Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Search the Community

Showing results for tags 'under23'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Sport
    • Juventus forum
    • Calciomercato Juventus & Angolo del Guru
    • Biglietti Juventus, Allianz Stadium e J-Museum
    • Scommesse sportive
    • Calciopoli & questione ultrà
    • Ju-Vision
    • Ju&Me
    • Video Juventus, PuntoJ: la zona erogena del tifoso juventino
    • Altri Sport
    • Archivio discussioni Vecchiasignora.com
  • Divertimento
    • Fantacalcio 2019-2020
    • Il diario bianconero
    • Off topic
    • Mercatino & Collezionismo
  • Supporto
    • Assistenza tecnica
    • Cestino

Calendars

  • VS Community
  • Partite Juventus
  • Il romanzo bianconero

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Twitter


Facebook


MSN


Yahoo


Skype


Sito web


Provenienza


Interessi

Found 1 result

  1. Parliamo in questo topic della nuova stagione della Under 23 Di seguito un articolo de La Stampa sul nuovo allenatore, Fabio Pecchia Stadio Carlo Castellani, domenica 19 aprile 1998. È la trentesima giornata della Serie A 1997/1998, in campo Empoli contro Juventus: i bianconeri sono in piena corsa scudetto, i toscani lottano per non retrocedere. Ma il risultato è bloccato, un po’ a sorpresa, sullo 0-0 e il cronometro segna il 16’ della ripresa. Serve il guizzo e Marcello Lippi ruota quelli che saranno, scherzo del destino, tutti nomi caldi per la panchina della Juventus 21 anni dopo: Zidane e Deschamps fuori, dentro Antonio Conte e Fabio Pecchia. L’intruso? No, anzi. In campo quel giorno è proprio Pecchia a prendersi la scena 8 minuti dopo: lancio lungo dalla difesa, assist di testa di Zalayeta e tap-in vincente del centrocampista di Formia, un gol determinante per la vittoria finale in campionato. Il momento più alto in bianconero, un cammino da 21 presenze in una sola stagione, per Fabio Pecchia. Che dalle 13 di sabato, però, ha modo di scrivere un’altra pagina di storia bianconera, forse più significativa. Dalla panchina, dove sarà lui l’allenatore scelto dalla Juventus per l’Under 23 attesa all’anno della consacrazione in Serie C. Incroci del destino che coinvolgono anche la prima squadra e la figura di Maurizio Sarri, il suo alter ego al piano superiore. Anche sulla panchina della squadra B, infatti, siederà un uomo con tanto Napoli nel suo passato: l’esordio a 20 anni nel 1993 (sotto la guida di Marcello Lippi), la fascia da capitano appena 3 stagioni dopo, il primo ritorno da giocatore nel 2000 dopo le parentesi Juve, Samp e Toro. Fino ad arrivare al secondo ritorno, questa volta da allenatore sulla panchina partenopea come vice di Rafa Benitez nel giugno di 6 anni fa dopo le esperienze di Foggia, Gubbio e Latina. Una doppia gavetta, tra serie minori e club di prima fascia, che culmina nell’estate 2015 con il trasferimento, sempre da vice di Benitez, al Real Madrid prima di quello al Newcastle l’anno successivo. Poi il ritorno in Italia, a Verona, dove incontra per la prima volta chi l’ha fortemente voluto in casa Juventus: il direttore sportivo Filippo Fusco. Che per la stagione 2016/2017, quella del suo esordio con l’Hellas dopo la retrocessione da ultima della classe l’anno precedente, sceglie Pecchia per la panchina. Una scelta che si dimostra vincente, con il Verona che resta primo fino alla 24esima giornata salvo poi subire un leggero calo di risultati e il sorpasso nella classifica finale da parte della Spal. La conquista della Serie A, però, è stata in discussione solo per poco grazie anche ai 23 gol del capocannoniere della B Giampaolo Pazzini. Più turbolenta la stagione successiva, a partire dal mercato: gli scaligeri, neopromossi, in estate vivono il caso Antonio Cassano con la punta che dà l’addio al calcio prima ancora che il campionato abbia inizio. La coppia Pecchia-Fusco non fa bella figura e le polemiche si gonfiano con i risultati sul campo di inizio stagione non eccezionali: la prima vittoria arriva soltanto a metà ottobre e in tutta la stagione ne arriveranno appena altre 6, condite da 4 pareggi e 27 sconfitte. Un penultimo posto sopra solo al Benevento arrivato nonostante la presenza di conoscenze bianconere come Càceres e Moise Kean, miglior marcatore della squadra con 4 gol. Alle prime grandi prove di quella maturità dimostrata quest’anno con la prima squadra, regalate da Fabio Pecchia che quest’anno avrà il compito di far esplodere altri giovani bianconeri come Moise. Dimenticando la parentesi giapponese all’Avispa Fukuoka, club in J2 League (seconda serie nipponica) attualmente al penultimo posto: il profumo di Juve l’ha spinto a dimettersi lo scorso 3 giugno. E ora testa solo alla grande sfida in casa Juventus Under 23, quella della consacrazione. Per il progetto e per l’allenatore.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.