Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Finoallafine2310

Utenti
  • Content count

    467
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

81 Buona

About Finoallafine2310

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Ti ringrazio per il "messaggio da incorniciare". 😊 La cosa che più mi preoccupa è proprio questa, la sterilità. Ma non solo in termini di gol realizzati, proprio a livello di costruzione delle azioni. Questa squadra non è abituata a giocare, a costruire. Aspetta semplicemente l'episodio a favore e prova a cavalcare l'onda in questo senso. L'utilizzo di Chiesa è un'altra delle cose che più mi sta facendo storcere il naso: Federico è un giocatore che ha bisogno di campo e di spazio per il proprio gioco, ha bisogno di dominare la fascia per fare quello in cui riesce maggiormente. Perché a Londra me lo hai messo seconda punta e gli hai fatto fare una pessima figura non facendogli toccare palla? Messo al centro Chiesa mi "muore" perché gli togli la possibilità di fare tutto quello in cui è più bravo. Vuoi giocare con il 4-4-2? Bene, metti Kean vicino a Morata, non Chiesa. Metti Kulusevski sull'esterno, non Rabiot. Avanza Cuadrado a destra e metti De Winter terzino destro, non McKennie sulla fascia destra. Bisogna avere il coraggio di fare ciò, me lo aspetto da un allenatore con il suo curriculum e la sua bravura. I giocatori si fanno giocare nei loro ruoli e dove rendono al meglio, basta con queste idee strane e bizzarre che ogni tanto esce dal cilindro. Detto ciò concordo assolutamente, la soluzione non è quella di esonerarlo. Però diciamo che in questa situazione già abbastanza pesante sarebbe quantomeno gradito che non ci si mettesse anche lui.
  2. La frase il "calcio si aggiorna" va contestualizzata. Ovviamente alcune cose (moduli,regole ecc.) sono e saranno sempre le stesse, però ci sono altri aspetti del calcio che possono cambiare: tu hai citato i metodi di allenamento e di preparazione (che sono molto importanti e sui quali, ahimé, vedo la nostra squadra indietro), io ti posso dire che, a mio parere, si sta prestando maggiore attenzione a segnare più gol che a non prenderne proprio (e questo sarà ancora più evidente adesso che hanno tolto il valore doppio al gol in trasferta), mentre qui da noi (Juventus) si è rimasti prima a non prenderne e poi se capita, con un rigore, una punizione, un contropiede, un'espulsione, un'azione individuale ecc. lo si fa... beh piccolo spoiler: non funziona. Così ne prendi 4 e vai a casa con la coda tra le gambe. Ecco non c'è proprio la concezione di giocare, si scende in campo con l'intenzione di limitare prima gli altri e poi, se e come capita, di esprimere se stessi. È chiaro che così facendo ti sovrasteranno tutti perché adesso anche le piccole squadre hanno una loro identità e giocano bene a calcio e di certo non ti faranno un favore se gli lascerai costantemente il pallino del gioco. Con questo non sto dicendo che bisogna fare calcio spettacolo, che bisogna segnare 3-4 gol a partita... sto semplicemente dicendo che bisogna giocare. Va bene perdere contro i campioni d'europa, non va bene non vedere mai palla e non fare un'azione. Ecco questa squadra non è proprio abituata a fare azioni, è questo quello che preoccupa. E va bene i giocatori penosi, ma allora perché si continuano a prendere giocatori in base al fisico, ai muscoli e non in base alla tecnica? Vero punto di forza del calcio attuale. Ci vuole gente dai piedi buoni e che il pallone sa dove metterlo, non gente che devi sperare che non tiri mai perché sennò il pallone potrebbe andare a finire su qualche pianeta sperduto. Qui mi collego all'Allegri aziendalista: non va e non andrà mai bene un allenatore che non prende scelte per il tipo di squadra che ha in mente ma che si fa andare bene scelte prese da terze parti che però non ci lavorano con quelle "scelte" lì e che non pagano (nella maggior parte dei casi) le proprie colpe se quelle "scelte" dovessero andar male. Perché tu allenatore devi farti andare bene tutto questo? Prendiamo Locatelli. Premetto che non ero dei più entusiasti alla notizia di un suo possibile arrivo, per varie cose (richieste assurde del Sassuolo, tempo indefinito, valutazione normale del giocatore), ma ho sempre ritenuto che se a volerlo fortemente fosse stato Allegri me lo sarei fatto andar bene perché è lui l'allenatore e lui sa come vuole impostare la sua squadra. Ma siamo sicuri che a volerlo sia stato proprio Max? Con questo non voglio dire che non piaccia all'allenatore, anzi abbiamo visto come sia totalmente il contrario, ma di Locatelli in orbita Juve io ne sento parlare come minimo da 2 anni. È stato palesemente un pallino della dirigenza, che poi sia andato bene al mister è stata una "coincidenza". Ma questo non va bene. Un allenatore deve poter fare bene o sbagliare con le proprie idee, e questo è un altro dei tanti aspetti sui quali la Juventus è indietro; oramai in tutte le grandi squadre gli allenatori sono manager a tutti gli effetti, non dipendono dalle scelte di una società che non si sa per quale motivo porta avanti questa battaglia di avere l'ossatura dei giocatori italiani ad esempio. Non occorre che siano italiani i giocatori della Juventus, occorre che siano forti e validi. Certamente anche nella scelta di dover "valorizzare" per forza determinati giocatori vi è lo zampino della società, ma anche qui io mi aspetterei un po' più di coraggio e di palle da un allenatore che ha vinto tanto nella sua carriera: me ne sbatto se devi mettere in vetrina gente che hai deciso TU di prendere, se fanno schifo (sempre calcisticamente parlando sia chiaro) e mi fanno perdere non giocano. Non ti sta bene? Esonerami o dammi la buonuscita e amici come prima. Non è l'allenatore che deve fare favori alla società, visto che poi quest'ultima non te ne fa quando ti deve cacciare. E tu mi dirai: "questo non è e non sarà mai (???) Allegri". Lo so ed è proprio questo il punto. Forse questa società, che sta prendendo cantonate a destra e a manca ultimamente, non ha bisogno di un allenatore che le dia carta bianca. Tutto qui. So che è possibilissimo che squadre come Empoli, Sassuolo, Hellas ecc. abbiano un centrocampo migliore del nostro (onestamente avere di peggio sarebbe molto difficile 😅), e che quindi vincano. Non mi scandalizza questo ad oggi. Però in questo caso facevo riferimento ai 5 anni di scudetti di Allegri: abbiamo vinto e va benissimo, però anche lì si veniva dominati da squadre piccole, anche con quel centrocampo stratosferico. È proprio il tipo di concezione di calcio che Allegri ha e che secondo me non va bene se ti chiami Juventus e vuoi ancora essere considerata una grande. Catenaccio e contropiede (ma anche qui poi devi saperli fare i contropiedi, se li fai e sbagli tutte le scelte possibili immaginabili, e non segni, non puoi considerarli tuoi punti di forza) può anche andare bene quando incontri Real Madrid, Barcellona, Man City, Chelsea, Bayern... non sei ancora alla loro altezza e questa tattica potrebbe rivelarsi vincente (attenzione però, questo non significa non giocare e non fare nemmeno un'azione); catenaccio e contropiede non può più andare bene se giochi contro squadre medio-piccole e tu in squadra hai gente come Tevez, Pirlo, Pogba, Vidal, Marchisio, Higuain, Dybala, Pjanic ecc. Detto ciò spero vivamente anch'io che a Gennaio si faccia qualcosa perché mai come questa volta c'è bisogno di intervenire sul mercato, ma non ci credo molto conoscendo questa dirigenza... mi sa che finirà come hai detto nell'ultima frase del tuo post. 🤦‍♂️😂
  3. Sono d'accordo con te quando dici che non bisogna prendersela solo con Allegri, così come lo pensavo e lo penso tutt'ora per Sarri e per Pirlo. Nel mondo del calcio si è abituati a prendersela solo con l'allenatore, perché è quello più facile da "colpire" e soprattutto da sostituire... cosa fai, ti metti a cambiare 25 giocatori o un allenatore? Ovviamente il secondo, più semplice e soprattutto più economico. Questo per farti (mi permetto di darti del tu) capire che sotto questo punto di vista la pensiamo allo stesso modo. Tuttavia io Allegri non sto riuscendo più a capirlo. Premetto che non sono mai stato e mai lo sarò un suo detrattore (un anti-allegriano per capirci), anzi, sono stato uno di quelli che lo ha sempre sostenuto, appoggiato e difeso. Ho pianto al suo "addio" e non me ne vergogno, perché mi sono affezionato all'uomo che per 5 anni ci aveva guidato. Molto onestamente però ti dico anche che sono stato favorevole ad un suo cambio perché pensavo ci fosse bisogno di nuovi stimoli, di un nuovo tipo di calcio che ci portasse ad avere un approccio diverso nelle partite e che ci portasse ad essere negli anni una squadra che, in ambito europeo, avrebbe potuto essere qualcosa di più di una "piccola" che va a giocarsela in contropiede e ripartenza. Ecco proprio quest'ultimo pensiero sta ritornando prepotentemente. Non capisco perché vai a Londra decidendo di non giocarti la partita, mettendo una formazione senza alcun senso logico, con 2 centrocampisti centrali a fare gli esterni e con l'atteggiamento schifoso (passami il termine) di dover difendere lo 0-0, per poi prenderne 4 e senza aver rischiato di riprenderla mai. A questo punto mi chiedo: avremmo fatto una così pessima figura anche facendo giocare, che ne so, Kulusevski sull'esterno? Magari un 4-3-3 con tutti i giocatori nei loro ruoli naturali? Con questo non sto dicendo che l'avremmo vinta o pareggiata, attenzione, ma almeno avresti provato a giocartela. Tu mi dirai ma come fai a giocartela con quei giocatori lì, sopratutto a centrocampo? Giusto. Cosa può farci Allegri se i giocatori che abbiamo sono questi? Niente... o forse no, in realtà qualcosa può farla: PANCHINARLI. Avendo le palle di far giocare giovani dell'under 23 al loro posto, che magari hanno voglia di dimostrare qualcosa, che sono orgogliosi di giocare per la Juventus e che il campo se lo mangiano, anche se tutto questo potrebbe non bastare, ma non importa. Ci siamo stancati di vedere Bentancur, Rabiot, Alex Sandro e via dicendo, passeggiare in campo e nonostante ciò giocare titolari ogni santa partita. BASTA. Poi però mi ricordo che Allegri è quello che ha detto che i giovani devono prima giocare in serie C, poi in serie B, poi in serie A e poi in Champions League e quindi ciao... che poi vaglielo a spiegare a James, Hudson-Odoi, Chalobah e Loftus-Cheek, ma soprattutto a Tuchel e al Chelsea che hanno vinto una Champions con questi giocatori e soprattutto con questa politica di valorizzare e far giocare i giovani. Mi dispiace, ma in questo momento non riesco più ad avere quella fiducia in Max che avevo prima... il calcio è andato avanti, ma lui è rimasto indietro. Il corto muso non può essere più una scusa o una goliardia da esibire con fierezza. Siamo la Juventus, non posso accettare di vincere di corto muso con lo Spezia, la Sampdoria, il Torino, lo Zenit, la Fiorentina e via dicendo, con tutto il rispetto che ho per queste squadre. Siamo la Juventus, se permettete mi sono stancato di vedere ogni benedetta squadra dominarci in campo. Con questo non sto dando assolutamente tutte le colpe a Max, nemmeno la più grande parte perché quella per me ce l'ha la società senza se e senza ma, però non è che anche lui stia facendo chissà cosa per aiutarci. Questa è solo la mia opinione ovviamente. Mi scuso per la lunghezza del messaggio, se qualcuno avrà voglia di leggerlo mi farà piacere.
  4. Stasera, se dovesse giocare, potrebbe essere una grande occasione per Kean per dimostrare di poter essere importante in questa squadra. C'è da dire che dovrà avere il supporto degli altri 10 che scenderanno in campo perché non possiamo mettergli la pressione di dover sbrigarsela da solo.
  5. Di questi 4 nomi Gravenberch è quello che mi stuzzica di più, ma sono tutti interessanti. Tuttavia penso che i prezzi siano già molto alti, soprattutto di Vlahovic che a questo punto non penso riusciremo a prendere, a meno che non si impunti come Locatelli. L'importante è che la dirigenza inizi a pianificare un mercato come si deve per la prossima stagione, ne abbiamo maledettamente bisogno.
  6. Dalle sue parole vede la Juventus come un punto di arrivo e non come un punto di partenza (o come un trampolino di lancio per altre destinazioni). Tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare, lo so, ma in ogni caso mi piace come parla il ragazzo. È motivato, sicuro di sé e pronto a giocarsi le sue carte. Benvenuto Kaio 🤍🖤
  7. Ti vogliamo bene lo stesso zio Pat ❤😂 Oramai quella partita e quell'episodio sono rimasti nella storia... certo, avremmo preferito sarebbero rimasti nella storia per un altro motivo ma quello è un altro discorso 😅
  8. Quello di Dybala è un contratto "insidioso", parliamo di un giocatore importante, ed è normale che ci voglia tempo e pazienza. L'importante è che ci sia la voglia da entrambe le parti di raggiungere l'accordo, e in questo senso mi sa che ci siamo... purtroppo se ad oggi si è arrivati a questo punto la colpa è di chi in precedenza non ha fatto nulla per velocizzare la pratica, anzi. Adesso non pretendiamo da Cherubini e Arrivabene che "risolvano" la questione nel tempo di 2 incontri.
  9. Dybala è al centro del progetto, Allegri ha dimostrato di puntarci davvero tanto... forse anche più di quanto faccia su Ronaldo. Le sue sono state parole d'investitura davvero importanti per Paulo, lo sta responsabilizzando sotto tutti i punti di vista: quello del campo e quello dello spogliatoio. Penso che mai come adesso si sia davvero vicini al tanto agognato rinnovo.
  10. Ah beh certo, sicuramente la farebbero passare come la vittoria del campionato più bello, più stimolante e più onesto di sempre (o almeno degli ultimi 11 anni). Fatto sta che la "pecca" di aver usufruito di vantaggi che le altre squadre non hanno potuto utilizzare rimarrà, e se magari non saranno tanto i tifosi interisti a risentirsi di ciò, al contrario credo che a Conte e compagnia bella non farebbe piacere vedersi mettere sul piatto tutte queste verità. Ovviamente mi unisco alla tua speranza.
  11. Si sono irritati perché Pirlo li ha colpiti in pieno: non solo ha commentato il fatto che non giocheranno una partita con dei positivi in rosa (come hanno fatto in tantissime occasioni tutte le altre squadre) ma ha spostato l'attenzione anche sul fatto che i giocatori interisti non partiranno per le nazionali, andando così a sbandierare le condizioni vantaggiose che l'Inter avrà a differenza di altre squadre. È questa la cosa che brucia, perché sanno che hanno creato (insieme ad altri, questo bisogna dirlo) le condizioni per poter definire questo campionato falsato o irregolare, perché mai come quest'anno le regole non sono state uguali per tutti, e ai cari interisti sotto sotto fa paura vincere questo campionato e avere più di una persona che dirà "si ma...".
  12. Sicuramente Danilo è stato una delle note liete di questa stagione, il giocatore che forse più di tutti ha dimostrato la sua importanza perché ha davvero fatto bene qualsiasi ruolo. Merita la riconferma.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.