Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Tornello

Utenti
  • Content count

    427
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

304 Buona

About Tornello

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

7,043 profile views
  1. Sì sembrerebbe di sì. Comunque il vero mistero del calciomercato è come Chiesa possa valere 70 e Orsolini 15. Se Chiesa costa davvero 70 allora Orsolini non può costare meno di 68/69...
  2. Oggi primo tempo malino e secondo di alto livello. Entra in 3 dei 4 gol ed è ancora il migliore in campo del Bologna (due su tre, con il Verona non l'ho vista). Salta l'uomo con discreta facilità e corre tanto. Sta maturando bene e in fretta. Comunque negli ultimi sei mesi (non tre giornate, ormai siamo quasi a una ventina) mi pare abbia messo insieme più reti e assist di Chiesa e Berna messi insieme. Così per la cronaca. edit: ho controllato per curiosità in effetti dati serie a 18/19 più quest'inizio: Bernardeschi 2 reti 3 assist Chiesa 6 reti 3 assist Orsolini 9 reti 7 assist
  3. Tornello

    Senza Costa meglio il 4-3-1-2

    Quoto; Sarri è dall'inizio che sta facendo una specie di falso 433, in realtà è un classico 442. Costa fa l'esterno alto a destra (rientrando quasi sempre sulla linea dei centrocampisti) e Matuidi scivola a sinistra partendo più stretto e con più compiti di contenimento; Ronaldo fa la seconda punta partendo defilato ma è una seconda punta a tutti gli effetti. Finora il castello si è retto su due pedine: Matuidi (unico in rosa a poter fare quel tipo di lavoro) e Costa (uomo migliore per creare superiorità). Tolto Costa dall'equazione si potrebbero cercare altre soluzioni, ma dubito che almeno per ora Sarri si discosterà più di tanto da quello che ha provato. Berna sostituirà Costa e che Dio ce la mandi buona. In questi 20/30 giorni senza Costa (speriamo non di più) Bernardeschi si giocherà una bella fetta di credibilità.
  4. Unica nota positiva non avere subito gol, anche se abbiamo rischiato più di una volta. In generale siamo stati davvero brutti. Male, malissimo Bernardeschi; o si sveglia o è giusto che se ne stia seduto a vedersi le partite. Purtroppo l'assenza di DC ci toglie moltissimo: era l'uomo più in palla ed è l'unico dei nostri che salta l'uomo da fermo. Preoccupanti i crampi al 60esimo. Il portiere non mi trasmette sicurezza. In partite di questo tipo diamo sempre l'idea di passeggiare (sono anni ormai). A Madrid sarà durissima senza Pjanic, DC e Chiellini.
  5. Non ho detto che Vidal fosse il centrocampista più forte del mondo, ma nel suo ruolo è stato tra i primi 5 di sicuro almeno negli anni top. Poi abbi pazienza ma che il Vidal di Leverkusen fosse lo stesso giocatore di Torino è smentito dai fatti. In Germania ha iniziato come difensore centrale e l'ultimo anno di Allegri faceva il finto trequartista con una media di una decina di reti a stagione... Paragonare Ozil a Vidal è come paragonare le mele con le pere, sono giocatori diversi con caratteristiche diverse e ruoli diversi. Comunque ok prendo atto che per te un giocatore a 22 anni ha raggiunto il suo pieno potenziale fisico, psicologico, tattico e tecnico... è una teoria smentita dai fatti e dal comune buon senso (come può essere un ragazzino di 22 anni lo stesso atleta di un uomo di quasi trenta?) ma va bene lo stesso. Ciao.
  6. Nessuna polemica ci mancherebbe si fa per discutere e mi fa piacere farlo. Detto questo per rispondere alla tua domanda ti posso citare Vidal, a 22 anni giocava in Cile nel Colo Colo da centrale difensivo, poi approdò a Leverkusen dove restò tre anni e fu trasformato in centrocampista. Esplose alla Juve tra i 26 e i 27 anni e fino a poco tempo fa probabilmente tra i top 5 centrocampisti al mondo (ancora oggi di assoluto livello sebbene calato fisicamente). Questo per me è l'esempio di uno che a 22 anni non solo era nell'anonimato (più o meno, non è che giocasse in lega pro ma neanche in un campionato di primo livello) ma giocava pure in un altro ruolo rispetto a quello in cui si è imposto a livelli assoluti pochi anni dopo. Per rigirarti la domanda: quanti talenti che a 22 anni sembravano spaccare il mondo si sono persi tra squadre medie o piccole (Balotelli per dire il primo che mi viene in mente)? Voglio dire che a 22 anni c'è tutto un mondo di cose che possono accadere, maturazione fisica, equilibrio psicologico, evoluzione tattica e anche tecnica seppur con margini più limitati (penso a gattuso che da ragazzo aveva i ferri da stiro e nella piena maturità ero un ottimo giocatore anche con la palla a terra). Insomma per me la fai un po' troppo facile ma va bene così è il bello di scambiarsi opinioni.
  7. I giocatori che citavo sono esempi della norma. La norma è che un giocatore diventa "grande" (se lo diventa) dai 24/25 ai 27/28. L'eccezione sono i vari Pogba, Mbappe, Del Piero, Messi, Robben o Ronaldo che sono fenomeni assoluti e già a 20 anni possono giocare titolari in Real Juve Bayern o Barcellona. Ovviamente hai tutto il mio rispetto ma questa tua teoria dei 22 anni per me non sta né in cielo né in terra, considerando anche che la maturità psico-fisica si raggiunge verso i trent'anni, e i giocatori non fanno eccezione. Cmq Pirlo a 22 anni aveva fallito nell'Inter e faticava a giocare a Brescia; era visto come un talento cristallino ma inesploso, con poco passo per giocare sulla trequarti e in generale di difficile collocazione. Fu "salvato" da un'intuizione di Mazzone prima e di Ancelotti poi. Zidane a 23 anni era alla periferia del calcio, tant'è vero che la Juve lo prese per 7/8 miliardi, e parliamo di uno che sarebbe diventato uno dei centrocampisti più forti della storia. Quello che dico è che a 22 anni non si può giudicare un calciatore considerandolo "fatto e finito". Orsolini potrà rivelarsi un campione oppure no, non lo so, quello che so è che a 22 anni un giocatore non è "fatto e finito".
  8. Ma quando mai. La storia del calcio è piena di campioni che a 22 anni vivacchiavano in squadre minori e di cui nessuno immaginava la futura grandezza. Molto dipende dalla fortuna, dagli allenatori che si trovano, dalla testa che si ha. Non si è per niente fatti e finiti a 22 anni, in nessun campo della vita e dello sport. Pirlo a 22 anni stava per finire nel calderone delle "promesse mancate" se non trovava Mazzone che gli inventò una carriera da play basso. Zidane a 23 anni giocava a Bordeaux ed era semisconosciuto al grande pubblico. Schevchenko a 23 anni giocava a Kiev. Cannavaro a 22 anni era considerato un buon prospetto che giocava e non giocava a Napoli, e si potrebbe continuare per pagine e pagine. Se poi si parla di quei 3/4 fenomeni assoluti che ci sono ogni decennio ci può stare il tuo discorso, ma questi sono l'eccezione e non la regola. Infatti, quoto.
  9. Sì si parlava di un'opzione di riacquisto sui 25 milioni ma mi pare che sul comunicato ufficiale non fosse menzionato nulla. Probabile che ci sia un accordo in questo senso comunque visto che la cosa era uscita un po' dappertutto.
  10. Fisicamente Chiesa è di una categoria superiore e ha il grande pregio di essere praticamente ambidestro, ma per gli aspetti che dici tu (tecnica, visione, intelligenza e aggiungo finalizzazione) anche per me è superiore Orsolini. Il credito (e la valutazione) di cui gode Chiesa è esagerato mentre Orsolini è ampiamente sottovalutato. Come è arrivato a Bologna Miha non l'ha più levato dal campo e sono sei mesi che è una delle migliori ali della serie A, compreso quest'inizio di campionato: l'ho visto con la Spal ed è stato devastante, di gran lunga il migliore in campo. Per me quest'anno potrebbe fare il salto.
  11. È il suo limite più grosso ma ormai col destro non migliora più. I primi due anni ho sperato si vedesse qualche miglioramento, ma dopo 4 anni è rimasto monopiede come arrivò da noi il primo anno. Dubito possa farlo ora che va verso i 26. Condivido, è da un paio di anni che mi pare abbia perso rapidità e agilità. Forse paga il fatto che in nazionale (e con noi l'anno scorso) giochi abbastanza defilato e lontano dalla porta, ma la realtà è che difficilmente salta l'avversario da fermo o sul breve come gli riusciva abbastanza spesso i primi due anni e anche l'ultimo a palermo. Qualunque sia la ragione è un motivo in più per tenerlo vicino alla porta e sfruttare la sua qualità migliore che per me è il tiro dai 16/20 metri e l'imbucata per i compagni nei pressi dell'area. Non ha il passo né lo spunto per giocare bene sulla trequarti ed essere decisivo vicino alla porta.
  12. entro la mezzanotte di oggi devono presentarla
  13. Tornello

    Juventus - Napoli 4-3, commenti post partita

    Mi riferivo a partite di cartello in serie A. Cmq di queste che mi citi solo con l'Atletico abbiamo dato l'impressione di poterla chiudere in 45 minuti, aggiungo ManUtd l'anno scorso in casa e trasferta. Le altre due che citi sono partite più o meno equilibrate indirizzate dagli episodi. Non ho mai odiato allegri ma negli ultimi due anni abbiamo giocato bene 5/6 partite, troppo poche per la rosa della Juve.
  14. Voto tra il 7 e l'8. Un po' di affollamento a centrocampo e in attacco ma nulla di eclatante, in questi casi quel che conta è l'autorevolezza e la serietà della società; l'unico che avrei provato a cedere in tutti i modi è Mandzukic che col gioco di Sarri non c'entra nulla ed è una presenza ingombrante nello spogliatoio per restare ai margini. Uscito Chiellini per l'infortunio giusto puntare su rugani che con Sarri ha fatto benissimo a Empoli. Cancelo ha grande tecnica, velocità, estro, ma non è un terzino, ha la concentrazione di un ragazzino scemo e non è Dani Alves. Tra i sacrificabili a un buon prezzo e con mercato è quello che avrei dato via anch'io. Il più importante upgrade è stato fatto in panchina. Il calcio è un gioco di squadra, se dopo due anni sarri riuscirà a farci giocare come una squadra tutti ne beneficeranno enormemente, compresi i cosiddetti "esuberi" (campioni, ex campioni e vicecampioni del mondo...) Cmq da tifoso preferisco lo scetticismo di oggi all'entusiasmo dell'anno scorso.
  15. Tornello

    Juventus - Napoli 4-3, commenti post partita

    Dopo il 3/2 Costa ha preso un incrocio dei pali pieno. In ogni caso non si può pensare di tenere la seconda forza del campionato schiacciato in area per 90 minuti alla seconda giornata e con un allenatore nuovo (e tatticamente agli antipodi rispetto al precedente). Abbiamo dormito sui gol e siamo andati sulle gambe dopo un'ora, quello sì, ma è anche vero che la partita poteva chiudersi sul 4-0 al 45esimo. Quando mai è successo in un big match della precedente gestione? Mai.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.