Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Ronnie O'Sullivan

Utenti
  • Content count

    4,561
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    7

Everything posted by Ronnie O'Sullivan

  1. Ronnie O'Sullivan

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    Ah beh....faticherò a prender sonno stanotte all’idea che un giorno potrei morire senza avere visto Milik con la maglia della Juve... (si scherza Bro...)
  2. Ronnie O'Sullivan

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    Se viene confermata l'impostazione tattica della partita di ieri sera, cioè con un tornante a tutta fascia (ma credo proprio di sì, visto che Pirlo già nella tesi parlava di UN solo esterno per fascia che dia AMPIEZZA, cioè giochi a piede DIRITTO, non invertito), l'ideale sarebbe colui che fa tanto schifo qui dentro, cioè Chiesa. Alex Sandro e Bernardeschi tornanti di sinistra, Cuadrado e Chiesa tornanti di destra, quattro giocatori per due posti, il minimo per il dispendio di energie che comporta quel ruolo. Ovviamente dipende dalle richieste della Fiorentina; ma Chiesa teoricamente andrebbe bene.
  3. Ronnie O'Sullivan

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

  4. Ronnie O'Sullivan

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    Il mercato è ovviamente importantissimo, ma è bastato mettere in campo una squadra sostituendo la LOGICA all'IDEOLOGIA per ritrovare magicamente una squadra che gioca a calcio; che può vincere, può perdere, può essere più forte o più scarsa dell'avversario, ma gioca a CALCIO nel significato ontico del termine.
  5. In Italia ti perdonano tutto, tranne il successo (Enzo Ferrari). Vedasi firma.
  6. Ronnie O'Sullivan

    ATP e WTA - il topic del TENNIS maschile e femminile

    Prendendo con le pinze i risultati di un Master 1000 su clay dopo uno slam sul cemento e sei mesi di inattività, Sinner 2001, Musetti 2002. Il primo è impressionante per completezza tecnica e fisica, ma soprattutto per TESTA. Già l'avevo visto bene agli US Open, dove, senza crampi, avrebbe battuto agevolmente Kachanov in tre set. Mi pare francamente un predestinato, l'altoatesino. Musetti è più acerbo, ma fioi...ha un talento tecnico fuori dal comune; e un rovescio che fa cantare la palla. Inoltre, pur giovanissimo, mi pare molto solido, almeno in prospettiva, anche al servizio e di dritto. Diamante grezzo; ma neanche tanto grezzo. Finalmente, dopo quarant'anni che gioco (ormai potrei dire giocavo...) e seguo il tennis abbiamo dei prospetti italiani davvero molto, molto promettenti. Oltre a Berrettini, di cui mi sembrano meno potenti e meno pronti, ma potenzialmente entrambi più forti e talentuosi. Speriamo dai...
  7. Ronnie O'Sullivan

    ATP e WTA - il topic del TENNIS maschile e femminile

    Finale tra due giocatori (peraltro molto forti) che si sono letteralmente qagati addosso dalla paura; prima Thiem, che per due set ha sbagliato tutto, era talmente contratto da non riuscire a rimandare la palla; poi Zverev che, sul momento di affossare definitivamente un avversario che si stava battendo da solo, ha iniziato a tremare e a commettere errori su errori; alla fine, cioè al quinto, tutti e due in preda all'emotività; nel turbinio di occasioni sprecate, alla fine ha prevalso Thiem, solo perché...uno doveva vincere per forza. Thiem era stato molto migliore nella finale, pur persa, dell'Australian Open. Guardando il suo rendimento negli ultimi anni, uno slam se l'è più che meritato. E penso non sarà l'unico, ora che si è levato la scimmia dalla spalla. Vedremo come arriverà al Roland Garros, sulla sua superficie preferita. Zverev è più giovane e avrà molte altre occasioni; tra l'altro ha già vinto Master 1000 e ATP Finals. Il talento c'è (anche se il suo gioco non mi fa calare la mascella), se risolve qualche problema più che altro mentale (seconda di servizio ed eccessiva tendenza all'attesa), di major ne vincerà più di uno senza ombra di dubbio.
  8. Per me la maglia è molto bella (un capolavoro se paragonata allo scempio di questa stagione, che comunque non fa testo). Il completo ha una dominante bianca, ma è un effetto voluto, e nell’insieme mi pare comunque equilibrato. Il retro bianco non mi dispiace; il quadratone, o le strisce in basso, in caso di acquisto senza nome e numero sono un pugno in un occhio. La sensazione, parlando con appassionati juventini e non, è che piaccia molto; qui leggo molte critiche (legittime), ma credo che ne venderanno molte più di quest’anno.
  9. Ronnie O'Sullivan

    Dejan Kulusevski: cosa aspettarsi da lui?

    Chi paragona i due non sa cosa significhi intelligenza di gioco, o capacità decisionale e selettiva. Quello che impressiona è che un giocatore così tecnico (anche se non ha doti di palleggio eccezionali, non è un freestyler) e così fisicamente straripante, dimostri alla sua età una tale intelligenza calcistica, evidentemente innata. Proprio quello che manca clamorosamente a Bernardeschi, purtroppo. PS Stasera prestazione clamorosa del Kulusevski.
  10. Al di là che Conte, da anni, è al limite della psicopatia, se non oltre, e questa polemica ridicola lo conferma, avrei un appunto da sollevarti: i calcoli andrebbero fatti dalla ventottesima giornata (volendo escludere la prima dopo l'apertura per via dei recuperi) alla fine, cioè alla trentottesima, altrimenti facciamo le classifiche alla Galliani. Questo atteggiamento sistematico di Conte - che tiene per due motivi: il principale è quello di parlare sempre e comunque pro domo sua; il secondario è quello di imbonirsi una piazza che sostanzialmente lo detesta - alla lunga gli si ritorcerà contro. E' pur vero che potrà comunque consolarsi coi 12 milioni l'anno che il contratto gli garantisce.
  11. Io sono veneto (non napoletano) e juventino sfegatato (non napoletano) dalla nascita e per tradizione (famiglia paterna). Sono inoltre cresciuto col mito di Michel Platini, un giocatore fenomenale, e certamente, e di gran lunga, il più forte giocatore del mondo nel periodo 1982-1985; Platini era Pirlo e Van Basten nello stesso giocatore; non ho più visto nessuno, in quarant'anni di calcio, fondere a livelli assoluti playmaking e finishing come Michel. Un fuoriclasse assoluto; uno da top ten nella storia del calcio. Per me la grandezza storica di Platini , ma solo nel nostro paese, è sminuita dall'invidia rancorosa dell'italiano medio (vedasi firma). Ma premesso tutto ciò, non posso non ammettere che Maradona è stato un uniqum irripetibile nella storia del calcio; una singolarità, un genio assoluto; non so se sia stato il più forte della storia del calcio; nessuno può saperlo, perché non ci sono parametri oggettivi, un sistema scientifico e una metrica quantitativa per stabilirlo. So, però, che un talento - non solo tecnico, ma anche mentale - del genere non si è più visto. Il modo di PENSARE calcio di Maradona è imparagonabile a chiunque altro. Maradona NON giocava a calcio; Maradona sul campo componeva melodie, dipingeva, scriveva poesie, come Van Gogh, Dante, Michelangelo. Lui ha elevato un'umile disciplina sportiva, come il calcio, ad autentica forma d'ARTE. Nella storia dello sport in pochissimi hanno fatto questo; tra quelli che conosco io, posso citare Mohammad Alì, che non tirava di boxe, era Nureyev sul ring; o McEnroe, con non giocava a tennis, era Mozart con la racchetta in mano. Non sto neanche a descrivere le magie, il repertorio unico e personalissimo di giocate, l'inventiva, la fantasia assurda, o a sottolineare l'incidenza senza paragoni sulle vittorie con squadre di scappati di casa (due scudetti e una Uefa col Napoli, il mondiale di Mexico 86 con l'Argentina) dovute anche ad una PERSONALITA' fuori dal comune che riusciva a far rendere i compagni oltre i loro stessi limiti, personalità che, per esempio, il suo erede Messi (fortissimo, fuoriclasse) si sogna la notte. Mi soffermo solo sul genio artistico, perché Maradona è stato un artista geniale. Tutto il resto non mi interessa. Ed ovviamente, ognuno ha le proprie preferenze; ci sta che si preferisca Pelè, Di Stefano, Cruyff, Platini, Messi, Cristiano Ronaldo; sono tutti nell'OIimpo; ci sta, anche, che un personaggio così eccessivo in tutto, nel bene come nel male, sia divisivo e inviso a molti. Non ci sta, invece, contestarne il talento incomparabile e la grandezza assoluta; quello è fuori dalla grazia del cielo e grida vendetta al cospetto di Eupalla.
  12. Può essere, anzi: probabile; quello che volevo dire è che non mi pare di intravedere sotto rivoluzioni copernicane o tsunami imminenti, tutto qua.
  13. Ciao Mark, a dire il vero non ne ho la più pallida idea; a pelle, non mi addentrerei in elucubrazioni; forse è normale turnover.
  14. Non entro mai in topic su moviole, arbitri et similia, figurarsi scriverci; ma stavolta farò un'eccezione perché leggo cose semplicemente assurde. Soprassedendo sul surrealismo del regolamento attuale, che temo di conoscere, sono entrambi episodi che danno adito ad interpretazione, quindi a valutazione soggettiva, non oggettiva; non si può parlare di palesi errori arbitrali, come non si potrebbe parlare di palesi errori arbitrali se l'arbitro avesse deciso in maniera opposta a quanto fatto in entrambi gli episodi. Sul rigore fischiato a De Ligt, fatto salvo che non c'è dolo, si può pensare a comportamento colposo, come fatto dall'arbitro; in realtà, siamo borderline, perché se è vero che De Ligt pare allargare leggermente il braccio destro per schermarsi, ma allo stesso tempo aumentando innaturalmente il volume del proprio corpo, è altrettanto vero che PRIMA che parta il pallone fa una torsione del busto e contemporaneamente (quindi sempre PRIMA che parta il tiro) ritrae il braccio; soprassiedo sul fatto che il pallone colpisca prima la coscia, poi l'addome ed infine il braccio di De Ligt perché non è più una discriminante. La chiave di lettura sta nel valutare se la postura di De Ligt è ADEGUATA al movimento oppure no; per l'arbitro non lo è, e concede rigore; per me potrebbe anche esserlo, ma il rigore ci sta. Per certo, NON si tratta di un episodio di evidenza cristallina come qualcuno vuol far furbescamente o stupidamente credere. Sul pestone di Cuadrado, bisogna valutare - interpretazione soggettiva, NON oggettiva - se il comportamento di Cuadrado sia negligente e/o improdutente; chiunque abbia giocato a calcio sa che quel tipo di dinamica è un normalissimo, banalissimo contatto di gioco su una palla contesa; ma anche non avendo mai tirato un calcio ad un pallone, come molti arbitri, servirebbe una un'interpretazione assai stressata del concetto di negligenza per fischiare fallo in quel caso col colombiano spalle all'avversario; un'interpretazione al limite dello stravolgimento della regola e dello spirito del gioco (entrambi concetti fondamentali all'interno del solipsistico regolamento arbitrale). Pertanto, ribadisco che si tratta di due decisioni arbitrali NON scandalose - anzi: a mio soggettivo giudizio, probabilmente entrambe corrette - in quanto non univoche e quindi oggetto di interpretazioni soggettive. Io accetto le decisioni insindacabili dell'arbitro che, ripeto, mi paiono anche, tutto sommato, corrette. E' semplicemente RIDICOLO e DELIRANTE, invece, sostenere - come fatto da taluni, scevri da ogni ragionevole dubbio - che De Ligt commetta oggettivamente fallo da rigore e che quello di Cuadrado sia un gesto oggettivamente sanzionabile, anche regolamento attuale (surreale) alla mano.
  15. Ti avrei contattato via mp, ma mi si dice che non puoi ricevere messaggi. 

  16. Ronnie O'Sullivan

    Kulusevski vs. Bernardeschi

    You have a point
  17. Ronnie O'Sullivan

    Michel Platini compie 65 anni

    Per quel che riguarda gli ultimi quarant'anni, cioè da quando, personalmente, ho emesso i primi vagiti calcistici, non c'è la minima ombra di dubbio; Platini è stato regista sublime e goleador micidiale. Tre classifiche dei cannonieri di serie A consecutive (quando: a- si segnava pochissimo e i difensori picchiavano impuniti come fabbri; b- la serie A era meglio della Premier attuale per numero di campioni presenti) facendo il regista in maniera sublime, con un fraseggio di prima nel breve e gioco lungo mai più visto; lui era Pirlo e Van Basten in un unico giocatore; non ho più visto NESSUNO conciliare e FONDERE assieme questi due aspetti fondamentali del gioco come Le Roi. Un Europeo vinto realizzando 9 goal - NOVE! - in sei partite con una nazionale con qualche buona individualità ma nulla più, che prima di lui semplicemente non esisteva. Il giocatore calcisticamente più INTELLIGENTE che abbia mai visto. Un mostro, un gigante, un top ten all-time a tenersi larghi. E poi la simbiosi TOTALE con l'Avvocato Agnelli; una commistione di INTELLIGENZA, IRONIA, ELEGANZA che ha rappresentato lo STILE JUVE nella sua natura più autentica. Quando mi chiedono cos'è lo stile Juve, io rispondo sempre con due esempi che l'anno personificato: 1) Gaetano Scirea; 2) il rapporto Michel Platini + Avvocato Agnelli.
  18. Ronnie O'Sullivan

    Occhio allo schermo!

    Ieri sera ho visto - finalmente - JoJo Rabbit. Che dire...film DELIZIOSO, delicato come una carezza di una mamma al figlioletto; è una commedia noir davvero ben riuscita e molto originale. Bravi i due giovanissimi attori protagonisti, molto bravo il regista-attore, bravissimo (e si conferma dopo Tre manifesti a Ebbing) Sam Rockwell, superba e incantevole Scarlett. Al balletto finale sulle note del Duca Bianco mi sono emozionato; non mi capitava da tanto tempo. Gran bel film.
  19. Ico, odio il culto della personalità, ma se ci sono due calciatori che ho "adorato", questi sono Le Roi Platini e Zizou Zidane, con la differenza che il secondo non l'ho visto in età adolescenziale. Io, implicitamente, parlavo di attaccanti puri (centravanti, seconde punte); infatti in un altro post (credo sull'angolo, in un inciso scrivevo che Van Basten, con Ronaldo, è stato il più forte centravanti che io abbia visto); Zizou era altra cosa; un centrocampista d'attacco; trequartista, play offensivo, rifinitore, chiamalo come vuoi....La descrizione che ne fai è ineccepibile. Unico inciso: lo so benissimo che vi fu una commistione di elementi che ci portò a non fare un treble di Coppe Campioni possibilissimo, ma non è una cosa razionale; da amante, non gli perdonerò mai in eterno di non averci portato ALMENO una Champions; ricordo la doppia semifinale del '97: come scrivevo giusto ieri (ancora Angolo), MAI un giocatore mi ha trasmesso una sensazione di ONNIPOTENZA come Zidane in quella doppia sfida. Resta il fatto che le giocate di tecnica in velocità di Ronaldo non le ho più viste fare a nessuno; nemmeno a Messi. PS Oltre alle due citate in maglia bianconera, rimanendo alla nazionale francese, io ricordo questa....
  20. C'è chi ha messo più decisione nel rivendicare i risultati di quella squadra - e non solo i risultati, ma l'intera organizzazione sportivo-manageriale - e chi molto meno e con parole sempre piuttosto vaghe se non addirittura melliflue e accondiscendenti verso l'interlocutore di turno; e mi fermo qui perché altrimenti arrivano i cultori della personalità ad alzare il ditino ed accusarmi di lesa maestà; non che me ne preoccupi o che non sappia difendermi - mi basterebbe usare la logica e portare i fatti - ma non ho voglia di perdere tempo. Capello, non essendo mai stato un leccaculo, nel bene come nel male, è sempre stato estremamente chiaro; antipatico, a volte arrogante, ma chiaro. C'è che gli contesta il famoso "ci rivedremo a luglio", salvo poi andarsene al Real; faccio notare che, se in seguito a quelle dichiarazioni di fine campionato: a) la Proprietà (o gli avvoltoio che ne rimanevano) della Juventus di fatto NON si difese al processo; b) la Proprietà mise a capo della Juventus tre inetti; beh, non fu certo colpa di Fabio Capello; e fece benissimo ad andarsene al Real, perché in quella situazione, rimanere a Torino non avrebbe arrecato alcun beneficio alla Juventus, anzi: avrebbe solo appesantito il bilancio con un ingaggio da mister assurdo per fare la serie B. Ho molto criticato Capello per come giocava quella squadra, ma sulla linea che ha sempre tenuto su farsopoli - in primis per difendere il suo operato - da tifoso della Juventus mi sento solo di ringraziarlo.
  21. e la maglia del Real è praticamente quella della Juve senza le righe nere e con un logo diverso... Al di là delle battute (stupide): l'inversione delle righe (quattro nere) NON è a mio avviso un dettaglio marginale; l'impatto visivo è molto differente e assai migliorativo. Ribadisco che la maglia mi piace MOLTO; ha stile, tocco moderno ma ancorato alla tradizione; l'insieme, a differenza della orribile casacca di questa stagione, è EQUILIBRATO. La trovo una maglia assolutamente riuscita. @Leevancleef grazie!
  22. La trovo molto bella; stilisticamente apprezzabile, innovativa, ma al contempo rispettosa della tradizione (a differenza di quella di quest'anno, poco rispettosa della storia e stilisticamente brutta). Quattro righe verticali nere sono molto migliori rispetto alle tre prospettate dalle anticipazioni; quelle sembravano la maglia del real con tre pennellate verticali; questa sembra la maglia della Juve rivisitata in chiave moderna.
  23. Seguo il calcio da quasi quarant’anni; non ho visto NESSUNO che per TECNICA IN VELOCITÀ si possa anche solo paragonare a Ronaldo. Non ho il minimo dubbio a riguardo; se si valuta il più forte per le vette raggiunte, costui è stato Ronaldo. Poi, il più forte a mio avviso si valuta in base all’efficacia, all’incidenza sui risultati raggiunti nell’arco di tempo di un’intera carriera, e allora Messi e CR7 si possono definire complessivamente più forti, superiori; come Maradona più geniale e Platini più universale (chi ha abbinato regia e finalizzazione come Michel nella storia del calcio?). Ma le cose viste fare a Ronaldo non le ho viste fare a nessuno, né prima, né dopo. Parlo di gesti tecnici assoluti. Inarrivabile. Non entro nelle diatribe legate a quegli anni e a calciopoli per sdegno, snobismo e per non dire cose spiacevoli.
  24. Ronnie O'Sullivan

    Occhio allo schermo!

    Altro GRAN film; ma non a questo livello.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.