Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Riof85

Utenti
  • Content count

    1,339
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Riof85

  1. Dopo 23 anni di digiuno europeo questo discorso è inaccettabile. Bisogna sacrificare qualcosa sul fronte del campionato e abbandonare istantaneamente a gennaio la Coppa Italia. Da febbraio in poi tutte le forze devo andare alla Champions.
  2. Ciò che ci dicono i 16 punti è che il tanto vituperato Sarri ha riportato una dimensione europea nella squadra che appunto mancava dagli anni di Lippi e Capello, dove i gironi si vincevano in scioltezza. E dominare il girone è il primo passo. Come puoi essere credibile per la vittoria finale se nel girone materasso fatichi a qualificarti?
  3. Non capisco tutta sta paura per il Real. Abbiamo un allenatore con mentalità europea, abbiamo dominato il girone di Champions. Non vedo perché aver paura di una squadra che non è più quella delle tre Champions consecutive. Piuttosto che un'altra squadra materasso voglio una big. L'ho detto anche in un altro topic: per la prima volta dopo un decennio non ho paura. Finalmente la Juventus ha una dimensione europea.
  4. Abbiamo giocato un girone da dominatori. E questo è il primo fondamentale step per vincere la Champions: non serve a nulla sognare di vincerla se poi nel girone materasso fatichi a prenderti il primo posto. Sarri si sta realmente confermando un allenatore d'Europa.
  5. Lo dirò fino allo sfinimento: meglio pareggiare col Sassuolo, col Lecce o con qualunque altra scappata di casa ma dominare nei mercoledì di coppa. Una partita sontuosa. Un calcio spettacolare. Un dominio totale coronato da un giustissimo 2-0. 16 punti totali su 18 a disposizione, zero sconfitte e ottavi raggiunti con ampissimo margine e quindi non resta che dire chissenefrega del secondo posto in campionato Questa Juventus non ha più paura dell'Europa. Soprattutto l'affronta da big affamata che anche nelle partite senza valore scende con la voglia di strafare. Grazie Maurizio per questo spirito europeo alla squadra. Grazie mille. Da continuare così.
  6. Capita quando ti trovi Malmo, Atletico, Olimpiakos, Dortmund e Monaco sulla strada. E il Real affrontato a Torino giunse messo parecchio male, con diversi infortunati o giocatori non al 100% della forma. A Berlino, contro una vera squadra, Allegri si è sciolto come neve al sole concedendo più di 70 minuti al Barcellona. Il tempo necessario per dare una sua impronta alla squadra. Ci avete imposto anni di Allegri mentre sfasciava giocatori, teneva in campo pippe e raccoglieva solo scudettini contro il Napoli. Sta a vedere perché un -2 contro un Inter decente dobbiamo esonerare un ottimo allenatore che a differenza di Allegri in Europa ha già vinto. E poi vi fate troppi problemi per sto scudetto della malora: conta l'Europa. E in Europa abbiamo fatto un girone da dominatori, Allegri nei gironi faticava. Le finali si vincono, non ci si va. Soprattutto se ne giochi due. Lippi in finale ci andava e una l'ha vinta. Sarri in finale ci è andato e l'ha vinta. Allegri ci è andato e niente, ci ha coperto di ridicolo. Ma le finali si vincono. O quantomeno si cercano di vincerle. Allegri è sceso per perdere. A Berlino e Cardiff. Perché è un perdente che sa vincere solo se davanti ha il Sassuolo o il Frosinone. Come tutta la sua carriera dimostra.
  7. Riof85

    Lazio - Juventus 3-1, commenti post partita

    Sennò resteremo sotto e per un anno non si vince lo scudetto. Non muore nessuno eh.
  8. Champions vinte? Nessuna. Il discorso si chiude qua. Vogliamo santificare Allegri ad allenatore supremo ed universale? Okay, ma allora deve esserci qualche competizioni grossa nel palmares. Se vinci uno scudetto con il Milan avendo come massimo avversario un Inter in stato decadente e se ne vinci altri 5 avendo contro il Napoli di Insigne, non di Maradona, fai semplicemente il minimo indispensabile. Esistono competizioni europee che hanno ben altro prestigio, peso e difficoltà. E sono quelle a decretare il confine tra un buon allenatore e un allenatore bravo e vincente. Quando Allegri alzerà una Champions cambierà il suo status. Fino ad allora è un buonissimo allenatore da campionato di calcio italiano o francese o tedesco, comunque con poca competizione intorno. E questo è un fatto. Poi se vi volete masturbare sui ranking fate pure, ma quelli non vanno nei palmares
  9. Riof85

    Lazio - Juventus 3-1, commenti post partita

    Per vincere in Europa si inizia con l'imporsi nel girone. Dove vuoi andare se ti sorteggiano in un girone materasso e fatichi ad arrivare al secondo posto?
  10. Riof85

    Lazio - Juventus 3-1, commenti post partita

    Ci siamo già imposti in Europa, garantendoci di giocare in ciabatte e con la primavera l'ultima partita. Questo proprio perché tra Fiorentina, Lecce e Sassuolo abbiamo messo meno energie.
  11. Riof85

    Lazio - Juventus 3-1, commenti post partita

    Quando gestisci le forze tra due competizioni senza correre in campionato per evitare di scoppiare a dicembre capita di perdere punti. Negli anni passati si metteva il turbo tra settembre e gennaio, mettendo svariate distanze dietro. In settimana poi la squadra stava con le gambe molle e le idee zero, a febbraio agli ottavi s'andava coi giocatori contati. Si chiama gestione. Ed è meglio un 3-1 dalla Lazio e un 2-2 dal Sassuolo per poi imporsi in Europa che vincere 7-0 col Sassuo, 2-0 con la Lazio e poi strappare un faticoso 0-0 in Champions. La stagione vera inizia a febbraio, fino ad allora tenere bene le risorse e le forze.
  12. E con Allegri si andava in finale a prendere 7 gol in due partite. Cambiato nulla, solo il grado di incazzatura al fischio finale. Il Barcellona del 3-0 era una squadra in stagione no, a pezzi, che già aveva rischiato enormemente negli ottavi. La stagione dopo, tornati al loro vero valore, ci hanno triturato. Allegri in Europa ha fatto come Conte, né più né meno: figuracce figuracce figuracce. Ma è idolatrato perché ha portato il ranking o i money. Io preferisco le coppe. Senza avversari. Facile così. Sulla Coppa Italia stendo un pietoso velo: competizione inutile che solo Allegri riusciva a dare importanza. E i suoi fans, che si masturbano su una coppetta vinta col Milan di Gattuso e altre squadrette italiane.
  13. Pure Allegri non sapeva andare oltre ottavi-quarti quando non aveva * nei sorteggi. Eppure lo volevate tenere un altro anno. Abbiamo dato chance su chance ad un mediocre che non produceva risultati, possiamo avere la stessa pazienza con Sarri. Porto, Barcellona zoppo e Monaco. Si chiama *, ci riescono tutti ad arrivare in finale se nei sorteggi non peschi nessuna difficoltà. L'anno prima col Bayern in mezzo e l'anno dopo col Real in mezzo chissà come mai Allegri si è schiantato malamente. Perché non sa vincere in competizione. Allegri è l'allenatore che ti vince senza avversari, motivo per cui accetterà la Francia e non la premier. O la Germania o qualunque altro campionato dove esiste scarsa competizione.
  14. Berlino e soprattutto Cardiff erano finali ampiamente alla nostra portata. Che non vuol dire facili o avversari scarsi, ma che con un minimo di cattiveria e di gioco si poteva quantomeno portarla ai supplementari, soprattutto Cardiff. Il problema è che Allegri non conosce la cattiveria perché è un uomo che ha paura di tutto (Tevez lo definì in un ottima maniera), è un calcolatore e non uno che si butta per 90 minuti ad attaccare. E in Europa questo non ha mai pagato. In Europa devi correre e segnare, correre e segnare. I calcoli e gli halma non portano risultati. Per quello ho detto e ribadisco che non siamo mai andati vicini a vincere perché col calcio brutto e noioso che faceva Allegri in Champions non puoi vincere. Infatti abbiamo solo sofferto.
  15. Sarri ha già vinto il girone, senza faticare rispetto al suo predecessore. E l'anno scorso è arrivato fino alla coppa col Chelsea. Dunque io dico che Sarri è molto più bravo di Allegri nell'unico settore dove dobbiamo davvero dimostrare qualcosa: l'Europa. Poi difficile dire fin dove possa arrivare. Però è certo, vedendo come abbiamo giocato il girone, è che non siamo più in balia degli eventi.
  16. Road to Berlino: Borussia Dortmund a rischio retrocessione. Monaco, battuto a fatica con rigore dubbio. Real Madrid, giunto alla semifinale con diversi giocatori incerottati o non al 100%. Road to Cardiff: Porto, eterna cenerentola del calcio europeo. Barcellona, giunto dagli ottavi a fatica grazie ad aiuti arbitrari, non al 100% della forma. Monaco. Chissà come mai quando Allegri ha trovato il Bayern o un Real Madrid molto più in forma, e pimpante, non è arrivato in finale.
  17. Quando? La Juventus è dai tempi di Manchester 2003 che non compete per vincere in Europa. Siamo sempre ai livelli di Conte: buone partite e tante figure da cioccolatai. Ma la competizione e il poter vincere è tutt'altra cosa. Quest'anno siamo partiti meglio, il girone quantomeno l'abbiamo onorato e vinto con facilità.
  18. E' una pippa Allegri. Ed è pure sopravvalutato. Nella serie A degli anni '90 uno con la sua idea di anticalcio, la sua scarsa conoscenza tecnica e il suo giustificarsi per tutto l'avrebbe fatto finire in zona retrocessione ogni anno. A lui è andato di * che è finito ad allenare all'epilogo del calcio italiano, dove esiste una squadra forte che ha fatto la pessima scelta di ingaggiarlo e il nulla alle spalle. Il vero valore di Allegri si è visto in Europa. Dove è riuscito a collezionare valanghe di figure da cioccolatoio senza raccogliere nemmeno una briciola di quei trofei vinti in Italia.
  19. Abbastanza in alto. Sarri ha già vinto in Europa e ci ha fatto giocare un girone come non si vedeva da decenni. Poi la palla è rotonda ovviamente, però io mi sento molto più al sicuro in Europa quest'anno dei 5 precedenti. Soprattutto perché in panchina c'è una persona che una finale ha fatto e l'ha vinta. Questa è la favola che le vedove di Allegri si inventano per non sminuire il proprio idolo. La realtà è che quel Milan era superiore in tutto, all'ultimo atto, ma superiore comunque di una Juventus che aveva buonissimi giocatori e pippe terrificante (De Ceglie, Matri, Borriello, Krasic che ancora era dei nostri) ma nessun reale top player a parte Pirlo. Quello scudetti Allegri l'ha perso perché incapace di vivere in una competizione: o ha l'autostrada e allora imposta il pilota automatico, come nello scudetto al Milan e nei 5 nostri, o se ha davanti un allenatore altrettanto preparato e ambizioso per lui è la fine. Come accadeva in Europa sistematicamente. Quelle due finali furono vergognose: Allegri non scese nemmeno in campo, mandò una squadra terrorizzata e non tentò mai di giocarsela. 70 e passa minuti regalati al Barcellona, più di 80 al Real. Se dobbiamo perdere almeno vendiamo cara la pelle. Questo è il senso del discorso Primo posto ottenuto con due giornate d'anticipo: non capitava dal 2008. Allegri in 5 anni è arrivato primo nei gironi due volte.
  20. Non sono minimamente di questa visione. I soldi li abbiamo, siamo mica nelle mani di un De Laurentis qualsiasi.
  21. L'unico che fece * a Cardiff fu Allegri, incapace di impostare la partita per vincere. Scendemmo con la paura, come sempre. Non per niente parliamo di uno che ha perso uno scudetto giocando contro Borriello. Il miglior allenatore dell'universo e poi perde con Ibrahimovic in squadra.
  22. Di grazia cosa ci sarebbe da salvare? Abbiamo dominato il girone di Champions, cosa che Allegri mai ha fatto. Per il campionato? Ma siete così disperati da non accettare un secondo posto dopo 8 anni?
  23. Quando mai abbiamo preso a sberle il Bayern Monaco o il Real? Il Real l'abbiamo preso a sberle solo nell'anno di Berlino che stavano mezzi incerottati. Il Bayern gli abbiamo regalato una partita e mezza svegliandoci sempre tardi. E poi frignando sugli arbitri.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.