Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Gibrus

Utenti
  • Content count

    146
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

22 Neutrale

About Gibrus

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Io firmerei anche per un rapporto di 1 a 4, 20 scudetti per 5 Champions. Spero che lo condividano anche in società, e senza essere paralizzati dall'ossessione di vincerla, impostino la squadra e il modo di giocare in maniera funzionale all'incremento di possibilità di vittoria finale. Concordo con te, e infatti quello che a me ha dato tanto fastidio non è la sconfitta in se, ci sta, ma il modo in cui è maturata. E' l'obiettivo dell'anno, sapevamo quando si giocano gli ottavi, non ci possiamo presentare in queste condizioni, senza grinta e fiato.
  2. Come molti voi, ieri sera sono rimasto inebetito e affranto attaccato al forum fino alle 4.00, quasi che leggere e condividere la rabbia e delusione per la partita, fosse di qualche conforto. Ho proferito non esprimermi a caldo mentre oggi, a mente fredda, vorrei provare a sviluppare qualche ragionamento. Non condivido le espressioni estreme di molti voi secondo le quali il nostro allenatore è uno stolto e un inetto, e penso che meriti e demeriti di una guida tecnica vadano anche valutate in relazione ai vari momenti vissuti. Premetto osservando che a me di Allegri piace molto la duttilità e il non essere schiavo di un solo sistema di gioco, avendo dimostrato la capacità di adattare gli schemi alle caratteristiche dei giocatori che ha a disposizione. E' arrivato da noi predicando un calcio basato sul trequartista, mentre non trovandolo tra i nostri giocatori è riuscito ad utilizzare schemi di gioco diversi. A mio parere ha fatto un ottimo lavoro fino a Cardiff. Quando Antonio se ne andò in malo modo, temevo fortemente che saremmo tornati nell'anonimato di metà classifica. Per fortuna Max si è inserito con grande intelligenza. Ha capito che non poteva smontare ciò che funzionava togliendo certezze ai giocatori, confermando il 3-5-2. Non ha ossessionato i giocatori, dando a loro serenità e respiro per continuare a primeggiare. Ci ha portato avanti in Europa, quando sembrava che saremmo dovuti uscire anche con le squadre meno forti. Successivamente ha iniziato ad utilizzare la difesa a 4 e a modificare lo schema di gioco, sino ad arrivare alla geniale intuizione del 4-2-3-1, dando la sveglia ad una squadra che stava diventando troppo compassata. Quella stagione è terminata con la sconfitta di Cardiff. Da quel momento, secondo me, c'è stata una involuzione o, meglio, una mancata evoluzione. In estate, giustamente, si fa un mercato basandosi sullo schema di gioco adottato con profitto l'anno prima, rinforzando le ali con gli acquisti di Douglas Costa e Bernardeschi, nella giusta condizione che difficilmente Mandzukic avrebbe potuto continuare a giocare da esterno. Ma quello schema di gioco e quel modo di stare in campo lo abbiamo visto pochissimo. Ed è un po' di tempo che ho la sensazione che non abbiamo una precisa idea di che squadra vogliamo essere, o che quantomeno ci sia poca coerenza rispetto agli obiettivi dichiarati e i giocatori che vengono messi in campo. Mi spiego meglio. Tagliando molto con l'accetta, mi viene da dire che ci sono due modi principali di stare in campo: alla Atletico, lasciando il possesso palla agli avversari, applicando un pressing asfissiante, stando sempre arrembanti in campo contro gli avversari per colpire al momento opportuno, oppure basandosi sul possesso palla e sul controllo del gioco. Allegri ha sempre dichiarato di preferire il possesso palla e il saper gestire con intelligenza le fasi delle partite, e lo condivido, perché le squadre più forti come Barcellona e Real controllano l'avversario gestendo il palleggio con classe, evitando così di sprecare tante energie nel pressing asfissiante, che non puoi reggere per tutta una stagione. Ma se allora questo deve essere il canovaccio, in campo vanno messi i giocatori migliori e più tecnici che hai, disposti in uno schema che ti consente di avere più catene di sviluppo di gioco. Direi quindi, per le caratteristiche che abbiamo in rosa, un 4-4-2 o 4-2-3-1 con Sandro e Cancelo sulle fasce, due centrocampisti in mezzo con Costa e Bernardeschi ai lati, e davanti due tra Dybala, Ronaldo e Mandzukic. In questo modo hai tre catene di sviluppo di gioco, centrale con Bonucci-Pjanic-Dybala, a sinistra con Sandro più l'esterno (Costa o Bernardeschi) e a destra con Cancelo più Costa o Bernardeschi. Invece non ci schieriamo più con i migliori che abbiamo e con uno schema che li contempli tutti, ma mettiamo tre centrocampisti di cui due più votati al contenimento, senza però avere la condizione fisica e quella ferocia agonistica che permetta di aggredire l'avversario. In questa perdita di identità di questi ultimi due anni, vedo probabilmente il segnale che Allegri non riesce a far evolvere ulteriormente la squadra ad un livello successivo, e che potrebbe essere opportuno concludere la sua straordinariamente vincente storia bianconera.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.