa, comunica l’emissione di un bond di 175 milioni, a interessi piuttosto bassi, al fine, scrive Leonardo Dorini proprio qui, “di fare affluire ulteriori importanti risorse al Club bianconero e di migliorare l’assetto delle fonti finanziarie”. Mercoledì i bianconeri annunciano il successo dell’operazione lanciata il giorno prima e l’Inter capisce che tocca a lei, è il momento di fare qualcosa per tenerci svegli, non può mica pensarci sempre la Juve. Così, con un tweet annuncia che il nuovo capitano è Handanovic. Non più Icardi, dunque, che fa i suoi 30 gol a stagione, che tutti ci descrivono come un grande professionista, che arrivato in Champions ha fatto 4 gol in 6 partite spesso giocate costantemente nella propria metà campo. Nessuno spiega cosa accada, così possiamo divertirci di più a immaginare e ognuno può formulare le proprie ipotesi: i rapporti con i compagni, la lunga trattativa per il rinnovo, le parole di Wanda a Tikitaka… Nessuno sa niente. Brozovic mostra solidarietà mettendo like e cuoricini a qualunque essere umano commenti positivamente questo avvicendamento, Icardi non viene convocato per l’Europa League, anzi sì, era convocato ma non è voluto partire, no, non è così, sta male. Grazie, ragazzi, ci avete regalato un mercoledì come si deve. Giovedì i nerazzurri fanno di tutto per tenersi la scena, tutti contro Wanda, Icardi lasciato improvvisamente solo anche da gente che l’ha sempre adorato e dai media fin lì amici, come da tradizione del nostro Paese di leoni – tranne il mio amico Fabrizio Biasin, che grazie alla scelta di non lasciare la nave nel momento del naufragio si becca pure un bel po’ di insulti -, Moratti attacca la scelta della società, Brozovic e Perisic tornano improvvisamente a giocare a pallone dopo qualche mese, ma tutto questo non basta, perché è il giorno in cui la seconda in classifica, la nostra prima rivale, ancora in corsa anche in Europa League, vende ufficialmente il suo storico leader capitano “ai cinesi” (cit.). Così, in mezzo alla stagione. Anzi, a mercato concluso, così non c’è il rischio di dover trovare un sostituto. E poi arriva il weekend, con la Juve che vince nettamente, i giocatori che si scambiano assist, abbracci ed esultanze, con siuuu mask, sorrisi e piroette; la seconda che non segna neanche stavolta e finisce a meno 13; Marotta che dopo sette anni di domeniche tranquille a riposarsi chiama a notte inoltrata “Tikitaka” mentre la moglie e procuratrice di Icardi racconta commossa i giorni difficili, per dirle che va tutto bene, che la vita va avanti, che è tutto fatto per il bene dell’Inter. E noi siamo lì che guardiamo rapiti, non riusciamo ad andare a dormire e a pensare che davvero questa settimana stia già per concludersi. Spegniamo la luce, ripensiamo a Ramsey, alla Juve che continua a cercare risorse, al tweet dell’Inter, ai like di Brozovic, a Moratti che si arrabbia, ad Hamsik ai “cinesi”, a Ronaldo che fa il Dybala, a Dybala che fa il Ronaldo, a Mazzarri che tiene eroicamente lo 0-0, a Marotta che non può più rilassarsi neanche la domenica sera in cui si è vinto. E sorridiamo pensando a chi non si gode questo e ci chiede sconsolato: “ma dai, davvero vi divertite ancora?” Di Massimo Zampini
  7. 2 punti
    paura di tutti rispetto per nessuno
  8. 2 punti
    Visto che stasera non si poteva scrivere il bel gioco, si parla di ritmi
  9. 2 punti
    Ma poi...capito?? Noi siamo una società con forza politica in Europa....eeeeeehhhhh...s'è visto l'anno scorso a Madrid...s'è visto con l'espulsione a Valencia di Cristiano...s'è visto con certi arbitraggi che ci sono capitati... Ma con quale coraggio dici una roba del genere??
  10. 2 punti
  11. 2 punti
  12. 2 punti
    Eh già... invece di premiare chi fa bene si cambiano addirittura le regole per fare esattamente il contrario! iTaglia... uno schifo!
  13. 2 punti
    lasciare l'allianz alle women e costruirne uno nuovo da 70 mila
  14. 2 punti
    assurdo fare uno stadio di soli 40000 posti. 55000 era il giusto
  15. 2 punti
    Che massa di gente patetica,vittimista,infantile e moralmente senza capo e ne coda. Non per essere razzista, ma io altri popoli che hanno gli stessi comportamenti(problemi con se stessi e con gli altri) morali e pratici di questi,in tutto il globo ,non riesco ancora a trovarli... Detestati anche in tutta la Campania. Un misto delle peggio cose dell'umanità. Disertassero tutto e tornassero in serie c. Starebbero bene forse solo su Atlantide.
  16. 2 punti
  17. 2 punti
    Se al fischio d'inizio vedo robe tipo cancelo esterno alto, caceres terzino destro, Barzagli terzino destro, difesa a tre o cose simili, la prima cosa che faccio è bestemmiare. Poi inizio a tifare.
  18. 1 punto
    Mane e Salah solo in Premier possono essere considerati fenomeni. Nel Bayern Lewandowski e James inesistenti
  19. 1 punto
    Per chi capisce lo spagnolo, ottima analisi di Julio Maldonado (grande intenditore di calcio internazionale) su questa partita
  20. 1 punto
    Certo che se l'input lo da la stessa società dicendolo pubblicamente nel prospetto dei Bond......
  21. 1 punto
    Topic sui diritti tv, ma ci si focalizza solo sulla capienza dello stadio... Peccato che il punto non sia quello, ma la ripartizione dei diritti tv in base (anche) alla capienza dello stadio...
  22. 1 punto
  23. 1 punto
    Assurdo che Cerri valga quanto un Benatia. Ovviamente il marocchino ha forzato la cessione in modo ignobile, a Gennaio, mettendo spalle al muro la società, che se avesse trattenuto il giocatore avrebbe creato un enorme problema nello spogliatoio. Peccato. Ma non è solo colpa nostra.. Per il resto ottime cessioni.
  24. 1 punto
  25. 1 punto
    se dovesse andare male arrivederci e grazie a fine stagione. Ma sicuramente arriva uno che gestisce la squadra allo stesso modo, portandola al top della forma a febbraio/marzo, non uno che pensa al "gioco" o che si preoccupa di asfaltare 5-0 le squadrette di mezza serie A come si augurano qui dentro. non si vuole ancora capire cosa significhi essere un tecnico di un top club europeo come la Juve nel calcio di oggi.
Questa classifica è impostata su Roma/GMT+01:00
×

Informazione Importante

Utilizziamo i cookie per migliorare questo sito web. Puoi regolare le tue impostazioni cookie o proseguire per confermare il tuo consenso.