Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

ico83

Utenti
  • Numero contenuti

    2.886
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni con più "mi piace"

    3

L'ultima giornata che ico83 ha vinto risale al 29 Novembre

ico83 ha ottenuto più mi piace in un giorno nei suoi contenuti!

Reputazione Comunità

15.524 Guru

Su ico83

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno
  • Provenienza
    Alba Adriatica

Contatti

  • Sito web
    http://

Visite recenti

199.988 visite nel profilo
  1. Il problema è l’ingaggio, poche squadre possono permetterselo.
  2. Chissà perché è finito al Milan in prestito sanguinoso e ora vogliono rispedircelo allora. Se funzionavano non serviva Ronaldo.
  3. Asamoah cavallo diTroia Ho fatto un giro su intertrans, non sanno come insultarlo. Ovviamente invocano Anndddonio o Simeone. Il bello deve ancora cominciare
  4. Ridete, ridete, ma mi piacerebbe vederlo alla Juve Luciano, sono sicuro che con la squadra che ha Allegri le avrebbe vinte tutte, anche contro il Genoa! Luciano “bel giuooooko” Spalletti
  5. Casella piena. Ho liberato spazio adesso.
  6. La versione colombiana (ma credo centroamericana in generale) del reggaeton.
  7. Mandzukic e Ronaldo a mio avviso si dividono più o meno equamente gli spazi centrali poiché nessuno dei due è una punta statica. Dunque ha anche poco senso dire chi dei due dovrebbe star dove, le heatmap raccontano storie molto più ibride di quelle su carta. Su Bernardeschi e Costa invece mi sento di dire qualcosa di più. Il brasiliano è più ala, l’italiano più trequartista. Bernardeschi capisce meglio i movimenti in profondità di Ronaldo e viceversa, Costa crossa meglio dal fondo e risulta letale in combo con un colpitore di testa come Mandzukic. Dybala si trova bene (nemmeno benissimo, ma sicuramente bene) con Mandzukic, ma male con tutti gli altri, però è il giocatore che svolge meglio quei “compiti di raccordo” di cui parli poiché è il più “ispanico”, più preciso nel fraseggio corto a ritmi bassi. Cuadrado a targhe alterne risulta molto positivo nel fare la doppia fase ma tendenzialmente eccelle solo nel Ras Tas Tas. Questo è il “guazzabuglio” da risolvere e si risolve, ribadisco, solo sul mercato. Aspetto positivo: è di gran lunga un guazzabuglio migliore di quello della passata stagione, d’altronde il migliore al mondo ora gioca per noi.
  8. Personalmente credo che il tridente migliore con i giocatori attuali sia quello formato da Mandzukic, Ronaldo e uno tra Bernardeschi e Costa. Essendo Bernardeschi bravo su ambedue le fasce e dietro le punte, discreto anche nel gioco aereo, per migliorare il rendimento di Dybala potrebbe essere testato anche un Bernardeschi-Ronaldo-Dybala in talune gare. Viceversa Costa e Dybala assieme hanno poco senso. Comunque sono tutte soluzioni migliorabili sul mercato.
  9. Partiamo dal fondo: in questo spazio si sono lette ben altre cose al tempo che io ricordo alla lettera, utente per utente. Di cui alcune (neanche velatamente) offensive, proprio in merito al feeling calcistico tra i due argentini. A posteriori quel qualcuno non si è nemmeno degnato di dire “scusami, magari sono io a prenderne solo alcune e per sbaglio” e non farò il nome di questo qualcuno anche se adesso fa lo gnorri e rielabora l’accaduto, per il semplice fatto che non porto rancore e credo sia anche poco interessante ai fini della discussione. Io conto poco, le mie opinioni/previsioni ancor meno, peraltro malauguratamente arrivano spesso con vari mesi di anticipo rispetto agli eventi risultando incomprensibili ai più, però cerchiamo di non prenderci in giro almeno. Il resto del post è un’analisi lucida che condivido quasi in toto, anch’io credo che Ronaldo possa rendere al meglio accanto ad un Griezmann (velocissimo, gioco di prima, abile nel gioco aereo e intelligente con e senza palla, anche negli assists) o, chiaramente, ad un Benzema. Da verificare Martial. Con Mandzukic si intende bene ma siamo lontani dall’intesa ottimale. Però no, non si sta correndo, anzi secondo me abbiamo sperimentato pure troppo. Anche la passata stagione è stata una forzatura, un voler prolungare il periodo di sperimentazione di altri dodici mesi per non arrendersi ed ammettere di aver speso 90 milioni in modo sbagliato. Credo che anche questo abbia portato all’addio di Marotta. Non credo al miglioramento dell’intesa tramite il lavoro, abbiamo un numero sufficiente di prove per arrivare alle dovute ed ineluttabili conclusioni sul mercato che andrà fatto in attacco e mi pare che questa volta (almeno) non sia il solo ad averlo intuito.
  10. Ah ma la mia non era una critica alla gestione attuale, ci mancherebbe, condivido questo discorso. Si ragiona di come migliorare la squadra sul mercato a breve e medio termine.
  11. Non è un fatto di dignità, è che per vincere ciò che la Juventus vuol vincere, nessun dettaglio può essere trascurato, deve girare tutto come un orologio svizzero, abbiamo avversari di livello complessivamente superiore come le due spagnole. Era palese che Dybala e Higuain, pur segnando diversi gol, assieme non funzionassero. Palese purtroppo a pochi qua dentro prima che la cessione al Milan venisse perfezionata. Per lo stesso motivo: tanti gol -> va tutto bene. È altrettanto palese che Dybala e Ronaldo si capiscano ancor meno che i due argentini. Ora, siccome Dybala non è Messi, non è Sivori e nemmeno Baggio, come qualcuno spera e sogna, non ha senso alcuno costruire la squadra su di lui. Ha senso sfruttare al massimo gli ultimi anni di un VERO fuoriclasse, ossia Ronaldo. I giovani si comprano, non è che finito Ronaldo finisce la gioventù. Dybala, con quel passo lento e quei limiti fisici potrebbe sfondare come prima punta al posto di Suarez, Aguero o Firmino ammesso e non concesso che riesca a farsi preferire a loro, i quali non vanno a terra al primo soffio di vento, di testa ogni tanto ne prendono qualcuna, sanno usare il piede debole e non si assentano mentalmente quando conta. Al momento il ragazzo è più vicino alla parabola di Immobile e Higuain.
  12. Pure i numeri di Higuain e Immobile sono da fuoriclasse ma giocano nel Milan e nella Lazio rispettivamente poiché fuoriclasse non lo sono neanche lontanamente. I gol si pesano e Dybala contro le grandi squadre, salvo in due o tre occasioni, non ha risposto “presente” e anzi ha palesato limiti mentali e atletici con prestazioni in taluni casi fortemente negative.
  13. Cosa si definisce “bel gioco”? “Giocare bene”, “giocare meglio” , “giocare peggio”? Sono frutto dell’influenza culturale borbonica che nella tua città, caro Giovanni, è piuttosto marcata. Gli spagnoli da secoli pensano di poter imporre il proprio modo di intendere le cose e il calcio ne è un’appendice. In Spagna han fatto fuori decine di allenatori perché colpevoli di raggiungere risultati senza il loro strafottutto toque toque y toque, siempre toquando. L’Italia vanta quattro campionati del mondo, non possono insegnarci alcunché. Noi vinciamo con la verticalità, con la rapidità di esecuzione, con l’essenzialita, col cinismo. Non dobbiamo imitare loro poiché quel modello si confà alla caratteristiche dei giocatori spagnoli, lenti e mingherlini per lo più ma precisi nel corto e sguscianti. Però una cosa giusta l’hai detta e va rimarcata: il numero di occasioni create. Questo è un buon indice, non soggettivo, di “buon gioco”. Beh, ti sorprenderà, ma la Juventus di Allegri, che tu definisci catenacciara, è la squadra in Europa con più tiri di media a partita pur avendo un possesso palla inferiore di 7 punti rispetto al Manchester City di Guardiola. 19.2 E tutto questo con Mandzukic titolare. Reductio ad absurdum. Tanti cari saluti.
  14. Nulla è casuale, se Allegri avesse riproposto quell’11 magari ora staremmo parlando di qualificazione in bilico. Una partita in un girone che ne contempla 6 fa tutta la differenza del mondo. Bello essere * col * degli altri ma un allenatore è pagato per portare risultati. Ad Allegri non si perdona un solo pareggio, figuriamoci due sconfitte. E sì, nemmeno le prestazioni sono casuali. Difatti è del tutto normale produrre più occasioni avendo il pallino del gioco a centrocampo, con una punta in meno. Quel video c’entra perché i fallimenti europei del City e del Bayern di Guardiola derivano proprio dalla presunzione tipicamente ispanica di stabilire cosa sia futbol hermoso e cosa no è che questo venga prima del risultato. Quei tre eseguono meccanicamente passaggi del tutto inutili atti a innervorsire l’avversario o a ipnotizzarlo. O magari a recitare un copione per compiacere l’allenatore. Porta a nulla di utile perché non sono Messi, Iniesta e Xavi e di fronte hanno giocatori accorti. Esportare modelli senza tener conto dei nomi, delle radici calcistiche , della storia non ha senso. Noi non dobbiamo rendere il nostro gioco sterile come contro lo United, non abbiamo i giocatori giusti per rendere efficace tutta quella mole di passaggi. Dybala non è Messi, Pjanic non è Iniesta.
×

Informazione Importante

Utilizziamo i cookie per migliorare questo sito web. Puoi regolare le tue impostazioni cookie o proseguire per confermare il tuo consenso.