Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Juventofila69

Utenti
  • Content count

    2,341
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

819 Eccellente

3 Followers

About Juventofila69

  • Rank
    Titolare

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Donna

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. E considera che non credo che Rugani sarà l'unico positivo ma presto ne verranno fuori altri e che ciò che stiamo vivendo noi arriverà a breve nel resto d'Europa con tutto quello che ne consegue. Non si potranno giocare le partite di Coppe europee e, sicuramente, neanche gli Europei. Stagione finita non solo in Italia ma anche in Europa e nel resto del mondo.
  2. Con questa situazione, dubito che il campionato riprenda il 3 aprile. Ci sono ancora un sacco di infetti e, a rigor di logica, molti si ammaleranno entro questa e la prossima settimana. Considera, a partire da allora, la quarantena e vedi che il 3 aprile è solo una data casuale. Sarei già contenta se per quella data saranno calati drasticamente i contagiati e i guariti saranno più numerosi dei nuovi malati.
  3. Ci saranno anche soldi in ballo ma ciò che sta accadendo adesso all'Italia ci sarà tra qualche settimana nel resto d'Europa con contagi anche tra membri delle squadre. Credo sia inevitabile sospendere tutto a tempo indeterminato e, se finalmente tra un paio di mesi tutta l'Europa si sarà liberata da questo incubo, si potranno riprendere i Campionati nazionali e le Coppe europee che potrebbero essere portati a termine anche in estate, con slittamento dell'Europeo all'anno prossimo. Non si può rischiare sulla salute delle persone perché anche se, in teoria, i giocatori essendo giovani e sani, potrebbero superare l'infezione facilmente, ci sono tanti altri tra massaggiatori, magazzinieri, addetti alla manutenzione dello stadio e tanti altri che potrebbero rischiare di più.
  4. Guarda, io credo che si potrebbero portare a termine tutto i tornei nazionali ed internazionali, coppe nazionali incluse. Basta un po’ di buon senso e si rinvia l’Europeo al prossimo anno e la stagione può concludersi pure il 30 giugno.
  5. I play off sono qualcosa di insopportabile e ingiusto già in serie B dove per pura fortuna, chi arriva IV potrebbe essere promosso e chi ha dominato la classifica per tutta la stagione, si ritrova per sfortuna senza promozione. Per me può andare benissimo anche la classifica congelata del solo girone di andata, visto che i Campioni d’Inverno siamo stati noi 😉
  6. Assegnazione secondo la classifica attuale è la cosa più logica e giusta. Quando hanno creato Farsopoli si sono inventati che la UEFA voleva per forza una classifica e un vincitore e hanno scelto i prescritti che, pur essendo arrivati terzi erano i puliti e quindi primi classificati tra i non corrotti. Ora la classifica dice che la Juve è prima e deve andare alla Juve lo scudo.
  7. La comune influenza in realtà non si cura. Nel senso che, non ci sono terapie specifiche per l’influenza intese come farmaci antivirali che distruggono il virus dell’influenza (anche perché non esiste un solo virus influenzale). Idem dicasi per il raffreddore. Ciò che prendiamo in caso di influenza e raffreddore, Aspirina, Tachipirina e simili, sono solo farmaci sintomatici, cioè servono per alleviare i sintomi: congestione nasale, mal di testa, di gola, febbre. Spesso si muore anche per la comune influenza se ci sono già altre patologie, ragion per cui nei soggetti cosiddetti a rischio (cioè che presentano altre patologie e/o sono avanti con gli anni) si consiglia il vaccino. Questa infezione da Coronavirus ha due aggravanti: non c’è ancora un vaccino e sfocia spesso in polmonite che richiede una degenza più lunga in rianimazione. Ecco perché bisogna ridurre al minimo i contatti e le possibilità di diffusione del contagio. Detto ciò, credo sia giusto fermare il Campionato e tutte le attività sportive ma mi sembra un’incoerenza disputare le gare internazionali. A questo punto bisognerebbe chiedere l’intervento della UEFA, visto che il problema riguarda tutto il continente, decidere finalmente di rinviare l’Europeo all’anno prossimo e sospendere i tornei nazionali e le Coppe almeno temporaneamente, sperando che si superi in fretta quest’epidemia e si possano portare a termine tutti i tornei entro fine giugno.
  8. Certamente. Ho scritto infatti che se facciamo tesoro dell’esperienza del Nord, potremo superare l’epidemia senza criticità. Almeno me lo auguro.
  9. Il fatto del numero dei tamponi effettuati quasi a tappeto in una prima fase è vero e lo citò anche Sarri in conferenza stampa pre Lione - Juventus. Poi, L'OMS e il SSN hanno dato altre direttive. Di sicuro i contagi sono molti di meno da noi che in Lombardia, ovvio. Altrimenti sarebbero pieni anche gli ospedali, non sono dati che si possono tenere nascosti. Penso che ne siano di più di quelli ufficiali per il semplice fatto che molti, essendo asintomatici, non sanno di essere contagiosi e poiché i tamponi si fanno se sussistono le condizioni necessarie per richiederli, tanti possono trasmettere il virus inconsapevolmente. E proprio per questo, è bene ridurre il più possibile i contatti interpersonali.
  10. Lo credo anch'io e ho le tue stesse paure perché sono pugliese anch'io. È stato spiegato però che in Lombardia il numero dei contagiati è cresciuto enormemente nei primi giorni perché sono stati fatti molti tamponi anche solo a chi aveva avuto contatti con persone contagiate. Poi, è stato ristretto il campo e si è deciso di farlo solo a chi manifestava sintomi. Per questo motivo, credo, ne abbiamo così pochi, che poi è lo stesso per cui risultano pochi anche in Francia e in Germania, ma credo ce ne siano di più perché molti sono asintomatici. Io temo da noi un picco, nel numero dei contagiati, nei prossimi 10-15 giorni, in seguito alla fuga di tutti quelli che sono scappati dalla Lombardia appena è stata estesa la zona rossa. E da noi sarebbe più grave perché non abbiamo certo la stessa disponibilità dei posti in rianimazione che hanno in Lombardia. Abbiamo però il vantaggio, se sapremo farne tesoro, dell'esperienza del Nord. Se limitiamo le uscite e riduciamo al minimo i contagi ne potremo uscire senza grossi affanni. Siamo responsabili e con senso civico una volta tanto.
  11. Le misure non solo sono anche leggere ma forse anche tardive, perché si è sopravvalutata l'intelligenza dei cittadini. Se da subito ognuno, senza aspettare i decreti, si fosse chiuso in casa e fosse uscito solo per effettiva necessità, evitando assembramenti nei cinema, ristoranti, bar, discoteche e quant'altro, oggi non ci sarebbero tutti questi contagi e la sanità non sarebbe così al collasso. È stato detto da subito che il problema principale di questa epidemia sono le complicanze polmonari che richiedono lunghe degenze in rianimazione. Non ci volevano dei geni per capire che ridurre i contagi significa ridurre le emergenze nelle rianimazioni e quindi aumento delle possibilità di guarigioni (se ho 10 posti in rianimazione e si presentano 20 pazienti, è ovvio che 10 di questi non potranno ricevere le cure necessarie). Speriamo che si capisca finalmente che si deve uscire solo per effettiva necessità e che questa epidemia abbandoni l'Italia al più presto.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.