Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Ronnie O'Sullivan

Utenti
  • Content count

    5,236
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    8

Everything posted by Ronnie O'Sullivan

  1. Ronnie O'Sullivan

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    @baggio18 Mister, sai che io sono tatticamente rozzo, ma ieri sera, loro hanno fatto possesso palla, sono stati bellini, hanno avuto qualche occasione, hanno fatto un bel goal, ma noi ne abbiamo fatti TRE che potevano essere tranquillamente SEI. Una di quelle tipiche partite allegriane in cui le squadrette belline e mer.dose uscivano dal campo convinte di aver fatto bene, perché facevano possesso palla, e persino con qualche recriminazione (se segnavamo il rigore, se sul 2-1 quella palla entrava ecc.),senza accorgersi di aver perso ancora prima di iniziare. E' bastata una formazione con un minimo di senso logico (a parte Arthur, su cui sorvolo) e un po' di sano difesa&contropiede per piallarli, malgrado il momento psicologicamente estremamente negativo. Morale della favola: con tutti i LIMITI (tanti) della rosa, noi avevamo (abbiamo) una squadra - permettimi la volgarità - di contropiedisti (Rabiot, Bentancur, Cuadrado, Chiesa, Kulusveski, Morata, e perfino Dybala e Ronaldo se portati, conducendo il contropiede, negli spazi giusti per finalizzare), che il nostro "tecnico" si è ostinato a far giocare con possesso palla, consolidamento a neutralizzare i contropiedi e costruzione dal basso; ostinazione che per me ha rasentato la follia, o l'idiozia. Se non piace il termine contropiedisti, dico che avevamo una rosa adatta ad "alternare fasi di pressing alto e successivo possesso, a fasi di difesa posizionale e ripartenze con rapide verticalizzazioni" Qualcuno mi farà notare che il Sassuolo lascia spazi; vero; ma con le stesse modalità - le rarissime volte che le abbiamo adottate per scelta o per necessità - abbiamo battuto la Roma, il Napoli, rifilato tre goal al Bilan all'andata, eliminato l'inter in semifinale di coppa italia ecc. Ma la maggior parte della partite noi abbiamo giocato alla ROVESCIA, con una stupidità TATTICA di livelli allucinanti. Io sono il primo a dire che la rosa è incompleta e assemblata male, poco complementare; ma noi quest'anno, dal punto di vista meramente TATTICO, abbiamo spesso giocato ALLA ROVESCIA; non ho mai visto uno SCEMPIO del genere; e non mi riferisco solo a Pirlo, ma a tutto il suo staff. Lasciamo perdere poi l'aspetto MENTALE, che per me viene perfino prima di quello tattico. PS E' pur vero che, come ieri sera, con Dybala a disposizione e Ronaldo che ha voglia e fa bene le cose semplici, passaggi, aperture, cross, qualche ripiegamento, sarebbe stato molto più semplice.
  2. Ronnie O'Sullivan

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    La ripropongo: Tragedie in due battute LUI «Potrebbe andare peggio. Potrebbe piovere» LEI (guarda dalla finestra) «Ma sta piovendo» LUI «Be’, potrebbe piovere mer.da» LEI (allunga il braccio fuori, lo ritrae, annusa) «È mer.da»
  3. Ronnie O'Sullivan

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    La rosa, per il suo valore - in particolare per il valore del centrocampo, ma non solo - ha un costo SPROPOSITATO; questa è assoluta e grave responsabilità della dirigenza. Ciò premesso, io sono convinto che questa rosa con un allenatore appena normale, sarebbe comodamente in zona champions, ma proprio di largo. Questa è assoluta e grave responsabilità dell'allenatore, e quindi, per conseguenza della dirigenza. Le responsabilità di una dirigenza che ha combinato un disastro in confronto ai mezzi impiegati, sono responsabilità di chi l'ha insediata; e quindi del Presidente, lo stesso Presidente che ha preso la Juventus in uno dei punti più bassi della sua storia riportandola al suo rango con grandi risultati dal punto di vista sportivo, pur senza il grande acuto europeo (nove scudetti, quattro coppe italia, due finali di Champions League), dal punto di vista patrimoniale (completamento Stadium, centro sportivo, sede, Hotel), dal punto di vista economico e del valore complessivo dell'asset e del brand. Non è la fine del mondo; i catastrofisti sono ridicoli (e francamente avrebbero anche frantumato le palle); ci rialzeremo perché i "fondamentali" ci sono; ma si tratta comunque di una pesante sconfitta, oserei dire una Caporetto (costo/valore della rosa sommato a crisi-covid e mancata qualificazione alla champions non è cosa da ridere); serviranno scelte drastiche, intelligenza, pazienza, UMILTA' (vero Presidente?), tempo; e un cospicuo aumento di capitale.
  4. Ronnie O'Sullivan

    NFL Season

    Cosa pensate di Trey Lance, scelto con la 3 dai miei 49ers?
  5. Se a qualcuno interessa, ecco l’articolo completo: Il Sole 24 Ore La verità sulla Superlega. Golpe? La Serie A ne discuteva già il 16 febbraio Il Consiglio della Lega di Serie A ha discusso del progetto Superlega con tanto di verbale lo scorso 16 febbraio. Due mesi prima dei comunicati stampa che ne hanno annunciato la nascita Servizio di Marco Bellinazzo 3 maggio 2021 5 min Nessun golpe. Niente riunioni carbonare. Il Consiglio della Lega di Serie A ha discusso lo scorso 16 febbraio - due mesi prima dei comunicati stampa che ne hanno annunciato urbi et orbi la nascita ufficiale - del progetto di Superlega raffrontandolo con quello della Superchampions. E con ogni probabilità analoghe discussione stavano avvenendo in Premier League, Bundesliga e Liga, come si evince dal verbale riservato di quella riunione che Il Sole 24 Ore è riuscito a visionare. La storia della Superlega dunque andrà riscritta rispetto alla narrativa delle ultime settimane. La narrativa dei ricchi contro i poveri e del rovesciamento clandestino dell’ordine costituito. Quella che domenica ha spinto i supporter del Manchester United a invadere l'Old Trafford impedendo lo svolgimento del match contro il Liverpool e fa sì che il tema delle sanzioni per i club ribelli sia tuttora sul tavolo di Uefa e Leghe. Nessun blitz segreto A leggere i verbali riservati non si sarebbe trattato di un blitz segreto di 12 club con il resto del mondo del calcio ignaro, a partire dalle istituzioni calcistiche. Tutt’altro. Del progetto di Superlega si discuteva nel merito da mesi come alternativa alla Superchampions targata Uefa, con dovizia di particolari, slide, calendari, impatto economico e corporate governance. E, come anticipato, il tema è stato oggetto di un approfondito Consiglio della Lega Serie A lo scorso 16 febbraio, due mesi prima della famosa notte in cui i comunicati stampa dei 12 club annunciarono l’istituzione della Superlega. In quella riunione erano presenti in videoconferenza, oltre al Presidente della Lega Paolo Dal Pino e all'ad Luigi De Siervo, i consiglieri con diritto di voto, Tommaso Giulini, Luca Percassi, Paolo Scaroni e Maurizio Setti. Erano stati convocati senza diritto di voto, anche Claudio Lotito e Beppe Marotta. I due progetti È stato l’Head of competition and operations della Lega Andrea Butti ad illustrare nel dettaglio le due proposte di riforma delle competizioni internazionali. A proposito di Superlega, Butti ha spiegato al Consiglio che la nuova competizione sarebbe dovuta scattare dalla stagione 2022/2023, ossia dalla stagione nella quale si disputerà il mondiale in Qatar, tra novembre e dicembre. A scendere in campo sarebbero stati 15 club con partecipazione pluriennale garantita e cinque con qualificazione annuale. La riforma avrebbe avuto in impatto a livello sportivo (da 18 a 21 gare) ed economico con distribuzione tra i 15 fondatori di 3,5 miliardi di euro per compensare la mancanza di risorse derivanti dal Covid-19. La governance sarebbe stata costituita da una SpotCo e una MediaCo, con un’assemblea generale, il board of directors, le commissioni e il chairmen's Commitee. Sulla Superchampions, che avrebbe dovuto partire dalla stagione 2024/25, l'Head of competition ha invece precisato che l’impatto sul calendario non sarebbe stato drammatico «in quanto consentirebbe alla Lega di effettuare le 46 giornate di gara attualmente previste per campionato, Coppa Italia e Supercoppa, fermo restando che non ci sarebbe alcuna ulteriore data libera, come di fatto sta avvenendo nella corrente stagione».
  6. "procedure non completate" secondo me si riferisce al recesso, non all'accordo. Sul resto concordo; è un comunicato poco chiaro che presta il fianco a varie interpretazioni. Non positive per la Juventus.
  7. Ronnie O'Sullivan

    Miglior giocatore di basket di sempre?

    Non da super appassionato (e modesto giocatore) come di calcio e tennis, ma seguo il basket dai primi anni ottanta, ed è lì che sono diventato tifoso dei mitici Lakers di Magic e Kareem. Tra quelli che ho visto, senza andare indietro, ad altre ere geologiche, il più forte è stato Michael Jordan senza neanche il minimo dubbio; per distacco siderale su chiunque altro. Non credo esista un altro sport - specie di squadra - dove il GOAT è così indiscutibile. Un alieno proveniente da altra galassia; fisico, talento e PERSONALITA' si incontrano a quei livelli una volta ogni cento anni. Dopo di lui, ma a grande distanza, direi Lebron e subito dietro a Lebron, alla pari Magic e Larry Bird. Poi possiamo parlare di quelli che mi hanno emozionato di più, e allora faccio due nomi diversissimi tra loro: Magic Johnson, un genio assoluto; e Drazen Petrovic, il più grande talento europeo di tutti i tempi (anche se ora gioca un ragazzino sloveno niente male...). PS Nella classifica dei migliori, NON può mancare colui che rivoluzionò il gioco aprendo le porte della moderna nba: Doctor J Julius Erving.
  8. A mio modesto avviso, regola anacronistica che andrebbe completamente abrogata, anche nei tempi regolamentari. E' vero che così si avrebbero più sfide con supplementari e rigori, e questo non è un bene, ma allora che si studino altri parametri; far valere doppio un goal in trasferta, a parità di reti segnate, nel 2021 mi pare abbia davvero poco senso. Si arriva all'assurdo che nelle partite di andata le squadre di casa si preoccupano più di non subire goal che di segnare.
  9. Ma va...nemmeno ricordo molti nick; parlavo in generale, non mi piace il doppiopesismo. De Ligt è fortissimo, per me il giocatore più forte della rosa; ma mediamente con lui si è indulgenti, con altri, tra cui Bonucci (che non mi piace come giocatore e nemmeno come atteggiamento) o Rabiot - tanto per fare due esempi a caso - molto meno.
  10. De Ligt ieri ha giocato nel complesso una grande partita, coprendo anche per il confuso Chiellini, ma i due errori che ha commesso sono molto pesanti (sì, a fine primo tempo forse c'è un rimpallo e sul goal forse una spintarella, ma da uno come lui...) ed è giusto che pregiudichino la sua valutazione fino al limite della sufficienza (io gli avrei dato, a malincuore, 5.5; dico a malincuore perché per il resto ha coperto e impostato per due, giocando una partita sontuosa). Allargando il discorso, De Ligt è rientrato dall'infortunio alla spalla, catapultato immediatamente in campo per necessità, alla grande; poi via via è calato, giocando complessivamente non alla sua altezza negli ultimi due mesi. Detto ciò, i paragoni con Bonucci sono semplicemente ridicoli; copre più campo e avversari - con impatto fisico, tackle, anticipi, chiusure, tiri a colpo sicuro ribattuti, difesa alzata - De Ligt in mezzora che Bonucci in tutta una stagione. Chi non se ne rende conto non capisce niente di calcio. E non sto dicendo che Bonucci sia scarso; ha altre caratteristiche, che possono piacere o meno. A livello di difesa, tra i due ci sono tre categorie di differenza. Il mix di potenza, tecnica (guardatevi la velocità e pulizia di passaggio, altro che lanci alla uno su mille ce la fa), personalità, intelligenza che mostra De Ligt, in quarant'anni che seguo il calcio l'ho visto rarissime volte; è un predestinato che diventerà il miglior difensore centrale al mondo, ed è già ora tra i migliori; classe 1999, e dicono che i centrali maturano tardi. Detto ciò, se merita cinque, non è giusto premiarlo con un sette; il doppiopesismo non va bene. Rabiot, per esempio, pur coi suoi limiti, prende in media sempre mezzo o un voto in meno di quel che meriterebbe.
  11. Uno: sì, dopo aver inviato disdetta (mi avevano già tolto i pacchetti ma lasciato il base), prima della chiusura definitiva, sono stato ricontattano (tante volte), all’ennesima ho accettato la proposta, e mantenuto l’anzianità. Due: io ho sottoscritto un contratto con scontistiche varie sul listino dei vari pacchetti (non ricordo le cifre esatte), ma con vincolo di 18 mesi, che non significa che posso disdire tutto l’abbonamento o qualche singolo pacchetto, ma che se lo faccio prima della scadenza devo pagare la differenza tra costo di listino e costo in promozione. Esempio: se pago il pacchetto sport in promo a 7 euro (sparo a caso), mentre a listino sarebbero 13, se lo chiudo dopo tre mesi, devo pagare a Sky 6x3=18 euro a titolo di penale, perché la promo sottoscritta ha vincolo di 18 mesi. Ciò vale per tutti i pacchetti in promo a parte il pacchetto calcio, che da comunicazione su app mysky posso chiudere, benché in promo, in qualsiasi momento senza costi aggiuntivi, per ovvi motivi. Si tratterà di vedere come rimoduleranno i contenuti dei vari pacchetti con la perdita della serie a; finora la furbata era quella di inserire la CL su sport, e non su calcio, il che obbligava un appassionato calcio a due pacchetti; assurdo; a me non cambiava niente perché comunque mi interessava anche il pacchetto sport (tennis ecc).
  12. “Niente vecchio, non mi tornavano i conti...” (sul retro, ma “convenzionale” è una parola che mi suona bene...) In verità, il “vecchio”, tra me e te, temo proprio di essere io...😌
  13. Colonnello Douglas Mortimer @Leevancleef, riguardo il retro della home non hai anticipazioni?
  14. Sì anch'io ho internet veloce e linea fissa (inutile...) con TIM e sottoscritto la promo Disney +; ho anche provato la combo Now tv + Dazn a 30 euro (mi pare), ma francamente Sky via satellite è molto meglio di Now tv (qualità immagine, ritardo abissale, mancanza di canali rispetto ai canali 100 e 400 di Sky sat ecc.), quindi alla fine ho ceduto e, dopo disdetta, ho rifatto Sky a trenta euro in meno rispetto agli ottanta di prima; sti porci. E' vero, come dice qualcuno (un po' moralisticamente) che non sono beni di prima necessità, ma rimane un salasso, specie di questi tempi.
  15. Massì, anch'io non intendevo dire che tu eri un accattone...anche senza faccina; comunque ho modificato. Fratelli (di fede) come prima. Rimane il fatto che Sky per anni ha tenuto un comportamento vergognoso; su questo non c'è dubbio. Ora piangono; ma mi dispiace solo per i loro dipendenti e per noi utenti che comunque alla fine verremo a pagare di più per vedere gli stessi contenuti, se non di meno (per certo, meno qualità d'immagine). Tra l'altro, nel tempo, ho dovuto sottoscrive abbonamento a Disney+ per la bimba, perché loro lo hanno perso (senza la benché minima notifica, figurarsi riduzione di prezzo); ho dovuto sottoscrivere Netflix e comprare qua e là un sacco di film perché stanno perdendo via via i contratti di esclusiva con le major hollywoodiane...insomma, non mi pare abbiano un buon andazzo. E anche riguardo alla qualità di immagine, il 4k hlg di Sky può andare a nascondersi rispetto al 4k dolby vision o hdr 10 di Netflix, o Prime Video, o Disney+ ecc.
  16. Sì è un termine dispregiativo che ho usato in modo ambiguo, non mi riferivo certo all'utenza; in verità ce l'avevo con Sky, mica con chi paga (poco o tanto) l'abbonamento; mi ha dato fastidio essere trattato male. Un'azienda seria fa un prezzo, a parità di condizioni, uguale per tutti; magari differenziato per fidelizzazione; non certo alto a chi sta mutu, basso a chi si lamenta. Questo è tipico del paese dei furbetti quale è diventato l'Italia. Di questo comunque mi scuso. Per contro, tieniti per te di dare del "pollo" a chi paga/pagava di più solo perché magari non sa/sapeva che bisogna fare la furbata di mercanteggiare sbandierando disdetta. Come ho fatto, obtorto collo. Non ero io, o l'utente cui hai risposto, ad essere pollo a stare zitto; erano loro (di Sky) ad essere vergognosamente SCORRETTI.
  17. Da abbonato di vecchissimo (purtroppo) corso Sky, ti consiglio di mandare immediata disdetta a Sky; io pagavo 80€ al mese, perché non sono abituato a mercanteggiare, ma sentendo altre esperienze ho dovuto fare così: ho inviato disdetta, sono stato richiamato settanta volte in venti giorni, ho rifatto contratto con tutti i pacchetti a poco più di 50 euro con vincolo 18 mesi, ma possibilità di disdire o togliere pacchetti in qualsiasi momento pagando la differenza dovuta alla promozione sul singolo pacchetto, a parte il pacchetto calcio, che dopo l'Europeo vedrò se confermare o meno, avendo la possibilità di toglierlo senza penali a copertura della promo. Pagare 90 euro al mese è una FOLLIA, e un'autentica ladrata da parte di Sky, che tratta MALE i clienti storici e FEDELI, quelli di lungo corso, se stanno zitti, e liscia il pelo a potenziali nuovi clienti facendoli con proposte molto meno costose per lo stesso prodotto; salvo poi ritrattare se mandi disdetta; sono senza dignità; nemmeno a Gerusalemme, nei mercati dei quartieri arabi, mercanteggiavo in questo modo; loro ce l'hanno nel sangue, per cultura millenaria; quasi si offendono se non ti metti a trattare al ribasso; quelli di Sky, che si beano di offrire un servizio di qualità (vero solo in parte, perché l'offerta è MOLTO peggiorata nel tempo, e chi segue, per esempio, il Cinema, lo sa benissimo), invece, si dovrebbero solo VERGOGNARE, dovrebbero sprofondare sotto la loro stessa mer.da da superiori e saputelli. Sono rimasto abbonato solo per i figli e perché non avevo molte alternative essendo molto appassionato di tennis, oltre che di calcio; se non quella di abbonarmi al canale streaming dell'atp e poi agli abbonamenti dei tornei slam, sempre in streaming. Ma per una questione di principio e coerenza, avrei dovuto mandarli a fare in qulo, perché questo era quello che si sarebbero meritati. Detto ciò, auguri a noi quando con la differenza di prezzo sottoscriveremo l'abbonamento a Dazn; avete mai provato a controllare la LATENZA per lo stesso canale in diretta tra Sky satellite e Nowtv? Io sì. Durante il Miami Open, c'era una differenza CRONOMETRATA di TRENTA SECONDI!!!!!!!! E preciso di avere fibra tim a 200 mb, mediamente una scheggia. Soprassedendo su 4k hdr, dolby vision, hdr 10+ ecc, tutte CHIMERE. Speriamo Dazn migliori attraverso la collaborazione con Tim le proprie infrastrutture, ma certi limiti comunque sono intrinseci all'attuale tecnologia e difficilmente superabili. Insomma: credo che pagheremo DI PIU' (personalmente, Sky, Dazn, Amazon, Netflix, e Disney+ per la piccola), per avere gli stessi contenuti, ma con MENO QUALITA'. Ma alla fine del pistolotto, ti ripeto caldamente: manda disdetta immediata e poi tratta al ribasso, se ti interessa rimanere abbonato; non esiste spendere 90€ al mese da cliente fedele, è un ladrocinio. Te lo dico per esperienza personale.
  18. Mi piace molto. Hai qualche idea sul retro? Spero saranno presenti le strisce ALMENO sulla parte inferiore (io le metterei anche sulle spalle, sopra il riquadro per nome e numero, ma forse sarebbe chiedere troppo).
  19. Pablo, sono ininterrottamente abbonato a Sky dai tempi di Tele+; non di vecchia data, proprio della prim'ora. Ho l'abbonamento COMPLETO. A mio parere SKY è diventata negli ultimi anni VERGOGNOSAMENTE CARA, offrendo progressivamente un PRODOTTO MENO QUALITATIVO, per non dire proprio SCADENTE, e parlo non solo da maniaco di calcio e di tennis (gli sport della mia vita), ma anche da APPASSIONATO DI CINEMA. Perfino Disney Plus ho dovuto sottoscrivere con abbonamento a parte via internet per la bambina...siamo arrivati alla follia. Si dovrebbero vergognare; se perdono la Serie A me ne farò una ragione e darò disdetta, tanto ci dovremmo abituare TUTTI alle multipiattaforme e ai multiabbonamenti, sia per lo sport che per il cinema. E vedrai che, nel caso, DAZN si organizzerà per fornire un servizio migliore, in tutti i sensi (vedasi voci di accordi con TIM).
  20. Il Sole 24 Ore (sono abbonato) in un lungo articolo tempo fa approssimava i ricavi aggiuntivi “strutturali” apportati da Ronaldo tra i 55 e i 60 all’anno tra aumento del valore di maglia (main e jersey sponsor), nuove sponsorizzazioni e merchandising, SENZA considerare l’esplosione social (per la quale si passerà all’incasso) e MALGRADO il disastro covid (che per esempio ha azzerato gli incassi da stadio e museo che lui stava contribuendo ad incrementare). Al netto, Ronaldo viene a costare quanto un buon/ottimo giocatore, meno di quanto ci costasse Higuain, per fare un esempio. Chi dice che l’operazione è stata strategicamente sbagliata dal principio, a mio avviso di business administration e accounting capisce nulla, zero (e qui dentro purtroppo non sono rarità). Probabilmente in quel momento storico era l’unica operazione possibile “per rimanere agganciati ai vagoni di prima classe” (cot.), perché i competitors europei (presenti in contesti socio- economici decisamente migliori) stavano crescendo ad un ritmo maggiore del nostro, la forbice si stava allargando e saremmo usciti abbondantemente dalla top 10 dei ricavi europei. Rimane il fatto che sul campo i risultati sono peggiorati. A mio avviso NON per colpa dei troppi soldi investiti su Ronaldo, ma dei troppi soldi (per me forse più di 100 mln di pdf) contemporaneamente sputtanati in acquisti, ingaggi e rinnovi di giocatori inutili se non dannosi. Che la mia opinione sia giusta o sbagliata, è un dato oggettivo che i conti dal lato tecnico non tornano. Ed è altrettanto oggettivo che non tornano nemmeno dal punto di vista contabile; c’era già un disavanzo costi vs ricavi di un centinaio e passa di milioni in era pre-covid, ora sono raddoppiati; e a tal proposito, il fatto che buona parte dei ricavi aggiuntivi apportati da Ronaldo siano - come detto sopra - strutturali, mentre i suoi costi siano “cessanti”, paradossalmente rende ancor più doveroso, se non necessario, porsi il problema di una sua permanenza o meno (per quanto dipenda dalla società, ovviamente, e cioè solo in parte). Mia sensazione: o Ronaldo se ne va al termine di questa stagione, perché conviene anche alla società (ma sarebbe una sconfitta per tutti, Ronaldo incluso), oppure ci sarà un rinnovo con diminuzione dell’ingaggio e spalmatura dell’ammortamento residuo, in modo da diminuite il suo impatto annuo sui costi da 81 a - la sparo - una cinquantina di milioni. Ovviamente molto dipenderà dalle alternative in mano sia a Ronaldo che alla Juventus (giocatori cedibili con cui risparmiare e fare plusvalenza, giocatori acquistabili).
  21. Ronnie O'Sullivan

    Marvin Hagler è morto

    Un grandissimo; univa una tecnica perfetta (riusciva a passare indifferentemente da guardia destra a sinistra) a doti atletiche e fisiche fuori dal comune; un martello che amava l’attacco, ma al contempo con una capacità disumana di incassare colpi pesanti. Quattro match su tutti: - quello in cui ha letteralmente fatto a pezzi Minter (il killer del povero Iacopucci), con gli hooligans scatenati a fine incontro; - quello contro il mio idolo Sugar Ray Leonard, che si aggiudicò ai punti un incontro che a mio avviso vinse Hagler; - la battaglia INCREDIBILE contro John la Bestia Mugabi, con la telecronaca INDIMENTICABILE di Rino Tommasi, che vi invito a cercare sul tubo; lo consiglio soprattutto ai più giovani, per capite veramente che cos’è (era...) la noble Art. - contro Thomas Hearns, incontro in cui viene ferito all'arcata sopraccigliare alla prima ripresa, con serio rischio di interruzione del match; The Marvelous non si scompone, rimane lucido, sa che deve accelerare i tempi; si alza dall’angolo e lo va a distruggere. Un fuoriclasse, uno dei migliori pugili di tutti i tempi, pound for pound. Riposa in pace, Meraviglioso.
  22. Assolutamente d’accordo; ma ovviamente viene massacrato perché ha sbagliato una marcatura da terzino difensivo, senza aver mai fatto il terzino difensivo in vita sua. Davis del Bayern - che per me è un fuoriclasse e vale tre Berbardeschi - di chiusure così ne sbaglia due a partita; e te lo dico perché seguo il Bayern tutte le settimane. Se c’è una possibilità di recuperare Bernardeschi, questa passa dal trasformarlo in terzino sinistro fluidificante; lì, potenzialmente può dare molto.
  23. Ronnie O'Sullivan

    L'eredità di Ronaldo

    Post sacrosanto, a cui mi sento di fare un'aggiunta: la pandemia non ha impedito che - attraverso rinnovi anticipati al rialzo - il valore di maglia della Juventus sia passato da meno di trenta, a più di novanta milioni (tra main e jersey sponsor); sono ricavi aggiuntivi che senza Ronaldo ci saremmo sognati; anzi, mi dicono i ben informati che sono stati concordati contemporaneamente all'acquisto del portoghese. Con Cristiano Ronaldo è stato acquisito un "ramo d'azienda", che ha comportato costi, ma anche ricavi (fattuali, immediati, e attesi). Tra l'altro sono entrate abbastanza strutturali, nel senso che con buona probabilità rimarranno a bilancio tra le componenti positive di reddito (ricavi) anche quando CR7 lascerà la Juventus, a differenza degli 81 milioni complessivi tra ingaggio e ammortamento, che spariranno d'incanto. Questa è la vera EREDITA' economica che lascerà in dote Cristiano Ronaldo; senza contare i ricavi attesi da esplosione social della Juventus tutta ascrivibile a Ronaldo e le maggiori entrate da merchandising. Il covid ha complicato - e di molto - i piani; ma l'operazione Ronaldo dal punto di vista economico-strategico a mio avviso è stata comunque molto indovinata; probabilmente l'unica possibile per rimanere agganciati ai vagoni di prima classe (cit.), perché nel frattempo le competitors europee, presenti in contesti socio-economici migliori di quello italiano, stavano crescendo ad un ritmo maggiore del nostro, allargando la forbice. In soldoni: il costo annuo reale di Ronaldo è, somma algebrica alla mano, molto, ma molto inferiore agli 81 milioni di costo lordo complessivo; paragonabile al costo di un buon/ottimo giocatore, nulla di più. Sull'aspetto tecnico nemmeno entro, perché siamo all'assurdo; segna un goal a partita ma gli viene imputato che la squadra non rende a dovere; come se i CENTO e passa milioni annui in potenza di fuoco che stiamo sprecando - per operazioni scellerate condotte dalla dirigenza negli ultimi anni: acquisti, ingaggi, rinnovi a cifre FOLLI - in giocatori sostanzialmente inutili, se non dannosi, fossero colpa di Ronaldo. Sono questi i costi che stanno ingessando il nostro mercato e rendendo difficile costruire una squadra all'altezza di Ronaldo; c'è una pletora di giocatori strapagati e sottoperformanti; molti ancora a libro paga; alcuni cessati con bagni di sangue (buonuscite ecc.), altri che, usciti dalla porta, rientreranno dalla finestra a fine stagione. Poi Ronaldo si può anche vendere, o non rinnovare, per carità; anzi: è giusto porsi il problema, valutare i costi di un possibile rinnovo, valutare le possibile alternative. La Juve è esistita prima di lui ed esisterà anche dopo di lui, magari sarà anche più forte. Ma dobbiamo stare molto attenti nel valutare le cause reali delle nostre attuali difficoltà sul campo e a livello di bilancio; perché non c'è cosa peggiore, di fronte ad un problema di "salute", che sbagliare la diagnosi. Ovviamente è tutto inutile, perché qui dentro è pieno di gente che straparla di business administration e accounting, senza essere in grado di controllare nemmeno lo scontrino della spesa. Una discussione seria, basata su qualche dato oggettivo, anche partendo da posizioni differenti, è praticamente impossibile. Esistono le eccezioni, ma sono numericamente tali.
  24. Ronnie O'Sullivan

    NFL Season

    E' una prospettiva che non mi fa impazzire, per usare un eufemismo... Forse è meglio aspettare il draft.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.