Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

ConJuve

Utenti
  • Content count

    927
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

610 Eccellente

About ConJuve

  • Rank
    Primavera

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Un portafoglio che si avvicina al miliardo e mezzo a Wall Street. È questa la cifra del “tesoro” americano di Exor, la holding della famiglia Agnelli-Elkann. Come riportato da MF-Milano Finanza, infatti, Exor al 31 dicembre 2021 investimenti da circa 1,4 miliardi di dollari negli Stati Uniti. Una gestione controcorrente nel corso del 2021 per la holding, considerando l’aumento degli investimenti nei titoli dell’energia fossile, mentre i grandi gestori hanno puntato sulla transizione verde. Al 31 dicembre 2020, infatti, gli investimenti del settore petrolifero e gas naturale ammontavano a 600 milioni: complice il rialzo dei prezzi dell’energia, gli investimenti nel corso del 2021 hanno generato ritorni superiori al 40%, in linea con gli obiettivi del fondo gestito da Matteo Scolari. In particolare, rendimento record per la società di servizi petroliferi texana Weatherford (+315,2% in 12 mesi) e il produttore di gas naturale Range Resources (+115,1%). Tra le materie prime, Exor ha conservato azioni in due società aurifere per 180 milioni e per 90 milioni in un Etf di Van Eck su piccole compagnie estrattive di metalli preziosi, nonostante il rendimento negativo nel corso dell’anno. Tuttavia, in termini di esposizione azionaria l’uranio resta la materia prima preferita dalla holding degli Agnelli-Elkann, con la quota più significativa rappresentata dal 2,5% della canadese Cameco, maggiore estrattore dell’elemento nucleare al mondo con giacimenti in Nordamerica e nel turbolento Kazakhistan. Scompare invece tra gli investimenti la partecipazione nella sudafricana Sibanye Stillwater, fra i principali estrattori di palladio e platino al mondo, metalli indispensabili per la transizione elettrica dell’auto. Tra le altre, compaiono anche investimenti in giovani aziende tecnologiche come lo sviluppatore di software per la formazione Skillsoft, il fornitore di servizi per la manifattura digitale Fathom e il produttore di stampanti 3D Desktop Metal. Investimenti tuttavia senza grandi soddisfazioni finora. Tra gli altri investimenti riportati da MF – Milano Finanza, ecco quelli più rilevanti per Exor: 2,5% in Cameco (uranio), valore pari a 137 milioni di dollari (andamento in Borsa +67% nei 12 mesi); 0,4% in Schlumberger (fornitore di servizi petroliferi), valore 174,6 milioni (+45%); 7,90% in Weatherford (servizi petroliferi), valore 152,5 milioni (+315%); 3,2% in Range Resources (estrazione shale gas e shale oil), valore 150 milioni (+115%); 4,5% in Veon (multinazionale delle telecomunicazioni), valore 134 milioni (-14%); 4,1% in Harmony Gold (oro), valore 103,5 milioni (-10%; quota non comunicata in Van Eck JR Gold Miners (Etf pmi aurifgere), valore 87,7 milioni (-21%); 3,5% in Novagold (oro), valore 80,7 milioni (-24,6%); 2,6% in Valaris (piattaforme offshore), valore 71,5 milioni (+75,3%); quota non comunicata in Invesco Etf Nasdaq Next 100 (Etf su aziende tech), valore 64,3 milioni (+9,8%); quota non comunicata in Van Eck Semiconductor (Etf produttori chip), valore 51 milioni (+43,6%); 2,7% in Liberty Oilfield Services (attività di fracking), valore 48,3 milioni (-7%); 3,9% in Gatos Silver (argento), valore 28 milioni (-23,5%); 0,80% in Skillsoft (formazione), valore 10,6 milioni (-29%) 1,90% in Fathom Digital (industria 4.0), valore 8 milioni (-12,6%) 0,40% in Desktop Man (Stampa 3D), valore 7 milioni (-83,4%) TOTALE: 1,383 miliardi di dollari Calcio e Finanza
  2. ConJuve

    Allegri sta esaltando Dybala più di Sarri?

    Dybala Like in Twitter :
  3. Bla Bla Tuttosport , Crediamo in Sky e Romeo Agresti. Ricordiamo, per chi è preoccupato per gli infortuni, questa la condizione di Icardi dalla scorsa stagione ( Oltre alla sua assenza per diverse partite in questa stagione -per i suoi infiniti problemi personali- ) :
  4. Ospite nel salotto di Sky Sport, Alessandro Costacurta ha analizzato la Juventus di Allegri, comparandola alla Juve di Pirlo. "Si parla molto di acquistare un attaccante o un centrocampista per la Juventus, ma si portano poche persone in avanti e si crea poco. Per expected goals e migliori occasioni create, i migliori sono stati l’ultimo Allegri e Pirlo. Un problema che vivono gli attaccanti è quello di fargli arrivare palla. Abbiamo dato del * a Pirlo, ma forse era quello che riusciva a fare arrivare meglio palla agli attaccanti". Tuttojuve
  5. Dov'è Pjanic adesso e dov'è Matuidi? Pjanic ha avuto mesi brutti e non può correre molto, poi chiedi a Deschamps: perché hai lasciato Matuidi e ora Rabiot gioca di più e sta un po' meglio con te (molto titolare)? Bentancur è stato il miglior Mezzala con Sarri e ha fatto un'ottima stagione (ha fatto anche tanti assist ed è stato molto bravo come terzo centrocampista, anche se non era al top). Dov'era Douglas Costa? Non ha passato la maggior parte della stagione in ospedale ( come Ramsey ) ? E la scelta di Bernardeschi è stata proprio una necessità! Anche Danilo in quella stagione subì diversi infortuni dall'inizio della stagione. La stop per il Covid ha peggiorato le cose per le diverse squadre, soprattutto per quelle che non avevano abbastanza panchine, e la Juventus era una di queste. Higuain è tornato fisicamente peggio dopo lo stop, e non c'erano alternative in attacco (perché abbiamo visto Oliveri subentrato contro il Lione), abbiamo visto tanti infortuni dopo lo stop per Fatica anche per giocatori come De Ligt e Bonucci (a prescindere dalle lunghe assenze di Chiellini e Demiral ed era necessario giocare a Rogani come la sconfitta contro il Milan), e anche Bentancur, che anche con l'inizio della nuova stagione aveva bisogno di tempo per allenarsi con il gruppo. Così come Pjanic, entrato nella partita del Lione Non pronto (come Bentancur) nonostante la sua prestazione regressiva. Il mio pensiero è arrivato anche a una domanda: perché la Juventus non ha preso i suoi migliori giocatori dalla squadra riserve invece di Oliveri e altri? Il loro obiettivo era vincere la coppa di Serie C Poi abbiamo visto più rinforzi nella stagione successiva, come Kulusevski, Chiesa, Arthur e Mckennie, penso che siano più buoni per Sarri, e le ali come Chiesa e Kulusevski hanno giocato una stagione migliore con Pirlo, Chiesa è stato Top e Kulusevski è buone. Anche se siamo d'accordo che l'Inter Conte sia cresciuta la scorsa stagione, ma non si può prevedere cosa accadrà se Sarri fosse l'allenatore dello stesso gruppo.
  6. il nuovo procuratore di Arthur non esclude l'addio già a gennaio: "Fu scelto dalla Juve per Sarri, non va bene nel calcio di Allegri". - L'avventura di Arthur alla Juventus potrebbe già essere ai titoli di coda. Dopo l'esclusiole dalla lista dei convocati causa ritardo all'allenamento, il brasiliano sembra sempre più lontano da Torino. Sensazione confermata dal suo nuovo procuratore, Federico Pastorello, che intervistato da 'Tuttosport' spiega cosa sta succedendo intorno all'ex Barcellona. "Arthur fu scelto per Sarri e diciamo che ha caratteristiche, anche fisiche, che non vanno a genio con il calcio di Allegri. A Torino sono contenti di Arthur e di come è ripartito dopo l’intervento chirurgico, ma tenere in panchina un giocatore di questo livello è un peccato. E poi c’è il Mondiale: Tite, il ct del Brasile, ha detto ad Arthur che il posto glielo tiene, ma a patto che giochi. Per gennaio non escludiamo nulla: Spagna, ma anche Italia o Inghilterra”. Chi invece potrebbe rimanere alla Juventus è Federico Bernardeschi, altro giocatore assistito da Pastorello il cui contratto con i bianconeri è in scadenza tra sei mesi. "Per il futuro abbiamo un piano d’azione chiaro. Valutiamo anche la permanenza alla Juventus, non dimentichiamoci che Federico ha voluto fortemente i bianconeri quando era alla Fiorentina e ci ha messo la faccia in prima persona. Per adesso non ci sono stati contatti con la Juve, vedremo…”.
  7. Arthur Melo's agent Pastorello: "Keeping a player of this level on the bench is a shame. For January we can't exclude anything: there's interest from La Liga clubs, but also from Premier League and Serie A", he told Tuttosport. Arthur's agent (F.Pastorello) confirms to Tuttosport: “He could leave Juventus in January. His skills is not the ideal for Allegri ’s football idea. He needs to play in order not to lose the Brazil National Team. There are interests from Liga and Premier League”. == Arthur non è adatto allo stile di Allegri, ed ecco anche Kulusevski, nemmeno Chiesa, non Locatelli, nemmeno il migliore di Dybala lo vediamo con lui che è costretto a tornare indietro e...ecc. Infatti è: distruggere la qualità dei giocatori, soprattutto offensivi, con uno stile difensivo micidiale == Arthur con il Barcellona e la nazionale giocava da Mezzala e partecipava di più all'attacco, ma nella Juventus si ritrova in un altro mondo e poi la colpa ricade su di lui perché gioca molto dietro e sbaglia
  8. Dybala si sacrifica per la squadra, ma questo non è assolutamente il miglior uso delle qualità di Dybala Arthur con il Barcellona e la nazionale giocava da Mezzala e partecipava di più all'attacco, ma nella Juventus si ritrova in un altro mondo e poi la colpa ricade su di lui perché gioca molto dietro e sbaglia Per Sarri è arrivato Kulusevski, però con Pirlo ha giocato bene (quando lo mette sulla ala destra e non punta e quella non è la sua posizione), e con Allegri la mente è più occupata dalla difesa che dall'attacco ( & Ha giocato diverse partite come attaccante ) Anche Chiesa, il nostro primo talento, giocava molto meglio con Pirlo, e ora lo vediamo notevolmente impegnato in difesa e lontano dalla porta (anche con Mancini in euro e ha continuato la sua grande stagione) (( Anche Morata la scorsa stagione è andata meglio e ha numeri migliori, anche Kean con il Psg ))
  9. Arthur Melo's agent Pastorello: "Keeping a player of this level on the bench is a shame. His skills is not the ideal for #Allegri’s football idea .For January we can't exclude anything: there's interest from La Liga clubs, but also from Premier League and Serie A", he told @tuttosport == Arthur non è adatto allo stile di Allegri, ed ecco anche Kulusevski, nemmeno Chiesa, non Locatelli, nemmeno il migliore di Dybala lo vediamo con lui che è costretto a tornare indietro e...ecc. Infatti è: distruggere la qualità dei giocatori, soprattutto offensivi, con uno stile difensivo micidiale
  10. ConJuve

    Salernitana - Juventus 0-2, commenti post partita

    Non ridete più di noi, non stavamo scherzando quando parlavamo di questo allenatore 😷
  11. …..ma soprattutto ha preso le distanze dai tifosi della Juve che l’hanno beccato durante la gara : “Dei tifosi della Juventus non me ne frega niente non sono juventino”. — La domanda era rivolta a un gruppo specifico durante la partita! Sarri ha risposto loro, ma è chiaro che Romeo cerca action e interazione senza chiarire il fondo della domanda
  12. Intervista a Lichtsteiner su Lazio-Juve Tre stagioni nella Lazio, sette nella Juve? «Se devo scegliere la “mia” Lazio-Juve, non ho dubbi: la Supercoppa del 2013, all’inizio del mio terzo anno in bianconero. Per tre motivi: vincemmo 4-0, segnai un bel gol, ma soprattutto misi Chiellini nelle condizioni di segnare di destro, a porta vuota. E far segnare Chiello è un mezzo miracolo eh: è stato l’assist più difficile della mia vita...». Sfida? «Non è mai facile giocare all’Olimpico contro la Lazio: per la Juve sarà una partita complicata, anche perché la squadra di Sarri cercherà di aggredire e di attaccare costantemente». Intervista a Lichtsteiner su Sarri Stephan, come giudica la prima parte di stagione delle due squadre? «Non posso dare giudizi approfonditi, perché non ho visto tutte le partite e poi solo chi vive lo spogliatoio può sapere come stanno le cose. Però mi sembra che la Lazio stia assorbendo il cambio di allenatore: Sarri ha portato un nuovo sistema di gioco e idee diverse, finora quindi ci sono stati un po’ di alti e bassi, ma la situazione mi sembra in miglioramento. Serve tempo per arrivare al top, però quello che ho visto mi è piaciuto abbastanza. Per quanto riguarda la Juve, invece, la qualità c’è. Però alcuni episodi sono stati contrari ed è mancata la cura dei dettagli, che fa sempre la differenza. All’Olimpico la Juve avrà molta pressione: non può più sbagliare se vuole rientrare nella lotta per lo scudetto». Intervista a Lichtsteiner su una Juventus da scudetto Crede davvero che la Juve possa ambire al titolo? «Io dico di sì: ricordo quanto accadde nel 2015-16. Bisogna vincere tante partite consecutive e ritrovare la mentalità giusta: quella che ti fa sempre fare una corsa in più, quella che ti fa chiudere ogni strada verso la tua porta, quella che ti fa pensare positivo. Quell’anno Buffon fissò il record di imbattibilità e tutti noi non solo godevamo a non prendere gol, ma proprio a non far tirare gli avversari. I dettagli fanno la differenza e noi li curavamo tutti. Se la Juve adesso ricomincerà a farlo, la rimonta sarà possibile. E se vedi che il distacco diminuisce, la fiducia aumenta. Ovviamente dipende anche da chi sta davanti. Il Napoli sta facendo bene, ma non è abituato a vincere e quando aumenta la pressione è difficile mantenere lo stesso ritmo. Il Milan ha un paio di campioni che sanno come si vince e il suo rendimento è molto alto».
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.