Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

ilcalciononeplaystation

Utenti
  • Content count

    3,067
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by ilcalciononeplaystation

  1. ilcalciononeplaystation

    Juventus e Liverpool lavorano allo scambio Rabiot - Keita

    io pornomuratore
  2. Roma per un calciatore non è una città facile. Cosi come Milano,ricordo un certo Davids che a Milano fu letteralmente frullato dalla città,lo spogliatoio capitanato da Costacurta in primis,lo identificavano come il male assoluto,eppure a Torino rinacque come una fenice diventando una colonna portante della squadra. Zaniolo ai miei occhi non sembra un falco,ma un cavallo pazzo,forse e dico forse una società come la juve per lui potrebbe essere un tocca sano. Certamente,dipende da cosa vuole fare da grande.
  3. Caro amico,venisse da noi o si piega o ...andrà nel Sassuolo di turno. Ad oggi,caratterialmente lascia molti quesiti,calcisticamente per me può essere un crack. Io ci scommetterei. Ps: Da tifoso a tifoso,(noi lo abbiamo vissuto con Dybala),mai innamorarsi dei giocatori,escluso i Del Piero,Totti,Maldini e pochi altri,questi sono un branco di teste di 'azzo incapace di azionare il cervello prima di parlare. Al netto del eterna rivalità con la Roma,non mi sento di condannare la società che si è risentita del atteggiamento del giocatore,ci sono modi e modi di porsi,ma questo purtroppo riguarda il 90% dei calciatori odierni.
  4. Sono d'accordo con te. Berardi da la sensazione di quel giocatore che più di quello fatto vedere al Sassuolo non possa dare,e quindi rimane l'incognita del peso di una maglia di un top team. Zaniolo invece,al momento dal la sensazione di un cavallo ancora da domare,che per mille vicissitudine ancora non esploso al 100%. In un ambiente come il nostro,potrebbe essere canalizzato come ad esempio fu per Davids che a Milano era visto come il Diavolo in persona.
  5. Aggiungi pure me. Il falso mito dei crociati è appunto un falso mito. I crociati,una volta rifatti sono più efficienti di prima. L'unico dubbio rimane il carattere,ma a Torino hanno domato cavalli più pazzi di lui. Se ti ricordi,l'anno scorso a torino in occasione di Juve -roma, in 20 minuti,fece 3 strappi (poi si stiro)trascinandosi dietro tutto il nostro cc. Giocatore,da l'enorme potenziale e al momento di difficile collocazione,ma rimane un giocatore sul quale si può lavorare.
  6. Carissimo,quoto tutto il tuo pensiero. Mi permetto di farti una domanda alla quale non trovo risposta: Ma l'utente medio,sa cosa sia la juve?
  7. Per segnare occorrono giocatori bravi in fase di trasmissione palla,che abbiano piedi educati e capacità di verticalizzare al momento e modo giusto. Esattamente ciò che non abbiamo mai visto quest'anno complice un cc incapace sia di verticalizzare che di creare strappi Cuadrado a parte che poi è scoppiato. Di Maria è un profilo anche se avanti con l'età che ti garantisce questo e imho per 1/2 anni aspettando di trovar di meglio non è un operazione sbagliata.
  8. Dal 96 ad oggi,hai disputato se non erro 5 finali con 3 delle quali (borussia,Real,Barca) indirizzate in modo vergognose da terne arbitrali a dir poco strane. Ricordo,Bettega dopo Dortmund affermare di quanto era potente la federazione tedesca.
  9. Ti sfugge una cosa da nulla: Di Maria non è un goleador e mai lo è stato,ne a Parigi,ne a Madrid e da nessuna parte. é un esterno dai piedi molto educato che a noi,vista la qualità della batterie di crossatori ad oggi a disposizione farebbe molto comodo.
  10. Meglio tirar giù un ponte pericolante evitando che qualcuno si faccia male. Nel frattempo,in fase di ricostruzione esistono anche percorsi alternativi fino a quando il suddetto ponte non venga ripristinato in sicurezza. Ad oggi,il suddetto ponte è considerato pericolante anche in quelli della Milano marottiano che si chiedano se i costi di "manutenzione" valgono l'investimento chiesto da Antun and Company. Dybala è andato,giusto o sbagliato che sia,ad oggi è cosi,fattene una ragione. Ad oggi,l'unica trattativa che ha in essere sa più di sfizio da parte dei meneghini che di necessità,ed infatti si narra che mal digeriscono il nodo Antun. Di Maria,è semplicemente un falso problema o peggio ancora una scusa per dar contro la società,dato che si tratta di un giocatore totalmente diverso del pupo incompreso,per ruolo e pedigree. A questo punto,la mia domanda rimane sempre la stessa: Al netto del fatto che si dia per sicuro la società ha sbagliato (e per me ha sbagliato in quanto ha tirato questa storia troppo per le lunghe),come mai,non esiste nessun asta per accaparrarsi il Messi 2.0 a parametro 0 a parte loro e Roma a cifre decisamente inferiore da quanto proposte dalla juve,e sopratutto nella sua nazionale non venga MAI considerato un titolare inamovibile, anzi spesso a scapito dei Lautaro,ecc? Io non sono mai stato un suo hater,ma uno estremamente deluso dal suo modo di rapportarsi al nostro ambiente,sommato a quello che si legge qui dentro,il tutto è riuscito a farmelo stare sui co,glio,ni. Abbiamo fatto a meno di giocatori veri,faremo a meno anche di lui.
  11. Una delle regole non scritte del calcio. Certe partite,non sono e mai saranno amichevole,ABC del calcio giocato. Se non si capisce questo,non si può guidare una nazionale del prestigio italiano.
  12. In cambio ti porti bel ciuffo a Torino. Nemmeno di fronte a l'evidenza di anni di caz,zate blaterate ce la fatte a non tirare in mezzo Allegri-
  13. Questi 5 goal non ce le hanno fatti in 40 anni di scontri. Comunque bello il calcio propositivo,moderno com'era il resto? Se qualcuno avesse un po di decenza si autobannerebbe ....
  14. ilcalciononeplaystation

    La costante negatività che circonda l'ambiente Juve

    Il problema è che il greggio da te citato rompeva il ca,z,zo anche quando dominavi. Oggi,questo gregge si fa forte di un anno senza aver vinto. Nello sport esistono anche gli avversari,nel calcio e per noi sopratutto a livello internazionale si tende a dimenticare contro chi competi e si ha la sensazione che venga dimenticato apposta per arrogarsi il diritto di vomitare sul piatto che tanto ti ha dato in questi anni. E questo,perdonami,ma per conto mio rimane un modo malsano di tifare. Io.per conto mio mi sono goduto gli scudettini,oggi sono conscio che esista la possibilità di vacche magre,semplicemente perché da sempre lo sport ti insegna che non puoi essere dominante al infinito. Prima lo si capisce,e meglio ci si rapporterà a quello che alla fine dovrebbe essere una passione,ne più,ne meno.
  15. ilcalciononeplaystation

    La costante negatività che circonda l'ambiente Juve

    Caro amico,devi sapere (se non lo sai),che qui dentro gli ultimi scudetti venivano chiamati scudettini da una cerchia di soliti noti tutta teoria . Lo sport è un altra cosa,ma sicuramente assieme al nostro ciclo durato solo 10 anni,ti cito ad esempio quello della mercedes in F1 e ti garantisco che qui dentro,se scavi,troverai qualcuno in grado di dare a TOTO WOLF del raccomandato incompetente esattamente come succede dentro al mondo juve. La cosa più spaventosa rimane la mancanza del ABC quando si parla si sport, e cioè: - Dopo tanto che vinci,la storia ti insegna che le cadute sono fragorose,non solo nel calcio,ma nello sport,ad esempio il tanto decantato Liverpool in patria ha aspettato oltre 20 anni per rivincere un campionato. -Penso che noi non aspetteremo cosi tanto,sta di fatto che qui dentro,più di un forum il tiro al piccione sia stato sdoganato in modo diversamente lecito, e da essere un piacevole passatempo si stia trasformando in uno sfogatoio. Abbi pietà di loro,e vai oltre.....
  16. Caro Stefano,il tuo discorso è vero ma se posso permettermi, stai parlando di un era calcistica dove le sezioni giovanile erano proprio e vere fucine di talenti che venivano coltivati giorno dopo giorno. Non è un caso che con l'addio di Totti,il nostro calcio cioè il calcio che ha sfornato Gli Antognoni,Mancini,Baggio,Zola,Del Piero,Totti non sia più in grado di tirar fuori un 10 tale dei nomi che ti ho fatto. Il mio timore,è che questo trend sta piano piano toccando anche altri ruoli dove la nostra cultura primeggiava. Per esperienza diretta,ultimamente ho assistito più di una volta ad allenamenti giovanili,e mi tornano in mente i discorsi fatti da Allegri sulla preparazione dei giovani. Il problema degli stranieri,sappi che purtroppo no è limitato alle solo prime squadre,ma lo è sopratutto nei settori giovanili e non so da cosa dipendi. Ad ogni modo.tornando agli allenamenti che ho visto,paragonandoli a quelli dei miei tempi,ti garantisco che è cambiato tanto,e non so fino a che punto un bambino si diverta se e più di quello che facevamo noi. Io un idea me la sono fatta,ma evito di dirla per non essere tacciato da vetusto. Il punto come dici tu, è che i Gentili,Cabrini,Scirea,Tardelli ecc non si trovano più e quello per conto mio sarebbe la prima domanda da porsi.
  17. Migliorare è un conto . Imparare un altro,evita di fare sarcasmo,peggiori la situazione. hai fatto un elenco di cose,che al limite le impari nelle giovanile e nemmeno tutte. Se arrivi in prima squadra si suppone che il suddetto elenco da te scritto,un giocatore le abbia nelle sue corde,non fosse cosi mi presento anch'io alla continassa chiedendo allo staff di insegnarmi tutto. Ennesimo topic buttato in vacca con il solo per il gusto di buttare me,rda su l'allenatore.
  18. Sei nella juve,e secondo te un giocatore deve imparare l'elenco delle cose date scritte? Interessante...
  19. Bravo,poi ti guardi indietro e ti accorgi che contro Allegri Ancelotti non vince,pur avendo allenato uno dei miglior Real della storia ed un Napoli che l'anno prima lotto assieme a noi per lo scudetto. Poi senti parlare Ancelotti ed afferma ad esempio che l'allenatore bravo è quello che fa meno danni e riesce a tirarsi il gruppo a se. Di sicuro,con quest'affermazione,nemmeno tu passi da Einstein.
  20. Garrison basta guardare ciò che succede ora con Ancelotti: -Dopo 2 esoneri,è stato dai soliti noti timbrato come bollito,oggi i soliti noti lo metterebbero sotto una teca. Il punto per me,quando si parla di allenatori è uno solo: - Allenatore da provincia,dove puoi anche sperimentare senza troppe pressioni in caso di fallimento. - Allenatore da top team ,dove oltre alle pressioni enormi,hai l'arduo compito di dover gestire rose importante sotto anche l'aspetto psicologico/umano,dovendo ottenere risultati. In sintesi in ambedue casi sono allenatori,ma in realtà diventano lavori totalmente diversi.
  21. Beh dai! i primi 3 anni dava la sensazione di poter diventare un potenziale campione degno della ns 10,pensando appunto dovesse ultimare un suo percorso di crescita,percorso che si è fermato fino a l'epilogo di oggi.
  22. Anch'io mi aspettavo molto da lui,per cui se ci si guarda indietro,diventa difficile capire questa isteria da parte di parte della tifoseria a meno che siano giovanissimi.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.