Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Schizo

Utenti
  • Content count

    114
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

93 Buona

About Schizo

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Intanto, la tua affermazione e'falsa. Danilo ha toccato 93 palloni con una percentuale di passaggi riusciti del 88%. Il palleggiatore e'un modo di stare in campo del giocatore. Ripeto, non dipende dalla tecnica. Trovi palleggiatori anche in Serie C. Ci sono palleggiatori di diversi livelli. Danilo e'un palleggiatore di medio-alto livello, non altissimo, ma sempre palleggiatore rimane (ripeto per il suo modo di stare in campo).
  2. Vorrei fare una considerazione che riguarda il termine palleggiatore, siccome il gioco di Sarri, in teoria, richiederebbe giocatori palleggiatori. Secondo me, esiste una misconcezione che riguarda il termine del palleggiatore. Spesso si equivale un giocatore tecnico con essere automaticamente un palleggiatore. I vari Rabiot, Cuadrado, Dybala, Bentancur etc. non sono palleggiatori. Gli unici palleggiatori puri in rosa sono tre: Pjanic, Ramsey e Danilo.
  3. Schizo

    Responsabilità dei terzini sui gol subiti

    Personalmente, a gennaio 2020, continuo a ritenere la cessione di Cancelo, una cessione errata. Il fatto che giochi o meno al City e'di priorita secondaria nella mia valutazione, perche la decisione di trattenere/cedere Cancelo e'stata fatta in base alla sua stagione nella Juventus. Per quanto riguarda Cuadrado, continuo a ritenere la scelta di Cuadrado terzino una scelta giusta, scelta che secondo me, li offre la possibilita di allungarsi la carriera. Il problema con Cuadrado e'che non conosce il ''mestiere'' del difensore. In alcune cose potra migliorare, in altre meno. Per esempio, il fatto che Cuadrado si trova spesso ''con il c**o per terra'' e'piu una guestione fisica che tattica. Giocatori come Cuadrado basano l'intervento sulla reattivita della gamba e la rapidita, per questo motivo si trovano spesso a loro agio con interventi in scivolata, invece di ricercare lo scontro fisico attraverso ''shoulder tackle'', proprio perche non hanno la fisicita adatta. Un altro problema e'che non ha mestiere in difesa individuale. Per esempio nell' 1 vs 1, non ha il mestiere nell'effetuare ''controfinte'' per costringere l'avversario a spostamenti di palla non ottimali ed agevolare il tempo di intervento. Un'altro difetto si trova nelle letture delle traiettorie della palla e non possiede una anticipazione difensiva di livello nelle letture situazionali. Ma tatticamente e'forte, nel posizionamento e'bravo, specialmente in una linea schematica come quella sarriana. In fine, Danilo, lo ritengo per caratteristiche il terzino sarriano per eccellenza. Buon fisico, ottima resistenza aerobica e buon palleggiatore. Il problema di Danilo e'la fragilita che non li offre la possibilita di continuita sul campo, e il livello delle sue qualita.
  4. E chi e'quello che ha sentenziato che le cose di quarant'anni fa, hanno perso efficacia? Il falso nueve e'un concetto di 60+ anni fa.
  5. Secondo me, la partita di ieri non puo offrire nessuna considerazione ''solida''. Prendiamo come esempio l'azione del primo gol. Avete visto come Higuain da a Dybala, il passaggio all'indietro? Dybala prima di effetuare l'assist e'costretto a girarsi e cosi perdere il riferimento della palla per un attimo. Questo attimo significa ''controtempo'', pronto per essere sfruttato dal difensore, il quale non perde mai di vista i suoi riferimenti primari (avversario e palla). La reattivita del difensore dell'Udinese e'proprio nulla, reattivita che non viene riscontrata ai massimi livelli. Dybala attualmente sta giocando esattamente come l'anno scorso. Le sue interpretazioni sul campo sono le cose piu vicine al termine ''tuttocampista''. Per capirlo basta rispondere alle seguenti domande: 1) Quanti tocchi ha effetuato Dybala e quanti le mezzali/mediano e compagni d'attacco? 2) Quante volte a tirato Dybala il porta? Esiste una grave misconcezione: ''segnare'' non equivale ''giocare vicino alla porta''.
  6. Il cambio passo non e'assolutamente una dote necessaria per l'attuale contesto. Sarri non predilige gli strappi perche allungano la squadra, lo ha fatto capire piu volte. Le doti necessarie nelle quali pecchiamo ugualmente sono il tocco e l'intensita, tocco per la rapidita di palleggio richiesta da Sarri, e l'intensita per i continui smarcamenti e riaggressione. Tralatro cambio passo non equivale accelerazione. Il cambio passo va valutato sia nella accelerazione che nella decelerazione ed arresto.
  7. Allegri ha un pensiero molto piu innovativo di quello che pensano alcuni. Il problema si trova, nel fatto che anche lui si sta perdendo nel suo personaggio. In ogni caso, il tifoso e' una vittima della grave misconcezione della iperfocalizzazione sulla tattica, creata dalle varie narrattive. Viviamo in un era calcistica di totale appiatimento tattico. I margini per idee innovative sotto il profilo tattico sono veramente ristretti. Anzi, gli ampi margini per evolvere/applicare idee innovative si trovano a livello tecnico (sia individuale che situazionale, e mi riferisco alla tecnica in senso lato, che riguarda gesti sia difensivi che offensivi, effetuati considerando tutte le parti del corpo) o a livello cognitivo (per esempio l'applicazione di ''trappole cognitive'', come il concetto del ''false press'' etc.). Ce ne sarebbero anche altri di esempi, ma mi limito a questi due. Un'altra grave misconcezione del tifoso, si trova nel confondere il cambiare il modo di giocare con il migliorare il modo di giocare di una squadra. Cambiare il modo di giocare di una squadra e'la cosa piu facile e fisiologica al mondo. Migliorarla invece....
  8. Il sarrismo non esiste nel senso che Sarri non ha inventato nulla di innovativo dal punto di vista tattico. Ma il pensiero calcistico di Sarri e'ben definito, e uno che sviluppa e ragiona in modo meccanico (affermazione recente di Danilo). E'vero che Sarri e'uno maniacale della linea difensiva, lo e'da sempre. Ma proprio qui si trova la sua rigidita. Sarri e'uno zonista puro, la sua linea difensiva e'schematica, nel senso che possiede 30-40 drills precise per allenare i suoi schemi difensivi. E su questi vengono allenati tutte le tipologie di difensore, che ti chiami Bonucci, Demiral, Chiellini, Rugani, De Ligt etc. Cioe Sarri non ragiona sulle caratteristiche dei difensori. Puo essere che un reparto difensivo sia piu adatto ad una difesa a tre o a difendere sull'uomo, ma a Sarri non interessa, non cambiera le sue ''drills'' e il modo di allenare la linea difensiva. Un esempio e'De Ligt dove nel contesto Ajax era molto piu libero nelle letture individuali. Sarri tralatro e'un allenatore di struttura, appena trova quella piu adatta difficilemente cambia, semplicemente perche allena per tattiche di ruolo. Per questo motivo parla sempre di ''specializzazione di ruoli''. E questo viene evidenziato principalmente dalle sue strategie di cambi, sempre effetuate ruolo per ruolo. Sarri non cambiera mai un difensore per un attaccante, un terzino per una mezzala, facendo cambiamenti drastici nella sua struttura. Sarri e'uno che allena per ''giochi di posizione'', per meccanisimi di rotational movement, per spaziature sempre corte e strette e queste cose sono principi che non dipendono dal modulo. Puoi giocare con il 4-4-2, 4-3-3, 4-3-1-2 etc. Sarri durante la settimana applichera ed allenera gli stessi principi e concetti. Semplicemente il gioco di un allenatore non puo essere integrato al 100% in un gruppo. I calciatori hanno le loro caratteristiche e possono eseguire i dettami di un allenatore fino ad un certo punto. Le individualita veranno sempre espresse sul campo, esemplari le parole di Henry su Guardiola. Se si vuole aumentare la percentuale dell'espressione di gioco sarriano, allora bisogna aspettare 2-4 sezioni di mercato, effetuato con strategie allineate col pensiero calcistico dell'attuale allenatore.
  9. Il baricentro e'una metrica, non uno scopo. Non esiste esercitazione che ti allena sul ''baricentro''. Le esercitazioni ti allenano sulla componente dell'aggressivita. Ed e'proprio qui che entra la confusione, ''alzare il baricentro'' non equivale ''aumentare l'aggressivita''. Sono due cose non correlate.
  10. Non possiamo cambiarli per un semplice motivo: perche il popolo juventino ha richiesto il gioco meccanico. Ed il gioco meccanico ha le sue dinamiche precise. Mi potete spiegare il motivo perche il tifoso juventino quando c'e' Allegri in panchina richiede concetti guardioliani e quando c'e' Sarri in panchina richiede concetti allegriani? La flessibilita tattica fa parte degli allenatori stile Allegri, Ancelotti etc. non dei Sarri. Ripeto, Sarri e' un filosofo del gioco meccanico, tipologia di gioco con dinamiche ben precise che per definizione contiene un elemento di rigidita elevato. Nel calcio non si puo avere tutto. Se si parla di gioco meccanico, quando si intraprende una strada, dopo difficilmente si cambia. Sarri e' un allenatore rigido, di ''struttura'' e di ''specializzazione di ruoli''. Quando sceglie una struttura, lavora su quella sotto tutti gli aspetti. Nel nostro caso la struttura e' stata scelta, ed e' quella del rombo. Maurizio cosi puo lavorare sulle tattiche di ruolo precodificate (come per esempio lui stesso ha detto su Rabiot), sull'occupazione degli spazi, le distanze, i tempi di pressione etc. di questa precisa struttura. Cambiare modulo, significa ricodificare tutti questi aspetti. Prendete come esempio le parole di De Zerbi, che ha spiegato come ha sfruttato i punti deboli delle nostre modalita di pressione con questo modulo. Tralatro, con questo 4-3-1-2, Sarri ha la possibilita di sfruttare una certa ''simmetria'' (elemento ricercato e gradito dal nostro alleanatore) nella codificazione della tattica dei vari ruoli, a differenza dell'alternativa ibrida del 4-4-2/4-3-3. Per rimanere nel discorso del topic (reparto offensivo), proprio per agevolare lo sviluppo meccanico, Sarri sta provando chiunque nel ruolo del trequartista. E la codificazione dei movimenti di un (1-2), cioe trequartista/due punte, e' totalmente diversa da quella di un (3), cioe tre punte. Per questo motivo Sarri, quando li e'stata fatta la domanda sulla soluzione Douglas-trequartista ha risposto ''...se impara 2-3 movimenti, puo fare il trequartista''. Con questa risposta intende che nella codificazione del (1-2) bisogna codificare chi comanda i movimenti nelle varie situazioni di gioco, sincronizzare i movimenti corto-lungo, lungo-corto, la connessione sul lato palla etc. Ripeto, sono i contro del calcio meccanico. Quando si sceglie una strada, difficilmente si cambia, perche cambiare significa ricodificare (processo dispendioso sia per l'allenatore che per la squadra).
  11. Schizo

    Lazio - Juventus 3-1, commenti post partita

    Ma per carita, insisti pure, si discute e ci si confronta, e' il bello di un forum. Come puoi valutare pero la vicinanza alla porta di un giocatore come Dybala? Dybala non e' un giocatore che lavora sulla linea difensiva senza palla con movimenti continui ed intensi. Come ha detto lui stesso vuole la palla tra i piedi il piu spesso possibile per inventarsi la giocata. Quindi si allargera, si abbassera in base al momento e contesto di partita. Ma questo lo fara in qualsiasi tipologia di manovra. Dopo si ragiona sulle dinamiche che offre questa manovra. La passata stagione Dybala era piu sacrificato nel compito di raccordo per le modalita di sviluppo del gioco, sviluppo che tralatro generava una tipologia di rifinitura non esattamente adatta all'argentino. Il discorso della posizione invece e' diverso. E' sempre stata piu o meno la stessa in fase di possesso, questo viene evidenziato dalle heatmap/touchmap del giocatore.
  12. Schizo

    Lazio - Juventus 3-1, commenti post partita

    Condivido sull'entusiasmo iniziale e sui stimoli nuovi (cosa abbastanza fisiologica), ma per valutare il discorso della falsa riga bisogna aspettare.
  13. Schizo

    Lazio - Juventus 3-1, commenti post partita

    Questi sono slogan. Aiutava alla manovra richiesta, manovra che tralatro ha raggiunto i minimi obiettivi anche la passata stagione.
  14. Schizo

    Lazio - Juventus 3-1, commenti post partita

    A dire la verita, Dybala fino a novembre giocava realmente piu vicino alla porta, siccome aveva la media per tocchi in area piu elevata di tutte le sue cinque stagioni alla Juve. Mentre nelle ultime partite si e'allontanato dalla porta ed aiuta piu alla manovra, ma questa e'un indole di Dybala. Per questo Sarri ha fatto le seguenti dichiarazioni pre-Lazio: '...Non puoi vietare a Dybala di venire a prendere palla vicino ai centrocampisti perché gli toglieresti i grandi pregi che è capace di tirare fuori da queste situazioni...'' In sintesi, Sarri si riferisce al compito di raccordo. Ma anche lo stesso Dybala a El Pais descrive simili dinamiche del suo modo di stare in campo: ''...Sono un ragazzo tranquillo, ma in campo voglio la palla. Senza la palla mi perdo, è una necessità. Il gol è il gol, chiaramente, ma ci sono poche cose che mi piacciono più di un assist..."
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.