Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

gypsyola

Utenti
  • Content count

    121
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

99 Buona

1 Follower

About gypsyola

  • Rank
    Esordiente
  • Birthday 08/18/1972

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. [emoji23][emoji23][emoji23][emoji23][emoji23] Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk
  2. gypsyola

    W8NDERFUL e non manifestarlo...

    Come ti dicevo, leggerti è sempre un'emozione! Grazie infinite delle tue parole, il piacere e l'onore di essere tra i tuoi amici è tutto mio. Ti abbraccio. Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk
  3. gypsyola

    W8NDERFUL e non manifestarlo...

    E di che caro amico. Ti leggo sempre con affetto ed emozione. Ho qualche anno in meno di te (non troppi meno, sono del '72) e la tua percezione dello spirito del gioco del calcio e della nostra storia e tradizione è un tesoro tra queste tante voci, spesso giustamente discordanti, tutte legittime. Per me è impossibile non festeggiare un evento così straordinario come un ottavo scudetto di seguito, e non tenere uno sguardo cinico sulle nostre avventure di Coppa. La prima per me fu quella di Atene, 1983, il giorno della foto del mio profilo. Piangendo per la prima volta per una partita di pallone, mi dissi che quello era uno scherzo del destino e che il dominio in quella competizione sarebbe stato il nostro futuro. Di botte di allora ne sono arrivate tante, ma continuo a credere che sia solo una questione di tempo. Nel frattempo, si festeggia ogni altro trofeo, nello spirito di un dominio oggi più che mai assoluto. Un abbraccio. Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk
  4. gypsyola

    W8NDERFUL e non manifestarlo...

    Mi emozioni sempre. [emoji173] Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk
  5. Mi stupisce che Allegri non abbia apportato a esempio delle sue idee sul DNA lo storico esempio di scontro tra 2 visioni opposte di calcio: Italia-Brasile del 1982. Mi stupisce che non abbia rimarcato come il calcio cinico, pragmatico, utilitaristico dell'Italia abbia avuto la meglio su quella che in molti tutt'ora ricordano come la più bella squadra di calcio che sia mai esistita. Ovviamente si sarebbe fermato prima di dover ricordare che l'Italia, oltre ad avere grandi campioni in squadra, aveva anche un allenatore con una chiarissima idea di gioco, metodi lavorativi chiaramente efficaci ed una capacità di influenza sui suoi ragazzi seconda a nessuno. Cosa che, ahinoi, lui pare non avere. Quell'Italia, dopo una partenza horror, diede spettacolo con i dettami del Vecio e fece frantumi delle 3 piu forti squadre sul pianeta, oltre che della più bella. Ed il merito fu sopratutto di Bearzot e delle sue idee a volte contro la logica comune per cui fa criticato e dileggiato (Rossi in squadra e Pruzzo a casa, Beccalossi a casa e Antognoni in Spagna). Ripeto: lo spostare il piano della discussione sull'estetica è un errore su cui il nostro si è gettato con entusiasmo perché lo esonera dal dover dar conto della sua performance lavorativa, che è il vero problema. Inoltre si parla di calcio di 40 anni fá, che è un piano di discussione limitato. Il suo appello ai giovani allenatori ieri sera mi ha fatto sorridere ed anche un po' pena. A forza di sentirsi chiamare "Vate" su VS pare stia cominciando a sentirsi tale. Max, se mi leggi, rispondimi please. Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk
  6. Infatti quel commento sul DNA non era stato richiesto ed il piano della discussione era, doveva essere un altro. Non so sia un atteggiamento cinico il suo nel cercare di svicolare dalle proprie responsabilità o semplicemente una reazione di uno che non ha più argomenti. A me dispiace molto invece che questo assist, questa scappatoia che lui ha adoperato, gli è stata fornita proprio da gran parte dei suoi critici. Il dibattito che infuria su Allegri è di matrice estetica (dare spettacolo ad ogni costo senza curarsi dei risultati VS anteporre il risultato ad ogni altra cosa, pur a costo di giocar male). Invece, a mio modesto parere il dibattito dovrebbe essere specificamente sulla performance di Allegri in questa stagione. É di questo che bisognerebbe chiedergli conto e l'estetica qui non c'entra proprio, ma proprio nulla. Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk
  7. Ripeto: non difendo Allegri. La Juve di Allegri gioca MALE, e non ricordo come te Juve vincenti che giocassero male. Secondo me la Juve di Allegri gioca male perché il responsabile ha poche idee e lavora poco. Mio parere personalissimo. Le cose che ha detto ieri sera non mi trovano d'accordo, ma rispondevo a chi ha percepito nel suo discorso una insinuazione di inferiorità di pedigree della Juve nei confronti di Barca e Milan. Cosa che lui non ha detto e certamente non pensa. Si riferiva al calcio spettacolo come modo di essere, al calcio spettacolo che viene prima della necessità di vincere. La Juve non è mai stata così. Il Milan e sopratutto il Barca si - e ti parlo di cose di 40 anni fa. Personalmente io sono orgoglioso del DNA pragmatico e solido della Juventus, ti parlo di gente come il Trap e Lippi e di uomini come Furino, Gentile e Montero. La differenza tra quegli allenatori e Allegri è che quelli avevano chiare idee di gioco e lavoravano durissimo, ed in campo si vedeva bene. Di conseguenza il genio dei nostri giocatori migliori e le idee degli allenatori potevano risplendere. E si, quelle Juventus davano spettacolo di conseguenza. Allegri a differenza è capace di deprimere anche uno come Ronaldo limitandosi ad usarlo come un upgrade di Mandzukic e sfruttandolo solo come ariete d'area , tanta è la pochezza della costruzione e della manovra. Io la vedo così, ma mi infastidisce che ad Allegri si imputino anche concetti che non ha espresso. Buona giornata. Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk
  8. A me è parso parlasse di DNA estetico, non di pedigree. Infatti ha anche citato il Bayern che ha sbagliato a scimmiottare il Barcelona. Era un riferimento a Guardiola ed al suo modo di giocare, non ad una presunta (ed ovviamente inesistente) inferiorità di pedigree del Bayern rispetto al Barca. Proprio di difendere Allegri non mi va, ma su questa questione mi pare stiate fraintendendo. Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk
  9. E quello che stoppa una palla di petto mentre corre in avanti ed in una nanosecondo scarica una fucilata nella porta del Milan.. calcio classico, gesti con tutti i crismi dell'eternità. Questo è uno dei talenti più puri arrivati a Torino da sempre, uno che giocava la palla con una leggiadra e destrezza rara oltre a vedere la porta come pochi. Che qualcosa non abbia funzionato a lungo andare certo è evidente. Ho le mie idee a riguardo. Nel mio lavoro, io sono uno che vive per il fiuto dell'affare e la botta di adrenalina che mi da un contratto firmato alle mie condizioni. É come segnare un gol ogni volta. È la mia motivazione, molto più forte delle commissioni che quel contratto genererà. Se il mio capo in azienda mi mette a fare amministrazione magari li per li mi adeguo, ma mi sento sprecato, le motivazioni vengono a mancare, si innesta un circolo vizioso negativo di cui la mia performance certamente risentirà. Si lo so, Dybala ha il privilegio di indossare una maglia gloriosa e guadagnare somme fuori dal comune per cui il paragone si ferma qui. Ma pur sempre di un ragazzo innamorato di un gioco si tratta. E a 25 anni è difficile gestire i problemi e le crisi d'identità, che si sia milionari o no. Spero che resti e che possa ritrovare la gioia di giocare come vuole e come sa, magari con un nuovo tecnico che lo aiuti ad imparare a usare anche il piede destro. Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk
  10. gypsyola

    Chi tra gli "ex" inserireste nella formazione di oggi?

    Gianluca Vialli. [emoji173] Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk
  11. gypsyola

    Cosa significa per voi tifare Juve?

    Io sono del '72, ed il mio tifo per la Juve è, al contrario di chi tifa contro e non potrà mai capire, radicato nell'etica della sconfitta. Pur essendolo dai primi anni della mia vita per via di mio zio che a Torino ci viveva e che andava al comunale a vedere e tifare la Juve del primo Trap, la mia prima vera stagione da gobbo marcio è stata l'82/83, sull'onda euforica del mondiale vinto da quegli uomini d'altri tempi che, per me, erano come un misto tra famigliari e dei. In quella mia prima stagione da tifoso arrivammo secondi in un campionato che tutti davano per vinto prima ancora di iniziare, perdemmo un derby che avevamo già vinto in modo rocambolesco, perdemmo la finale di Coppa dei Campioni che, a detta di tutti, avevamo già vinto prima di giocare. Quello nella foto del mio profilo sono io quella sera, prima della partita. Quella è stata la prima volta che ho pianto per la Juve, ma dopo quel pianto ero pronto per altre avventure, ancora più affamato di Juve, ancora più febbrile di tifo. E come per tanti di voi, la Juve per me trascende il calcio. E' un assurda utopia sociale, è l'aristocrazia più alta che sposa e pratica i valori operai e proletari (perchè la Juve di "mediocre", nel senso etimologico del termine, non ha nulla!), è simbolo di eccelsa eleganza e sfacciato pragmatismo, è fame di successo perseguito solo ed unicamente attraverso l'etica del lavoro. La Juve è una delle influenze più grandi nel modo in cui vivo ed ho vissuto la mia vita, è una lezione di vita, nella vittoria, nella sconfitta. E, non da sottovalutare, la Juve è l'unica famiglia allargata che riconosco. Il pensiero e l'azione di massa non ha mai fatto per me, tranne che in questo preciso ambito qui, dove so di stare a parlare a miei fratelli e a mie sorelle. Certamente con la bandiera bianconera ci sarò seppellito.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.