Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

bob66

Utenti
  • Content count

    79
  • Joined

  • Last visited

Posts posted by bob66


  1. 12 ore fa, Sergio Porrini ha scritto:

    Non è proprio il mio campo di competenza, ma ricordo, una volta, di essere entrato in contatto con le teorie di Herzberg.

    Herzberg divide i fattori presenti su un posto di lavoro in due categorie: i fattori igienici e i fattori motivazionali.

    I fattori igienici (tra i quali colloca la retribuzione) sono quelli che non generano motivazione, ma in assenza dei quali si genere insoddisfazione e demotivazione (attenzione: ciò significa che, per riprendere il tuo esempio, una persona che non svolge al meglio il suo lavoro perché i soldi "li prende comunque" è un pessimo professionista)

    I fattori motivazionali (compiti assegnati, riconoscimento, responsabilità, successo, possibilità di carriera, possibilità di apprendimento e crescita) sono invece quelli che generano motivazione se presenti, ma non generano insoddisfazione se assenti.

     

    Tu, in linea con Herzberg, collochi la retribuzione di CR7 esclusivamente nei fattori igienici e consideri l'eventualità di un coro particolare dedicato a CR7 come un fattore motivazionale: se non glielo facciamo rende x, se glielo facciamo renderebbe x+y in quanto, da giocatore particolarmente egocentrico, si sentirebbe stimolato da questa dedica speciale. Non so se questo fa di me una persona che ha ben inteso quello che volevi dire, nel caso non fosse così correggimi pure.

     

    Io, pur non negando la bontà di fondo di questa teoria, non posso che riflettere su alcuni punti. Il primo è piuttosto banale: CR7 non ha firmato un contratto con i tifosi della Juventus, ma con con la società Juventus per cui penso che i fattori motivazionali riguardino solo in minima parte il suo rapporto con i tifosi (per estremizzare il concetto: da professionista dovrebbe dare il massimo anche se venisse pesantemente contestato ad ogni partita), ma si giochino principalmente nel suo rapporto con la società (e all'interno della squadra) e siccome, dall'esterno, mi sembra che i fattori "strettamente" motivazionali non manchino (è decisamente al centro del progetto, è responsabilizzato, è riconosciuto come uno dei leader della squadra...) il coro sposterebbe (o dovrebbe spostare) poco o niente.

    In secondo luogo: la condizione di CR7 è quella di lavoratore privilegiato che può mercanteggiare sull'importo del suo ingaggio per cui ritengo che, nella sua situazione, la retribuzione possa rappresentare non solo un fattore igienico, ma decisamente anche un fattore motivazionale.


     

    Direi che hai inteso. Igienico o motivazionale, poco importa alla fine però. Anche se il contratto lo ha fatto con la Juve e coi compagni di squadra, e non con i suoi tifosi, direi che sentire un coro a lui dedicato, quantomeno, non gli procurerebbe fastidio. Anzi. Sarà che frequentavo lo stadio sin dal Comunale, quando ero poco più che bambino, e i tifosi si sentivano veramente, e a ragione, il dodicesimo uomo in campo, e si sentivano essi stessi, parte della squadra, come se scendessero in campo. Ma voglio ancora illudermi che il sostegno dei tifosi, a qualcosa, serva ancora.


  2. 7 minuti fa, Lorerock ha scritto:

    Quello non è nella mia indole, io quando vado allo stadio, canto solo per supportare la mia squadra e mai per denigrare l'avversario 

    Non parlo di te, parlo della massa...comunque in generale dico che la Juve meriterebbe, così come si distingue da tutte le altre squadre italiane, una tifoseria capace di distinguersi in tutto e per tutto. Magari sta canzone tramite un conoscente che lavora per la Juve, provo a proporla direttamente alla società. Magari se la sparano nelle casse da una bella figliola che compare in video nei tabelloni dello Stadium, con tanto di parole stile Karaoke che compaiono a scorrimento, la gente inizia ad andargli dietro

     


  3. 1 minuto fa, Lorerock ha scritto:

    Quello è il coro per la squadra, però per i giocatori solitamente sono molto corti, però se si farà sicuramente a Cristiano credo che farà piacere, certo se a me dedicassero un coro di una canzone di Giusy Ferreri mi farei qualche domanda, ma questo è un problema mio...

     

    @Mr. Bluesman

    Ma si può cercare qualsiasi altra canzone di base...penso che chi l'ha abbozzata per primo abbia associato Capoeira e Madeira, solo quello...


  4. 22 minuti fa, Leppe ha scritto:

    I gruppi di una volta già ci starebbero lavorando ... una cosa del genere spacca da matti e diventerebbe un refrain come Seven Nation Army !!! 

    ... altro che cantare 'portaci la Coppa', questo ha un punto di esaltazione ancestrale ... le sue origini ed il suo ego ! 

    Tu hai capito l'essenza, un refrain che fa il giro del mondo, e che lo tocca nell'anima e nell'ego! Si sentirebbe amato e stimato come mai da nessuno prima, e per la maglia darebbe molto di più di quanto già dà oggi!!!


  5. 1 minuto fa, Leppe ha scritto:

    ... è stupenda e sarebbe da cantare, se gli citi Madeira poi lo fai ingrifare da matti !!!

     

     

     

     

     

    Si esalta come un pazzo, e al primo gol salta in mezzo ai tifosi a fare il "Siuuuuuu..." Ma anche a livello di risonanza mediatica, farebbe il giro del mondo la notizia, e  pure le immagini. e finalmente passeremmo agli onori della cronaca come una tifoseria capace di inventarsi qualcosa di speciale, come si merita Ronaldo, e tutta la Juve. MI dispiace dire questo, ma qualsiasi altra tifoseria, a parte i prescritti, avrebbe già fatto decine di cori per lui


  6. 19 minuti fa, Lorerock ha scritto:

    E' bella eh, ma ora che fai il coro la partita è finita  😄

    Ci sono cori che durano ben di più, ma molto di più...tipo "Seguiamo la Juve da tutta la vita e sempre più grande ci appare questo squadrone che ancora oggi ci fa godere ecc. ecc. ecc." E' solo questione di voglia. E di divertirsi anche a farlo. Ora la gente allo stadio passa il tempo con gli occhi nello smartphone al posto di incitare la squadra. Altri tempi, al vecchio Comunale. Mi dispiace dirlo, ma è così. Una tifoseria imbolsita

    • Mi Piace 2

  7. 14 minuti fa, Spine ha scritto:

    vuoi far cantare 40000 italiani in portoghese? Magari con l'accento di CR7 proprio, che lo capiscono lui e 5 in famiglia... haha, dai siete dei visionari.

    Manco fossimo un popolo che notoriamente si distingue per il poliglottismo...

    Non c'è bisogno dell'accento perfetto. E poi, se in Indonesia sanno il nostro inno a memoria, non vedo perché non potremmo imparare noi in portoghese 8 righe di parole...il problema è un altro. E' che siamo una tifoseria abituata troppo bene, che non si rende ancora conto del regalo che ci han fatto con Cristiano. Tutti a fare voti, quando nessuno ci credeva. E poi, dopo, a metà campionato, nemmeno un ritornello per lui. Se avessero dovuto impararlo in 40.000 per farlo arrivare, stai tranquillo che sarebbe bastata un'ora. E pure con una pronuncia perfetta. Io credo che certi nostri tifosi, siano solo imbolsiti borghesi del calcio, addirittura annoiati, qualcuno è annoiato dal vincere il campionato per sette anni di fila...


  8. 15 minuti fa, Sergio Porrini ha scritto:

    30 milioni di euro all'anno non sono sufficienti per motivarlo?

    Inviato dal mio SM-J730F utilizzando Tapatalk
     

    Personalmente, il denaro non tira fuori il meglio di me. Anzi, a volte può essere pure nocivo, se sai che comunque a prescindere dal risultato quei soldi in tasca ti arrivano comunque. Forse non hai inteso bene cosa volevo dire


  9. Io credo che la società ci abbia fatto un regalo meraviglioso e inaspettato.

    Che Ronaldo sia il giocatore più forte al mondo.

    Che la dirigenza ci ha stupito.

    Nessuno di noi ci voleva credere.

    Credo che lui sia il migliore.

    E che lui stesso si ritenga il migliore.

    Quindi anche noi, per una volta.

    Una volta sola, stupiamo la società nel bene.

    Ringraziamo a modo nostro, per aver fatto diventare un sogno impossibile, una realtà.

    Stupiamo il mondo intero.

    Cristiano Ronaldo è attento a tutto.

    Maniacale. Si cura. Ama sentirsi addosso il carico, e la responsabilità.

    Ricordatevi le sue lacrime quando è stato espulso nell'esordio di Champions.

    Ricordatevi le sue parole, dopo la standing ovation per il suo gol in rovesciata.

    E' uno di quelli che se lo gasi, diventa ancora più invincibile.

    Quindi stupiamo noi stessi, e lui.

    E la canzone, non dev'essere in terza persona.

    Le parole vanno rivolte a lui, direttamente.

    Non "sfonda" le porte, "sfondi" le porte...

    E immaginate come potrebbe reagire se sentisse il nostro sostegno, una canzone a lui dedicata, ma nella sua lingua.

    Immaginatevi voi, all'estero, e i tifosi che vi incitano in italiano.

    So che è difficile.

    Ma si potrebbero fare volantini da mettere su tutti i seggiolini, con le parole così come vanno pronunciate.

    Le prime volte magari pochi capirebbero, ma lui, di sicuro, sarebbe orgoglioso dei suoi tifosi, come noi siamo orgogliosi di lui.

    E della maglia bianconera.

    Quindi non prendetemi per pazzo.

    Ho provato a farmi aiutare da chi un po' ne mastica, di portoghese.

    Ma chiedo aiuto magari a utenti portoghesi, o brasiliani, per eventuali correzioni.

    Per me, tutta la curva Scirea, tutto lo stadio, dovrebbe cantare così.

    Al ritmo dei tamburi, che sono per fortuna ricomparsi.

    Un quarto d'ora di seguito, appena inizia la partita.

    Ne parlerebbero e ci farebbero vedere, in tutto il mondo.

    E Cristiano, ci farebbe gol a grappoli, ancora di più.

    Con mosse di Capoeira...

    E noi daremmo tutto il nostro contributo, per la sola cosa che possiamo fare.

    Amare la maglia e chi la onora.

    E aiutare Cristiano a portarci a casa la Coppa!!!.yahooo

     

    "Eu queria um guerreiro, me compraram o rei!
    Você tem muita força, arrombas tamben a porta!
    Com camisa branca e preta...aaaaaa!!!
    Você é nosso cometa!
    Campeão de alta craveira!
    Cristiano de Madeira!!!"

    Che significa, non fatevi fregare da come suona in italiano, in portoghese dovrebbe andare bene...

     

    "Io volevo un guerriero, e mi han comprato il re!

    Tu sei fortissimo, sfondi pure la porta!

    Con la maglia bianconera....aaaaaaaa!!!

    Tu sei la nostra cometa!

    Campione di alto livello!!!!

    Cristiano da Madeira!!!"

     

     

     

     


  10. 4 ore fa, devil88bg ha scritto:

    rimangono due rigori che si possono non dare... però li ha dati entrambi, entrambi simili quindi ottimo lavoro dell'arbitro ha usato lo stesso giudizio quindi perché criticare? Potrei comprendere la polemica se ci fosse stato solo questo ma ne ha dati due che sono simili... stop. 

    Con una differenza abissale però. Khedira salta e il pallone non lo guarda proprio. Ferrari è in pratica fermo e il pallone non lo perde d’occhio un secondo


  11. 6 ore fa, anatradigomma ha scritto:

    io ho letto con attenzione il tuo messaggio e ci sono mille punti in cui tu hai ragione, ma ce ne sono tanti altri in cui non mi sento proprio di darti ragione.

    non sono certo contento di non poter usufruire dell'abbonamento che ho pagato per evidenti colpe altrui, ma io non me la sento di chiamare in causa lo stato o la politica per fatti che accadono dentro uno stadio (fuori lo stadio ho sempre scritto che è tutto diverso).

    il problema fuori lo stadio si risolve con DASPO + arresti domiciliari quando c'è una partita/evento sportivo a specifici km di  distanza. arresti domiciliari, almeno ne togli di mezzo un bel po'. perchè non lo fanno? non lo so, ma non si mandano i deficienti in giro per strada a sfogare quello che non sfogano dentro uno stadio.

    ma dentro lo stadio, essendo un evento organizzato, la selezione della clientela non può essere delegata allo stato.

    tu società fai pagare un biglietto e un abbonamento e devi avere una responsabilità totale su ciò che accade.

    il ragionamento corretto per me è questo: io, abbonato, pago ANCHE perchè la mia società faccia tutto il possibile, con l'aiuto dello stato, per liberarmi da potenziali criminali che mi siedono vicino e che infangano  l'evento che sta organizzando.

    ci sono mille steward . mille telecamere. diventino una polizia privata. all seater stadium.  il ragionamento è semplice: a ogni tifoso è assegnato un posto, stampato sul biglietto? farlo rispettare. tale identificazione permette, attraverso l’uso delle telecamere, di monitorarne i movimenti.

    al primo buuu intervengano gli steward e conducano fuori chi commette questi reati.

    esattamente come in inghilterra, non ci dobbiamo inventare niente: siamo arrivati al punto di costringere tutti gli spettatori a vedere la partita quasi immobili e sempre sotto sorveglianza? purtroppo sì, esattamente come in inghilterra.

    i club diventano non meno responsabili, ma più responsabili della gestione del servizio di sicurezza interno, operato dagli steward e non più dalla polizia che, negli anni, in inghilterra ha ridotto in media la propria presenza dell’80%.

    ma che siano davvero una forza di polizia privata, sottoposte a regole ferree, e controllate queste sì dallo stato, per evitare soprusi. non delle hostess.

    questa tipologia di sicurezza, ben più degli steward come sono concepiti da noi, ha un costo enorme e le società italiane non lo faranno mai: ci vuole una legge delle stato che le obblighi.

    ma se la metti in piedi, e la fai funzionare, poi elimini anche le barriere architettoniche che tengono il tifoso in gabbia, per paura che si scontri con gli altri o che lanci oggetti in campo. se gli steward funzionassero, arriveremo ad avere degli stadi senza gabbie, meno arene e più teatri.

    non ci piacciono? sono asettici? c'è un clima da coprifuoco? sì, ci sono stato in inghilterra, si sfogano cantando. quindi può essere.

    ma è il prezzo da pagare. non c'è alternativa.

    invece, le nostre società, in genere che fanno? aumentano il prezzo dei biglietti. credono che sia un deterrente efficace per allontanare gli *, che di solito appartengono  a una classe popolare (spesso ma non sempre). 
    sicuramente può essere un metodo efficace, ma questo sì che è ingiusto. non certo la responsabilità oggettiva.

    perchè questo aumento colpisce in maniera indiretta anche una larga fetta di tifosi normali, non pagliacci dementi, che resta tagliata fuori a causa del costo.

     

     

    Stai venendo incontro al mio pensiero. Le società fanno stare al loro posto gli spettatori. E filmano.

    E in caso di ululati e disordini forniscono i video alla polizia.

    In Inghilterra se ci sei stato saprai che dal 91 il Football Offences Act consente alla polizia di arrestare e far processare per direttissima i tifosi anche solo per atti di violenza verbale, linguaggio osceno o cori razzisti.

    Stato e politica c’entrano eccome, anche dentro gli stadi.

    Rispetto il tuo pensiero, ma rimango della mia opinione.

    La responsabilità oggettiva non mi piace perchè per la maggioranza colpisce non colpevoli.

    È proprio l’esatto contrario di ciò che concepisco per il termine “giustizia”.

    Io non posso essere punito per colpe di altri!!!


  12. Il 28/12/2018 Alle 14:21, anatradigomma ha scritto:

    tutti siamo abbastanza intelligenti e ci rendiamo conto della strumentalizzazione che fanno i napoletani, ogni volta.

    sta partita sarà l'alibi per dire che il campionato è falsato, lo abbiamo capito... ma è roba da bar dello sport, non è roba grave.

    qui invece stiamo discutendo di un aspetto specifico, grave, che è avvenuto anche per i nostri calciatori.

    chi la risolve questa cosa?

    per me, ripeto per me, le società sono assolutamente responsabili.

     

    Ho letto con attenzione.

    Ti faccio notare che negli stadi si entra solo se identificati.

    Nel momento in cui ti abboni o vai in trasferta devi obbligatoriamente per legge possedere la Tessera del Tifoso.

    Quando redigi la documentazione per il rilascio della tessera compili se non erro un foglio nel quale dichiari di non esserlo, quel delinquente che ulula.

    E la tessera poi che viene rilasciata dalle società solo ed esclusivamente dopo l’ok delle relative questure di competenza, attesta che tu sei “un buon padre di famiglia”, visto che hai citato anche questo.

    Che un padre paga I danni del figlio scapestrato.

    Bene. Mio figlio organizza una festa a casa nostra. Io e mia moglie ci raccomandiamo con lui di invitare gente per bene.

    Invita ragazzi che conosciamo ed altri no, uno dei quali è proprio il figlio dei nostri vicini, visto sempre e solo sulle scale, dall’aspetto un po’ strano, ma sempre educato e rispettoso, che mio figlio ha invitato proprio perchè sin da piccolo gli abbiamo detto di mantenere buoni rapporti con il vicinato.

    Allora: tu mi spieghi cosa deve fare la Juve?

    Non è suo compito e neanche delle società avversarie punire chi ulula. O incendia i seggiolini o spacca * e lavandini nei bagni.

    O segnalarsi a vicenda chi è un bravo o un cattivo tifoso. Ma sapere chi entra a casa sua, e dirgli come comportarsi, dargli delle regole sí. Stop.

    Se il figlio del vicino quando poi viene a casa nostra, si porta dietro degli alcolici a mia insaputa, si ubriaca, si droga, va sul balcone e insulta le persone di colore che passano sotto.

    Io che posso fare? Posso chiedergli cortesemente di farla finita e di levare i tacchi. E se non lo fa, e per tutta risposta da fuoco alle tende di casa non posso fare altro che cercare di spegnere  il fuoco, chiamare le forze dell’ordine e magari i pompieri, e sporgere denuncia.

    E poi, se minorenne, chiedere i danni a suo padre.

    E se per caso ho registrato il tutto con una videocamera di sorveglianza, consegnare le riprese alle autorità preposte.

     

    La gabola sta tutta qui, leggi bene e molla il Codice, che non ti sta facendo ragionare.

    Mi sembra che tu ti stia impuntando per principio.

     

    Se il figlio del vicino sa pur sotto denuncia, che a casa mia mio figlio non potrà mai più, o anche solo per un breve periodo, organizzare feste, gode come un *.

    Non ne è affatto dispiaciuto.

    E alla prima occasione si infila a casa di qualcun altro, appena gli finisce il Daspo, e ulula e incendia di nuovo.

    Ma se invece io, Società.

    Spalleggiato dalle Forze dell’Ordine.

    Giro video in tutte le zone “calde” del tifo.

    Che sotto, in diretta, guardano dai furgoni della polizia.

    Li acchiappo in flagranza di reato.

    E li processo per direttissima in una sezione del tribunale dentro lo stadio.

    Che a Sky, Caressa quando è senza giacca all’una di notte al posto di sparare baggianate, racconta finalmente agli italiani e tifosi corretti, che la sera stessa, poche ore dopo gli ululati, sono stati DASPATI A VITA 50 deficienti.

    Ma se succede questo, cambia tutto.

    La gente per bene si sente protetta.

    E nel nostro paese, questa non è una priorità.

    Ma tu lo sai quante partite ho dovuto saltare io, assieme al mio figliolo a cui ho sempre insegnato di non fare nemmeno tifo contro, altro che ululare?

    A un bambino di otto anni che lo avrei fulminato con lo sguardo se mai lo avesse fatto, è stato impedito di andare a vedere la sua Juve, per colpa di adulti razzisti?

    Non credo sai? Solo faccendieri, diciamo.

    Il razzismo, la politica, destra, sinistra, sono solo una farsa, la maschera, per i loro truschini.

    Ma tu in una curva ci sei mai stato?

    Pensi che debbano essere gli steward ad andare a prendere chi ulula e chiedergli cortesemente di finirla?

    O il compito della societá DEVE.

    E in questo la Juve sarebbe già pronta, ma il fatto che in curva non ci si sieda quasi nessuno al suo posto limita di molto le possibiltà.

    Deve essere di girare filmati il più possibile nitidi e consegnarli alle forze dell’ordine.

    Questa cosa costa, alle società e alla Polizia.

    Molto meglio per le loro tasche punire tutti, per non educarne nessuno.

    Perchè tanto tra quattro giornate, a S. Siro, che credi.

    Ci fosse un Inter Napoli in Coppa Italia.

    Quei cretini Koulibaly lo seppellirebbero di ululati ancor di più.

    E sai perchè? Perchè la responsabilità oggettiva li rende potenti.

    E loro fancazzisti e ricattatori, che lucrano ai danni delle società di calcio, godono a sapere che basta aprire quella fogna di bocca che si ritrovano, ed io lavoratore che l'abbonamento me lo pago, me ne sto a casa. Si sentono superiori a me. Gli si consegna una forza e un potere inimmaginabile in una società civile.

    Fino a quando poi mi stufo di questa ingiustizia e l’abbonamento non me lo faccio più, e magari se sono pure cretino,   e biglietti non ne riesco a trovare, li vado a chiedere a loro, che stai sicuro.

    Se per un Juve - Napoli gli metti cento euro in mano.

    Un modo per farti entrare in curva lo trovano all’istante.

    E sai perchè lo trovano?

    Proprio perchè esiste la responsabilità oggettiva tramite la quale possono ricattare la società, in branco.

    Ululando, incendiando, o pregando un vulcano di eruttare lava o invitare qualcuno ad usare il sapone, quando il sapone, ma quello di Marsiglia, a forma di cubo, dovrebbe metterlo qualcuno in bocca a loro, per insegnare un po’ di regole e di buona educazione, pulendo tutte quelle porcherie urlate al mondo intero.

    O prendendo a cinghiate o coltellate dei loro pari di altri colori fuori dallo stadio.

    Ma che ti devi aspettare in una nazione come la nostra?

    Dove ci sono risse in Parlamento.

    E dove abbiamo avuto un ex sottosegretario di stato del Ministero della Giustizia condannato per diffamazione razzista.

    E dove ci si scandalizza per gli ululati allo stadio, senza riflettere sul fatto che i problemi veri sono altri, un disagio sociale spaventoso, e istituzioni in cui nessuno crede, e valori, a partire proprio da quelli sportivi, calpestati da gente che di sport e di rispetto non ne sa proprio niente?

    E non ci si scandalizza per le centinaia di persone, del colore della pelle di Koulibaly, che becca quanti

    milioni d’ingaggio all’anno?

    Morte affogate, a poche miglia dalle nostre spiagge, solo perchè cercavano una vita migliore.

    Nel nostro paese quelli che dovrebbero essere i modelli, vengono schifati.

    La tolleranza non si sa cosa sia.

    Un dibattito tra politici in TV è sempre rissa.

    E ci si stupisce per un buuuu allo stadio?

    Ci si stupisce che se la Juve, ha una proposta seria per cercare di affrancarsi definitivamente da uno stuolo di cretini sfaccendati che hanno in mano il potere del ricatto, non venga ascoltata?

    Senza astio, ma tu una partita allo stadio l’hai mai saltata perchè altri hanno ululato, quando a tuo figlio hai insegnato a rispettare sempre tutti, sin da quando all’età di cinque anni lo portavi felice sugli spalti, cercando di farlo appassionare a una fede? 

    Senza astio, ma se tu, come me, l’abbonamento non l’avessi fatto più proprio perchè stufo di essere equiparato e trattato alla stessa maniera di questi ignoranti.

    Non perchè la soluzione non ci sia, per individuare i responsabili veri e far pagare solo loro.

    Ma solo perchè è piü comodo e semplice cosí.

    E soprattutto, non si risolve nulla.

    Credo che tutto quello che hai scritto, non l’avresti scritto mai.

    Proprio come quando a naia punivano tutta la camerata se non saltava fuori chi aveva fumato all’interno di essa.

    Ma lí, a scoprire chi fosse stato per davvero.

    Almeno, qualcuno ci provava.

    • Mi Piace 1

  13. Il 20 giugno 2018 Alle 13:40, giurassicparc ha scritto:

    Mi hai fatto venire la pelle d'oca, bellissimo!!!

    Scusate se rispondo solo ora, e non a tutti. Ho poco tempo, ma sono contento, di queste reazioni positive.

     

    Giurassicpark, che dirti, grazie...

    Le reazioni inconsce del nostro corpo, sono le più vere...😉

    Il 20 giugno 2018 Alle 15:28, eternobianconero ha scritto:

    Quelle tramandate da padre in figlio o comunque all'interno di un contesto familiare sono delle emozioni particolari... talmente forti che ti rimangono appiccicate addosso per sempre. Semplici storie in bianconero ma ricche di caldissimi colori.

     

    Molto emozionante.

    Verissimo. Oserei dire ti entrano nel sangue...grazie per l'apprezzamento!

    Il 20 giugno 2018 Alle 13:58, sempresoloforzajuventus ha scritto:

    ❤️

    ♥️♥️

     

    Il 20 giugno 2018 Alle 15:05, LE6END ha scritto:

    Bellissimo racconto, altro che le * di Tuttosport.

    😂 grazie!

     

    Il 20 giugno 2018 Alle 15:13, Francesco Juve 2000 ha scritto:

    .allah.allah

    .juve

    .juve.juve

     

    Troppo buono 😊

     

    Il 20 giugno 2018 Alle 15:24, Pip77 ha scritto:

    Io un Padre non l'ho avuto, (l'ho perso in tenera età purtoppo), la passione è sorta dentro il mio cuore in maniera naturale e ancora oggi mi accompagna quotidianamente in tutto cio' che faccio...
    Seppur nemmeno paragonabile, personalmente non posso negarti, che allo Stadium rimpiango la pessima visuale del Delle Alpi e il caos generale del Comunale...tempi che furono, tempi splendidi...
    Complimenti Bob66

    Mi dispiace per tuo papà, hai ancora più merito allora, per la passione che sentì.

    Sullo stadio, concordo in pieno.

    Mi ricordo certe sfide, in Filadelfia, dove eravamo così tanti e così pigiati, in piedi, che si stava messi di fianco. E quando pioveva, ci si bagnava solo fino alle spalle.

    E poi, i crolli, ai gol, senza i seggiolini a bloccarli. Uno dei crolli sotto la pioggia, che ricordo con più emozione di tutti gli altri, è quello avvenuto dopo uno dei tanti gol di di Michel nelle stracittadine, la punizione che tolse quei pochi capelli che rimanevano al povero Galbiati. Non ci fossero stati i frangifolla, sarei finito insieme a tanti altri, giù dalla balconata...😂

     

    Appena avró altro tempo, cercheró di rispondere a tutti, mi state facendo ritornare la voglia di scrivere, grazie!!!😀

    • Grazie 1

  14. 21 ore fa, Antojuve66 ha scritto:

    Un mi piace non basta. Non ne basterebbero cento!

    Racconto che trasuda emozioni incredibili. Grazie!!!! 

    Grazie a te, per avermi letto! Siamo coscritti...:)

    20 ore fa, Black Sabbath ha scritto:

    Bello!

     

     

    Grazie grazie...

    20 ore fa, ElBrujo ha scritto:

    Nel 1986, in gita scolastica a Firenze, io e un mio compagno avevamo una Canon Super8 con la quale fingevamo di essere di Videomusic e intervistavamo le ragazze locali.

    Furbacchioni! :siciao:

    20 ore fa, Lincoln ha scritto:

    Un vecchietto come me apprezza il tuo bellissimo post. Grazie bob66. E felice di rileggerti.

    Grazie a te vecchietto, per avermi dedicato del tempo. E per esserti ricordato di me...

     

    20 ore fa, ughito1970 ha scritto:

    le partite negli anni 70 con mio padre le sentivamo alla radio......una mega-radio di legno rauca e stonata......ma ad ogni goal ed ogni vittoria era una festa..... Momenti magici......di 40 anni fá.......mai dimenticati.....

     

    p.s. Mai andato allo stadio in vita mia.....

    Vero, verissimo. Ma allo stadio ci devi andare...

    20 ore fa, Scirea1982 ha scritto:

    Lacrimoni!!!

     

    se penso a mio nonno e ai suoi racconti su Gaetano Scirea, non c'era il Super 8 ma le oramai obsolete VHS. Altri tempi, altro sport. I nostri valori rimangono però immutati. 

    Conosciuto Gaetano, ero proprio un bocia.

    Conosciuto a Villar Perosa.

    Ti conto questa, per dirti chi fosse.

    Abitava vicinissimo all'oratorio che frequentavamo io e i miei amici.

    E sovente lo vedevo passeggiare nei paraggi con sua moglie Mariella.

    Ma non mi osavo mai a fermarlo, proprio perché avevo paura di disturbarlo.

    In ritiro a Villar, andammo mio padre, mio fratello ed io.

    Tanto per farti capire che dimensione aveva il calcio dell'epoca.

    Finito l'allenamento, riuscimmo ad entrare nell'albergo, mio padre era del Juventus Club 77.

    Bastò che ricordasse al Trap una cena sociale del club a cui il mister aveva partecipato come ospite d'onore.

    Gli chiese se ci poteva far entrare in albergo a conoscere qualche giocatore.

    Il mister lo accontentò.

    Io vidi per primo Gaetano e andai verso di lui, raccontandogli di tutte le volte che lo vedevo camminare per strada in via Caboto.

    E gli dissi che avrei voluto fermarlo, ma la presenza della mogli e mi inibiva.

    mi sorrise, mi chiese il mio nome, e scattammo diverse fotografie.

    Così come con altri calciatori.

    Passato neanche un mese, ci incrociammo per strada.

    Era sempre con Mariella.

    Dal mio nome no, ma del mio viso incantato di fronte al mio eroe, forse si ricordò.

    Si fermò, e raccontò a Mariella la storia di Villar.

    Sorrisero entrambi, io ero un po' in imbarazzo.

    Da quel giorno, per strada, ci si salutava, quando ci si incrociava.

    Un signore, una persona meravigliosa.

    • Mi Piace 5
    • Grazie 2

  15.  

    40 minuti fa, 29 MAGGIO 1985 ha scritto:

     

    Se mai riproporrai quella discussione , fammi sapere , la leggerò con interesse e piacere ! 

     

    Buona giornata ! 

     

    .salveStefano

     

    L'ho fatto, di ripubblicarla, s'intitola "La magia di un proiettore Super 8".

    E se l'ho fatto,  è stato grazie a te, che mi hai stimolato a riscrivere.

    Grazie ancora, Stefano.

    • Grazie 1

  16. Grazie Stefano, per le emozioni.

    Mio padre assistette a quell'incontro, era tra quei sessantamila.

    Me la raccontò quella partita di Omar, e di Pelé.

    Mi portò con lui, sin da piccolo, in curva Filadelfia.

    Facendomi innamorare.

    Leggerti mi ha fatto venire voglia di riscrivere sul forum,  dopo tanti anni.

    Lo farò, in una discussione apposita, riproponendo un mio scritto di dieci anni fa, e che purtroppo gli amministratori mi sposteranno, e sarà letta da pochi.

    Ma concordo con te.

    Soprattutto per i più giovani, un po' di DNA, di reminiscenze storiche, e senso di appartenenza, eviterebbero di leggere tante parole superficiali, scritte forse, senza pensare che in fondo, facciamo parte tutti della stessa famiglia.

    • Grazie 1

  17.  

     

    no, il vecchio sito listicket.it è stato oscurato.

     

    quella pagina sul nuovo sito listicket.com io non l'ho ancora trovata, se qualcuno la trova e la pubblica farà un servizio a tutti.

     

    per la domanda sulla tua tdt,devi spiegarti meglio.

    Se ne hai una vecchia e ti è arrivata quella nuova, guarda mettendo i codici prima della vecchia e poi di quella nuova quale delle 2 è ancora attiva.

    https://www.listicket.com/ticketing/postvendita/stampaSegnapostoStep1.html

    Ciao, ho guardato bene, non c'è modo di trasferire l'abbonamento dalla vecchia alla nuova. Se vado sulla stampa segnaposto sul sito nuovo vedo caricato tutto l'abbonamento sulla vecchia. La videata riporta peró "Titolo: ABB.CAMP. Serie A 14/15" "Data: 31/12/2014". Ció significa che se non mi arriva la Tdt nuova e non attivano contemporaneamente una pagina per trasferire il titolo da vecchia a nuova io il 1/1/2015 ce l'ho in quel posto...è la volta buona che incendio qualcosa o qualcuno...mi viene un dubbio però...non sarà mica che bisogna registrarsi sul sito?

     

    FFFJ


  18. Sei scorretto.

    Mi dispiace e lo sai perchè.

    Mi dispiace.

    Meglio che la faccia finita qui...io scorretto??? Io mi auguro che a te la partita non te la ceda più nessuno, c'è gente che fa l'abbonamento cacciando fior di soldi a luglio, tutti in una volta, facendo sacrifici, pur di non impazzire per trovare i biglietti...e quando fai il favore di regalare un ingresso under in curva e lasciare a 25 euro l'intero gli si chiede "Ultimo prezzo?" Ma fammi il piacere...

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.