Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

LeggendaDelPiero

Utenti
  • Content count

    293
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

LeggendaDelPiero last won the day on December 28 2016

LeggendaDelPiero had the most liked content!

Community Reputation

245 Buona

About LeggendaDelPiero

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. LeggendaDelPiero

    Il Pagellone finale della Serie A

    Non sono gli unici ad aver avuto tanti infortuni, né ad avere una società "ballerina". Penso che come rosa fossero da 5° posto e, considerando che sono usciti molto in fretta dal treno delle prime 4 (a 10 giornate dalla fine stavano già a -9) penso che sia stata una stagione sufficiente, non di più.
  2. LeggendaDelPiero

    Il Pagellone finale della Serie A

    Sirigu, Belotti (per il quale ho un debole e troverei perfetto come punta di sacrificio in un tridente con CR7 e Dybala, ma questo è un altro discorso), Nkoulou quando ha superato le sue paturnie, Ansaldi (pre covid) e Verdi (post covid). Questi sono quelli che salvo. Tra gli altri Izzo non ha ripetuto la stagione precedente, De Silvestri un cavallone da corsa con poche idee, Rincon logoro e appannato, e poi i vari Aina, Meite, Lukic, Berenguer, Bremer ecc... tutti giocatori che con una squadra che vuole lottare per qualcosa di più che salvarsi hanno poco a che fare. Certamente potevano fare meglio del 16° posto, ma non lottare per la zona EL. Il 7° posto dell'anno precedente con Mazzarri è stato molto sottostimato dagli stessi granata.
  3. Ecco il mio pagellone del campionato (ripeto: del CAMPIONATO) appena concluso, che tiene conto sia del risultato ottenuto sia delle aspettative che c'erano all'inizio della stagione. JUVENTUS (83 punti e Campione d'Italia) voto 8 chi vince non può avere meno, ma sinceramente non mi sento di spingermi oltre all'8. Ma se ne discute già molto nel forum principale quindi non mi dilungo qui, dove si parla delle altre squadre. ATALANTA (78) voto 9,5 la più grande stagione di una "provinciale" dai tempi della Sampdoria scudettata, e se non considerate la Samp una provinciale, dai tempi del Verona. Non do 10 perché, come detto, ci sono state anche provinciali che son riuscite a vincerlo il campionato, ma erano decenni che una non lottava fino a poche giornate dalla fine. Che dire poi del gioco e dello spettacolo offerto... LAZIO (78) voto 8,5 non è una provinciale ma visto l'8° posto da cui arrivavano e il mercato tutt'altro che rivoluzionario, non partivano di certo nelle prime file, e invece da novembre fino allo stop sono diventati la contender più temibile, giocando anche un calcio piacevole e facendo realmente sperare i tifosi che fosse l'anno giusto. Il crollo post lockdown è tale che non c'è bisogno di sottolinearlo. VERONA (49) voto 7,5 non è decisamente sembrata una neopromossa, squadra tignosa come poche, ha messo in crisi tutte le grandi issandosi già nel girone d'andata in posizione tranquilla, ha poi proseguito nel ritorno salvo perdersi dopo la sosta. Ma restano la sorpresa più grande. SASSUOLO (51) voto 7 un 8° posto con più di 50 punti, specialmente dopo aver iniziato malino la stagione, è tanta roba. INTER (82) voto 6,5 il girone d'andata chiuso a soli 2 punti dalla Juve è stato ottimo, ma come sappiamo poi sono completamente spariti dalla lotta scudetto e il recupero finale, a giochi ormai fatti, è quanto di più illusorio ci possa essere ed è buono solo per riempire di vuoti rimpianti i pensieri dei tifosi interisti. Comunque il miglioramento rispetto al passato c'è stato (e ci mancava che non migliorassero, visto le milionate spese). PARMA (49) voto 6,5 il copione che offrono è semplice ma efficace, e quest'anno ha funzionato ancora meglio. BOLOGNA (47) voto 6,5 due posizioni in meno ma 3 punti in più rispetto l'anno passato. Stagione positiva. ROMA (70) voto 6 erano la quinta forza del campionato e quinti sono arrivati, solo che tra le 4 davanti non c'è il preventivato Napoli ma la Lazio, e pare che gli roda. CAGLIARI (45) voto 6 nel primo terzo di stagione hanno fatto il doppio dei punti fatti nei due terzi restanti, poi il crollo. Ma in quei mesi iniziali hanno prodotto un gioco spettacolare oltre a far respirare un'aria d'alta classifica che in Sardegna non sentivano da tempo. MILAN (66) voto 5,5 l'anno scorso un 5° posto (a 1 punto dalla zona CL) non è valso la riconferma di Gattuso, quest'anno il 6° vale quella di Pioli, nonostante sia un risultato arrivato in un contesto a dir poco anomalo e (ci auguriamo tutti) irripetibile. Valli a capire. UDINESE (45) voto 5,5 con uno scatto di reni finale hanno reso un po' meno amara l'ennesima stagione deludente, sempre più lontani i tempi in cui era la regina delle provinciali. FIORENTINA (49) voto 5,5 gli elementi per far meglio c'erano, ma è mancato lo spartito. Comunque meglio dell'anno passato. SAMPDORIA (42) voto 5 stagione nettamente peggiore delle precedenti ma non è che sia stata una gran sorpresa, finale in crescendo. LECCE (35) voto 5 come a chi vince lo scudetto non posso dare meno di 8, a chi retrocede non do più di 5, però nonostante la debolezza della squadra ce l'han messa tutta e han finito a testa alta. NAPOLI (62) voto 4 quasi 100 milioni spesi sul mercato per passare da 2° (con 10 punti sulla terza) a settimi. Se non è un tracollo questo... TORINO (40) voto 4 con un portiere, un attaccante e pochi altri degni di essere chiamati giocatori di Serie A, come fai a sperare in qualcosa di più di una salvezza tranquilla? Eppure c'erano granata insoddisfatti anche quando stavano nella sinistra della classifica, e così è arrivato Longo, che per poco non li ha fatti retrocedere. GENOA (39) voto 4 di nuovo salvi all'ultima giornata, ma che stagione penosa. BRESCIA (25) voto 2 fino al lockdown vetrina di Tonali, dopo neanche più quello. SPAL (20) voto 1 facevan prima ad alzare subito bandiera bianca. questi sono i miei voti, fate i vostri se volete
  4. Rabiot beneficia del fatto che per 7 mesi non è sembrato neanche un giocatore di calcio, ma non ha fatto nulla di eccezionale in questo mese a parte quel gol fantastico. Ronaldo e soprattutto Dybala sono stati nettamente i migliori. Paulino ha appena vinto il premio di MVP di luglio di tutta la serie A (basato su statistiche) ne consegue che il migliore della Juve non può che essere lui (e non c'era bisogno delle statistiche per accorgersene). A Rabiot vada quello per il miglior gol.
  5. LeggendaDelPiero

    Dejan Kulusevski: cosa aspettarsi da lui?

    Mi piace molto ma fatico a trovare un giocatore meno adatto di lui al gioco sarriano.
  6. LeggendaDelPiero

    Noi Juventini, siamo davvero tifosi?

    - Compatisco chi spera che vinca un'altra squadra, è il classico esempio di marito che se le taglia per fare un dispetto alla moglie. - Ammettere che talvolta l'avversario avrebbe meritato di vincere una partita non c'entra niente, si può essere tifosi e al contempo mantenere un briciolo di obiettività. - Non ne posso più di leggere cose come "Sarri, un allenatore diverso, di quelli che necessitano di più tempo (tipo Klopp a Liverpool)". Klopp non aveva bisogno di nessun tempo, era quel Liverpool che ne aveva perché era una squadra da rifare che da 8 o 9 anni non vinceva una ceppa e vendeva sempre i migliori. Al primo anno gli presero Firmino, poi arrivarono Manè, Wijnaldum, e poi ancora Salah, Robertson, Chamberlain, nel 2018 Van Dijk e poi Fabinho e Alisson (e questo solo per citare i pezzi da 90). Tra il percorso di Klopp al Liverpool e quello di Sarri alla Juve non c'è nessuna analogia. Ma nessuna.
  7. ricordiamoci sempre per quale motivo si continua a parlare d'er go de turone
  8. LeggendaDelPiero

    Basta Juventus! (ma solo sul logo)

    graficamente parlando, è proprio il contrario In che senso? Quel logo è declinato in tutte le dimensioni, come tutti i loghi d'altronde
  9. Costa si rompe più di Coman? L'anno scorso è stata la stagione peggiore di Costa e ha giocato 25 partite ma l'anno prima ne fece 47 e la prima stagione al Bayern, dove c'erano ancora Robben e Ribery, arrivò a 43. La stagione standard di Coman è di una trentina di partite, 40 non le ha mai viste neanche col binocolo. Più o meno, anzi più meno che più. Questa era la prima stagione che iniziava davvero da titolare inamovibile ma a dicembre è arrivato il solito infortunio, a febbraio è rientrato, si è rifatto male e ora naviga come sempre tra titolarità e panchina. Purtroppo da quando è in Germania non ha mai avuto una stagione senza almeno un infortunio grave e svariate ricadute, cosa che gli ha impedito anche di partecipare ai mondiali con la Francia.
  10. Io confesso di attraversare di continuo un po' tutti gli stati d'animo Ma tutto sommato mi sto attestando tra l'entusiasmo e l'attesa di rivedere finalmente in campo CR7 e compagni che, nel limite del possibile, ci daranno una mano a ricominciare una vita normale. Forza JUVE!!!
  11. Direi van Dijk, seguito da Mbappé e Salah. Neymar è da 4 anni (dall'ultimo al Barca) in parabola discendente e praticamente fuori dal giro dei superfuoriclasse. Fortissimo ma ormai è chiaro che non diventerà mai quello che si pensava diventasse quando aveva 18/20 anni. Quanto ad Halaand... cosa c'entra Halaand?
  12. Donnarumma, Meret, Mancini, Bastoni, Cistana, i due Pellegrini, Zaniolo, Locatelli, Tonali, Barella, Mandragora, Castrovilli, Orsolini, Chiesa... erano anni che in Italia non avevamo una generazione così promettente e così tanti under 23 titolari nelle rispettive squadre. ps Il Liverpool in FA Cup le ha prese col Chelsea, aveva dentro molte riserve ma quelli delle giovanili erano solo un paio. Prima ne aveva messi di più e aveva rischiato di uscire contro una squadra di terza serie.
  13. è quello che ho scritto Nel basket e negli altri sport ad alto punteggio (la grandezza del campo conta fino a un certo punto) le statistiche danno un quadro molto esaustivo del rendimento di un giocatore. Nel calcio invece sono sì importanti, e sul lungo periodo non possono certo essere ignorate, ma in una singola partita l'mvp può essere tranquillamente uno che segna il gol vittoria allo scadere, anche se fino a un secondo prima non aveva azzeccato neanche un passaggio. ---------------- In ogni caso, al di là delle battute fotocopia su Pjanic e quello che si fumano a Opta (viva l'originalità ) mi chiedevo quanto possono aver influito questi dati sulla cautela di Sarri a lasciar fuori Pjanic.
  14. Come no? Non hai mai visto partite bloccate, senza occasioni, dove nessuno va sopra il 6 risicato e in cui il peggiore in campo fino a quel momento segna il gol partita e viene votato man of the match? Stupiscono anche me ma il punto è questo, non sono scelte arbitrarie ma i responsi dei dati raccolti
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.