Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Rikapita

Utenti
  • Content count

    1,056
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Rikapita

  1. Rikapita

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    C'è poco da dire: se contro Genoa Venezia Bologna e Cagliari non portiamo a casa 12 punti la discussione non c'è a prescindere. La continuità bisogna trovarla.
  2. Rikapita

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    Come già detto, bisogna fare 12 punti nelle prossime 4, altrimenti nessun discorso ha senso visto le avversarie. Se ci si riesce allora dovremmo arrivare allo scontro col Napoli a penso -8 dalla vetta. Allora ha senso ragionare.
  3. Rikapita

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    La realtà è quella. Io per primo pensavo che Allegri avesse accettato la Juve di nuovo con una idea chiara di "trasformazione". Una Juve che segue pedissequamente le brutte tendenze viste negli anni passati e ripropone il peggio è un disastro. Veramente io devo personalmente riabilitare Pirlo, che almeno, pur sbagliando pur con inesperienza e se vogliamo supponenza, ma almeno un tentativo di gioco diverso ha provato a proporlo, almeno fino a tipo marzo.
  4. Rikapita

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    Non so, non concordo così tanto. Noi qui facciamo ragionamenti con squadre che competono per la Champions, chiaro che se ci raffrontiamo alla Premier e alle tedesche, mancano pezzi.. Parliamo di mancanza di copertura di ruoli e così via, il che è vero in senso massimale, ma non è vero per giocare contro l' Empoli. Quando giochi con Tek De Ligt Bonucci Danilo Sandro Chiesa Locatelli Bentancur Cuadrado Morata Dybala o variazioni con McKennie o altro, non hai una squadra perfetta, hai sicuramente giocatori che oggi danno molto meno rispetto allo scorso anno, ma certamente è più forte del Sassuolo o del Verona, e non è meno bilanciata. Certo, è molto lontana dalla perfezione. Ma tecnicamente è assolutamente competitiva e questi paragoni distruggenti con squadre che sono nettamente più deboli non sono reali, sono frutto della constatazione che la Juve gioca al 20% delle possibilità reali. Qui, esclusi alcuni , i giocatori fanno errori tecnici banali, entrano in campo mosci, non si prendono responsabilità nelle giocate, non tirano in porta e hanno paura a farlo ritardando l'azione (vedasi Kulusewsky contro la Salernitana un paio di volte). Voglio dire: il problema è ben prima della disquisizione tecnica se Locatelli sia più o meno un regista. Qua è problematico il passaggio da 3 metri, e ancora i giocatori fanno passaggi all'indietro nella nostra metà campo senza cognizione di causa. Va oltre alla questione della costruzione della squadra. Non do la giustificazione ad Allegri che è arrivato e si trovato Ronaldo che se ne è andato, perchè il discorso prima punta c'era anche con Ronaldo. Certo, mancano i suoi goal, ma il ManUtd ha dimostrato che l'attuale Ronaldo è più un problema che una risorsa nel complesso di una squadra sana. Il fatto che la Juve non riesca a produrre tiri in porta, che non li faccia nonostante un grosso lavoro di preparazione, e nonostante che volendo da fuori ci sono anche dei tiratori, non è solo una questione di Morata. E' un discorso complessivo, di giocatori di fascia che raramente arrivano sul fondo a crossare ma che provano SEMPRE e dico SEMPRE a saltare l'uomo e a passare la palla e le poche volte che ci sono stati cross più o meno abbiamo segnato. Un problema di una manovra lenta che rende impossibile poi fare dei tiri da fuori, in cui l'azione di tiro in profondità è cazziato da Allegri che vuole sempre e comunque il gioco manovrato partendo dal difensore più indietro. E non mi piace difendere Bonucci, ma se non fosse per lui non ci sarebbe tiro a premiare qualche iniziativa in velocità. Per non parlare dell'azione complessiva difensiva, lenta, tremebonda, con i giocatori spesso fuori posizione. Anche con la Salernitana ci è andata bene perchè si sono viste cose che voi umani, e che non si sarebbero viste con questa frequenza anche solo con Sarri. Io sono uno di quelli che sperava in Allegri, ma dobbiamo osservare la realtà: non sta al momento avendo i risultati voluti. La scusante che manca una punta o degli infortuni di Dybala non gliela concedo. Lo avrei fatto se, di fronte a un gioco accettabile, ci trovassimo a una lunga serie di pareggi con la miglior difesa del campionato ma ehi, un attacco sterile. Così invece siamo la peggior difesa e il peggior attacco tra quelle "nobili".
  5. Rikapita

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    Vlahovic: 1) con quali soldi? una società sotto osservazione per i problemi con le plusvalenze in che modo può prendere un giocatore potenzialmente da 60mln almeno a gennaio, tenendo conto che a giugno potremmo essere fuori dalle 4 e quindi men che meno? E un giocatore oggi di prospettiva, verrebbe alla Juve adesso? 2) se non facciamo 12 punti nelle prossime 4 gare con squadrette, dimostrando una continuità almeno con le molto deboli, non avremo nessuna chance di arrivare nelle 4, e allora a che serve Vlahovic? Una Juve che sta a più di 7 punti dalla testa allo scontro diretto col Napoli non è nelle condizioni di comprare nessuno di questi nomi. E poi: serve? La mentalità oggi per cui i nomi sono Haaland, Vlahovic, Pogba, almeno Jorginho, etc etc è SBAGLIATA. Quella è la strada dei Ronaldo, dei DeLigt, dei Dani Alves, Khedira, e si, anche dei Rabiot e dei Ramsey che, ai tempi e sulla carta, erano i Pogba e i Jorginho internazionali. Costosi, mercenari. La Juve deve ricostruire su giovani forti, possibilmente costruendo uno zoccolo di italiani, e nel tempo, perchè questo è ciò che hanno fatto le squadre forti nelle altre nazioni. Quando il Bayern è andato in crisi, ha ricostruito a partire da giovani forti, da una struttura societaria compatta all'obiettivo. Questo è quello che penso io cmq, che conto zero.
  6. Rikapita

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    Si può condividere o meno il giudizio sui singoli giocatori. Ma qui ci sono 3 aspetti importanti: 1) Allegri è stato preso apposta per lavorare con QUESTA compagine. E' arrivato consapevole di cosa c'era in ballo e con la convinzione di poter usare la sua esperienza e la sua capacità per sistemare almeno in parte le cose. Così non è ancora avvenuto ed un suo fallimento. Se i giocatori in campo non sputano sangue, se non si sentono motivati da professionisti, e chiariamo una cosa: giocare male significa prendere meno soldi nei prossimi contratti e ambire a squadre peggiori, significa che non c'è un buon lavoro nel team in generale. Le motivazioni si costruiscono. Non è che all'Atalanta o al Napoli vengono pagati di più o ambiscono a risultati maggiori, però i giocatori corrono lo stesso. 2) Se guardiamo le rose delle altre squadre, da un punto di vista tecnico i giocatori che hai citato non sono sicuramente l'eccellenza in una competizione che vede magari le più forti d'Europa, ma in un campionato dove la capolista ha gente come Ounas, Elmas, Petagna, Lozano, Lobotka, etc etc, e le vince quasi tutte, e tu invece hai gente che è titolare nelle nazionali maggiori, diventa difficile giustificare un pre-giudizio per il quale la nostra è una formazione pessima. La Juve ha una rosa incompleta, questo si, manca di una prima punta fisica, ma a parte questo, sulla carta, in un teorico simulatore dove metti le rose dei giocatori e le fai giocare 1000 partite, la Juve ne vince 700 e ne perde si e no 10 in Italia con questa rosa. 3) Se guardiamo il tipo di gioco che si fa, come viene gestita la rosa, come i giocatori sono portati a giocare, la comunicazione che viene fatta, è chiaro che manca una società, il peso di un padrone che mette i soldi e vuole prestazioni. Se vai in una qualunque azienda, in cui il padrone non c'è, arriva solo per la banfata settimanale di come bisogna produrre guadagnare e bla bla bla, e il resto è gestita senza polso e senza un senso di appartenenza, i dipendenti finiscono per fare il loro minimo e basta, e a volte neanche quello. Se invece vai in una azienda e c'è una proprietà che stimola la squadra, la porta in continuo confronto e sfida, normalmente i lavoratori si sentiranno parte di un team e saranno portati a dare di più anche solo per il divertimento, la tensione, l'energia che circola. Poi, chiaro, i testa di caz ci sono sempre ma si riesce comunque a fare un buon lavoro. Io personalmente non sono più molto disponibile a giustificazioni.
  7. Come detto, dobbiamo fare 15 punti in 5 partite, e tra calendario e scontri delle avversarie ci può essere un minimo di svolta. Ma non credo sia così scontato come sarebbe stato negli scorsi anni.
  8. Appunto. Qua si parla di mercato di gennaio ma senza questa tabella di marcia non avrà senso prendere nessuno, a maggior ragione considerando le problematiche societarie che sono assolutamente pesanti. Riguardo a queste: suppongo che Agnelli & co fossero assolutamente consapevoli della situazione. Con la SuperLega in qualche modo tutto sarebbe stato nascosto e ci sarebbe stata una sorta di piano di "compensazione" con i soldi del famoso fondo. Adesso tutto è venuto giù come un castello di carte in piena bora a Trieste, sospetto che, indipendentemente dal coinvolgimento di altre società e da penalizzazioni sportive, il costo finanziario e di immagine della situazione sarà molto vicino a distruggerci.
  9. La questione sportiva comunque si verificherà nelle prossime 5 giornate, che sono con squadre di medio-bassa classifica: Salernitana - Genoa - Venezia - Bologna - Cagliari e poi la pausa natalizia. Se non facciamo 15 punti, il discorso nuovi acquisti a gennaio sarà di fatto totalmente inutile, perchè senza questi punti sarà poi impossibile mantenere il passo per la quarta posizione. E, al momento, è improbabile si faccia questa prestazione.
  10. C'è sicuramente uno "scontro" in atto, e Allegri sta usando tutti gli strumenti per dominare lo scontro prima che diventi problematico lo spogliatoio. Non sappiamo bene cosa è successo alla Juve negli ultimi anni, e non è certo trapelata felicità e unione. Come ha detto il buon Max, lui non c'era negli ultimi 2 anni, non gli interessa cosa è successo, c'è poco tempo per lavorare e chi verrà ad allenarsi deve avere la mentalità giusta, ovvero la sua. Mi sembra giusto.
  11. Rikapita

    Juventus - Milan 0-3, commenti post partita

    Non so che dirti: è un giocatore veloce, di personalità, abile in ogni posizione del campo, ha segnato e ha i tempi di accesso in area. Vince il 90% dei duelli con gli avversari diretti. Non è un regista, però. Non è un giocatore che ha la visione del regista. Non è uno smistatore al centrocampo anche se lo può fare. E' l'unico giocatore che tira la palla in avanti in questa Juve. Non è un giocatore che oggi cambia la partita, che si carica sul groppone un reparto. Non puoi chiedergli questo. Poi su che piano lo vuoi mettere? Al livello dei Pogba, dei Verratti? non è a quel livello. Oggi, 20 anni alla prima stagione in Italia.
  12. Rikapita

    Juventus - Milan 0-3, commenti post partita

    Abbiamo preso 3 goal e un rigore parato contro una squadra con gente come Tomori Saelemakers Bennacer Diaz Calabria etc. Gente che se la Juve l'avesse comprata ci sarebbero stati i forconi a Torino, covid o meno. Qualunque valutazione diventa complicata da fare. Bisogna vedere gli aspetti tattici e qeullo che hanno fatto vedere nella prima metà della stagione, quando ancora la Juve era una squadra con l'animo leggero e che aveva ancora il coraggio di schierare gente come Frabotta e Fagioli invece che i morti per forza.
  13. Rikapita

    Juventus - Milan 0-3, commenti post partita

    E' un giocatore molto forte. Ma non è un giocatore che ha l'esperienza per cambiare un centrocampo da solo. Alla fine se davanti a lui non si muove nessuno, che deve fare? Che volete chiedere a lui e a Kulusewsky? possono essere due ragazzi di 20 anni alla prima stagione in una società allo sbando e in una squadra distrutta da senatori finiti, a risolvere una partita? Già è tanto che Chiesa te ne abbia risolte quelle 10 da solo, ed è un miracolo.
  14. Rikapita

    Juventus - Milan 0-3, commenti post partita

    Rimane quello che oggi nella Juve fa 3 ruoli. Io lo terrei sempre in squadra, uno che fa Ala, terzino, mezz'ala di regia. Poi se lo si valuta alla fine di questa stagione in cui nessuno si muove in campo, diventa difficile. Su Kulu c'è tanta rabbia ma è un giovane alla prima stagione, schierato fuori posizione e messo in condizioni impossibili da un gioco che non è il suo: lui è giocatore di movimento, di spazi, di forza, di palla a correre. Non è un giocatore sullo stretto, statico, palla ai piedi. Stasera è entrato e la juve ha prodotto prima del 3-0 il suo momento migliore, un po' di assedio.
  15. Rikapita

    Juventus - Milan 0-3, commenti post partita

    Per me oggi l'attacco Ronaldo Morata è inconcepibile. Di questa squadra ad oggi si salvano 5 giocatori: De Ligt Cuadrado Chiesa Rabiot Tek e 4 riserve: MkKennie, Kulusewsky Demiral Danilo. Il resto sono giocatori che con fatica farebbero i titolari e forse le riserve oggi nelle prime 5 squadre dei campionati maggiori europei. E Ronaldo che è fori totalmente de coccia.
  16. Rikapita

    Juventus - Milan 0-3, commenti post partita

    L'unico aspetto positivo è che gli stadi sono chiusi. Perchè con i tifosi in giro non so fino a che punto uscivano sani dallo stadio stasera Ronaldo e company
  17. Rikapita

    Juventus - Milan 0-3, commenti post partita

    Forse la peggiore Juve di sempre.
  18. Non puoi permetterti di dubitare i miei valori. Chi ti conosce e che cosa vuoi? E tra l'altro, cosa c'entra il tuo commentino? Perchè non dovrei seguire un campionato in cui ogni squadra si prende il diritto sportivo di giocarsi il suo torneo e non se lo compra?
  19. La cosa incredibile è che proprio c'è stata una sorta di demenza senile. Gestita perfettamente, all'improvviso si è fatto convincere da Mendez a prendere Ronaldo e da li una caduta libera.
  20. Mi dispiace per la figuraccia per la Juventus e per le conseguenze che ne subirà. Ma sono strafelice di quello che sta succedendo. Con grande serenità, non riconoscendomi affatto nella Juventus che si è iscritta alla Superlega in nessuno dei miei valori sportivi e nel mio modo di vedere calcio e sport, spero che questa follia sia utile alla cancellazione totale di questo gruppo di dirigenti, che hanno portato la squadra a prendere decisioni immorali ignobili e antisportive. Questa è la mia idea. So di essere contro le idee della maggioranza di voi, e so anche che alla maggioranza di voi non frega nulla di quello che penso io. Ma comunque qui confermo che meglio 100 volte una Atalanta che questa idea di Juve che voleva nascere.
  21. Rikapita

    Atalanta - Juventus 1-0, commenti post partita

    Vero. E' anche vero che quelli che entrano non gliene frega nulla. Salvo della Juve solo una manciata: DeLigt, Cuadrado, Rabiot, McKennie, Bentancur, Chiesa, Chiellini, Danilo. Che almeno in campo sudano e lottano. E chiaramente Ronaldo, nel buono e cattivo che comporta. Gli altri, anche li metti, sono mosci in campo. Veramente mosci. Alla fine mi tocca ricredermi su Kulusewsky, non ha colto una occasione che è una di fare la differenza in campo in queste situazioni. Non dico segnando, ma anche solo facendo vedere qualcosa. Bah, è andata così. Ci vorrà tempo per tornare in cima.
  22. Non vorrei essere frainteso. Il problema non è chiaramente solo l'allenatore. Ma non è solo la squadra, e non è solo la dirigenza. C'è un unico elemento accumunatore critico, è che la squadra da 3 anni sembra difficilmente allenabile. In un discorso più che altro di team management (sul quale ho la mia ridotta esperienza che vale 1 su 1000), in questi casi manca una struttura che sia forte nelle decisioni progettuali cambiando l'inerzia di una squadra che si è arenata. Ci manca Marotta, non come persona che compra i giocatori, ma come quella persona molto abile a gestire lo spogliatoio e a far sentire la presenza della società (e lo dimostra all'Inter che in 10 anni è stata inallenabile). Evidentemente questa figura non c'è oggi, e lo spogliatoio fatto di Buffon Chiellini Bonucci Sandro Cuadrado e se vuoi anche Ronaldo e Dybala ( ma è un discorso a parte, nel bene o nel male), rende complicato evidentemente il resto. D'altro canto è l'unica cosa che è rimasta uguale, perchè nei tre anni: Allegri Sarri Pirlo sono cambiate idee di allenamento e sono anche cambiate le rose e i giocatori in campo (quest'anno ogni formazioni differiva sempre di almeno 7-8 uomini dei 14 in campo rispetto allo scorso anno). Chiaro che se un progetto si valuta anche in prospettiva. Se il progetto va fuori dai parametri di "contenimento", va cambiato in fretta. Per cui immagino che, in caso di rivouzione, si debba pensare non solo a cambiare allenatore, che sia Allegri o Mancini, ma anche ad allontanare un Nedved, mettere un DS sopra Paratici, sistemare lo staff di preparazione, ma soprattutto allontanare quei senatori che oggi rendono difficile andare avanti.
  23. Una cosa è accettare vacche magre. Una cosa è perdere l'accesso alla Champions che è il principale indotto economico. E attualmente se non superiamo il Napoli nel recupero, siamo più verso la quinta posizione che verso la seconda. E attualmente la squadra non sembra in grado di superare il Napoli, se non riesce a superare il Benevento.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.