Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

N3dved

Utenti
  • Content count

    745
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

363 Buona

About N3dved

  • Rank
    Primavera

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

2,752 profile views
  1. Assurdo non provare a mischiare le carte quando il 4° posto in campionato è più che a rischio. Serve una scossa e l'allontanamento di Allegri è l'unica cosa fattibile nell'immediato. Anche un miope riesce a vedere così lontano. In poche parole, favorevolissimo all'esonero. Al suo posto chiunque che si prenda la squadra in carico fino a fine stagione. Letteralmente. Chiunque.
  2. La verità è che a Torino ultimamente vanno più di moda il clientelismo e il nonnismo rispetto alla meritocrazia e alla competenza. E i risultati sono evidenti.
  3. N3dved

    In difesa del mister - Parliamo di calcio

    Credo tu ti sia perso quello che si è visto la scorsa stagione e come sia iniziata questa. Si critica l'operato, non la persona. I fatti dicono che Allegri oggi è dannoso per la Juve, e per quanto la squadra non sia a livelli eccellenti è comunque più che sufficiente per non subire una Salernitana/Sampdoria/Spezia. Nessuno si aspetta la vittoria in carrozza con il PSG, ma una squadra in grado di mostrare qualcosa (qualsiasi cosa) contro una piccola sì.
  4. N3dved

    In difesa del mister - Parliamo di calcio

    La squadra non è il massimo ma il mister è ingiustificabile. Anche solo fermandosi alla mentalità, l'allenatore della Juve non può essere soddisfatto di una sconfitta e addirittura difendere il punteggio a fine partita per perdere con meno gol di scarto. Max era soddisfatto della sconfitta a Parigi ed ha difeso palesemente il 2-1. Inaccettabile. Non entro nelle questioni tattiche che sono sotto gli occhi di tutti. E non venite a dirmi che la colpa è dei soli giocatori e l'allenatore non può farci niente. Quando manca l'idea del singolo si sopperisce con un'organizzazione e una filosofia di gioco precisa che alla Juve oggi e dopo 15 mesi dal ritorno di Allegri non esiste. E la colpa sarebbe di giocatori come Dusan che non ricevono una palla pulita di fronte alla porta da quando è arrivato a gennaio?
  5. N3dved

    PSG - Juventus 2-1, commenti post partita

    Beh, è palese
  6. Non puoi acquistare le partite della sola Juve. Per vedere la Juve tocca prendere tutto il "pacchetto". Se ti interessa il solo campionato o vai di Sky (pagando i pacchetti necessari su cui non conosco i dettagli + Dazn 30Euro + 5Euro a Sky per l'averti reso disponibile i canali Dazn su satellite) o vai di Dazn (30Euro al mese o profilo plus che consente visione in contemporanea su due dispositivi a 40Euro totali - in questo secondo caso puoi dividere con un conoscente l'abbonamento). Con Sky il tutto è molto più costoso ma hai tutto su satellite. Con Dazn si tratta di streaming, costi minori e puoi disdire in qualsiasi momento senza alcun preavviso (ad esempio io interromperò l'abbonamento durante tutto il mondiale). Per la champions le gare si suddividono tra Sky, Mediaset e Amazon Prime. Amazon ha in esclusiva una gara ogni mercoledì sera, Mediaset ha una partita in chiaro il martedì, Sky trasmetterà il resto delle partite (non ricordo se comprese anche quelle Mediaset, ma in ogni caso sono escluse quelle Amazon). Infine alternativa TIM Vision a 24,99 al mese per 6 mesi e 29,99 successivamente. Credo ci sia vincolo di tenere attivo il servizio un anno in questo caso e bisogna essere possessori di rete fissa TIM o acquistare una scheda telefonica TIM. Con TIM Vision puoi vedere tutto il campionato (nel prezzo è compreso abbonamento Dazn e Infinity+ su cui puoi vedere 104 partite di Champions mi pare, non tutte da quanto ho capito). In parole povere, singola squadra o no, è un puzzle.
  7. Prima di chiedere correttezza all'utente il minimo indispensabile è garantire correttezza. Al momento il sistema che hanno messo in piedi non è in grado di farlo. Spacciano per concorrenza un meccanismo di vendita che in realtà è palesemente un cartello. La vera concorrenza porterebbe a una diminuzione dei prezzi per l'utente finale, non il dover stipulare abbonamenti vari e a prezzo pieno per vedere tutte le partite della propria squadra. La presa in giro è palese.
  8. La situazione sta prendendo contorni assurdi. Ormai direi che è sicuro al 100% che intorno al Barcellona c'è una situazione a dir poco losca.
  9. Io me lo auguro di essere ancora appassionato di videogiochi a 50 anni. I videogiochi sono per tutte le età, forse è il momento di mettere da parte luoghi comuni e le demonizzazioni dei media.
  10. Riprendo solo le domande per comodità. 1) Una società privata può farsi la propria competizione e invitare chi preferisce a partecipare. Nei termini dei contratti stipulati/disposizioni può ovviamente anche escludere partecipanti. 2) Se previsto da contratto/disposizioni, può. 3) Il tribunale commerciale di Madrid ha sentenziato rispetto alle sole sanzioni imposte dall'UEFA e precedentemente ritenute illegittime con affermando che "i soci attori e le società sono persone giuridiche indipendenti e comunque, al momento dello sviluppo del progetto, gli intervenienti – ivi compresi gli enti finanziari – erano perfettamente consapevoli delle possibili conseguenze, che non hanno impedito l’adozione di impegni di finanziamento, che non si può presumere non siano ostacolati da eventuali sanzioni". E' una vittoria UEFA, ma limitata alla possibilità di introdurre sanzioni, inoltre i club sicuramente faranno ricorso (e a mio modo di vedere hanno molto materiale per ribaltare ancora). In ogni caso la sentenza è diminutiva rispetto alla dimensione del caso. La vera discussione è sulla UEFA che è monopolista illegittima (in quanto non è un monopolio legale riconosciuto dall'UE) e che abusa della propria posizione dominante. 4)stessa risposta alla domanda 1. Aggiungo del mio ora: - può una società monopolizzare un settore e impegnarsi nel mantenimento del monopolio senza il riconoscimento dell'UE? Le normative UE dicono di no. - può una società monopolista di fatto ma non legittimata dall'UE impegnarsi attivamente a contrastare l'entrata nel mercato di un concorrente? Ancora una volta, la normativa europea non lo ammette e anzi favorisce la concorrenza. - la UEFA ha attuato misure di ostruzionismo per evitare l'entrata nel mercato di una concorrente? Assolutamente sì e tramite vari mezzi: politici, economici (sanzioni) e media (disinformazione e demonizzazione). Concludo con una citazione di un mio vecchio professore universitario di diritto che riprendeva parzialmente Martin Luther King e affermava che "I diritti di una persona (fisica o giuridica) finiscono dove iniziano i diritti di ogni altra persona (fisica o giuridica)". Beh, a mio modo di vedere la UEFA sta calpestando i diritti di una nuova società potenzialmente sua concorrente e farebbe lo stesso con ogni altra potenziale concorrente per conservare il proprio monopolio. La Superlega può piacere o meno (io stesso non ne sono particolarmente entusiasta), ma sicuramente non sostengo la UEFA che sta dimostrando di tenere più alle finanze personali dei suoi componenti che agli interessi delle squadre sue affiliate.
  11. Sul corsivo niente da ridire. La UEFA faccia quello che gli pare. La citazione sarebbe pur sensata, ma non tiene conto della realtà dei fatti. E' validissima quando si agisce in condizioni di mercato valide nell'UE e non è questo il caso. L'UEFA ha un monopolio di fatto (ma non riconosciuto dall'UE in cui agisce) sulle competizioni internazionali tra club (mi concentro solo sui club per ora) e non lo nasconde nemmeno (ci sono decine di citazioni del solo Ceferin). Appena si apprestava a nascere un concorrente sul mercato, la UEFA si è attivata e ha avviato un chiaro ostruzionismo verso la nascitura competizione facendo pressioni in vari modi: tramite le leghe nazionali (minacce di esclusione nonostante le competizioni abbandonate fossero solo quelle internazionali UEFA, non quelle delle federazioni nazionali), disinformazione tramite media (ancora oggi c'è gente che crede Superlega = addio delle squadre ai campionati nazionali) e pressione tramite governi nazionali. Queste le manovre di ostruzionismo più importanti secondo me. Tornando alla citazione, i club immaginavano certamente resistenza dalla UEFA e l'esclusione dalle competizioni UEFA, ma capirai che quando entrano in gioco gli stati il livello cambia totalmente; non si parla più di sanzioni UEFA ma di situazioni molto più gravi; avrebbero anche dovuto considerare dei premier che si schierano apertamente contro la creazione di una società privata?
  12. Il discorso è ancora più complesso in realtà. Oltre a potere legislativo, esecutivo e giudiziario hanno anche "potere di spesa" utilizzando i fondi ottenuti dalla vendita dei diritti TV e altri ricavi vari legati alle competizioni organizzate (spiego concetto meglio dopo). Tenendo conto di questo e dei loro legami con federazioni nazionali e FIFA, si è venuto a creare un monopolio non regolato sul calcio. Nell'UE sono accettati solo i monopoli legali. Non esiste monopolio legale sul calcio, di conseguenza l'ostruzionismo della UEFA verso la Superlega è un abuso di posizione dominante bello e buono. Non entro nel merito della bontà del progetto Superlega. Rincaro però la dose sulla UEFA: hai mai sentito di un'azienda privata in grado di fare profitti a rischio 0? Beh, la UEFA ha praticamente un modello economico a rischio 0 dato che ha costi bassissimi e si autoregola nell'assegnazione dei premi alle società. Pensaci: il loro business è il calcio ma non sono loro a pagare gli ingaggi dei giocatori, non pagano i cartellini dei giocatori nei trasferimenti, non pagano gli oneri accessori dei procuratori, non sono loro a doversi preoccupare di sostituire i giocatori in caso di infortuni gravi e la lista continua. Al contrario incassano direttamente tutto ciò che è legato alle loro competizioni (pur dovendo distribuire premi alle squadre, ma sempre avendo poteri sulla percentuale di ricavi da distribuire) e hanno un enorme potere di influenzare il rischio dei club (per capirci, decidono loro il numero delle partite delle loro competizioni e hanno anche potere di introdurne di nuove [UEFA Nations League], ovviamente più partite si traducono in un maggior rischio infortuni per i giocatori coinvolti). I club iniziano a chiedersi perché la UEFA debba prendersi "una fetta della torta" dei ricavi e debba incidere unilateralmente sul rischio. Nemmeno gli stati hanno un rapporto così unilaterale con i cittadini; i cittadini pagano le tasse ma gli stati forniscono innumerevoli servizi. La UEFA fornisce un unico servizio: l'organizzazione. Il discorso è semplice insomma, i club pensano di potersi gestire in maniera più diretta (modalità da capirsi) per tutelarsi e per disporre in maniera più chiara dei ricavi e vogliono avere più potere nelle decisioni e la direzione del calcio in Europa dato che sono loro a correre tutto il rischio di impresa. La Superlega probabilmente, oltre a un modo di aumentare i ricavi, era anche un modo di staccarsi dalla UEFA che per i club sta diventando un limite. Questa è un po' l'idea che mi sono fatto seguendo la situazione.
  13. Noto un po' di masochismo in queste parole
  14. N3dved

    Rinnovo di De Sciglio, favorevoli o contrari?

    Contrario. Bravissimo ragazzo ma non utile alla causa Juve. Non abbastanza bravo per fare il titolare, infortunio troppo facile che lo rende indisponibile quando serve la riserva. Requisito minimo di una riserva è essere affidabile (anche fisicamente). Aggiungiamoci l'ingaggio pesante e la frittata è fatta.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.