Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Veleno76

Utenti
  • Content count

    83
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

35 Neutrale

About Veleno76

  • Rank
    Pulcino

Contatti

  • Twitter
    https://twitter.com/Contardi_A_7576

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Evidentemente non hai mai visto giocare Dzeko. Parli di Ibra e lui è venuto addirittura dall'America e gioca nel peggior Milan degli ultimi 35 anni. Quindi è scarso anche lui? I giocatori non vanno valutati in base a dove giocano, ma in base a quanto possono dare alla squadra. Nel presente, soprattutto. Oggi uno Dzeko non è distante da un Suarez dell'ultimo periodo come utilità per la Juve, quindi se Dzeko è inutile e scarsone, Suarez non è molto diverso. Manzo è un ex giocatore. Nessuno è eterno. Se ti fa schifo Dzeko che gioca solo nella Roma, mi ricordi dove gioca Manzo?
  2. Meno di un anno di differenza come età e sicuramente più integro fisicamente. Dzeko qualsiasi chi? Ci sono altri Dzeko che giocano a calcio e che non conosco?
  3. Io sono stato alla Stadium solo 3 volte, ma mi pare che ci siano tutti i mezzi per controllare la situazione. Fuori uno fa quello che vuole (e quello non lo puoi controllare), ma quando arrivi hai già il primo step della misurazione. CI sono le forze dell'ordine per mantenere le distanze. Forze dell'ordine facilitate dal numero esiguo di persone da controllare. Poi dentro ognuno starà con chi conosce un po' come il nucleo familiare al ristorante. Se non ti eri contagiato prima, di sicuro non lo fai dentro lo stadio. Boh, considerato quanto è enorme e dispersivo uno stadio per mille persone, uno deve proprio andarselo a cercare il contagio.
  4. Il rischio è anche minore però. Ingresso ed uscita a scaglioni, nominativi per rintracciare le persone, misurazione temperatura, e distanziamenti garantiti.
  5. Se manca la luce cambieremo la lampadina. Un nuovo Pirlo non esiste, così come un Pogba. Marchisio e Vidal, che luce portavano? Al massimo manca un centrocampista da inserimenti. La nostra luce sta davanti. Serve un centrocampo a sostenerla. L'assetto quest'anno cambierà quasi totalmente a centrocampo e sarà da capire come lo schiererà Pirlo, per cui prima di dire che manca qualcosa, vorrei vedere mezza partita. Mi sembra la solita frase qualunquista buttata li per sentito dire.
  6. Beh, bisogna guardarlo nell'ottica anche delle società e sopratutto dei lavoratori non intesi come calciatori. Anche andare al ristorante non è una necessità, ma chi lo gestisce e chi ci lavora deve campare in qualche modo. Ovvio che vanno prese tutte le precauzioni possibili (e chi è disposto ad aprire le prenderà di certo), ma non si risolve la situazione solo chiudendo o vietando.
  7. Veleno76

    Una Juve più italiana

    Spesso il problema è che gli italiani te li valutano troppo dopo magari un solo anno a buon livello. Al contrario c'è anche poca fiducia dei grandi club che a pari età preferiscono buttarsi su stranieri. Abbiamo anche quel brutto vizio di considerarli giovani quando arrivano a 22/23 anni. All'estero li considerano già giocatori maturi. A quell'età o sei diventato qualcuno, o ti appresti a seguire una carriera minore non da grande club. Debuttano spesso giovanissimi, ma rimangono episodi isolati in cui dopo la prima partita continuano a rimanere ai margini. E' vero anche che sono spariti i talenti. Seriamente, uno Zaniolo considerato il miglior prospetto italiano, non vale un unghia di un Totti per rimanere in ambito Roma, o un Del Piero, un Baggio, ecc... Secondo me c'è stato un grosso errore di scouting dopo le classi 70/80. Non a caso abbiamo raggiunto il culmine in quegli anni coronato da un mondiale, a cui è seguito un periodo arido a livello di talento. Boh, penso ai giocatori della mia generazione (i nati negli anni 70/80 appunto), e mi chiedo come siamo arrivati in questa situazione. Al tempo c'erano problemi a schierare i vari Baggio, Del Piero, Totti, Zola, ecc... in Nazionale. Oggi sarebbero oro. Sempre più giocatori mediamente bravi che non spiccano in nulla e durano niente come carriera ad alti livelli. Spariti i grandi talenti, sparite le grandi personalità, sparita la qualità generale, ecc... Non può essere tutto un caso.
  8. Io non l'avro visto molto giocare Dzeko, ma ho idea che in molti non l'abbiano proprio visto mai. Quella del Pirlo è un esagerazione ovviamente, ma è in dubbio che è un giocatore che quando arretra o in fase di rilancio dell'azione fa girare anche la squadra servendo i giocatori che arrivano da dietro. Questo perché tiene bene la palla reggendo la pressione della marcatura, educato con i piedi se non sopra media, ed intelligente tatticamente. Cosa che lo porta sempre a fare la cosa giusta una volta con la palla tra i piedi. Questa cosa notata semplicemente guardando 5/6 partite della Roma l'anno. Non mi sembrano castronerie.
  9. Mentalità italiana. Tieni conto che se non era per l'infortunio di Chiellini, l'hanno scorso De Ligt credo avrebbe fatto tanta panchina. Si è confermato al Borussia, ma ricordo molti dubbi degli addetti ai lavori sulla reale qualità del giocatore in questione (non è olandese).
  10. Per me sarebbe un autentica cavolata per questioni già discusse. L'unico attaccante relativamente giovane in uscita, per far entrare due a fine carriera (difficilmente collocabili insieme), che nel giro di un paio d'anni se ne andranno (compreso CR7)? I soldi che risparmieresti oggi, si butteranno triplicati quella volta per rifondare l'attacco in un'unica sessione di mercato, con rischi annessi di non sostituirli degnamente. Se si ha un ottimo giocatore, lo si tiene. Abbiamo visto gli affaroni con la vendita di Pogba o Vidal in nome del bilancio. Si cercano sostituti ancora oggi. Per ultima cosa, chi paga oggi Dybala 100 ipotetici milioni, quando tutta europa sta facendo mercato o al risparmio o con scambi?
  11. Per fare questo bisognerebbe conoscere a fondo le due trattative. Stiamo nel campo delle ipotesi. Per Dzeko i dettagli sono usciti fuori più o meno reali, mentre per Suarez si rimane nel campo dei rumor, per cui non sappiamo quale sarebbe a tutti gli effetti più conveniente. Ed a pari possibilità o scarti minimi, credo che palla passi all'allenatore che avrà valutato quello a lui più congeniale per il gioco che ha in mente, quello con più garanzie fisiche, pretese tecniche, ecc.... Non stiamo confrontando un fenomeno con un giocatorino da poco. Stiamo confrontando due grandissimi giocatori a fine carriera, per quello che possono offrire nel presente, indipendentemente da quello che hanno vinto o non vinto in passato.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.